La tua guida al volley
La tua guida al volleyLa pallavolo è un virus che si inocula nel dna e dal quale non si guarisce più.
La tua guida al volley
La tua guida al volleyLa pallavolo è un virus che si inocula nel dna e dal quale non si guarisce più.
La tua guida al volley
La tua guida al volleyLa pallavolo è un virus che si inocula nel dna e dal quale non si guarisce più.
La tua guida al volley
La tua guida al volleyLa pallavolo è un virus che si inocula nel dna e dal quale non si guarisce più.
La tua guida al volley
La tua guida al volleyLa pallavolo è un virus che si inocula nel dna e dal quale non si guarisce più.
La tua guida al volley
La tua guida al volleyLa pallavolo è un virus che si inocula nel dna e dal quale non si guarisce più.
La tua guida al volley
La tua guida al volleyLa pallavolo è un virus che si inocula nel dna e dal quale non si guarisce più.
Editoriali

02/04/2020Il nostro pensiero dedicato a…

Dedicato ai tanti, anzi troppi cari che purtroppo ci hanno lasciato. 
Dedicato a chi è in prima linea a sacrificare le proprie vite per preservare la vita altrui. 
Dedicato ai nostri figli, comprensibilmente spauriti, smarriti, sconcertati.
Dedicato a medici, infermieri, addetti alla Croce Rossa, Protezione Civile, quelli che oggi vengono chiamati “i nostri eroi”.
Dedicato a tutti gli operatori sanitari che non tornano a casa neanche per dormire qualche ora con lo scopo di contenere il rischio di contagiare i propri famigliari.
Dedicato ai ricercatori di tutto il mondo, perché trovino presto il vaccino capace di sconfiggere questo maledetto nemico oscuro.
Dedicato a chi capirà che per contenere il contagio da Covid-19 bisogna applicare la tecnologia come hanno fatti altri Paesi.
Dedicato a tutti quelli che ancora una volta hanno dimostrato sensibilità con le loro donazioni, fondamentali per la gestione di questo incubo.
Dedicato agli artigiani e ai volontari che hanno tempo e risorse per costruire soluzione di emergenza in tutta Italia.
Dedicato a Piacenza e a Bergamo, le città italiane più dilaniate dal dolore.

28/03/2020La situazione è sempre più preoccupante

Più passa il tempo e più crescono in me i dubbi e la preoccupazione, come del resto anche in gran parte degli italiani. Mi pare di capire però che questo non capiti a tutti, visto quello che succedendo. E’ evidente che sia più che mai minato il Sistema-Paese, e pertanto bisogna fare qualcosa. In fretta. Al di là delle ideologie politiche, al di là delle stupide beghe da cortile che caratterizzano da sempre i salotti televisivi e purtroppo anche le aule del nostro Parlamento. Qui in ballo c’è il presente di tutti noi e soprattutto il futuro di tutti i nostri figli. Al di là dei proclami (spesso sterili), è il momento di fare qualcosa di concreto. In fretta, lo ribadisco. A me sinceramente - dotato di intelligenza e di cultura nella norma - non pare sinceramente così difficile da capire. Vi prego, dateci motivi concreti per riprendere a sperare. E non ho detto a sognare…
TANTI INTERROGATIVI-BIS. Sono giorni che fatico a prender sonno perché la mia mente è in continuo subbuglio, piena zeppa di interrogativi purtroppo quasi sempre senza risposta. Perché non sappiamo ancora adesso cosa è successo davvero? Perché ho la sensazione che continuano a non raccontarcela giusta? Perché in Lombardia e in Emilia il contagio è così alto e l’incidenza della mortalità al di fuori di ogni logica? 

22/03/2020La terza guerra mondiale

Stiamo vivendo la più grande crisi globale della nostra generazione, in un clima surreale di terrore: coprifuoco con altoparlanti che invitano a restare in casa, bollettino dei morti quotidiano come accadeva ai tempi di Radio Londra, strade (quasi ovunque) deserte, campane che da più parti rintoccano a lutto interrompendo silenzi che mettono i brividi. Purtroppo stavolta non si tratta di un film di fantascienza, ma della nostra triste e preoccupante realtà. Stiamo vivendo la terza guerra mondiale, non vedo altre chiavi di lettura: l’unica differenza rispetto al passato consiste nel fatto che non ci stiamo stupidamente sparando l’un l’altro, in quanto il nostro nemico comune è un maledetto virus tanto subdolo quanto contagioso. E non è vero che andrà tutto bene, perché comunque vada a finire – sperando che vada a finire presto – non è andata affatto bene.
visualizza tutti
News

Campionato maschile02/04/2020Lunedì le Consulte per le valutazioni sui Campionati maschili

Preso atto del nuovo Decreto del Presidente del Consiglio firmato ieri, che proroga le misure restrittive contro la diffusione del Coronavirus fino al 13 aprile, si è riunito oggi in videoconferenza il Consiglio di Amministrazione della Lega Pallavolo Serie A.
Valutate anche le dichiarazioni odierne del Ministro Spadafora circa una possibile ripartenza dello sport a maggio, sono state convocate per lunedì le tre Consulte per valutazioni sul prosieguo delle stagioni.

Campionato maschile02/04/2020Emma Villas: solidarietà all’Ospedale Le Scotte

Emma Villas, in un momento così difficile e allo scopo di fornire un sostegno alla realtà del territorio a cui appartiene, ha deciso di donare 5.600 mascherine all’Ospedale Santa Maria Le Scotte di Siena perché il personale sanitario, impegnato ogni giorno in prima linea per tutelare la salute di noi tutti anche mettendo a rischio la propria, possa lavorare in condizioni di sicurezza.
“Credo che il principio di Emma Villas, in tutte le sue forme, - dichiara il CEO dell’azienda e Presidente del Club Emma Villas Aubay Siena Giammarco Bisogno - sia legato ad un forte elemento di solidarietà e ad un principio sociale di vicinanza a tutte le persone e gli enti che le sono intorno. È sicuramente un momento difficile ma sapremo reagire”.

Campionato maschile31/03/2020“Muriamolo”, l’iniziativa grafica contro il Coronavirus firmata dalla Tonno Callipo

Qualche giorno fa abbiamo lanciato il nostro messaggio di unione e resistenza nella lotta al Coronavirus. Lo abbiamo fatto attraverso un’illustrazione a colori, volendo affidarci alla potenza comunicativa dell’immagine: arriva a tutti e può essere molto veloce, parla un linguaggio trasversale e arriva subito al cuore e al cervello. Così è stato. Il riscontro che abbiamo ottenuto è a dir poco sorprendente. Abbiamo da subito percepito che quelle figure colorate erano state più “eloquenti” di mille parole. Ci siamo sentiti una squadra con le tante persone che, da ogni parte d’Italia, hanno risposto positivamente al nostro invito di rimanere a casa con l’obiettivo comune di fermare il contagio del Covid-19. Molti ci hanno scritto, hanno apprezzato l’idea, l’hanno accolta con entusiasmo e fatta propria. E non abbiamo catturato l’attenzione solo di persone provenienti dal mondo dello sport e della pallavolo. 

Campionato maschile31/03/2020CdA Lega maschile: attenderemo il Governo per decidere sul Campionato

Il Consiglio di Amministrazione della Lega Pallavolo Serie A, riunitosi in videoconferenza in data odierna, dopo avere ascoltato il Presidente della Fipav, Avv. Bruno Cattaneo, ha ribadito, in conformità a quanto deciso nelle precedenti riunioni, di attendere il prossimo Decreto che sarà emanato dal Governo prima di assumere le opportune decisioni in ordine all’eventuale prosecuzione dei Campionati di Serie A.

Attività internazionale31/03/2020Le parole di Cattaneo e Mazzanti: l'Italia rinuncia alla Volleyball Nations League

Ieri sera nell'intervento su Rai Radio 1, nella trasmissione Zona Cesarini, sono intervenuti il presidente Pietro Bruno Cattaneo e il ct Davide Mazzanti. Il numero uno federale e il tecnico azzurro hanno affrontato tanti i temi, tra i quali: l'attuale situazione dello sport italiano e della pallavolo, le misure d'emergenza adottate, il rinvio dei Giochi Olimpici al 2021.
Pietro Bruno Cattaneo ha detto che "La situazione è difficile, avevamo auspicato che le Olimpiadi venissero spostate, un anno è il periodo giusto. Abbiamo rinunciato al World Tour di beach volley di Roma e oggi abbiamo ufficialmente scritto che rinunciamo a partecipare alla Volleyball Nations League, sarebbe stato impossibile partecipare a questo evento quando sono spostati gli spostamenti e ci sono tante altre restrizioni".
Davide Mazzanti sul rinvio della data delle Olimpiadi: "Non c'erano le situazioni per poter giocare in sicurezza, rimandare le olimpiadi di un anno è stata la scelta giusta".

Campionato maschile31/03/2020L'Unione Europea è fallita, facciamo l'Europadi Edoardo Dallari

Questa Europa, l’Unione Europea franco-tedesca, è ormai una “morta carcassa” priva di spirito, un cadavere in putrefazione. Potrà, forse, tirare a campare ancora per un po', ma è fallita. Le sparate di Christine Lagarde sullo spread, l’uscita di Ursula Von Der Leyen sui coronabonds, le insistenze del Nord sul Mes, sono i titoli di coda di un pessimo film. Se già con la Brexit qualcosa si sarebbe dovuto intuire, con la pandemia globale l’implosione dell’Ue è palese. Il re è nudo. E a denudarlo sono stati i cosiddetti europeisti, che ora in coro si scoprono offesi e traditi dalla Madre Europa. Si era tanto preoccupati di contenere le cosiddette forze “populiste” che non si ha avuto l’onestà intellettuale e il coraggio di mettere in discussione lo status quo e di riflettere sul fatto che a non funzionare è la struttura stessa dell’Unione. 
Non serviva di certo il coronavirus per capire che l’Ue era in crisi. 
Sigla.com - Internet Partner