Archivio Attività internazionale

Il commento di Giovanni Guidetti alla terza giornata degli Europei femminili28/09/2009

Il commento di Giovanni Guidetti alla terza giornata degli Europei femminili

Che giornata oggi. Mio zio, un giorno di qualche anno fa, mi disse che chi allena è una persona molto fortunata perchè fa un lavoro che gli regala sempre emozioni, a differenza di tanti altri mestieri. Non c'è che dire, ha ragione, e non farei cambio mai con nessun altro mestiere al mondo, ma vi posso assicurare che ogni tanto le emozioni ti svuotano anche tanto sono forti. L'ennesima battaglia contro la Turchia del bravo Alessandro Chiappini ci ha spalancato le porte per Katowice, mantenendo vive le speranze di una semifinale e pertanto della possibilità di conquistare una medaglia. Immaginate voi la tensione. Come se non bastasse, per "alleggerirmi" la partita nella compagine turca c'erano ben 5 giocatrici che ho allenato lo scorso anno ad Istanbul. Un mare di emozioni. Morale della favola: primo set per noi a 23, secondo per la Turchia a 23, terzo per la Turchia facile e quarto sempre sotto fino al 20 pari!! Poi l'incredibile spirito di squadra delle mie gocatrici è venuto fuori: nonostante fino a quel momento avessimo giocato una partita assolutamente mediocre dal punto di vista tecnico/tattico, non abbiamo più sbagliato niente, abbiamo vinto il quarto e il quinto, sempre dominato dall'inizio. La gioia alla fine è stata incredibile e sono davvero l'allenatore più orgoglioso del mondo, perchè ho un gruppo di ragazze straordinarie che incarnano a meraviglia l'essenza del nostro sport: il gioco di squadra, il sacrificio, la disciplina, l'unità e il voler sempre vincere non mollando mai, anche quando si è sotto e non si gioca bene. Ma basta parlare della Germania. L'Italia, pur con Aguero e Picci in panca, non ha avuto difficoltà nel regolare la Francia nonostante abbia concesso alle transalpine il terzo set. Un 3-1 tranquillo, nel quale senza dubbio è da notare l'ottima prova dell'Ortolani. Da lunedì ci si trasferisce a Katowice. Noi, Italia e Turchia incontreremo Serbia, Repubblica Ceca e Azerbaijan. A partire da martedi giocheremo quindi altre 3 partite dure e toste. La Repubblica Ceca è ricca di talenti ben conosciuti in Italia come Havelkova, Matutskova, Plotkova, Senkova; l'Azerbaijan ha due attacanti straordinarie come Mammadova e Rhaimova e la Serbia non ha bisogno di presentazioni: sembra dubbio l'attuale favorita alle semifinali con l'Itaia. La Serbia che schiera fenomeni come NiKolic, Djerisilo, Ognjienovic, Bracocevic... può bastare? Nell'altra parte del tabellone ha fatica a sorpresa la Russia che ha vinto con il Belgio solo per 3-2, e l'Olanda, che come da me previsto ha vinto con un facile 3-0 sulla Polonia. Da lunedì quindi si riparte. Un solo giorno di pausa e di relax e poi la roulette delle emozioni continuerà a girare sempre più forte!
Europeo femminile: inizia la seconda fase, l'Italia affrona l'Azerbaijan (diretta Raidue)28/09/2009

Europeo femminile: inizia la seconda fase, l'Italia affrona l'Azerbaijan (diretta Raidue)

L’Europeo femminile da domani entra nel vivo, con l’inizio dei match della seconda fase, quella che assegna l’ingresso alle semifinali, in pratica quella che dice se la partecipazione al torneo deve ritenersi positiva o negativa. L’Italia, grazie alle due vittorie con Germania e Turchia (che valgono anche per la nuova classifica) parte da una posizione di vantaggio e vede abbastanza vicino il traguardo dell’ingresso tra le prime quattro. Il cammino della squadra di Barbolini prevede per domani (ore 15 diretta su Raidue e Raisport Più) la sfida con l’Azerbaijan, per mercoledì quella con la Repubblica Ceca e infine per giovedì la rivincita della finale 2007 con la Serbia. L’Azerbaijan è una squadra esperta, da diversi anni tra le prime del continente. La sua stella Mammadova è sempre giocatrice di alto livello, su lei poggia tutto l’attacco delle azere, non a caso nelle prime tre gare ha schiacciato la bellezza di 165 palloni! Sin qui il loro Europeo è stato alquanto deludente: una pesante sconfitta con la Serbia, la vittoria con la Slovacchia che l’è valso il secondo posto finale nella prima pool e la sconfitta di misura con la Repubblica Ceca, che beffardamente fa si che la squadra ex-sovietica entri inquesta seconda parte del torneo senza punti all’attivo. Barbolini dovrebbe tornare all’antico e riproporre in campo il sestetto migliore con Lo Bianco in regia, Aguero opposto, Piccinini e Del Core di banda, Barazza e Gioli al centro, Cardullo libero. Le azzurre hanno sostenuto oggi il primo allenamento nella Spodek Hall di Katowice, grande impianto costruito a forma di disco volante che nell’ ultimo decennio ha ospitato diverse manifestazioni, tra cui la fase finale della World League 2001, in cui l’Italia , maschile giunse seconda. Un’ora e mezzo di lavoro intenso, per prendere confidenza con il nuovo terreno di gioco. CALENDARIO - Seconda fase Pool E (Lodz): 29/9 ore 15 Spagna-Russia, ore 17.30 Olanda-Bulgaria, ore 20 Polonia-Belgio; 30/9 ore 15 Spagna-Bulgaria, ore 17.30 ore 20 Olanda-Belgio, Polonia-Russia; 1/10 ore15 Spagna-Belgio, ore 17.30 Olanda-Russia, ore 20 Polonia-Bulgaria. Pool F (Katowice): 29/9 ore 15 Italia-Azerbaijan, ore 17.30 Germania-Rep. Ceca, ore 20 Turchia-Serbia. 30/9 Italia-Rep. Ceca, Germania-Serbia, Turchia-Azerbaijan. 1/10 ore 15 Italia-Serbia, Germania-Azerbaijan, Turchia-Rep. Ceca. CLASSIFICHE – Nella seconda fase della rassegna continentale, le squadre che vi sono arrivate si portano dietro i punti conquistati negli scontri diretti. Questa la situazione attuale: Pool E: Russia e Olanda 4, Bulgaria ed Olanda 2, Spagna e Belgio 0. Pool F: Italia e Serbia 4, Germania e Rep. Ceca 2, Turchia ed Azerbaijan 0. TELEVISIONE – Tutte e tre gli incontri della seconda fase dell’Europeo, che vedranno impegnate le azzurre di Massimo Barbolini saranno trasmessi in diretta su Raidue e Raisport Più.
Il commento di Giovanni Guidetti alla seconda giornata dell'Europeo femminile27/09/2009

Il commento di Giovanni Guidetti alla seconda giornata dell'Europeo femminile

Anche la seconda giornata dell'Europeo è andata come tutti più o meno ce lo aspettavamo.Di sorprese fino d'ora non ce n'è stata nessuna, in tutte e 4 le città placche dove si sta disputando l'Europeo femminile straordinariamente organizzato e con un'affluenza di pubblico mai inferiore alle 5000 unità in ogni palazzetto (per le gare della Polonia ieri si è toccata quota 13000). Un grande momento per la pallavolo, che ha bisogno di stati come questo che amano il nostro sport e che lo fanno amare ai tantissimi appasionati che ogni giorno riempiono nostri palazzetti. Ma torniamo al volley giocato. Nel nostro girone l'Italia continua il suo cammino senza macchia. Oggi un altro 3-0, questa volta alla Turchia, con la solita prestazione corale impeccabile. Lo Bianco straordinaria, Cardullo impressionante (ma davvero impressionante, tanto che oggi ha difeso almeno 5 palloni senza muro!!!), Del Core e Aguero in ottimo momento, con le solite Barazza e Gioli a toccare qualsiasi pallone. Dimenticavo la Picci, solidissima in ricezione, fantasitca in difesa, leggermente sotto tono in attacco ma sono certo che come sempre crescerà con l'importanza delle gare a venire. La Turchia non male, ma come detto ieri, l'Italia gioca un'altra pallavolo, in un altro livello, e non me lo toglie dalla testa nessuno che le ragazze di Massimo Barbolini vinceranno l'Europeo senza perdere una partita e non più di 3 set. Noi "tedeschi" dovevamo vincere con la Francia e cosi è stato ma....che fatica: la Francia voleva vincere una partita in questo Europeo a tutti i costi, e dopo aver perso malamente ieri con la Turchia e visto che la prossima incontreranno l'Italia, si sono giocate tutte le carte questa sera. Morale della favola: 2 a zero per noi abbastanza facile, 2-1 e nel quarto sotto 24-21. Ma lì, in quel momento, è uscita la Germania che ho conosciuto quest'estate e che ha fatto passi da gigante in questa stagione, qualificandosi per il Mondiale e conquistando il bronzo al Grand Prix. Decisione,aggressività,disciplina e abbiamo vinto 28-26, garantendoci cosi l'accesso al secondo turno. Domani la prima "finale per noi" Germania-Turchia. Chi vince mantiene accese le speranze della semifinale, chi perde deve sperare in un miracolo nel secondo turno. vedremo, sarà dura. Negli altri gironi tutto ampiamente come previsto. Prosegue tranquillo il cammino senza macchia di Russia, Polonia, Olanda e Serbia. Di rilievo la vittoria per 3-2 dell'Azerbaijan su una sorprendente Slovacchia che dopo aver battuto la Repubblica Ceca ieri ha continuato a giocare bene. Prima di salutarvi e darvi l'appuntamento a domani una semplice curiosità? A dire il vero visti i miei trascorsi da liceale classico, me lo sarei dovuto aspettare, ma non ero un appassionato di storia, e non ero un appassionato dei libri in generale, ma veniamo al dunque: i polacchi odiano i tedeschi. Ieri Germania-Italia, tutto il pubblico tifava Italia, ma ho pensato questo fosse dovuto al grande blasone delle azzurre. Invece no: oggi Germania-Francia e tutto il pubblico per la Francia. E dire che ne sono passati di anni dai disastri che fa la Guerra... ma evidentemente ne devono passare ancora parecchi. Alla prox, Giovanni Guidetti
Il commento alla prima giornata dei Campionati Europei femminili26/09/2009

Il commento alla prima giornata dei Campionati Europei femminili

Giovanni Guidetti, allenatore nazionale tedescaSiè conclusa la prima giornata dell'Europeo e detto tra noi è andato tutto come previsto. La mia Germania ha affrontato l'Italia e, come purtroppo la parte meno emozionale di me aveva preventivato, abbiamo perso 3-0. Ma attenzione, l'Italia gioca davvero davvero bene. Alla fine del'incontro ho detto alle mie ragazze che se riusciamo a giocare sempre come abbiamo fatto oggi possiamo arrivare nelle prime 4 perchè non c'è nessuna altra squadra in tutta la competizione che ha la qualità del gioco dell'Italia. La difesa è incredibile: più volte abbiamo attaccato con muro a uno, a volte senza muro, ma ci volevano in media 3 o 4 attacchi per sperare di fare un punto. Questo perchè l'Italia alla fine gioca con 5 liberi in campo: quello ufficiale, la Cardullo, straordinaria anche oggi, e le altre 4, Piccinini, Del Core, Lo Bianco ed Aguero. Impressionante la qualità difensiva e la capacità di leggere il gioco e trovarsi sempre dove andrà la palla. Alla fine abbiamo perso 3-0, commettendo molti errori, ma sia nel secondo che nel terzo abbiamo lottato ad armi pari, con un bell'entusiasmo, arrivando a 22 in entrambe i set, con nessun rammarico se non per qualche battua sbagliata di troppo. Ma amici, di pallavolo un po' ne ho vista in questi anni, e sperando vivamente di non portar sfortuna al mio amico Massimo (Barbolini) e all'Italia io vi dico che le azzurre non perderanno neanche un incontro da qui alla fine della competizione e raramente lasceranno per strada dei set. Sempre nel nostro girone vittoria molto facile della Turchia sulla Francia, e negli altri gruppi tutto come previsto, compreso una Polonia non brillante quest'estate che ha vinto solo al tie break sulla Spagna. Vista questa formula dell'Europeo (la stessa infelice che hanno giocato i maschi e che dal prossimo anno verrà cambiata) nel mio primo pezzo che scrivo per il carissimo amico Lorenzo e l'altrettanto carissimo amico e compagno di mille avventure Lanfranco, vi dico già cosa succederà in questo Europeo e poi vedremo se mi sbaglierò oppure no. Nella parte del tabellone dove non c'è l'Italia Russia e Olanda saranno le semifinaliste a meno che la Polonia non si trasformi grazie al pubblico. Nella nostra parte del tabellone una semifinalista è l'Italia e poi noi, Turchia e Serbia ci giocheremo l'altro posto per le semifinali a suon di scontri diretti e quoziente set. Vedremo se mi sbaglio. P.S.Fino ad ora complimenti alla Polonia, in quanto paese ospitante. Tantissimo pubblico in ogni gara disputata oggi, anche quelle senza la Polonia ed un ottima organizzazione in tutti i dettagli. Ora vi lascio, devo controllare ancora alcune cose sulla Francia prima del video che farò domattina. A presto Giovanni Guidetti
Europei femminili: l'Italia batte 3 a 0 la Turchia e si qualifica per la seconda fase26/09/2009

Europei femminili: l'Italia batte 3 a 0 la Turchia e si qualifica per la seconda fase

ITALIA-TURCHIA 3-0 (25-20, 25-16, 25-14) ITALIA: Del Core 11, Barazza 6, Aguero 14, Piccinini 10, Gioli 10, Lo Bianco 2. Libero: Cardullo. Arrighetti. Non entrate: Ortolani, Rondon, Secolo, Bosetti. Allenatore: Barbolini. TURCHIA: Hakyemez 6, Toksoy 3, Darnel 7, Gumus 7, Erdem 10, Aydemir 2. Libero: Yeldan. Kirdar, Gurensen, Soroglu, Oszoy 1, Celik. All. Chiappini. ARBITRI: Dudek (Pol) e Rodriguez (Esp). Spettatori: 4000. Durata set: 24, 22, 20. Italia: bs 9, bv 5, mv 6, e 5, ric. 60%,(38%). Turchia: bs 11, bv 3, mv 6, e 11, ric. 64% (39%) Wroclaw. L’Italia ha già guadagnato l’ingresso alla seconda fase della rassegna continentale. Con una nuova prestazione convincente, Lo Bianco e compagne hanno superato con un secco 3-0 la Turchia e chiuso la pratica della prima pool. Se la gara con la Germania aveva visto un’Italia incontenibile in avvio e poi capace di controllare nel secondo e nel terzo set i tentativi di riscossa tedeschi, quella contro le turche di Chiappini è stata l’inverso: azzurre che trovano qualche difficoltà inizialmente, ma poi finiscono in crescendo dominando gli ultimi due set. Più tranquille, poi convinte le ragazze di Barbolini hanno mostrato ulteriori progressi, a turno sono state protagoniste positive, ma non si può non citare Tai Aguero che ha fatto vedere grandi cosa in attacco, ma anche (soprattutto?) in difesa. Domani si chiude la prima fase, l’Italia è attesa dalla gara con la Francia. Le transalpine sono un sestetto combattivo, ma non di grandissima levatura. Barbolini non si è sbilanciato sulla squadra che manderà in campo, confessando che diversamente dalle sue abitudini potrebbe continuare con il sestetto base per migliorare nell’organizzazione di squadra, magari inserendo nel corso del match le altre per fargli rompere il ghiaccio.
Europei femminili: esordio vincente dell'Italia contro la Germania25/09/2009

Europei femminili: esordio vincente dell'Italia contro la Germania

ITALIA-GERMANIA 3-0 (25-15, 25-22, 25-22) ITALIA: Del Core 11, Barazza 9, Aguero 16, Piccinini 7, Gioli 9, Lo Bianco 3. Libero: Cardullo. Arrighetti. Non entrate: Ortolani, Rondon, Secolo, Bosetti. Allenatore: Barbolini. GERMANIA: Weiss, Beier 2, Furst 6, Kozuch 13, Brinker 7, Ssuschke 4. Libero: Tzscherlich. Mollers, Petrausch, Ross 1, Thomsen. Non entrata: Radzuweit. All. Guidetti. ARBITRI: Rodriguez (Esp) e Grieder (Sui). Spettatori: 3200. Durata set: 24, 26, 27. Italia: bs 9, bv 3, mv 7, e 17, ric 63% (49%). Germania: bs 12, bv 2, mv 4, e 9, ric. 62% (39%). Wroclaw. Esordio vincente e convincente delle azzurre nella rassegna continentale. Le campionesse uscenti hanno superato con un netto e meritato 3-0 la Germania. L’Italia tornava a giocare un match veramente importante dopo diverso tempo ed è scesa in campo intenzionata a chiarire subito alle avversarie di avere tanta voglia di vincere. Il primo set ha detto proprio questo, le azzurre hanno difeso in maniera esemplare, hanno ben murato ed attaccato. La Germania, squadra giovane ed in crescita, è rimasta colpita e ci ha messo diverso tempo prima di reagire. Lo ha fatto bene nel fionale del secondo set, quando ha rimontato da 23-18 a 23-22, prima di perdere 25-22. Più equilibrato il terzo parziale con Lo Bianco e compagne che hanno provato più volte di allungare, ma i loro break sono stati sempre recuperati dalle tedesche, che si sono arrese solo 25-22. Un successo importante, in un Europeo molto equilibrato, domani alle 15 c’è la sfida con la Turchia che a sua volta ha esordito battendo per 3-0 la Francia BARBOLINI: “Abbiamo cercato di controllare la tensione dell’esordio e da come la squadra ha iniziato e condotto il match penso che ci siamo riusciti. La Germania èuna squadra forte che le ha provate tutte per metterci in difficoltà, ma noi abbiamo sempre controllato la gara.” PICCININI: “La Germania è una squadra tosta ed organizzata. Noi abbiamo fatto quello che dovevamo, anche se abbiamo commesso qualche errore di troppo. Ma sino a quando si vince 3-0…” AGUERO: “Sono molto contenta, perché questa era la prima partita che giocavamo per qualcosa di veramente importante dopo tanto tempo. Iniziare bene era fondamentale e ci siamo riuscite.” DEL CORE: “Questa è una squadra rognosa, ma noi siamo state brave e nonostante le abbiano provate tutte, non sono riuscite a contrastarci.”
Europeo femminile: l'Italia debutta a Wroclaw venerdì contro la Germania di Giovanni Guidetti23/09/2009

Europeo femminile: l'Italia debutta a Wroclaw venerdì contro la Germania di Giovanni Guidetti

Si avvicina l’ora dell’inizio dell’Europeo femminile, in cui le azzurre di Massimo Barbolini difenderanno il titolo conquistato in Lussemburgo nel 2007. Una rassegna continentale che si presenta molto equilibrata, con almeno sei-sette formazioni che aspirano al podio. Squadre collaudate che nel corso dell’estate hanno vissuto un intreccio di sfide ufficiali ed amichevoli, in cui il dato emerso è che l’equilibrio regna sovrano. L’Italia, come campione uscente con una formazione supercollaudata, è tra le più gettonate per la vittoria finale, ma ci sono altre compagini in grado di fare bene, molto bene. A partire dalla Germania, allenata dall’italiano Giovanni Guidetti, che nel corso dell’estate ha fatto registrare grandissimi progressi; all’Olanda che sembra tornata competitiva come nel 2007 quando sbancò il World Grand Prix; alla Russia rinnovata in panchina ed in campo, ma pur sempre campione del mondo in carica; senza dimenticare la Turchia, la Serbia, la stessa Polonia padrona di casa. Le azzurre sono state inserite in un raggruppamento abbastanza ostico, debutteranno venerdì contro la Germania e il giorno seguente affronteranno la Turchia. Completa il girone la giovane Francia, che appare come il classico vaso di coccio. Nella seconda fase (direttamente collegata alla primaper il fatto che i risultati degli scontri diretti fra le qualificate al turno successivo saranno validi) Lo Bianco e compagne troveranno sulla loro strada la Serbia, il sestetto che gli contese l’oro sino all’ultimo nel 2007. Più delineati i valori dell’altra parte del tabellone, con Olanda e Polonia strafavorite nella pool che si gioca a Lodz; e la Russia sulla carta nettamente più forte tra quelle in campo a Bydgoszcz. EUROPEO – Ecco il calendario della prima fase del Campionato Europeo. Pool A (Lodz): 25 settembre ore 17.30 Olanda-Croazia, ore 20 Spania-Polonia; 26 settembre ore 17.30 Polonia-Croazia, ore 20 Spagna-Olanda; 27 settembre ore 17 Polonia-Olanda, ore 20 Croazia-Spagna. Pool B (Wroclaw): 25 settembre ore 15 Turchia-Francia, ore 17.30 Italia-Germania; 26 settembre ore 15 Italia-Turchia, ore 17.30 Germania-Francia; 27 settembre ore 15 Francia-Italia, ore 17.30 Germania-Turchia. Pool C (Bydgoszcz); 25 settembre ore 17.30 Belgio-Bielorussia, ore 20 Bulgaria-Russia; 26 settembre ore 17.30 Bulgaria-Belgio, ore 20 Russia-Bielorussia; 27 settembre Bielorussia-Bulgaria, ore 20 Russia-Belgio. Pool D (Katowice) 25 settembre ore 15 Azerbaijan-Serbia, ore 17.30 Slovacchia-Rep.Ceca; 26 settembre ore 15 Slovacchia-Azerbaijan, ore 17.30 Rep.Ceca-Serbia; 27 settembre ore 15 Serbia-Slovacchia, ore 17.30 Rep.Ceca- Azerbaijan. TELEVISIONE - Sarà la Rai a trasmettere le immagini delle gare delle azzurre in Polonia. La programmazione prevede la diretta su Raisport Più delle partite della pool iniziale e dirette sui canali terrestri (Raidue o Raitre) dei match dell’Italia dalla seconda fase in poi.
In amichevole l'Italia di Barbolini supera la Polonia 3 a 022/09/2009

In amichevole l'Italia di Barbolini supera la Polonia 3 a 0

POLONIA-ITALIA 0-3 (22-25, 16-25, 19-25) ITALIA: Del Core 3, Barazza 7, Aguero 17, Piccinini 8, Gioli 10, Lo Bianco 2. Libero: Cardullo. Ortolani 1, Rondon. Non entrate: Merlo, Crisanti, Arrighetti, Secolo, Bosetti. Allenatore: Barbolini. POLONIA: Sadurek 1, Jagielo 7, Bednarek 9, Kaczor 11, Baranska 6, Dziekiewicz 1. Libero: Zenik. Gajgal 3, Maj, Witczak, Bamber 1, Belcik. Non entrate: Kaczorowska, Pykosz. Allenatore Matlak. Durata set: 21, 19, 22. Polonia: bs 12, bv 5, mv 4, e 14. Italia: bs 4, bv 8, mv 9, e 13. Note: L’Italia ha giocato con un segno di lutto e prima dell’inizio del match è stato osservato un minuto di raccoglimento per ricordare i sei soldati italiani caduti in Afganisthan. Lodz. Un’Italia davvero convincente supera con grande facilità la Polonia, nell’ultimo test pre-europeo. Le ragazze di Barbolini hanno affrontato la gara con le padrone di casa come se si trattasse di una gara ufficiale e non hanno regalato molto ad una avversari che ha confermato di avere qualche individualità, ma di essere poco costante e abbastanza fallosa nei momenti chiave. Barbolini ha mandato in campo la formazione titolare ed in pratica l’ha utilizzata per tutti e tre set ricorrendo a Serena Ortolani soltanto in situazioni tattiche muro. Decisamente confortante la prova difensiva delle azzurre, con Cardullo eccellente. Inizio incerto per Aguero, poi trascinatrice della squadra insieme alla coppia di centrali Barazza e Gioli. Piccinini in evidenza nei momenti importanti, Del Core brava in ricezione e difesa, da rivedere in attacco. Sempre su livelli di eccellenza la regia di Lo Bianco. Il match si è giocato a porte chiuse, ed i due tecnici dopo il 3-0 per l’Italia in circa un ora di gioco, hanno deciso di rimanere in campo per giocare altri due set vinti dalla Polonia 25-23 15-12. Barbolini ha dato spazio a tutte le ragazze della panchina. Le azzurre hanno così concluso la loro preparazione. Domani mattina si trasferiscono a Wroclaw, dove venerdì esordiranno nell’Europeo affrontando la Germania di Giovanni Guidetti. EUROPEO – Ecco il calendario della prima fase del Campionato Europeo. Pool A (Lodz): 25 settembre ore 17.30 Olanda-Croazia, ore 20 Spania-Polonia; 26 settembre ore 17.30 Polonia-Croazia, ore 20 Spagna-Olanda; 27 settembre ore 17 Polonia-Olanda, ore 20 Croazia-Spagna. Pool B (Wroclaw): 25 settembre ore 15 Turchia-Francia, ore 17.30 Italia-Germania; 26 settembre ore 15 Italia-Turchia, ore 17.30 Germania-Francia; 27 settembre ore 15 Francia-Italia, ore 17.30 Germania-Turchia. Pool C (Bydgoszcz); 25 settembre ore 17.30 Belgio-Bielorussia, ore 20 Bulgaria-Russia; 26 settembre ore 17.30 Bulgaria-Belgio, ore 20 Russia-Bielorussia; 27 settembre Bielorussia-Bulgaria, ore 20 Russia-Belgio. Pool D (Katowice) 25 settembre ore 15 Azerbaijan-Serbia, ore 17.30 Slovacchia-Rep.Ceca; 26 settembre ore 15 Slovacchia-Azerbaijan, ore 17.30 Rep.Ceca-Serbia; 27 settembre ore 15 Serbia-Slovacchia, ore 17.30 Rep.Ceca- Azerbaijan.
Domenica le azzurre partono per la Polonia, venerdì 25 l'esordio europeo contro la Germania19/09/2009

Domenica le azzurre partono per la Polonia, venerdì 25 l'esordio europeo contro la Germania

La nazionale azzurra femminile parte domani mattina da Roma Fiumicino, per la Polonia, sede del prossimo Campionato Europeo. Barbolini e le sue ragazze raggiungeranno Lodz, per giocare un’ultima amichevole martedì 22 settembre, contro la nazionale di casa, per poi trasferirsi a Wroclaw, dove debutteranno nella rassegna continentale venerdì 25 settembre. La comitiva italiana è composta dal tecnico federale Massimo Barbolini, dal suo vice Marco Bracci, dall’assistente Lorenzo Micelli, dagli scout man Riccardo Marchesi, Andrea Quintini e Massimiliano Taglioli; dal preparatore atletico Ezio Bramard, dal medico Fabrizio Ferrazza, dal fisioterapista Luca Nocentini, dal team manager Stefano Sciascia e da quattordici atlete : le alzatrici Eleonora Lo Bianco e Giulia Rondon; le opposto Taismaris Aguero e Serena Ortolani; le centrali Valentina Arrighetti, Jenny Barazza, Lucia Crisanti e Simona Gioli; i martelli Lucia Bosetti, Antonella Del Core, Francesca Piccinini e Manuela Secolo; i liberi Paolo Cardullo ed Enrica Merlo. L’Italia, che difende il titolo conquistato a Lussemburgo nel 2007, giocherà il primo girone a Wroclaw debuttando il 25 settembre alle 17.30 contro la Germania, per poi proseguire il 26 settembre alle 15 contro la Turchia ed il 27 settembre alle 15 contro la Francia. TURCHIA – Alessandro Chiappini ct della Turchia ha annunciato le 14 atlete che giocheranno l’Europeo in Polonia: Naz Aydemir, Esra Gümüş, Pelin Çelik, Deniz Hakyemez, Neriman Özsoy , Meryem Boz, Neslihan Darnel, Elif Onur, İpek Soroğlu, Eda Erdem, Bahar Toksoy, Nihan Yeldan, Gizem Güreşen, Gözde Kırda. POLONIA – Ufficializzate le atlete della nazionale di casa per l’Europeo che scatta venerdì 25 settembre: alzatrici Milena Sadurek-Mikolajczyk, Izabela Bełcik; centrali Eleonora Dziękiewicz, Agnieszka Bednarek-Kasza, Katarzyna Gajgał, Dorota Pykosz; schiacciatrici Klaudia Kaczorowska, Anna Woźniakowska, Anna Barańska, Aleksandra Jagieło; opposti Joanna Kaczor, Natalia Bamber; libero Mariola Zenik, Paulina Maj. REPUBBLICA CECA - Tania Krempaska ha scelto le ragazze della Repubblica Ceca per la rassegna continentale: alzatrici Michaela Jelinkova, Lucie Muehlsteinova; schiacciatrici Vendula Adlerova, Aneta Havliczkova, Helena Havelkova, Julie Jaszova, Tereza Matuszkova, Jana Senkova; centrali Katerina Buckova, Anna Kallistova, Ivana Plchotova; libero Markata Tomanova GERMANIA – La nazionale tedesca, prima avversaria delle azzurre nel torneo europeo, chiuderà la preparazione con due gare amichevoli con la Russia in programma lunedì 21 e martedì 22 settembre.
La Polonia è campione d'Europa14/09/2009

La Polonia è campione d'Europa

Polonia - Francia 3-1 (29-27, 25-21, 16-25, 26-24) Polonia: Zagumny 1, Bakiewicz 10, Mozdzonek 7, Gruszka 23, Kurek 11, Plinski 8, Gacek (L), Ruciak 5 Nowakowski, Woicki. N.e. Jarosz, Bartman. All. Castellani. Francia: Bazin 1, Antiga 14, Kieffer 6, Rouzier 25, Samica 19, Vadeleux 13, Henno (L), Rowlandson, Tuia, Takaniko, Sol. N.e. Tolar. All. Blain. Arbitri: Hobor (Ung) e Loderus (Ola). La Polonia conquista il suo primo titolo di campione d'Europa. Nella formazione di Castellani svetta uno stratosferico Gruska autore di una prova perfetta coronata da 23 punti personali seguito da un positivissimo Kurek che ha realizzato 11 punti vincenti. Per la Francia di Philippe Blain insufficienti i 25 punti del best scorer Rouzier e i 19 di Samica, risultato decisivo in semifinale contro la Russia. Titoli individuali:Miglior realizzatore: Antonin Rouzier (FRA) Best palleggiatore: Pawel Zagumny (POL) Miglior attaccante: Alexander Volkov (RUS) Miglior servizio: Yury Berezhko (RUS) Miglior muro: Viktor Yosifov (BUL) Miglior ricezione: Stéphane Antiga (FRA) Miglior libero: Hubert Henno (FRA) MVP: Piotr Gruszka (POL)
Europeo femminile: ecco le 14 azzurre convocate per la rassegna continentale14/09/2009

Europeo femminile: ecco le 14 azzurre convocate per la rassegna continentale

Dopo la Vital Nature Cup si è sciolta la comitiva della nazionale femminile azzurra, che tornerà a radunarsi mercoledì sera a Roma, per sostenere un breve stage nella Capitale, prima di partire domenica 20 settembre per la Polonia, sede del Campionato Europeo. Scelte le quattordici atlete per la rassegna continentale: alzatrici Lo Bianco e Rondon; opposti Aguero ed Ortolani; centrali Arrighetti, Barazza, Crisanti e Gioli; martelli Bosetti, Del Core, Piccinini e Secolo; liberi Cardullo e Merlo. Lo staff sarà composto dal tecnico federale Massimo Barbolini, dal suo vice Marco Bracci, dall’assistente Lorenzo Micelli, dagli scout man Riccardo Marchesi, Andrea Quintini e Massimiliano Taglioli; dal preparatore atletico Ezio Bramard, dal medico Fabrizio Ferrazza, dal fisioterapista Luca Nocentini, dal team manager Stefano Sciascia. L’Italia, che deve difendere il titolo conquistato a Lussemburgo nel 2007, giocherà il primo girone a Wroclaw debuttando il 25 settembre alle 17.30 contro la Germania, per poi proseguire il 26 settembre alle 15 contro la Turchia ed il 27 settembre alle 15 contro la Francia. La formula del torneo è identica a quella del maschile: le prime tre dei quattro gironi superano il turno portandosi dietro i risultati dei loro scontri diretti.
Sigla.com - Internet Partner