Archivio Attività internazionale

Universiadi femminili: trionfo delle azzurre, terza medaglia d'oro in sette giorni10/07/2009

Universiadi femminili: trionfo delle azzurre, terza medaglia d'oro in sette giorni

ITALIA-SERBIA 3-0 (20-25, 25-16, 21-25, 25-14, 15-9) ITALIA: Bosetti 18, Crisanti 10, Ortolani 17, Barcellini 17, Arrighetti 11, Pincerato 4. Libero: Merlo. Quaranta 2, Garzaro 2 Non entrate: Stufi, Angeloni, Di Crescenzo. All. Micelli. SERBIA: Ognjenovic8, Djersilo 20, Krsmanovic 10, Majstorovic 10, Veljkovic 10, Bursac 4. Libero: Popovic. Non entrate: Nikolic, Brakocevic, Vesovic, Antonjievic, Rasic. All. Kovacevic ARBITRI: Katsumata (Jpn) e Kondakov (Ukr). Durata set: 25, 22, 24, 21. Italia: a 16, mv 15, et 26. Serbia: a 16, mv 8, et 25 Belgrado. L’Italia torna a vincere le Universiadi femminili. Le azzurre guidate in panchina da Lorenzo Micelli si sono imposte in finale per 3-2 sulle padrone di casa della Serbia. Vittoria meritata e legittima, ottenuta al termkine di un torneo in cui Ortolani e compagne hanno fatto percorso netto, superandi tutte le avversarie affrontate. In finale l’Italia ha subito l’entusiasmo delle serbe nel primo set, ha dominato il secondo. Poi nel terzo ha avuto un lungo passaggio a vuoto è arrivata adavere ben 13 punti di ritardo, prima di svegliarsi e con una bella rimonta arrivare a cedere soltanto 21-25. Italia assolutamente padrona nel quarto e nel tie-break. In grande evidenza Bosetti e Barcellini, brave le centrali, il libero Merlo e la regista Pincerato. È la terza medaglia d’oro vinta dalla pallavolo italiana nel giro di una settimana: dopo il doppio oro vinto dalle rappresentative azzurre ai Giochi del Mediterraneo.
Amichevole femminile: le azzurre vincono 3-0 contro la Croazia a Belluno10/07/2009

Amichevole femminile: le azzurre vincono 3-0 contro la Croazia a Belluno

ITALIA-CROAZIA 3-0 (25-18, 25-22, 25-23) ITALIA: Gioli 4, Aguero 7, Secolo 11, Marcon 10, Guiggi 15, Lo Bianco. Libero: Cardullo, Ravetta 4, Rondon, Rinieri 1. Non entrata: Barazza All.Massimo Barbolini CROAZIA: Popovic 4 , Dujic 11, Jerkov 14, Gligorovic, Milos 2, Poljak 6. Libero: Miletic, Dugandzic 1 Grban 2. Non entrate: Balic ed Usic All.Miroslav Aksentijevic Arbitri: Diego Pol (ITA) Costantino Del Vesco (ITA) Spettatori: 1400 Durata set: 23, 26, 25. Italia: bs 7 a 3 mv 8, et 20. Croazia: bs 12, a 4, mv 9, et 23 A Belluno l’Italia di Massimo Barbolini vince una gara ben giocata, dimostrando una certa superiorità sulla Croazia che ha comunque dato battaglia soprattutto dalla fase centrale del secondo set in poi. Il primo set è stato condotto regolarmente dalle azzurre che hanno trovato nella Marcon un buon terminale offensivo, autrice in avvio, di una schiacciata, un muro e un ace. Nel secondo parziale le azzurre partono subito forte portandosi sul 6-0, ma le croate, che nel frattempo hanno adoperato qualche cambio, riescono a risalire la china e in particolare la Jerkov permette alla sua squadra di portarsi sull’11-16. La fase centrale del secondo set è equilibrata, le squadre giocano punto a punto con la Croazia che annulla due set ball, ma è poi Secolo a chiudere con il punteggio di 25-22. Nel terzo set la Croazia sembra voler cambiare l’inerzia della gara con la Jerkov che continua a dare battaglia (9-6 il parziale in favore delle nostre avversarie). La gara si fa più combattuta, ma le azzurre ribaltano la situazione e si portano sul 16-15 per poi non fermare più la loro corsa verso una vittoria meritata e che ha offerto buone indicazioni in vista del torneo di qualificazione mondiale che si terrà la settimana prossima a Conegliano. L’Italia affronterà ancora la Croazia domenica al Palalido di Milano (ore 18) nell’Edison Challenge Cup. In evidenza la centrale Guiggi ed il martello Secolo. Buono il rientro del libero titolare Cardullo.
World League: quinta vittoria consecutiva degli azzurri, che continuano la rincorsa alla Final Six10/07/2009

World League: quinta vittoria consecutiva degli azzurri, che continuano la rincorsa alla Final Six

STATI UNITI - ITALIA 1-3 (25-20, 20-25, 22-25, 24-26) STATI UNITI: Hansen 2, Rooney 15, Hein 5, Stanley 16, Touzinsky 3, Lee 14. Libero: Lambourne. Patak 1, Jablonsky 4, Smith 1, Suxho. Non entrati: Holmes, Lotman, Reft. All. Knipe. ITALIA: Birarelli 10, Lasko 18, Savani 16, Sala 9, Travica 3, Cernic 12. Libero: Manià. Martino, Vermiglio, Parodi. Non entrati: Fortunato, Gavotto, Piscopo, Bari. All. Anastasi. ARBITRI: Kim (Kor) e Cholakian (Arg). Spettatori: 4300. Durata set: 26, 24, 25, 27. Italia: bs 16, a 2, mv 12, e 14. Stati Uniti: bs 17, a 1, mv 9, e 9. Hoffman Estates. Quinta vittoria consecutiva degli azzurri, che superando a casa loro 3-1 gli Usa campioni olimpici, di slancio rientrano in corsa per la qualificazione alla fase finale della World League. Il sestetto di Anastasi ha confermato su un campo difficile e contro la prima della classe di avere trovato il gioco ed il ritmo giusto. Dopo i quattro successi colti a spese dell’Olanda è arrivata questa vittoria, sperata, ma difficile, al termine di un match disputato con il piglio della squadra che conosce le sue qualità e vuole metterle a frutto. L’Italia ha vinto meritatamente, perché ha espresso concretezza e sicurezza in campo; ha portato a casa il risultato perché è riuscita a superare i momenti di difficoltà, con i colpi e con il carattere. La classifica ora parla chiaro, gli azzurri hanno rimontato diverse lunghezze, ma rimangono ancora dietro agli Stati Uniti, anche se di un solo punto. La notte prossima devono cercare di vincere ancora per agguantare il primato. Inutile guardare troppo avanti, anche se nel dopo gara Andrea Anastasi parlando con i media ha sottolineato: “Per andare a Belgrado (sede della Final Six) ci sono due strade: o vincere il girone o essere la migliore tra le seconde” e questa vittoria mantiene viva la speranza italiana anche per questa seconda soluzione.
Venerdì a Belluno amichevole delle azzurre con la Croazia09/07/2009

Venerdì a Belluno amichevole delle azzurre con la Croazia

Conegliano. Un test in chiave qualificazione mondiale per le azzurre di Massimo Barbolini, ma anche una festa per il movimento del volley bellunese. Sono due ottime ragioni d'interesse per l'amichevole Italia-Croazia che si giocherà domani venerdì 10 luglio alle 20.30 a Belluno (Spes Arena). Per il sestetto tricolore reduce dal trionfo nei Giochi del Mediterraneo si tratta di un test sulla strada del Torneo di Qualificazione Mondiale in programma la settimana prossima a Conegliano. La sfida con le croate verrà replicata domenica sera a Milano (Palalido ore 18) nell’ambito dell’Edison Challange Cup. UNIVERSIADI – Ortolani e compagne, sinora grandi protagoniste dell’Universiade di Belgrado, giocheranno domani sera alle 20 contro la Serbia (presente con tutte le sue migliori atlete) la finale per la medaglia d’oro. Le azzurre hanno già incontrato le padrone di casa domenica scorsa, nell’ultima gara del girone. In quell’occasione si sono imposte per 3-2 con una grande rimonta, ma il match aveva valore solo per il piazzamento, in quanto le squadre erano già qualificate. CADETTE - Le azzurrine di Moretti hanno concluso la seconda fase del Mondiale di categoria superando per 3-1 (20-25 25-16 27-25 25-22) la Thailandia. Le ragazze italiane giocheranno ora per i piazzamenti dal 5 all’8 posto: nella semifinale affronteranno il Giappone. Seconda fase – Pool E: Brasile-Serbia 3-2; Perù-Giappone 3-2. Classifica: Brasile 6, Serbia 4, Perù 2, Giappone 0. Pool F: Turchia-Belgio 0-3; Italia-Thailandia 3-1. Classifica: Belgio 6, Turchia 4, Italia 2, Thailandia 0.
World League: le sfide decisive tra Stati Uniti e Italia09/07/2009

World League: le sfide decisive tra Stati Uniti e Italia

Hoffman Estates. Torna in campo domani notte in questo grande sobborgo del Northwest di Chicago il sestetto azzurro di Andrea Anastasi per il primo dei due decisivi match con gli Stati Uniti: in palio l’accesso alla fase finale della World League 2009. L’Italia attualmente èal secondo posto distanziata di quattro lunghezze. Sullo slancio dei quattro successi consecutivi sull’Olanda gli azzurri sono tornati a credere nella qualificazione, che potrebbe giungere anche con il secondo posto nel caso che Vermiglio e compagni abbiano il punteggio migliore tra i quattro gironi. Insomma i match con gli Stati Uniti sono assolutamente decisivi. In casa Italia c’è il ritorno di Valerio Vermiglio, il capitano è rientrato motivatissimo ed in pochi giorni ha smaltito la ruggine di oltre un mese di riposo e si è messo a disposizione di Anastasi. Con ogni probabilità il ct azzurro, almeno in avvio darà ancora fiducia a Travica, tra i più in forma, ma sa che in caso di necessità il regista siciliano può essere chiamato in causa. Buona la condizione generale del sestetto italiano, che sta velocemente recuperando il nuovo fuso orario. Soltanto il centrale Fortunato accusa un problemino al colo, ma dovrebbe recuperare. Ieri la squadra italiana ha svolto il primo allenamento nell’impianto di gioco, il Sears Centre, un bellissimo anfiteatro con una capienza di 9000 posti. Davanti gli azzurri ci saranno gli Stati Uniti che sino ad ora hanno giocato una discreta pallavolo, lasciando per strada un paio di partite in trasferta. Contro gli azzurri a Firenze e Catania hanno colto due vittorie, ma quella era un’Italia diversa, non la squadra che contro l’Olanda ha vinto ed è stata applaudita: "Penso che l'Italia sia migliorata da quando l’abbiamo affrontata " ha dichiarato alla vigilia il nuovo tecnco dei campioni di Pechino " Per batterla dovremo giocare la nostra migliore pallavolo." Per le due sfide si attende un pubblico molto numeroso ed un grande tifo per lo schiacciatore Rooney, che essendo nato nell’Illinois avrà dagli spalti il tifo di tutta la famiglia. SITUAZIONE - Quinto weekend (10-12 luglio): Pool A: Usa-Italia (gara1 11/7 ore 02.00, gara2 12/7 ore 02.00); Cina-Olanda; Pool A: Usa 18, Italia 14, Olanda 11, Cina 5. Pool B: Argentina-Serbia; Corea del Sud-Francia; Pool B: Serbia 16, Argentina 12, Francia 11, Corea del Sud 9. Pool C: Russia-Giappone; Bulgaria-Cuba; Pool C: Cuba 19, Russia 14, Bulgaria 10, Giappone 5. Pool D: Finlandia-Polonia, Venezuela-Brasile; Pool D: Brasile 21, Finlandia e Polonia 11, Venezuela 5. TV - Sabato 11 luglio, gara1 Italia-Usa verrà trasmessa su RaiSport Più in sintesi dalle ore 14.40 ed in differita su Raitre dalle ore 17.30 alle 19.45. Domenica 12 luglio, gara2 Italia-Usa verrà trasmessa in sintesi dalle ore 15.35 alle 17.
Edison Challenge Cup al PalaLido09/07/2009

Edison Challenge Cup al PalaLido

Continua il count-down per l’Edison Challenge Cup, il trofeo in palio nel match tra le nazionali femminili di Italia e Croazia che si disputerà domenica 12 luglio al Palalido alle ore 18.00. Una partita che oltre a rappresentare un valido test per le ragazze del ct Massimo Barbolini, reduci dall’affermazione nei giochi del Mediterraneo, è anche l’ultima partita prima della partecipazione delle azzurre al torneo di qualificazione ai Mondiali che si giocherà a Conegliano Veneto dal 17 luglio. Edison Challenge Cup è organizzata da Edison, operatore leader nel mercato dell’energia elettrica e del gas. Nella pallavolo Edison è partner ufficiale della Federazione Italiana Pallavolo e co-sponsor di maglia della Nazionale femminile e maschile. La pallavolo, uno degli sport più praticati e popolari tra le donne, esprime al massimo i valori in cui crede anche Edison, ovvero la competizione leale, lo spirito di squadra, il dinamismo e l'agilità. Per Milano si tratta di un gradito ritorno, visto che Lo Bianco e compagne mancano dal capoluogo lombardo da oltre tre anni. Una piazza quella milanese che resta un punto di riferimento per l’intero movimento pallavolistico nazionale, nonostante le recenti infelici esperienze nel volley di vertice a cui fanno da eccellente contraltare le continue vittorie a livello giovanile come l’ultimo Trofeo delle Regioni conquistato dalle ragazze allenate da Alberto Moscato. “Quello milanese sarà un appuntamento della massima importanza – Marco Bracci, vice di Massimo Barbolini presenta così l’evento del PalaLido – Milano e Nazionale è un binomio di successo garantito sia dal punto di vista tecnico che spettacolare”. Italia-Croazia sarà anche l’ultimo collaudo prima del trittico valido per le qualificazioni ai mondiali: “Siamo reduci dalla vittoria ai Giochi del Mediterraneo e, per ora (la finale è prevista per domani ndr), dalla finale alle Universiadi – prosegue Bracci – Due ottimi risultati che ci danno morale e ulteriore fiducia per il clou di Conegliano. Fisicamente la squadra sta bene, il lavoro svolto in questa settimana sta dando i frutti sperati per arrivare al top venerdì, sabato e domenica prossimi. Da lunedì poi si aggregheranno anche alcune delle ragazze di ritorno dalle Universiadi e il gruppo sarà davvero al completo per la rifinitura”. Intanto domenica sarà comunque spettacolo al PalaLido: “Italia-Croazia sarà una sfida “vera” – conclude Bracci – dobbiamo verificare alcune cose in vista di Conegliano. Quindi lo spettacolo sarà garantito. Mi auguro che l’Italia possa fare anche da traino per rivedere presto una squadra milanese in serie A. Lo merita la piazza e lo meritano i tantissimi tifosi che hanno sempre gremito gli spalti del PalaLido”. La partita di Milano assegna l’Edison Challenge Cup, un trofeo messo in palio dall’azienda energetica che è da anni partner delle squadre nazionali di pallavolo e che vuole con questo evento segnalare la vicinanza. Queste le atlete convocate dal Ct Massimo Barbolini per la sfida di domenica: Rondon, Croce, Rinieri, Aguero, Ravetta, Lo Bianco, Marcon, Secolo, Piccinini, Barazza, Guiggi, Cardullo e Gioli. Queste le possibili giocatrici croate: Grbac, Balic, Miletic, Delic, Popovic, Dujic, Jerkov, Dugandzic, Gligorovic, Usic Jogunica, Milos, Poljak. La partita fra Italia e Croazia fa parte del percorso di eventi di avvicinamento al Mondiale 2010 maschile che partirà da Milano il 24 settembre 2010 con la cerimonia di inaugurazione. Ulteriori informazioni sulla gara e il modulo per la prenotazione dei biglietti sono disponibili sul sito del CRL Fipav Lombardia cliccando sull’icona dell’Edison Challenge Cup. Il costo dei tagliandi è stato fissato a 10 euro - posto unico – con riduzioni a 5 euro per i tesserati Fipav e under 14. I biglietti sono in prevendita sul circuito Bookingshow, www.bookingshow.com <http://www.bookingshow.com/> . Per prenotazioni contattare il CRL Fipav al tel. 02 66105997-9
Mondiale Cadette: Azzurrine generose superate al tie-break08/07/2009

Mondiale Cadette: Azzurrine generose superate al tie-break

BELGIO-ITALIA 3-2 (25-17, 25-27, 25-19, 17-25, 15-9) BELGIO: Van Hecke 32, Dovogja 9, Heyrman 9, Ruysschaert 8, Van de Vyver 4, Thevinin 11. Libero: Van Nimmen. Brugman, Van den Vonder, Vleugels. Non entrate: Klinkenberg, Hervent. ITALIA: Gabbiadini 4, Pisani 14, Baggi 9, Camera 8, Diouf 17, Caneva 7. Libero: Carrara. Bertone 4, Bianchini 2, Gabrieli, Grazietti, Vietti 1. All. Moretti. ARBITRI: Niculesco (Rom) e Taoufik (Tun). Belgio: bs 11, a 5, mv 14, et 31 Italia: bs 12, a 9, mv 20, et 34 Roma. A Nakhonratchasima in Thailandia, nonostante una prova generosa e combattiva l’Italia non è riuscita a superare il Belgio campione continentale e cedendo al tie-break deve salutare la corsa alle prime quattro posizioni, Domani affronta le padrone di casa della Thailandia per il terzo posto nella pool della seconda fase, in attesa di inseguire il quinto posto. Per le semifinali dal 1 al 4 posto già qualificate: Belgio, Turchia, Brasile e Serbia. Contro al potente Van Hecke l’Italia ha opposto un bel muro, in cui si è esaltata Pisani, ma non ha trovato la giusta continuità in attacco. Le azzurre dopo aver perso il primo set hanno riaperto la gara nel secondo e nel terzo hanno avuto la chance di avvantaggiarsi, ma sul 7-2 il Belgio ha reagito. Nel quarto l’Italia ha meritatamente conquistato il tie-break in cui si è dovuta arrendere. Pool E: Serbia-Perù 3-2; Brasile-Giappone 3-1. Classifica: Brasile e Serbia 4, Giappone e Perù 0. Pool F: Belgio-Italia 3-2; Turchia-Thailandia 3-1. Classifica: Belgio e Turchia 4, Italia e Thailandia 0.
Universiadi: Ortolani e compagne volano in semifinale07/07/2009

Universiadi: Ortolani e compagne volano in semifinale

ITALIA-TAIPEI 3-1 (18-25, 25-9, 25-13, 25-18) ITALIA: Bosetti 9, Crisanti 7, Ortolani 18, Quaranta 16, Arrighetti 14, Pincerato 4. Libero: Merlo. Barcellini, Angeloni, Di Crescenzo. Non entrate: Garzaro, Stufi. All. Micelli. TAIPEI: Chen H., Teng 15, Lin 10, Tseng T. 3, Liao 6, Chen Y. 3, Libero: Chung. Chang 1, Tseng H. 2, Lee, Chen W. , Allenatore: Chang En-Chung. ARBITRI: Janik (Pol) e Jung (Ger). Durata set: 22, 17, 21, 21. Italia: a 6, mv 6, et 25. Taipei: a 4, mv 1, et 25. Belgrado. Continua la marcia vittoriosa delle azzurre alle Universiadi. Ortolani e compagne, dopo aver perduto il primo set hanno battuto con facilità Cina Taipei e si sono qualificate per le semifinali della manifestazione. Ancora una bella prestazione della squadra guidata da Lorenzo Micelli, che ha confermato di avere la caratura per raggiungere un piazzamento da podio. In semifinale l’Italia affronterà la Russia, che nei quarti ha battuto 3-1 la Spagna.
Qualificazione Mondiale femminile: da mercoledì le azzurre a Conegliano07/07/2009

Qualificazione Mondiale femminile: da mercoledì le azzurre a Conegliano

In vista del Torneo di Qualificazione al Mondiale 2010, domani, 8 luglio, torna a radunarsi a Conegliano la nazionale femminile azzurra, reduce dal successo ai Giochi del Mediterraneo. Il tecnico Massimo Barbolini ha convocato le seguenti Rondon, Croce, Rinieri, Aguero, Ravetta, Lo Bianco, Marcon, Secolo, Piccinini, Barazza, Guiggi, Cardullo e Gioli, che da lunedì 13 luglio verranno raggiunte da Pincerato, Merlo, Arrighetti, Bosetti, Ortolani e Barcellini. In Veneto le azzurre cercheranno di centrare uno dei grandi obiettivi stagionali, la qualificazione mondiale, sulla loro strada nel quadrangolare che assegna due “passaporti” Bielorussia, Bulgaria e Repubblica Ceca. Per rifinire la preparazione le ragazze di Barbolini giocheranno due incontri amichevoli contro la Croazia: venerdì 10 luglio a Belluno e domenica 12 luglio a Milano. EDISON CHALLANGE CUP - La sfida di Milano tra azzurre e croate varrà come prima edizione dell’Edison Challenge Cup. Il match è stato programmato per le ore 18 e si giocherà al Palalido di Piazza Stuparich nel capoluogo meneghino. Ulteriori informazioni sulla gara e il modulo per la prenotazione dei biglietti sono disponibili sul sito del CR Lombardia cliccando sull’icona dell’Edison Challenge Cup. Il costo dei tagliandi è stato fissato a 10 euro posto unico con riduzioni a 5 euro per i tesserati Fipav e under 14. CONFERENZA – Il Torneo di Qualificazione al Mondiale 2010, verrà presentato ufficialmente nel corso di una conferenza stampa venerdì 10 luglio alle ore 12 presso il Palazzo della Provincia di Treviso, per l’occasione interverranno il ct azzurro Massimo Barbolini insieme alle azzurre Jenny Barazza e Manuela Secolo.
Sconfitta all'esordio delle azzurre ai Mondiali cadette07/07/2009

Sconfitta all'esordio delle azzurre ai Mondiali cadette

Nel Mondiale Cadette le azzurrine di Moretti hanno perduto il primo match della seconda fase contro la Turchia 1-3 (25-23 24-26 17-25 19-25). L’Italia ha giocato alla pari delle avversarie per due set, poi ha ceduto il passo. Il sestetto tricolore domani alle 12 italiane affronta il Belgio Campione d’Europa, in un match determinante per continuare ad inseguire l’accesso alle semifinali. Risultati prima giornata seconda fase: Pool E – Perù-Brasile 0-3; Serbia-Giappone 3-2. Pool F – Italia-Turchia 1-3; Thailandia-Belgio 0-3.
World League: l'Italia negli States per la doppia sfida con i campioni olimpici07/07/2009

World League: l'Italia negli States per la doppia sfida con i campioni olimpici

La nazionale azzurra maschile è da ieri negli Stati Uniti, dove venerdì e sabato prossimi sarà impegnata nella doppia sfida con i padroni di casa campioni olimpici a Pechino 2008. Due gare decisive sulla strada della qualificazione alla Final Six del torneo. Attualmente gli Usa guidano la classifica della pool A con 18 punti e gli azzurri sono al secondo posto con 14. Ricordiamo che per la fase finale del torneo si qualificano le prime classificate di ciascun raggruppamento, più la Serbia paese organizzatore e la migliore delle seconde, che attualmente è proprio l’Italia. Tra gli azzurri giunti a Chicago c’è la novità Valerio Vermiglio, il capitano ha rilevato Giacomo Sintini. CLASSIFICHE - Pool A: Usa 18, Italia 14, Olanda 11, Cina 5. Pool B: Serbia 16, Argentina 12, Francia 11, Corea del Sud 9. Pool C: Cuba 19, Russia 14, Bulgaria 10, Giappone 5. Pool D: Brasile 21, Finlandia e Polonia 11, Venezuela 5.
Sigla.com - Internet Partner