A1 maschile terza giornata di ritorno: vittoria esterna per Ravenna a Verona. Perugia e Latina a segno in casa, Cuneo vince a Vibo Valentia

13/01/2013

A1 maschile terza giornata di ritorno: vittoria esterna per Ravenna a Verona. Perugia e Latina a segno in casa, Cuneo vince a Vibo Valentia
Risultati A1 maschile terza giornata del girone di ritorno di regular season:
Andreoli Latina - Altotevere San Giustino 3-0 (32-30, 25-23, 25-23);
Casa Modena - Itas Diatec Trentino 3-1 (26-24, 21-25, 25-19, 26-24);
Copra Elior Piacenza - Cucine Lube Banca Marche Macerata 1-3 (25-21, 23-25, 16-25, 21-25);
Tonno Callipo Vibo Valentia - Bre Banca Lannutti Cuneo 0-3 (23-25, 20-25, 23-25);
Marmi Lanza Verona - CMC Ravenna 0-3 (23-25, 17-25, 19-25);
Sir Safety Perugia - BCC-NEP Castellana Grotte 3-1 (25-19, 19-25, 25-17, 25-15)

ANDREOLI LATINA - ALTOTEVERE SAN GIUSTINO 3-0 (32-30, 25-23, 25-23)
ANDREOLI LATINA: Rauwerdink 5, Rossini (L), Gitto 3, Sottile 7, Jarosz 23, Patriarca 4, Verhees 7, Troy, Noda Blanco 8, Cisolla, Guemart. Non entrati Prandi, Fragkos. All. Prandi.
ALTOTEVERE SAN GIUSTINO: Fiore, Van Den Dries 18, Coali, Cesarini (L), Bohme 5, Torre 1, De Togni 6, Maric 7, Cebulj 17. Non entrati Guttmann, Mc Kibbin, Mattioli, Lo Bianco. All. Fenoglio.
ARBITRI: Boris, Cesare. NOTE - Spettatori 1000, incasso 5000, durata set: 37', 28', 26'; tot: 91'

L’Andreoli coglie la seconda vittoria consecutiva del nuovo anno. Supera l’Altotevere San Giustino in tre set ma in una gara molto equilibrata e decisa solo nel finale dei set. Tre punti che permettono al Latina di risalire in sesta posizione e rimanere agganciata a Cuneo, prossima avversaria in Campionato. Prima di questa gara i pontini voleranno a Unterhaching per la gara di andata dei Quarti (Challenge Phase) della CEV Cup.
L’Andreoli si porta subito avanti 10-7 ma gli umbri recuperano con un filotto che li porta 10-12, le due squadre si alternano in avanti con il set che va ai vantaggi, con i Latina che chiude sul 32-30. Secondo set che inizia con le due squadre che mantengo il cambio palla, Latina prova l’allungo sul 15-13 e poi sul 19-17, ma gli umbri recuperano, entra Cisolla in battuta e i pontini fanno due break che valgono il set sul 25-23.
Terzo set con Patriarca in campo, i padroni di casa che si portano subito sull’8-5, tre break consecutivi dell’Altotevere rovesciano il parziale sul 15-16, l’Antreoli rimette subito la testa avanti e con un muro di Sottile, MVP dell’incontro, si porta sul 24-21, ma deve attendere il 25-23 per chiudere la gara.

Silvano Prandi
(allenatore Andreoli Latina): “Era facile pronosticare che questa gara sarebbe stata più complicata di quella di Verona. San Giustino è più forte e gioca bene. Noi abbiamo avuto, se si può dire, la buona sorte di girare il primo set. Non abbiamo fatto una buona partita ma siamo stati pazienti e siamo riusciti a uscirne fuori nel migliore dei modi”.

Bram Van Den Dries (Altotevere San Giustino): “Abbiamo giocato bene, ma loro sono stati bravi a chiudere i set. Sono contento della mia prestazione. Ringrazio San Giustino della chance che mi ha dato nel poter giocare in A1, lo sto facendo da titolare, in allenamento mi sento bene, sto migliorando”.

SIR SAFETY PERUGIA - BCC-NEP CASTELLANA GROTTE 3-1 (25-19, 19-25, 25-17, 25-15)
SIR SAFETY PERUGIA: Alletti 6, Van Harskamp, Petric 16, Daldello 3, Giovi (L), Tomassetti 1, Schwarz 1, Tamburo 20, Vujevic 12, Edgar 2, Semenzato 8. Non entrati Van Rekom, Pochini. All. Kovac.
BCC-NEP CASTELLANA GROTTE: Menzel 1, Paparoni (L), Falaschi 3, Dolfo 3, Sabbi 15, Ferreira 1, Yosifov 12, Cester 7, Casoli 9, Krumins 2. Non entrati Elia, Ricciardello, Ferreira. All. Gulinelli.
ARBITRI: Prandi, Satanassi. NOTE - Spettatori 1500, durata set: 27', 27', 26', 27'; tot: 107'.

La “prima” del 2013 al PalaEvangelisti sorride alla Sir Safety Perugia che supera in quattro set la BCC-NEP Castellana Grotte portandosi a quota 23 in classifica al sesto posto in coabitazione con Latina. Si infrange alla quinta sfida diretta la regola del tie break tra Perugia e Castellana (gli altri quattro confronti si erano tutti conclusi al quinto set). I Block Devils di Kovac, guidati dalla sapiente regia di Daldello (MVP), trovano in Tamburo, 20 punti, e Petric, 16 punti, i soliti terminali offensivi implacabili, con capitan Vujevic che anche stasera ha deliziato la platea con i suoi colpi a effetto. Castellana invece, nonostante un buon Sabbi, è calata alla distanza, con Gulinelli che le ha provate tutte, variando a più riprese uomini in campo e assetto di gioco. Un concreto Yosifov al centro ed il costante Casoli sono stati gli ultimi baluardi a mollare. Dopo i primi due parziali, vinti uno per parte, molto belli, con azioni spettacolari e piuttosto equilibrati, i padroni di casa hanno ingranato la quarta partendo dal servizio (7 gli ace) e finendo con ottime cose a muro (13 i “block” vincenti). Il primo tempo conclusivo di Alletti ha messo la parola fine al match nel tripudio dei 1500 del PalaEvangelisti.

Goran Vujevic (Sir Safety Perugia): “I primi due set sono stati equilibrati, uno per parte e con delle azioni lunghe, belle e spettacolari. Poi siamo cresciuti, dimostrando le nostre sicurezze, sbagliando poco e riuscendo ad essere incisivi al servizio. Credo che alla fine la differenza l’ha fatta il nostro ritmo di gioco”.

Marco Falaschi
(BCC-NEP Castellana Grotte): “È un momentaccio e non solo stasera. Siamo troppo discontinui e il risultato è che facciamo delle figure come oggi. Dobbiamo farci un esame di coscienza, guardarci dentro e cercare di risalire la china. Il problema è che siamo già nella seconda parte della stagione. Di certo serve una scossa perché non giochiamo partite degne della Serie A1”.

MARMI LANZA VERONA - CMC RAVENNA 0-3 (23-25, 17-25, 19-25)
MARMI LANZA VERONA: Rak 6, Ter Horst 4, Gotsev 3, Meoni 1, Pesaresi (L), Gavotto 12, Peacock 1, Viafara, Fedrizzi 10, De Marchi 3. Non entrati Kosmina, Bolla, Centomo. All. Bagnoli.
CMC RAVENNA: Mengozzi 12, Owens 11, Zhukouski 3, Psarras, Tabanelli (L), Mazzotti (L), Zanuto 11, Bellei 13, Pelekoudas 6. Non entrati Sirri, Di Franco, Radunovic, Moro. All. Fresa.
ARBITRI: Padoan, Gnani. NOTE - durata set: 29', 24', 28'; tot: 81'.

La Marmi Lanza Verona esce sconfitta dal terzo match del girone di ritorno giocato al PalaOlimpia contro la CMC Ravenna. La formazione ospite riesce a tenere testa ai gialloblù dimostrandosi molto incisivi in attacco e su azioni di palla alta, mettendo in difficoltà Pesaresi e compagni nei tre set disputati. La CMC Ravenna prende subito il comando del gioco con Zanuto protagonista in campo. I ravennati allunga fino al 2 a 6, divario che però Verona riesce a recuperare azione dopo azione. Il pareggio arriva sul 10 a 10 dopo un muro di Rak su Pelekoudas; Al secondo time out tecnico si arriva sul 13 a 16 con il divario che, ancora una volta, viene recuperato dai gialloblù. Si arriva sul 20 a 20 ma il finale è di marca ravennate che chiude sul punteggio di 23 a 25 dopo un attacco di Bellei. L’inizio del secondo set è ancora a favore della formazione di Fresa che passa subito a condurre. Il divario cresce e al secondo time out tecnico sono quattro i punti di distacco tra le due squadre (12-16). Nel finale, i ragazzi di Bagnoli provano a recuperare terreno ma Zanuto e Bellei martellano da tutte le posizioni mantenendo così saldo il vantaggio della propria formazione. Si chiude sul 17 a 25. Più equilibrato l’inizio del terzo set: Fedrizzi porta in vantaggio Verona (3-2) e il muro di Meoni su Zanuto fa allungare i gialloblù fino al 6 a 4. Da qui il recupero della squadra ospite. La Marmi Lanza Verona cala nel rendimento in attacco, Ravenna si mantiene sopra il 50%. Ravenna pareggia poco dopo ed inizia a scavare il divario che le consentirà di vincere set e partita. Al secondo time out tecnico, Ravenna conduce per 10 a 16, uno svantaggio che Verona non è in grado di recuperare nelle battute finali. Si chiude sul 19 a 25.

Bruno Bagnoli (allenatore Marmi Lanza Verona): “Sicuramente voglio fare i complimenti a Ravenna perché dopo la partita cha ha fatto a Modena ha saputo ripetersi e ha giocato benissimo in battuta e in palla alta. Hanno approfittato del nostro momento psicologico assolutamente negativo. Nonostante la discreta partita di Gavotto e anche alternando i palleggiatori non siamo riusciti a tenere in attacco uno standard decente”.

Ryan Owens
(CMC Ravenna): “Questa vittoria ci fa sentire bene, abbiamo lavorato duro nelle ultime settimane per arrivare a questo risultato. Ultimamente abbiamo dovuto attraversare alti e bassi, ma quello che abbiamo realizzato stasera è qualcosa di grande che dobbiamo prendere come punto per andare avanti”.

TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA - BRE BANCA LANNUTTI CUNEO 0-3 (23-25, 20-25, 23-25)
TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA: Coscione 3, Cortellazzi, Kaliberda 6, Farina (L), Forni, Rocamora 2, Buti 7, Klapwijk 14, Barone 4, Urnaut 13. Non entrati Montesanti, Lavia, Badawy. All. Blengini.
BRE BANCA LANNUTTI CUNEO: Antonov 8, Ngapeth 11, De Pandis (L), Wijsmans 17, Kohut 6, Grbic 3, Della Lunga, Sokolov 13, Abdelaziz, Rossi. Non entrati Marchisio, Galliani. All. Piazza.
ARBITRI: Pol, Rapisarda. NOTE - Spettatori 2000, incasso 6800, durata set: 28', 25', 29'; tot: 82'.

Festa a metà per la Tonno Callipo Vibo Valentia nel giorno delle celebrazioni del Centenario del Main Sponsor del team. Agli uomini di Blengini non riesce di bissare il successo in Coppa Italia contro la Bre Banca Lannutti Cuneo che ha la meglio in tre set e in 1 ora e 22 minuti di gioco. Prima del’inizio del match la consegna simbolica delle nuove divise celebrative ai giocatori da parte del Presidente Pippo Callipo, omaggiato a sua volta dall’Amministratore Delegato della Lega Pallavolo Serie A Massimo Righi con una targa ricordo a nome dei Club di Serie A per i 100 anni dello sponsor e i 20 di pallavolo a Vibo Valentia. Una festa salutata anche dalla nuova mascotte Tonnino che, nel suo giro d’onore, ha infiammato le tribune del PalaValentia gremite in ogni ordine di posto. Davanti alle telecamere di RAI Sport 1 la sfida si apre all’insegna dell’equilibrio e va avanti così per lunghi tratti mostrando una Tonno Callipo intenzionata a dare filo da torcere ad una Bre Banca Lannutti Cuneo che affronta la gara con grande concentrazione e insegue con forza il risultato pieno, specie nel terzo set quando ha la capacità di riagguantare una situazione che sembrava ormai compromessa a favore dei padroni di casa. Le due squadre hanno un approccio guardingo, con un servizio molto tattico e una ricezione attenta che a fine gara si assesta al 73% di positiva per entrambe le formazioni e al 47% di perfetta per Vibo, contro il 46% per Cuneo. A fare la differenza è l’attacco di Cuneo, 53% la percentuale di squadra contro il 46% di Vibo, e Wijsmans, votato MVP del match, che fa registrare il 68% con 17 punti di cui 2 a muro. Buon 55% anche per Sokolov, che di punti ne fa 13 con 2 muri nel doppio ruolo di opposto e centrale. Antonov dice la sua con 8 punti, 1 muro e 43% di efficienza in attacco. Per Vibo le cose migliori le fanno vedere il centrale Simone Buti, autore di 7 punti con 1 muro e 67% in attacco, Urnaut (61% e 13 punti con 1 muro e 1 ace) e, infine, Klapwijk che mette a terra 14 palloni, nonostante una percentuale risicata (39%) in attacco. Sotto tono Kaliberda con 6 punti e 1 ace.

Tine Urnaut (Tonno Callipo Vibo Valentia): “Oggi abbiamo fatto fatica a entrare in partita, siamo partiti con il freno a mano tirato e rincorrere Cuneo non è mai facile. Nei primi due set non siamo riusciti a dire la nostra, poi nel terzo abbiamo creato una buona possibilità: siamo partiti forte andando avanti diversi punti, ma è bastato abbassare un po’ la guardia e Cuneo è stata brava a riprenderci e a fare delle cose straordinarie negli ultimi punti chiudendo la partita”.

Tsevan Sokolov (Bre Banca Lannutti Cuneo): “Non posso dire che sia stata una partita facile, anche perché l’ultima volta Vibo ci aveva messo parecchio in difficoltà. Questa volta siamo venuti senza pensare che sarebbe stata una partita facile, siamo entrati in campo a mente fresca cercando di non strafare e alla fine abbiamo fatto le cose giuste. Penso che la chiave della vittoria sia stata la concentrazione con cui l’abbiamo affrontata senza abbassare mai la guardia, giocando con il pensiero a quello che dovevamo fare e riuscendo a farlo forse non al 100% ma all’80% di sicuro.”

Giocate sabato 12 gennaio

COPRA ELIOR PIACENZA - CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA 1-3 (25-21, 23-25, 16-25, 21-25)
COPRA ELIOR PIACENZA: Latelli (L), Marra (L), Papi 2, Fei 8, Ogurcak 3, Simon 12, Zlatanov 15, Holt 7, Tencati, Maruotti 1, Vettori 11, De Cecco 5. Non entrati Corvetta. All. Monti.
CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA: Lampariello, Pajenk 9, Zaytsev 14, Parodi 12, Henno (L), Travica 8, Starovic, Kooy 11, Podrascanin 9. Non entrati Stankovic, Monopoli, Tartaglione. All. Giuliani. ARBITRI: Caltabiano, Tanasi. NOTE - Spettatori 4043, incasso 26270, durata set: 25', 29', 23', 27'; tot: 104'.

CASA MODENA - ITAS DIATEC TRENTINO 3-1 (26-24, 21-25, 25-19, 26-24)
CASA MODENA: Manià (L), Sala 3, Deroo 15, Quesque 3, Celitans 21, Casadei, Vesely 9, Pinelli, Kovacevic 12, Baranowicz, Piscopo 6. Non entrati Catellani. All. Lorenzetti.
ITAS DIATEC TRENTINO: Kaziyski 11, Sintini, Birarelli 12, Juantorena 2, Vieira De Oliveira 5, Uchikov, Lanza 6, Djuric 3, Colaci (L), Stokr 19, Chrtiansky Jr 1, Bari (L), Burgsthaler 3. All. Stoytchev.
ARBITRI: Cipolla, Pasquali. NOTE - Spettatori 3800, incasso 31000, durata set: 30', 26', 23', 30'; tot: 109'.

Classifica

Itas Diatec Trentino 34, Cucine Lube Banca Marche Macerata 34, Copra Elior Piacenza 28, Casa Modena 27, Bre Banca Lannutti Cuneo 26, Andreoli Latina 23, Sir Safety Perugia 23, Tonno Callipo Vibo Valentia 20, BCC-NEP Castellana Grotte 11, Altotevere San Giustino 11, Marmi Lanza Verona 8, CMC Ravenna 7.

Prossimo turno 4a giornata di ritorno Serie A1

Sabato 19 gennaio 2013, ore 17.30
BCC-NEP Castellana Grotte - Casa Modena Diretta RAI Sport 1

Domenica 20 gennaio 2013, ore 17.30
Bre Banca Lannutti Cuneo - Andreoli Latina Diretta RAI Sport 1

Domenica 20 gennaio 2013, ore 18.00
Itas Diatec Trentino - Altotevere San Giustino
Cucine Lube Banca Marche Macerata - CMC Ravenna
Tonno Callipo Vibo Valentia - Copra Elior Piacenza Diretta Sportube.tv
Marmi Lanza Verona - Sir Safety Perugia
Sigla.com - Internet Partner