3a giornata di ritorno di Superlega maschile: vincono le prime tre della classe

24/01/2016

3a giornata di ritorno di Superlega maschile: vincono le prime tre della classe
SuperLega UnipolSai Risultati 3a giornata di ritorno: nell’anticipo di sabato Diatec Trentino a valanga su Sir Safety Conad Perugia. Quattro i match domenicali. Exprivia Molfetta prende due punti a Verona. DHL Modena e Cucine Lube Civitanova fanno accademia a Milano e a Latina. Successo esterno per 3-1 di Gi Group Monza su CMC Romagna. Lunedì 25 gennaio alle 20.30 posticipo su RAI Sport 2 tra Tonazzo Padova e LPR Piacenza
Risultati 3a giornata di ritorno SuperLega maschile UnipolSai
Calzedonia Verona-Exprivia Molfetta 2-3 (25-17, 23-25, 25-15, 19-25, 8-15);
Revivre Milano-DHL Modena 0-3 (18-25, 19-25, 15-25);
Tonazzo Padova-LPR Piacenza - 25/01/2016 alle 20:30 Dir. RAI Sport 2;
Ninfa Latina-Cucine Lube Banca Marche Civitanova 0-3 (18-25, 16-25, 17-25);
Diatec Trentino-Sir Safety Conad Perugia 3-0 (25-22, 25-21, 25-18);
CMC Romagna-Gi Group Monza 1-3 (23-25, 25-19, 24-26, 18-25).
 
CMC ROMAGNA - GI GROUP MONZA 1-3 (23-25, 25-19, 24-26, 18-25) - CMC ROMAGNA: Mengozzi 2, Ricci 13, Cavanna 2, Della Lunga 3, Van Garderen 19, Polo 2, Koumentakis 5, Goi (L), Torres 17, Boswinkel 1, Bari (L), Perini De Aviz. Non entrati Zappoli. All. Kantor. GI GROUP MONZA: Raic 3, Daldello 1, Galliani, Jovovic 2, Rizzo (L), Botto 22, Verhees 10, Beretta 11, Zanatta Buiatti 10, Rousseaux 10. Non entrati Sala, Mercorio, Brunetti, Gao. All. Vacondio. ARBITRI: Cipolla, Pasquali. NOTE - durata set: 26', 26', 35', 24'; tot: 111'.
 
La Gi Group si è ripresa i tre punti che la CMC aveva conquistato all’andata, vincendo 3-1 al PalaCredito di Romagna di Forlì una gara bella e combattuta per tre set. Nel quarto parziale i padroni di casa non sono riusciti a resettare a livello mentale il colpo subito perdendo il precedente set sul filo di lana. Tra gli ospiti da segnalare la prestazione “monstre” di Jacopo Botto, autore di 22 punti (di cui 3 ace e il 62% in ricezione), meritatamente MVP della gara. Tra le fila romagnole, buone le prove di Van Garderen (19 punti con il 57% in attacco) e Ricci (13 punti di cui 4 block, metà della murate complessive della CMC). Sono mancati la continuità nella squadra di casa e il cinismo nei momenti più caldi e delicati del match. La Gi Group ha vinto con merito scacciando la crisi e riprendendosi l’ottavo posto in classifica.
MVP Jacopo Botto (Gi Group Monza)
  
Maurice Torres (CMC Romagna): “Abbiamo sofferto tanto oggi e non siamo riusciti ad approcciare la gara come avremmo voluto. Nei momenti più delicati del match siamo mancati di convinzione, come alla fine del primo e del terzo set. Questo ha pesato molto. Abbiamo fatto qualche errore di troppo nelle cose semplici e non siamo riusciti a replicare la positiva prestazione di una settimana fa con Molfetta”.
 
Oreste Vacondio (allenatore Gi Group Monza): “Per me siamo una buona squadra, anche se a volte sbagliamo un po’ troppo perché siamo contratti. Questa pausa ci ha riportato a inizio campionato: abbiamo perso 3-4 giocatori per un mese e abbiamo perso il ritmo. Questa vittoria ci serviva. Vista la situazione attuale, questi tre punti ci permettono di affrontare i prossimi impegni con più tranquillità e fiducia. Una sconfitta oggi avrebbe complicato le cose”.
 
NINFA LATINA - CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA 0-3 (18-25, 16-25, 17-25) 
NINFA LATINA: Mattei 1, Sottile, Sket 5, Pavlov, Romiti (L), Tailli 2, Hirsch 12, Yosifov 8, Rossi 1, Maruotti 6. Non entrati Krumins, Ferenciac. All. Placì.
CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA: Fei 13, Juantorena 7, Christenson 7, Cester 11, Grebennikov (L), Cebulj 12, Podrascanin 10. Non entrati Gabriele, Parodi, Vitelli, Stankovic, Miljkovic, Corvetta. All. Blengini.
ARBITRI: Gnani, Rapisarda. NOTE - durata set: 23', 22', 25'; tot: 70'
 
Civitanova si aggiudica in tre set la quattordicesima giornata della SuperLega UnipolSai al PalaBianchini di Latina. Una gara a senso unico in cui i locali non sono mai riusciti a entrare in partita e a impensierire l’avversario. Ottima la regia di Christenson che è riuscito con una buona ricezione a innescare i centrali. Civitanova inizia bene con un ace di Fei (0-2) poi l’allungo 12-18, sul 15-19 il rientro di Pavlov per un turno al servizio, c’è il tempo per un ace di Podrascanin e il set si chiude 18-25. Ancora Lube ad inizio di secondo set con Cebulj, Fei (ace), Christenson (muro) e Cester si porta 5-9, poi Fei, Juantorena (ace), Cester (muro) e Cebulj allungano 9-17, infine Podrascanin (ace) e Cester (muro) per chiudere 16-25. Terzo set con Mattei in campo, Cebulj, Christenson (anche un muro), Podrascanin, Fei (muro) per l’8-12, Juantorena in contrattacco e in battuta allunga 16-21, nel finale Cebuli, Cester (ace) e ancora lo sloveno per la chiusura sul 17-25.
MVP Micah Christenson (Cucine Lube Banca Marche Civitanova)
 
Gabriele Maruotti (Ninfa Latina): “Il dispiacere maggiore è quello di non essere riusciti ad avere il giusto piglio e con squadre come la Lube non te lo puoi permettere. Adesso ci confronteremo negli spogliatoi e poi ci ritufferemo a lavorare sodo in allenamento”.
 
Alessandro Fei (Cucine Lube Banca marche Civitanova): “Abbiamo disputato la nostra partita. Siamo stati bravi soprattutto in battuta mettendo in difficoltà la ricezione di casa. Latina è una grande squadra e se oggi non è riuscita a entrare in partita, merito anche nostro”.
 
CALZEDONIA VERONA - EXPRIVIA MOLFETTA 2-3 (25-17, 23-25, 25-15, 19-25, 8-15) 
CALZEDONIA VERONA: Zingel 6, Kovacevic 21, Pesaresi (L), Gitto, Lecat 1, Spirito, Baranowicz 1, Starovic 16, Sander 15, Anzani 7. Non entrati Frigo, Bellei, Bucko. All. Giani.
EXPRIVIA MOLFETTA: Candellaro 6, Randazzo 5, Del Vecchio 1, De Barros Ferreira 8, Barone 5, De Pandis (L), Hierrezuelo 1, Fedrizzi 10, Hernandez Ramos 26. Non entrati Kaczynski, Spadavecchia, Mariella, Porcelli, Cormio. All. Montagnani.
ARBITRI: Vagni, Sampaolo. NOTE - Spettatori 3100, durata set: 23', 33', 23', 24', 14'; tot: 117'.
 
L’Exprivia Molfetta sbanca il PalaOlimpia. Come all’andata, la gara finisce al tie-break, ma questa volta a favore della formazione pugliese, che si impone al quinto set in maniera netta (8-15). Ancora una volta, l’Exprivia fa leva sul proprio attaccante principale, l’opposto Hernandez, autore di 26 punti; menzione particolare per Raphael che, entrato nel finale di quarto set, e rimasto in campo per il quinto, ha conquistato 8 punti, dei quali 4 in battuta. La Calzedonia Verona scende in campo con la formazione tipo: Baranowicz palleggiatore, Starovic opposto, Kovacevic e Sander schiacciatori, Zingel e Anzani centrali con Pesaresi libero. Molfetta risponde con la diagonale cubana Hierrezuelo – Hernandez, assieme a Barone e Candellaro centrali, Fedrizzi e Randazzo schiacciatori e De Pandis libero. Avvio arrembante degli scaligeri (20-9). Nel finale del primo set Molfetta recupera qualche punto, ma non impensierisce la Calzedonia che chiude sul 25 a 17. Riscatto dell’Exprivia nel secondo set. I pugliesi migliorano la propria ricezione e la fase punto risulta più fluida. Sul 20 a 24 i giochi sembrano fatti ma la Calzedonia recupera fino al 23 a 24 con Starovic grande protagonista. L’incomprensione tra Baranowicz e Lecat rilancia Molfetta (23-25). La reazione di Verona è dietro l’angolo. I ragazzi di Andrea Giani ritrovano il proprio sistema di gioco nel terzo parziale e dominano in attacco (67%) siglando anche tre muri punto (25-15). Patatrac della Calzedonia nel quarto set. Una volta avanti 16-13 i padroni di casa si adagiano e subiscono la rimonta per poi uscire dal set (19-25). Alla resa dei conti gli ospiti hanno più benzina. I gialloblù si dimostrano troppo fallosi per recuperare un gap in apertura Molfetta chiude sul velluto (8-15).
MVP Fernando Hernandez (Exprivia Molfetta)
 
Andrea Giani (allenatore Calzedonia Verona): “Dobbiamo fare i complimenti a Molfetta che, nonostante sia stata spesso sotto, è riuscita a recuperare e vincere. Ho colto molta presunzione in diversi giocatori al tie-break e questo mi disturba molto. Non è l’avversario che fa la differenza, ma è sempre il tuo atteggiamento e la tua qualità. Nel quarto set, avanti 16-13, con due break di vantaggio, non abbiamo fatto più break point. Una nostra caratteristica forte non l’abbiamo più tirata fuori”.
 
Michele Fedrizzi (Exprivia Molfetta): “E’ stato emozionante tornare a Verona da ex. Sicuramente nel primo set siamo partiti contratti. Sapevamo di affrontre una partita difficile. Quando siamo riusciti a metterli in difficoltà dalla linea dei nove metri la gara è cambiata. Siamo stati bravi a sfruttare dei momenti di debolezza. E’ stata la chiave per vincere.
 
REVIVRE MILANO - DHL MODENA 0-3 (18-25, 19-25, 15-25) 
REVIVRE MILANO: Milushev 9, Alletti 3, Sbertoli 1, Skrimov 5, Russomanno Dos Santos 5, Tosi (L), De Togni 6, Boninfante 1, Marretta 1. Non entrati Gavenda, Rivan, Baranek, Burgsthaler. All. Monti.
DHL MODENA: Mossa De Rezende 3, Donadio, Petric 13, Rossini (L), Ngapeth 10, Bossi 3, Onwelo 1, Saatkamp 8, Vettori 15. Non entrati Soli, Sartoretti, Nikic, Sighinolfi. All. Lorenzetti.
ARBITRI: Goitre, La Micela. NOTE - Spettatori 2100, incasso 12000, durata set: 25', 28', 28'; tot: 81'.
 
Nel sold-out del PalaBorsani di Castellanza, il testa-coda tra la capolista DHL Modena e la Revivre Milano vede primeggiare la formazione emiliana che con un secco 3-0 (18-25, 19-25, 15-25) conquista i 3 punti e mantiene la leadership del Campionato di SuperLega UnipolSai. Match a senso unico nel risultato dopo però una partita divertente in cui le due squadre hanno offerto una bella pallavolo e azioni spettacolari al numeroso pubblico accorso al palasport lombardo. La Revivre Milano cerca di tenere testa in più occasioni alla potenza di Modena: tre set fotocopia, con Milano combattiva fino a metà parziale poi la classe e la forza degli emiliani che esce nei momenti decisivi, con le giocate super di Bruninho (nominato MVP), e le conclusioni vincenti delle bocche da fuoco modenesi (15 punti per Vettori, 13 per Petric e 10 per Ngapeth).
MVP Bruno Mossa De Rezende (DHL Modena)
 
Danail Milushev (Revivre Milano): “Una buona partita, anche se il nostro problema in tutti e tre i parziali è stato di non riuscire a giocare alla pari con Modena dopo metà set. Fino al quindicesimo punto abbiamo dimostrato di esserci e di tenere il campo, ma nel finale non siamo più riusciti ad esprimerci al meglio, vuoi anche la forza di una squadra come Modena, nonostante ognuno di noi oggi abbia dato il massimo. Spero tanto nelle prossime partite di trovare delle vittorie importanti per il nostro gruppo”.
 
Elia Bossi (DHL Modena): “Sono contento della mia prestazione, la prima da titolare in campo. Non è stata una partita semplice perché Milano, nonostante la classifica, è una buonissima squadra con un ottimo palleggiatore che difficilmente si riesce a leggere. Una vittoria importante per noi dopo una bella prova di squadra”.
  
Classifica
DHL Modena 37, Cucine Lube Banca Marche Civitanova 36, Diatec Trentino 32, Sir Safety Conad Perugia 28, Calzedonia Verona 28, Exprivia Molfetta 20, Ninfa Latina 18, Gi Group Monza 15, CMC Romagna 13, Tonazzo Padova 11, LPR Piacenza 6, Revivre Milano 5.
Un incontro in meno Tonazzo Padova e LPR Piacenza
 
Prossimo turno 3a giornata di ritorno SuperLega UnipolSai
Lunedì 25 gennaio 2016, ore 20.30
Tonazzo Padova - LPR Piacenza  Diretta RAI Sport 2 Diretta streaming su www.raisport.rai.it
(Simbari-Cesare)
Addetto al Video Check: Fascina  Segnapunti: Spiga
 
4a giornata di ritorno SuperLega UnipolSai
Domenica 31 gennaio 2016, ore 18.00
Calzedonia Verona - Ninfa Latina  Diretta RAI Sport 1 Diretta streaming su www.raisport.rai.it
Exprivia Molfetta - Revivre Milano  Diretta Lega Volley Channel
LPR Piacenza - Diatec Trentino  Diretta Lega Volley Channel
Cucine Lube Banca Marche Civitanova - Tonazzo Padova  Diretta Lega Volley Channel
Sir Safety Conad Perugia - CMC Romagna  Diretta Lega Volley Channel
DHL Modena - Gi Group Monza  Diretta Lega Volley Channel
Sigla.com - Internet Partner