Anticipo A maschile: in Superlega vince Ravenna, Verona e Peugia. In A2 si impone Corigliano

24/01/2015

Anticipo A maschile: in Superlega vince Ravenna, Verona e Peugia. In A2 si impone Corigliano
CMC RAVENNA - ALTOTEVERE CITTÀ DI CASTELLO-SANSEPOLCRO 3-2 (19-25, 25-19, 26-24, 16-25, 15-11)
CMC RAVENNA: Mengozzi 8, Cavanna 4, Zappoli 1, Gabriele, Jeliazkov 1, Koumentakis 5, Goi (L), Zanatta Buiatti 21, Cester 12, Bari (L), Mc Kibbin 1, Cebulj 18. Non entrati Ricci. All. Kantor.
ALTOTEVERE CITTÀ DI CASTELLO-SANSEPOLCRO: Franceschini, Corvetta 4, Dolfo, Baroti, Tosi (L), Della Lunga 15, Aganits 6, Maric 29, Randazzo 7, Mazzone 11. Non entrati Teppan, Lensi, Kaszap, Daldello. All. Polidori.
ARBITRI: Boris, Rapisarda. NOTE - durata set: 26', 27', 32', 28', 19'; tot: 132'.

La CMC Ravenna fatica come Ercole, alla quarta gara in dieci giorni ed al terzo tie-break, ma alla fine il cuore della squadra di Kantor sale in cattedra e riesce a battere (3-2) un Altotevere rivitalizzato dal vecchio maestro Polidori e da uno strepitoso Maric, schierato opposto e ben servito dall’ex Corvetta. Ravenna ha visto Cebulj uscire alla distanza al pari di Renan e, per come si era messa la gara, deve essere soddisfatta del successo ottenuto.
Primo set con mini-allungo iniziale esterno (0-2), subito vanificato dal muro di casa (3-2) ma ci pensano i servizi di Maric a dare il primo, autentico allungo all’Altotevere (4-7). Si va in altalena ed allora è l’ex Cebulj ad agguantare i rivali a quota 8, ma iniziano a pesare gli errori al servizio della CMC (ben 5 nell’iniziale 10-12). Quando i ravennati iniziano a sbagliare anche in attacco (male Renan) gli ospiti prendono il largo (16-20) e traghettano a fine set chiudendo i conti con un muro di Mazzone.
Non perde consistenza la spinta dell’Altotevere all’inizio del secondo set (4-6), Cester pareggia con due punti consecutivi e ribalta con un errore ospite. Zappoli non è in giornata e sul 7-8 entra Gabriele, inizialmente la reazione della Cmc non arriva ma sul 14-15 una migliore lettura a muro da parte dei ravennati propizia un break di 4-0 che dà coraggio alla squadra di casa ed alla sua tifoseria. Il match cambia faccia e Cebulj è di nuovo protagonista con i padroni di casa che innestano la marcia superiore e chiudono facilmente.
Terzo set con Kantor che conferma Gabriele ma la ricezione non convince e quindi l’avvio migliore è dell’Altotevere (5-8), entra Koumentakis (sarà fondamentale) sul 7-11 e con un break (7-3) condotto da Renan i padroni di casa agguantano la parità sul 14-14. Inizia un braccio di ferro prolungato che vede la CMC mettere la testa avanti sul 22-21 e spreca due occasioni per allungare ma al secondo set-ball Mazzone attacca fuori e Ravenna va avanti 2-1. Quarto set ed ancora impatto migliore dell’Altotevere (3-7) che sfrutta i problemi in ricezione della CMC ed allunga fino al 6-12. Encefalogramma piatto per i padroni di casa, Kantor prova la difficile rianimazione cambiando la diagonale sul 6-15 ma c’è poco da fare e tra un errore ravennate ed un muro ospite si va al tie-break.
Questa volta parte meglio dai blocchi la CMC con Mengozzi al servizio e Renan in attacco (3 punti nel 5-1 iniziale) ma poi la ricezione va in tilt e gli ospiti pareggiano a quota 9. Regali in battuta da una parte e dall’altra al servizio, Cebulj dà l’11-9 ai suoi poi decide il muro della CMC, invalicabile nel finale.

Waldo Kantor (allenatore CMC Ravenna): “Troppi errori al servizio, anche se quando la battuta è entrata abbiamo messo in difficoltà la loro ricezione. Ma anche noi abbiamo sofferto troppo in ricezione ed abbiamo sprecato troppi contrattacchi. Ci sta anche un po’ di stanchezza fisica e mentale dopo tante gare ravvicinate. Per questo è importante essere usciti di qui con una vittoria”.
Fausto Polidori (allenatore Altotevere Città di Castello-Sansepolcro): “Peccato per l’inizio sbagliato del quinto set che ci ha messo in crisi, ma in generale sono soddisfatto per il rendimento della squadra in tutti i fondamentali. Penso che possa essere questa la strada giusta”.

Dopo il match a Forlì, altri due anticipi hanno completato il sabato per la 3a giornata di ritorno della SuperLega UnipolSai. Si continua domani, domenica.
CALZEDONIA VERONA - COPRA PIACENZA 3-1 (25-21, 25-27, 25-19, 25-22)
CALZEDONIA VERONA: Zingel 9, Coscione 4, Pesaresi (L), Gitto, Gasparini 20, Deroo 20, White, Bellei, Sander 17, Anzani 12. Non entrati Blasi, Centomo, Borgogno. All. Giani.
COPRA PIACENZA: Alletti 8, Marra (L), Poey 24, Papi 3, Ter Horst, Da Silva Pedreira Junior (L), Massari 1, Zlatanov 13, Ostapenko 6, Tencati, Kohut 7, Rodrigues Tavares 2. Non entrati Page, Meoni. All. Radici.
ARBITRI: Pasquali, Santi. NOTE - durata set: 25', 31', 23', 23'; tot: 102'.

La Calzedonia Verona continua senza soste nella sua striscia positiva conquistando una vittoria da tre punti anche contro la Copra Piacenza con il risultato di 3 a 1. I padroni di casa, davanti a quasi 3300 spettatori, si esprimono su alti livelli soprattutto in attacco con un 60% finale e tre bocche da fuoco a tratti infermabili: Gasparini e Deroo (20 punti), e Sander (17). Coscione è votato MVP dell’incontro perché giostra al meglio i propri attaccanti e nel terzo set i gialloblù arrivano addirittura a chiudere il parziale con l’80% in attacco. Piacenza fatica con i propri schiacciatori di posto quattro per buona parte della gara.
La Calzedonia Verona scende in campo con Coscione in cabina di regia, Gasparini opposto, Anzani e Zingel al centro, Sander e Deroo schiacciatori e Pesaresi libero; Piacenza risponde con Tavares – Poey, Ostapenko ed Alletti al centro, Zlatanov e Massari schiacciatori con Mario Jr libero.
E’ un inizio di gara subito da break e contro break (da 2 a 0 a 2 a 2). Gasparini guida i suoi con due attacchi consecutivi e un ace e il pubblico del PalaOlimpia esulta (8-4). Piacenza torna a forzare in battuta e diminuisce la distanza tra le due squadra, portandosi sul 14 a 13. La Calzedonia non si fa sorprendere e alza nuovamente il proprio muro; Deroo mette a terra il 18 a 14, poi Poey interrompe il break. I ragazzi di Andrea Giani, ingranano la quinta: Deroo firma un ace e Verona vola verso la vittoria del primo parziale per 25 a 21.
I gialloblù iniziano alla grande anche il secondo set. Poey schiaccia fuori per l’8 a 4 in favore della Calzedonia e subito dopo arriva l’out di Ostapenko. Radici è costretto al time out e la Copra Recupera fino alla parità, firmata da Zlatanov sull’11 a 11, con un break di 4 a 0; la gara torna equilibrata con le due squadre che tornano ad esprimersi con buone percentuali in attacco. L’ace di Tavares porta gli ospiti per la prima volta in vantaggio (16-17) poi Sander non chiude in attacco ed Alletti schiaccia il 18 a 20. Giani inserisce White per Gasparini, poi Ostapenko conquista l’ace del 18 a 21. Zingel mura Zlatanov dopo un’azione infinita e riaccende le speranze della Calzedonia sul 21 a 22; Gasparini in attacco e con un ace pareggia sul 23 a 23 poi il video check inverte il ventiquattresimo punto, assegnato a Verona per invasione a muro dei piacentini. Piacenza conquista la prima pala set sul 25 a 26, poi Sander schiaccia fuori e si chiude sul 25 a 27.
Calzedonia determinata ad inizio terzo set e subito 3 a 0. La Copra prova il recupero ma dal 6 a 5 la Calzedonia vola sull’11 a 5 con Deroo in battuta e al time out tecnico Verona è avanti di sei lunghezze. Anzani, con un muro su Zlatanov, conferma il vantaggio dei gialloblù che continuano ad esprimersi con buona qualità nei vari fondamentali. Sander, con una pipe, strappa applausi agli oltre 3200 presenti e firma il 19 a 13 poi mette giù anche il 21 a 14 poi Coscione mura Massari per il 22 a 14. Verona è padrona del campo e si chiude con l’ace di Sander sul 25 a 19 con i gialloblù che nel parziale attaccano con un ottimo 80%.
Anzani, a muro, apre il quarto set ma è Piacenza a conquistare il primo break di vantaggio (5-7), prontamente pareggiato dai padroni di casa che con due muri consecutivi di Anzani passano a condurre per 8 a 7. Con il turno al servizio di Zingel il break non finisce qui per il muro di Coscione proietta la Calzeodnia sul 10 a 7. Radici inserisce Ter Horst per Poey e il set si accende: Piacenza torna in vantaggio (10-11) poi l’ace di Coscione riporta avanti i Calzedonia (12-11). Sul 15 a 14 i ragazzi di Giani provano ad allungare con Sander (16-14) poi Deroo schiccia di prima intenzione il 21 a 18 e poi mette a a terra il 23 a 20. Zingel schiaccia sui tre metri la veloce del 24 a 21. Sul 25 a 22 finale, il PalaOlimpia esplode di entusiasmo.
MVP Manuel Coscione

Tijs Ter Horst (Copra Piacenza): “Siamo in difficoltà, non riusciamo a giocare come sappiamo fare. Quando siamo sotto nel punteggio non riusciamo mai a recuperare. Questa sera ci è mancato un po’ tutto, Verona ha giocato molto bene e hanno saputo ruotare alla perfezione i propri attaccanti”.
Andrea Giani (allenatore Calzedonia Verona): “Avevamo l’obbligo di vincere per tanti motivi: sia perché stiamo lottando per una zona di classifica importante, sia perché Piacenza è una squadra ben attrezzata. Piacenza potrebbe far lo sgambetto a tante squadre ed anche per questo i tre punti sono molto importanti per la classifica. Le vittorie contro queste squadre generano sicurezza, e ce la ritroveremo nelle partite più avanti”.

SIR SAFETY PERUGIA - TOP VOLLEY LATINA 3-2 (25-21, 21-25, 21-25, 25-19, 16-14)
SIR SAFETY PERUGIA: Buti 8, Fromm 8, Paolucci 1, De Cecco 4, Giovi (L), Barone 7, Tzioumakas, Beretta, Vujevic 6, Atanasijevic 38, Fanuli (L), Sunder 3, Maruotti 1. All. Grbic.
TOP VOLLEY LATINA: Manià (L), Rauwerdink 5, Sottile 3, Skrimov 17, Pellegrino, Tailli (L), Van De Voorde 11, Rossi, Starovic 18, Semenzato 5, Urnaut 17. Non entrati Ferenciac, Davis. All. Blengini.
ARBITRI: Puecher, Sampaolo. NOTE - Spettatori 2200, durata set: 31', 31', 31', 27', 23'; tot: 143'.

Il cuore della Sir Safety Perugia ha la meglio sulla Top Volley Latina. I Block Devils vedono le streghe sotto 1-2, poi le mosse di Grbic (dentro Barone e Sunder) ed un fenomenale Atanasijevic capovolgono il match portando, dopo un tie break al cardiopalma, due punti in classifica alla Sir. Il solito buon pubblico del PalaEvangelisti, con una rappresentanza di supporters giunti da Latina, ha potuto gustarsi una bella pallavolo e lo spettacolo che solo il grande volley sa offrire. Mvp indiscusso Aleksandar Atanasijevic che ha chiuso con 38 punti (52% in attacco e 3 ace) e che, dal quarto set in avanti, si è caricato sulle spalle i propri compagni imbeccato assiduamente da De Cecco. Buono anche il contributo delle forze fresche Barone, Sunder e Paolucci in una serata dove le fatiche di Champions di due giorni fa si sono fatte sentire. Latina si è confermata squadra ostica e di ottimo livello con Skrimov stasera capace di attacchi di ottima fattura. Il concitato tie break ha infiammato il palasport con Perugia avanti fino al 13-11, Latina capace di arrivare al match point (13-14) per poi cedere ai tre punti consecutivi di De Cecco, Atanasijevic e Barone (16-14).
Due belle iniziative prima del via con il presidente della Sir, Gino Sirci, che ha consegnato a Leonardo Cenci e all’Associazione Avanti Tutta Onlus un assegno di € 3.600, ricavato dei Quarti della Del Monte® Coppa Italia con Verona dello scorso 6 gennaio, e con l’ex bianconero Andrea Semenzato omaggiato dai Sirmaniaci a ricordo delle due stagioni passate a Perugia.
MVP: Atanasijevic

Gabriele Maruotti (Sir Safety Perugia): “Siamo stati bravi a crederci. Lode a Atanasijevic per i suoi 38 punti, ma anche a tutti gli altri perché hanno messo il cuore in campo. Siamo contenti di questa sofferta vittoria”.
Andrea Semenzato (Top Volley Latina): “E’ un peccato perché ce la potevamo fare. Li abbiamo messi in difficoltà, ma c’è mancato quel qualcosa in più per chiudere. Poi con un super Atanasijevic è stato tutto più difficile”.

3a giornata di ritorno SuperLega UnipolSai
Sabato 24 gennaio 2015, ore 17.30
CMC Ravenna – Altotevere Città di Castello-Sansepolcro 3-2 (19-25, 25-19, 26-24, 16-25, 15-11)
Sabato 24 gennaio 2015, ore 20.30
Calzedonia Verona – Copra Piacenza 3-1 (25-21, 25-27, 25-19, 25-22)
Sir Safety Perugia – Top Volley Latina 3-2 (25-21, 21-25, 21-25, 25-19, 16-14)
Domenica 25 gennaio 2015, ore 17.00
Tonazzo Padova – Cucine Lube Banca Marche Treia Diretta Lega Volley Channel (Bartolini-Cesare)
Addetto al Video Check: Pettenello Segnapunti: Spiga
Exprivia Neldiritto Molfetta – Energy T.I. Diatec Trentino Diretta RAI Sport 1 Diretta streaming su www.raisport.rai.it (Saltalippi-Lot)
Addetto al Video Check: Colapietro Segnapunti: Cinquepalmi
Domenica 25 gennaio 2015, ore 18.00
Vero Volley Monza – Modena Volley Diretta Lega Volley Channel (Sobrero-Cipolla)
Addetto al Video Check: Caporotundo Segnapunti: Calabrese
Turno di riposo: Revivre Milano

Classifica

Energy T.I. Diatec Trentino 36, Modena Volley 36, Calzedonia Verona 31, Sir Safety Perugia 29, Cucine Lube Banca Marche Treia 28, CMC Ravenna 25, Top Volley Latina 24, Exprivia Neldiritto Molfetta 19, Copra Piacenza 18, Vero Volley Monza 12, Altotevere Città di Castello-Sansepolcro 8, Tonazzo Padova 7, Revivre Milano 6.
1 incontro in più: Calzedonia Verona, Sir Safety Perugia, CMC Ravenna, Top Volley Latina, Copra Piacenza
1 incontro in meno: Cucine Lube Banca Marche Treia

Serie A2 UnipolSai
4a giornata di ritorno: l’anticipo sorride a Corigliano

CENTRALE MCDONALD'S BRESCIA - CAFFè AIELLO CORIGLIANO 2-3 (25-21, 18-25, 25-20, 10-25, 12-15)
CENTRALE MCDONALD'S BRESCIA: Signorelli 4, Fondrieschi, Fusco, Rodella 3, Maestrelli, Crosatti, Bellini 3, Quartarone 1, Paoletti, Peli (L). Non entrati Straolzini. All. Zambonardi.
CAFFè AIELLO CORIGLIANO: Hrazdira 1, Calonico, Izzo 3, Taliani (L), Tomasello 1, Banderò 3, Mariano 4, Walker, Lavia, Menicali 4. Non entrati Casciaro, Colarusso. All. Ricci.
ARBITRI: Montanari, Marotta. NOTE - Spettatori 650, incasso 640, durata set: 28', 26', 29', 21', 19'; tot: 123'.

4a giornata di ritorno Serie A2 UnipolSai
Sabato 24 gennaio 2015, ore 20.30
Centrale McDonald’s Brescia - Caffè Aiello Corigliano 2-3 (25-21, 18-25, 25-20, 10-25, 12-15)
Domenica 25 gennaio 2015, ore 18.00
Cassa Rurale Cantù - Domar Matera Differita RAI Sport 2 (martedì 27 gennaio ore 20.45)
(Paravano-Curto)
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia - Materdominivolley.it Castellana Grotte
(Guarneri-De Sensi)
Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania - Globo Banca Popolare del Frusinate Sora
(Spinnicchia-Gini)
B-Chem Potenza Picena - Aurispa Alessano
(Rolla-Somansino)
Sieco Service Ortona - Conad Reggio Emilia
(Saltalippi-Turtù)

Classifica

Sieco Service Ortona 32, Caffè Aiello Corigliano 32, Globo Banca Pop. Frusinate Sora 31, B-Chem Potenza Picena 28, Cassa Rurale Cantù 26, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 21, Domar Matera 20, Materdominivolley.it Castellana Grotte 16, Conad Reggio Emilia 14, Centrale McDonald's Brescia 14, Maury's Italiana Assicurazioni Tuscania 13, Aurispa Alessano 8.
1 incontro in più: Caffè Aiello Corigliano, Centrale McDonald's Brescia
Sigla.com - Internet Partner