A1 femminile: Modena batte Bergamo ed è seconda. Urbino supera Ornavasso, ma in Coppa Italia ci va Busto Arsizio

12/01/2014

L'esultanza di Piccinini e Croce per la vittoria di ModenaL'esultanza di Piccinini e Croce per la vittoria di Modena
L'esultanza di Piccinini e Croce per la vittoria di Modena
La penultima giornata di andata della Master Group Sport Volley Cup di Serie A1 fa segnare il successo al tie break della Liu Jo Modena sulla Foppapedretti Bergamo, agganciata proprio dalla formazione di Chiappafreddo al secondo posto in classifica. Vince a Ornavasso la Robur Tiboni Urbino a cui non bastano però i due punti conquistati per qualificarsi ai Quarti di Coppa Italia. Bene Conegliano che liquida la pratica Casalmaggiore in tre set. Vince al tie break anche Novara.

Liu Jo Modena – Foppapedretti Bergamo
La Liu Jo Modena sfrutta il fattore campo e contro la Foppapedretti Bergamo vince al quinto set, al termine di due ore giocate ad altissima intensità, conquistando i due punti che valgono il sorpasso in classifica alle lombarde (in virtù del maggior numero di vittorie totali ottenute).
Tra le fila di Bergamo, i 26 punti finali di Valentina Diouf, i 20 di Raphaela Folie e i 10 di Stufi (per le due centrali rispettivamente il 71 e il 67% in attacco) non sono stati sufficienti a piegare le modenesi.
Immenso lo spettacolo mostrato in campo dalle due formazioni, sin dalle fase iniziali del match: Bergamo difende ogni pallone, ed è a muro che la formazione di Lavarini fa la differenza: sono proprio due block in su Rousseaux ed Heyrman a segnare il vantaggio, determinate per le sorti del set, delle bergamasche.
Nel secondo parziale, il turno in battuta di Fabris scava il primo importante solco del set (14-9). Ma Valentina Diouf indica la strada alle sue per agguantare il pareggio in extremis (24-24). L’ultimo, interminabile scambio del set consente alla ex storica, Francesca Piccinini, di mettere a terra la parallela per il 26-24.
Terzo set con Modena subito avanti (4-1). Quattro errori consecutivi delle bianconere permettono alla Foppapedretti di raggiungere il pareggio (10-10). Si gioca punto a punto, con le formazioni che lottano su ogni pallone. E’ ancora una volta in difesa che le ospiti riescono a fare la differenza e ad aggiudicarsi il parziale. Quarto set giocato con grande determinazione da Piccinini e compagne. Lavarini manda in campo Folie per svoltare il set, ma Modena sembra poter controllare con lucidità: i muri di Heyrman e Rousseaux portano la gara al tie-break. Quinto set senza storia con Il PalaPanini che sostiene le proprie beniamine ad ogni giocata. L’entusiasmo del pubblico fa la differenza, Rousseaux fa il resto. Bergamo regge fino al 10-5, ma nulla può contro la determinazione della formazione di Chiappafreddo.

Pomì Casalmaggiore – Imoco Volley Conegliano
Vince in tre set la squadra di Gaspari sul taraflex della Pomì Casalmaggiore che ritrova Zago al rientro dopo qualche settimana di stop. Il tecnico delle pantere, invece, rinuncia a Nikolova preferendole Tirozzi.
Protagonista assoluta del primo parziale Valentina Fiorin che fa segnare tre punti importanti per il primo vantaggio di Conegliano (3-8). L’iniziativa del set resta nelle mani delle venete, con Casalmaggiore che riesce ad agguantare la parità (14-14). E’ zago a tenere in corsa la Pomì: suo il punto del 21-24 che illude le padrone di casa.
Più lucida e motivata la formazione di casa nel secondo set: la Pomì ad andarsene con un muro di Aguirre su Barcellini che vale l’8-6, quindi l’errore in attacco di Conegliano manda le rosa sul 9-6. Conegliano si risporta sul -1. Alcuni errori di troppo tra le ragazze di Beltrami consentono alle ospiti di riportarsi in vantaggio. Finale di set tirato, fino al 24 pari di Stevanovic. Kauffeldt riporta avanti 24-25 le ospiti, la Pomì torna in parità con Lipicer. L’errore di Zago in battuta, spiana la strada a Fiorin che chiude con muro su Stevanovic.
Ancora Caslamaggiore parte forte nel terzo set, ma Conegliano non sembra volersi deconcentrare. Le ospiti gestiscono senza commettere errori determinati e il divario aumento inesorabilmente (14-20): troppo per riuscire ribaltare la situazione. Chiude i conti, ancora una volta, Fiorin.

Openjobmetis Ornavasso – Robur Tiboni Urbino

Successo a metà per la Robur Tiboni Urbino che, nonostante la vittoria ottenuta al tie break e in rimonta sul campo della Openjobmetis Ornavasso, deve salutare le speranze di qualificazione ai quarti di finale di Coppa Italia (qualificata matematicamente la Unendo Yamamay Busto Arsizio). Primo set saldamente condotto dalle padrone di casa, che subiscono solo a tratti il lieve ritorno delle ospiti. Buono il gioco mostrato da Noemi Signorile, in grado di servire con grande intelligenza le proprie bocche da fuoco, Loda e Muresan. Ma il gioco delle api passa spesso anche per le vie centrali, dalle mani di Cristina Chirichella, più volte fulcro delle azioni di Ornavasso. Poco efficace Urbino, imprecisa soprattutto nella fase difensiva. Il massimo vantaggio Ornavasso è a +10 (20-10). L’esito sembra scontato ma le ospiti restano attaccate al set limando punti su punti sino a ridurre a -5 le lunghezze di svantaggio. Chiude i conti Ikic in pipe. Situazione contraria alla ripresa della gara: calano le percentuali di ricezione delle api, volano quelle di Urbino, con capitan Negrini determinante su ogni pallone. I turni al servizio di Chirichella e Loda sembrano poter riaprire il set, ma un errore in attacco di Ikic segna il 25-20. Ancora Urbino a inizio di terzo set: Casoli risponde a Pisani e segna l’allungo per le sue (6-9). La Openjobmetis ritrova subito la concentrazione e mette a segno un parziale pesantissimo (8-0) che ribalta il set e annichilisce le avversarie. E’ ancora Ikic a chiudere per il 2-1 momentaneo. Il cambio di campo determina nuovamente un ribaltamento di fronte: Carocci mostra tutto il suo repertorio in muro e in difesa. Bellano tenta le carte Senkova per Loda e Tasca per Chirichella ma non c’è nulla da fare. Si va al tie break, con Urbino che si porta subito in vantaggio (0-4) mettendo una seria ipoteca sulle sorti della gara. Muresan e Chirichella tra le api sono troppo imprecise e non riescono a far male: il diagonale out proprio del numero 11 giallonero mette la parola fine al match.

Banca di Forlì – Igor Gorgonzola Novara
Vince, ma non senza faticare, la Igor Gorgonzola Novara a Forlì. La formazione di Pedullà parte subito in svantaggio nel primo parziale (7-4), ma con pazienza e lucidità, e trascinata da Rosso e Vanzurova, è brava a ricucire il gap che la separa dalle avversarie (19-19). Prosegue con equilibrio l’andamento del set, con Novara che riesce ad avere la meglio solo ai vantaggi. Quattro le palle set annullate dalle forlivesi, fino al mani out di Vanzurova che segna lo 0-1. Nel secondo parziale, il turno in battuta di Manfredini segna la svolta (11-14). Novara prende il largo, soprattutto con le giocate a muro (17-21). Vanzurova da una parte e un errore di Zardo dall’altra firmano lo 0-2. Il terzo parziale Forlì lo gioca in rimonta: sul 4-7 tre giocate di Ventura riscuotono il pubblico di casa. Guatelli firma il punto del sorpasso (11-10) e l’entusiasmo del Villa Romiti trascina le giocatrici in campo (25-21). Entusiasmo che contagia anche il quarto set, giocato con una Paggi in grande spolvero e con attacchi e rigiocate da prime della classe. Pedullà inserisce Murphy, ma la situazione non cambia. Si vola al tie break. Quinto set che vede ancora Forlì dominarne le fasi iniziali (8-5). Con il gioco a muro Novara riaggancia le avversarie (10-10). La formazione di casa conquista quattro match point ma non ha il cinismo di chiudere. Cinismo che dimostrano di avere le ospiti che con due muri consecutivi su Guatelli e Tokarska si aggiudicano tie break e partita ai vantaggi.

Master Group Sport Volley Cup: i tabellini
UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO - REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA 3-0 (26-24, 26-24, 25-21)

UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Ortolani 11, Garzaro 9, Bianchini, Leonardi (L), Marcon 7, Spirito, Buijs 14, Arrighetti 11, Wolosz 2. Non entrate Degradi, Michel, Petrucci. All. Parisi.
REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Valeriano, Leggeri 1, De Kruijf 11, Van Hecke 11, Meijners 13, Manzano, Ferretti 2, Sansonna (L), Bramborova, Caracuta, Bosetti 17, Vindevoghel 1. Non entrate Poggi. All. Caprara.
ARBITRI: Genna, Braico.
NOTE - Spettatori 4400, durata set: 32', 36', 28'; tot: 96'.

LIU • JO MODENA - FOPPAPEDRETTI BERGAMO 3-2 (21-25, 26-24, 22-25, 25-20, 15-6)

LIU • JO MODENA: Rousseaux 19, Perinelli, Heyrman 15, Cardullo (L), Ruseva 12, Piccinini 13, Fabris 21, Maruotti, Rondon 9. Non entrate Prandi, Andjelic, Petrachi, Panini Sara. All. Chiappafreddo.
FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Klisura 4, Stufi 11, Bruno, Weiss 1, Blagojevic 9, Merlo (L), Melandri, Folie 20, Diouf 26, Smutna, Sylla 4. All. Lavarini.
ARBITRI: Florian, Lot.
NOTE - durata set: 25', 30', 32', 24', 12'; tot: 123'.

POMì CASALMAGGIORE - IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 0-3 (21-25, 26-28, 20-25)
POMì CASALMAGGIORE: Olivotto 2, Sirressi (L), Gennari 11, Quiligotti, Aguirre Perdomo 5, Lipicer Samec 11, Camera, Zago 18, Stevanovic 10, Grazietti. Non entrate Bacchi, Agrifoglio. All. Beltrami.
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Lloyd 1, Fiorin 17, Daminato, Kauffeldt 8, Donà, De Gennaro (L), Barcellini 8, Tirozzi 8, Barazza 9. Non entrate Nikolova, Bechis. All. Gaspari.
ARBITRI: Cappello, Piersanti.
NOTE - durata set: 25', 31', 27'; tot: 83'.

OPENJOBMETIS ORNAVASSO - ROBUR TIBONI URBINO 2-3 (25-18, 20-25, 25-18, 16-25, 10-15)
OPENJOBMETIS ORNAVASSO: Pisani 12, Senkova 1, Ghilardi (L), Ikic 15, Tasca 1, Muresan 18, Montano Lucumi, Signorile, Chirichella 9, Loda 15. Non entrate Bacciottini, Gloder. All. Bellano.
ROBUR TIBONI URBINO: Carocci (L), Giombetti, Zecchin, Negrini 13, Thibeault 9, Santini 12, Escobar, Casoli 2, Kostic 14, Brcic 4, Leggs 18. Non entrate Guidi. All. Micoli.
ARBITRI: Zanussi, Gini.
NOTE - durata set: 25', 28', 26', 23', 15'; tot: 117'.

BANCA DI FORLì - IGOR GORGONZOLA NOVARA 2-3 (25-27, 22-25, 25-21, 25-17, 17-19)
BANCA DI FORLì: Ventura 12, Guatelli 22, Paggi 7, Coriani (L), Pincerato 3, Zardo (L), Lamprinidou 3, Borgogno 14, Bezarevic 10, Arrechea Montano 3. Non entrate Roani, Piolanti, Rosso. All. Marone.
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Casillo 9, Paris (L), Rosso 23, Tokarska 4, Kim 3, Manfredini 15, Milos 12, Vanzurova 15, Alberti, Mollers 1, Murphy 2. Non entrate Lombardo. All. Pedullà.
ARBITRI: Turtù, Puletti.
NOTE - durata set: 27', 25', 26', 20', 22'; tot: 120'.

A1 femminile: i risultati della 10^ giornata
Unendo Yamamay Busto Arsizio-Rebecchi Nordmeccanica Piacenza 3-0 (26-24, 26-24, 25-21);
Liu Jo Modena-Foppapedretti Bergamo 3-2 (21-25, 26-24, 22-25, 25-20, 15-6);
Pomì Casalmaggiore-Imoco Volley Conegliano 0-3 (21-25, 26-28, 20-25);
Openjobmetis Ornavasso-Robur Tiboni Urbino 2-3 (25-18, 20-25, 25-18, 16-25, 10-15);
Banca Di Forlì-Igor Gorgonzola Volley Novara 2-3 (25-27, 22-25, 25-21, 25-17, 17-19)
Riposa: Ihf Volley Frosinone

La classifica

Rebecchi Nordmeccanica Piacenza 24, Liu Jo Modena 19, Foppapedretti Bergamo 19, Imoco Volley Conegliano 18, Unendo Yamamay Busto Arsizio 15, Igor Gorgonzola Volley Novara 12, Pomì Casalmaggiore 12, Robur Tiboni Urbino 11, Openjobmetis Ornavasso 10, Ihf Volley Frosinone 6, Banca Di Forlì 4.

A1 femminile: prossimo turno - domenica 19 gennaio ore 18.00
Rebecchi Nordmeccanica Piacenza-Liu Jo Modena Diretta Sportube 2;
Imoco Volley Conegliano-Unendo Yamamay Busto Arsizio;
Foppapedretti Bergamo-Openjobmetis Ornavasso;
Robur Tiboni Urbino-Ihf Volley Frosinone;
Igor Gorgonzola Volley Novara-Pomì Casalmaggiore 18/01/2014 ore 20:30 Diretta Rai Sport 1
Riposa: Banca Di Forlì
Sigla.com - Internet Partner