volley news, campionato italiano pallavolo serie A, foto giocatori volley maschile, immagini giocatrici pallavolo femminile, volley mercato, regole pallavolo


volley news, campionato italiano pallavolo a1 a2, beach volley, foto volley, immagini, giocatori pallavolo, giocatrici, volley mercato, nazionale italiana pallavolo, squadre volley

Home
Olimpiadi di Rio 2016
Il volley
Parliamo di volley
Campionato maschile
Campionato femminile
Attività internazionale
Coppe europee
Beach volley
Volley mercato
Volley Story e interviste
Eventi
Volley in Tv
Editoriali
Regolamento del volley
Libri
DallariVolley.com sostiene
Cerca
Mappa e guida
Facebook Youtube

novità volley, nazionale italiana volley, tornei beach volley, risultati pallavolo, analisi schemi volley, volley Italia, pallavolo italiana


Snai

Lega Volley
Yamamay
Unendo
Sir Safety
BPER Banca
CucineLube
Azimut
Addidas
Emma Villas
Yamamay
Centro Pavesi
Biosi
Callipo
Pallavolo Supervolley
Itely
Centro Pavesi
Al cavallino bianco
Sportur Hotel

AGS Advanced Ground System

Custom
Grugnino
Cantina San Martino
Casa Modena
Deltadator
Personal Time

Kinder + Sport
Anderlini
Dona il tuo 5 x Mille alla speranza
La Leggenda Azzurra
Una splendida doppietta
Guida al Volley 2016
Il magico Triplete
L'ultimo dei miei eroi
Il Mio Golf
HOME



 Editoriale
20.10.2018 -  Serbia campione del Mondo, per l'Italia una straordinaria medaglia d'argento - di Lorenzo Dallari

Le azzurre medaglia d'argento in Giappone ai Mondiali 2018
Sogno infranto? No, sogno realizzato! Quello della nazionale femminile straordinaria protagonista al Mondiale in Giappone, infiammando un’intera Nazione e rendendola orgogliosa di tifare all’unisono per le fantastiche azzurre del volley. L’Italia è salita sul podio iridato 16 anni dopo Berlino 2002 e lo ha fatto conquistando e festeggiando a Yokohama una bellissima medaglia d’argento. Complimenti a tutte, dal profondo del cuore. Con un abbraccio speciale a Davide Mazzanti, splendido condottiero di un gruppo che ha nobilitato questo sport.
BELLA FINALE. Le azzurre hanno approcciato nel migliore dei modi l’atto conclusivo di un torneo che la ha viste dominare le prime dieci partite di fila: hanno vinto il primo set dimostrando di non essere condizionate dall’aver profuso incredibili energie fisiche e mentali nell’eterna semifinale vinta con la Cina 17-15 al tie break poche ore prima. La Serbia, squadra di temperamento, classe e fisicità, ha però prontamente reagito e ha impattato in fretta la situazione, trovando in corso d’opera la miglior Boskovic. Terzo set ancora per l’Italia, bella, pimpante, volitiva, lucida. Poi parità, propiziata dal cuore e dalla grinta delle esperte ragazze di Terzic, le uniche che erano riuscite a battere quelle di Mazzanti: era accaduto a Nagoya nell’ultima sfida della Final Six, e questo forse forse qualche retaggio nella mente lo ha lasciato. E’ solo un’ipotesi, non una certezza. Però nella pallavolo, sport di potenza ma pure di psicologia, scattano spesso strani meccanismi nella testa dei giocatori… Tutto rimandato dunque al tie break, senza prove d’appello. E forse era giusto così. Le azzurre lo hanno iniziato bene e hanno cambiato campo avanti 8-7, poi hanno subito un break di 3-0 e sono sempre state costrette a inseguire, senza però riuscire mai ad agguantare le proprie avversarie, magistralmente ispirate da un’immensa Ognjenovic. Il susseguirsi degli ultimi punti: 12-11 con l’ultimo attacco vincente di Paola Egonu, poi misteriosamente dimenticata da Cambi e Malinov, 13-11 con un diagonale stretto al curaro di Boskovic, , 13-12 con una fiondata dal centro della capitana Chirichella, 14-12 con un’azione ping pong in cui l’Italia ha purtroppo gestito male diversi palloni e il 15-12 finale con l’invasione aerea di Miriam Sylla. Un Mondiale da antologia è purtroppo andato in archivio con due brutte azioni: 15-12 per la Serbia, per la prima volta nella storia sul gradino più alto del podio nella rassegna iridata. Peccato davvero. Però due minuti non condizionano di certo un torneo indimenticabile. E la prima finale tutta europea di un Mondiale verrà ricordato a lungo. Brave ragazze.
GRANDE ITALIA. La nostra nazionale torna dal Giappone con una strameritata medaglia d’argento al collo, conquistata da un gruppo giovanissimo e con un grande futuro davanti a sé. L’età media è di soli 23 anni e poco più, ci sono già ragazze terribili che scalpitano come la Pietrini, Paola Egonu è poco più di una ragazzina e ha dimostrato di essere già una superstar: il suo record di 45 punti messi a segno in semifinale contro la Cina è nei libri sacri della pallavolo e ci resterà per sempre. Il domani arride a queste straordinarie ragazze e al suo strepitoso allenatore, con l’obiettivo già dichiarato di vincere l’oro all’Olimpiade di Tokyo nel 2020.
ARGENTO AUREO. Questa medaglia è pregiatissima, e sta anche a premiare un lavoro che parte da lontano e un movimento che è sempre più tinto di rosa. Ci sono in Italia tante atlete di livello internazionale, ce ne sono tantissime che a breve saranno pronte per la nazionale seniores: basta fare un salto al Centro Pavesi di Milano per rendersene conto. Certo una situazione ben diversa rispetto al settore maschile, dove invece purtroppo si paventa un preoccupante vuoto generazionale, soprattutto in tema di martelli.
APPLAUSI. Onore e merito dunque all’Italia, andata ben oltre ogni ottimista previsione della vigilia, quando l’obiettivo era approdare alla Final Six. La finale però è stata strameritata per un gruppo che è molto cresciuto partita dopo partita, soprattutto nella consapevolezza dei propri mezzi. E qui il lavoro del ct e del suo staff è indubbio. Sono sinceramente molto contento per lui, che conosco e apprezzo da tanto tempo. Le azzurre hanno gettato il cuore e la mente oltre il confine ed è mancata solo un’inezia al raggiungimento del traguardo più prestigioso. Grazie di cuore, da parte di tutti quelli che amano questo sport meraviglioso che ha conquistato tutti. Siete state eccezionali, tutte quante, indipendentemente da quanto avete giocato.
TERZO POSTO. La medaglia di bronzo è stata conquistata dalla Cina, capace di piegare per 3-0 l’Olanda, una delle principali sorprese di questa manifestazione nipponica.
BRAVA RAI. Chiudo con un altro plauso pubblico, questa volta alla Rai, che ha coperto l’evento in maniera eccellente garantendosi ascolti da record. La rete scelta per il volley, Rai 2, venerdì sera ha anche mandato in replica la semifinale con la Cina in fascia preserale, spostando anche il tg. Una scelta intelligente, premiata dal pubblico.
Buona pallavolo a tutti!



 Parliamo di Volley
 Campionato maschile
22.10.2018 -  Editoriale 22 ottobre 2018 - Lorenzo Dallari

 Attività internazionale
21.10.2018 -  Le Azzurre sono la sorpresa - di Luciano Pedullà

Le azzurre Malinov, Egonu, Sylla e De Gennaro vincitrici dei premi individuali
Caduta l’ultima palla rimane la Serbia Campione del Mondo ma soprattutto la magnifica realtà della Nazionale Italiana. Non tanto e non solo per il risultato finale, giustamente celebrato da televisioni e giornali, quanto per le grandi novità portate dall’allenatore Davide Mazzanti, nel panorama tecnico e tattico della pallavolo internazionale. L’Italia ha espresso le migliori azioni: difficile non essere d’accordo. Tante sono state le caratteristiche che il tecnico Italiano ha inserito nel gioco della squadra. Le azzurra si sono espresse senza la pressione della ricezione precisa, sia perché sono riuscite a lavorare con palloni rapidi da tutte le posizioni del campo quindi difficilmente marcabili dal muro avversario anche quando non era la palleggiatrice ad alzarli, ma altrettanto con belle azioni di rigiocata, sfruttando il muro avversario con attacchi alti e presenza e spirito in difesa e copertura. Il lavoro di Mazzanti in tal senso è molto evidente, ed era già presente quando allenava a Conegliano, grazie all’inserimento in campo di attaccanti americane, abituate e propense a un gioco molto rapido di zona quattro, ma anche alla duttilità di un libero come Monica De Gennaro probabilmente una delle armi in più di questa nazionale, e alla fine giustamente premiata come la miglior libero. La giocatrice napoletana ha lavorato in difesa coprendo buona parte del campo e spesso prendendosi almeno tre metri di spazio dalla riga nei palloni in parallela, anche contro Boskovic; si è occupata con Lucia Bosetti di ricevere gran parte delle battute avversarie per alleggerire Sylla da questa operazione assumendosi anche la responsabilità degli errori diretti, ma, soprattutto, ha fatto progressi incredibili in queste ultime due stagioni nella alzata anche in palleggio, in salto dalla prima linea o addirittura con bagher spinto per le attaccanti di banda. [segue...]
 Attività internazionale
21.10.2018 -  Mondiali Femminili 2018: più di 6 milioni di telespettatori per l’argento delle azzurre

E’ ufficiale: il Paese è pazzo per le azzurre di Davide Mazzanti e i dati auditel lo confermano. La finale di ieri al termine della quale la Nazionale Femminile ha vinto la medaglia d’argento è stata vista da 6.313.000 spettatori con il 36,08 % di share e un picco sul finale di 8 milioni e il 43,1% di share; un risultato straordinario che conferma l’amore dell’Italia per Chirichella e le sue compagne che oggi rientreranno in Italia dopo la splendida rassegna iridata giocata in Giappone.
 Campionato maschile
21.10.2018 -  SuperLega maschile 2a giornata di andata: solo Civitanova e Milano vincono in casa. Martedì in campo Siena e Vibo Valentia

Risultati 2a giornata di andata Superlega maschile:
Cucine Lube Civitanova-Consar Ravenna 3-0 (25-19, 25-23, 25-18);
Calzedonia Verona-Sir Safety Conad Perugia 0-3 (12-25, 17-25, 18-25);
Revivre Axopower Milano-Kioene Padova 3-1 (19-25, 25-23, 25-23, 28-26);
Top Volley Latina-Vero Volley Monza 1-3 (24-26, 23-25, 25-22, 23-25);
Globo Banca Popolare del Frusinate Sora-Itas Trentino 1-3 (22-25, 20-25, 25-22, 19-25);
BCC Castellana Grotte-Azimut Leo Shoes Modena 2-3 (17-25, 25-23, 19-25, 25-20, 10-15).
Emma Villas Siena-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia in programma martedì 23 ottobre 2018 alle 20.30. [segue...]
 Campionato maschile
21.10.2018 -  A2 maschile: i risultati e tabellini della seconda giornata

Risultati 2a giornata di andata Serie A2 Credem Banca – Girone Bianco:
Kemas Lamipel Santa Croce-GoldenPlast Potenza Picena 2-3 (25-27, 22-25, 25-23, 25-20, 14-16);
Centrale del Latte Sferc Brescia-Geosat Geovertical Lagonegro 3-0 (25-19, 25-16, 25-18);
Aurispa Alessano-Menghi Shoes Macerata 3-2 (23-25, 25-21, 20-25, 25-17, 15-9);
Conad Lamezia-Synergy Arapi F.lli Mondovì 0-3 (19-25, 20-25, 17-25);
BCC Leverano-Acqua Fonteviva Apuana Livorno 3-0 (25-22, 28-26, 25-19);
Roma Volley-Monini Spoleto 0-3 (22-25, 20-25, 16-25).
Riposa: Conad Reggio Emilia
Risultati 2a giornata di andata Serie A2 Credem Banca – Girone Blu:
Olimpia Bergamo-Gioiella Gioia del Colle 3-1 (25-18, 25-22, 19-25, 25-22)
Videx Grottazzolina-Sieco Service Ortona 3-0 (25-16, 25-17, 25-19);
Materdominivolley.it Castellana Grotte-Pool Libertas Cantù 3-1 (27-29, 25-19, 25-18, 25-22);
Club Italia Crai Roma-Pag Taviano 3-2 (27-25, 25-18, 24-26, 23-25, 15-10);
Tinet Gori Wines Prata di Pordenone-Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania 3-1 (28-26, 25-18, 18-25, 25-22);
BAM Acqua S. Bernardo Cuneo-Tipiesse Cisano Bergamasco 3-1 (25-20, 25-18, 24-26, 25-20);
Gas Sales Piacenza-Elios Messaggerie Catania 3-0 (25-14, 25-23, 25-17). [segue...]
 Campionato femminile
21.10.2018 -  A2 femminile: Girone A, dopo tre giornate continua la corsa di Orvieto e Soverato

SERIE A2 FEMMINILE TERZA GIORNATA
GIRONE A

Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta - LPM Bam Mondovì 1-3 (25-17, 22-25, 22-25, 21-25)
Zambelli Orvieto - Acqua&Sapone Roma Volley Group 3-0 (25-23, 25-14, 25-21)
Eurospin Ford Sara Pinerolo - P2P Givova Baronissi 3-2 (25-18, 17-25, 18-25, 25-18, 15-11)
Itas Città Fiera Martignacco - Volley Soverato 1-3 (27-29, 25-11, 22-25, 18-25)
Riposa: Volley Hermaea Olbia
GIRONE B
Delta Informatica Trentino - Conad Olimpia Teodora Ravenna 3-1 (25-21, 24-26, 25-23, 25-20)
Barricalla Cus Torino - Cuore di Mamma Cutrofiano 3-0 (25-15, 25-20, 25-20)
Sorelle Ramonda Ipag Montecchio - Bartoccini Gioiellerie Perugia 1-3 (17-25, 12-25, 25-17, 27-29)
Canovi Coperture Nolo 2000 Sassuolo - Omag S.G. Marignano 3-0 (25-20, 25-19, 25-21)
Riposa: Sigel Marsala [segue...]
 Attività internazionale
20.10.2018 -  Mondiali Femminili 2018: Italia medaglia d’Argento, la Serbia vince 3-2 la finalissima. Bronzo alla Cina

Yokohama. Si è concluso con una medaglia d’Argento il cammino iridato della nazionale italiana femminile, battuta nella finale del Mondiale dalla Serbia 2-3 (25-21, 14-25, 25-23, 19-25, 12-15). Un risultato comunque fantastico, arrivato al termine di tre settimane indimenticabili per tutto il volley italiano. Le ragazze di Davide Mazzanti, infatti, a partire dalla fase di Sapporo, con in mezzo Osaka e Nagoya, sino a Yokohama, hanno entusiasmato appassionati e critica per il bel gioco e la grande determinazione messa in campo: il percorso di marcia nel Mondiale registra 11 vittorie e 2 sole sconfitte. Nell’ultimo atto purtroppo Chirichella e compagne non ce l’hanno fatta a prendersi la rivincita sulle campionesse europee della Serbia, unica squadra a sconfiggere le azzurre nel torneo: prima a Nagoya e oggi a Yokohama.    
Italia-Serbia 2-3 (25-21, 14-25, 25-23, 19-25, 12-15)
ITALIA: Malinov 2, Danesi 9, Sylla 10, Egonu 33, Chirichella 3, Bosetti 14, De Gennaro (L), Cambi, Pietrini. N.e. Parrocchiale, Lubian, Fahr, Ortolani, Nwakalor (L). All. Mazzanti.    
SERBIA: Rasic 10, Boškovic 26, Busa 6, Veljkovic 10, Mihajlovic 19, Ognjenovic 8, Popovic (L), Stevanovic. N.e. Zivkovic, Malesevic, Pusic, Bjelica, Aleksic. All. Terzic.
Arbitri: Mokry (Svk) e Rolf (Usa).          [segue...]
 Beach volley
20.10.2018 -  World Tour 4 stelle Las Vegas: eliminate le coppie italiane

Nono posto conclusivo per Marco Caminati ed Enrico Rossi nel 4 stelle di Las Vegas. Gli azzurri si sono arresi 2-0 (21-13, 21-11) ai polacchi Fijalek/Bryl. Proprio la formazione polacca ha eliminato successivamente anche l'altra coppia tricolore composta da Lupo/Nicolai nel terzo turno con un altro 2-0 (24-22, 21-18) con i vice campioni olimpici che devono quindi accontentarsi di un quinto posto. In precedenza Daniele e Paolo nel secondo turno avevano avuto la meglio sui qatarioti Tijan/Cherif con il punteggio di 2-0 (21-17, 21-18). Stessa situazione per ciò che riguarda il tabellone femminile dove Marta Menegatti e Viktoria Orsi Toth, dopo aver conquistato l'accesso al terzo turno ad eliminazione diretta in virtù del successo per 2-0 (21-17, 26-24) contro le brasiliane Maria Clara/Elize, hanno ceduto alle canadesi Pavan/Humana-Paredes per 2-0 (21-14, 21-16) chiudendo così al quinto posto.
 Attività internazionale
19.10.2018 -  Azzurro è per sempre - di Camilla Iulli

Sono Camilla Iulli, la vecchia capitana di una vecchia Nazionele degli Anni 70. Ci siamo trovate a Firenze il 22 settembre 2018 per il terzo incontro tra azzurre di ieri dopo quelli del 1997 e del 2008. Da tempo, grazie a whatsapp e alle nuove tecnologie, ci sentiamo giornalmente e siamo unite e vicine come allora, anzi forse ancora di più. Stiamo seguendo con apprensione e partecipazione le vicende della nostra straordinaria nazionale ai Mondiali in Giappone e facciamo commenti in tempo reale, emozionandoci e applaudendo meraviglie che vediamo in tv. A nome mio e delle mie care ex compagne, voglio fare i complimenti alla squadra e ai tecnici oltre che allo staff per lo strepitoso torneo che stanno vivendo da protagoniste assolute. L'augurio per queste giovani e bravissime ragazze è quello di potersi ritrovare tra 40 anni, come abbiamo fatto noi, ricordando i momenti più belli sia di gioco che quelli divertenti extra sportivi.
Chiudo con il nostro vecchio motto: AZZURRO E' PER SEMPRE! [segue...]
 Campionato maschile
18.10.2018 -  Fabio Soli: la mia nuova avventura a Monza - Lorenzo Dallari


 Volley Story e interviste
12.10.2018 -  Micah Christenson: onorato di essere a Modena! - Lorenzo Dallari


09.10.2018 -  Andrea Giani: Milano è una squadra giovane e faremo il massimo! - Lorenzo Dallari


08.10.2018 -  Bentornato Julio Velasco! - Lorenzo Dallari


04.10.2018 -  A lezione dal prof Silvano Prandi! - Lorenzo Dallari


02.10.2018 -  Valentina Arrighetti: sarà una stagione divertente! - Edoardo Dallari


 Ultimi articoli
 22.10.2018 -  Editoriale 22 ottobre 2018
Lorenzo Dallari
 21.10.2018 -  Le Azzurre sono la sorpresa
di Luciano Pedullà
 21.10.2018 -  Mondiali Femminili 2018: più di 6 milioni di telespettatori per l’argento delle azzurre
 21.10.2018 -  SuperLega maschile 2a giornata di andata: solo Civitanova e Milano vincono in casa. Martedì in campo Siena e Vibo Valentia
 21.10.2018 -  A2 maschile: i risultati e tabellini della seconda giornata
 21.10.2018 -  A2 femminile: Girone A, dopo tre giornate continua la corsa di Orvieto e Soverato
 20.10.2018 -  Mondiali Femminili 2018: Italia medaglia d’Argento, la Serbia vince 3-2 la finalissima. Bronzo alla Cina
 20.10.2018 -  World Tour 4 stelle Las Vegas: eliminate le coppie italiane
 19.10.2018 -  Azzurro è per sempre
di Camilla Iulli
 18.10.2018 -  Fabio Soli: la mia nuova avventura a Monza
Lorenzo Dallari
Archivio articoli »

 Volley Mercato
 13.09.2018 -  Amir Ghafour a Monza
 31.08.2018 -  Martina Samadan a Conegliano
 28.08.2018 -  Miyu Nagaoka a Conegliano
 26.08.2018 -  Michal Wojcik a Livorno
 18.08.2018 -  Danilo De Santis a Livorno
 17.08.2018 -  A Mondovì via Plak, arriva Henri Treial
 16.08.2018 -  Kamil Rychlicki a Ravenna
 14.08.2018 -  Mirko Miscione a Livorno
 12.08.2018 -  Graziano Maccarone a Livorno
 16.07.2018 -  Alexander Chadtchyn a Reggio Emilia
 16.07.2018 -  Paolo Montagnani è l'allenatore di Massa
 16.07.2018 -  Malwina Smarzek a Bergamo
 16.07.2018 -  Melissa Martinelli a Collegno
 16.07.2018 -  Vali Vahid a Taviano
 16.07.2018 -  Pawel Adamajtis a Bergamo
Archivio volley mercato »

 
pallavolo maschile femminile, analisi schemi pallavolo, risultati partite campionato volley, coppe europee volley, statistiche volley, regole pallavolo, volley Italia