volley news, campionato italiano pallavolo serie A, foto giocatori volley maschile, immagini giocatrici pallavolo femminile, volley mercato, regole pallavolo


volley news, campionato italiano pallavolo a1 a2, beach volley, foto volley, immagini, giocatori pallavolo, giocatrici, volley mercato, nazionale italiana pallavolo, squadre volley
Home
Olimpiadi di Rio 2016
Il volley
Parliamo di volley
Campionato maschile
Campionato femminile
Attivitą internazionale
Coppe europee
Beach volley
Volley mercato
Volley Story e interviste
Eventi
Volley in Tv
Editoriali
Regolamento del volley
Libri
DallariVolley.com sostiene
Cerca
Mappa e guida

novità volley, nazionale italiana volley, tornei beach volley, risultati pallavolo, analisi schemi volley, volley Italia, pallavolo italiana


Guida al Volley 2019
EDITORIALE


17.02.2019 -  Obiettivo su Superlega e campionato femminile con la mente rivolta alle nazionali - di Lorenzo Dallari

Samuele Papi, il presidente federale Pietro Bruno Cattaneo e il ct Gianlorenzo Blengini
Mentre non si è ancora spenta la eco della splendida Coppa Italia maschile che ha regalato uno spettacolo straordinario a Casalecchio di Reno, è tornata la Superlega con l'ottava giornata del girone di ritorno. E subito ha regalato risultati di rilievo.
MODENA IN CRISI. Domenica sera Civitanova ha letteralmente travolto gli emiliani concedendo davvero pochissimo alla squadra diJulio Velasco, costretta a rinunciare per un mesetto a Micah Christenson (operato al ginocchio sinistro e sostituto in regia dall'olandese Wessel Keemink): 3-0 in un'ora e un quarto con 17 punti dell'mvp Sokolov e 16 di Leal, e tutti negli spogliatoi. Adesso l'Azimut, alla quinta sconfitta consecutiva, è stata raggiunta in quarta posizione da una scatenata Milano, galvanizzata dall'ottava vittoria di fila collezionata contro Siena, sconfitta 3-1 con 21 del solito Abdel-Aziz e 17 di Maar. I toscani hanno sempre più un piede in A2, ma il presidente Bisogno sogna di avere una Superlega a 14 squadre il prossimo anno. In seconda posizione con 50 punti ci sono affiancate la Lube e Trento, che però deve giocare lunedì sera il posticipo a Verona dando vita al vibrante derby dell'Adige (Kaziyski ritrova la squadra con la quale ha fatto la storia recente). Prima da sola in vetta con 54 punti è sempre Perugia, che nel testa-coda con Castellana non ha concesso nulla ai pugliesi: 3-0 con 22 punti di Atanasijevic Leon tenuto a riposo. Continua a macinare gioco e punti Padova, vincitrice per 3-0 di Vibo, sulla cui panchina ha esordito Daniele Bagnoli, mentre Monza ha violato con lo stesso punteggio in campo di Sora (cui non sono bastati i 19 punti di Petkovic, miglior realizzatore del campionato con 447 punti). Ravenna ha invece piegato Latina 15-12 al tie break a Cisterna trascinata dai 34 punti di un incontenibile Rychlicki. Mancano ancora 5 giornate alla fine della Regular Season e tanti giochi sono ancora aperti. Sabato sera interessante anticipo della nona di ritorno Trento-Padova, mentre domenica tengono banco Monza-Perugia e la sfida importante Verona-Milano.
ESTATE AZZURRA. Siamo molto curiosi di vedere le convocazioni di Chicco Blengini per l'estate azzurra, che vivrà il momento-clou con il torneo di qualificazione olimpica che vedrà l’Italia impegnata a Bari con Serbia, Camerun e Australia (e un sol posto disponibile per andare in Giappone). Ci saranno tanti giovani inseriti nel gruppo dal ct, questo è certo, che verranno provati durante la Volleyball Nations League, a partire probabilmente da Gardini e da Lavia. La domanda che sta caratterizzando il mondo del volley maschile da tempo riguarda gli schiacciatori: il problema è noto da tempo, e l’infortunio di Randazzo (appena operato e out per diversi mesi) ha complicato non poco la situazione. L’unico punto fermo è Filippo Lanza, per il resto solo tanti dubbi. Del resto se date un’occhiata alle prime squadre della Superlega, è proprio lui l’unico italiano che gioca titolare (a Perugia). Per il resto in campo ci sono solo martelli stranieri… Le soluzioni al momento più accreditate solo due: o torna Juantorena, che il ct e Samuele Papi  (nuovo dirigente accompagnatore della nazionale maschile) stanno cercando di convincere (ma credo sarà molto difficile che ciò si verifichi, almeno per quest'anno), oppure si potrebbe riprovare con Zaytsev di mano e con Vettori da opposto. Fallire l'obiettivo di agosto potrebbe essere davvero pericolosissimo, perché poi l'ultima chance quasi proibitiva sarebbe a gennaio 2020, con un solo posto a disposizione e una concorrenza spietata. Questo è pertanto il focus dell'estate, ben più importante dell'Europeo nel quale sarebbe comunque opportuno salire sul podio… Questo lo sanno bene anche il presidente federale Cattaneo e tutto il suo entourage.
PANATHLON CREMONESE. Martedì sera sarò al Panathlon di Cremona per parlar di pallavolo insieme al ct della nazionale maschile Blengini e a quello della nazionale femminile Davide Mazzanti: una bella opportunità per divulgare il nostro verbo. E per conoscere il loro parere in merito alla situazione della pallavolo italiana.
DUO DI TESTA.Nel massimo campionato femminile comanda il duo Conegliano-Novara appaiato a quota 46: le campionesse d'Italia nella settima di ritorno hanno battuto 3-0 Filottrano con 16 punti di Lowe e 13 a testa per Hill, De Krujf e Folie(che sta recuperando la forma), mentre le piemontesi che hanno appena trionfato in Coppa Italia hanno superato Firenze per 3-0 con 17 della bomber Paola Egonu (miglior realizzatrice della serie A1 con 384 punti). A tenere sempre banco è il suo destino futuro: pare sempre più probabile che resti in Italia e non vada in Turchia, con destinazione Conegliano o Scandicci. Le toscane domenica hanno piegato 3-1 Monza con 21 della Haak e 17 della capitana Lucia Bosetti e sono terze con 42 punti, 7 in più della coppia Busto Arsizio-Casalmaggiore: le farfalle di Mencarelli hanno annichilito il Club Italia, solitario fanalino di coda in solitaria con 2 soli punti, mentre la formazione di Gaspari ha vinto 3-1 a Chieri con 22 della mvp Carcaces. Sabato sera tutti gli obiettivi sono puntati sui due anticipi Monza-Novara Scandicci-Busto
OSCAR DEL BASKET. Lunedì avrò invece il piacere di condurre per la 15a volta a Quattro Castella vicino a Reggio Emilia la consegna dei riconoscimenti ai migliori protagonisti dell’ultima stagione cestistica alla presenza di tantissimi personaggi. Con il fiore all’occhiello del Ministro della Pubblica Istruzione Marco Bussetti, grandissimo appassionato di sport e di basket in particolare (ma anche di pallavolo). La mia speranza è che presto possano essere ripristinati anche gli Oscar del Volley
A TEMPO DI SOCIAL. Noi ci vediamo ogni giorno sui social: non solo su Facebook, dove c'è la mia nuova pagina di personaggio pubblico dove potete seguire news e interviste e dove vi invito a mettere il vostro like, ma anche su Twitter e su Instagram. I numeri delle visualizzazioni stanno crescendo a vista d’occhio.
Buona pallavolo a tutti!
14.02.2019 -  Una festa straordinaria, con numeri da capogiro - di lorenzo Dallari

La commissione per la Hall of Fame italiana di pallavolo
Non si è ancora comprensibilmente spenta la eco del fantastico weekend che ha caratterizzato la Final Four della Del Monte Coppa Italia a Casaleccho di Reno. Uno spettacolo a dir poco fantastico.
NUMERI DI DA CAPOGIRO. L’atmosfera che si è respirata per due giorni è stata davvero magica: passione, correttezza, voglia di divertirsi, piacere di gustarsi la pallavolo stellare che le quattro protagoniste hanno assicurato. Senza dimenticare ovviamente la bellissima finale di serie A2, che ha regalato une esempio da additare ad esempio. Fox Fei è stato autore di una prestazione maiuscola: 31 punti che gli hanno consentito di superare i 10.000 punti in carriera. Una partita da incorniciare avvalorata dal fatto di aver giocato con un dito rotto in un piede. Un fenomeno, come spero ne possano nascere altri. L’ho sottolineato anche detto durante l’intervista che gli ho fatto a beneficio del pubblico domenica nel bellissimo impianto bolognese: uno dei tanti momenti che ha confermato quanto la pallavolo sia davvero un mondo unico e speciale. E passiamo alle tante cifre da mettere in evidenza. Ben 18.000 gli spettatori in due giorni, record per le manifestazioni organizzate dalla Lega Volley nella Unipol Arena. Con un incasso di 288.000 euro: per la Final Four di due anni fa gli spettatori erano stati 16.500 per un incasso di quasi 260.000 euro. TV: RAI Sport ha fatto registrare nel weekend una media di oltre 660.000 telespettatori, con la finale che ha fatto segnare all’Auditel una media di 279.766. Molto bene. Social: #delmontecoppa è stato tra i trend topic su Twitter sia sabato che domenica, 80.000 sono stati gli account unici raggiunti sul canale Instagram “Legavolley” nella settimana di Coppa, oltre 2.000.000 le impression su Instagram e 93.000 di copertura post su Facebook nella indimenticabile settimana appena conclusa. Ma soprattutto c’è un numero che spesso viene ignorato, ovvero il numero di interventi di Polizia e Carabinieri durante la due giorni di grande pallavolo. Zero! La pallavolo è davvero un mondo speciale.
KAZIYSKI. Domenica a Bologna c’era… il mondo. Chi non passava certo inosservato era il sempre più gigantesco Lubo Ganev, ieri campione sul campo e oggi vicepresidente della Federazione Bulgara. Mi ha manifestato tutto il suo compiacimento per il ritorno sulla loro panchina di Silvano Prandi (e come dargli torto del resto?) e mi ha confermato che stanno facendo di tutti per convincere Matej a tornare a vestire la maglia della nazionale. Il torneo di qualificazione olimpico che giocheranno in casa (9-11 agosto, con Brasile, Egitto e Portorico) per loro è molto importante e non vogliono lasciare nulla di intentato…
SCHIACCIATORI. L’appuntamento con il torneo di qualificazione olimpica sarà il momento-clou anche dell’estate azzurra, con l’Italia impegnata a Bari con Serbia. Camerun e Australia (e un sol posto disponibile per andare in Giappone). La domanda delle domande è da tempo sempre la solita: con quali schiacciatori giocherà Blengini? Il problema è noto da tempo, e l’infortunio di Randazzo (appena operato e out per diversi mesi) ha complicato non poco la situazione. L’unico punto fermo è Filippo Lanza, per il resto solo tanti dubbi. Del resto se date un’occhiata alle prime squadre della Superlega, è proprio lui l’unico italiano che gioca titolare. Per il resto in campo ci sono solo martelli stranieri… Le soluzioni al momento più accreditate solo due: o torna Juantorena, che il ct e Samuele Papi  (nuovo dirigente accompagnatore della nazionale maschile) stanno cercando di convincere, oppure riprovare con Zaytsev di mano e con Vettori da opposto. Tra un po’ avremo la risposta a questo importante quesito…
HALL OF FAME. In occasione della Final Four di Bologna si è riunita la commissione che dovrà decidere i nomi dei personaggi legati alla storia della pallavolo che avranno il prestigio di entrare nella Hall Of Fame italiana. Devo ammettere che si sta parlando della storia di questo sport, in ogni ruolo: giocatori, dirigenti, arbitri. La premiazione avrà luogo sabato 23 marzo al Salone d’onore del Coni alla presenza di Giorgetti e di Malagò.
OSCAR DEL BASKET. Lunedì avrò il piacere di condurre per la 15a volta a Quattro castella vicino a Reggio Emilia la consegna dei riconoscimenti ai migliori protagonisti dell’ultima stagione cestistica: tanti i personaggi presenti, tanti i presidenti, della Lega di serie A, della Lega Nazionale e della Lega Femminile. Con il fiore all’occhiello del Ministro della Pubblica Istruzione Marco Bussetti, grandissimo appassionato di sport e di basket in particolare (ma anche di pallavolo). La mia speranza è che presto possano essere ripristinati anche gli Oscar del Volley
PANATHON CREMONESE. Martedì sera sarò poi al Panathon di Cremona per parlar di pallavolo insieme al ct della nazionale femminile Davide Mazzanti: una bella opportunità per divulgare il nostro verbo. E io quando si tratta di farlo rispondo sempre presente.
A TEMPO DI SOCIAL. Noi ci vediamo ogni giorno sui social: non solo su Facebook, dove c'è la mia nuova pagina di personaggio pubblico dove potete seguire news e interviste e dove vi invito a mettere il vostro like, ma anche su Twitter e su Instagram. I numeri delle visualizzazioni stanno crescendo a vista d’occhio.
Buona pallavolo a tutti!
10.02.2019 -  A Perugia e Piacenza la Coppa Italia nella festa del volley - di Lorenzo Dallari

La Sir Safety Conad Perugia festeggia la conquista della Coppa Italia 2019 di SuperLega
È stata una grande festa, la grande festa della pallavolo. 
PERUGIA-BIS. La Sir Safety ha battuto 15-13 al tie-break la Lube Civitanova al termine di una partita bellissima, intensa, entusiasmante, caratterizzata da mille emozioni. Pronti via e la squadra di Fefè de Giorgi sì è portata avanti con merito 2-0 aggiudicandosi i primi due set con un doppio 25-21. Poi i campioni d’Italia hanno riordinato le idee, si sono imposti nel terzo parziale, molto incerto, per 26-24. E nel quarto grazie a un turno in battuta di Leon sul finale risultato decisivo: 25-23 è tutto rimandato al tie-break, vinto 15-13 dagli umbri di Lorenzo Bernardi regalando grandissime giocate e pathos infinito. È stata una finale straordinaria che ha onorato il nostro meraviglioso sport e divertito i 9.000 tifosi che hanno gremito la Unipol arena di Casalecchio di Reno.
FUORICLASSE. In campo si sono ammirate tutte le stelle più luminose del firmamento internazionale, capaci di interpretare la pallavolo in maniera  strepitosa. Sia Perugia che Civitanova hanno allestito quest’anno organici stellari, e lo spettacolo che ha caratterizzato la due giorni bolognese a confermato che qui si può davvero gustare la pallavolo più bella del mondo.
MVP. Il riconoscimento di miglior giocatore in assoluto della Final Four della Coppa Italia è andato al formidabile martello cubano Leon, un fenomeno dal potenziale atletico da extraterrestre. “Deve essere considerato illegale“ mi ha detto qualche amico durante la partita di finale. E devo riconoscere che simpaticamente la definizione gli si addice. Lo schiacciatore perugino ha chiuso con 26 punti e il 52% di positività offensiva. 18 punti li ha firmati il solito Atanasijevic, 12 Lanza e 11 Ricci, decisivo nel quarto set con i suoi primi tempi. Dall’altra parte della rete non sono invece bastati i 25 punti di un eccellente Sokolov e 17 di un concreto Juantorena.
CHI RIDE E CHI PIANGE. Perugia sorride per il quarto trofeo messo in bacheca negli ultimi due anni, sollevando al cielo la seconda Coppa Italia conquistata dopo quella festeggiata a Bari. Civitanova invece deve riflettere attentamente sulla settima finale persa di fila. Obiettivamente un pò troppo, indipendentemente dai motivi e dalle circostanze, soprattutto se si considera l’incredibile potenzialità dei marchigiani guidati ora da Fefè De Giorgi.
LE ESCLUSE. In semifinale sono uscite Modena e Trento, eliminate rispettivamente da Perugia e da Civitanova anche se in maniera completamente differente. I gialloblu di Velasco si sono arresi in tre set palesando qualche difficoltà di troppo nei singoli e nel gioco d’insieme, mentre i dolomitici di Lorenzetti hanno lottato maniera leonina per cinque set ma alla fine hanno pagato le precarie condizioni di Giannelli e soprattutto di Lisinac. Per loro l’appuntamento è giocoforza rimandato ai play-off scudetto dopo aver trionfato nella Supercoppa e nel Mondiale per Club.
PIACENZA IN FESTA. La Coppa Italia di Serie A2 è invece andata agli emiliani di Massimo Botti al termine di uno splendido match con Bergamo durato cinque vibranti set. L’autentico trascinatore dei biancorossi è stato l’eterno Alessandro Fox Fei, autore di bene 31 punti e capace di superare la soglia dei 10.000 punti realizzati nella sua strepitosa carriera. Un risultato pazzesco, ulteriormente avvalorato dall’essere sceso in campo con un dito fratturato in un piede. Un esempio straordinario di forza di volontà e di classe sopraffina. La debuttante Piacenza al primo anno in serie A2 ha subito saputo cogliere un risultato di prestigio dimostrando di aver allestito un gruppo che può sognare di conquistare in fretta un posto nell’elite del volley italiano.
PUBBLICO DA RECORD. Per due giorni la Unipol Arena è stata letteralmente presa d’assalto dal popolo del volley: tutto esaurito sia sabato che domenica per regalare uno spettacolo nello spettacolo, con tifosi provenienti da tutte le parti d’Italia che hanno regalato momenti di straordinaria sportività dimostrando ancora una volta che la pallavolo è un mondo davvero speciale. È stata un’esplosione continua di correttezza, divertimento, passione infinita: un esempio che tutto lo sport italiano dovrebbe imitare
ORGANIZZAZIONE PERFETTA. Voto 30 e lode alla Lega Pallavolo maschile per quanto a saputo a realizzare in occasione di questa Final Four: due giorni che hanno confermato quanto questa macchina sia consolidata ed estrema.
A TEMPO DI SOCIAL. Noi anche durante la Coppa Italia ci vediamo ogni giorno sui social: non solo su Facebook, dove c'è la mia nuova pagina di personaggio pubblico dove potete seguire news e interviste e dove vi invito a mettere il vostro like, ma anche su Twitter e su Instagram. I numeri delle visualizzazioni stanno crescendo a vista d’occhio.
Buona pallavolo a tutti!
05.02.2019 -  Coppa Italia maschile a Bologna: un evento da non perdere per nulla al mondo! - di Lorenzo Dallari

Lorenzo Dallari e Massimo Righi, A.D. della Lega maschile serie A, con le 2 Coppe Italia
Tutti a Bologna per un fine settimana indimenticabile. La Unipol Arena di Casalecchio di Reno sabato e domenica sarà il teatro della Final Four della Del Monte Coppa Italia maschile, un evento da non perdere per tantissime ragioni.
MAGIC FOUR. In campo ci saranno le quattro squadre che stanno dominando il campionato, già protagoniste della finale dello scorso anno a Bari e dell’ultima Supercoppa a Perugia: in ordine di classifica si tratta di Perugia, detentrice del trofeo, di Trento campione del mondo, dell’ambiziosa corrazzata Civitanova e della blasonata Modena. Quattro formazioni eccellenti, in grado di regalare uno spettacolo unico. Dando uno sguardo all’albo d’oro di questa prestigiosa manifestazione spiccano le 21 vittorie ottenute in totale da queste società. Non credo necessitino ulteriori commenti.
DREAM TEAM. In campo ci saranno tutti i campioni più acclamati del firmamento internazionale. Se ogni tifoso volesse fare il proprio sestetto ideale attingerebbe di certo dagli straordinari giocatori in campo per la Coppa Italia: a palleggiare Christenson, Bruno, Giannelli e De Cecco. Nel ruolo di opposto Zaytsev, Atanasijevic, Sokolov e Vettori. Come liberi Grebennikov, Colaci, Rossini e il giovane promettente Balaso. Al centro tutti i più forti, da Stankovic e Simon, da Lisinac a Candellaro, da Podrascanin a Holt, da Anzani a Mazzone. A schiacciare tutti i top: credo basti citare il trio meraviglia caraibico Leal-Leon-Juantorena. Neanche a un Mondiale c’è una concentrazione di stelle del genere.
PUBBLICO DA RECORD. Sono in pratica già stati venduti tutti i biglietti, con tantissimi tifosi provenienti da ogni parte d’Italia, non solo dalle quattro città impegnate in campo: previste 9.000 persone sia sabato che domenica. La pallavolo di vertice piace, eccome se piace.
BOLOGNA E IL VOLLEY. Pur essendo da sempre “Basket city”, il capoluogo emiliano è al centro di una regione che pulsa di pallavolo, che proprio qui ha avuto i natali in Italia. Ben 41 dei 73 scudetti finora assegnati sono stati festeggiati proprio da squadre emiliano-romagnole: l’amore trova una giustificazione concreta nella storia.
ORGANIZZAZIONE SUPER. La Lega maschile rappresenta garanzia di qualità organizzativa grazie alla propria macchina rodata e affidabile. Proprio per questo sarà un evento straordinario, ricco di sorprese, osservato e studiato da tutto il mondo del volley anche oltre confine.
LE PARTITE. Chiudo con lo spettacolo in campo: sabato le due semifinali saranno alle 15.30 Perugia-Modena e alle 18.00 Trento-Civitanova, entrambe bellissime, ricche di pathos e di equilibrio. Domenica si giocherà alle 14.30 la finale della Coppa Italia di A2 tra Piacenza e Bergamo, cui farà seguito alle 18.00 il match che assegnerà un trofeo molto ambito e sempre più prestigioso.
A TEMPO DI SOCIAL. Noi anche durante la Coppa Italia ci vediamo ogni giorno sui social: non solo su Facebook, dove c'è la mia nuova pagina di personaggio pubblico dove potete seguire news e interviste e dove vi invito a mettere il vostro like, ma anche su Twitter e su Instagram. I numeri delle visualizzazioni stanno crescendo a vista d’occhio.
Buona pallavolo e buona Coppa Italia a tutti!
03.02.2019 -  Novara e Sassuolo festeggiano la Coppa Italia femminile, nel weekend si gioca quella maschile - di Lorenzo Dallari

Novara festeggia la Verona la Coppa Italia femminile
E' stata davvero una festa bellissima quella di Verona: la Coppa Italia femminile ha regalato due partite al cardiopalma davanti al pubblico delle grandi occasioni.
NOVARA BIS. Le piemontesi hanno centrato il loro secondo successo consecutivo battendo in finale 15-13 al tie break una coriacea Conegliano, riuscita a portarsi avanti 2-1 ma poi incapace di sbagliare la matassa del gioco impostato da Letizia Camera: la regista alessandrina è entrata al posto di una spenta Carlini e ha cambiato letteralmente il volto alla partita, guidando la sua squadra al terzo successo della sua storia in questa manifestazione e ricevendo con merito il riconoscimento di mvp. Una grande soddisfazione per Massimo Barbolini, alla sua ottava Coppa Italia festeggiata in altrettante finali disputate. Molto bene Paola Egonu (29 punti alla fine per il bomber azzurro), mentre nelle file venete encomiabile la prestazione di Miriam Sylla, davvero mai doma. Complimenti a entrambe le protagoniste di una partita molto intensa, che ho avuto il privilegio di gustarmi insieme al ct della nazionale Davide Mazzanti e che ha regalato tantissime emozioni agli oltre 4.500 spettatori presenti nel palasport scaligero. Una grande festa pe rilasciata nostro sport, come sempre esempio di correttezza comportamentale da parte di tutti: giocatrici, dirigenti, allenatori e pubblico.
SASSUOLO IN FESTA. La Coppa Italia di A2 è andata invece ad arricchire la bacheca della giovane Sassuolo, ottimamente orchestrata in panchina da Enrico Barbolini (omonimo ma non parente del tecnico di Novara): le emiliane sono riuscite a spuntarla 17-15 al tie break su Mondovì al termine di cinque set tiratissimi e giocati su ottimi livelli. Miglior giocatrice è stata premiata con merito un'eccellente Josephine Obossa.
COPPA ITALIA MASCHILE. Nel prossimo fine settimana sarà invece il momento della bellissima Final Four di Coppa Italia maschile, organizzata alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno, a due passi da Bologna. Sabato 9 febbraio alle 15.30 la prima semifinale offrirà la partitissima Sir Safety Conad Perugia-Azimut Leo Shoes Modena, mentre alle 18.00 la seconda, incerta semifinale sarà Itas Trentino-Lube Civitanova. Domenica 10 febbraio alle 14.30 si giocherà la finale della Coppa Italia di A2 Olimpia Bergamo-Gas Sales Piacenza e alle 18.00 verrà assegnata la Del Monte Coppa Italia di Superlega. Già quasi tutto esaurito per una due giorni attesissima che la Lega maschile ha ideato con tante sorprese: l'evento è da non perdere per nulla al mondo.
PERUGIA INSISTE. Le quattro protagoniste dell'evento bolognese sono le quattro squadre che capeggiano la classifica della Superlega. Gli umbri di Lorenzo Bernardi sono primi in solitaria con 51 punti dopo aver violato per 3-1 il campo di Modena nella ghiotta anticipazione della semifinale di Coppa Italia: micidiali in battuta, i campioni d'Italia hanno scardinato spesso la linea di ricezione gialloblu trovando spesso in Leon il giustiziere implacabile dalla linea di 9 metri. Per lui 19 punti e il riconoscimento di migliore in campo, per Atanasijevic 27 punti e tanta grattacapi al muro avversario. Al secondo posto con 50 punti insiste Trento, capace di battere con un facile 3-0 Castellana, sempre più sola a chiudere il gruppo con soli 6 punti: i dolomitici di Lorenzetti giocano una gran bella pallavolo e hanno nuovamente trovato in Uros Kovacevic il loro principale terminale offensivo (16 punti e titolo di mvp). Terza con 47 punti è Civitanova, passata indenne senza problemi dal campo di Sora (con Leal mvp), quarta con 42 punti è sempre Modena e al quinto posto insiste Milano, ora a quota 39 dopo aver violato d'autorità Monza aggiudicandosi in soli 89 minuti di gioco il derby meneghino (Maar 19 punti, l'mvp Abdel-Aziz 16). Sesta è Verona, andata a vincere con un netto 3-0 a Ravenna sotto gli occhi di Karch Kiraly con Kaziyski mvp. Il campionato sta sempre più delineando il suo volto. Con Latina praticamente salva grazie al 3-1 con il quale è andata a vincere a Vibo, adesso il discorso per la salvezza riguarda proprio i calabresi, Sora e Siena, sconfitta a domicilio 15-11 al tie break ad opera di Padova dopo aver recuperato il momentaneo vantaggio di 2-0 del sestetto di Baldovin.
GUIDA AL VOLLEY 2019. Se volete ricevere la Guida al Volley 2019realizzata per l’edizione numero 28 interamente a colori, cliccate sul banner che trovate in questa home page e trovate tutte le informazioni utili.
A TEMPO DI SOCIAL. Noi ci vediamo ogni giorno sui social, dove trovate tante news sul mondo del volley: non solo su Facebook, dove c'è la mia nuova pagina di personaggio pubblico dove potete seguire news e interviste e dove vi invito a mettere il vostro like, ma anche su Twitter e su Instagram. I numeri delle visualizzazioni stanno crescendo a vista d’occhio. E di questo vi ringrazio.
Buona pallavolo a tutti!
27.01.2019 -  Perugia capolista della SuperLega, Scandicci leader in A1 femminile - di Lorenzo Dallari

L'esultanza dei giocatori di Trento, leader della classifica in Superlega
Campionato, Coppa Italia, nazionali... pronti, via!
PERUGIA CAPOLISTA. Dopo 6 giornate del girone di ritorno in Superlega continua a comandare il gruppo in solitaria Perugia, capace di domare senza eccessivi patemi Vibo per 3-0 con 13 punti di Atanasijevic e 12 di Leon, le sue due micidiali bocche da fuoco ben orchestrate dall'mvp De Cecco. Gli umbri sono in vetta alla classifica con 48 punti, uno in più di Trento, passata d'autorità a Cisterna battendo 3-0 Latina con 19 punti dell'mvp Russell. Terza posizione sempre più consolidata per Civitanova a quota 44: la Lube ha annichilito Monza per 3-0 con 17 punti di Leal e capitan Stankovic migliore in campo, facendo tesoro della paura patita in settimana contro in Coppa Italia proprio contro i brianzoli, piegati 19-17 al tie break dopo che il sestetto di Soli ha vanificato la bellezza di 6 palle match. Quarta con 42 punti è Modena, costretta a cedere un punto sul campo di Padova: è finita 22-20 al termine di un vibrante tie break per la formazione emiliana, che ha avuto 25 punti dal finalmente ritrovato Zaytsev e 18 dalla certezza Urnaut, premiato mvp. Quinta con 36 punti è Milano, che nel posticipo di martedì a Busto Arsizio ha faticato assai per piegare 3-2 in rimonta una combattiva Sora, capace di portarsi avanti 2-0 con una partenza-razzo. Sesta a quota 32 è Verona, riuscita a piegare per 3-1 Siena con 15 punti dell'mvp Solé e 12 di Boyer (miglior realizzatore del campionato con 387 punti): sulla panchina dei toscani è tornato Cichello al posto di Zanini, ma l'Emma Villas è sempre penultima con 11 punti, davanti solo a Castellana Grotte: i pugliesi sono in fondo a quota 6 e hanno rimandato ancora l'appuntamento con la vittoria cedendo 3-1 a una coriacea Ravenna sospinta da Rychlicki, autore di 25 punti, e da un determinato Poglajen, il migliore in assoluto. Domenica tutti gli obiettivi sono puntati sul big match Modena-Perugia, ma da non perdere è anche il derby Monza-Milano.  
​SCANDICCI PRIMA.
Approfittando dello scivolone casalingo di Novara con Conegliano, le toscane di Carlo Parisi sono diventate le leader solitarie della classifica di A1 femminile con 39 punti andando a vincere con estrema facilità per 3-0 a Milano contro il Club Italia. Alle spalle di Scandicci, che nel turno infrasettimanale riposa, ci sono Novara e Conegliano affiancate a quota 37. Insomma, la lotta al vertice è davvero equilibrata e appassionante. Ferma Busto Arsizio, quarta adesso è Monza, andata a vincere 3-1 a Chieri con 25 punti della Orthmann. Martedì nell'anticipo della 18a giornata Bergamo è stata sconfitta in casa per 3-0 da Conegliano, mercoledì Casalmaggiore ha vinto 3-0 a Filottrano (che ha preso la Partenio al posto della Di Iulio, passata al Vakifbank Ankara) e Busto ha regolato con lo stesso punteggio Chieri, mentre Novara ha ceduto un set al Club Italia e Cuneo ha superato 3-2 Brescia. Giovedì si gioca il posticipo Monza-Firenze. 
COPPA ITALIA FEMMINILE.
 Nel week end è in programma a Verona la Final Four della Coppa Italia femminile, che vedrà protagoniste le migliori formazioni del campionato. Sabato 2 alle 18.00 la prima semifinale vedrà in campo Igor Novara-Unet E-Work Busto Arsizio, mentre la seconda attesissima sfida sarà Savino Del Bene Scandicci-Imoco Conegliano. Domenica alle 14.30 si giocherà la finale della Coppa Italia di A2 Mondovì-Sassuolo, e alle 18.00 scatterà il faccia a faccia che assegnerà il trofeo più ambito. Lo spettacolo è assicurato.
COPPA ITALIA MASCHILE. La settimana successiva sarà poi il momento della bellissima Final Four di Coppa Italia maschile, organizzata alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno, a due passi da Bologna. Sabato 9 febbraio alle 15.30 la prima semifinale offrirà la partitissima Sir Safety Conad Perugia-Azimut Leo Shoes Modena e alle 18.00 la seconda, incerta semifinale sarà Itas Trentino-Lube Civitanova. Domenica 10 febbraio alle 14.30 si giocherà la finale della Coppa Italia di A2 Olimpia Bergamo-Gas Sales Piacenza e alle 18.00 verrà assegnata la Del Monte Coppa Italia di Superlega. Mercoledì a Bologna presso la sala Tassinari di Palazzo d’Accursio si è svolta la conferenza stampa di presentazione di uno degli eventi più importanti della stagione: la Lega maschile ha ideato una due giorni da non perdere per nulla al mondo.
NAZIONALE MASCHILE. Gli azzurri si raduneranno in collegiale a Roma dal 6 al 13 maggio, poi dopo un’altra settimana di allenamenti inizieranno il loro cammino nella Volleyball Nations League, di scena dal 31 maggio al 30 giugno. Conclusa la VNL, i ragazzi di Blengini prepareranno il torneo di qualificazione olimpica, in programma dal 9 all'11 agosto a Bari. L’ultima fase della stagione si svolgerà a Cavalese in vista del Campionato Europeo, giocato dal 12 al 29 settembre: l'Italia sarà impegnata nel girone di Montpellier con Portogallo, Grecia, Romania, Bulgaria e Francia. La Federazione ha reso noti i nomi dei dirigenti che seguiranno gli azzurri: sono quelli di Samuele Papi e di Giacomo Giretto.
NAZIONALE FEMMINILE. 
Il primo collegiale delle azzurre è fissato dal 22 aprile al 9 maggio a Milano. Dal 12 al 18 maggio le ragazze di Mazzanti saranno impegnate nel tradizionale Torneo di Montreux, poi nella Volleyball Nations League dal 21 maggio al 20 giugno. L’obiettivo successivo sarà il torneo di qualificazione olimpica in programma dal 2 al 4 agosto a Catania. Da metà agosto in poi l'Italia preparerà il Campionato Europeo, in programma dal 23 agosto all'8 settembre. Le azzurre sono state inserite nel girone B di Lodz insieme a Polonia, Belgio, Ucraina, Portogallo e Slovenia. Una cosa seria ma non impossibile. Intanto pare sempre più probabile che Libenzio Conti, a lungo responsabile di tutte le nazionali, dalla prossima estate di occuperà full time solo di quella femminile affiancato da un team manager.
MAZZANTI PROF. Mercoledì il ct Davide Mazzanti e Piercesare Secchi, docente di Statistica presso il Politecnico di Milano, hanno dialogato sul tema "Sport 2.0-Tra big data e gestione del talento" per capire quale possa essere l’approccio migliore per valorizzare sia i big data che il patrimonio umano e tecnico che un allenatore si trova oggi a disposizione. L'incontro, organizzato nell'ambito del ciclo Arte e Scienza nel quale vengono mesi a confronto i protagonisti della cultura artistica e scientifica, italiana e internazionale, ha spaziato dagli scenari presenti a quelli futuri del mondo del lavoro. Due ore molto interessanti e coinvolgenti, durante le quali sono emersi diversi spunti brillanti per le riflessioni dei tanti studenti e docenti presenti.
GUIDA AL VOLLEY 2019. Se volete ricevere la Guida al Volley 2019realizzata per l’edizione numero 28 interamente a colori, cliccate sul banner che trovate in questa home page e trovate tutte le informazioni utili.
A TEMPO DI SOCIAL. Noi ci vediamo ogni giorno sui social, dove trovate tante news sul mondo del volley: non solo su Facebook, dove c'è la mia nuova pagina di personaggio pubblico dove potete seguire news e interviste e dove vi invito a mettere il vostro like, ma anche su Twitter e su Instagram. I numeri delle visualizzazioni stanno crescendo a vista d’occhio. E di questo vi ringrazio.
Buona pallavolo a tutti!
20.01.2019 -  Civitanova passa a Trento in SuperLega, tempo di Coppa Italia maschile e femminile - di Lorenzo Dallari

Un attacco vincente del cubano Leal di Civitanova elude il muro di Trento
Cinque giornate nel girone di ritorno della SuperLega per confermare che... regna l'equilibrio!
RISCATTO LUBE. Trento ha interrotto la striscia vincente di 21 successi arrendendosi a Civitanova davanti al proprio pubblico dolomitico: lo scontro al vertice è finito 3-1 per la squadra di Fefè De Giorgi, capace di cambiare letteralmente volto ai biancorossi dopo il suo arrivo. Per i biancorossi decisivi i due bomber grandi ex: 22 i punti per l'mvp Sokolov e 16 per Juantorena, e terzo posto in classifica consolidato con 41 punti. I trentini di Lorenzetti li precedono a quota 44 e hanno perso la testa del gruppo: adesso si trovano a una sola lunghezza da Perugia, tornata leader della classifica grazie al 3-0 con il quale si è imposta davanti ai 3.600 tifosi di Siena (per l'mvp Atanasijevic 22 punti). I toscani restano così invischiati nelle zone basse, al penultimo posto con 11 punti, davanti solo a Castellana Grotte: una situazione complicata che ha indotto il presidente Bisogno a richiamare Cichello al posto di Zanini (e poco dopo si è dimesso il dg Sacripanti). I pugliesi di Vincenzo Di Pinto sono sempre ultimi da soli e non sono ancora riusciti ad assaporare la vittoria da quando hanno cambiato allenatore: nel turno infrasettimanale hanno lottato caparbiamente, ma alla fine si sono arresi a Milano per 3-2 (l'mvp Clevenot 25, Maar 24, Abdel-Aziz 17). Quarta è Modena a quota 40 in virtù del 3-0 inflitto alla Latina dell'ex allenatore Tubertini, quinta è la sorprendente Milano e sesta Verona, andata a violare il campo di Veroli piegando Sora per 3-1 (l'mvp Kaziyski e Manavinezhad 16 punti a testa, 18 per l'opposto francese Boyer, bottino che lo consacra leader della graduatoria dei migliori realizzatori con 357 punti). Settima è Padova, passata indenne da Monza (ottava) con una prova di forza: 3-1 per i veneti di Baldovin, con 17 punti del portoricano Torres, migliore in campo. Nona è Ravenna, scivolata a Vibo Valentia 3-1. Continuano i colpi di scena du tanti campi d'Italia.  
COPPA ITALIA MASCHILE. 
Mercoledì sono andati in scena due incontri dei quarti di finale della Del Monte Coppa Italia maschile: i detentori del trofeo di Perugia hanno regolato Padova per 3-1 (Leon mvp, 24 punti) mentre Trento ha archiviato in tre set la pratica con Verona (Russell mvp, 17 punti). Giovedì sera Modena ha superato Milano per 3-1 davanti a oltre 4.000 spettatori (Bednorz mvp, 23 punti), mentre Civitanova ha faticato 5 set prima di regolare Monza per 19-17 al tie break (Sokolov 24 punti, Leal 19, Simon 17 e il titolo di mvp). Intanto la Lega Maschile ha messo in moto la macchina operativa per deliziare tutti gli appassionati di pallavolo in occasione della Final Four che si giocherà alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno. Sabato 9 febbraio la prima semifinale Perugia-Modena inizierà alle 15.30 e la seconda Trento-Civitanova alle 18.00, mentre domenica la finale scatterà alle 18.00 preceduta dall'atto conclusivo della Coppa Italia di A2 giocato alle 14.30: in campo si sfideranno Piacenza e Bergamo, che in semifinale hanno eliminato rispettivamente Brescia Mondovì. I biglietti sono già disponibili per assistere a uno spettacolo entusiasmante: cliccate sul banner a lato e trovate tutte le info.
COPPA ITALIA ROSA. Sarà Verona ad accogliere la Final Four della Coppa Italia femminile sabato 2 e domenica 3 febbraio. Protagoniste delle semifinali saranno Scandicci, Novara, Busto Arsizio e Conegliano, ovvero il gotha del volley rosa italiano. La squadra di Parisi ha eliminato Firenze nel derby toscano pur perdendo il match di ritorno 3-2 (Sorokaite 22) dopo aver vinto gara 1 per 3-0. Le campionesse d'Italia hanno messo fuori gioco Monza battendo le brianzole 3-0 al Palaverde e 3-1 al PalaCandy (Lowe 19, Hill 14). Il sestetto di Barbolini ha messo fuori gioco Cuneo imponendosi nel derby piemontese prima 3-0 e poi 3-1 (Egonu 13, Plak 11). Lunedì sera la formazione di Parisi ha completato il lotto delle presenti a questo attesissimo e importante appuntamento battendo Casalmaggiore nel derby lombardo per 3-1. Le due semifinali saranno Novara-Busto e Conegliano-Scandicci. Nel prossimo week end torna il campionato proponendo la quarta giornata del girone di ritorno: tutti i riflettori sono puntati sulla supersfida Novara-Conegliano, ripetizione dell'ultima finale scudetto. Domenica debutteranno poi due nuove palleggiatrici: la croata Bernarda Brcic acquistata da Filottrano e la statunitense Jordan Poulter, scelta da Chieri che ha risolto consensualmente il contratto con Luca Secchi.
AZZURRI EUROPEI. La Federazione Europea ha reso noto il calendario della prima fase della rassegna continentale in programma dal 12 al 29 settembre 2019 in ben quattro paesi: Francia, Belgio, Slovenia e Olanda. Gli azzurri sono stati inseriti nella pool A in programma a Montpellier, dove affronteranno nell'ordine Portogallo, Grecia, Romania, Bulgaria e Francia. Un girone impegnativo, ma non proibitivo. Il sogno sarà di salire sul podio, anche se la squadra verrà rinnovata dal ct Blengini e dovrà fare a meno di Juantorena, prezioso terminale offensivo dell'Italia.
SOGNANDO TOKYO. Il focus del 2019 sarà comunque rappresentato dai tornei di qualificazione in vista del torneo olimpico del 2020. Nel mese di agosto si svolgeranno sei tornei (composti da 4 squadre ciascuno): la prima classificata di ogni torneo staccherà il visto per i Giochi giapponesi. Gli azzurri giocheranno dal 9 all’11 agosto nel girone C con Serbia, Australia e Cameroon. Attenzione ovviamente ai serbi, già giustizieri dell'Italia nel recente Mondiale. Le azzurre, impegnate dal 2 al 4 agosto, sono state invece inserite nel girone F con Olanda, Belgio e Kenya. Non facilissimo ma neppure impossibile. E’ molto probabile che entrambi i gironi vengono organizzati in Italia: in palio c'è una posta troppo importante per tutto il movimento e la Fipav non deve lasciare nulla di intentato pur di raggiungerlo.
STAFF AZZURRI. La Federazione sta rinnovando gli staff che seguiranno le nazionali: non saranno più dipendenti ma collaboratori esterni. I nomi non sono ancora stati resi noti, ma un manager e Samuele Papi dovrebbero occuparsi della nazionale maschile, con Libenzio Conti dedicato full time a quella femminile. Intanto Sciascia ha comunicato sui social che si occuperà solo di beach volley e di sitting volley.
GUIDA AL VOLLEY 2019. Se volete ricevere la Guida al Volley 2019realizzata per l’edizione numero 28 interamente a colori, cliccate sul banner che trovate in questa home page e trovate tutte le informazioni utili.
A TEMPO DI SOCIAL. Noi ci vediamo ogni giorno sui social, dove trovate tante news sul mondo del volley: non solo su Facebook, dove c'è la mia nuova pagina di personaggio pubblico dove potete seguire news e interviste e dove vi invito a mettere il vostro like, ma anche su Twitter e su Instagram. I numeri delle visualizzazioni stanno crescendo a vista d’occhio. E di questo vi ringrazio.
Buona pallavolo a tutti!
13.01.2019 -  A Milano una giornata indimenticabile per la pallavolo - di Lorenzo Dallari

Dallari con Ivano Fusaro,Marco Bussetti,Antonio Rossi,Massimo Righi,Roberta Guaineri e Lucio Fusaro
Da dove iniziamo questa settimana? Senza dubbio dal successo incredibile di pubblico fatto registrare al Forum di Assago in occasione di Milano-Modena.
LA SPINTA DEI 12.343. Tanti sono stati gli spettatori che hanno gremito gli spalti per applaudire la brillante affermazione della Revivre sull’Azimut facendo registrare il record di presenze per una partita di regular season: un 3-0 nettissimo, che ha confermato la crescita dei ragazzi di Giani e le difficoltà che stanno attraversando quelli di Velasco, con l’allievo che stavolta ha superato il maestro, ma che ha soprattutto confermato per l’ennesima volta la agia del volley, uno sport incredibilmente catalizzante, bello, accattivante, pulito, energizzante. Una macchia multicolor festante che ha confermato di quanto i nostri tifosi siano speciali, intelligenti, coinvolgenti e soprattutto passionalmente corretti. Insomma, l’esatto contrario di quello che avvine spesso altrove. Quella di domenica è stata una festa meravigliosa, un ghiotto assaggio di quello che potrà accadere nella prossima stagione quando Milano, che ha giocato una partita eccellente e ha trovato in Adel-Aziz il suo principale terminale offensivo, potrà finalmente giocare le sue partite interne al Palalido. Una gioia immensa per il presidente Lucio Fusaro, che ha visto avversarsi un sogno e concretizzarsi tanti sforzi. Una soddisfazione incredibile condivisa con le tante autorità politiche presenti al Forum, dal Ministro della Pubblica Istruzione Marco Bussetti al Sottosegretario della Regione Lombardia Antonio Rossi all’Assessore dallo sport del Comune Roberta Guianeri, che alla fine mi ha detto scherzano “Adesso il Palalido è insufficente per la Powervolley…”. Una giornata indimenticabile per chi ama la pallavolo, indipendentemente dalla propria squadra del cuore.
TRENTO LEADER. Intanto la formazione dolomitica di Angelo Lorenzetti continua a guidare la classifica da sola con 44 punti, due in più di Perugia. L’Itas ha vinto senza tanti problemi per 3-0 a Vibo Valentia con Lisinac mvp, mentre la Sir Safety con 16 punti del solito Leon nell’anticipo di sabato si è imposta 3-1 su Civitanova, sempre terza con 38 punti. Per la squadra di Bernardi un successo importante dopo il passo falso di Trento. Quarta è Modena quota 37, quinta la sempre più concreta Milano a 32. Sesta è Verona, passata 3-1 con Castellana Grotte, solitario fanalino di coda: migliore in campo è stato premiato l’opposto francese Boyer, autore di 24 punti e ora miglior realizzatore del campionato con 357 punti. Molto bene anche Kaziyski, autore pure dell’ace che ha chiuso il match: da quando è arrivato lui alla corte di Grbic, la Calzedonia ha letteralmente cambiato volto. Settima è Monza, scivolata 3-2 a Ravenna, nella cui file Rychlicki ha chiuso con 25 punti redendo vano nelle file brianzole il recupero dell’ex Buchegger (14 punti per l’austriaco alla fine). Ottava è Padova, riuscita a piegare Sora 15-6 al tie break dopo essersi fatta annullare il vantaggio inziale di 2-0. Per chiudere la disamina della quarta giornata di ritorno in Superlega, la vittoria di Latina sul campo di Siena: è finita 3-2 per i pontini con Simone Parodi premiato mvp dopo essere tornato nel ruolo di attaccante in conseguenza dell’arrivo dell’argentino Santucci a ricoprire il ruolo di libero (Tosi ha problemi a un’anca e ha preferito risolvere il contratto). Domenica bellissima la sfida Trento-Civitanova, da non perdere per nulla al mondo.
COPPA ITALIA MASCHILE. La Lega maschile ha reso noto il ghiotto programma che potrà deliziare tutti gli appassionati di pallavolo in occasione della Final Four della Del Monte Coppa Italia in programma alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno. Sabato 9 febbraio la prima semifinale si giocherà alle 15.30 e la seconda alle 18.00, mentre domenica la finale andrà in scena alle 18.00 preceduta dall'atto conclusivo della Coppa Italia di A2 giocato alle 14.30. I biglietti sono già disponibili per assistere a uno spettacolo entusiasmante.
TRA CAMPIONATO E COPPA. La quindicesima giornata del massimo campionato femminile ha applaudito il ritorno al successo di Novara dopo lo stop con Scandicci: le piemontesi di Massimo Barbolini sono andate a vincere in quel di Bergamo per 3-1 con 21 punti di Paola Egonu e continuano a capeggiare la classifica con 37 punti. Ne ha solo uno in meno Scandicci, costretta a dare il meglio di sé per avere la meglio di una coriacea Chieri: 3-1 per le toscane di Carlo Parisi, con 19 punti di Isabelle Haak (miglior realizzatrice del campionato con 319 punti). Terza è Conegliano, capace di superare 3-1 Monza al Palaverde in un faccia a faccia che si ripeterà in Coppa Italia: Hill 19 punti, Lowe, Danesi e Sylla 14 a testa. Busto Arsizio è tornata quarta domando per 3-0 Cuneo in un’ora e 20 minuti premiando il libero Leonardi mvp. E intanto è saltata la panchina di Luca Secchi, che ha risolto consensualmente il contratto con Chieri. Adesso la serie A1 si ferma per lasciare spazio ai quarti di finale della Coppa Italia: martedì Scandicci si è aggiudicata per 3-1 il derby toscano con Firenze, mercoledì Novara ha vinto con facilità il derby piemontese con Cuneo e Busto Arsizio quello lombardo con Casalmaggiore per 3-1, mentre Conegliano ha espugnato Monza con un perentorio 3-0. Nel weekend è poi il momento degli incontri di ritorno a campi invertiti.
SOGNANDO TOKYO. La Federazione Internazionale ha reso noto la composizione dei tornei di qualificazione in vista del torneo olimpico del 2020, cui parteciperanno 12 formazioni maschili e 12 femminili. Nel mese di agosto si svolgeranno sei tornei (composti da 4 squadre ciascuno): la prima classificata di ogni torneo staccherà il visto per i Giochi giapponesi. Le azzurre, impegnate dal 2 al 4 agosto, sono state inserite nel girone F con Olanda, Belgio e Kenya. Non facilissimo. Gli azzurri giocheranno invece dal 9 all’11 agosto nel girone C con Serbia, Australia e Cameroon. Attenzione ovviamente ai serbi. E’ molto probabile che entrambi i gironi vengono organizzati in Italia: l’obiettivo è davvero troppo importante per tutto il movimento e la Fipav non deve lasciare nulla di intentato pur di raggiungerlo… Poi ovviamente dovrà essere il campo ad emettere verdetti come sempre inappellabili: e qui il ruolo decisivo lo svolgeranno Blengini, Mazzanti e tutti i loro atleti.
MONDIALE DONNE. La Federazione Internazionale ha anche deciso di assegnare il prossimo Mondiale femminile, quello del 2022, alla Polonia e all’Olanda, dove verranno disputate le fasi finali. La Federazione Italiana, che sta per cambiare gli staff di entrambe la nazionali maggiori, è stata in lizza per l’organizzazione ma alla fine ha deciso di rinunciare a un evento che abbiamo già visto nei nostri palasport nel 2014.
GUIDA AL VOLLEY 2019. Se volete ricevere la Guida al Volley 2019, realizzata per l’edizione numero 28 interamente a colori, cliccate sul banner che trovate in questa home page e trovate tutte le informazioni utili.
A TEMPO DI SOCIAL. Noi ci vediamo ogni giorno sui social, dove trovate tante news sul mondo del volley: non solo su Facebook, dove c'è la mia nuova pagina di personaggio pubblico dove potete seguire news e interviste e dove vi invito a mettere il vostro like, ma anche su Twitter e su Instagram. I numeri delle visualizzazioni stanno crescendo a vista d’occhio. E di questo vi ringrazio.
Buona pallavolo a tutti!
09.01.2019 -  Trento superlativa in Superlega, Scandicci incalza Novara in A1 femminile - di Lorenzo Dallari

Le giocatrici di Scandicci esultano per la vittoria conquistata a Novara
Eccoci qui, cari amici della pallavolo. Innanzi tutto Buon Anno, con la speranza che arrivino tante gioie sottorete.
SUPER TRENTO. Il 2019 è iniziato con alcune novità di rilievo. Trento ha battuto nettamente Perugia nel big match terza di ritorno in Superlega e ha infilato la vittoria numero 19 di fila tra campionato, Champions e Mondiale per Club: la squadra di Angelo Lorenzetti, che pian piano sta ritrovando anche un Vettori formato-azzurro, sta esprimendo un’eccellente pallavolo e ha conquistato la testa della classifica spodestando dopo più di un anno gli attuali campioni d’Italia, cui non è bastato l’extraterrestre Leon. Lorenzo Bernardi si è espresso con chiarezza e fermezza su Facebook: secondo lui qualcuno è sceso dal carro della Sir Safety e adesso il suo gruppo deve dimostrare coesione per superare un momento non semplice. Sabato ci sarà per gli umbri un altro test significativo contro Civitanova, questa volta davanti al proprio pubblico: sbagliare potrebbe davvero fare infuriare il presidente Sirci. La Lube dal canto suo ha rimesso in organico Jiry Kovar dopo la squalifica per dar man forte al reparto dei martelli, e Fefè De Giorgi lo ha già gettato nella mischia domenica nella complicata sfida contro Verona: è terminata 15-12 al tie break per i marchigiani dopo che i veneti si erano portati avanti 2-1 grazie ai muri dell’argentino Solé (ben 6!), alla classe del bulgaro Kaziyski, che ha cambiato letteralmente volto alla Calzedonia, e agli attacchi dell’opposto francese Boyer (secondo nella classifica dei migliori realizzatori con 333 punti, due in meno del marocchino di Vibo Al Hachdadi). Trento è prima con 41 punti, Perugia seconda con 39, Civitanova terza con 38 e Modena quarta con 37: insomma, sono tutte lì vicine come era del resto nelle previsioni della vigilia… Anche gli emiliani di Velasco, capaci di far proprio per 3-0 il derby con Ravenna (priva del suo bomber Rychlicki, impegnato in nazionale) davanti ancora una volta a 5.000 tifosi: premiato di nuovo mvp il giovane talento polacco Mednorz. Tiene il ritmo pure Milano, passata 3-1 a Cisterna contro Latina con Clevenot superstar: la Revivre ha sempre più consolidato il quinto posto e per domenica ha organizzato la grande festa al Forum di Assago, dove arriva Modena e dove ci saranno più di 10.000 spettatori. Un antipasto di quello che accadrà il prossimo anno, quando i milanesi potranno finalmente giocare al Palalido. In coda non è invece cambiato nulla, visto Castellana ha perso 3-0 in casa con Padova restando ultima in solitaria e che Vibo, Sora e Siena hanno visto rinviate a inizio febbraio le proprie partite. I botti di fine anno insomma non sono ancora finiti…
COPPA ITALIA MASCHILE. La Lega maschile ha reso noto il ghiotto programma che potrà deliziare tutti gli appassionati di pallavolo in occasione della Final Four della Del Monte Coppa Italia in programma alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno. Sabato 9 febbraio la prima semifinale si giocherà alle 15.30 e la seconda alle 18.00, mentre domenica la finale andrà in scena alle 18.00 preceduta dall'atto conclusivo della Coppa Italia di A2 giocato alle 14.30. I biglietti sono già disponibili per assistere a uno spettacolo entusiasmante.
COLPO SCANDICCI. La quindicesima giornata del massimo campionato femminile è stata caratterizzata dal successo ottenuto da Scandicci sul campo di Novara: è finita 3-2 per le toscane di Carlo Parisi, che adesso sono seconde a un sol punto dell’Igor capolista, davanti a tutti con 34 punti. Bellissimo il confronto tra Paola Egonu (con il nuovo look), che ha messo a segno ben 44 punti e Isabelle Haak, che di punti ne ha realizzati 37 compreso quello che ha chiuso il match (ora è leader tra le migliori realizzatrici a quota  263). Molto bene mercoledì sera anche Bergamo, che dopo un avvio decisamente stentato ha trovato il ritmo giusto e sta togliendosi tante soddisfazioni: l’ultima vittima è stata Casalmaggiore, piegata 15-9 al tie break dopo che la squadra di Gaspari aveva saputo recuperare dallo 0-2 iniziale. Le lombarde di Bertini hanno avuto 24 punti dalla polacca Smarzek e pian piano stanno risalendo la classifica: ora si trovano all’ottavo posto, in zona play off. Bel colpo di Firenze contro Brescia, la squadra del momento: 3-0 per le toscane di Caprara, che hanno avuto l’mvp nella serba Mina Popovic (15 punti con l’81% in attacco). Giovedì sera sfida molto combattuta a Monza, con Busto Arsizio capace di imporsi 15-10 nel derby lombardo nonostante i 23 punti della solita Ortolani e i 20 della Begic: eccellente prova in regia di Alessia Orro davanti al ct Mazzanti. Le brianzole di Falasca restano comunque al quarto posto con 27 punti, uno in più delle farfalle di Mencarelli. Domenica bel faccia a faccia Bergamo-Novara, ma interessante è anche Casalmaggiore-Firenze.
SOGNANDO TOKYO. La Federazione Internazionale ha reso noto la composizione dei tornei di qualificazione in vista del torneo olimpico del 2020, cui parteciperanno 12 formazioni maschili e 12 femminili. Nel mese di agosto si svolgeranno sei tornei (composti da 4 squadre ciascuno): la prima classificata di ogni torneo staccherà il visto per i Giochi giapponesi. Le azzurre, impegnate dal 2 al 4 agosto, sono state inserite nel girone F con Olanda, Belgio e Kenya. Non facilissimo. Gli azzurri giocheranno invece dal 9 all’11 agosto nel girone C con Serbia, Australia e Cameroon. Attenzione ovviamente ai serbi. E’ molto probabile che entrambi i gironi vengono organizzati in Italia: l’obiettivo è davvero troppo importante per tutto il movimento e la Fipav non deve lasciare nulla di intentato pur di raggiungerlo… Poi ovviamente dovrà essere il campo ad emettere verdetti come sempre inappellabili: e qui il ruolo decisivo lo svolgeranno Blengini, Mazzanti e tutti i loro atleti.
GUIDA AL VOLLEY 2019. Se volete ricevere la Guida al Volley 2019, realizzata per l’edizione numero 28 interamente a colori, cliccate sul banner che trovate in questa home page e trovate tutte le informazioni utili.
A TEMPO DI SOCIAL. Noi ci vediamo ogni giorno sui social, dove trovate tante news sul mondo del volley: non solo su Facebook, dove c'è la mia nuova pagina di personaggio pubblico dove potete seguire news e interviste e dove vi invito a mettere il vostro like, ma anche su Twitter e su Instagram. I numeri delle visualizzazioni stanno crescendo a vista d’occhio. E di questo vi ringrazio.
Buona pallavolo e tanti cari auguri di Buon Anno a tutti!
06.01.2019 -  Trento vola in Superlega, Brescia sorpresa in A1 femminile - di Lorenzo Dallari

Il muro Vettori-Candellaro-Russell si oppone a Leon
Eccoci qui, cari amici della pallavolo. Innanzi tutto Buon Anno, con la speranza che arrivino tante gioie sottorete.
SUPER TRENTO. Il 2019 è iniziato con alcune novità di rilievo. Trento ha battuto nettamente Perugia nel big match terza di ritorno in Superlega e ha infilato la vittoria numero 19 di fila tra campionato, Champions e Mondiale per Club: la squadra di Angelo Lorenzetti, che pian piano sta ritrovando anche un Vettori formato-azzurro, sta esprimendo un’eccellente pallavolo e ha conquistato la testa della classifica spodestando dopo più di un anno gli attuali campioni d’Italia, cui non è bastato l’extraterrestre Leon. Lorenzo Bernardi si è espresso con chiarezza e fermezza su Facebook: secondo lui qualcuno è sceso dal carro della Sir Safety e adesso il suo gruppo deve dimostrare coesione per superare un momento non semplice. Sabato ci sarà per gli umbri un altro test significativo contro Civitanova, questa volta davanti al proprio pubblico: sbagliare potrebbe davvero fare infuriare il presidente Sirci. La Lube dal canto suo ha rimesso in organico Jiry Kovar dopo la squalifica per dar man forte al reparto dei martelli, e Fefè De Giorgi lo ha già gettato nella mischia domenica nella complicata sfida contro Verona: è terminata 15-12 al tie break per i marchigiani dopo che i veneti si erano portati avanti 2-1 grazie ai muri dell’argentino Solé (ben 6!), alla classe del bulgaro Kaziyski, che ha cambiato letteralmente volto alla Calzedonia, e agli attacchi dell’opposto francese Boyer (secondo nella classifica dei migliori realizzatori con 333 punti, due in meno del marocchino di Vibo Al Hachdadi). Trento è prima con 41 punti, Perugia seconda con 39, Civitanova terza con 38 e Modena quarta con 37: insomma, sono tutte lì vicine come era del resto nelle previsioni della vigilia… Anche gli emiliani di Velasco, capaci di far proprio per 3-0 il derby con Ravenna (priva del suo bomber Rychlicki, impegnato in nazionale) davanti ancora una volta a 5.000 tifosi: premiato di nuovo mvp il giovane talento polacco Mednorz. Tiene il ritmo pure Milano, passata 3-1 a Cisterna contro Latina con Clevenot superstar: la Revivre ha sempre più consolidato il quinto posto e per domenica ha organizzato la grande festa al Forum di Assago, dove arriva Modena e dove ci saranno più di 10.000 spettatori. Un antipasto di quello che accadrà il prossimo anno, quando i milanesi potranno finalmente giocare al Palalido. In coda non è invece cambiato nulla, visto Castellana ha perso 3-0 in casa con Padova restando ultima in solitaria e che Vibo, Sora e Siena hanno visto rinviate a inizio febbraio le proprie partite. I botti di fine anno insomma non sono ancora finiti…
BRESCIA SQUADRA DEL MOMENTO. Dopo aver vinto a Treviso contro Conegliano, la sempre più sorprendente Brescia ha battuto anche la capolista Novara: al PalaGeorge di Montichiari è finita 15-13 al tie break per il sestetto di Mazzola, che ha avuto 22 da un’eccellente Nicoletti. Le piemontesi di Massimo Barbolini restano comunque in vetta alla classifica con 33 punti, due in più di Scandicci e di Conegliano: le toscane di Parisi hanno annichilito Filottrano, mentre le campionesse d’Italia hanno vinto sul campo di Casalmaggiore per 3-0 con 17 punti della Fabris e 13 della Hill. Quarta da sola è Monza, passata senza tanti problemi al Centro Pavesi contro il Club Italia, sempre in fondo al gruppo in solitaria, e quinta è Busto Arsizio, cui non è bastato ritrovare l’efficienza dalla Meijners: priva di Herbots e Grobelna, impegnate in nazionale, le farfalle di Mencarelli sono state piegate in casa dalla sempre più effervescente Bergamo per 3-1. Mercoledì sera tutti in campo: da non perdere la supersfida Novara-Scandicci e il derby Bergamo-Casalmaggiore, mentre l’atteso faccia a faccia Monza-Busto va in scena giovedì sera.
GUIDA AL VOLLEY 2019. Se volete ricevere la Guida al Volley 2019, realizzata per l’edizione numero 28 interamente a colori, cliccate sul banner che trovate in questa home page e trovate tutte le informazioni utili.
A TEMPO DI SOCIAL. Noi ci vediamo ogni giorno sui social, dove trovate tante news sul mondo del volley: non solo su Facebook, dove c'è la mia nuova pagina di personaggio pubblico dove potete seguire news e interviste e dove vi invito a mettere il vostro like, ma anche su Twitter e su Instagram. I numeri delle visualizzazioni stanno crescendo a vista d’occhio. E di questo vi ringrazio.
Buona pallavolo e tanti cari auguri di Buon Anno a tutti!
 
pallavolo maschile femminile, analisi schemi pallavolo, risultati partite campionato volley, coppe europee volley, statistiche volley, regole pallavolo, volley Italia