volley news, campionato italiano pallavolo serie A, foto giocatori volley maschile, immagini giocatrici pallavolo femminile, volley mercato, regole pallavolo


volley news, campionato italiano pallavolo a1 a2, beach volley, foto volley, immagini, giocatori pallavolo, giocatrici, volley mercato, nazionale italiana pallavolo, squadre volley
Home
Olimpiadi di Rio 2016
Il volley
Parliamo di volley
Campionato maschile
Campionato femminile
Attivitā internazionale
Coppe europee
Beach volley
Volley mercato
Volley Story e interviste
Eventi
Volley in Tv
Editoriali
Regolamento del volley
Libri
DallariVolley.com sostiene
Cerca
Mappa e guida

novità volley, nazionale italiana volley, tornei beach volley, risultati pallavolo, analisi schemi volley, volley Italia, pallavolo italiana


Guida al Volley 2010
EDITORIALE


28.05.2017 -  Estate, tempo di convegni e di feste dello sport - di Lorenzo Dallari

Luca Lotti, Lorenzo Dallari e Walter Veltroni al Convegno di Cervia
E' un periodo molto intenso, tra convegni e feste dedicate allo sport. L'estate, insomma, si preannuncia viva più che mai.
SPORT & TURISMO. Davvero bellissimo il secondo appuntamento dedicato al forum su "Sport&Turismo" organizzato venerdì al Fantini Club di Cervia. C'erano tante personalità di spicco per discutere con intelligenza di un argomento sempre più importante per il nostro Paese, il cui PIL è rappresentato per l'1.7% proprio dallo sport. Molto interessanti gli interventi del Governatore dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini che ha parlato della realtà di questa attivissima regione, dell'ad di Infront Italia Luigi De Siervo che ha spiegato cosa potranno significare per l'Italia la Ryder Cup di Golf del 2022 e l'Iron Man che andrà in scena proprio a Cervia il 23 e il 24 settembre (con 2.500 iscritti provenienti da 45 Paesi di tutto il mondo) nonché di Andrea Zorzi, il campionissimo che ha messo l'accento sulla valenza del Mondiale Maschile 2018 che il prossimo anno sposterà i riflettori del mondo su di noi a cominciare dall'overture dell'Arena di Verona il 10 settembre. Nel secondo modulo decisamente interessante il faccia a faccia tra il Ministro dello Sport Luca Lotti e l'on. Walter Veltroni che ho avuto il privilegio di moderare. Tanti gli spunti emersi. Nel biennio 2013-15 si è registrato aumento del 2.7% di italiani che praticano sport, di tutte le età: oggi circa 20 milioni di italiani (1 su 3, molti più uomini che donne, molto più al nord che al sud) si dedicano a uno o più sport : 26,5% è attivo fisicamente, il 39.9% però è ancora sedentario e pertanto c'è ancora tanto da lavorare! Le famiglie spendono per lo sport 22.1 miliardi del 25 miliardi indirizzati verso lo sport tra iscrizione per le palestre, impianti, corsi, abbigliamento, attrezzatura, trasporti, ristoranti, alberghi, alimenti, bevande, turismo sportivo, trasferte per assistere a eventi: un monte-soldi imponente. Ci sono attrazioni incredibili rappresentate anche dai musei sportivi, come ad esempio la Galleria Ferrari di Maranello e il J Museum di Torino inaugurato nel 2012: ha avuto 167.000 visitatori nel solo 2015, risultando tra i 100 siti più visitati in Italia secondo Ministero dei Beni Culturali e del Turismo. Lo Sport – abbinato anche al Turismo - in Europa vale 2.7 del PIL, con un’occupazione totale di 7.3 milioni di persone (3.5% dell'occupazione complessiva nell'Unione Europea) e genera 15 milioni di viaggi per turismo sportivo: occorre fare sistema perché oggi il turista sportivo compra il territorio e lo sport deve pertanto diventare trainante facendo promozione. Queste solo alcune delle riflessioni fatte in una giornata riuscitissima e davvero molto intensa. L'appuntamento è già per il prossimo anno, con tanti altri relatori di spessore.
TUTTI A MEZZOLOMBARDO. Nel prossimo weekend due giornate da non perdere a Mezzolombardo, a due passi da Trento, per la festa dello sport. Ci troveremo per il secondo anno con alcuni campionissimi del mondo dello sport per parlare di sport a tutto tondo. Sabato 10 alle ore 20.00 modererò un faccia a faccia con il mio vecchio amico Riccardo Patrese, ieri campione di Formula 1 e oggi appassionatissimo di kart e di cavalli. Domenica 11 alle ore 16.00 bellissima tavola rotonda con tanti campioni di ieri e di oggi: Andrea Zorzi, l'icona del basket Dino Meneghin, l'olimpionico di sci Giuliano Razzoli e l'ex capitana di Fed Cup Raffaella Reggi. Due momenti assolutamente da non perdere.
AZZURRI OK. Battendo prima l'Argentina di Julio Velasco per 3-1 e poi il Giappone con il medesimo punteggio, la nazionale maschile si è aggiudicata la prima edizione della Vesuvio Cup. Un ottimo inizio di estate per la squadra di Chicco Blengini, attesa quest'anno in primiis da World League e da Europei, con il preciso intento di tornare a regalare all'Italia un successo che manca ormai dal lontano 2005, quando gli azzurri hanno vinto la rassegna continentale a Roma.
VOLLEY-MERCATO. Sono tante le operazioni già definite e tantissime quelle in via di definizione sia in campo maschile che femminile. Continuate a seguirci e nella sezione dedicata le trovate tutte!
JUNIOR LEAGUE. Il Volley Treviso si è aggiudicato a Castellana Grotte la 26a edizione della Del Monte Junior League, riservata alle formazioni Under 20. I veneti sono riusciti nell’impresa di alzare al cielo il Trofeo dedicato a Massimo Serenelli al termine di una finale molto combattuta contro la Lube Civitanova Marche, sconfitta dopo quasi due ore per 3-1 (con parziali di 23-25, 25-23, 25-23, 25-23). Il successo per la formazione guidata da Michele Zanin è arrivato in rimonta: dopo aver perso il primo set, i veneti hanno trovato qualità e determinazione per riuscire a ribaltare le sorti di un confronto caratterizzato da un’ottima pallavolo venendo trainati dallo schiacciatore Alberto Saibene, classe 1998, premiato mvp della manifestazione. Ai marchigiani di Giovanni Rosichini, alla quinta finale nelle ultime sei edizioni della manifestazione, è restata così l’amarezza di un altro secondo posto come era accaduto pure lo scorso anno. Treviso ha centrato invece il suo ottavo successo assoluto in Junior League, il primo senza il marchio Sisley. Al quarto posto i padroni di casa della Materdominivolley.it Castellana Grotte, battuti nel match per il bronzo ad opera dei campioni uscenti della Azimut Modena per 3-0 (25-18, 25-20, 25-22). Al quinto posto la Gi Group Monza, capace di piegare 3-0 il Volley Segrate 1978. Settima posizione per la Calzedonia Verona in virtù del 3-1 inflitto alla Tpl Calcom Parella Torino. Una bellissima manifestazione che ancora una volta ha messo in luce i campioni che domani saranno protagonisti della pallavolo di vertice.
UNA SPLENDIDA DOPPIETTA. E' pronto il libro dedicato alla stagione maschile andata in archivio con il titolo tricolore in Junior League festeggiato da Treviso. Il volume ricalca quanto realizzato lo scorso anno con "Un magico triplete": il titolo è un giusto omaggio ai due successi collezionati in questa annata straordinaria dalla Lube Civitanova Marche. Potere trovarvi tutto quello che è successo in Superlega, nella regular season, nei Play Off scudetto e nel Play Off promozione, durante la Supercoppa e la Coppa Italia, senza dimenticare ovviamente le Coppe Europee e i campionati giovanili. Tutti i numeri, i racconti, i tabellini e tantissime fotografie dedicate a ogni giornata e a ogni evento. Sono davvero molto soddisfatto, devo ammetterlo. Per acquistarlo cliccate sul banner in questa home page e trovate tutte le info.
FACEBOOK E YOUTUBE. Continuate a seguirci sul canale Dallarivolley su Youtube, dove vi aspettiamo numerosi. Ci sono interessanti interviste ai protagonisti principali del campionato maschile e femminile. Inoltre potete seguirci pure grazie alla nuova pagina Dallarivolley su Facebook, dove vi invito a mettere il vostro "mi piace".
SPORTNEWS.SNAI.IT. Per tutti quelli che amano scommettere sottorete, da non perdere l’appuntamento settimanale su sportnews.snai.it, dove mi diletto a fare pronostici sia sul campionato maschile che su quello femminile. Ci vediamo (anche) lì.
Buona pallavolo a tutti!
21.05.2017 -  Estate, tempo di beach volley e di azzurro - di Lorenzo Dallari

Daniele Lupo e Paolo Nicolai
Estate, tempo di beach volley. E allora questa volta iniziamo proprio da questo argomento.
AZZURRI TERZI. Eccellente terzo posto per Paolo Nicolai e Daniele Lupo nel World Tour 4 Stars a Rio de Janeiro: i vice campioni olimpici sono saliti sul podio grazie al successo nella finale per il bronzo sugli statunitensi Brunner-Patterson per 2-1 (con parziali di 21-15, 24-26, 15-11).
Per gli azzurri, cui evidentemente la metropoli carioca porta bene, si tratta del secondo podio stagionale dopo che nel torneo di Xiamen in Cina era arrivato un ottimo secondo posto. Il successo nella città dove l'anno scorso è andato in scena il torneo a Cinque Cerchi è andato ai brasiliani Alison-Bruno Schmidt che nel match per l'oro hanno piegato 2-0 i polacchi Losiak-Kantor, vincitori di Nicolai-Lupo in semifinale per 2-0. Trionfo brasiliano anche nel torneo femmine, con la vittoria della coppia Agatha-Duda sulle canadesi Pavan-Humana Paredes per 2-1. Terze le ceche Hermannova-Slukova, 2-0 al duo verdeoro Barbara-Fernanda nella finale per il bronzo. Il prossimo appuntamento del World Tour è a Mosca dal 31 maggio al 4 giugno con un torneo a 3 stelle.
BEACH TRICOLORE. Restiamo sempre il tema di beach volley ma passiamo alla faccende di casa nostra, La Federazione ha delineato l'edizione 2017 del Campionato Italiano, strutturata in sei tappe. Il primo appuntamento si terrà a Vieste (23-25 giugno), per poi spostarsi a Cervia (7-9 luglio), Mondello (21-23 luglio), Casal Velino (4-6 agosto) e Caorle (25-27 agosto), dove in palio ci sarà la Coppa Italia. Come ormai da tradizione lo scudetto maschile e femminile verranno assegnati a Catania (1-3 settembre). Si sta cercando di rilanciare uno sport che negli ultimi anni era stato davvero abbandonato: rispetto alla stagione passata è infatti stato aumentato il montepremi del 66% portandolo a 15.000 euro a tappa (7500 per gender), a 20.000 euro per la Coppa Italia (10.000 per gender) e a 30.000 euro le finali (15.000 per gender). Incrociamo le dita, sperando che finalmente si metta un po' di ordine in un movimento che coinvolge ormai tantissima gente in tutta la penisola e che un anno fa ci ha regalato la grande gioia di un argento olimpico grazie a Lupo e Nicolai.
SPORT & TURISMO. Restiamo a Cervia, dove il beach volley ha avuto i natali più di 30 anni fa. Venerdì 26 maggio avrò il piacere di moderare al Fantini Club un bellissimo convegno sull'attualissimo argomento "Sport & Turismo", alla presenza di tantissime personalità di spicco: nelle vesti di relatori ci saranno infatti tra gli altri il Ministro dello Sport Luca Lotti, l'on. Walter Veltroni, il Governatore dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, l'ad di Infront Italia Luigi De Siervo e Andrea Zorzi. L'inizio di questo importantissimo momento è previsto per le ore 17.30.
VOLLEY-MERCATO. Sono tante le operazioni già definite e tantissime quelle in via di definizione sia in campo maschile che femminile. Continuate a seguirci e nella sezione dedicata le trovate tutte! Le più importanti finora? Luca Vettori a Trento, che ha ingaggiato il centrale brasiliano Eder Carbonera e il centrale sloveno Jan Kozamernik e sta per chiudere con Uros Kovacevic; Giampaolo Medei è il nuovo allenatore della Lube campione d'Italia, che ha ufficializzato lo schiacciatore statunitense Taylor Sander, il palleggiatore francese Pierre Pujol e il libero Andrea Marchisio; Rado Stoytchev è il nuovo allenatore di Modena, dove è tornato a palleggiare Bruno mentre da Trento sono arrivati il centrale Daniele Mazzone e lo schiacciatore Tine Urnaut, da Molfetta Giulio Sabbi; Lorenzo Bernardi resta sulla panchina di Perugia, dove hanno preso il secondo palleggiatore James Shaw e il libero Massimo Colaci; Mario Barbiero è il nuovo tecnico di Sora; Milano ha scelto il martello tedesco Ruben Shott e lo schiacciatore Alessandro Preti e sta per chiudere con Simone Anzani e forse con Cebulj, Padova ha acquistato l'opposto serbo Lazar Civovic e il centrale Matteo Sperandio, Verona (conferma triennale per lo sponsor Calzedonia) lo schiacciatore statunitense Thomas Jaeschke, Monza l'opposto ceco Michal Finger, il centrale Simone Buti e lo schiacciatore americano Jake Langlois, Lorenzo Tubertini è l'allenatore di Vibo Valentia, che ha definito l'arrivo del martello belga François Lecat, del centrale belga Pieter Verhees, dello schiacciatore Jacopo Botto e dell'opposto americano Benjamin Patch . A Latina torna l'opposto bosniaco Sasha Starovic.
In A2 maschile Michele Totire è il nuovo allenatore di Santa Croce dove è arrivato l'opposto brasiliano Wagner Pereira Da Silva, Bruno Bagnoli di Siena dove è arrivato l’opposto slovacco Martin Nemec e Michele Fedrizzi. Ortona ha ufficializzato l'acquisto di  Milan Bencz. Ad Aversa il regista Riccardo Pinelli e lo schiacciatore bulgaro Simeonov
In campo femminile Massimo Barbolini è il nuovo allenatore di Novara, Carlo Parisi è il nuovo tecnico di Scandicci, dove è giunto il nuovo opposto svedese Isabel Haak e la palleggiatrice americana Lauren Carlini, Monza ha scelto come guida Luciano Pedullà e opposta Serena Ortolani, Conegliano Daniele Santarelli (in Veneto torna Megan Easy Hodge e arriva la schiacciatrice americana Kimberly Hill), Casalmaggiore Marcello Abbondanza (con Lo Bianco e Guiggi) e la neo-promossa Filottrano Alessandro Beltrami (Massimo Bellano è andato al Club Italia). Busto Arsizio intanto ha acquistato il martello Usa Sarah Wilhite, Alessia Gennari e Vittoria Piani. Modena ha confermato Marco Gaspari e preso Katarina Barun e Raffaella Calloni.
UNA SPLENDIDA DOPPIETTA. E' quasi pronto il libro dedicato alla stagione maschile che sta per andare in archivio: manca solo l'assegnazione del titolo tricolore in Junior League, in programma nel fine settimana a Castellana Grotte. Il volume ricalca quanto realizzato lo scorso anno con "Un magico triplete": il titolo è un giusto omaggio ai due successi collezionati in questa annata straordinaria dalla Lube Civitanova Marche. Potere trovarvi tutto quello che è successo in Superlega, nella regular season, nei Play Off scudetto e nel Play Off promozione, durante la Supercoppa e la Coppa Italia, senza dimenticare ovviamente le Coppe Europee e i campionati giovanili. Tutti i numeri, i racconti, i tabellini e tantissime fotografie dedicate a ogni giornata e a ogni evento. Sono davvero molto soddisfatto, devo ammetterlo. Per acquistarlo cliccate sul banner in questa home page e trovate tutte le info.
TORNEI AZZURRI. Debutto stagionale per la nazionale maschile durante il prossimo weekend in occasione della Vesuvio Cup, che vedrà gli azzurri del ct full time Chicco Blengini impegnati al Palabarbuto sabato alle 19.00 contro l'Argentina di Julio Velasco e domenica sempre alle 19.00 contro il Giappone. Si tratta del primo test per i vicecampioni d'Olimpia, che saranno poi impegnati nella tappa italiana della World League a Pesaro venerdì 2, sabato 3 e domenica 4 giugno contro il Brasile oro a Rio allenato ora da Renan Dal Zotto, l'Iran e la Polonia guidata ora da Fefè De Giorgi. La nazionale femminile giocherà invece impegnata dal 31 maggio al 4 giugno in Belgio nel torneo di qualificazione al Mondiale 2018: si tratterà del primo impegno di rilievo per il nuovo ct Davide Mazzanti, che ho visto molto carico e motivato al Centro Pavesi di Milano, dove sta lavorando intensamente con le azzurre. In bocca al lupo all'Italdonne, che quest'anno avrà come impegno principale l'Europeo in programma dal 20 settembre all'1 ottobre in Azerbaigian e in Georgia e che potrà migliorare la propria chimica durante il Grand Prix, al via a Kunshan in Cina il 7 luglio per concludersi a Nanchino il 6 agosto.
FACEBOOK E YOUTUBE. Continuate a seguirci sul canale Dallarivolley su Youtube, dove vi aspettiamo numerosi. Ci sono interessanti interviste ai protagonisti principali del campionato maschile e femminile. Inoltre potete seguirci pure grazie alla nuova pagina Dallarivolley su Facebook, dove vi invito a mettere il vostro "mi piace".
SPORTNEWS.SNAI.IT. Per tutti quelli che amano scommettere sottorete, da non perdere l’appuntamento settimanale su sportnews.snai.it, dove mi diletto a fare pronostici sia sul campionato maschile che su quello femminile. Ci vediamo (anche) lì.
Buona pallavolo a tutti!
11.05.2017 -  Novara č campione d'Italia, Castellana Grotte promossa in Superlega - di Lorenzo Dallari

La gioia delle giocatrici di Novara dopo la conquista dello scudetto a Modena
Al sesto tentativo della sua storia pallavolistica, Novara ha finalmente centrato il suo primo scudetto. Meritatamente.
IL PRIMO TRICOLORE. Dopo averlo sfiorato in più di un'occasione, come ad esempio nel 2004 quando l'aveva visto sfumare nonostante cinque palle match contro Bergamo oppure nel 2015 contro Casalmaggiore, questa volta le squadra guidata da Marco Fenoglio ha centrato l'obiettivo più prestigioso: giovedì sera hanno battuto per 3-0 Modena di fronte a 5000 tifosi che avevano gremito il PalaPanini, con Katarina Barun eletta giustamente quale mvp grazie a una prova eccellente, con 18 punti messi a segno. L'Igor ha giocato la partita perfetta dominando il quarto atto della finale femminile e facendo cadere per la prima volta nella serie il fattore campo. Dopo la vittoria nella Coppa Italia del 2015, per la nuova Agil è giunto dunque il tanto sospirato scudetto, ottenendo di conseguenza il diritto di partecipare il prossimo anno alla Champions League insieme a Conegliano, vincitrice della Regular Season, mentre Modena - cui vanno complimenti sinceri per quanto ha fatto vedere nei play off dal punto di vista del temperamento - potrà partecipare alla Cev Cup. Un grande risultato per il club piemontese, con sommo gaudio della presidente Suor Giovanna Saporiti, del patron Fabio Leonardi, del gm Enrico Marchioni, di tutto lo staff tecnico, delle giocatrici capitanate dall'immensa Francesca Piccinini (al quinto titolo personale) e dei tifosi, che domenica hanno festeggiato in Piazza Martiri. Novara ha così potuto iscrivere per la prima volta il proprio nome nell'albo d'oro del campionato, sognando di iniziare un ciclo vincente: per farlo ha infatti praticamente chiuso con Paola Egonu, il più grande talento della pallavolo mondiale.
SUPERLEGA ARRIVIAMO. Al termine di una serie incredibilmente spettacolare della finale dei Play Off Promozione il grande sogno di Castellana Grotte è diventato realtà conquistando una bellissima promozione in Superlega. A decidere la vincente di un bellissimo faccia a faccia con Spoleto è stato un tie break indimenticabile, terminato 15-13 dopo che la formazione pugliese era riuscita a recuperare dopo essersi trovata sotto 2-1 e si era aggiudicata il quarto set 26-24 tra l'entusiasmo del suo pubblico in visibilio. Un risultato storico per questa società, che riporta tra le grandi una terra da sempre innamorata di pallavolo. Applausi scoscianti a tutti gli artefici di questo trionfo, dirigenti, tecnici e giocatori, ma anche alla Monini, degnissima co-protagonista di una serie di rara intensità e spettacolarità. Anche se gli umbri devono recriminare per la ghiottissima occasione gettata al vento.
VOLLEY-MERCATO. Sono tante le operazioni già definite e tantissime quelle in via di definizione sia in campo maschile che femminile. Continuate a seguirci e nella sezione dedicata le trovate tutte! Le più importanti finora? Luca Vettori a Trento, che ha ingaggiato il centrale brasiliano Eder Carbonera e cerca Uros Kovacevic; Giampaolo Medei è il nuovo allenatore della Lube campione d'Italia, che ha ufficializzato lo schiacciatore Taylor SanderRado Stoytchev è il nuovo allenatore di Modena, dove è tornato a palleggiare Bruno, da Trento sono arrivati il centrale Daniele Mazzone e lo schiacciatore Tine Urnaut; Lorenzo Bernardi resta sulla panchina di Perugia, dove hanno preso il secondo palleggiatore James Shaw e cercano come nuovo libero De Pandis e Pesaresi; Mario Barbiero è il nuovo tecnico di Sora; Milano ha scelto il martello tedesco Ruben Shott e lo schiacciatore Alessandro Preti e sta per chiudere con Simone Anzani, Padova l'opposto serbo Lazar Civovic, Verona (conferma triennale per lo sponsor Calzedonia) lo schiacciatore statunitense Thomas Jaeschke, Monza l'opposto ceco Michal Finger, In A2 maschile Michele Totire è il nuovo allenatore di Santa Croce dove è arrivato Wagner Pereira Da Silva , Bruno Bagnoli di Siena dove è arrivato l’opposto slovacco Martin Nemec e Lorenzo Tubertini di Vibo. Tra le donne Carlo Parisi è il nuovo tecnico di Scandicci, dove è arrivato il nuovo opposto svedese Isabel Haak, Monza ha scelto come guida Luciano Pedullà, Conegliano Daniele Santarelli (in Veneto torna Megan Easy Hodge), Casalmaggiore Marcello Abbondanza (con Lo Bianco e Guiggi?) e la neo-promossa Filottrano Alessandro Beltrami (Massimo Bellano è andato al Club Italia). Busto Arsizio intanto ha acquistato il martello Usa Sarah White. Modena ha confermato Marco Gaspari e preso Katarina Barun e Raffaella Calloni.
AZZURRE AL VIA. Giovedì è iniziata a Milano la nuova stagione della nazionale femminile ed è iniziato anche il ciclo del nuovo ct Davide Mazzanti, che ho visto molto carico e motivato. Sono 13 le atlete che si sono ritrovate presso il Centro Federale Pavesi: Paola Egonu e Alessia Orro del Club Italia; Beatrice Parrocchiale e Indre Sorokaite del Bisonte Firenze; Miriam Sylla della Foppapedretti Bergamo; Anna Danesi, Monica De Gennaro, Raphaela Folie e Ofelia Malinov dell'Imoco Conegliano;  Lucia Bosetti, Anastasia Guerra e Valentina Tirozzi della Pomì Casalmaggiore; Valentina Diouf dell'Unet Yamamay Busto Arsizio. Mercoledì prossimo saranno raggiunte da Sara Bonifacio e Cristina Chirichella dell'Igor Novara oltre che da Caterina Bosetti della LiuJo Nordmeccanica Modena, protagoniste della recente finale scudetto. In bocca al lupo alle azzurre, che quest'anno avranno come impegno principale l'Europeo in programma dal 20 settembre all'1 ottobre in Azerbaigian e in Georgia e che potranno migliorare la propria chimica durante il Grand Prix, al via a Kunshan in Cina il 7 luglio per concludersi a Nanchino il 6 agosto.
GUIDETTI SUPERSTAR. Il VakifBank Istanbul allenato dal mio vecchio, caro amico Giovanni Guidetti ha vinto il suo secondo Mondiale per Club a Kobe in Giappone: in finale ha battuto il Rexona-SESC Rio guidato da Barnardinho per 3-0. Per il tecnico modenese una splendida doppietta dopo il trionfo nella Champions League centrato a Treviso.
BAS GUARITO. Il gigante-buono olandese Bas Van De Goor, per tanti anni protagonista del nostro campionato, ha postato su Facebook che il linfoma che lo aveva colpito è stato debellato: una straordinaria notizia per la sua famiglia e per tutti quelli che gli hanno voluto e gli vogliono ancora tantissimo bene. Sono molto contento per lui, perché ha affrontato la malattia con grande forza: ci siamo sentiti diverse volte e so cosa ha provato oltre che tutto quello che ha fatto. Lo abbraccio forte forte forte!
SPORT & TURISMO. Venerdì 26 maggio avrò il piacere di moderare al Fantini Club di Cervia un bellissimo convegno sull'attualissimo argomento "Sport & Turismo", alla presenza di tantissime personalità di spicco: nelle vesti di relatori ci saranno infatti tra gli altri il Ministro dello Sport Luca Lotti, l'on. Walter Veltroni, il Governatore dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, il presidente della Federvolley Bruno Cattaneo, l'ad di Infront Italia Luigi De Siervo. L'inizio di questo importantissimo momento è previsto per le ore 17.30.
SEGRATE TRICOLORE. Superando in finale Padova per 3-1, la Revivre Segrate ha vinto a Bormio il campionato italiano Under 19. Terza Modena, quarta Civitanova Marche, quinta Castellana Grotte e sesta Treviso.
FACEBOOK E YOUTUBE. Continuate a seguirci sul canale Dallarivolley su Youtube, dove vi aspettiamo numerosi. Ci sono interessanti interviste ai protagonisti principali del campionato maschile e femminile. Inoltre potete seguirci pure grazie alla nuova pagina Dallarivolley su Facebook, dove vi invito a mettere il vostro "mi piace".
SPORTNEWS.SNAI.IT. Per tutti quelli che amano scommettere sottorete, da non perdere l’appuntamento settimanale su sportnews.snai.it, dove mi diletto a fare pronostici sia sul campionato maschile che su quello femminile. Ci vediamo (anche) lì.
Buona pallavolo a tutti!
07.05.2017 -  Lube campione d'Italia per la quarta volta, Novara e Modena si contendono lo scudetto femminile - di Lorenzo Dallari

La Lube festeggia il quarto scudetto della sua storia
Battendo Trento 3-1 nel terzo e decisivo atto della finale tricolore, Civitanova Marche ha conquistato il quarto scudetto della sua storia pallavolistica. E intanto Novara sogna di festeggiare il suo primo titolo giovedì sera a Modena contro le emiliane, che però ovviamente non hanno nessuna intenzione di mollare.
LUBE IMBATTIBILE. La squadra di Chicco Blengini ha potuto abbandonarsi alla gioia confermando la sua incredibile compattezza e completezza nonchè una forza d'urto a dir poco incredibile: il ct ha così potuto lasciare le Marche con il primo scudetto della sua carriera potendosi ora dedicare full time alla nazionale, con la quale dovrà cercare adesso di tornare a riassaporare quell'oro che manca dal lontano 2005, anno dell'ultima vittoria dell'Italia centrata all'Europeo di Roma. La Lube in questa finale è stata un'autentica schiacciasassi regolando d'autorità la pratica con una pur volitiva Diatec, capace però di oppore una resistenza seria solo in gara 2, dove peraltro ha visto violata l'imbattibilità stagionale del Palatrento., Dopo aver vinto gara 1 con un facilissimo 3-0 ed essersi ripetuti in gara 2 imponendosi per 15-9 al tie break, i biancorossi si sono aggiudicati gara 3 per 3-1 potendo poi giustamente festeggiare davanti al proprio pubblico entusiasta. Un successo meritatissimo, che ha fatto seguito a quello centrato a Casalecchio di Reno nella Coppa Italia in cui ha battuto in finale sempre Trento per 3-1. Un bellissimo bis, che ha fatto seguito a quelli centrati nel 2001 (Coppa Cev e Coppa Italia), nel 2006 (Coppa Cev e scudetto) e nel 2009 (Supercoppa e Coppa Italia). Non è arrivato il "Triplete" complice la sconfitta patita nella semifinale di Champions League contro Perugia, però la stagione dei marchigiani deve comunque essere archiviata in maniera eccellente: la rosa del resto era stata allestita per centrare traguardi ambiziosi, con 12 giocatori fortissimi, intercambiabili e complementari con la chicca del bravissimo oppostone bulgaro Tsvetan Sokolov a garanzia di un'incredibilità competitività e della possibilità di tenere altissimo il livello del gioco pure negli allenamenti, particolare tutt'altro che trascurabile. Ha vinto la Lube, grandi applausi alla Lube, più che metitati. E complimenti pure a Trento, arrivata a questo appuntamento sorpredendo un pò tutti al termine di un'annata sicuramente positiva che avrebbe potuto essere ottima nel caso in cui fosse stata sollevata al cielo la Coppa Cev in quel di Tours. Poche ore e poi si penserà al futuro, alle tante operazioni di volley-mercato, a rinforzare i vari organici: Civitanova in verità non so bene dove potrà fare correttivi essendo già fortissima e senza sbavature (ha rinnovato per altre 3 stagioni con l'italo cubano Juantorena), Trento ha praticamente definito gli arrivi di Vettori e Kovacevic, Modena ha già ripreso Bruno ed è vicina a Nelli e Kazisky dopo aver affidato la panchina a Rado Stoytchev e Perugia dopo aver acquistato il libero De Pandis sta facendo ponti d'oro a Jiry Kovar (mvp della finale scudetto) interrogandosi sull'opportunità di proseguire il rapporto con Lorenzo Bernardi dopo il piccolo diverbio con il presidente Sirci a Roma (sulla panchina umbra potrebbe arrivare Alberto Giuliani). Insomma, avete capito che non è difficile ipotizzare che anche il prossimo anno saranno le solite quattro prime della classe a dettare ancora legge. E siamo ancora agli inizi, il bello deve ancora venire...
SCUDETTO FEMMINILE. Giovedì alle 20.45 potrebbe venire assegnato in un Palapanini che si preannuncia sold out lo scudetto numero 72 della storia femminie: a sognarlo è Novara, attualmente in vantaggio 2-1 nei confronti di Modena nella serie tricolore dopo aver conquistato gara 3 con il punteggio di 3-1 applaudendo i 22 punti della solita Barun e i 14 dell'eterna Piccinini. La formazione di Marco Gaspari però ovviamente non ci sta e vuole continuare a stupire dopo aver fatto miracoli sia contro Bergamo nei quarti di finale che contro Conegliano in semifinale: se vuole bissare il successo di gara 1, deve dare il massimo come collettivo e come individualità, affidandosi non solo alle potenti schiacchiate di Jovana Brakocevic. Per le piemontesi di Marco Fenoglio si tratta di un'occasione ghiottisima per centrare un traguardo che in passato è sfuggito più volte in dirittura d'arrivo, come ad esempio è avvenuto in maniera clamorosa nel 2004 contro Bergamo quando in panchina c'era Jenny Lang Ping e sono state gettate al vento ben 5 palle-scudetto in due partite, oppure nel 2015 contro Casalmaggiore sotto la guida di Luciano Pedullà. L'eventuale gara 5 andrebbe in scena ancora al PalaIgor domenica alle 17.30.
PESARO IN SERIE A1. Dopo quattro stagioni, Pesaro è tornata tra le grandi del volley femminile conquistando una meritatissima promozione. La squadra di Matteo Bertini si è aggiudicata con Legnano il primo atto della finale promozione femminile davanti al proprio pubblico per 3-0, bissando successo e risultato mercoledì sera in gara 2 andata in scena al Palayamamay di Busto Arsizio, Complimenti sinceri alla società marchigiana, allo staff tecnico e a tutte le giocatrici.
SUPERLEGA ARRIVIAMO. Chi sogna il grande volley maschile è invece Castellana Grotte, attualmente in vantaggio 2-1 nei contronti di Spoleto nella finale dei Play Off Promozione: sabato ha piegato la Monini per 3-0 senza alcun patema, con una prova eccellente di gruppo e 11 punti dell'eterno Cazzaniga. Giovedì sera alle 20.30 va in scena gara 4 in terra umbra, mentre l'eventuale e decisiva gara 5 si disputerà di nuovo in Puglia domenica alle 18.00. Anche la stagione maschile sta per andare definitivamente in archivio, ma le emozioni non sono ancora finite.
AZZURRE AL VIA. Giovedì inizia a Milano la nuova stagione della nazionale femminile, e inizia anche il ciclo del nuovo ct Davide Mazzanti. Sono 13 le atlete che si ritroveranno presso il Centro Federale Pavesi: Paola Egonu e Alessia Orro del Club Italia; Beatrice Parrocchiale e Indre Sorokaite del Bisonte Firenze; Miriam Sylla della Foppapedretti Bergamo; Anna Danesi, Monica De Gennaro, Raphaela Folie e Ofelia Malinov dell'Imoco Conegliano;  Lucia Bosetti, Anastasia Guerra e Valentina Tirozzi della Pomì Casalmaggiore; Valentina Diouf dell'Unet Yamamay Busto Arsizio. Il giorno 17 saranno raggiunte da Sara Bonifacio e Cristina Chirichella dell'Igor Novara oltre che da Caterina Bosetti della LiuJo Nordmeccanica Modena. In bocca al lupo alle azzurre, che quest'anno avranno come impegno principale l'Europeo in programma dal 20 settembre all'1 ottobre in Azerbaigian e in Georgia.
FACEBOOK E YOUTUBE. Da qualche settimana abbiamo dato vita al canale Dallarivolley su Youtube, dove vi aspettiamo numerosi. Ci sono interessanti interviste ai protagonisti principali del campionato maschile e femminile. Inoltre potete seguirci pure grazie alla nuova pagina Dallarivolley su Facebook, dove vi invito a mettere il vostro "mi piace".
SPORTNEWS.SNAI.IT. Per tutti quelli che amano scommettere sottorete, da non perdere l’appuntamento settimanale su sportnews.snai.it, dove mi diletto a fare pronostici sia sul campionato maschile che su quello femminile. Ci vediamo (anche) lì.
Buona pallavolo a tutti!
30.04.2017 -  Kazan tris in Champions, finali scudetto nel vivo, azzurrini d'argento - di Lorenzo Dallari

Lo Zenit Kanan ha vinto la sua terza Champions League consecutiva
Stiamo vivendo settimane ad altissima intensità pallavolistica tra play off scudetto, finali di Champions League, Europei giovanili e play off di vario tipo. Non c'è davvero un attimo di respiro, ma a noi piace così.
KAZAN IMBATTIBILE. Alla fine è finita come c'era da immaginarsi, come lo Zenit Kazan capace di centrare un fantastico tris di vittorie consecutive nella Champions League maschile. E lo ha fatto senza nemmeno sudare troppo, se vediamo i risultati: facile 3-0 in semifinale ai tedeschi di Berlino allenati da Roberto Serniotti, addirittura facilissimo 3-0 in finale a Perugia con parziali che non necessitano neppure di essere commentati. Vladimir Alekno allena una corazzata, bisogna riconoscerlo, e lui la sta gestendo in maniera esemplare da tanto tempo, tanto da farla giocare molto meglio della nazionale russa: oltre ai vari Butko, Volvich, Salparov, Verbov, Sivozhelez e Mikhailov (uno che a me piace da sempre tantissimo, premiato anche a Roma mvp) la squadra può contare su due martelli-fenomeni: lo statunitense Anderson, applaudito nel passato recente prima a Vibo e poi a Modena, e il cubano Leon, naturalizzato polacco. Due che attaccano come dei forsennati da ogniddove, palle alte e palle spinte, pipe e incroci, e battono pure come dei forsennati. La squadra di Lorenzo Bernardi non ce l'ha fatta nell'epilogo della manifestazione più importante del vecchio continente ad arginare i propri avversari, anche perché la sfida fratricida del giorno prima l'ha messa a dura prova da ogni punto di vista, fisico e mentale: è stato contro Civitanova Marche che gli umbri hanno il meglio di sé spuntandola 15-9 al tie break dopo oltre due ore e mezza di volley-spettacolo, ma hanno profuso un oceano di energie in una semifinale che ha onorato il nostro sport. Ha vinto Kazan e l'Italia è rimasta a digiuno per il sesto anno, ma bisogna sottolineare che ha vinto la pallavolo tutta: la società che ha organizzato l'evento in maniera perfetta, il pubblico che ha gremito il Palalottomatica confermando quanto il nostro movimento è vivo e vegeto, la Dhl che è tornata ad affacciarsi in questo sport azzeccando la mossa. Onore dunque a Kazan, degna regina d'Europa. Ma applausi a tutte le altre protagoniste: alla Sir Sicoma Colussi seconda, alla Lube terza e pure al Berlino quarto, ma arrivato a Roma contropronostico. Se li meritano per lo spot straordinario che hanno fatto confermando che il nostro è davvero un mondo speciale.
SAMU O' FENOMENO. Tanti gli apprezzamenti riservati sui social ai commenti tecnici di Samuele Papi al microfono di Fox Sports. Non mi stupisce, anzi ne ero certo. E sottoscrivo. Con lui ho parlato mille volte di questo suo grande potenziale, e avrei voluto averlo al mio fianco per commentare l'Olimpiade di Londra. Che poi lui ha giocato, stupendomi non poco, e io ho scelto Alberto Cisolla, molto bravo, umile e disponibile. Tutte virtù rare. Samu è persona intelligente, misurata, sveglia: proprio come Fabio Vullo, un altro che ho avuto il piacere di lanciare al microfono. Ecco, devo ammettere di avere mille limiti e mille difetti, però mi riconosco la capacità di capire chi può fare il cosiddetto "color" in tv. Nella mia carriera ne ho scelti tantissimi e ne vado orgoglioso, non solo nel volley, dove ho lanciato negli anni Bertoli, Cantagalli, Vullo, Cisolla, la Cacciatori e rilanciato Zorzi. Ma anche nel tennis (Laura Golarsa e Ivan Ljubicic, oggi allenatore di Federer), nel golf (Massimo Scarpa e Roberto Zappa), nella formula 1 (Mark Genè e Riccardo Patrese, troppo presto dimenticato), nel basket (Riccardo Pittis, Dino Meneghin, Mario Boni, anche lui inspiegabilmente sparito pur essendo il più bravo di tutti). E mi fermo qui... Non so quale sarà il futuro di Papi: so solo che se io facessi ancora televisione, lo prenderei a occhi chiusi.
A CACCIA DEL TRICOLORE. Giovedì è ripresa la serie della finale scudetto, con la seconda attesissima sfida tra Trento e Civitanova Marche in scena nel cuore delle Dolomiti. Dopo il 3-0 con il quale la Lube ha archiviato facilmente gara 1, la squadra di Chicco Blengini ha espugnato per la prima volta il fortino trentino in questa stagione imponendosi 15-7 al tie break dopo un'autentica battaglia. Domenica i marchigiani possono coronare i propri sogni scudetto in gara 3 programmata per le 16.30 di domenica, in diretta su Rai 3 (!). L'eventuale gara 4 andrebbe in scena mercoledì 10 alle 20.30 e la decisiva gara 5 sabato 13 alle 16.30. Lo spettacolo continua con un interrogativo: il sestetto di Angelo Lorenzetti ha ancora la forza di resistere allo strapotere dei propri avversari?
VERONA IN FESTA. Ho avuto il piacere e il privilegio di presentare venerdì la festa di fine stagione della Calzedonia Verona: nonostante la conclusione amara nella Final Four dei Play Off per la Challenge Cup, si è respirata un'aria positiva, con tanti imprenditori e tantissimi sponsor presenti, con il sindaco Tosi a brindare sorridente, con i giocatori sereni, e soprattutto con tantissimi progetti per il futuro. Ecco una società che sta programmando il proprio domani, dando un'impronta manageriale a un club che in tre anni si è data una precisa struttura, ha risanato il bilancio e sta gettando le basi per competere per il vertice senza fare il passo più lungo della gamba. Come ha confermato nel suo intervento il presidente Stefano Magrini. Complimenti sinceri.
SUPERLEGA ARRIVIAMO. Dopo aver eliminato la grande favorita Siena dalla corsa per la Superlega, la Monini è andata a violare il campo di Castellana Grotte nel primo atto della finale dei Play Off Promozione: 15-13 al tie break, con 22 punti di Morelli, 16 di Zamagni e 12 di Mariano. Gara 2 però ha visto i pugliesi pareggiare i conti: mercoledì sera infatti il sestetto di Pino Lorizio ha annullato due palle match a quello di Riccardo Provvedi riuscendo a espugnare Spoleto 15-10 al quinto set con 24 punti di Cazzaniga e 19 di Moreira. Gara 3 sabato va in scena alle 20.30 ancora a Castellana, gara 4 giovedì 11 in Umbria sempre alle 20.30. Poi vedremo cosa succederà.
BRESCIA SALUTA LA A2. Perdendo la quinta e decisiva partita in casa con Cantù, Brescia è retrocessa in serie B insieme ad Alessano, Club Italia, Montecchio Maggiore e alla Materdomini Castellana Grotte: i brianzoli hanno disputato una gara impeccabile trovando 17 punti da Richards e 15 a testa dalla coppia Riva-De Oliveira conquistando il diritto di restare in A2 anche nella prossima stagione. I lombardi hanno così pagato a caro prezzo l'infortunio che messo ko il palleggiatore Simone Tiberti, sostituito da un Paolo Torre che non ha potuto fare il miracolo.
AZZURRINI D'ARGENTO. Alla fine non ce l'ha fatta per un'inezia la nazionale maschile agli Europei Under 19: a Gyor in Ungheria i ragazzi di Mario Barbiero si sono infatti arresi in finale alla Repubblica Ceca 15-13 al tie break conquistando una medaglia d'argento che conferma il risultato ottenuto due anni fa a Sakarya in Turchia. Gli azzurrini hanno comunque disputato un eccellente torneo, dimostrando di possedere temperamento e mettendo in luce bellissime individualità di cui sentiremo di certo parlare in futuro come i figli d'arte Diego Cantagalli (19 punti in finale per l'oppostone reggiano) e Davide Gardini (16 punti per questo martello romagnolo molto promettente, premiato miglior schiacciatore), oltre a Filippo Federici (premiato miglior libero) e Lorenzo Cortesia (premiato miglior centrale). Per l'Italia si tratta della sesta medaglia in questa competizione, e questo risultato di rilievo lascia ben sperare in prospettiva futura garantendoci il tanto auspicato ricambio generazionale.
FINALE ROSA. E' scattata lunedì al Palapanini l'inedita finale scudetto femminile: a contendersi il tricolore la Liu Jo Nordmeccanica e l'Igor Novara, capaci di eliminare in semifinale rispettivamente Conegliano e Casalmaggiore. Nel primo atto le emiliane, all'inseguimento di un traguardo che manca da ben 17 anni, hanno piegato 3-1 le piemontesi, che questo traguardo non l'hanno mai raggiunto èur aendolo sfiorato a più riprese. Gara 2 ha pareggiato i conti mercoledì sera applaudendo l'affermazione di Novara per 3-0, con 18 punti della Barun e 12 a testa per il duo Piccinini-Chirichella. Gara 3 si gioca alle 20.45 di sabato sempre al Palaigor. La serie sta dunque confermandosi appassionante e incerta, con la squadra di Marco Fenoglio che potrà contare sul fattore-campo favorevole essendosi classificata meglio nella regular season. Il sestetto di Marco Gaspari ha però dimostrato in questi play off di possedere gli attributi, prima violando Bergamo 25-23 al tie break di gara 3 dei quarti, poi mettendo fuori nientepopodimeno che le campionesse d'Italia. E il tecnico anconitano, tornato su questa panchina a stagione inoltrata per sostituire Lorenzo Micelli, vuole dimostrare che a volte la storia si può cambiare: aveva iniziato l'anno in serie B a Trieste, adesso può lottare per lo scudetto. Davvero strana la vita degli allenatori, no?
SOGNANDO LA A1. Sono Pesaro e Legnano le due protagoniste della finale di Play Off Promozioni femminili dopo aver eliminato in due partite rispettivamente Trento e Soverato. Si gioca al meglio delle tre partite iniziando da domenica in riva all'Adriatico alle 17.00, mentre gara 2 è in programma in Lombardia alle 20.30 di mercoledì 10 e l'eventuale e decisiva gara 3 di nuovo a Pesaro alle 20.30 di sabato prossimo 13 maggio. Il bello deve ancora venire...
FACEBOOK E YOUTUBE. Da qualche settimana abbiamo dato vita al canale Dallarivolley su Youtube, dove vi aspettiamo numerosi. Ci sono interessanti interviste ai protagonisti principali del campionato maschile e femminile. Inoltre potete seguirci pure grazie alla nuova pagina Dallarivolley su Facebook, dove vi invito a mettere il vostro "mi piace".
SPORTNEWS.SNAI.IT. Per tutti quelli che amano scommettere sottorete, da non perdere l’appuntamento settimanale su sportnews.snai.it, dove mi diletto a fare pronostici sia sul campionato maschile che su quello femminile. Ci vediamo (anche) lì.
Buona pallavolo a tutti!
25.04.2017 -  Tutto facile per la Lube con Trento nel primo atto tricolore, sprint finale nei vari play off maschili e femminili - di Lorenzo Dallari

La gioia della Lube dopo la vittoria per 3-0 su Trento in Gara 1 di finale scudetto
Settimana molto importante per la pallavolo, con il via dell'attesissima finale scudetto della Superlega tra Civitanova Marche e Trento nonchè delle due belle semifinali dei play off scudetto femminili. Senza dimenticare ovviamente la Final Four della Champions League maschile in programma nel weekend a Roma.
LUBE PARTENZA SUPER. L'Eurosole Forum ha continuato a mantenere la propria imbattibilità (17 vittorie in altrettanti incontri) e anche nel primo atto dell'epilogo tricolore ha applaudito il nettissimo successo di Civitanova Marche su Trento: è finita infatti 3-0, con parziali che non ammettono repliche, a conferma dell'impressionante forza d'urto della squadra di Chicco Blengini. La Diatec ha chiuso con un insoddisfacente 41% di positività offensiva contro il 60% dei propri avversari e ha murato molto poco, ottenendo solo 3 punti da questo fondamentale contro gli 11 punti dei biancorossi (ben 4 firmati da Stankovic). Insomma, la squadra di Angelo Lorenzetti ha potuto fare davvero ben poco per contrastare il monologo dei padroni di casa, magistralmente ispirati da un perfetto Micah Christenson, premiato con merito migliore in campo (per il palleggiatore della Hawaii anche 6 punti personali). Best scorer del match è stato l'oppostone bulgaro Sokolov con 14 punti, mentre Juantorena ha chiuso a quota 11. Nelle file del sestetto trentino nessun giocatore è invece andato in doppia cifra, a conferma della loro giornata-no. La Lube, partita senza ombra di dubbio con i favori del pronostico nel suo quattro assalto al titolo, nel fine settimana si dovrà concentrare sulla Champions League sognando di conquistare uno storico Triplete dopo aver già messo in archivio la Coppa Italia conquistata a Casalecchio di Reno. Il secondo atto della finale scudetto è in programma alle 20.30 di giovedì 4 maggio al Palatrento, ancora imbattuto in questa stagione, poi per gara 3 si tornerà nelle Marche domenica 7 maggio alle 16.30 (con diretta su Rai 3). Per l'eventuale gara 4 di nuovo nel cuore delle Dolomiti mercoledì 10 maggio alle 20.30 e per l'ipotetica e decisiva gara 5 nuovamente a Civitanova sabato 13 maggio alle 16.30. Lo show del grande volley ha dunque preso inizio!
TUTTI A ROMA! Sabato e domenica il Palalottomatica di Roma sarà il teatro della Final Four della Champions League maschile che vedrà in campo il gotha del volley europeo. Due le rappresentanti del nostro movimento, alla ricerca di un successo che manca dal 2011, allorquando a salire sul gradino più alto del podio è stata Trento: si tratta della Sir Safety Conad Perugia, organizzatrice della due giorni capitolina, e della Lube Civitanova, alla ricerca del suo secondo trofeo continentale più significativo dopo quello festeggiato nel 2002 in Polonia. Come prevede il regolamento, che obbliga due squadre rappresentanti lo stesso Paese ad affrontarsi in semifinale, il sestetto di Bernardi e quello di Blengini daranno vita a un entusiasmante faccia a faccia sabato alle 19.30, preceduto alle 16.30 dall'altra sfida Berlino-Zenit Kazan: sulla carta molto più sbilanciata, con la formazione tedesca di Roberto Serniotti che dovrà fare il miracolo per sperare di piegare i campioni in carica (i russi di Vladimir Alekno hanno trionfato ben 3 volte nelle ultime 5 edizioni: nel 2012 battendo i polacchi del Belchatow, nel 2015 i polacchi del Resovia e nel 2016 Trento 15-13 al tie break. Grande spettacolo da non perdere per nessuna ragione al mondo.
CONEGLIANO VICEREGINA. Non c'è l'ha invece fatta l'Imoco campione d'Italia a coronare i propri sogni europei: dopo aver battuto in semifinale le temibili russe della Dinamo Mosca per 3-1, la squadra del neo ct Davide Mazzanti si è arresa nell'atto conclusivo per 3-0 al Vakifbank di Giovanni Guidetti, capace di festeggiare la sua terza Champions League personale dopo aver disputato la sua sesta finale (i precedenti trionfi sono datati 2011 e 2013 sempre contro il Rabita Baku). Un mostro del volley, non c'è che dire! Complimenti sinceri alle turche, che hanno potuto contare ancora una volta sulle gesta straordinarie della cinese Zhu (premiata con merito mvp della manifestazione), ma congratulazioni anche a Conegliano: in primis per l'organizzazione dell'evento e poi per un risultato comunque di prestigio per una società che sta bruciando le tappe. E applausi a Monica De Gennaro, cui è andato il premio di miglior libero. Al terzo posto l'Eczacibasi Istanbul di Massimo Barbolini, che dopo essersi arresa nel derby 3-1 al Vakifbank, ha battuto 3-1 la Dinamo Mosca. Con l’accesso alla finale della Champions League l’Imoco si era assicurata la partecipazione al Mondiale per Club, in programma dall’8 al 14 maggio a Kobe in Giappone, ma poi la società veneta ha rinunciato per le richieste onerose della Fivb: al suo posto andrà la Dinamo Mosca nel Paese del Sol Levante.
SEMIFINALI ROSA. Poche ore di riposo e Conegliano è scesa di nuovo in campo per il primo atto delle semifinali scudetto affrontando mercoledì Modena al Palapanini. Dopo essersi portate avanti 2-0 le campionesse d'Italia si sono spente, si sono fatte recuperare e hanno ceduto 15-5 al tie break: per le emiliane 19 punti di una super Bianchini, 17 di Oszoy e Caterina Bosetti e 14 quelli di Heyrman, per le venete 19 di Folie, 13 di Fawcett e 12 di Ortolani. Martedì sera intanto Novara ha battuto 3-1 Casalmaggiore: nella prima semifinale con 25 punti della Barun e 15 per la coppia Plak-Bonifacio rendendo vani i 17 della Fabris, i 16 della Stevanovic e i 15 della Tirozzi. Gara 2 è in programma in entrambe le serie per venerdì 28 aprile alle 20.30, l'eventuale gara 3 invece si giocherà sabato 29 aprile alle 20.45: un tour de force davvero stremante per le protagoniste.
SOGNANDO LA A1. Martedì sono scattate anche le semifinali dei Play Off Promozione femminili: Pesaro ha regolato Trento per 3-0 con 16 punti della Degradi e 14 della Kiosi, mentre Legnano ha avuto la meglio di Soverato per 3-0 con 16 punti della Mingardi e 14 della Grigolo. Gara 2 è in programma per domenica 30 aprile alle 17.00, l'eventuale gara 3 per giovedì 4 maggio alle 20.30. La strada per conquistare la serie A1 è ancora molto lunga.
SPOLETO-CASTELLANA LA FINALE. Nei Play Off Promozione maschili invece Spoleto ha staccato il biglietto per la finale battendo 3-0 la favorita Siena nella quarta partita di semifinale: la formazione umbra si contenderà l'unico posto disponibile per disputare la Superlega nella prossima stagione con Castellana Grotte, che nella quinta e decisiva partita ha messo fuori Bergamo imponendosi per 3-1 davanti al proprio pubblico, con 22 punti di Moreira e 18 dell'eterno Cazzaniga. La formazione di Pino Lorizio è così riuscita nell'impresa di recuperare dopo aver perso le prime due sfide con quella di Gianluca Graziosi. La finale scatta in Puglia domenica 30 aprile alle 18.00 per proseguire a campi alterni mercoledì 3 maggio alle 20.30, sabato 6 maggio alle 20.30, giovedì 11 maggio alle 20.30 e domenica 14 maggio alle 18.00. Ci sarà di che divertirsi, potete starne certi.
RAVENNA IN EUROPA. Impresa eccezionale per la Bunge, vincitrice a Verona della Final Four dei Play Off 5° posto conquistando in tal modo il diritto di prender parte nella prossima stagione alla Challenge Cup. Dopo aver piegato in semifinale i padroni di casa della Calzedonia per 3-0, i romagnoli di Fabio Soli nell'atto conclusivo hanno piegato 15-12 al tie break Piacenza, che il giorno prima aveva messo fuori gioco Monza 3-1. Un risultato importante per Ravenna, capace di reagire dopo essersi trovata in svantaggio 2-1: 24 i punti per l'mvp Van Garderen e 20 quelli del francese Lynell, mentre per Giuliani non sono stati sufficienti i 20 punti di Hernandez e i 17 di Alletti.
FACEBOOK E YOUTUBE. Da qualche settimana abbiamo dato vita al canale Dallarivolley su Youtube, dove vi aspettiamo numerosi. Ci sono interessanti interviste ai protagonisti principali del campionato maschile e femminile. Inoltre potete seguirci pure grazie alla nuova pagina Dallarivolley su Facebook, dove vi invito a mettere il vostro "mi piace".
SPORTNEWS.SNAI.IT. Per tutti quelli che amano scommettere sottorete, da non perdere l’appuntamento settimanale su sportnews.snai.it, dove mi diletto a fare pronostici sia sul campionato maschile che su quello femminile. Ci vediamo (anche) lì.
Buona pallavolo a tutti!
22.04.2017 -  Al via la finale scudetto maschile e le semifinali rosa, Conegliano seconda in Europa - di Lorenzo Dallari

Trento festeggia dopo aver battuto 3-0 Perugia nella quinta e decisiva semifinale scudetto
Ci siamo! Martedì scattano l'attesissima finale scudetto della Superlega tra Civitanova Marche e Trento e anche le due belle semifinali dei play off scudetto femminili. Intanto Giovanni Guidetti ha festeggiato con merito la sua terza Champions League a Treviso e nel prossimo week end viene assegnato il trofeo continentale maschile più importante a Roma.
A CACCIA DEL TRICOLORE. L'Eurosole Forum accoglie alle 18.00 di martedì 25 aprile il primo atto dell'epilogo tricolore che ha già assegnato il titolo alla Lube nel 2012 in occasione del V-day vinto 3-2 dai marchigiani al Forum di Assago. La squadra di Chicco Blengini, che ha eliminato in quattro partite i campioni in carica di Modena confermando la sua incredibile compattezza e la sua impressionante forza d'urto, parte indubbiamente con i favori del pronostico. I trentini di Angelo Lorenzetti, che hanno messo fuori gioco Perugia in cinque bellissime partite chiudendo il discorso sabato nel proprio palasport inviolato in tutta la stagione, puntano a un risultato a sorpresa contro la corazzata biancorossa. Bella finale davvero che promette tanto spettacolo, con il secondo atto in programma giovedì 4 maggio nel cuore delle Dolomiti per consentire ai vincitori della Coppa Italia di prender parte nel prossimo week end alla Final Four di Champions League a Roma. Per gara 3 si tornerà nelle Marche domenica 7 maggio alle 16.30, per l'eventuale gara 4 di nuovo al Palatrento mercoledì 10 maggio alle 20.30 e per l'ipotetica e decisiva gara 5 nuovamente a Civitanova sabato 13 maggio alle 16.30. Lo show del grande volley abbia dunque inizio!
TUTTI A ROMA! Sabato e domenica il Palalottomatica di Roma sarà il teatro della Final Four della Champions League maschile che vedrà in campo il gotha del volley europeo. Due le rappresentanti del nostro movimento, alla ricerca di un successo che manca dal 2011, allorquando a salire sul gradino più alto del podio è stata Trento: si tratta della Sir Safety Conad Perugia, organizzatrice della due giorni capitolina, e della Lube Civitanova, alla ricerca del secondo capitolo che potrebbe regalare ai marchigiani uno storico triplete. Come prevede il regolamento, che obbliga due squadre rappresentanti lo stesso Paese ad affrontarsi in semifinale, il sestetto di Bernardi e quello di Blengini daranno vita a un entusiasmante faccia a faccia sabato alle 19.30, preceduto dall'altra sfida Berlino-Zenit Kazan: sulla carta molto più sbilanciata, con la formazione tedesca di Roberto Serniotti che dovrà fare il miracolo per sperare di piegare i campioni in carica (i russi di Vladimir Alekno hanno trionfato ben 3 volte nelle ultime 5 edizioni: nel 2012 battendo i polacchi del Belchatow, nel 2015 i polacchi del Resovia e nel 2016 Trento 15-13 al tie break). Grande spettacolo da non perdere per nessuna ragione al mondo.
CONEGLIANO VICEREGINA. Non c'è l'ha invece fatta l'Imoco campione d'Italia a coronare i propri sogni europei: dopo aver battuto in semifinale le temibili russe della Dinamo Mosca per 3-1, la squadra del neo ct Davide Mazzanti si è arresa nell'atto conclusivo per 3-0 al Vakifbank di Giovanni Guidetti, capace di festeggiare la sua terza Champions League personale dopo aver disputato la sua sesta finale (i precedenti trionfi sono datati 2011 e 2013 sempre contro il Rabita Baku). Un mostro del volley, non c'è che dire! Complimenti sinceri alle turche, che hanno potuto contare ancora una volta sulle gesta straordinarie della cinese Zhu (premiata con merito mvp della manifestazione), ma congratulazioni anche a Conegliano: in primis per l'organizzazione dell'evento e poi per un risultato comunque di prestigio per una società che sta bruciando le tappe. E applausi a Monica De Gennaro, cui è andato il premio di miglior libero. Al terzo posto l'Eczacibasi Istanbul di Massimo Barbolini, che dopo essersi arresa nel derby 3-1 al Vakifbank, ha battuto 3-1 la Dinamo Mosca. Con l’accesso alla finale della Champions League l’Imoco si è assicurata la partecipazione al Mondiale per Club, in programma dall’8 al 14 maggio a Kobe in Giappone.
SEMIFINALI ROSA. Poche ore di riposo e Conegliano sarà di nuovo in campo per il primo atto delle semifinali scudetto affrontando alle 20.30 di mercoledì Modena al Palapanini. Per le venete una trasferta insidiosa contro un'avversaria particolarmente motivata dopo aver eliminato Bergamo grazie all'impresa del tie break vinto 25-23 pur essendosi trovata sotto 12-9. Martedì alle 20.30 si affrontano invece Novara e Casalmaggiore: bel match, incerto ed equilibrato, probabilmente deciso dal confronto tra le due bomber croate Barun e Fabris. Gara 2 è in programma in entrambe le serie per venerdì 28 alle 20.30, l'eventuale gara 3 invece si giocherà sabato 29 alle 20.45.
SOGNANDO LA A1. Scattano martedì 25 aprile alle 17.00 le semifinali dei Play Off Promozione femminili: Pesaro affronta Trento e Legnano attende la visita di Soverato. Gara 2 è in programma per domenica 30 alle 17.00, l'eventuale gara 3 per giovedì 4 maggio alle 20.30. La strada per conquistare la serie A1 è ancora molto lunga.
SPOLETO IN FINALE. Battendo 3-0 Siena nella quarta partita di semifinale, la Monini ha staccato il biglietto per la finale dei Play Off Promozione, al via da domenica 30 aprile: l'Emma Villas, vincitrice della Coppa Italia a Casalecchio di Reno, ha così dovuto rimandare i propri sogni di conquistare la Superlega. La formazione umbra attende adesso la vincente della quinta e decisiva sfida tra Castellana Grotte e Bergamo, in programma martedì alle 18.00.
RAVENNA IN EUROPA. Impresa eccezionale per la Bunge, vincitrice a Verona della Final Four dei Play Off 5° posto conquistando in tal modo il diritto di prender parte nella prossima stagione alla Challenge Cup. Dopo aver piegato in semifinale i padroni di casa della Calzedonia per 3-0, i romagnoli di Fabio Soli nell'atto conclusivo hanno piegato 15-12 al tie break Piacenza, che il giorno prima aveva messo fuori gioco Monza 3-1. Un risultato importante per Ravenna, capace di reagire dopo essersi trovata in svantaggio 2-1: 24 i punti per l'mvp Van Garderen e 20 quelli del francese Lynell, mentre per Giuliani non sono stati sufficienti i 20 punti di Hernandez e i 17 di Alletti.
NICOLAI-LUPO D'ARGENTO. Ottimo secondo posto a Xiamen in Cina per Paolo Nicolai e Daniele Lupo nel torneo a Tre Stelle del World Tour: dopo aver piegato i tedeschi Dollinger-Erdmann 2-1 in semifinale, gli azzurri hanno ceduto in finale ai forti olandesi Brouwer-Meeuwsen 2-0 (con parziali di 21-14, 21-17). Un eccellente risultati per la coppia vice campione olimpica a Rio de Janeiro.
FEFE' BIS. Due scudetti in due anni: Fefè De Giorgi ha compiuto una grande impresa festeggiando di nuovo il titolo polacco con il suo Zaksa, allenato il prossimo anno da Andrea Gardini: in finale ha avuto la meglio del Belchatow prima per 3-0 e poi per 3-1. Adesso per il piccolo-grande uomo di Squinzano arriva l'avventura alla guida della nazionale di Polonia.
BERNARDO VINCENTE. Nuovo trionfo per Bernardinho, l'ex ct della Seleçao olimpionica nel 2016, capace di conquistare il titolo brasiliano con il Rexona: in finale la sua squadra di Rio de Janeiro ha avuto la meglio 3-2 del Nestlè Osasco dopo quasi 2 ore e mezzo di gioco. Ancora un'impresa per uno degli allenatori più bravi e più vincenti dell'era moderna.
FACEBOOK E YOUTUBE. Da qualche settimana abbiamo dato vita al canale Dallarivolley su Youtube, dove vi aspettiamo numerosi. Ci sono interessanti interviste ai protagonisti principali del campionato maschile e femminile. Inoltre potete seguirci pure grazie alla nuova pagina Dallarivolley su Facebook, dove vi invito a mettere il vostro "mi piace".
SPORTNEWS.SNAI.IT. Per tutti quelli che amano scommettere sottorete, da non perdere l’appuntamento settimanale su sportnews.snai.it, dove mi diletto a fare pronostici sia sul campionato maschile che su quello femminile. Ci vediamo (anche) lì.
Buona pallavolo a tutti!
20.04.2017 -  Macerata vola in finale, si conoscono tre delle quattro semifinaliste rosa - di Lorenzo Dallari

Sokolov supera il muro di Modena nella quarta e decisiva sfida di semifinale
Settimana ad alta intensità pallavolistica, tra play off maschili e femminili e  Final Four della Champions League femminile.
LUBE PRIMA FINALISTA. Violando un Palapanini gremito di gente e di passione, Civitanova Marche ha staccato il biglietto per l'epilogo tricolore battendo l'Azimut per 3-2 al termine di una partita molto combattuta e ben interpretata da entrambe le squadre. Una grande soddisfazione per il sestetto di Chicco Blengini che sogna di realizzare il Triplete e sta confermando di poter contare su un organico a dir poco eccezionale (Juantorena 24 punti e il meritato riconoscimento di mvp, Sokolov 22), una grande delusione per gli emiliani di Lorenzo Tubertini, che hanno così mandato in archivio la stagione (Ngapeth 24, Vettori 21). "Dovremo fare molte riflessioni accurate visto che secondo me abbiamo commesso tanti errori nel corso di questa annata a dir poco tribolata: l'ultimo atto ha però confermato che Modena è una città speciale per la pallavolo e si merita di poter tifare per una formazione in grado di competere per i traguardi più ambiziosi" le parole che mi detto mentre si spegnevano le luci la presidente gialloblù Catia Pedrini. Vedremo cosa succederà, anche se mi ha confermato la sua intenzione di andare avanti e di non mollare. Tutto possibile invece nell'altra semifinale tra Perugia e Trento, dopo che la Sir Safety Conad ha piegato 3-0 la Diatec riportando la situazione in prefetto equilibrio. Per gli umbri 22 punti dell'mvp Atanasijevic e 13 di Berger. Sabato alle 18.00 la quinta e decisiva sfida al Palatrento, finora inviolato: basterà alla squadra di Angelo Lorenzetti, apparsa ancora tramortita dopo la scoppola rimediata a Tours nella finale di Cev Cup?
SOGNANDO L'EUROPA. Sarà Verona ad accogliere la Final Four dei Play Off 5° posto che assegneranno un posto per giocare il prossimo anno in Challenge Cup. Domenica 23 in semifinale si affronteranno alle 17.30 Piacenza e Monza, poi alle 20.30 Verona e Ravenna. La finale è prevista per lunedì 24 alle 20.30. Ci sarà di che divertirsi, potete starne certi.
SOGNANDO LA A1. Nelle semifinali dei Play Off promozione di serie A2 maschile vantaggio per 2-1 di Bergamo nei confronti di Castellana Grotte, dominatrice della prima parte della stagione: la compagine orobica ha vinto 3-2 in Puglia, poi ha saputo ripetersi 3-1 in casa. Mercoledì la squadra di Lorizio l'ha invece spuntata per 3-1 innanzi al proprio pubblico con 22 punti di Cazzaniga e 20 di  Moreira tenendo aperta la serie: sabato va in scena gara 4 a Bergamo alle 20.30, l'eventuale gara 5 di nuovo a Castellana martedì 25 alle 18.00. Situazione di 2-1 anche tra Siena e Spoleto in favore degli umbri: dopo il successo dell'Emma Villas in Toscana per 3-0, la Monini l'ha spuntata 3-2 davanti ai propri tifosi riaprendo il discorso con la vincitrice della Coppa Italia, poi giovedì sera ha espugnato il palasport toscano per 3-1 con 19 punti di Bertoli e 17 di Morelli. Domenica gara 4 domenica a Spoleto alle 18.00, l'eventuale gara 5 di nuovo a Siena mercoledì 26 alle 20.30.
SOGNO INFRANTO. Non ce l'hanno fatta Trento e Busto Arsizio a coronare i propri sogni europei in Cev Cup. La squadra di Angelo Lorenzetti dopo aver vinto con il Tours il primo atto in casa per 3-0, si è arresa in Francia 3-1 nel match di ritorno non interpretando la partita nel migliore dei modi e commettendo troppi errori ha issato bandiera bianca per 15-13 nel decisivo golden set. Per il club delle Dolomiti è così sfumata la possibilità di mettere nella propria ricchissima bacheca uno dei pochi trofei che ancora mancano. Amaro il commento del presidente Diego Mosna su Facebook dopo la sconfitta alla Salle Robert Grenon contro il sestetto allenato da Giampaolo Medei. "Caro Edo - ha scritto rivolgendosi al compianto commendator Benedetti - la nostra Itas ha giocato male e ha lasciato che gli avversari sembrassero dei fenomeni. Peccato con una stagione così impegnativa e con tutto quello che abbiamo fatto quella Coppa era da portare a Trento". Amarezza anche in casa Unet Yamamay: dopo essersi aggiudicata i primi due set, la formazione di Marco Mencarelli non è riuscita ad arginare lo strapotere della Dinamo Kazan, passata 15-12 al tie break davanti a oltre 3.500 tifosi nel secondo atto dell'epilogo del trofeo continentale. A nulla sono serviti i 22 punti di un'ottima Valentina Diouf per riuscire a portare in Italia una coppa che manca da cinque anni: nel 2012 erano state proprio le farfalle ad alzarla al cielo  superando le turche del Galatasay Istanbul di Leo Lo Bianco. La Challenge Cup femminile è stata invece vinta dalle turche del Bursa sulle greche dell'Olympiakos Pireo, mentre la Challenge maschile è andata ai russi del Novy Urengoy, capaci di piegare sia all'andata che al ritorno per 3-1 i francesi del Chamont: l'allievo Camillo Placì ha così battuto il maestro Silvano Prandi.
CHAMPIONS A TREVISO. Sarà una grande festa della pallavolo, potete starne certi. La Final Four della Champion League femminile promette spettacolo al Palaverde e tante attrazioni in grado di entusiasmare il pubblico, nella speranza che a trionfare sia di nuovo una squadra italiana come ha saputo fare lo scorso anno Casalmaggiore a Montichiari. Sabato in semifinale alle 17.00 attesissimo derby turco tra il Vakifbank Istanbul di Giovanni Guidetti e l'Eczacibasi Istanbul di Massimo Barbolini, due grande amici, due maestri del volley che faranno di tutto per onorare questo impegno. Alle 20.00 scenderà poi in campo l'Imoco Conegliano del neo ct azzurro Davide Mazzanti contro le temibilissime russe della Dinamo Mosca, recenti giustiziere di Modena: per le campionesse d'Italia l'obblico di provarci, potendo contare su una squadra che sa e può giocare un'eccellente pallavolo. Ci sarà il pubblico delle grandi occasione, per centrare un successo che nobiliterebbe l'intero movimento italiano.
SEMIFINALI ROSA. Novara, Modena, Casalmaggiore e Conegliano sono le semifinaliste dei play off scudetto femminili dopo che tutte le sfide dei quarti si sono concluse in tre partite: martedì le piemontesi di Fenoglio hanno battuto in gara 3 Scandicci per 3-1, mentre le campionesse d'Italia hanno superato per 3-0 Firenze. Mercoledì invece nel terzo e decisivo atto tra Bergamo e Modena, l'hanno spuntata le emiliane di Gaspari 25-23 al tie break dopo essersi trovate sotto 12-9 (per le padrone di casa 19 punti per Guiggi e 15 per Sylla e Partenio, per le ospiti 26 punti della Brakocevic e 22 di Caterina Bosetti). In tre incontri Casalmaggiore ha messo fuori gioco Busto Arsizio: in gara 1 le campionesse d'Europa hanno vinto 3-2 in trasferta al Palayamamay, in gara 2 le biancorosse di Mencarelli hanno violato a sopresa mercoledì il Palaradi per 3-0 con 14 punti della Diouf e della Vasilantonaky, poi in gara - giocata di nuovo a Cremona - la squadra di Caprara ha eliminato le farfalle piegandole 3-0 con 13 punti a testa per il trio Turlea-Gibbemeyer-Guerra e in semifinale dovrà vedersela con Novara a partire da martedì sera 25 aprile, mentre l'altro confronto vedrà di fronte Conegliano e Modena da mercoledì 26 aprile.
FILOTTRANO IN A1. Dominando il campionato di A2 femminile, la Lardini ha chiuso al primo posto la regular season centrato una storica promozione diretta tra le grandi, chiudendo con un punto di vantaggio nei confronti di Pesaro e ben 12 di Legnano, rispettivamente seconda e terza e pertanto ammesse di diritto alle semifinali dei play off promozione. Martedì sera alle 20.30 scattano i quarti di finale giocati al meglio delle tre partite proponendo le due sfide Soverato-Brescia e Trentino-S.G.Marignano: gara 2 va in scena venerdì alle 20.30, l'eventuale gara 3 domenica alle 17.00. In palio c'è un altro posto nel gotha del volley rosa.
FACEBOOK E YOUTUBE. A proposito di social: da qualche settimana abbiamo dato vita al canale Dallarivolley su Youtube, dove vi aspettiamo numerosi. Ci sono anche interessanti interviste ai protagonisti principali del campionato maschile e femminile. Inoltre potete seguirci pure grazie alla nuova pagina Dallarivolley su Facebook, dove vi invito a mettere il vostro "mi piace".
SPORTNEWS.SNAI.IT. Per tutti quelli che amano scommettere sottorete, da non perdere l’appuntamento settimanale su sportnews.snai.it, dove mi diletto a fare pronostici sia sul campionato maschile che su quello femminile. Ci vediamo (anche) lì.
Buona pallavolo a tutti! 
11.04.2017 -  Settimana ad alta intensitā tra play off e Champions League femminile - di Lorenzo Dallari

Nulla da fare per Trento a Tours nella finale di Cev Cup
Passata una buona Pasqua, come mi auguro? Siete pronti a vivere una settimana ad alta intensità pallavolistica? E allora, via!
SEMIFINALI DECISIVE? Grandissima attesa per le due semifinali dei play off scudetto maschili che terranno tutti con il fiato sospeso mercoledì sera alle 20.30: Modena attende la visita al Palapanini di Civitanova Marche, avanti 2-1 nel confronto diretto e pertanto con il primo match ball a disposizione dopo aver eliminato l'Azimut dalla Champions League. Gara senza prove d'appello per i gialloblù di Lorenzo Tubertini, costretti a dare il 120 per cento per restare vivi nella corsa al tricolore e tornare poi sabato prossimo nella tana della Lube. Partita da "dentro-o-fuori" anche per Perugia al Palaevangelisti contro la Diatec, in vantaggio 2-1 nei confronti della Sir Safety, che deve sperare di vincere per tornare poi eventualmente al Palatrento sabato prossimo. Due sfide bellissime che sapranno onorare la pallavolo e che di certo saranno da ricordare a lungo.
SOGNANDO L'EUROPA. Sarà Verona ad accogliere la Final Four dei Play Off 5° posto che assegneranno un posto per giocare il prossimo anno in Challenge Cup. Domenica 23 in semifinale si affronteranno alle 17.30 Piacenza e Monza, poi alle 20.30 Verona e Ravenna. La finale è prevista per lunedì 24 alle 20.30. Ci sarà di che divertirsi, potete starne certi.
SOGNANDO LA A1. Nelle semifinali dei Play Off promozione di serie A2 maschile vantaggio a sopresa per 2-0 di Bergamo nei confronti di Castellana Grotte, dominatrice della prima parte della stagione: la compagine orobica dopo aver vinto 3-2 in Puglia ha saputo ripetersi 3-1 in casa e mercoledì sera sogna di staccare il pass per la finale. Situazione di 1-1 invece tra Siena e Spoleto: dopo il successo dell'Emma Villas in Toscana per 3-0, la Monini l'ha spuntata 3-2 in Umbria riaprendo il discorso con la vincitrice della Coppa Italia, grande favorita per la promozione. Mercoledì sera gara 3, sabato alle 20.30 gara 4, martedì 25 alle 18.00 l'eventuale gara 5.
SOGNO INFRANTO. Non ce l'hanno fatta Trento e Busto Arsizio a coronare i propri sogni europei in Cev Cup. La squadra di Angelo Lorenzetti dopo aver vinto con il Tours il primo atto in casa per 3-0, si è arresa in Francia 3-1 nel match di ritorno non interpretando la partita nel migliore dei modi e commettendo troppi errori ha issato bandiera bianca per 15-13 nel decisivo golden set. Per il club delle Dolomiti è così sfumata la possibilità di mettere nella propria ricchissima bacheca uno dei pochi trofei che ancora mancano. Amaro il commento del presidente Diego Mosna su Facebook dopo la sconfitta alla Salle Robert Grenon contro il sestetto allenato da Giampaolo Medei. "Caro Edo - ha scritto rivolgendosi al compianto commendator Benedetti - la nostra Itas ha giocato male e ha lasciato che gli avversari sembrassero dei fenomeni. Peccato con una stagione così impegnativa e con tutto quello che abbiamo fatto quella Coppa era da portare a Trento". Amarezza anche in casa Unet Yamamay: dopo essersi aggiudicata i primi due set, la formazione di Marco Mencarelli non è riuscita ad arginare lo strapotere della Dinamo Kazan, passata 15-12 al tie break davanti a oltre 3.500 tifosi nel secondo atto dell'epilogo del trofeo continentale. A nulla sono serviti i 22 punti di un'ottima Valentina Diouf per riuscire a portare in Italia una coppa che manca da cinque anni: nel 2012 erano state proprio le farfalle ad alzarla al cielo  superando le turche del Galatasay Istanbul di Leo Lo Bianco. La Challenge Cup femminile è stata invece vinta dalle turche del Bursa sulle greche dell'Olympiakos Pireo, mentre la Challenge maschile è andata ai russi del Novy Urengoy, capaci di piegare sia all'andata che al ritorno per 3-1 i francesi del Chamont: l'allievo Camillo Placì ha così battuto il maestro Silvano Prandi.
CHAMPIONS A TREVISO. Sarà una grande festa della pallavolo, potete starne certi. La Final Four della Champion League femminile promette spettacolo al Palaverde e tante attrazioni in grado di entusiasmare il pubblico, nella speranza che a trionfare sia di nuovo una squadra italiana come ha saputo fare lo scorso anno Casalmaggiore a Montichiari. Sabato in semifinale alle 17.00 attesissimo derby turco tra il Vakifbank Istanbul di Giovanni Guidetti e l'Eczacibasi Istanbul di Massimo Barbolini, due grande amici, due maestri del volley che faranno di tutto per onorare questo impegno. Alle 20.00 scenderà poi in campo l'Imoco Conegliano del neo ct azzurro Davide Mazzanti contro le temibilissime russe della Dinamo Mosca, recenti giustiziere di Modena: per le campionesse d'Italia l'obblico di provarci, potendo contare su una squadra che sa e può giocare un'eccellente pallavolo. Ci sarà il pubblico delle grandi occasione, per centrare un successo che nobiliterebbe l'intero movimento italiano.
SEMIFINALI ROSA. Novara e Conegliano sono le prime semifinaliste dei play off scudetto femminili: le piemontesi di Fenoglio hanno battuto in gara 3 Scandicci per 3-1, mentre le campionesse d'Italia hanno superato per 3-0 Firenze. Mercoledì sera alle 20.30 è invece in programma il terzo e decisivo atto tra Bergamo e Modena, che dopo aver perso per 3-2 al Palapanini si è imposta 3-1 nel palasport orobico. Sempre mercoledì sera alle 20.30 si gioca gara 2 tra Casalmaggiore e Busto Arsizio, con la campionesse d'Europa avanti 1-0 dopo la vittoria 3-2 al Palayamamay. Tanti giochi devono ancora essere fatti.
FILOTTRANO IN A1. Dominando il campionato di A2 femminile, la Lardini ha chiuso al primo posto la regular season centrato una storica promozione diretta tra le grandi, chiudendo con un punto di vantaggio nei confronti di Pesaro e ben 12 di Legnano, rispettivamente seconda e terza e pertanto ammesse di diritto alle semifinali dei play off promozione. Martedì sera alle 20.30 scattano i quarti di finale giocati al meglio delle tre partite proponendo le due sfide Soverato-Brescia e Trentino-S.G.Marignano: gara 2 va in scena venerdì alle 20.30, l'eventuale gara 3 domenica alle 17.00. In palio c'è un altro posto nel gotha del volley rosa.
TOTO' DOTTORE. Un bell'esempio di come si possa abbinare lo studio allo sport praticati ai massimi livelli. Salvatore Rossini, libero dell'Azimut Modena e della nazionale, si è laureato in Ingegneria gestionale con il voto di 97/110 all'Università di Modena e Reggio Emilia discutendo la tesi su "Analisi dell'efficienza biomeccanica di uno sportivo professionista". Bravo davvero. E tanti complimenti sinceri e strameritati.
LO STAFF DEL BEACH. Il Consiglio Federale he definito i quadri tecnici del beach volley nominando Matteo Varnier CT del settore maschile, Andrea Raffaelli direttore tecnico del settore femminile e Nicolangelo Antonicelli primo allenatore delle nazionali femminili è stata definita la struttura completa degli staff azzurri. Davide Chiappini è Assistente allenatore e scout delle nazionali femminili, Caterina De Marinis Assistente allenatore e scout delle nazionali femminili nonchè Responsabile Club Italia, Ettore Marcovecchio Assistente allenatore delle nazionali maschili e Responsabile Club Italia, Alberto Di Mario  preparatore atletico delle nazionali maschili. In bocca al lupo a tutti, nella speranza che sappiamo portare questo sport ai livelli che meriterebbe.
FIGURE D'EUROPA. Altra parentesi culturale. Giovedì 20 aprile si svolgerà alle 17.30 presso la prestigiosa Sala del Tricolore di Reggio Emilia un bellissimo convengo sul tema "Figure d'Europa - Prospettive europee e mondo globale". A dialogare con mio figlio Edoardo ci sarà il professor Massimo Cacciari, uno dei più importanti e illuminati pensatori italiani contemporanei, per trattare un argomento di estrema attualità e di particolare significato visto quello che sta accadendo nel mondo negli ultimi tempi. 
FACEBOOK E YOUTUBE. A proposito di social: da qualche settimana abbiamo dato vita al canale Dallarivolley su Youtube, dove vi aspettiamo numerosi. Ci sono anche interessanti interviste ai protagonisti principali del campionato maschile e femminile. Inoltre potete seguirci pure grazie alla nuova pagina Dallarivolley su Facebook, dove vi invito a mettere il vostro "mi piace".
SPORTNEWS.SNAI.IT. Per tutti quelli che amano scommettere sottorete, da non perdere l’appuntamento settimanale su sportnews.snai.it, dove mi diletto a fare pronostici sia sul campionato maschile che su quello femminile. Ci vediamo (anche) lì.
Buona pallavolo a tutti!
08.04.2017 -  Italia d'argento mentre i play off stanno regalando ovunque spettacolo - di Lorenzo Dallari

A Modena non č bastato Earvin Ngapeth, qui contrastato a muro da Osmany Juantorena
Siamo nel momento più importante della stagione, e allora sono tantissimi gli argomenti da trattare anche questa volta.
AZZURRINE D'ARGENTO. Iniziamo rendendo omaggio alla nazionale Under 18 femmile che agli Europei di categoria ha conquistato ad Arnhem in Olanda una bellissima medaglia d'argento: dopo aver chiuso il girone imbattuta e aver superato in semifinale la pericolosissima Serbia per 3-2, la squadra di Cristofani si è arresa nell'atto conclusivo, molto combattuto, solo 15-10 al tie break alla fortissima Russia. Si tratta di un risultato prestigioso per l'Italia, che avrebbe meritato miglior sorte per il gioco che ha fatto vedere nella rassegna continentale ma che ha comunque festeggiato il quarto argento della storia dopo quelli conquistati nel 2003, nel 2001 e nel 2013. Al terzo posto si è classificata la Bielorussia, capace di imporsi 15-13 al quinto set sulla Serbia nel match per il bronzo. Le prime sei - ovvero Russia, Italia, Bielorussia, Serbia, Slovenia e Germania - hanno staccato il biglietto per i Mondiali di categoria in programma dal 18 al 27 agosto a Rosario e Sante Fè in Argentina.
FATTORE CAMPO DECISIVO. Civitanova Marche e Trento sono avanti 2-1 nella serie delle semifinali scudetto maschili dopo aver vinto i confronti casalinghi con Modena e Perugia. La Lube ha sofferto cinque lunghi set prima di avere ragione di una supercombattiva Azimut, arresasi solo 15-12 al tie break dopo aver recuperato lo svantaggio iniziale di 2-0. Davanti ai 4.000 tifosi che si sono assiepati all'interno dell'Eurosole Forum, la formazione di Chicco Blengini ha avuto un apporto fondamentale dalla ricezione e dalla difesa, trovando in Jiri Kovar il migliore in campo: per lui 14 punti e una partita da incorniciare, mentre Juantorena ha chiuso con 17 punti, Sokolov con 13 e la coppia di centrali Stankovic-Candellaro con 12 a testa. Nelle file emiliane invece non sono bastati i 23 punti del solito Earvin Ngapeth e i 19 di Luca Vettori. Giovedì sera nell'ennesimo faccia a faccia tra queste due squadre successo autoritario per la Lube con il punteggio di 3-0 a Civitanova nel match di ritorno dei quarti di finale della Champions League: i biancorossi hanno cosi archiviato la pratica con i gialloblù, piegati anche nel primo atto per 3-0 al Palapanini: in semifinale a Roma affronteranno alle 19.30 Perugia nel derby italiano come da regolamento, mentre alle 16.30 i campioni in carica dello Zenith Kazan se la vedranno con i tedeschi del Berlino guidati da Roberto Serniotti (che ha dedicato questa impresa con la Dinamo Mosca a Bruno Lubatti, scomparso in questi giorni). Gara 4 delle semifinali scudetto tra Modena e Civitanova andrà invece in scena mercoledì 19 sotto la Ghirlandina. Molto bene anche Trento con Perugia, superata 3-1 nell'imbattuto palasport dolomitico. Il sestetto di Angelo Lorenzetti si trova avanti adesso nella serie 2-1 nei confronti degli umbri di Lorenzo Bernardi, cui non è stato sufficiente poter contare su un buon Atanasijevic (per lui 22 punti). Matteo Lanza, 15 punti, è stato premiato mvp per la lucidità dimostrata in attacco. Al suo fianco bene Van de Voorde con 13 punti e il duo Stokr-Urnaut, 12 punti a testa. Prossimo appuntamento al Palaevengelisti mercoledì19 aprile. Questa settimana la Diatec insegue invece il tronfo in Coppa Cev: dopo aver battuto 3-0 i transalpini del Tours mercoledì in casa e affrontano il sestetto di Medei sabato 15 in Francia.
BLENGINI CT. Lo si sapeva, adesso è una certezza ufficializzata dall'ultimo Consiglio Federale: Chicco Blengini sarà l'allenatore della nazionale maschile anche per il prossimo quadriennio. E lo sarà full time, lasciando così la panchina della Lube Civitanova Marche, cui ambiscono in tanti: Boban Kovac, Daniel Castellani e Lorenzo Bernardi in primis. A breve la società biancorossa scioglierà le riserve. Intanto il ct spera di centrare il primo scudetto della sua carriera, poi si concentrerà sulgi azzurri e sui prossimi appuntamenti: World League, Europei e Grand Champions Cup, con il grande obiettivo del Mondiale giocato in casa il prossimo anno. La speranza è che finalmente l'Italia possa riassaporare un successo che manca ormai dall'Europeo conquistato a Roma nell'ormai lontano 2005: è passato davvero tanto, anzi troppo tempo dall'ultimo oro conquistato dalla nazionale più titolata dello sport italiano.
FINAL FOUR A VERONA. Si conoscono i nomi delle quattro squadre che daranno vita alla Final Four dei Play Off 5° posto: si tratta di Verona, Piacenza, Monza e Ravenna. L'ultima a chiudere il discorso e' stata la Gi Group ha avuto ragione in gara 4 dell'Exprivia per 3-1 in terra pugliese. Alle altre sono invece state sufficienti le prime tre sfide. La Calzedonia ha regolato pur se a fatica la pratica con la Biosì Indexa spuntandola 15-10 al tie break, con 28 punti del solito, micidiale Uros Kovacevic e 20 di Stern. In semifinale dovrà vedersela con Ravenna, che ha chiuso il discorso con Vibo Valentia andando a violare il campo dei calabresi per 3-1 con 21 punti dell'mvp Torres e 14 a testa per Lyneel e Van Garderen. Per la Tonno Callipo stagione conclusa, complessivamente con positività: cosa le riserverà il futuro? Anche Piacenza ha archiviato la pratica con Latina nella giornata della splendida festa che la società biancorossa ha riservato a due icone del volley: Samuele Papi e Hristo Zlatanov, alla loro ultima stagine da giocatori. Due grandissimi campioni esempi di correttezza e di longevità, due straordinari atleti che hanno scritto molte delle pagine più belle del nostro sport: la standing ovation che il pubblico della Lpr ha riservato loro è stata più che meritata. "O fenomeno" ha chiuso con più di 800 partite in serie A e tantissimi trofei in bacheca, Zlaty si è visto ritirare la maglia in segno di riconoscenza per i 14 anni vissuti da protagonista a Piacenza. Tornando invece alla partita, è finita 3-1 per la formazione di Alberto Giuliani nei confronti di quella di Daniele Bagnoli, con 23 punti dell'mvp Hernandez e 18 di Leo Marshall. La Final four si giocherà a Verona domenica 23 e lunedì 24 aprile.
PLAY OFF PROMOZIONE. Sono scattate le semifinali dei play off che valgono la Superlega e subito c'è stata una grande sorpresa, con la vittoria di Bergamo a Castellana Grotte per 3-2: dopo essersi trovata sotto 2-0, la compagine di Graziosi ha cambiato l'ineriza della partita e se l'è aggiudicata 15-9 al tie break con 24 punti di Hoogendoorn e 18 di Pierotti. Nessun problema invece per la favorita Siena contro Spoleto: 3-0 nettissimo, con 14 punti di Noda Blanco, 13 di Spadavecchia e 11 di Russomanno. Gara 3 va in scena domenia 16 alle 18.00, gara 3 mercoledì 19 alle 20.30. Le emozioni sono appena iniziate.
PLAY OFF FEMMINILI. Inizio con il botto dei quarti di finale dei play off femminili, che hanno registrato subito il colpaccio di Firenze con Conegliano: le toscane di Marco Bracci hanno confermato di possedere il carattere del loro allenatore e hanno avuto ragione contropornostico delle campionesse d'Italia 15-10 al tie break, con 23 punti della Enright, 22 della Sorokaite e 20 della Bayramova. Molto bene anche Bergamo passata indenne dal Palapanini grazie al 15-10 con cui si è imposta al quinto set: per Lavarini decisivi i 24 punti della Sylla, per Gaspari inutili i 27 della Brakocevic. Martedì 18 e mercoledì 19 secondo atto a campi invertiti. Lunedì 17 invece gara 2 delle sfide Novara-Scandicci e Casalmaggiore-Busto Arsizio, con le toscane e le campionesse d'Europa avanti 1-0 dopo i successi colti in gara 1. Si procede a ritrmi incalzanti regalando grande pallavolo e tanto spettacolo.
PEDULLA' A MONZA. Intanto è partito il consueto valzer delle panchine: Massimo Barbolini è dato più che probabilmente di rientro in Italia con approdo a Novara, Gianni Caprara lascerà quasi certamente Casalmaggiore per tornare forse a Modena/Piacenza (insieme a Paola Egonu), Conegliano sta decidendo chi scegliere come successore del neo-ct Mazzanti (non sarà Stefano Lavarini, che dovrebbe comunque lasciare Bergamo forse con destinazione Casalmaggiore, il prescelto potrebbe essere l'attuale vice Daniele Santarelli), Carlo Parisi andrà a Scandicci. E Luciano Pedullà è il nuovo tecnico di Monza.
A CACCIA DELL'EUROPA. Martedì sera la Unet Yamamay ha perso 3-1 la prima sfida della finale di andata della Coppa Cev femminile in casa della temibile Dinamo Kazan, che ha avuto 26 punti dalla fortissima Vasileva e 19 dalla Voronkova: le farfalle, nelle cui file Valentina Diouf è stata la più prolifica con 23 punti, ospitano le russe alle 18.00 di sabato 15 nel match di ritorno per sovvertire le sorti dell'epilogo continentale. Facciamo tutti il tifo per le ragazze di Marco Mencarelli, alla ricerca di un trionto in Europa che nobiliterebbe il nostro movimento. In finale della Challenge Cup femminile sono invece le greche dell'Olimpiakos Pireo e le turche del Bursa. Sabato 22 si giocheranno invece le semifinali della Champions League femminile al Palaverde di Treviso: l'Imoco se la vedrà con la pericolosa Dinamo Mosca, mentre dall'altra parte del tabellone bel derby turco tra le due squadre di Istanbul, il Vakifbank di Giovanni Guidetti e l'Eczacibasi di Massimo Barbolini. Vietato mancare!
FIGURE D'EUROPA. Parentesi culturale. Giovedì prossimo 20 aprile si svolgerà alle 17.30 presso la prestigiosa Sala del Tricolore di Reggio Emilia un bellissimo convengo sul tema "Figure d'Europa - Prospettive europee e mondo globale". A dialogare con mio figlio Edoardo ci sarà il professor Massimo Cacciari, uno dei più importanti e illuminati pensatori italiani contemporanei, per trattare un argomento di estrema attualità e di particolare significato visto quello che sta accadendo nel mondo negli ultimi tempi. 
FACEBOOK E YOUTUBE. A proposito di social: da qualche settimana abbiamo dato vita al canale Dallarivolley su Youtube, dove vi aspettiamo numerosi. Ci sono anche interessanti interviste ai protagonisti principali del campionato maschile e femminile. Inoltre potete seguirci pure grazie alla nuova pagina Dallarivolley su Facebook, dove vi invito a mettere il vostro "mi piace".
SUPERVOLLEY IN EDICOLA. Non potete perdervi il nuovo numero di Supervolley in edicola in questi giorni, con Simone Giannelli in copertina. Lo dico a tutti quelli che amano il nostro meraviglioso sport.
SPORTNEWS.SNAI.IT. Per tutti quelli che amano scommettere sottorete, da non perdere l’appuntamento settimanale su sportnews.snai.it, dove mi diletto a fare pronostici sia sul campionato maschile che su quello femminile. Ci vediamo (anche) lì.
Buona pallavolo a tutti!
 
pallavolo maschile femminile, analisi schemi pallavolo, risultati partite campionato volley, coppe europee volley, statistiche volley, regole pallavolo, volley Italia