Andrea Mattei a Molfetta

14/07/2012

Andrea MatteiAndrea Mattei
Andrea Mattei
Il Club Italia allenato da Michele Totire l'anno scorso, era composto da ragazzi terribili. Soltanto contro la Pallavolo Molfetta, fra andata e ritorno riuscirono a conquistare ben 5 punti, ma più di una formazione ricorda bene di cosa sono stati capaci di fare questi promettenti ragazzi. L'epilogo certo non è stato positivissimo, vista l'eliminazione al primo turno dei playout contro Reggio Emilia; ma si sa che il movimento giovanile della squadra targata FIPAV non conosce retrocessioni. Anzi va sempre promosso perché questi ragazzi costituiscono il futuro della pallavolo italiana da qui a dieci anni. Uno di questi 'ragazzi terribili' è il giovanissimo e talentuoso Andrea Mattei, nato nel 1993 a Marino (Rm) e di professione centrale. A Molfetta Andrea sarà il più giovane della compagnia, pronto a far rifiatare i suoi compagni di reparto Emiliano Giglioli e Alessandro Giosa. "Ho scelto Molfetta perché penso sia una società ottima per crescere e migliorare. L'obiettivo è quello di migliorare sempre di più ripagando la fiducia di Molfetta nel volermi quest'anno con sé e di dare sempre il massimo in allenamento ed in partita quando ce ne sarà l'occasione".
Mattei inizia qualche annetto fa nel Volley Aprilia per poi subito passare nelle giovanili della MezzaRoma Volley. L'anno scorso, esordisce in A2 con la maglia del Club Italia e le soddisfazioni personali non tardano ad arrivare: per lui c'è stata la chiamata di Marco Bonitta nella NAZIONALE JUNIORES, in virtù delle qualificazioni agli Europei di categoria. Un talento che comincia a farsi strada ed a farsi notare e l'acquisizione nel roster biancorosso di elementi simili non può che dare lustro sia alla società, da una parte, che ai giovani ragazzi visto che per loro costituisce un'importante vetrina per mettersi in mostra. Occasioni ghiotte da non lasciarsi sfuggire, treni che passano una volta sola. "Penso di essere un giocatore molto tenace che non si arrende fino all'ultimo punto; tento di 'rubare' i segreti dei grandi come Mastrangelo, Gustavo Endres e Podrascanin guardandoli quando posso". Il reparto dei centrali biancorossi si chiude con l'acquisizione delle prestazioni del giovane Mattei. Sappiamo quanto Cichello sia capace di fare grandi cose con i giovani.
Sigla.com - Internet Partner