campionato volley maschile serie a, risultati partite, foto, immagini giocatori volley a1 a2, statistiche squadre pallavolo maschile, formazioni maschili volley


volley maschile, campionato pallavolo maschile a1 a2, giocatori campionato volley serie a, foto, immagini volley maschile, formazioni maschili volley, mercato volley maschile
Home
Olimpiadi di Rio 2016
Il volley
Parliamo di volley
Campionato maschile
Campionato femminile
Attivitą internazionale
Coppe europee
Beach volley
Volley mercato
Volley Story e interviste
Eventi
Volley in Tv
Editoriali
Regolamento del volley
Libri
DallariVolley.com sostiene
Cerca
Mappa e guida

news pallavolo maschile, analisi schemi gioco volley, interviste, commenti campionato pallavolo, mercato volley maschile




Guida al Volley 2010
PARLIAMO DI VOLLEY :  Campionato maschile



12.11.2017 - SuperLega maschile 7a giornata di andata: 3 punti per Civitanova, Modena e Padova, Verona supera Ravenna al tie break
SuperLega UnipolSai 7a giornata di andata: 3 punti per Civitanova, Modena e Padova vincenti su Sora, Latina e Monza. Tie break a Verona per la partita più lunga di sempre della SuperLega e A1 (da quando c’è il rally point system): ha la meglio la squadra di casa ai vantaggi su una coriacea Ravenna.
Prima dell’8a giornata, di scena mercoledì 15 il posticipo Perugia – Trento, e giovedì 16 novembre l’anticipo della 12a giornata tra Civitanova e Piacenza, per la partecipazione della Lube in dicembre al Mondiale per Club
 
Il match andato in scena questa sera a Verona ha fatto registrare il record di “Incontro più lungo” per SuperLega e A1 da quando è in vigore il rally point system: le 2 ore e 42 minuti di gioco tra Calzedonia Verona e Bunge Ravenna sono seconde solo a un match di Serie A2 di 2 ore e 43’ tra Gherardi SVI Città Di Castello - Phyto Performance Padova della 12a giornata di ritorno del 2010-2011.
 
Risultati 7a giornata di andata SuperLega maschile UnipolSai
Cucine Lube Civitanova-Biosì Indexa Sora 3-0 (25-21, 25-16, 25-15);
Calzedonia Verona-Bunge Ravenna 3-2 (25-23, 30-28, 22-25, 22-25, 20-18);
Taiwan Excellence Latina-Azimut Modena 1-3 (24-26, 25-22, 32-34, 16-25);
Kioene Padova-Gi Group Monza 3-1 (25-8, 17-25, 36-34, 25-22); Revivre Milano-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-1 (23-25, 25-22, 25-22, 25-22);
BCC Castellana Grotte-Wixo LPR Piacenza 0-3 (20-25, 23-25, 22-25)
Sir Safety Conad Perugia – Diatec Trentino non disputata (in campo mercoledì 15 novembre ore 20.30)
 
Calzedonia Verona - Bunge Ravenna 3-2 (25-23, 30-28, 22-25, 22-25, 20-18) 
Calzedonia Verona: Spirito 4, Marretta 13, Pajenk 10, Stern 20, Maar 23, Birarelli 8, Frigo (L), Pesaresi (L), Paolucci 0, Grozdanov 0, Jaeschke 0. N.E. Manavinezhad. All. Grbic.
Bunge Ravenna: Orduna 0, Marechal 21, Diamantini 5, Buchegger 28, Poglajen 25, Georgiev 4, Marchini (L), Goi (L), Raffaelli 0, Vitelli 1, Pistolesi 0. N.E. Mazzone. All. Soli.
ARBITRI: Cappello, Florian. NOTE - durata set: 32', 44', 28', 29', 29'; tot: 162'. MVP Marretta
 
All’AGSM Forum va in scena una partita infinita, le protagoniste sono la Calzedonia Verona e la Bunge Ravenna, due formazioni che arrivano da due belle vittorie, e serve il tie break per decidere la vincitrice: infine ha la meglio Verona, che taglia il traguardo al fotofinish. La partita è stata molto combattuta e la battuta è stato il fondamentale decisivo per entrambe le formazioni. Nei primi due set la Calzedonia si è sempre trovata a inseguire Ravenna, ma prima Stern e poi Pajenk sono risultati decisivi nella vittoria gialloblù dei due parziali. Nel terzo e quarto set i protagonisti al servizio sono Buchegger e Poglajen, che portano Ravenna a pareggiare i conti e decidere la partita al tie break. Il quinto set è una vera e propria battaglia, nessuna delle squadre vuole cedere all’altra, ma infine è Stern, con un ace, a firmare il 3-2 in favore dei gialloblù.
MVP: Federico Marretta
Pubblico: 3.469
 
Luca Spirito (Calzedonia Verona):Sono contento per questa vittoria, che ci siamo meritati, perché è arrivata grazie a tutto il gruppo e a tutto il lavoro duro che facciamo durante la settimana in palestra. Sono doppiamente contento perché ho vinto contro la mia ex squadra, di cui conservo bellissimi ricordi”.
Santiago Orduna (Bunge Ravenna): C’è molta rabbia perché nei finali dei set abbiamo sprecato qualcosa, abbiamo avuto tante occasioni per chiuderli in nostro favore. Siamo stati comunque bravi a rientrare in partita, perché sotto di 2-0, qui a Verona non era facile. Il tie break, poi, è stato deciso da due palle e Verona è stata più brava di noi”.
 
Taiwan Excellence Latina - Azimut Modena 1-3 (24-26, 25-22, 32-34, 16-25) 
Taiwan Excellence Latina: Sottile 2, Maruotti 9, Rossi 1, Starovic 24, Savani 18, Gitto 8, Caccioppola (L), De Angelis (L), Le Goff 1, Shoji (L), Corteggiani 0, Ishikawa 5, Huang 0. N.E. Kovac. All. Di Pinto.
Azimut Modena: Mossa De Rezende 4, Ngapeth E. 17, Mazzone 4, Sabbi 15, Van Garderen 18, Holt 11, Tosi (L), Rossini (L), Bossi 5, Pinali 0. N.E. Argenta, Urnaut, Ngapeth S., Marra. All. Stoytchev.
ARBITRI: Goitre Mauro Carlo, Canessa.
NOTE - durata set: 31', 30', 40', 26'; tot: 127'. MVP Ngapeth
 
La Taiwan Excellence Latina lotta quattro set con l’Azimut Modena nella settima giornata della SuperLega UnipolSai. Ma sono gli emiliani a portarsi a casa l’intera posta dopo una gara spettacolo con un terzo set terminato 32-34. Di Pinto ha dovuto fare ancora una volta i conti con l’infermeria rischiando Ishikawa dopo che Savani durante il terzo set ha avvertito dei dolori.
Il parziale si sblocca con due ace di Savani che portano Latina sul 4-1, i padroni di casa allungano con un muro di Starovic e una pipe di Maruotti 18-14, Van Garderen e Ngapeth riportano la parità sul 22 e nel finale due muri di Sabbi chiudono il set 24-26. Anche il secondo set inizia con la Taiwan Exellence avanti grazie a Maruotti e Savani a muro 10-6, Latina tiene le quattro lunghezze con un ace di Ishikawa sul 20-16, ma Modena torna in gara con Sabbi, Van Garderen (ace) e un muro di Holt sul 22-22 ma poi commette due errori con Ngapeth e Van Garderen che chiudono il parziale 25-22. Il terzo set si apre con un ace di Starovic (2-0), ma è l’Azimut a fare il primo allungo con un ace di Holt e Bruno 5-7, i muri di Starovic e Savani rovesciano il parziale 10-8, il neo entrato Bossi a muro e Ngapeth riallungano 14-18. Starovic segna un ace e muro riporta sotto il Latina 23-24 e Le Goff con un muro completa la rimonta 24-24: si va ai vantaggi, cresce il livello di gioco, muro di Le Goff per il 30-29, risponde Sabbi a muro 31-32 e Ngapeth mette a segno l’ace del 32-34. Quarto set con Ishikawa, Le Goff e Bossi confermati, gli ospiti con Ngapeth, Bossi e un ace di Bossi si portano 7-11 e allungano con Van Garderen e un ace di Sabbi 9-16, girandola di cambi nel campo di Latina ma Modena chiude con un primo tempo di Holt la gara 16-25.
Spettatori: 1518
MVP Earvin Ngapeth
 
Salvatore Rossini (Azimut Modena):I primi tre set le abbiamo prese, siamo stati messi all’angolo da Latina, ma poi siamo usciti. Non stiamo attraversando un buon momento. L’importante era conquistare i tre punti. Complimenti a Latina che con un Sottile così può mettere in moto gli schiacciatori. Noi dobbiamo crescere, sapevamo di dover combattere e siamo stati bravi a resistere e contrattaccare”.
Carmelo Gitto (Taiwan Excellence Latina):Oggi abbiamo dimostrato ancora una volta che ce la possiamo giocare con tutti. Dobbiamo però commettere meno errori e avere la pazienza di aspettare. Al terzo set ci credevamo e la sconfitta ci ha tagliato le gambe. Bisogna lavorare e imparare da queste partite”.
 
Kioene Padova - Gi Group Monza 3-1 (25-8, 17-25, 36-34, 25-22) 
Kioene Padova: Travica 3, Cirovic 18, Polo 7, Nelli 28, Randazzo 21, Volpato 6, Balaso (L), Sperandio 0, Gozzo 0, Premovic 0, Koprivica 0. N.E. Peslac, Scanferla. All. Baldovin.
Gi Group Monza: Shoji 4, Botto 5, Beretta 8, Finger 14, Dzavoronok 15, Barone 6, Brunetti (L), Rizzo (L), Terpin 0, Walsh 0, Hirsch 2, Langlois 0. N.E. Arasomwan. All. Falasca.
ARBITRI: Venturi, Lot. NOTE - durata set: 18', 22', 43', 34'; tot: 117'. MVP: Randazzo
 
E’ la Kioene ad avere la meglio in una partita quanto mai insolita. Dal primo set a senso unico, ad un terzo lottato con grande intensità da entrambe le squadre. Il cinismo di Padova, ma soprattutto la serata top di Randazzo che ha dato il massimo sia in attacco che in difesa, hanno consentito ai bianconeri di vincere contro una Monza che, pur provando ad utilizzare quasi tutti gli effettivi a disposizione, ha vissuto troppo sulla dipendenza da Dzavoronok e su momenti di alti e bassi che hanno condizionato il team di coach Falasca.
Partono molto bene i padroni di casa, che accumulano subito un discreto vantaggio con Randazzo e Nelli. Sull’ace del capitano Travica che vale il 10-4, coach Falasca chiama già il suo secondo time out discrezionale. Terpin prende il posto di Dzavoronok ma Cirovic scava il solco al servizio (16-5). Gli ospiti non riescono più a replicare e Padova chiude con un eloquente 25-8. Cambia registro la squadra ospite nel secondo parziale, trovando più precisione al servizio: la Kioene sbaglia qualche ricostruzione di troppo andando al time out sul 9-12. Botto & C. trovano coraggio, mentre Padova perde lucidità. Sul 14-22 coach Baldovin prova a cambiare un po’ di carte in tavola ma è Beretta a trovare il colpo vincente del 17-25. La crescita di Dzavoronok si vede ma Padova può sfruttare bene il servizio di Nelli nel terzo set, con il time out di Falasca che arriva sul 14-12. La Gi Group però non molla e trova il sorpasso grazie all’ace di Beretta su Randazzo (19-20). Cirovic trova il set ball sul 24-23 ma l’errore di Sperandio e l’ace di Shoji ribaltano la situazione. Il finale è incredibile, con l’ace del 36-34 di Polo che arriva su una palla giudicata invece fuori da Botto che la fa così terminare dentro il campo. Molto intenso anche il quarto parziale. Monza accusa un po’ di nervosismo dopo aver contestato qualche decisione arbitrale: il rosso a coach Falasca porta le squadre al time out discrezionale sul 12-10. Al rientro in campo Padova sbaglia troppo e sul 16-17 coach Baldovin richiama tutti in panchina. Padova però lotta su ogni palla e il finale è a firma Nelli con il suo ace che chiude il match 25-22.
Spettatori: 2.355.
MVP: Luigi Randazzo (Kioene Padova)
 
Valerio Baldovin (allenatore Kioene Padova):Volevamo una reazione e questa sera è arrivata. Lo si è visto nel lunghissimo terzo set che poi ha fatto da trampolino di lancio per la vittoria del successivo. Sappiamo che ogni gara sarà difficilissima da qui al termine del Campionato, ma l’atteggiamento con cui abbiamo affrontato la sfida di questa sera è quello giusta”.
Miguel Angel Falasca (allenatore Gi Group Monza):Abbiamo avuto un avvio davvero difficile ma poi siamo stati bravi a rientrare in gara. Purtroppo ci è venuto a mancare il muro e dovremo lavorare in settimana su questo, così come sull’aspetto morale che questa sera ci ha condizionato a differenza di Padova che è stata brava a chiudere i set nei momenti decisivi”.
 
Cucine Lube Civitanova - Biosì Indexa Sora 3-0 (25-21, 25-16, 25-15) 
Cucine Lube Civitanova: Christenson 1, Juantorena 6, Stankovic 14, Sokolov 14, Sander 5, Candellaro 5, Marchisio (L), Grebennikov 0, Milan 2, Kovar 4. N.E. Zhukouski, Casadei, Cester. All. Medei.
Biosì Indexa Sora: Seganov 0, Fey 5, Caneschi 3, Petkovic 9, Rosso 6, Mattei 3, Santucci (L), Nielsen 1, Penning 0, Duncan-Thibault 1. N.E. Mauti, Marrazzo, Lucarelli. All. Barbiero.
ARBITRI: Satanassi, Cerra. NOTE - durata set: 26', 23', 21'; tot: 70'. MVP Stankovic
 
Terza vittoria consecutiva in SuperLega Unipolsai per la Cucine Lube Civitanova, che dopo i trionfi nei big match con Trento e Modena, conferma l’ottimo periodo di forma battendo la Biosì Indexa Sora (3-0: 25-21, 25-16, 25-15), nella 7ª giornata di andata della Regular Season. I biancorossi, che giovedì sera saranno di nuovo di scena all‘Eurosuole Forum di Civitanova Marche contro Piacenza (anticipo della 12ª di andata, dovuta alla partecipazione dei marchigiani al Mondiale per Club) con i tre punti incassati si confermano al terzo posto generale in graduatoria, con una partita in meno rispetto alle avversarie.
Medei concede un turno di riposo a Grebennikov, regalando dunque la prima volta da titolare al libero Marchisio, ma soprattutto riproponendo nel sestetto iniziale capitan Stankovic, nell’occasione a scapito di Cester. E proprio il centrale serbo, con i suoi imprendibili primi tempi (100% di positività su 5 attacchi), è gran protagonista del parziale d’apertura in cui gli ospiti danno comunque del filo da torcere ai campioni d’Italia, riuscendo a risalire dal 7-11 fino al 18-19. Poi sono un attacco out di Petkovic (top scorer dei suoi con 6 punti, 55% in attacco) certificato dal video check richiesto dalla Lube (22-19), ed un successivo ace di Sokolov, a mettere al sicuro il risultato in favore dei cucinieri, che chiuderanno sul 25-21.
La sfida corre sul medesimo binario anche nel secondo set, che al contrario di quello precedente registra però un vero e proprio monologo della Cucine Lube. La squadra di casa attacca con un siderale 84% di efficacia contro il 21% degli avversari, con Stankovic che continua a martellare senza alcuna macchia nello score personale (altri 5 punti, che includono un muro vincente), e Juantorena che ipoteca il 2-0 con largo anticipo, mettendo a terra l’ace di fila che scrive il momentaneo 17-7. Nel finale Medei regala l’esordio assoluto in maglia Lube anche a Sebastiano Milan, in campo dal 20-12 proprio per Juantorena. Finisce 25-16 dopo un attacco out di Petkovic.
E la trama è la stessa anche nel terzo parziale: i biancorossi, in campo con Kovar per l’ottimo Sander in avvio, sfiorano la perfezione in ogni fondamentale e volano agevolmente sul 19-13, trascinati da Sokolov (14 punti) e soprattutto da uno Stankovic in giornata di grazia, legittimamente votato MVP della sfida (14 punti, 85% in attacco, 1 muro e 2 ace). Torna in campo anche Milan per Juantorena nel finale. Il match si chiude sul 25-15 con un errore di Fey.
MVP Stankovic
 
Giampaolo Medei (allenatore Cucine Lube Civitanova):Prestazione molto positiva, per il risultato ma anche perché sono riuscito a dare spazio in campo anche chi aveva giocato poco nelle precedenti partite. Per noi è fondamentale arrivare con tutta la rosa al meglio della condizione agli appuntamenti che contano. Oggi la chiave della partita è stata innanzitutto l’essere riusciti ad approcciarla nel migliore dei modi, senza sottovalutare i nostri avversari”.
Mario Barbiero (allenatore Biosì Indexa Sora): Sono molto soddisfatto della fiammata che abbiamo avuto in partenza, mentre resta il rammarico per esserci arresi forse con troppo anticipo nel secondo e nel terzo parziale. Speravo in una tenuta migliore, non lo nascondo certamente, ma nel complesso, visto anche l’avversario che avevamo davanti, non ho molto da recriminare ai miei ragazzi, che a tratti sono pure riusciti a fare bene ciò su cui stiamo insistendo in allenamento”.
 
Giocata venerdì 10 novembre
Revivre Milano - Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-1 (23-25, 25-22, 25-22, 25-22)
Revivre Milano: Daldello 0, Schott 5, Averill 3, Abdel-Aziz 24, Cebulj 11, Piano 6, Tondo 0, Piccinelli (L), Galassi 10, Klinkenberg 9. N.E. Preti. All. Giani.
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Coscione 0, Antonov 15, Verhees 17, Patch 13, Lecat 7, Costa 8, Torchia (L), Massari 4, Marra (L), Presta 1, Izzo 0, Domagala 5. N.E. Corrado. All. Tubertini.
ARBITRI: Pozzato, Rapisarda. NOTE - durata set: 29', 29', 32', 30'; tot: 120'.
 
Giocata mercoledì 8 novembre
BCC Castellana Grotte - Wixo LPR Piacenza 0-3 (20-25, 23-25, 22-25)
BCC Castellana Grotte: Paris 0, Moreira 13, De Togni 3, Tzioumakas 2, Canuto 8, Ferreira Costa 7, Pace (L), Cavaccini (L), Garnica 1, Cazzaniga 12, Rossatti 0, Hebda 0. N.E. Zauli, Ferraro. All. Lorizio.
Wixo LPR Piacenza: Baranowicz 4, Clevenot 16, Alletti 6, Fei 2, Parodi 13, Yosifov 8, Kody 9, Manià (L), Cottarelli 0, Giuliani (L), Hershko 0. N.E. Marshall, Di Martino, Bricchi. All. Giuliani.
ARBITRI: Saltalippi, Simbari. NOTE - durata set: 26', 31', 29'; tot: 86'.
 
Classifica
Sir Safety Conad Perugia 18, Azimut Modena 18, Cucine Lube Civitanova 15, Bunge Ravenna 14, Wixo LPR Piacenza 12, Kioene Padova 10, Calzedonia Verona 9, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 8, Revivre Milano 8, Taiwan Excellence Latina 8, Diatec Trentino 7, Gi Group Monza 6, BCC Castellana Grotte 4, Biosì Indexa Sora 1.
1 incontro in meno: Sir Safety Conad Perugia, Cucine Lube Civitanova, Bunge Ravenna, Calzedonia Verona, Diatec Trentino, BCC Castellana Grotte
 
Prossimo turno
Posticipo 7a giornata di andata SuperLega UnipolSai
Mercoledì 15 novembre 2017 ore 20:30
Sir Safety Conad Perugia - Diatec Trentino  Diretta Lega Volley Channel
(Cesare-Puecher)
Addetto al Video Check: Colucci  Segnapunti: Proietti
 
Anticipo 12a giornata di andata SuperLega UnipolSai
Giovedì 16 novembre 2017, ore 20.30
Cucine Lube Civitanova – Wixo LPR Piacenza  Diretta RAI Sport + HD
Diretta streaming su raiplay.it
(Boris-Zanussi)
Addetto al Video Check: Polenta Segnapunti: Cetraro
 
8a giornata di andata SuperLega UnipolSai
Venerdì 17 novembre 2017, ore 20.30
Bunge Ravenna – BCC Castellana Grotte  Diretta RAI Sport + HD
Diretta streaming su raiplay.it
Domenica 19 novembre 2017, ore 18.00
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia - Sir Safety Conad Perugia  Diretta RAI Sport + HD
Diretta streaming su raiplay.it
Azimut Modena - Revivre Milano  Diretta Lega Volley Channel
Wixo LPR Piacenza - Kioene Padova  Diretta Lega Volley Channel
Gi Group Monza - Cucine Lube Civitanova  Diretta Lega Volley Channel
Biosì Indexa Sora - Calzedonia Verona  Diretta Lega Volley Channel
Giovedì 23 novembre 2017 ore 20.30
Diatec Trentino - Taiwan Excellence Latina  Diretta RAI Sport + HD
Diretta streaming su raiplay.it


 
news volley maschile, partite campionato italiano pallavolo maschile serie a, formazioni, analisi tecniche schemi, commenti, risultati gare, mercato giocatori pallavolo, news pallavolo maschile, statistiche giocatore volley