Archivio Attività internazionale

World Cup maschile – Bari infortunato, Maruotti in viaggio per il Giappone16/11/2011

World Cup maschile – Bari infortunato, Maruotti in viaggio per il Giappone

Tokyo. Come era accaduto alla squadra femminile, anche quella maschile rischia di perdere uno dei suoi titolari alla vigilia dell’inizio della World Cup. Questo pomeriggio in uno scontro fortuito con Parodi, si è infortunato alla spalla desta Andrea Bari. Il dottor Benelli si è recato con il libero in ospedale per fare gli accertamenti del caso. Per essere preparati ad ogni evenienza è già in viaggio per la capitale nipponica Gabriele Maruotti. Una decisione definitiva verrà presa nei prossimi giorni.
World Cup maschile – Berruto: “Mi preoccupa la qualità delle avversarie”15/11/2011

World Cup maschile – Berruto: “Mi preoccupa la qualità delle avversarie”

Tokyo. Primo giorno intero di lavoro nella capitale maschile della nazionale azzurra maschile, con doppia seduta di allenamento. Berruto e i suoi ragazzi soggiorneranno sino a venerdì in un albergo al centro della città a due passi dalla residenza imperiale e si alleneranno presso l’impianto del Tokyo Fc.Il ct, coadiuvato dal suo staff ha sotto posto gli atleti ad una seduta di pesi al mattino e nel pomeriggio a oltre due ore di allenamento sul campo: “Quando ci siamo radunati in Italia ho visto una squadra in buone condizioni e molto motivata. – ha sottolineato il tecnico piemontese Mauro Berruto – abbiamo lavorato con tanta volontà. Adesso dobbiamo essere bravi a rinfrescarci le idee per riprendere il discorso dove lo avevamo lasciato con la finale dell’europeo. Vogliamo arrivare bene alle partite. La nostra maggiore preoccupazione è la qualità delle avversarie. Sono tante e forti. Credo che sia il torneo più difficile degli ultimi dieci anni. Si gioca tutti contro tutti, 11 gare in 15 giorni. Tre guadagneranno la qualificazione per Londra, ma le pretendenti sono almeno otto. Noi abbiamo un inizio abbastanza difficile. Affronteremo la Russia nella prima gara e il Brasile nella terza. L’importante sarà riuscire a non vivere sulle “montagne russe delle emozioni”, non esaltarci per le vittorie, non deprimerci per le sconfitte. Sarà fondamentale conservare il maggior numero di energie fisiche e nervose.”
Te la do io l’America15/11/2011

Te la do io l’America

di Luciano PedullàDopo due meritati giorni di riposo, nel corso dei quali tutte le squadre si sono trasferite a Tokio, si gioca da mercoledì l’ultima parte di un’estenuante World Cup. L’Italia, praticamente già qualificata alle Olimpiadi di Londra, mancandole aritmeticamente tre punti, per conquistare uno dei tre posti disponibili, che potrebbe guadagnarli grazie alla vittoria del’ultima partita con il fanalino di coda del Kenia, dovrà difendere la prima posizione con due delle squadre che hanno fin’ora espresso con regolarità il miglior gioco della manifestazione, ovviamente assieme all’azzurre. La Germania, ben diretta da Guidetti ha impressionato per la crescita tecnica e di gioco dimostrata nei mesi successivi al Grand Prix; merito sicuramente di Angelina Grun che, dopo un periodo dedicato al Beach Volley è ritornata al suo primo amore, l’indoor, e con lui a rivestire la maglia della nazionale già dagli europei. In zona quattro, in diagonale con lei sono apparse in grande miglioramento le prestazioni di Brinker mentre il posto di zona due è occupato da Kozuch, conoscenza del pubblico italiano per avere vestito la maglia di Sassuolo e Novara. D’altronde quasi tutte le tedesche che calcano il campo hanno preso parte al campionato italiano: come dimenticare le ottime performance di Furst con Pesaro e Bergamo e la bella stagione di Ssuschke a Cesena? Unica giocatrice a non essere mai uscita dal campionato nazionale è il libero Tzscherlich, che rappresenta tra l’altro l’unione tra il pre e il post Guidetti della squadra teutonica.
La nazionale maschile è arrivata oggi in Giappone14/11/2011

La nazionale maschile è arrivata oggi in Giappone

La nazionale azzurra maschile, che da domenica prossima sarà impegnata a sua volta nella Coppa del Mondo, è arrivata questa mattina a Tokyo, direttamente da Milano Malpensa. I quattordici azzurri leggermente affaticati hanno iniziato subito a lavorare e nel pomeriggio hanno sostenuto una seduta di riattivazione in palestra pesi. Come è noto il ct Mauro Berruto ha dato fiducia a 12 dei 14 quattordici vicecampioni d’Europa (Travica, Boninfante, Lasko, Sabbi, Birarelli, Buti, Mastrangelo, Savani, Parodi, Zaytsev, Bari e Giovi), le uniche novità sono Fei e Rosso.
Grande Italia anche contro la Serbia, sono otto le vittorie consecutive13/11/2011

Grande Italia anche contro la Serbia, sono otto le vittorie consecutive

Sapporo. L’aritmetica ancora non lo dice, ma l’Italia sta toccando il biglietto per Londra 2012. Anche le campionesse d’Europa della Serbia si sono dovute inchinare al rullo azzurro, che le ha travolte per 3-0 (il sesto consecutivo). La serie dell’Italia, tuttora imbattuta ha raggiunto quota otto, per un totale di 23 punti… e nell’ultima giornata c’è la sfida tra le azzurre e il fanalino di coda Kenya. L’ennesimo successo ha di fatto regalato la qualificazione e riproposto una volta per tutte Lo Bianco e compagne come stelle del firmamento del volley e dello sport italiano. L’appetito vien mangiando e per la prima volta dalle parole di Simona Gioli è uscita la cosa che tutti pensiamo e speriamo: “Adesso vogliamo vincere la Coppa.” Per questo il cammino è ancora impervio ci sono da battere Germania e Stati Uniti, a Tokyo dove la squadra si trasferirà già questa sera. Ma sognare il bis del trionfo del 2007 non costa niente. Il tabellino della partita:ITALIA-SERBIA 3-0 (29-27, 25-19, 25-20). ITALIA: Del Core 11, Lo Bianco 2, Arrighetti 7, Bosetti L. 4, Costagrande 20, Gioli 20, Croce (L), Anzanello. N.e. Bosetti C., Barcellini, De Gennaro, Signorile. All. Barbolini. SERBIA: Vesovic 8, Ninkovic 8, Zivkovic 2, Molnar 5, Veljkovic 17, Brakocevic 13, Popovic (L), Malesevic, Bjelica 5. N.e. Antonijevic, Rasic, Cebic. All. Terzic ARBITRI: Stahal (Usa) e Perez (Cub). Spettatori: 2000. Durata set: 29, 23, 23. Italia: bv 5, bs 3, mv 11, e 5. Serbia: bv 5, bs 6, mv 3, e 10.Classifica: Italia 23, Stati Uniti 21, Cina 19, Germania 18, Giappone 16, Brasile 12, Serbia 11, Argentina 9, Repubblica Dominicana 8, Corea del Sud 4, Algeria 3, Kenya 0.
Sigla.com - Internet Partner