A1 femminile: Modena interrompe la corsa di Novara e passa in testa. Casalmaggiore è la terza forza della Serie A1, conferme per Conegliano e Montichiari

07/12/2014

A1 femminile: Modena interrompe la corsa di Novara e passa in testa. Casalmaggiore è la terza forza della Serie A1, conferme per Conegliano e Montichiari
La nuova regina della Serie A1 è la Liu Jo Modena. Con il successo della squadra di Beltrami in quattro set contro la ex capolista Novara, la Master Group Sport Volley Cup - A1 cambia il vertice. In tre set, contro una Robur Tiboni Urbino arrendevole e ancora inchiodata a zero punti, la Pomì Casalmaggiore si iscrive a terza forza del Campionato, tallonata dall'Imoco Volley Conegliano rinfrancata dal successo al quinto set al PalaRomiti di Forlì. Infine, prosegue la corsa della Metalleghe Sanitars Montichiari, all'ottava piazza della classifica grazie ai tre set conquistati contro una Savino del Bene Scandicci appannata e mai in gara.

VOLLEY 2002 FORLI' - IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 2-3 (15-25, 25-23, 16-25, 26-24, 12-15)
La spunta al tie break l'Imoco volley Conegliano nella sfida del PalaRomiti contro le aquile di Forlì. La squadra di Negro, dopo il bel successo nel turno infrasettimanale, ribadisce le buone cose mostrate contro Casalmaggiore, ma è comunque costretta a concedere due set - e un punto - alle avversarie.
Il primo set è ben condotto da Conegliano, ordinata al palleggio con Glass, brava a chiamare in causa tutti i suoi terminali d'attacco. Adams e Barazza giocano con semplicità ed efficacia al centro e in casa Forlì sono Aguero e Ventura a tenere alta la tensione del gioco. Il parziale fila liscio fino al 15-25 per le Pantere gialloblù.
La reazione di Forlì non si fa attendere e esplode nel secondo set. La formazione di Marone ritrova la vena di Koleva e Neriotti e si trova a condurre 13-12. Aguero martella da seconda linea e la squadra gialloblù non riesce a trovare la continuità del primo parziale, con Ozsoy troppo sola in attacco rispetto al set precedente. Il match si riscopre in parità grazie al 25-23 finale.
Terzo parziale segnato da un sostanziale equilibrio, almeno nelle fasi iniziali. Poi l’Imoco piazza un mini-break con Adams e Ozosoy (10-12); Jenny Barazza e ancora Adams si fanno sentire sotto rete per il +4 che si dimostrerà decisivo per le sorti del set (11-15). Adams a muro porta Conegliano al +7 e nel finale si ritrova anche la firma di Nikolova per il 16-25.
Forlì si dimostra coriacea nel secondo set e con un gioco aggressivo e martellante mette in difficoltà fin da subito le avversarie. Aguero e compagne difendono bene e picchiano forte, decise a condurre la gara al tie break. Le Pantere si esaltano e si avvicinano (20-19), riuscendo ad annullare un set ball, ma alla fine è Forlì a chiudere ai vantaggi.
Si va al quinto, il primo vantaggio significativo è di Barazza e compagne (3-5), aiutate da Adams (17 punti, 4 muri) che imperversa sotto rete. Conegliano tiene il vantaggio (11-13) e conduce fino alla fine, con il muro decisivo per il successo finale.

LIU JO MODENA - IGOR GORGONZOLA NOVARA 3-1 (25-23, 25-20, 16-25, 25-20)
Una prova maiuscola della Liu Jo Modena consente il cambio della guardia in vetta alla classifica della Master Group Sport Volley Cup A1 e interrompe il filotto di vittorie consecutive della Igor Gorgonzola Novara.
La partenza della squadra di Pedullà sembra delle solite, con Hill a far segnare il primo vantaggio novarese e Klinemann e Rousseaux a inseguire. Fabris è il solito martello schiacciasassi per il contro break Liu Jo (15-12). Preso il vantaggio del set, la formazione di casa mantiene il pallino del gioco fino al punto di Piccinini a chiusura di set.
Novara torna in campo con un nuovo piglio che le consente di condurre fino al time out tecnico (9-12). Al rientro dalla sosta Modena riaccende i motori e impatta a quota 13 con Rousseaux. Con la formazione di Beltrami a +1 (18-17) Pedullà chiama a raccolta le sue, ma ciò non basta perché Modena allunga con Fabris e Hill e chiude a +5 grazie a Heyrman.
Barun, sugli scudi nel terzo set, prende per mano le proprie compagne e stampa due muri e una diagonale per il 9-15, con Beltrami che gioca la carta Crisanti al centro. La marcia di Novara stavolta non si arresta e Klineman prosegue il lavoro cominciato da Barun.
Il quarto set si gioca sul filo della tensione: Rousseaux martella forte, Hill e Guiggi mantengono il contatto e Pedullà rivoluziona la diagonale inserendo Kim e Zanette. Si procede a strappi fino al 21-19, con Beltrami costretto a interrompere il gioco. Al rientro in campo Modena accelera e chiude con Fabris che picchia forte sulle mani del muro di Novara.

ROBUR TIBONI URBINO - POMI' CASALMAGGIORE 0-3 (9-25, 22-25, 17-25)

La Pomì Casalmaggiore riconquista il terzo posto solitario in classifica grazie al netto successo odierno sul campo della Robur Tiboni Urbino. Netto il predominio della formazione ospite, soprattutto nel primo set. La squadra di Mazzanti fa da subito la voce grossa con Tirozzi e Stevanovic. Leggs assesta alcuni colpi pregevoli dal centro ma il punteggio è sempre saldamente nelle mani della Pomì. Micoli tenta la carta Richey per Santini e Zecchin per Agostinetto al palleggio, ma la qualità di Casalmaggiore comincia a dare i suoi frutti anche a muro con Stevanovic e il set si chiude senza colpi di scena.
Secondo set più combattuto, con Urbino che trova in Spelman l'ancora a cui aggrapparsi. Si procede a braccetto per buona parte del set, poi è Tirozzi a trovare il primo, decisivo, strappo. Si apre l'altalena dei cambi con Gennari per Ortolani e Zago per Bianchini in casa Pomì e Zecchin al posto di Agostinetto per Urbino che si riporta a -1. Ma è solo un fuoco di paglia perché Gennari da posto quattro chiude sul 22-25.
L’equilibrio fa capolino nello spezzone iniziale di terzo set per poi lasciare nuovamente spazio al monologo di Casalmaggiore. Il muro di Lestini su Ortolani rilancia Urbino, ma ancora una volta le ospiti trovano il piglio giusto per riprendere la corsa e con Bianchini e Gibbemeyer arrivano al 12-16. Casalmaggiore prende definitivamente il largo e i correttivi in corsa di Micoli (l’inserimento dell’argentina Fresco per la statunitense Spelman) non danno 'effetto sperato.
Soddisfatta del successo, ma con la testa già al prossimo match Serena Ortolani:“La nostra è stata un’ottima reazione siamo partite decise, aggressive come ci eravamo prefissate di essere e poi messo in discesa il match siamo riuscite a mantenere alta la concentrazione e a bloccare sul nascere la reazione delle nostre avversarie. Possiamo ritenerci soddisfatte e guardare con ottimismo alla gara di sabato con Scandicci, un’altra importante occasione per dimostrare tutto il nostro valore”.

SAVINO DEL BENE SCANDICCI - METALLEGHE SANITARS MONTICHIARI 0-3 (23-25, 15-25, 17-25)

Montichiari continua la propria corsa verso la zona alta della classifica e, grazie al successo in casa della Savino del Bene Scandicci, consolida l'ottavo posto sempre a due punti di distacco da Busto Arsizio. Sesto ko stagionale per le padrone di casa, il secondo consecutivo per 3-0, incapaci di imprimere il giusto ritmo al proprio gioco e di fatto in partita solo nel primo set.
Inizio di set molto combattuto con le due squadre che procedono punto a punto. La fast di Stufi vale il 7 pari, ma è sempre Montichiari a siglare il punto del momentaneo vantaggio. Muresan risponde presente e sigla i primi vantaggi per Scandicci (9-8 e 11-10). Un muro nei confronti di Samec Lipicer e l’errore di Stufi regalano il primo break Montichiari (14-17), ma è la solita Muresan ad interrompere il break ospite. Montichiari dilaga con i colpi di Olivotto e Tomsia, ma Vanzurova e l'immensa Muresan ricuciono il gap. Ancora Vanzurova annulla due set point a Montichiari, ma è Brinker a chiudere i conti in un finale di set molto combattuto.
Tomsia continua a essere la bocca da fuoco più pericolosa per la Metalleghe Sanitars, che dilaga nel secondo set e che costringe Scandicci a commettere molti errori che la portano sotto di 10 lunghezze (10-20), irrecuperabili.
La reazione delle fiorentine stenta ad arrivare e, complici due errori di Vanzurova, Montichiari sigla già un primo break (0-3). Per la Savino Del Bene spicca solo la prestazione di Daiana Muresan, l’unica costante negli attacchi. Vincourova lo sa e la cerca in ogni posizione, ma il distacco continua ad aumentare. Il verdetto del campo è implacabile: Montichiari vince e convince con il bellissimo lungo linea di Tomsia per il 25 a 17.
A fine gara è lucida la disamina di Azzini, il secondo allenatore della Savino Del Bene: “Non possiamo negare l’evidenza, oggi è stata una brutta prestazione della squadra. Purtroppo, oggi contro Montichiari, sono venute fuori alcune problematiche che, a questo punto non dovrebbero esserci più. Alle prime difficoltà non riusciamo a reagire come una squadra. Ci sciogliamo come neve al sole, la squadra non riesce ad andare oltre l’errore del singolo, manca un po’ di collaborazione ci aiutiamo poco. Questi aspetti erano già venuti fuori in passato, ma Montichiari, al contrario di altre squadre, non ci ha dato la possibilità di rientrare. Loro sono in grado di avvertire le difficoltà avversarie, l’odore del sangue ed avventarsi con veemenza, i complimenti vanno a loro,noi dobbiamo tornare a lavorare.”
Soddisfatto Barbieri: “Sono soddisfatto dell’impegno di questo gruppo, che è riuscito a crescere ancora, al termine di una settimana molto delicata. Stasera abbiamo fatto pochissimi errori in attacco, la correlazione muro-difesa e la fase di cambiopalla hanno funzionato molto bene; il muro era composto e ordinato e abbiamo sempre mantenuto alta la capacità di attenzione. Con queste condizioni siamo riusciti a non far giocare Scandicci. Questa vittoria è il coronamento ideale dell’impegno delle mie atlete”.

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup: i risultati della 8^ giornata
Nordmeccanica Rebecchi Piacenza-Il Bisonte Firenze 1-3 (21-25, 25-23, 28-30, 19-25)
Volley 2002 Forlì-Imoco Volley Conegliano 2-3 (15-25, 25-23, 16-25, 26-24, 12-15)
Foppapedretti Bergamo-Unendo Yamamay Busto Arsizio 2-3 (25-22, 18-25, 21-25, 25-21, 13-15)
Liu Jo Modena-Igor Gorgonzola Novara 3-1 (25-23, 25-20, 16-25, 25-20)
Robur Tiboni Volley Urbino-Pomì Casalmaggiore 0-3 (9-25, 22-25, 17-25)
Savino Del Bene Scandicci-Metalleghe Sanitars Montichiari 0-3 (23-25, 15-25, 17-25)

La classifica
Liu Jo Modena 21, Igor Gorgonzola Novara 20, Pomì Casalmaggiore 17, Imoco Volley Conegliano 16, Nordmeccanica Rebecchi Piacenza 15, Foppapedretti Bergamo 14, Unendo Yamamay Busto Arsizio 13, Metalleghe Sanitars Montichiari 11, Il Bisonte Firenze 7, Savino Del Bene Scandicci 6, Volley 2002 Forlì 4, Robur Tiboni Volley Urbino 0

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup: i tabellini
NORDMECCANICA REBECCHI PIACENZA - IL BISONTE FIRENZE 1-3 (21-25, 25-23, 28-30, 19-25)

NORDMECCANICA REBECCHI PIACENZA: Sorokaite 12, Valeriano, Dirickx 1, Leggeri 7, Vargas Valdez 9, Van Hecke 9, Carocci (L), Brussa 7, Di Iulio 18, Angeloni, Wilson 2, Caracuta 1. Non entrate Poggi. All. Chiappini.
IL BISONTE FIRENZE: Mastrodicasa 2, Petrucci 4, Liliom, Turlea 27, Negrini 11, Pascucci 9, Parrocchiale (L), Pietrelli, Calloni 13, Bertone 1. Non entrate Poggi, Savelli, Vingaretti. All. Vannini.
ARBITRI: Zucca, Pol.
NOTE - Spettatori 2300, durata set: 27', 31', 36', 27'; tot: 121'.

VOLLEY 2002 FORLì - IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 2-3 (15-25, 25-23, 16-25, 26-24, 12-15)

VOLLEY 2002 FORLì: Lancellotti, Stoltenborg 2, Ventura 18, Rossi, Nazarenko 6, Guasti, Cardullo (L), Neriotti 9, Aguero 15, Koleva 14. Non entrate Ceron, Ferrara, Prsa. All. Marone.
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Glass 4, Furlan, Fiorin 1, Adams 17, De Gennaro (L), Ozsoy 25, Nikolova 15, Nicoletti 5, Barcellini 9, Barazza 11. Non entrate Arimattei, Boscoscuro, Katic. All. Negro.
ARBITRI: Oranelli, Montanari.
NOTE - durata set: 20', 23', 23', 29', 17'; tot: 112'.

FOPPAPEDRETTI BERGAMO - UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 2-3 (25-22, 18-25, 21-25, 25-21, 13-15)
FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Mori, Deesing, Loda 14, Paggi 6, Merlo (L), Melandri 5, Radecka Sadurek 4, Plak 33, Mambelli, Sylla 12, Tasca. Non entrate De Cortes Clara. All. Lavarini.
UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Lyubushkina 12, Degradi, Rania, Michel 14, Leonardi (L), Marcon 12, Perry 1, Camera, Diouf 27, Wolosz 4, Havelkova 13. Non entrate Pisani. All. Parisi.
ARBITRI: Lot, Florian.
NOTE - Spettatori 2000, durata set: 30', 26', 27', 32', 18'; tot: 133'.

LIU JO MODENA - IGOR GORGONZOLA NOVARA 3-1 (25-23, 25-20, 16-25, 25-20)
LIU JO MODENA: Rousseaux 16, Heyrman 12, Folie 2, Arcangeli (L), Piccinini 13, Fabris 26, Crisanti, Maruotti, Rondon 5, Ikic. Non entrate Kostic, Petrachi, Muri. All. Beltrami.
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Partenio, Klineman 16, Kim 1, Guiggi 7, Bonifacio, Chirichella 8, Sansonna (L), Alberti, Signorile 1, Hill 11, Barun 12, Zanette 3. All. Pedullà.
ARBITRI: Sampaolo, Turtù.
NOTE - Spettatori 4223, durata set: 30', 27', 23', 29'; tot: 109'.

ROBUR TIBONI VOLLEY URBINO - POMì CASALMAGGIORE 0-3 (9-25, 22-25, 17-25)
ROBUR TIBONI VOLLEY URBINO: Zecchin, Agostinetto, Bruno (L), Richey, Fresco 1, Vujko, Santini 7, Lestini 8, Walker 2, Spelman 10, Giacomel (L), Leggs 5. All. Micoli.
POMì CASALMAGGIORE: Ortolani 6, Bianchini 11, Sirressi (L), Gennari 3, Gibbemeyer 8, Agrifoglio 1, Klimovich, Zago 2, Stevanovic 10, Tirozzi 14. Non entrate Skorupa, Quiligotti. All. Mazzanti.
ARBITRI: Puletti, Luciani.
NOTE - durata set: 20', 25', 23'; tot: 68'.

SAVINO DEL BENE SCANDICCI - METALLEGHE SANITARS MONTICHIARI 0-3 (23-25, 15-25, 17-25)
SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Perinelli 1, Stufi 2, Garzaro 2, Lipicer Samec 9, Astarita 1, Ruzzini (L), Muresan 16, Scacchetti, Vanzurova 7, Menghi 1, Vincourova. Non entrate Lussana. All. Bellano.
METALLEGHE SANITARS MONTICHIARI: Dalia 1, Brinker 7, Tomsia 13, Ghilardi (L), Olivotto 9, Zampedri, Vindevoghel 10, Gioli 7. Non entrate Alberti, Mingardi, Saccomani, Milani, Serena. All. Barbieri.
ARBITRI: Bellini, Feriozzi.
NOTE - durata set: 27', 21', 24'; tot: 72'.

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup: il prossimo turno (domenica 14 dicembre ore 18.00)

Unendo Yamamay Busto Arsizio - Nordmeccanica Rebecchi Piacenza
Imoco Volley Conegliano - Liu Jo Modena
Igor Gorgonzola Novara - Foppapedretti Bergamo
Pomì Casalmaggiore - Savino del Bene Scandicci sabato 13 dicembre ore 20.30 DIRETTA RAI SPORT 1
Il Bisonte Firenze - Robur Tiboni Urbino lunedì 15 dicembre ore 20.30
Metalleghe Sanitars Montichiari - Volley 2002 Forlì DIRETTA SPORTUBE
Sigla.com - Internet Partner