A1 femminile: negli anticipi vittorie per Novara, Conegliano e Scandicci. Domenica si completa il primo turno

14/10/2017

A1 femminile: negli anticipi vittorie per Novara, Conegliano e Scandicci. Domenica si completa il primo turno
Tre anticipi nella prima giornata della Samsung Galaxy Volley Cup e prime sorprese di stagione: vittorie in trasferta per Imoco Volley Conegliano e Savino Del Bene Scandicci, entrambe trionfanti per 3-0 rispettivamente contro Pomì Casalmaggiore e LiuJo Nordmeccanica Modena, l'Igor Gorgonzola Novara, Campione d'Italia, trova la vittoria al tie-break contro la Unet e-work Busto Arsizio. Domenica sono in programma le tre partite che completeranno questo primo turno della Samsung Galaxy Volley Cup: tutte le sfide saranno proposte in diretta streaming e in alta definizione su LVF TV, la web-tv ufficiale della Lega Pallavolo Serie A Femminile. 

POMI' CASALMAGGIORE - IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 0-3 (22-25 20-25 18-25)
La VBC Pomì Casalmaggiore cede tra le mura amiche per 3-0 all'Imoco Conegliano davanti a 2848 spettatori. 
Conegliano inizia a spingere da subito ma la Pomì non resta a guardare, all'ace di Hill che porta l'Imoco sul 5-3 risponde Pavan accorciando le distanze. Da segnalare il lunghissimo scambio del 9-7 Conegliano, concluso da Easy, con tre salvataggi strepitosi di Sirressi, poi Pavan, ancora una volta, accorcia le distanze. Il primo time out della gara è chiesto da coach Abbondanza sul 11-8 Imoco. Hill e Easy, imboccate da una ottima Wolosz, allungano le distanze portandosi sul 15-10 ma Starcevic blocca con un muro l'attacco dell'americana n°8. Bella la prima intenzione di Giulia Rondon che porta la Pomì a -3: 17-14 Imoco, entra Zago alla battuta proprio per la palleggiatrice pisana. Stevanovic si fa vedere a muro riuscendo a bloccare un tiro di Hill e mettendo a terra il 16-18. Errore nel punto successivo delle gialloblu così coach Santarelli decide di chiamare time out: 18-17 Imoco. Il primo video check del campionato lo chiama coach Abbondanza, a ragion veduta, su dentro/fuori in battuta dell'Imoco: 20-19 Imoco. Una fast di Folie porta le venete sul 24-21, ma Guerra non molla e con un mani-fuori tiene la Pomì sul 22-24. Ma è Folie a chiudere il set 25-22.
Inizio punto a punto di seconda frazione con la Pomì leggermente avanti, pallonetto di Stevanovic sigla il 7-5 Pomì. E' Nicoletti a rimettere tutto in parità 7-7. Il punto successivo è un muro di Folie su Pavan così coach Abbondanza preferisce chiamare time out. L'Imoco si porta avanti con una buona Easy ma Pavan accorcia le distanze 8-9. Bella diagonale di Pavan sporcata dal muro veneto che mantiene la Pomì a -1: 12-11 Imoco. E' il momento di Chunlei Zeng, che riporta la Cina sui campi italiani dopo il 2009, che prende il posto di Guerra. Le ragazze di coach Abbondanza tengono ma è l'Imoco a spingere di più e Folie mette a terra il pallone del 22-18. Guiggi non molla e tiene la Pomì aggrappata al set mettendo a terra il 20-24 ma è Hill a chiudere il set 25-20 per l'Imoco.
Terza frazione iniziata sempre punto a punto con un errore in battuta di Hill che mette tutti in parità 4-4 ma un successivo errore di Starcevic, sempre in battuta, riporta avanti Conegliano 5-4, ma la Pomì non molla e Stevanovic riacciuffa il 5-5. Un'indiavolata Folie cerca di allungare ma Pavan e compagne non mollano e si rifanno sotto: 9-8 Imoco. La Pomì è sempre lì e Starcevic manda in battuta Pavan dopo un pallonetto su Nicoletti: siamo 13-11 Imoco. Hill infila due ace consecutivi, porta l'Imoco sul 16-11 e così coach Abbondanza inserisce nella mischia ancora Zeng per Starcevic. L'Imoco si porta sul 18-13 ed inserisce Papafotiou per De Kruijf in battuta che trova subito un ace: 19-13 Imoco. Le ragazze di coach Abbondanza tengono ma è l'Imoco a chiudere la terza frazione 25-18 e la gara per 3-0 con un muro di De Kruijf. 

IGOR GORGONZOLA NOVARA - UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 3-2 (32-30 25-22 20-25 21-25 15-12)
Maratona vincente per la Igor Volley, che la spunta al quinto set nell’esordio casalingo al Pala Igor (gremito da 3500 tifosi) contro Busto Arsizio al termine di un match combattutissimo. Spettacolare il duello tra Paola Egonu (30 punti) e Michelle Bartsch (27), decisive le prestazioni di Stefania Sansonna e Francesca Piccinini (premiata Mvp Igor Gorgonzola del match) ma anche la grinta sotto rete di Lauren Gibbemeyer (scelta per il “premio zanzara” Auto Magenta e artefice di 14 punti).
Entrambe le formazioni partono con i sestetti annunciati: Novara, ancora priva di Enright, schiera Egonu opposta a Skorupa, Chirichella e Gibbemeyer al centro, Plak e Piccinini in banda e Sansonna libero; Busto replica con Diouf opposta a Orro, Stufi e Berti al centro, Gennari e Bartsch in banda e Spirito libero.
Il primo punto del campionato è un errore in attacco di Diouf (1-0), Piccinini fa il break (7-5) prontamente ricucito da Diouf (9-8) ma due punti in successione di Chirichella riportano le azzurre avanti 12-8 con Busto che insegue e si riavvicina con Bartsch sul 13-12; Gibbemeyer fa 16-13 a rete, Egonu addirittura 21-17 in diagonale ma dopo il timeout di Mencarelli Busto rientra con la fast di Stufi (22-20) e con un ace della neoentrata Chausheva (22-21). Novara arriva al set point con Gibbemeyer (fast, 24-22) e Diouf ne annulla due, sorpassando 24-25; le azzurre annullano a loro volta quattro set ball e tornano avanti con Piccinini (29-28) dopo una gran difesa di Sansonna: alla fine chiude Plak, dal 30-30, con un attacco e un muro su Bartsch (32-30).
Si riparte punto a punto, con Egonu che firma il primo break con due punti in successione (10-7) e Chirichella che amplia il gap dopo il timeout di Mencarelli, firmando l’11-7; Piccinini mura Stufi (13-9), due “stampate” di Chirichella valgono il 16-10 ma Busto si affida al servizio di Bartsch e l’americana colpisce anche in attacco, riportando sotto le sue sul 20-19. Chirichella chiude uno scambio infinito (22-19), Skorupa mura Bartsch e fa 24-21 ma Busto replica con Stufi (24-22) prima della diagonale decisiva di Egonu (25-22).
Il primo break è di Novara (5-3), che poi pasticcia e propizia il 5-6 con Bartsch e Diouf che scappano 7-11 nonostante il timeout di Barbolini. Ancora Bartsch per il +6 (12-18) e Barbolini ferma nuovamente il gioco ma dopo l’ace di Egonu (14-18) e il cambio di diagonale, l’unico acuto è una diagonale di Vasilantonaki (15-20). Busto controlla nonostante l’errore di Berti e il muro di Gibbemeyer (19-22) e Diouf conquista il set point in diagonale, con Chausheva che entra e chiude 20-25 sorprendendo con il servizio Zannoni.
Novara scappa subito 6-1 con Plak ma dopo il timeout di Mencarelli le ospiti ricuciono lo strappo sul turno in battuta di Bartsch (7-7) complici quattro errori consecutivi delle azzurre. Egonu e Gennari duellano, Stufi scappa 11-13 e Novara insegue, rientrando con Egonu e sorpassando 19-18 con l’errore in attacco di Diouf; Egonu sbaglia (19-20), Bartsch no e trova il break del 20-22, prolungato da due punti di Berti (fast e poi muro su Piccinini) per il 20-24. Chiude, al secondo tentativo, ancora Berti: 21-25.
Busto riparte di slancio nel tie-break e si porta 2-5 con Gennari, mentre Barbolini chiama timeout; Diouf manda le squadre al cambio campo sul 5-8, Egonu con due muri su Bartsch impatta e costringe Mencarelli a fermare il gioco ma ancora l’opposto azzurro, dopo il muro di Piccinini su Orro, concretizza una gran difesa con la parallela dell’11-9. Ancora Egonu per il match ball (14-11) e al secondo tentativo è un attacco out di Bartsch, dopo una gran difesa azzurra, a chiudere i conti sul 15-12.

LIUJO NORDMECCANICA MODENA - SAVINO DEL BENE SCANDICCI 0-3 (14-25 12-25 14-25)
l primo sestetto in gare ufficiali di coach Gaspari vede Francesca Ferretti al palleggio, Barun opposta, Montano e Bosetti in posto quattro, Heyrman e Calloni al centro con Leonardi libero.
Dall’altra parte Scandicci schiera Carlini-Haak come diagonale principale, Bosetti Lucia e Bianchini in posto quattro, Arrighetti e Adenizia al centro con Merlo libero.
Primo pallone affidato a Barun e subito convertito in punto, poi Scandicci si fa sentire con il muro e sorpassa, portandosi subito a condurre il parziale. Un paio di punti per l’ex di giornata Bianchini, poi Heyrman trova il muro del 6-7, ma sul cambio palla si ferma il sestetto bianconero. 6-10 e time out per coach Gaspari, poi replicato sul 6-13 dopo altri tre punti di marca toscana. Più rapido e incisivo il gioco delle ospiti che riescono a colpire con tutte le proprie interpreti offensive, mentre Modena fatica e si scontra spesso sul muro avversario. In seconda linea arriva anche il cambio con Bisconti a dare fiato a Montano, ma non è sufficiente per invertire la rotta di un set che da subito ha preso la via di Scandicci. Nel finale entra anche Vesovic per Caterina Bosetti, ma dall’altra parte della rete è la sorella Lucia a chiudere i giochi 25-14.
Secondo set.
Si riparte con i sestetti d’inizio gara, botta e risposta da una parte e dall’altra fino al 3-3, poi altro gigantesco parziale di Scandicci con Haak in attacco e dai nove metri. Inarrestabile la giovane svedese per il sestetto di coach Gaspari che prova anche a cambiare le carte in tavola inserendo Vesovic per Montano e a fermare il gioco con i due time out a disposizione. Il parziale, però, arriva fino al 3-15 quando Garzaro, appena entrata, trova il cambio palla che ferma il turno al servizio di Haak. Distanze ormai impossibili da colmare, però, e allora ha vita facile Scandicci a gestire l’ampio margine per poi chiudere con la solita Haak 25-12.
Terzo set.
Confermata Vesovic in sestetto al posto di Montano, la solita Haak mette a terra il primo pallone e ancora una volta la formazione toscana parte più forte delle bianconere, mettendo subito un margine di distacco importante. Bianchini mette a terra il pallone del 2-6 ed è subito time out per coach Gaspari. Ferretti si aggrappa ad Heyrman e Barun che riescono a trovare buoni colpi offensivi, ma dall’altra parte Scandicci mantiene un ottimo cambio palla e non concede possibilità di rientro alle modenesi. La pipe di Barun vale il 13-16, ma è l’ultimo frangente di set in cui Modena può coltivare la speranza di rimanere agganciata alla partita. Fallito il contrattacco del 14-16 arriva anche l’ace di Arrighetti per il 13-18. Gaspari ferma con il suo secondo time out, ma non basta. Il meccanismo bianconero si inchioda nuovamente e il set si chiude 14-25 mettendo fine anche all’incontro.

SAMSUNG GALAXY VOLLEY CUP SERIE A1 FEMMINILE
I TABELLINI
POMI' CASALMAGGIORE - IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 0-3 (22-25 20-25 18-25)
POMÌ CASALMAGGIORE: Martinez Brayelin, Napodano Francesca (L), Sirressi Imma (L), Guiggi Martina 6, Zeng Chunlei, Pavan Sarah 11, Starcevic Ana 6, Guerra Anastasia 8, Zago Valentina, Lo Bianco Eleonora, Stevanovic Jovana 7, Rondon Giulia 1, Zambelli Marina. 
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Bricio Samantha, Fiori Silvia (L), De Kruijf Robin 7, Cella Elisa, Folie Raphaela 9, Easy Megan 14, Melandri Laura, De Gennaro Monica (L), Danesi Anna, Papafotiou Athina 3, Wolosz Joanna 3, Hill Kimberly 11, Nicoletti Anna 8. 
NOTE: DURATA SET: 26', 27', 26'

IGOR GORGONZOLA NOVARA - UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 3-2 (32-30 25-22 20-25 21-25 15-12)
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Piccinini 12, Chirichella 14, Skorupa 1, Plak 14, Gibbemeyer 14, Egonu 30, Sansonna (L), Vasilantonaki 1, Zannoni, Camera. Non entrate: Populini, Bonifacio. All. Barbolini.
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Gennari 9, Stufi 11, Orro 2, Bartsch 27, Berti 14, Diouf 21, Spirito (L), Chausheva 2, Wilhite 2, Negretti, Botezat, Piani. Non entrate: Dall'Igna. All. Mencarelli
NOTE - Spettatori: 3500, Durata set: 37', 30', 26', 25 , 21 ; Tot: 139'.

LIUJO NORDMECCANICA MODENA - SAVINO DEL BENE SCANDICCI 0-3 (14-25 12-25 14-25)
LIUJO NORDMECCANICA MODENA: Ferretti, Montano 3, Garzaro 2, Barun-Susnjar 13, Bosetti 1, Heyrman 5, Leonardi (L), Vesovic 2, Calloni 1, Pistolesi, Pincerato. Non entrate: Bisconti, Tomic. All. Gaspari.
SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Carlini 7, Bosetti 8, Mancini, De La Cruz, Di Iulio, Arrighetti 10, Merlo (L), Haak 20, Bianchini 13, Ferreira Da Silva 12. Non entrate: Ferrara, Samadova, Papa. All. Parisi
NOTE - Durata set: 21', 20', 20'; Tot: 61'.

I RISULTATI E IL PROGRAMMA DELLA 1^ GIORNATA
Sabato 14 ottobre, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Igor Gorgonzola Novara - Unet E-Work Busto Arsizio  3-2 (32-30, 25-22, 20-25, 21-25, 15-12)
Sabato 14 ottobre, ore 20.30 (diretta LVF TV)
Pomì Casalmaggiore - Imoco Volley Conegliano  0-3 (22-25, 20-25, 18-25)
Liu Jo Nordmeccanica Modena - Savino Del Bene Scandicci  0-3 (14-25, 12-25, 14-25)
Domenica 15 ottobre, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Il Bisonte Firenze - Saugella Team Monza  ARBITRI: Frapiccini-Luciani
Lardini Filottrano - myCicero Pesaro  ARBITRI: Rolla-Oranelli
SAB Volley Legnano - Foppapedretti Bergamo  ARBITRI: Florian-Curto

LA CLASSIFICA
Savino Del Bene Scandicci 3*; Imoco Volley Conegliano 3*; Igor Gorgonzola Novara 2*; Unet E-Work Busto Arsizio 1*; Pomi' Casalmaggiore 0*; LiuJo Nordmeccanica Modena 0*; SAB Volley Legnano 0; myCicero Volley Pesaro 0; Il Bisonte Firenze 0; Saugella Team Monza 0; Lardini Filottrano 0; Foppapedretti Bergamo 0;
*una partita in più
Sigla.com - Internet Partner