15^ giornata di A1 femminile: Conegliano vince a Bolzano, nel week end le altre partite

02/02/2017

15^ giornata di A1 femminile: Conegliano vince a Bolzano, nel week end le altre partite
Tre punti in cassaforte, decima vittoria consecutiva in campionato e momentaneo primato in classifica: è questo il resoconto della serata per l'Imoco Volley Conegliano, impegnata al PalaResia contro il Sudtirol Bolzano nell'anticipo della 15^ giornata della Samsung Gear Volley Cup. Le pantere liquidano in tre set la pratica arancioblù: le altoatesine hanno, comunque, dato del filo da torcere alle trevigiane, soprattutto nel corso del secondo set, dove si è giocato ad oltranza sino al 26-24 griffato gialloblù. Conegliano, ora, attende il verdetto del big match di questo turno: domenica, infatti, la Pomì Casalmaggiore, ora a un punto di distanza in classifica dall'Imoco, ospiterà al PalaRadi l'Igor Gorgonzola Novara, terza forza del campionato di Serie A1.
Tra le pantere non c’e’ Bricio, out per una tonsillite, ma fa il suo esordio Kelsey Robinson, la stella statunitense tornata oggi a vestire la maglia gialloblù dopo l’esperienza in Cina, dimostrando da subito la sua classe dopo il suo ingresso a metà del secondo set.
Il primo set vede una prima fase di studio (3-3), poi l’Imoco si scatena e allunga con una serie importante (3-9) che piega subito la resistenza delle altoatesine. Malinov si scatena (anche a muro) e imbecca le sue centrali, Danesi risponde presente, Robin De Kruijf è straripante in attacco e nel fermare le schiacciatrici avversarie: in un battibaleno, con il contributo in attacco anche di Ortolani e Cella, le Pantere volano 6-16 e mettono l’ipoteca sul set. Rossi ci prova per la squadra di casa, ma l’attacco gialloblù funziona alla grande e concretizza le buone difese di De Gennaro e compagne: 14-25 nel primo set.
Bolzano parte bene nel secondo parziale, dimostrando carattere: Bauer e Papa trascinano le padrone di casa sul 4-1, ma l’Imoco, tirato un po’ il fiato, torna subito sotto con Cella e una vivace Danesi. La Sudtirol marcia spedita con il muro e le botte di Rossi, Bolzano allunga, entra e fa il suo esordio-bis con la maglia dell’Imoco la Robinson, con le altoatesine che volano anche sul +5 (17-12). Bauer e compagne combattono, ma il biglietto da visita di Kelsey si sente, eccome: Conegliano recupera punto su punto. C’e'anche Fawcett per Ortolani e l’opposta USA mette anche il suo mattone (3 punti pesanti), l’Imoco aggancia a quota 21 dimostrando carattere ancora una volta. Malinov va a muro, Danesi e una super De Kruijf firmano anche il sorpasso 21-22. La gara si accende, Nel corpo a corpo finale, dopo due set point, la cinica Imoco si porta a casa anche il secondo, molto più sofferto set per 24-26.
Terzo set: l’equilibrio continua, coach Mazzanti aziona le “sliding doors” e rigetta nella mischia Serena Ortolani, poi si vedono in campo anche altri due assi nella “manica” della panchina lunga delle Pantere, Kasia Skorupa e Jenny Barazza. Tutte danno il loro contributo sostanzioso, mentre prende ritmo Kelsey Robinson che mostra di non aver perso assolutamente lo smalto, anzi. L’Imoco sorpassa nella fase centrale del set (12-15) e prova a volare via, ma l’accoppiata Papa-Gamma con l’aiuto di Rossi tengono in careggiata la sempre combattiva compagine altoatesina (16-18). Robinson (8 punti in un set e mezzo, il 46% in attacco e anche 2 muri) è già ben inserita e contrattacca bene, Danesi replica (12 punti e il 63% per la centrale bresciana) e insieme lasciano indietro la Sudtirol (16-20), lanciando lo sprint con un buon vantaggio. Sul 16-21 arriva un break di casa, 3-0 e set riaperto (19-21). Conegliano risponde ancora con Robinson, èd la neo arrivata a suonare la carica. Finale incerto, ma ha ragione la squadra più esperta e che sbaglia meno (10 errori-punto per Bolzano contro i 3 delle Pantere): entra anche Silvia Fiori per il “giro dietro” e con dodici Pantere utilizzate in campo si chiude 22-25 un altra prova di maturità e di forza della squadra di coach Mazzanti, alla decima in fila in campionato

IL TABELLINO
SUDTIROL BOLZANO - IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 0-3 (14-25, 24-26, 22-25)
SUDTIROL BOLZANO: Bruno (L), Rossi Matuszkova 12, Bauer 4, Papa 11, Pincerato, Popovic-gamma 10, Zambelli 7. Non entrate Bertone, Spinello, Bartsch. All. Salvagni
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Ortolani 4, Robinson 8, Malinov 5, Cella 4, Skorupa, Fiori, De Gennaro (L), Danesi 12, Costagrande 5, Fawcett 3, De Kruijf 11, Barazza 1. All. Mazzanti
ARBITRI: Venturi, Goitre
NOTE - durata set: 19', 30', 26'; tot: 75'.

IL PROGRAMMA DELLA 15^ GIORNATA DI SERIE A1 FEMMINILE
Giovedì 2 febbraio, ore 20.30 (diretta LVF TV)

Sudtirol Bolzano - Imoco Volley Conegliano 0-3 (14-25, 24-26, 22-25)
ARBITRI: Venturi-Goitre  ADDETTO VIDEO CHECK: Spiazzi
Sabato 4 febbraio, ore 20.30 (diretta Rai Sport HD)
Foppapedretti Bergamo - Liu Jo Nordmeccanica Modena
ARBITRI: Puecher-Pozzato  ADDETTO VIDEO CHECK: Conti
Sabato 4 febbraio, ore 20.30 (diretta LVF TV)
Unet Yamamay Busto Arsizio - Club Italia Crai
ARBITRI: Zanussi-Sessolo  ADDETTO VIDEO CHECK: Di Gaetano
Domenica 5 febbraio, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Pomì Casalmaggiore - Igor Gorgonzola Novara
ARBITRI: Tanasi-Gasparro  ADDETTO VIDEO CHECK: Marconi
Savino Del Bene Scandicci - Metalleghe Montichiari
ARBITRI: Rolla-Bellini  ADDETTO VIDEO CHECK: Tizzanini
Saugella Team Monza - Il Bisonte Firenze
ARBITRI: Zavater-Talento  ADDETTO VIDEO CHECK: Rusconi

LA CLASSIFICA
Imoco Volley Conegliano* 37, Pomì Casalmaggiore 36, Igor Gorgonzola Novara 31, Foppapedretti Bergamo 27, Unet Yamamay Busto Arsizio 22, Savino Del Bene Scandicci 21, Liu Jo Nordmeccanica Modena 19, Sudtirol Bolzano* 18, Il Bisonte Firenze 14, Saugella Team Monza 12, Metalleghe Montichiari 11, Club Italia Crai 7
*una partita in più

Cominciata con la decima affermazione consecutiva dell'Imoco Volley Conegliano, capace di imporsi per 3-0 al PalaResia di Bolzano e di guadagnare momentaneamente la vetta della classifica, la 15^ giornata della Samsung Gear Volley Cup di Serie A1 Femminile prosegue nel weekend con tanti appuntamenti interessanti. Doppio anticipo sabato sera: al PalaNorda si sfidano Foppapedretti Bergamo e Liu Jo Nordmeccanica Modena (dalle 20.20 in diretta su Rai Sport HD, canali 57 e 557 del digitale terrestre, telecronaca di Maurizio Colantoni e Andrea Lucchetta), mentre al PalaYamamay 'derby' tra Club Italia Crai e Unet Yamamay Busto Arsizio. Domenica pomeriggio, in live streaming su LVF TV, il big match di giornata tra Pomì Casalmaggiore - che proverà a riprendersi il primato - e Igor Gorgonzola Novara - reduce da 8 vittorie di fila (più due in Coppa Italia). La Savino Del Bene Scandicci del neo allenatore Alessandro Beltrami ospiterà la Metalleghe Montichiari, mentre il Saugella Team Monza affronterà in casa Il Bisonte Firenze.
 
LA GIORNATA
Sabato sera al PalaNorda la Foppapedretti Bergamo affronta la Liu Jo Nordmeccanica Modena, due città sinonimo di volley di alto livello. Per una protagonista che mancherà di sicuro - Kasia Skowronska, opposta polacca che dovrà stare fuori dal campo per il resto della stagione a causa della rottura del legamento crociato del ginocchio destro e ha già salutato compagne e tifosi rossoblù -, un'altra che invece sarà della contesa, la schiacciatrice turca Neriman Ozsoy, i cui accertamenti clinici effettuati in settimana non hanno rilevato alcunché di preoccupante e che dunque potrebbe dare manforte alle bianconere. La formazione di Stefano Lavarini tenterà di riprendere la marcia dopo il ko di Novara, quella di Marco Gaspari cercherà di risalire altre posizioni in classifica. "Penso che Modena sia una delle squadre più toste di questo Campionato - spiega Paola Cardullo, libero della Foppa -. Hanno in Brakocevic un terminale d'attacco molto importante per loro, ma una cosa che noi dovremo fare bene è la battuta, perché con i centrali hanno un gioco abbastanza veloce, quindi riuscire a battere bene per evitare di far fare a Modena il suo gioco sarà importante. Mi aspetto una partita molto combattuta, ma penso che questa settimana sia andata abbastanza bene per noi: negli allenamenti stiamo facendo bene, abbiamo fatto bene anche nell'amichevole con Monza e spero che si possa vedere in campo sabato sera". "Adesso inizia un ciclo di tantissime partite - racconta alla vigilia il coach Marco Gaspari -. Dovremo comunque pensare semplicemente alla prossima partita, quella di Bergamo, sapendo che le ultime due vittorie ci hanno portato un po' di morale in più. Vogliamo proseguire nella striscia perché la posizione rimane praticamente sempre quella, dobbiamo salire sempre di più e per questo serve una prova di continuità contro la Foppapedretti. Bergamo è una squadra di giovani e di giocatrici tanto esperte, hanno perso sicuramente il loro punto di riferimento in attacco e certamente questa cosa non va nascosta, ma se la guardiamo da questo punto di vista corriamo il rischio di incappare in una partita molto negativa. Dobbiamo pensare ad essere ordinati, fare il nostro gioco sapendo di giocare fuori casa e contro un avversario sopra di noi in classifica".

Impegno delicato per la Unet Yamamay Busto Arsizio, eccezionalmente ospite nel 'suo' PalaYamamay del Club Italia Crai. Le farfalle di Marco Mencarelli arrivano da due pesanti ko per 0-3 - in casa con Bolzano e settimana scorsa al PalaGeorge di Montichiari - e hanno bisogno di scuotersi per non lasciare allontanare troppo le squadre che la precedono in classifica (il quarto posto dista 5 lunghezze). Il coach biancorosso ha finalmente avuto la possibilità di allenare la squadra con costanza, senza partite infrasettimanali e viaggi europei a spezzare il ritmo. Sebbene ancora senza Stufi e Vasilantonaki (quest'ultima ha però ripreso a lavorare con il gruppo e dovrebbe ricominciare anche a saltare da settimana prossima), le bustocche vogliono i tre punti. Di fronte le azzurrine di Cristiano Lucchi e dell'attuale top scorer della Samsung Gear Volley Cup, quella Paola Egonu che anche nell'ultima uscita di Campionato ha griffato la bellezza di 37 punti. Dubbi sull'assetto tattico: se Lucchi punterà di nuovo su Vittoria Piani nel ruolo di opposto, allora Egonu si sposterà in posto-2; al contrario se sarà Egonu l'opposta, spazio a Giulia Melli in banda. "Dobbiamo continuare a mettere in difficoltà la Unet Yamamay che in questo periodo è un po' in crisi a causa degli infortuni - racconta Alessia Orro -: sta a noi saperne approfittare. Basta crederci: se partiremo bene, con la mentalità giusta, e le metteremo subito sotto, per loro sarà difficile rimettersi in pista. Noi abbiamo tantissima voglia di riscattarci dopo un girone di andata non positivo, vogliamo fare sempre meglio e credo che nelle ultime gare disputate il livello del gioco sia salito".

Pomì Casalmaggiore e Igor Gorgonzola Novara si troveranno di fronte l'una all'altra domenica pomeriggio, al PalaRadi di Cremona, per un altro capitolo di una delle rivalità più accese degli ultimi anni. Attrici di una splendida Finale Scudetto nella primavera del 2015 (e della Supercoppa Italiana dell'autunno successivo), le rosa di Gianni Caprara e le azzurre di Marco Fenoglio occupano rispettivamente la seconda e la terza posizione, entrambe con una partita in meno di Conegliano. Per le padrone di casa, in particolare, vincere contro Cristina Chirichella e compagne significherebbe non solo imprimere nuovamente il proprio marchio sulla sfida diretta, ma anche riprendersi il comando della classifica. Le Campionesse d'Europa in carica dovranno fare i conti con una squadra straordinariamente in salute, in arrivo da 10 successi di fila tra Campionato e Coppa Italia, in cui milita Francesca Piccinini, MVP della Final Four di Champions League vinta dalla Pomì. Il duello si preannuncia estremamente equilibrato, con tante ex: da Samanta Fabris, opposto della Pomì, a Carlotta Cambi, ormai stabilmente palleggiatrice titolare delle piemontesi. "Abbiamo fatto, fin qui, un buon percorso – racconta la schiacciatrice olandese Celeste Plak sul Magazine Igor – e dopo qualche problemino iniziale, poco alla volta le cose stanno andando al posto giusto. Ci siamo adattate l'una all'altra e sappiamo ciascuna di noi come si comporta sul campo e questo rende tutto più facile. L'ultimo passaggio riguarda la costanza: dobbiamo guadagnare continuità, giocare come fossimo una 'macchina' e non concedere più nulla agli avversari. Io? Sono contenta dei progressi che sto compiendo, ci è voluto un po' di tempo ma ho raggiunto un livello che deve diventare il mio standard".

Esordio tutt'altro che morbido per Alessandro Beltrami alla guida della Savino Del Bene Scandicci. Il neo allenatore delle toscane, subentrato a Mauro Chiappafreddo esonerato in settimana dopo il ko di Modena, dovrà fronteggiare una Metalleghe Montichiari rinfrancata dalle ultime prestazioni (il 2-3 di Novara con match point e il netto successo su Busto) e convinta di potersi divincolare dalle sabbie mobili della zona retrocessione. "In palestra sto cercando di lavorare con semplicità per far capire al meglio cosa voglio dalla mia squadra, per poi con il tempo iniziare a sviluppare le mie idee di gioco e la mia pallavolo - racconta Beltrami -. La reazione del roster è davvero ottima, mi stanno dando tutto. Le atlete si stanno impegnando al 110% e non posso che essere contento dell'atteggiamento positivo che ho trovato fin dal primo momento. Ovviamente ci vorrà del tempo per vedere i risultati che tutti si attendono, ma abbiamo iniziato col piede giusto. Domenica affrontiamo un avversario in forte ripresa che sta mettendo in difficoltà tutte le squadre che incontra. Non possiamo assolutamente permetterci di sottovalutarlo". "È una stagione che ci ha presentato tante difficoltà, ma credo che sia arrivato il nostro tempo ora - afferma una fiduciosa Bianka Busa, schiacciatrice della Metalleghe -. La vittoria contro Busto è importante perché ha fatto emergere la nostra buona condizione fisica e mentale: dobbiamo sfruttare il momento di forma e giocare ancora bene per ripetere quella prestazione. Questo è il nostro compito domenica. Scandicci ha cambiato allenatore, ma il nostro gioco deve restare centrato su di noi e sappiamo di poter fare bene".

Intreccio significativo a Monza tra Saugella Team e Il Bisonte Firenze. Le due formazioni occupano la nona e la decima posizione, ovvero le ultime due che garantiscono un posto nei Play Off Scudetto (le prime sei alla fine della Regular Season si qualificheranno direttamente ai quarti di finale, mentre i team dalla 7^ alla 10^ posizione affronteranno un turno preliminare su andata e ritorno). Se da un lato con tre punti potrebbero avvicinare sensibilmente l'ottavo posto occupato dal Sudtirol Bolzano, dall'altro la perdente della sfida potrebbe ritrovarsi pericolosamente in zona retrocessione. "Domenica ci aspetta una partita molto importante a cui vogliamo arrivare al massimo della condizione - assicura Martina Balboni, palleggiatrice del Saugella Team -. In questa settimana ci siamo allenate molto bene, approfittando anche dell'allenamento congiunto con Bergamo per analizzare le cose che meno avevano funzionato in questo periodo. Gli aspetti su cui punteremo contro Firenze? Direi l'approccio: dovremo scendere in campo concentrate e partire convinte. Le ultime uscite contro Casalmaggiore e Conegliano hanno messo in luce il nostro valore: in entrambe i confronti, infatti, abbiamo tenuto testa con carattere alle due big del campionato. Ci è mancato un pizzico di lucidità ed esperienza nei finali di set, è vero, ma sono sicura che già contro Il Bisonte si vedranno dei miglioramenti". La formazione ospite, allenata da Marco Bracci, ha cominciato positivamente l'anno, togliendo un punto a Bergamo, sfiorando il tie-break a Conegliano e superando il Club Italia al quinto set. Un potenziale offensivo - tra Sorokaite, Enright, Bayramova e le centrali Melandri e Calloni - che proverà a fare la differenza anche contro le brianzole di Davide Delmati.
Sigla.com - Internet Partner