Archivio Attività internazionale

Vital Nature Cup femminile: il trofeo alle azzurre che hanno battuto anche la Serbia13/09/2009

Vital Nature Cup femminile: il trofeo alle azzurre che hanno battuto anche la Serbia

ITALIA-SERBIA 3-0 (25-17, 25-12, 25-19) ITALIA: Del Core 9, Barazza 10, Aguero 9, Piccinini 10, Gioli 10, Lo Bianco 3. Libero: Cardullo. Non entrate: Rondon, Secolo, Arrighetti, Ortolani, Bosetti. All. Barbolini SERBIA: Rasic 11, Djersilo 6, Molnar 8, Krsmanovic 2, Ognjenovic, Nikolic 6. Libero: Popovic. Majstorovic, Antonijevic 3, Veljkovc. Non entrate: Vesovic e Brakocevic. All.Terzic. Durata set: 20, 18, 21. Italia: bv 1, bs 7, mv 15, et 10. Serbia: bv 6, bs 9, mv 6, et 27. Verona. L'Italia di Barbolini ha vinto la Vital Nature Cup, nell'ultima giornata ha superato con un secco 3-0 (25-17 25-12 25-19) la Serbia, chiudendo il torneo imbattuta. Nell'altra gara della giornata la Polonia ha battuto per 3-2 il Belgio. Le azzurre sono scese in campo con la formazione tipo e non hanno lasciato molto spazio ad una Serbia in serata no. Lo Bianco ha utilizzato al meglio le sue attaccanti con una distribuzione molto equilibrata. L’Italia dopo questo impegno avrà qualche giorno di riposo, poi si ritroverà a Roma da dove partirà per la Polonia sede della rassegna continentale. POLONIA CAMPIONE – La Polonia ha vinto il Campionato Europeo maschile, In finale ha superato per 3-1 (29-27 25-21 18-25 26-24) la Francia. Al terzo posto la Bulgaria che ha battuto per 3-0 la Russia.
La Bulgaria supera la Russia 3 a 0 nella finale Europei per il 3°-4° posto13/09/2009

La Bulgaria supera la Russia 3 a 0 nella finale Europei per il 3°-4° posto

Bulgaria - Russia 3-0 (25-18, 26-24, 25-21) Bulgaria: Zhekov 3, Kaziyski 14, Yosifov 10, Nikolov 11, Aleksiev 14, Tsvetanov 2, Salparov (L), Gaydarski, Sokolov 5, Ananiev. N.e. Bratoev G., Bratoev V.. All. Prandi. Russia: Grankin 2, Berezhko 15, Kazakov 7, Mikhaylov 11, Tetyukhin 3, Volkov 8, Verbov (L), Poltavski 1, Khamuttskikh, Biryukov 3. N.e. Kosarev, Kuleshov. All. Bagnoli. Arbtri: Ilbeyli (Tur) e Jacyna (Pol). Grande affermazione della Bulgaria del tecnico Silvano Prandi che conquista la medaglia di bronzo liquidando in soli 3 set la Russia allenata da Daniele Bagnoli. Kaziyski ed Aleksiev i migliori a referto tra i bulgari con 14 punti di bottino personale. I russi, strafavoriti alla vigilia dei campionati europei, pagano anche in questa gara i troppi errori, ben 17 al termine del match.
Vital Nature Cup femminile - L'Italia supera la Polonia 3-112/09/2009

Vital Nature Cup femminile - L'Italia supera la Polonia 3-1

ITALIA-POLONIA 3-1 (20-25, 25-13, 25-22, 25-16) Italia: Rondon n.e. , Barazza 6, Secolo, Cardullo(libero), Ortolani 3, Piccinini 15, Arrighetti, Lo Bianco 1, Del Core 12, Bosetti n.e., Gioli 16 , Aguero 16 . Allenatore Barbolini. Polonia: Baranska 11, Zenik (libero), Wozniakowska 4, Pykosz 1, Bamber 1, Bednarek 15, Belcik, Maj , Sadurek 3, Dziekiewicz 4, Jagelo 10 , Kaczor 12. Allenatore Matlak. Verona. Secondo successo delle azzurre nella Vital Nature Cup. Le ragazze di Massimo Barbolini si sono imposte per 3-1 (20-25 25-13 25-22 25-16). L’Italia è scesa in campo con la formazione migliore. Perso il primo set ha iniziato a macinare gioco, è stata travolgente nel secondo set, molto sicura nel terzo, prima di dominare il quarto. Domani ultima giornata di gare, Lo Bianco e compagne affrontano la Serbia nella sfida che assegna il trofeo. Situazione: Oggi: Belgio-Serbia0-3; Italia-Polonia 3-1. Classifica: Italia e Serbia 4, Polonia e Belgio 0. Domani: Belgio-Polonia (ore 18); Italia-Serbia (ore 20).
Russia e Francia conquistano la finale dei Campionato Europei maschili12/09/2009

Russia e Francia conquistano la finale dei Campionato Europei maschili

Polonia - Bulgaria 3-0 (25-19, 30-28, 25-20) Polonia: Zagumny 3, Bakiewicz 4, Mozdzonek 10, Gruska 18, Kurek 17, Plinski 6, Gacek (L), Nowakowski, Woicki, Ruciak. N.e. Jarosz, Bartman. All. Castellani Bulgaria: Zhekov 4, Kaziyski 11, Yosifov 9, Nikolov 14, Aleksiev 1, Tsvetanov 5, Salparov (L), Bratoev G., Sokolov 1, Bratoev V. 6, Ananiev 4. N.e. Gaydarski All. Prandi. Arbitri: Jovanovic (Ser) e Loredus (Ola). La Polonia conquista la finale trascinata in attacco da Gruska e Kurek (insieme 35 punti), solo 25 i punti in totale dei bombardieri Nikolov e Kaziyski che hanno le polveri bagnate. Russia - Francia 2-3 (18-25, 22-25, 27-25, 25-15, 15-17) Russia: Grankin 3, Berezhko 17, Kazakov 13, Mikhaylov 18, Tetyukhin 2, Volkov 9, Verbov (L). Biryukov, Poltavski 8, Kosarev 10, Khamuttskikh. N.e.: Kuleshov. All. Bagnoli Francia: Bazin 5, Antiga 14, Kieffer 4, Rouzeir 24, Samica 22, Vadeleux 10, Henno (L); Takaniko, Tuia 1, Rowlandson 1. N.e.: Sol, Tolar. All. Blain. Arbitri: Labstya (Rep. Ceca) e Hobor (Ung). Grande impresa della Francia che ha eliminato la strafavorita dell'Europeo, la Russia guidata da Daniele Bagnoli, costretta ad arrendersi ai transalpini al tie break. Con la squadra di Blain che si era portata in vantaggio per 2 set a 0 ed aveva avuto un grande vantaggio con il quale sembrava di poter archiviare la gara in 3 set. super Samica nei momenti topici del math, mvp con 22 punti di bottino personale.
Vital Nature Cup femminile: le azzurre travolgono il Belgio 3-011/09/2009

Vital Nature Cup femminile: le azzurre travolgono il Belgio 3-0

ITALIA-BELGIO 3-0 (25-19, 25-11, 25-13) ITALIA: Bosetti 10, Arrighetti 10, Aguero 14, Piccinini 9, Gioli 7, Lo Bianco 2. Libero: Cardullo, Rondon, Ortolani 2. N.e. Barazza, Secolo, Del Core. All. Barbolini. BELGIO: Vandesteene 4, De Carne 6, Leys 2, Aelbrecht 4, Dirickx 2, Vindevoghel 11; libero: Szcygieska (Smits), Horemans, Rousseaux 2. N.e. De Leeuw, Van Hecke. All, Vande Boriek Italia: battute sbagliate 8, vincenti 6, muri 9, errori 9. Belgio: b.s. 6, v. 3, m. 7, e. 19. Verona. L'Italia ha esordito nella Vital Nature Cup - Città di Verona superando nettamente il Belgio per 3-0 (25-18 25-11 25-13). Le azzurre di Massimo Barbolini scese in campo molto aggressive non hanno lasciato molto spazio ad una avversarie di medio livello. Lo Bianco e compagne hanno subito imposto la loro maggiore organizzazione imponendo si per 15-18 nel primo set, poi hanno giocato in scioltezza chiudendo senza nessuna difficoltà 25-11, 25-13. Domani, sempre alle 20, crescono le difficoltà per il setetto tricolore che affronta la Polonia, oggi battuta dopo cinque set dalla Serbia. il calendario completo della manifestazione. Oggi: Serbia-Polonia 3-2; Italia-Belgio 3-0. Domani Belgio-Serbia (ore 18); Italia-Polonia (ore 20). Domenica Belgio-Polonia (ore 18); Italia-Serbia (ore 20).
Europeo maschile: battuta la Finlandia 3-0, l'Italia chiude al decimo posto10/09/2009

Europeo maschile: battuta la Finlandia 3-0, l'Italia chiude al decimo posto

ITALIA-FINLANDIA 3-0 (27-25, 25-19, 27-25) ITALIA: Birarelli 3, Gavotto 17, Parodi 10, Sala 5,Vermiglio 2, Cernic 4. Libero: Bari. Travica 1, Savani 9. Non entrati: Lasko, Fortunato, Cisolla. All. Anastasi FINLANDIA: Shumov 4, Esko, Siltala 5, Oivanen Mi. 7, Ojansivu 9, Sammelvuo 9. Libero: Hyvarinen. Lehtonen, Sivula 11, Oivanen Ma. 4, Olli. Non entrato: Hietanen. All. Berruto. ARBITRI: Gaup (Fra) e Jacyna (Pol). Durata set: 27, 24, 27. Italia: bv 1, bs 11, mv 10, er 9. Finlandia: bv 4, bs 16, mv 4, er 12. Istanbul. Si è concluso con un successo sulla Finlandia il difficile Europeo degli azzurri. La vittoria sulla squadra guidata da Mauro Berruto vale il decimo posto finale ed un bilancio che per usare le parole del ct Andrea Anastasi: “Non può essere soddisfacente.” L’Italia ha iniziato il torneo con altre ambizioni, ma inserita in un gruppo di ferro non ha mai trovato la giusta continuità di gioco. Le quattro sconfitte sono maturate al termine di match in cui Vermiglio e compagni hanno giocato a tratti una buona pallavolo, ma poi non hanno saputo capitalizzarla. Emblematico il primo set con la Russia: Italia avanti 20-13, rimontata e superata sul filo di lana. Contro la Finlandia all’Italia si chiedeva di chiudere con un successo e così è stato, al termine di una gara in cui gli azzurri hanno dimostrato di avere ancora voglia di lottare. Anastasi ha cambiato la formazione di partenza, inserendo sin dall’inizio Gavotto come opposto, sostituendo il libero Manià con Bari e lanciando il giovane Parodi. I tre hanno risposto con prestazioni positive, dimostrando che la squadra sino all’ultimo ha messo il massimo impegno. Domani la delegazione italiana rientra a casa. Il campionato è alle porte. ANASTASI: “Come definirei questo Europeo? Formativo, abbiamo fatto un bagno di umiltà. Ho appreso cose nuove, soprattutto ho visto che le cose non vanno sempre come si pensa possano andare. Abbiamo raggiunto un piazzamento deludente, ma resto convinto che questi ragazzi sono di buon livello. Questo Europeo ci ha portato tanto rammarico e questa piccola soddisfazione odierna. Noi non siamo da decimo posto, ma i tornei di alto livello sono così. Dipendono anche dalla composizione dei gironi. Il dato di fatto è che non siamo riusciti a giocare come dovevamo con le squadre del nostro livello. Questa è una sconfitta importante, ma resto sereno e razionale: sono fiducioso nel Mondiale possiamo fare bene.” Pool E (Izmir). 8 settembre: Germania-Grecia 3-1; Polonia-Spagna 3-2; Francia-Slovacchia. 9 settembre: Spagna -Germania 1-3 ; Slovacchia-Polonia 2-3; Grecia-Francia 1-3. 10 settembre: Germania-Slovacchia 3-1 (25-22 21-25 25-16 25-21); Francia-Spagna 3-1 (25-21 25-15 25-27 25-17); Polonia -Grecia. Classifica: Polonia e Francia 8, Germania 6, Grecia 4, Spagna 2, Slovacchia 0. Pool F (Istanbul). 8 settembre: Russia- Serbia 3-1; Olanda-Italia 3-1; Finlandia-Bulgaria 0-3. 9 settembre: Italia-Russia 0-3; Bulgaria-Olanda 3-1; Serbia-Finlandia 3-0. 10 settembre: Russia-Bulgaria 3-0 (25-21 25-23 25-22); Finlandia-Italia 0-3 (25-27 19-25 25-27); Olanda-Serbia. Classifica: Russia 10, Bulgaria 8, Olanda e Serbia 4, Italia 2, Finlandia 0. Si sono qualificate per le semifinali: Polonia, Francia, Russia e Bulgaria.
Verso l'Europeo femminile: le azzurre da venerdì in campo nella "Vital Nature Cup" a Verona10/09/2009

Verso l'Europeo femminile: le azzurre da venerdì in campo nella "Vital Nature Cup" a Verona

Da venerdì a domenica 13 settembre, le azzurre di Massimo Barbolini scendono in campo a nell “Vital Nature Cup” Città di Verona, nella quale affronteranno nell’ordine: Belgio, Polonia e Serbia. Per le azzurre si tratta dell’ultimo test prima dei Campionati d’Europa, che s’iniziano venerdì 25 settembre. “Paradossalmente possiamo dire che si tratta dell’ultimo, ma anche del primo vero di questa seconda parte della stagione. – ci ha detto il ct azzurro Massimo Barbolini - Abbiamo affrontato un’estate senza Grand Prix ed abbiamo fatto delle scelte. Nella prima parte abbiamo inseguito degli obiettivi significativi ed abbiamo vinto due medaglie d’oro ai Giochi del Mediterraneo ed alle Universiadi e guadagnato la qualificazione al Mondiale, che era di primaria importanza. Nella seconda ci siamo dedicati di più all’allenamento, lavorando fisicamente e tecnicamente.” “Questo torneo di Verona è quindi davvero importante – ha proseguito il tecnico modenese - considerando che affronteremo altre due squadre tra le favorite per l’Europeo, Serbia e Polonia ed un’altra formazione come il Belgio che ha elementi interessanti.” “Il giudizio su quanto abbiamo fatto sino ad oggi è sicuramente positivo – ha chiuso Barbolini – Abbiamo ottenuto i risultati che cercavamo e rispettato i tempi di lavoro.” La squadra italiana in proiezione Europeo sembra ormai fatta (per la Polonia la partenza è fissata per domenica 20 settembre). I problemi alla spalla di Martina Guiggi hanno aperto la strada alla convocazione di Lucia Crisanti. Il tecnico tricolore ha a disposizione quattordici atlete: Lo Bianco, Aguero, Gioli, Barazza, Piccinini, Del Core, Ortolani, Cardullo e Secolo, che facevano parte del gruppo vincente nel 2007 in Lussemburgo, più Rondon, Arrighetti, Crisanti, Bosetti e Merlo. Ecco il calendario del torneo. Venerdi 11 settembre ore 18,00 Serbia-Polonia; ore 20,00 Italia-Belgio. Sabato 12 settembre ore 18,00 Belgio-Serbia; ore 20,00 Italia-Polonia. Domenica 13 Settembre ore 18,00 Belgio-Polonia ; ore 20,00 Italia-Serbia
Gianni Petrucci sul momento-no della nazionale maschile09/09/2009

Gianni Petrucci sul momento-no della nazionale maschile

Intervistato da Sky Sport 24, il presidente del Coni Gianni Petrucci ha parlato della crisi degli sport di squadra maschili in Italia e della nazionale di volley in particolare. "Innanzi tutto non bisogna dimenticare che i cicli cambiano e si esauriscono: così ha fatto anche quella di pallavolo. Io comunque ho grande fiducia nel suo allenatore Andrea Anastasi, nonostante i risultati visibilmente negativi a questi Europei. Nell'anno post-olimpico non è insolito che le nazionali accusino cali e collezionino risultati al di sotto delle attese. Sono comunque certo che ben presto i risulati positivi torneranno, e che il prossimo anno l'Italia giocherà un buon Mondiale. Io guardo comunque avanti con ottimismo, in vista dell'Olimpiade di Londra 2012". Speriamo bene, caro Presidente. Per il momento è d'uopo sottolineare che l'Italvolley sta ottenendo il peggior risultato di sempre all'Europeo (decimo nel 1958, 1963 e 1975). Che il basket gli Europei non li gioca neanche, che il rugby ha vinto il cucchiaio di legno lo scorso anno al Sei Nazioni (per chi non lo sapesse, va a chi non vince neanche una partita) e che il Settebello (azzurri di pallanuoto) ha chiuso all'undicesimo posto il recente Mondiale di nuoto. Bene, no?
A Mantova le azzurre sconfitte 3 a 1 dalla Serbia in amichevole09/09/2009

A Mantova le azzurre sconfitte 3 a 1 dalla Serbia in amichevole

ITALIA-SERBIA 1-3 (25-20, 23-25, 26-28, 23-25) ITALIA: Barazza 9, Secolo 21, Ortolani 19, Arrighetti 10, Lo Bianco 1, Del Core 9, Bosetti, Crisanti. Libero: Cardullo. N.e. Rondon, Merlo, Piccinini, Aguero, Gioli. SERBIA: Nikolic 3, Brakocevic 16, Dierjsilo 2, Majstorovic 1, Molnar 15, Antonjevic 1, Desovic 11, Ognjenovic 3, Bilicovic 3, Petrovic 5, Rasic 15. Libero: Popovic. N.e. Krsmanovic, Sedic. Durata set 23, 26, 31, 26. Italia: bs 9 a 3 mv 6 et 23. Serbia: bs 9 a 8 mv 13 et 29 Nell’ambito della preparazione in vista dei Campionati Europei femminili che si terranno in Polonia a partire dal 25 settembre, questa sera l’Italia ha perso 3-1 contro la Serbia nell’amichevole disputata a Mantova. Per le ragazze di Massimo Barbolini si è trattato dell’ottava gara giocata contro la nazionale serba dopo le quattro partite di Kovilovo, centro di preparazione a qualche chilometro da Belgrado (a porte chiuse) e quelle disputate in Sardegna (3-0 a Cagliari, 2-3 a Tortolì, 3-1 a Sassari). Il bilancio totale è di sei vittorie e due sconfitte. Nella gara odierna il commissario tecnico Massimo Barbolini ha tenuto a riposo una giocatrice per ruolo: Rondon, Merlo, Piccinini, Aguero e Gioli. Prossimo impegno delle azzurre sarà la Vital Nature Cup Città di Verona, quadrangolare con Belgio (11/9 ore 20), Polonia (12/9 ore 20) e Serbia (13/9 ore 20).
Italia sconfitta anche dalla Russia09/09/2009

Italia sconfitta anche dalla Russia

Nuova battuta d’arresto agli Europei per gli azzurri, sconfitti ad opera della Russia di Daniele Bagnoli, che ha fatto vedere sul campo di meritare i favori del pronostico per la vittoria continentale. L’Italia nel bene e nel male ha confermato tutti i problemi di questo suo difficile Europeo. Anche contro Volkov e compagni per alcuni tratti del match si è vista una squadra che gioca un buon volley, poi soffre di amnesie e non concretizza anche vantaggi importanti. E’ accaduto così anche oggi. nel primo set la squadra di Anastasi con merito ha imbrigliato il gioco degli ex-sovietici arrivando a condurre per 20-13, ma poi ha subito la rimonta ed alla fine si è arresa 25-23. Anastasi ha riproposto il sestetto base, poi ha sostituito Lasko con un buon Gavotto (8 su 10) e nell’ultima parte del match ha utilizzato Parodi al posto di Savani. Discreta la prova dei due centrali spesso utilizzati dal regista Vermiglio. L’Europeo dell’Italia si conclude domani contro la Finlandia dell’altro tecnico italiano Mauro Berruto, ultima gara di una rassegna continentale che sino ad oggi ha regalato una sola soddisfazione al sestetto tricolore.Il tabellino della partita:ITALIA-RUSSIA 0-3 (23-25 21-25 21-24 ITALIA: Birarelli 8, Lasko 5, Savani 8, Sala 9, Vermiglio 1, Cernic 6. Libero: Manià. Cisolla 1, Travica, Gavotto 8, Parodi 1. Non entrati: Fortunato. All. Anastasi RUSSIA: Grankin 1, Berezheko 10, Kazakov 5, Mikhaylov 10, Kosarev 9, Volkov 10. Libero: Verbov. Cheremisin 1, Khamouttskikh, Poltavskiy 5. Non entrati: Biryukov, Tetyukhine. All. Bagnoli. ARBITRI: Varthalitis (Gre) e Gaupp (Fra). Durata set: 26, 25, 24. Italia: bv 3, bs 16, mv 7, e 8. Russia: bv 8, bs 12, mv 8, e 6. I risultati:Pool E (Izmir). 8 settembre: Germania - Grecia 3-1, Polonia - Spagna 3-2, Francia - Slovacchia 3-1. 9 settembre: Spagna – Germania 1-3 (25-19 25-27 23-25 20-25); Slovacchia - Polonia; Grecia - Francia. 10 settembre: ore 14.00 Germania - Slovacchia; ore 14.30 Francia - Spagna; ore 19.00 Polonia - Grecia. Classifica: Polonia 6 Francia, Germania e Grecia 4, Spagna 2, Slovacchia 0. Pool F (Istanbul). 8 settembre: Russia - Serbia 3-1, Olanda- Italia 3-1, Finlandia - Bulgaria 0-3. 9 settembre: Italia – Russia 0-3 (23-25 21-25 21-24); Bulgaria - Olanda; Serbia - Finlandia. 10 settembre: ore 14.00 Russia - Bulgaria; ore 16.30 Finlandia - Italia; ore 19.00 Olanda- Serbia. Classifica: Russia 8, Bulgaria 6, Olanda 4, Serbia 2, Italia e Finlandia 0.
Azzurri sconfitti dall'Olanda all'Europeo. Mercoledì la gara contro la Russia08/09/2009

Azzurri sconfitti dall'Olanda all'Europeo. Mercoledì la gara contro la Russia

Gli azzurri sono stati battuti dall'0landa per 3-1 (25-22 23-25 25-21 27-25) nel primo match della seconda fase della rassegna continentale. Un solo commento, peccato e addio sogni di gloria.ITALIA-OLANDA 1-3 (22-25, 25-23, 21-25, 25-27) ITALIA: Birarelli 10, Lasko 7, Savani 3, Sala 13, Vermiglio 3, Cernic 9, Manià (L), Travica 2, Cisolla 6, Gavotto 9, Martino. N.e. Fortunato. All. Andrea Anastasi. OLANDA: Kooistra 8, Horstink 17, Klapwijk 20, Bontje 15, Van Harskamp 2, Rauwerdink 12. Libero: Maan. Van Dijk, Trommel. Non entrati: Van Gendt, Snippe, Loersheijd. All. Peter Blangè. ARBITRI: Aliyev (Aze) e Bajci (Svk). Durata set: 24, 27. 26, 28. Italia: bv 4, bs 13, mv 10, e 13. Olanda: bv 10, bs 17, mv 10, e 15. Istanbul. Cade ancora la squadra azzurra, che si è arresa per 3-1 all’Olanda al termine di un match bruttino in cui non ha saputo mai trovare le giuste misure ad un avversario motivato, ma non irresistibile. La squadra di Anastasi, ancora una volta in questo Europeo non è ad esprimersi con continuità. Ha alternato sprazzi di buon gioco a momenti negativi. Il ct azzurro ha cercato per tutto il match una formazione che gli desse garanzie, ma la cattiva giornata del reparto schiacciatori ha reso poco efficace ogni suo tentativo. Pochissime le note positive, che giungono soprattutto dai due centrali, ma la cattiva ricezione, non sempre ha permesso a Vermiglio di utilizzarli. Una sconfitta che chiude definitivamente ogni illusione di accesso alle semifinali e che in pratica costringerà gli azzurri a disputare le qualificazioni per giocare il prossimo Europeo. Domani alle 14 c’è la gara con la Russia, che oggi ha regolato per 3-1 la Serbia. Una sfida durissima che l’Italia deve cerchere di onorare con una prova generosa.
L'Italia riparte dall'Olanda agli Europei07/09/2009

L'Italia riparte dall'Olanda agli Europei

Conclusa la prima fase, la rassegna continentale ha osservato oggi una giornata di riposo. Gli azzurri hanno avuto una mezza giornata di riposo, dedicata dalla maggior parte di loro ad una veloce visita dei più importanti monumenti dell’ex capitale dell’Impero Romano d’Oriente. Nel pomeriggio seduta di allenamento nell’impianto di gara. Assente Andrea Sala, a cui lo staff medico ha prescritto uno specifico lavoro in piscina per completare il recupero dell’infortunio accusato nel match d’apertura contro la Bulgaria. L’Italia riparte in questa seconda fase con zero punti in classifica, infatti valgono soltanto i risultati delle gare giocate tra le squadre che hanno passato il turno. Le sconfitte con bulgari e serbi penalizzano le chance italiane nella corsa alle semifinali, anche se l’aritmetica lascia ancora aperta la porta. L’Italia non può più sbagliare deve battere tutte le tre prossime avversarie: l’Olanda (domani), la Russia (mercoledì) e la Finlandia (giovedi). Deve farlo con il miglior punteggio possibile e sperare che si incrocino almeno un paio di risultati. Una situazione non invidiabile. Il ct Anastasi, subito dopo la seconda sconfitta, ha chiaramente espresso il concetto che dalla sua squadra vuole vedere una reazione in questa seconda parte del torneo. A giudicare dalle parole e dall’impegno in allenamento la squadra ha ancora tante motivazioni per fare la sua degna parte. Le prossime avversarie dell’Italia si chiamano Olanda, Russia e Finlandia. I tulipani di Peter Blangè sono stati affrontati e battuti quattro volte dagli azzurri nella World League, nella prima fase hanno giocato un buon volley superando Finlandia ed Estonia e mettendo alla corda la Russia, arrendendosi soltanto al quinto set. La Russia di Daniele Bagnoli, alla vigilia della manifestazione era la grande favorita per la vittoria finale. Il suo esordio con l’Estonia non è stato del tutto convincente e con l’Olanda ha sofferto più del preventivabile. Per i russi la buona notizia è che l’opposto Mikhailov (uno dei protagonisti delle ultime Olimpiadi) è completamente recuperato dopo un mese di stop per un problema ad un dito della mano destra. Infine la Finlandia di Mauro Berruto, squadra compatta, piena di protagonisti del nostro campionato. I finnici non hanno convinto molto, sembrano lontani dalla condizione che li portò a sfiorare il podio due anni fa. Pool E (Izmir). 8 settembre: ore 14.00 Germania – Grecia; ore 16.30 Polonia – Spagna; ore 19.00 Francia – Slovacchia. 9 settembre: ore 14.00 Spagna – Germania; ore 16.30 Slovacchia – Polonia; ore 19.00 Grecia – Francia. 10 settembre: ore 14.00 Germania – Slovacchia; ore 14.30 Francia – Spagna; ore 19.00 Polonia – Grecia. Classifica: Polonia e Grecia 4, Francia e Spagna 2, Slovacchia e Germania 0. Pool F (Istanbul). 8 settembre: ore 14.00 Russia – Serbia; ore 16.30 Olanda- Italia; ore 19.00 Finlandia – Bulgaria. 9 settembre: ore 14.00 Italia – Russia; ore 16.30 Bulgaria – Olanda; ore 19.00 Serbia – Finlandia. 10 settembre: ore 14.00 Russia – Bulgaria; ore 16.30 Finlandia – Italia; ore 19.00 Olanda- Serbia. Classifica: Russia e Bulgaria 4, Olanda e Serbia 2, Italia e Finlandia 0. AUDITEL – La telecronaca della partita Italia-Serbia, trasmessa su Raidue ha fatto registrare un ascolto di 666.000 spettatori con uno share del 4.65. TELEVISIONE – Il match di domani tra Italia e Olanda sarà trasmesso in diretta su Raidue con inizio alle ore 16.25, la stessa partita sarà in onda su RaisportPiù, in diretta ed in differita dalle ore 21.
Sigla.com - Internet Partner