Archivio Attività internazionale

L'uomo nella società delle pecore12/12/2010

L'uomo nella società delle pecore

di Edoardo DallariEssere padre significa avere continuativamente un grande impegno, morale, comportamentale, mentale. Io ho due figli straordinari, che vivono in mondi particolari. Fillipo ha 11 anni e ha uno spiccata indole artistica e ama il volley, la chitarra e le scienze. Edoardo ha 17 anni, gioca a basket, è molto bravo a scuola ed è preso da due argomenti, la politica e la filosofia, studia al Liceo Classico. Queste le sue spontanee riflessioni, che con la pallavolo non hanno nulla a che fare, ma che mi hanno obiettivamente stupito. E pertanto le pubblico con piacere. (l.d.)Reazione o subdolo adattamento sistematico? Cos’è l’uomo e che ruolo può avere nella società moderna? In che modo diventa attivamente individuo? Che cosa manca all’essere umano per essere veramente e saldamente tale? Leggere questi interrogativi so che può atterrire, o magari irritare, ma penso sia giusto e necessario fare determinate considerazioni riguardo a ciò. L’Io è veramente io in questa società? Ciò che distingue l’uomo dagli animali è il pensiero. Il pensiero però non deve essere inteso come capacità di conoscenza passiva, ma deve necessariamente implicare una rielaborazione, una facoltà di giudicare in modo critico ciò che accade e che ci viene detto. All’uomo moderno questa capacità è sfuggita completamente di mano. Viviamo nella società dei mass media, ormai incontrastati re del mondo. Il mio obiettivo qui è quello di mettere in evidenza la profonda e radicata gravità ed ingiustizia dell’ aggettivo “incontrastati”. La società consumistico-mediatica di oggi infatti non consente più all’uomo di pensare, ma solo di recepire in modo passivo i concetti, e lo rende di conseguenza simile ad una macchina.
Domani a Monza il sorteggio degli Europei femminili02/12/2010

Domani a Monza il sorteggio degli Europei femminili

Domani pomeriggio, alle 18 presso la Villa Reale di Monza si svolgerà la cerimonia di sorteggio per la composizione dei gironi del 27mo Campionato Europeo femminile 2011, che verrà organizzato congiuntamente dall’Italia e dalla Serbia. La rassegna continentale si svolgerà dal 22 settembre al 2 ottobre 2011 in quattro sedi: le due italiane saranno Monza e Busto Arsizio, le due serbe Zrenjanin e Belgrado (che ospiterà anche le finali per il titolo). Al prossimo Campionato Europeo femminile parteciperanno 16 squadre: Italia e Serbia (entrambi paesi organizzatori); cinque in base ai piazzamenti nella precedente edizione: Olanda (2.), Polonia (3.), Germania (4.), Turchia (5.) e Russia (6.); sei squadre provenienti dai gironi di qualificazione: Azerbaijan, Repubblica Ceca, Ucraina, Spagna, Romania e Bulgaria; tre dai play off di spareggio: Francia, Israele e Croazia. Il prossimo Europeo si giocherà con una nuova formula. Le sedici squadre saranno suddivise in quattro gironi da quattro. Le vincenti di ciascuna pool accedono direttamente ai quarti di finale; le seconde e terze qualificate giocheranno dei play off incrociati, che designeranno le altre quattro formazioni che giocheranno i quarti. Le vincenti dei quarti di finale disputeranno la fase finale a Belgrado, giocando le semifinali incrociate e le due finali per le medaglie.
Europei di Pallavolo Femminile 2011: Sorteggio il 3 dicembre a Monza23/11/2010

Europei di Pallavolo Femminile 2011: Sorteggio il 3 dicembre a Monza

Venerdì 3 dicembre alle 18, nella prestigiosa sede della Villa Reale di Monza, si svolgerà il sorteggio ufficiale dei Campionati Europei di Pallavolo Femminile del 2011, organizzati in collaborazione tra Italia e Serbia. La manifestazione, in programma dal 22 settembre al 2 ottobre 2011, sarà ospitata nella sua tappa italiana dalle città di Monza e Busto Arsizio, mentre in Serbia le sedi prescelte sono Zrenjanin e Belgrado, dove si disputerà anche la fase finale.Nel corso del sorteggio, al quale saranno presenti i membri dell'Executive Committee della CEV (Confédération Européenne de Volleyball) e i rappresentanti di tutte le Federazioni coinvolte, le 16 squadre qualificate alla manifestazione saranno suddivise in 4 gruppi, uno per ciascuna città ospitante. Alla conclusione della prima fase, le prime tre classificate di ciascun gruppo accederanno a due gironi di Playoff, da svolgersi a Monza e Belgrado, per determinare le qualificate ai quarti di finale.Le nazionali che parteciperanno agli Europei sono Italia e Serbia (qualificate di diritto come paesi organizzatori), Olanda, Polonia, Germania, Turchia, Russia, Azerbaijan, Repubblica Ceca, Ucraina, Spagna, Romania, Bulgaria, Croazia, Israele e Francia. Al termine del sorteggio sarà reso noto il calendario ufficiale della prima fase.
Sigla.com - Internet Partner