pallavolo femminile, campionato volley femminile serie a, a1, a2, giocatrici pallavolo, immagini pallavolo femminile a1 a2, galleria foto volley femminile


volley femminile, campionato pallavolo femminile serie a, interviste giocatrici pallavolo, news pallavolo femminile a1 a2, immagini gioco volley femminile, rassegna stampa
Home
Olimpiadi di Rio 2016
Il volley
Parliamo di volley
Campionato maschile
Campionato femminile
Attivitą internazionale
Coppe europee
Beach volley
Volley mercato
Volley Story e interviste
Eventi
Volley in Tv
Editoriali
Regolamento del volley
Libri
DallariVolley.com sostiene
Cerca
Mappa e guida

mercato pallavolo femminile, articoli volley femminile Italia, news campionato italiano pallavolo femminile, regular season femminile




Guida al Volley 2019
PARLIAMO DI VOLLEY :  Campionato femminile



20.02.2008 - Pesaro, Pesaro, Pesaro
La gioia delle brasiliane Sheilla e Mari
Pesaro,Pesaro,Pesaro. 3-2 a Bergamo dopo una gara bellissima e molto combattuta e un primato che continua ad essere incontrastato ormai da parecchie settimane se non mesi.
A dire il vero all’inizio della stagione consideravo la “Foppa” sopra a tutte le squadre. Pochi cambiamenti nell’organico, tutte le “big” (Piccinini, Gruen, Lo Bianco, Poljak, Croce) confermate, un bravissimo nuovo allenatore. Non che ora abbia cambiato idea, ma l’assenza della Barazza (infortunio) e cosi tanti problemi in posto 4 con Fiorin e Rosner che si alternano non per meriti per demeriti altrui, sono due elementi da tenere in grossissima considerazione, e che fanno sembrare Bergamo sicuramente meno forte di quanto credevo.
Ed ecco che invece arriva Pesaro. Anche la compagine marchigiana ha cambiato pochissimo. Furst per Maculewicz, Ferretti per Berg, Wijnhoven per Puerari e la conduzione tecnica praticamente è rimasta inalterata con Ze Roberto che guida dall’esterno il suo preparatore atletico Angelo Vercesi nell’insolita per lui veste di capo allenatore. Il risultato di tutto questo è formidabile. Mari al suo secondo anno in Italia come capita a molte brasiliane sta facendo benissimo. La Costagrande è un’ira di Dio: impressionante il suo rendimento in tutti i fondamentali, attacco, ricezione, battuta, difesa e il miglior muro di posto 4 del campionato. Sheila, come sempre, è una macchina da punti in prima e seconda linea. Guiggi e Furst sono la coppia di centrali più forte del campionato, il libero, l’olandese Wijnhoven è in testa a tutte le classifiche e non ha nulla da invidiare alla Cardullo, la Ferretti sta continuando a crescere anno dopo anno e sta gestendo molto bene questa giovane e talentuosa squadra. La forza del Pesaro? Prima di tutto l’attacco: è l’unica squadra ad avere 5 attaccanti fortissime, 5 giocatrici che possono mettere la palla per terra in ogni momento, senza nessuna che prevarica come qualità e come numero di palloni, una vera manna per la palleggiatrice che alla fine viene sempre premiata, qualsiasi scelta faccia. La seconda forza del Pesaro è un’ottima correlazione muro difesa: Furst e Guiggi sono tra le migliori muratrici al mondo, Costagrande e Mari murano tanto e bene e Sheila completa alla grande il quadro;dietro Ferretti e Wijhnoven prendono su tutto, cosi come le altre atlete e cosi contro Pesaro diventa davvero difficile mettere per terra il pallone. Terza forza di questa squadra l’età: tutte giovani, tutte affamate, tutte con grandissima voglia di lavorare e ottima condizione fisica. Complimenti alla società, quindi, che ha creduto e sposato fino alla fine il progetto Ze Roberto, e un avvertimento a Bergamo e Perugia (non vedo altre candiate al tricolore): Pesaro non è più una promessa ma è una grande realtà!
Chiudo il mio intervento con due plausi, a Santeramo e Jesi.
La squadra di Dragan Nesic sta facendo un campionato a mio modo di vedere straordinario, decisamente al di sopra di ogni più rosea aspettativa, e gran parte del merito lo do proprio al suo allenatore, il serbo Nesic, che dopo anni di gavetta in serie B e alcune esperienze internazionali con la nazionale bulgara, sta dimostrando che allenatori non ci si inventa da un giorno all’altro e l’esperienza e la pratica sono due grandi armi nel nostro mestiere. Nelle ultime 3 giornate ha totalizzato l’intera posta contro Jesi e Busto, e ha preso un punto a Novara: complimenti!
E di Jesi? Che dire, tutti fin qui abbiamo criticato la squadra marchigiana che però ora che si avvicinano i momenti caldi della stagione sta dimostrando di poter giocare una buona pallavolo e di poter battere chiunque. Chiedetelo a Bergamo (3-1), a Perugia (3-1) e alla Dinamo in Champions League a Mosca (3-0). Tre risultati importantissimi contro tre grandissime formazioni, con Togut protagonista, Bown, inarrestabile, e Marcele che sta dimostrando di poter essere quella palleggiatrice che tutti abbiamo visto vincere il Grand Prix 2005 con la maglia del Brasile. Negrini sta facendo il suo con un’ ottima ricezione, Rinieri quando vuole è ancora tra le migliori attaccanti del campionato,e Calloni e Gattaz si stanno ben alternando. Bravo Marcello Abbondanza, quindi, che sembra finalmente aver trovato la giusta quadratura del sestetto e un bravo alla società che ha gestito con estrema calma i momenti difficili fin qui incontrati.
 
foto pallavolo femminile, giocatrici volley a1 a2, volley mercato femminile, regular season femminile, finali scudetto femminili, comunicati squadre pallavolo femminile