A1 femminile: negli anticipi vincono Bergamo e Busto

23/03/2019

I due anticipi che aprivano la 25^ e penultima giornata di Regular Season della Samsung Volley Cup di Serie A1 Femminile, dovevano regalare sulla carta due match molto tirati e combattuti, sia per la posta in palio, con verdetti ancora da scrivere o da cercare di tenere ancora aperti fino all'ultima giornata, sia per le compagini impegnate. E così è stato, o almeno in parte.
La Zanetti Bergamo, nella sua ultima partita casalinga di regular season al PalaAgnelli, doveva vincere con una vittoria netta per mantenere le speranze di accedere ai playoff fino all'ultima giornata, o almeno fino a domenica, sperando che Cuneo non riesca a fare punti a Novara. Dalla parte opposta della rete, la Savino del Bene Scandicci, scendeva in campo alla ricerca di almeno un punto per blindare la terza piazza in classifica, e magari provare anche a vincere per mettere pressione all' Igor Gorgonzola Novara. Finisce 3a0 per le ragazze di Bertini che trovano la partita perfetta, sospinte dal solito pubblico caloroso della Nobiltà RossoBlu, mentre la Savino del Bene ha lottato solo per un set e mezzo, prima di spegnersi sotto i colpi delle bergamasche.
Al Palayamamay invece, scontro diretto per il quinto posto tra le farfalle della Unet E-Work Busto Arsizio, che in settimana hanno vinto 3a0 in Romania nella finale di andata di CEV Cup, e la èpiù Pomì Casalmaggiore, che era obbligata a vincere in maniera netta per tentare il sorpasso proprio sulle biancorosse.
Le ragazze di Mencarelli piegano 3a1 le casalasche e si assicurano il quinto posto in regular season, agganciando anche Monza al quarto posto, giocandosi tutto all'ultima giornata.

ZANETTI BERGAMO - SAVINO DEL BENE SCANDICCI 3-0 (25-22 28-26 25-16)
La Bergamo di coach Matteo Bertini, reduce dal turno di riposo dello scorso week end, punta sul 6+1composto dalla vicecampionessa del mondo Carlotta Cambi al palleggio, da Malwina Smarzek come opposto, la statunitense Hannah Tapp e Rossella Olivotto formano invece il tandem di centrali e Loda e Courtney quello in banda. Imma Sirressi infine gioca nel ruolo di libero.
Scandicci, dopo l'eliminazione dai quarti di CEV Champions League, si vuole invece subito rifare in campionato. Coach Parisi sceglie il suo classico 6+1: Malinov al palleggio, Haak da opposto, Bosetti e Vasileva in banda, Adenizia e Stevanovic come centrali. Nel ruolo di libero ovviamente c'è Enrica Merlo.
In avvio di gara la Zanetti Bergamo mostra i denti e vola sul 4-1. La Savino Del Bene rientra sul -1 (4-3) grazie alle imprecisioni di Bergamo, ma la formazione di Bertini allunga nuovamente con Courtney a segnare due punti consecutivi (7-4). Un errore di Haak spinge il punteggio sull'8-4 e costringe Parisi a chiamare il time out. Dopo il “tempo” Scandicci non cambia passo e Smarzek assesta l'affondo dell'11-6. Scandicci resta in scia solamente grazie ad una Bergamo particolarmente fallosa al servizio (quarto errore che vale il 14-9). La Savino Del Bene rimane sempre a 4-5 punti di scarto, Haak prova a scuotere le sue compagne con uno dei suoi attacchi e con bel muro (19-16). Bosetti è ancora una volta provvidenziale nel finale di set, prima firma in pallonetto il 20-17, poi mette a terra con precisione il pallone del 21-19. Nonostante una Stevanovic efficace in fast ed una Malinov che di seconda firma il 24-21, il set se lo prende la Zanetti Bergamo per 25-22.
Alla ripresa della gara la Savino Del Bene trova il primo vantaggio nella gara sul 2-3. Bergamo è in palla e risponde prontamente tornando avanti sul 7-6, trascinata dai punti di Smarzek e Tapp. Il match si incanala sui binari dell'equilibrio e le squadre si combattono punto a punto. Bosetti si coordina per un pallonetto acrobatico (10-9), Haak inchioda a terra il punto del 11-12, ma è Mitchem a firmare il +2 per Scandicci al termine di uno scambi contraddistinto da una splendida difesa di capitan Bosetti. Il margine non basta a Scandicci per innescare la fuga così, sul 15-15, le squadre sono nuovamente in parità. La Savino Del Bene genera un altro strappo con un break di tre punti creato da Haak e Mitchem, che costringono Bertini al time out sul 16-19. Il set non è ancora nelle mani di Scandicci e due punti in fila per Bergamo costringono Parisi al contro time out. Smarzek riporta la Zanetti sul -1 (21-22) e Olivotto a muro firma il sorpasso orobico (23-22). Bosetti a muro ed Haak con un colpo diabolico riportano avanti Scandicci (23-24). Bergamo spaventa la Savino del Bene con il 25-24 firmato con un lungo linea da Smarzek, ma Scandicci prima pareggia sul 25-25 e poi balza in vantaggio con un lungo linea di Mitchem (25-26). Smarzek trova però un nuovo pareggio per Bergamo (26-26), due attacchi out di Mitchem consegnano la vittoria del secondo set alla Zanetti (28-26).
Come nel finale di secondo set la Savino Del Bene torna in campo nella terza frazione di gioco con Mazzaro per Adenizia. Scandicci va sotto 6-3 e non trova una soluzione all'enigma di una gara complicata, Parisi prova allora a cambiare la carte in tavola con Zago in campo per Haak. La situazione non cambia, le ragazze di Scandicci provate dalle fatiche di Champions, continuano a faticare e sul 9-4 Parisi ferma la gara e sostituisce Mitchem con Vasileva. Sul 10-4 ecco una nuova sostituzione: è il turno di Caracuta per Malinov. Scandicci scivola anche sul -7 (14-7), ma nel momento di massima difficoltà è Zago a suonare la carica per le sue, mettendo in fila tre punti consecutivi (14-10). La Zanetti Bergamo dimostra tutta la sua grinta non facendo mai cadere il pallone e conquistando il 16-10 dopo uno scambio infinito. Parisi chiama un nuovo time out, ma al rientro in campo Loda trova grazie al nastro l'ace del 17-11. Scandicci va addirittura sotto di 8 punti (20-12), Stevanovic prova a rispondere con due punti a stretto giro (21-15), ma è tutto inutile. L'ex Sara Loda “stampa” il muro del 25-16, consegna il terzo set alla Zanetti Bergamo e manda i titoli di coda sulla gara. Sesta sconfitta in campionato per la Savino Del Bene, la quarta per 0-3.
Carlo Parisi, allenatore Savino del Bene Scandicci: “Difficile analizzare questa gara. Il nostro approccio alla partita è stato insufficiente. Tutte le squadre che giocano contro una rivale più forte mettono in campo grandi motivazioni. Noi invece abbiamo avuto un approccio alla gara insufficiente e lo abbiamo mantenuto per tutto l'arco della partita. È evidente che non ho fatto quello che serviva per stimolare la squadra, anche se sapevamo che questa era una gara in cui aver portato punti a casa ci avrebbe garantito il terzo posto. Evidentemente avrei dovuto fare di più per portare in campo una squadra più aggressiva. Abbiamo giocato con tanta fatica per due set e il terzo set è finito prima di iniziare con una squadra impaurita perchè ha preso atto della situazione e ha giocato ancora con più paura. All'inizio siamo stati penalizzati da un approccio non adeguato e di questo mi assumo le responsabilità, dall'altro nel corso di una partita ci sono gli spazi ed i tempi per cambiare il corso del match. Non mi sento di trovare scuse. Quando si devono raggiungere degli obiettivi bisogna entrare in campo con l'atteggiamento giusto.”

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO - E'PIU' POMI' CASALMAGGIORE 3-1 (25-21 30-32 25-23 25-16)
Al PalaYamamay di Busto Arsizio, davanti a 2988 spettatori, è la Unet E-Work Busto Arsizio a spuntarla per 3-1 sulla Vbc Èpiù Pomì Casalmaggiore. Per Casalmaggiore occhi già puntati sull'ultima di Regular Season tra le mura amiche del PalaRadi di Cremona contro la Igor Novara sabato 30 marzo alle ore 20.30.
La formazione di casa parte forte, un'infrazione fischiata a Bosetti porta la Uyba sul 4-0, time out per coach Gaspari. Al ritorno in campo è Carcaces a mettere il pallone a terra, 1-4. Tocco morbido di Kakolewska che però è efficace e sigla il 3-6 per le rosa. Gioca d'astuzia Skorupa, dopo la pipe di Herborts, e di seconda trova il 4-7, Cuttino ribadisce. Arrighetti ferma l'attacco di Gennari e fa 6-7. Bosetti finalizza il suo tentativo e trova la parità 8-8. Samadan trova il primo ace della gara, 11-9 Uyba, ma Arrighetti non ci sta e accorcia le distanze. Carcaces erge il muro di Casalmaggiore con Kakolewska e l'attacco bustocco non passa, parità 11-11. Altra magia di Skorupa, il suo tocco di seconda è ancora punto, 16 pari. Spirito riceve bene, bella palla in quattro di Skorupa e Cuttino finalizza, 18- pari, Arrighetti allunga, 19-18 time out per la Uyba. Meijners indovina la traiettoria perfetta sulla quale Bosetti non può nulla, 21-19 e time out Vbc. Cuttino si trasforma in palleggiatrice e Carcaces sfrutta la bella palla, 20-21, poi l'opposto statunitense riveste i panni dell'attaccante e pareggia i conti. Meijners frena il tentativo di Cuttino e manda le sue al primo set point 24-21 e un errore rosa chiude la frazione 25-21. Top Scorer: Herbots 6, Carcaces 4
E' Carcaces ad aprire le marcature della seconda frazione, 1-0. Si viaggia sul sostanziale equilibrio punto a punto, diagonale di Gennari e 2 pari, battuta a rete di Orro, 3-3, battuta out di Bosetti, 4-3 Uyba. Carcaces però sfrutta il mani out e pareggia i conti 4-4. Le rosa spingono e Kakolewska mette a terra la palla giusta, 7-5. Ancora la centrale polacca trova il tempo giusto e sigla l'8-6. Altro bel tocco morbido ed intelligente di Bosetti che beffa la difesa bustocca e fa 10-7. Gran palla di "Firefox" Bosetti che trova la riga di fondo campo e sigla l'11-7, time out per coach Mencarelli. Cuttino piazza a tutto braccio una bella parallela e fa 12-8. Le farfalle finalizzano il loro attacco, 11-12 Uyba, time out per coach Gaspari. Busto non ci sta, due attacchi consecutivi di Meijners e la formazione di casa passa in vantaggio 13-12 ma Cuttino pareggia ancora. Cuttino porta in vantaggio nuovamente le sue con una palla insidiosa, 15-14. Carcaces mette a terra una diagonale che taglia la difesa e fa 16-15, ma Samadan in pipe pareggia i conti. Skorupa ferma il tentativo di Gennari  manda le sue sul 18-16. Pallonetto di Bosetti che passa il muro bustocco e cade nei tre metri, 20 pari. Carcaces c'è e si sente, diagonale che trova il vertice del campo e fa 22-21.Si lotta punto a punto, Bonifacio fa 23-23, Kakolewska 24-23, time out Busto. Errore in difesa per Casalmaggiore e Busto ribalta la situazione, 25-24, time out per coach Gaspari. Al ritorno Carcaces pareggia i conti sfruttando il muro avversario, 25-25. Meijners trova l'attacco giusto e porta le sue sul 27-26, ma il mani out di Bosetti ferma tutto, 27-27. Azione combattutissima, mani oit di Bosetti e 28-27, ma Meijners pareggia. Cuttino sale e picchia, 29-28. Muro di Arrighetti su Gennari, 30-29, mamma mia che frazione! "Rocket" Cuttino sale in cielo, 31-30. L'errore difensivo bustocco chiude la frazione 32-20. Top Scorer: Meijners 9, Bosetti 8
Terzo set. Kakolewska in muro apre le danze, 1-0. Busto spinge ma Bosetti è pronta, diagonale, 2-3. Le farfalle murano il tentativo di Bosetti, 5-2, time out per coach Gaspari. Al ritorno in campo la giocatrice di Tradate si fa perdonare, 3-5. Attacco quasi a piedi a terra di Bosetti e la Vbc si porta sul 5-6. Cannonata del "Tiburon" Carcaces al centro del campo, 6-7. Cuttino cerca di tenere le sue fin da subito attaccate al set, 7-10. Ace di Carcaces su Orro, 9-11, Bosetti ribadisce, 10-11. Ace di Kakolewska che beffa Samadan e fa 12-13. Gennari salva l'incredibile due volte e poi le bustocche finalizzano, 16-12, time out Casalmaggiore. Cuttino trova il tocco del muro e sigla il 13-18. Monster block a uno su Gennari di Cuttino, 15-18, time out Busto. Meijners trova il quarto tocco così la Vbc ne approfitta, 17-19. Bella palla lunga di Pincerato, subentrata a Skorupa, per Carcaces che finalizza, 18-20. Muro di Cuttino ancora che trova la riga del campo, 20-21. Cuttino mette la sua parallela a tutto braccio e fa 22-23. Meijners trova il set point 24-22, ma Carcaces annulla, 23-24, time out Busto. E' Meijners però a chiudere la frazione 25-23. Top Scorer: Meijners 8, Bosetti e Carcaces 5
Quarto set. E' Bonifacio ad aprire le marcature e Herbots ribadisce, 2-0. Busto spinge ma viene fischiata un'infrazione a Samadan, 3-6. Kakolewska trova un punto fortunoso ma efficace che manda le sue sul 4-6. Bosetti indovina l'ennesimo mani out, 5-7. E' out il tentativo di Herbots, 7-9, Carcaces accorcia nuovamente, 8-9. Bonifacio trova un ace che fa 13-9 e coach Gaspari preferisce chiamare time out. La battuta di Meijners è out e ridà un po' di fiato a Casalmaggiore, 11-18. Parallela strettissima nei 3 metri di Bosetti, 12-18, e la pipe out di Herbots regala il 13-18, time out per coach Mencarelli. Il tentativo rosa è efficace, diagonale e 15-20. Samadan trova un ace ai danni di Gray, 22-15, ma fallisce la battuta successiva. Meijners, sicuramente la migliore delle sue, manda la Uyba al match point e Bonifacio chiude 25-16 e 3-1. 
Britt Herbots, schiacciatrice Unet E-Work Busto Arsizio: "Sono felice, abbiamo giocato molto bene anche se nel secondo set ci siamo complicate la vita con un po' troppi errori. Fisicamente è stata una partita tosta, ma siamo ormai abituate a giocare ogni tre giorni. Non c'è mai troppo tempo per recuperare ma ora siamo cariche e possiamo pensare finalmente alla finale di martedì".
Marco Mencarelli, allenatore Unet E-Work Busto Arsizio: "La partita è stata intensa: tutte e due le squadre erano in calo fisico durante il match e allora nel finale abbiamo giocato con forza di volontà: questo ci ha premiato nell'ultimo set, dandoci un buon vantaggio che abbiamo portato fino alla fine. Credo che la UYBA abbia giocato un pelo meglio di Casalmaggiore, ma complimenti a entrambe le squadre che danno sempre vita ad incontri assai equilibrati".

I TABELLINI DEGLI ANTICIPI

ZANETTI BERGAMO - SAVINO DEL BENE SCANDICCI 3-0 (25-22 28-26 25-16)
ZANETTI BERGAMO: Olivotto 9, Smarzek 20, Loda 8, Tapp 11, Cambi 2, Courtney 8, Sirressi (L), Carraro. Non entrate: Mingardi, Strunjak, Imperiali, Acosta Alvarado. All. Bertini.
SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Bosetti 7, Ferreira Da Silva 3, Haak 10, Vasileva 2, Stevanovic 7, Malinov 2, Merlo (L), Zago 4, Mitchem 3, Mazzaro 1, Bisconti, Caracuta. Non entrate: Mastrodicasa, Papa. All. Parisi.
ARBITRI: Feriozzi, Zingaro. NOTE - Spettatori: 1269, Durata set: 29', 31', 22'; Tot: 82'.

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO - E'PIU' POMI' CASALMAGGIORE 3-1 (25-21 30-32 25-23 25-16)
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Gennari 9, Samadan 10, Orro 3, Herbots 16, Bonifacio 7, Meijners 31, Leonardi (L). Non entrate: Cumino, Grobelna, Botezat, Peruzzo, Berti, Piani. All. Mencarelli.
E'PIU' POMI' CASALMAGGIORE: Bosetti 18, Arrighetti 4, Cuttino 13, Carcaces 18, Kakolewska 12, Skorupa 2, Spirito (L), Lussana, Gray, Pincerato. Non entrate: Marcon, Radenkovic, Mio Bertolo. All. Gaspari.
ARBITRI: Piana, Bassan. NOTE - Spettatori: 2988, Durata set: 26', 38', 29', 23' ; Tot: 116'.

SAMSUNG VOLLEY CUP A1
IL PROGRAMMA DELLA 25^ GIORNATA

Sabato 23 marzo, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Zanetti Bergamo - Savino Del Bene Scandicci  3-0 (25-22 28-26 25-16)
Sabato 23 marzo, ore 20.30 (diretta LVF TV) 
Unet E-Work Busto Arsizio - èpiù Pomì Casalmaggiore  3-1 (25-21 30-32 25-23 25-16)
Domenica 24 marzo, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Banca Valsabbina Millenium Brescia - Imoco Volley Conegliano  ARBITRI: Prati-Curto  ADDETTO VIDEO CHECK: Fichera
Igor Gorgonzola Novara - Bosca S.Bernardo Cuneo  ARBITRI: Canessa-Spinnicchia  ADDETTO VIDEO CHECK: Minelli
Lardini Filottrano - Il Bisonte Firenze  ARBITRI: Sessolo-Somansino  ADDETTO VIDEO CHECK: Perotti 
Club Italia Crai - Reale Mutua Fenera Chieri  ARBITRI: Carcione-Scarfò  ADDETTO VIDEO CHECK: Buonaccino 
Riposa: Saugella Team Monza

LA CLASSIFICA
Imoco Volley Conegliano 57; Igor Gorgonzola Novara 50; Savino Del Bene Scandicci 47*; Saugella Team Monza* 45; Unet E-Work Busto Arsizio 45*; èpiù Pomì Casalmaggiore 40*; Il Bisonte Firenze* 36; Bosca San Bernardo Cuneo 33; Zanetti Bergamo 31*; Banca Valsabbina Millenium Brescia 28; Lardini Filottrano 14; Reale Mutua Fenera Chieri 9; Club Italia Crai 3.
* una partita in più
Sigla.com - Internet Partner