Archivio Attività internazionale

Tre vittorie sul Giappone per la nazionale femminile universitaria25/06/2009

Tre vittorie sul Giappone per la nazionale femminile universitaria

Tre gare ed altrettante vittorie per le azzurre della nazionale universitaria, contro la seniores del Giappone. Tre successi netti che hanno confermato l’ottima condizione della squadra guidata da Micelli e Parisi che si appresta a disputare le Universiadi a Belgrado. Dopo i successi di Borno (3-0 e 3-1 nelle gare giocate lunedì e martedì) a Brescia, in un match in cui sono stati raccolti fondi per l’iniziativa federale “Torniamo subito in campo” rivolta alle popolazioni abruzzesi colpite dal terremoto, l’Italia ha superato il Giappone 3-0 (25-23 25-18 25-19).
Cadette: Diouf e compagne in Cina per preparare il Mondiale25/06/2009

Cadette: Diouf e compagne in Cina per preparare il Mondiale

La nazionale Cadette di Maurizio Moretti è in Cina, per uno stage con la nazionale locale in preparazione dei Mondiali di Categoria che si svolgeranno in luglio in Thailandia. Nella prima gara amichevole le azzurrine sono state superate 3-1 (21-25 25-20 25-23 25-16). Best scorer del match Diouf con 19 punti, in evidenza anche la centrale Pisani (17). Le due squadre hanno giocato anche un quinto set vinto dall’Italia 25-20.
World League: gli azzurri ad Eindhoven per la doppia sfida con l'Olanda25/06/2009

World League: gli azzurri ad Eindhoven per la doppia sfida con l'Olanda

La nazionale azzurra maschile ha raggiunto Eindhoven, dove sabato e domenica giocherà contro l’Olanda le due prossime gare di World League. Il ct Andrea Anastasi ha con sé gli stessi quattordici atleti che hanno giocato nei primi due week end con Cina e Stati Uniti. Terzo weekend - Pool A: Usa-Cina 26/6; Olanda-Italia 27/6 (17.00 diretta Raitre) 28/6 (15.00 diretta RaiSportPiù); Classifica: Olanda 10, Usa 8, Italia e Cina 3. Pool B: Serbia-Argentina 26/6, 28/6, Francia-Korea 26/6, 28/6; Classifica: Korea, Serbia, Argentina e Francia 6. Pool C: Giappone-Cuba 27/6, 28/6; Russia-Bulgaria2 27/6, 28/6; Classifica: Cuba e Russia 10, Bulgaria e Giappone 3. Pool D: Finlandia-Venezuela 26/6, 27/6; Polonia-Brasile 27/6, 28/6; Classifica: Brasile 11, Polonia 5, Finlandia e Venezuela 4.
Mondiale Militare: le azzurre con le stellette ad un passo dalla finale25/06/2009

Mondiale Militare: le azzurre con le stellette ad un passo dalla finale

E’ in pieno svolgimento a Rio de Janeiro il 30mo Mondiale Cism, la nazionale femminile italiana, selezionata dall’Aeronautica Militare è ad un passo dalla qualificazione per la finale. Nelle prime tre giornate, le azzurre con le stellette,guidate dal 1ºM.llo Vito Milano e dal 1°M.llo Rocco Rainò, hanno superato nell’ordine la Grecia 3-2; la Germania 3-2 e l’Olanda 3-0. Oggi, nella notte italiana, affrontano gli Stati Uniti nella gara che può aprire le porte della finale.
World League: non basta un buon Cernic per superare gli Usa21/06/2009

World League: non basta un buon Cernic per superare gli Usa

ITALIA-STATI UNITI 1-3 (19-25, 25-18, 22-25, 20-25) ITALIA: Martino 1, Birarelli 1, Gavotto 16, Savani 15, Sala 12, Sintini 2. Libero: Manià. Cernic 14, Fortunato 5, Parodi 1, Lasko 1, Travica. Non entrati: Piscopo, Bari. All. Anastasi. STATI UNITI: Suxho 2, Anderson 12, Hein 9, Patak 21, Rooney 20, Lee 7. Libero: Lambourne. Touzinsky, Billings, Holmes, Hansen, Smith. Non entrati: Reft, Jablonsky. All. Knipe. ARBITRI: Tano (Jpn) e De Souza (Bra). Spettatori: 5000 circa (4279 paganti). Durata set: 44, 26, 27, 26. Italia: bs 15, a 1, mv 16, e 7, ric 66% (46%). Stati Uniti: bs 10, a 6, mv 6, e 8 ric 68% (33%). Note: sul 4-6 del primo set il gioco è stato interrotto per 15 minuti per mancanza di corrente. Catania. Agli azzurri non bastata la grinta e la bravura di Cernic per avere ragione degli Stati Uniti. Con la terza sconfitta consecutiva si assottigliano decisamente le speranze di Final Six. Soltanto una “doppietta” in Olanda nel prossimo week end potrebbe rilanciare le ambizioni del sestetto italiano. Gli Stati Uniti hanno vinto con merito perché sono stati decisamente superiori in difesa, più pungenti al servizio e regolari in attacco. L’Italia ha giocato bene a muro, benino in ricezione, ma ha alternato cose belle ad errori evitabili in fase offensiva. Gli azzurri hanno ceduto il primo set, vinto con merito il secondo poi hanno dato via libera agli Usa nonostante abbiano cercato con la grinta e la disponibilità di arginarli. Ancora una sconfitta che non ha reso merito allo splendido pubblico di Catania, numeroso come da tanto tempo non si vedeva ed anche affettuoso a fine match, nonostante la sconfitta.
World League: PalaCatania esaurito per gara 2 tra Italia e Stati Uniti20/06/2009

World League: PalaCatania esaurito per gara 2 tra Italia e Stati Uniti

Attraverso un viaggio alquanto ritardato causa maltempo sia in partenza a Firenze che all’arrivo in Sicilia, Italia e Stati Uniti hanno raggiunto Catania dove domani sera alle 18 giocheranno la seconda gara valida per la World League. Gli azzurri, reduci da due battute d’arresto consecutive si presenteranno in campo motivatissimi e cercheranno di riprendere a incamerare punti. Gara1 ha visto in campo un’Italia ancora alla ricerca della migliore condizione. Il ct tricolore ha dovuto far ricorso alla panchina per trovare le giuste misure ad un’avversario potente ed ordinato. Non sono mancate le note liete in casa azzurra, il rendimento di Savani e Gavotto in questo avvio di World League è stato sempre un livello medio alto e questo lascia ben sperare per il futuro. Domani il PalaCatania sarà tutto esaurito, gli ultimi biglietti sono stati venduti venerdì. FORMAZIONI – Italia: 2 Parodi, 3 Gavotto, 4 Manià (L), 7 Lasko, 9 Martino, 10 Sintini, 11 Savani, 12 Bari (L), 13 Fortunato, 15 Birarelli, 16 Piscopo, 17 Sala, 18 Cernic, 19 Travica. All. Andrea Anastasi. Stati Uniti: 1 Anderson, 2 Rooney, 3 Patak, 4 Lee, 5 Lambourne (L), 7 Suxho, 8 Hein, 10 Smith, 11 Billings, 14 Hansen, 15 Holmes, 16 Jablonsky, 18 Touzinsky, 19 Reft (L). All. Alan Knipe. Arbitri: Tano (Giappone) e De Souza (Brasile). CALENDARIO - Pool A: Italia-Usa 1-3; Olanda-Cina 3-0. Classifica: Olanda 7, Usa 5, Italia e Cina 3. Pool B: Francia-Argentina 2-3; Korea-Serbia 1-3. Classifica: Serbia 6, Argentina 5, Francia 4, Korea 3. Pool C: Cuba-Russia 3-2; Bulgaria-Giappone 3-1. Classifica: Cuba 8, Russia 7, Bulgaria 3 Giappone 0. Pool D: Brasile-Finlandia 3-2, 3-0; Venezuela-Polonia 2-3. Classifica: Brasile 11, Finlandia e Venezuela 4, Polonia 2. TELEVISIONE – Oggi alle ore 18 diretta di Italia-Usa da Catania su RaiSportPiù.
Piemonte Woman Cup: l'Italia chiude al quarto posto, vince la Polonia20/06/2009

Piemonte Woman Cup: l'Italia chiude al quarto posto, vince la Polonia

Ancora un'Italia sotto tono nell’ultima partita di Piemonte Woman Cup. Lo Bianco e compagne si classificano all'ultimo posto del torneo, a causa della netta sconfitta in tre set subita dalla Cina in finale (21; 20; 17). Nonostante il numeroso pubblico che ha gremito il PalaRuffini, le Azzurre non sono riuscite a sbloccarsi né in difesa né in attacco, permettendo alla Cina di imporsi senza alcun problema. Le Azzurre si sono lasciate spesso cogliere di sorpresa dagli attacchi avversari, arrivando al primo time-out sul 3-8 e al secondo sull'11-16. Poi il recupero e il pareggio sul 21. La Cina però si ricompatta e con un parziale di 0-4 chiude il set. Nel secondo parziale l'Italia subisce leggermente meno le avversarie, ma non riesce comunque mai ad andare in vantaggio. La Cina è devastante in attacco con Xue Ming che piazza sempre delle efficaci veloci. E sono di nuovo le ragazze guidate da Cai Bin a portarsi sul 20-24 e a chiudere poi grazie a un mani fuori dell'Italia. Nel terzo set continua a non ingranare, l'Italia sbaglia sempre troppo in ricezione e viene fermata spesso negli attacchi dall'efficace muro avversario. Dal 16-23 è fin troppo facile per le cinesi chiudere sul 17-25. Solo quarto posto, dunque, per le azzurre di Barbolini che dovranno ora rifarsi nei Giochi del Mediterraneo. ITALIA-CINA 0-3 (21-25; 20-25; 17-25) ITALIA: Rinieri 6, Ravetta 2, Guiggi 11, Barazza 6, Lo Bianco 3, Aguero 11, Croce (L), Marcon 6, Piccinini, Gioli, Rondon, Secolo ne. All. Barbolini. CINA: Li Juan 11, Xue Ming 15, Ma Yunwen 7, Wang Yimei 16, Wei Qiuyue 1, Yin Na 4, Zhang Xian (L) 1, Xu Yunli ne, Chu Jinling ne,Hui Ruogi ne, Zhao Yanni, Shen Jingsi ne. All. Cai Bin. LA POLONIA SI AGGIUDICA LA PRIMA EDIZIONE DELLA PIEMONTE WOMAN CUP La Polonia si aggiudica la prima edizione della Piemonte Woman Cup battendo in finale, in quattro set, il Giappone per 3-1 (25-19; 12-25; 25-23; 25-18). Fino a metà del primo set le due squadre si inseguono punto su punto, con leggera supremazia del Giappone. Dal 16-15, però, la Polonia prende il volo, grazie agli attacchi vincenti di Kaczor, e accumula un vantaggio che riesce a mantenere fino alla fine del set che si conclude sul 25-19. Il Giappone non depone le armi e cerca il pareggio nel secondo set. Lavorando bene sia in difesa sia in attacco, arriva al secondo time-out sul 10-16 spiazzando le avversarie. Nulla da fare per la Polonia che, pur giocando bene, non riesce più a recuperare. In pochi minuti il Giappone chiude il parziale sul 12-25 e si porta in parità. Terzo set combattutissimo: dopo la metà prende il sopravvento la Polonia che si porta sul 19-16. Il Giappone accorcia le distanze e va sul 21 pari. Anna Baranska segna poi il 24-22, il Giappone tenta di bloccare la Polonia ma ancora la Baranska segna il punto che porta la sua squadra in vantaggio 2-1. Nel quarto set domina la Polonia con un'Anna Baranska praticamente implacabile in attacco e a muro. Sweniwicz e compagne conquistano poi il set sul 25-18 grazie a un attacco out del Giappone. Gradino più alto del podio, dunque, per la Polonia. Appuntamento all'anno prossimo a Torino per la seconda edizione della Piemonte Woman Cup. POLONIA-GIAPPONE 3-1 (25-19; 12-25; 25-23; 25-18) POLONIA: Gajgal 6, Swieniewicz 8, Baranska 22, Sadurek 3, Pykosz 8, Kaczor 24, Zenik (L), Belcik, Wozniakowska, Sawicka, Jagielo 2, Skowronska ne. All. Matlak. GIAPPONE: Kurihara 12, Takeshita 1, Shoji 8, Araki 8, Kimura 19, Kano 16, Hamaguchi (L), Kawai, Inoue, Sano, Mori ne, Ishida ne. All. Manabe.
World League: Italia superata 3 a 1 dagli Stati Uniti19/06/2009

World League: Italia superata 3 a 1 dagli Stati Uniti

ITALIA-STATI UNITI 1-3 (21-25, 28-30, 25-21, 21-25) ITALIA: Martino 6, Birarelli 5, Gavotto 18, Savani 19, Sala 2, Sintini 2. Libero: Bari. Fortunato 5, Parodi 7, Travica 3. Non entrati: Lasko, Cernic Manià, Piscopo. All. Andrea Anastasi. STATI UNITI: Suxho 3, Anderson 9, Hein 10, Patak 17, Rooney 19, Lee 12. Libero: Lambourne. Smith, Jablonsky 5, Hansen, Touzinsky 1. Non entrati: Billings, Holmes, Reft. All. Alan Knipe. ARBITRI: De Souza (Bra) e Tano (Jpn). Spettatori: 5200. Durata set: 27, 33, 24, 26. Italia: bs 17, a 1, mv 7, e 8. Stati Uniti: bs 17, a 5, mv 10, e 11. Firenze. L’Italia è uscita sconfitta per 1-3 dalla prima sfida con gli Stati Uniti, nell’ambito della World League. Risultato maturato al termine di un match dall’andamento alterno. Nonostante l’incitamento degli oltre 5000 tifosi accorsi al PalaMandela, la squadra tricolore non è riuscita a portare a casa il risultato sperato. Gli Usa hanno confermato di essere una squadra forte e quadrata, ed anche più collaudata, Rooney e Patak sono due attaccanti potenti ed affidabili, Lee un centrale esperto e diu qualità. L’Italia ha gettato in campo tutto quello che aveva, spinta da Savani e Gavotto ha cercato di imporsi, ha perso il primo set, ha saputo soffrire nel secondo ma non ha sfruttato tre set point. Si è riscattata nel terzo, prima di arrendersi nel quarto. Momento importante del match il secondo set, combattuto ed a tratti spettacolare. Anastasi non completamente soddisfatto del rendimento della sua squadra ha portato ben tre correzioni, prima ha inserito Fortunato per Sala, poi ha cambiato il regista, con Travica che ha rilevato Sintini, infine ha tolto Martino e messo Parodi. Correzioni che hanno dato maggiore compattezza alla formazione italiana, che ha dato la sensazione di poter ribaltare il risultato, ma non c’è riuscita. La seconda battuta d’arresto rallenta ulteriormente la rincorso alla qualificazione per la fase finale, anche se il torneo è ancora molto lungo e già domenica a Catania (ore 18) c’è l’occasione per il riscatto. ANDREA ANASTASI: “E’ stata una partita difficile e lo sapevamo, so che la squadra sarebbe stata in grado di rimontare dal 2-0 di svantaggio. Mi dispiace per i ragazzi, una vittoria avrebbe dato loro un po’ più di morale. Il match è stato complesso, e noi siamo mancati sotto il profilo dell’atteggiamento, dovremo cercare in futuro di gestire meglio la gara dal punto di vista dell’emotività”. ALAN KNIPE: “Abbiamo giocato un match di grande intensità, i ragazzi hanno fatto vedere buonissime cose. Stasera la nostra ricezione è stata eccellente, sono molto contento della nostra prova. L’Italia ha ottimi giocatori, mi sono piaciuti Gavotto e Savani, potevamo andare tranquillamente al quinto set”. CALENDARIO - Pool A: Italia-Usa, 1-3 21/6 (18.00 diretta su RaiSportPiù); Olanda-Cina 20/6, 21/6. Classifica: Usa 5, Olanda 4, Italia e Cina 3. Pool B: Francia-Argentina 19/6, 21/6; Korea-Serbia 20/6, 21/6. Classifica: Francia, Serbia, Korea e Argentina 3. Pool C: Cuba-Russia 19/6, 20/6; Bulgaria-Giappone 20/6, 21/6. Classifica: Cuba e Russia 6, Bulgaria e Giappone 0. Pool D: Brasile-Finlandia 3-2, 20/6; Venezuela-Polonia 19/6, 21/6. Classifica: Brasile 8, Finlandia 4, Venezuela 3, Polonia 0. TV – Domani alle ore 15.25 su Raitre nel corso di Sabato Sport sarà trasmessa una sintesi del match di Firenze. La gara di domenica a Catania andrà in diretta su RaiSportPiù dalle.
Piemonte Woman Cup: azzurre sconfitte, la finale è Giappone-Polonia19/06/2009

Piemonte Woman Cup: azzurre sconfitte, la finale è Giappone-Polonia

ITALIA - POLONIA 1-3 (11-25, 23-25, 25-15, 25-27) ITALIA: Lo Bianco 2, Secolo 12, Gioli 11, Aguero 14, Rinieri 21 Guiggi 8. Libero: Croce; Piccinini 2, Marcon 1, N.e.: Barazza, Ravetta, Rondon,. All. Barbolini. POLONIA: Gajgal 9, Sadurek 2, Jagielo 12, Pykosz 14, Kaczor 13, Baranska 17. Libero: Zenik, Belcik 1,. Swieniewicz 5, Sawicka. Non entrate: Wozniakowska ne,Skowronska E. All. Matlak.Durata set: 20, 27, 20, 28. Italia: Muri 10, ace 4, battute sbagliate 6 errori 19. Polonia: Muri 13, ace 10, battute sbagliate 5 errori 15. Torino. A sorpresa sarà Giappone-Polonia la finale della prima edizione della Piemonte Woman Cup. In semifinale le polacche hanno superato per 3-1 l’Italia, mentre le nipponiche hanno regolato per 3-2 la Cina nel derby asiatico. “E’ stato un match iniziato male, per un set e mezzo non siamo riusciti ad esprimerci, poi le cose sono migliorate e siamo arrivati ad un passo dal tie-break. Fatichiamo troppo in ricezione e l’ultima palla della gara ne è la dimostrazione più chiara.” Le parole del ct azzurro Barbolini raccontano bene l’andamento di una partita che l’Italia non ha interpretato come voleva. Le azzurre sono scese in campo con la formazione migliore, Lo Bianco e Aguero in diagonale, Gioli e Guiggi centrali, Rinieri e Secolo di banda, Croce libero. La Polonia ha iniziato forte e l’Italia ha ritardato a reagire e quando lo ha fatto si è trovata davanti una squadra abbastanza forte da portare a casa il risultato. Siamo in una fase di preparazione e certi alti e bassi sono normali. Nella finale per il terzo posto contro la Cina l’occasione di riscatto. Semifinali: Giappone-Cina 3-2 (25-21; 17-25; 25-18; 18-25; 15-11); Italia-Polonia 1-3. Ore 18 finale 3 posto Italia-Cina; ore 20 Finale 1 posto Giappone-Polonia.
Piemonte Woman Cup: Azzurre sconfitte dalla Cina, domani in semifinale contro la Polonia18/06/2009

Piemonte Woman Cup: Azzurre sconfitte dalla Cina, domani in semifinale contro la Polonia

ITALIA-CINA 0-3 (23-25, 23-25, 23-25) Italia: Gioli 13, Rondon 4, Secolo 11, Barazza 9, Aguero 17, Marcon 1. Libero: Piccinini. Croce, Ravetta4. Non entrate: Rinieri Guiggi e Lo Bianco. Cina: Wei 1, Xu 11, Yin 7, Wang 9, Xue 19, Hui 10. Libero: Zhang. Li 2, Ma. Non entrate: Chu, Zhao, Shen. All. Cai Bin. ARBITRI: Braico e Genna. Durata set: 25, 26, 27. Italia: Muri 5, ace 4, battute sbagliate 6, errori 1o. Cina: Muri 12, ace 1, battute sbagliate 3, errori 10. Torino. Le azzurre chiudono la fase di qualificazione della Piemonte Woman Cup con una sconfitta contro la Cina e domani affrontano la Polonia nella semifinale. Barbolini ha ancora una volta rivoluzionato la squadra, facendo riposare Lo Bianco ed affidando la regia a Rondon in diagonale con Aguero, Marcon e Secolo di banda, Gioli e Barazza centrali, con Piccinini libero. La schiacciatrice toscana è stata mandata in campo nell’insolita posizione per collaudare la sua condizione attuale dopo le noie fisiche che l’avevano costretta al riposo alla fine del campionato. La Cina parte forte arriva a condurre 18-12, prima di subire una perentoria rimonta azzurra che si corona sul 21-21, poi le asiatiche s’impongono 25-23. Nel secondo set dentro la Ravetta per Marcon. Il gioco si mantiene sul filo dell’equilibrio e le azzurre danno l’impressione di poter allungare, ma la Cina rimonta e chiude ancora 25-23. Anche il terzo set si chiude con il minimo vantaggio delle asiatiche, nonostante la crescita di rendimento di Tai Aguero, che chiude il match con ben 17 punti all’attivo Le note positive in questa giornata storta arrivano da Simona Gioli, al rientro sicuramente la migliore tra le azzurre. Italia e Cina hanno chiuso alla pari con due vittorie, ma il primato nella prima fase va alle asiatiche per quoziente set. Risultati: Polonia – Giappone 3-0 (27-25 25-17 25-18); Cina-Italia 3-0. Classifica: Cina e Italia 4, Polonia e Giappone 2. Domani semifinali: ore 18 Cina-Giappone, ore 20 Italia-Polonia.
Venerdì Italia-Stati Uniti di World League18/06/2009

Venerdì Italia-Stati Uniti di World League

C’è grande attesa per il match di domani tra gli azzurri e gli Stati Uniti, oro olimpico a Pechino e vincitori dell’ultima edizione della World League. Quasi 4000 i tagliandi staccati in prevendita, cifra che conferma il grande affetto che da sempre accompagna la nazionale di pallavolo nelle sue uscite fiorentine. L’Italia ha raggiunto la toscana nella tarda mattinata e nel pomeriggio ha preso confidenza con il terreno di gioco del PalaMandela. La doppia sfida con gli americani è di grande importanza nella corsa alla qualificazione per la Final Six della manifestazione. Sulla carta Lee e compagni sono i grandi favoriti per vincere il raggruppamento, ma i risultati del primo week end hanno lasciato intendere che l’equilibrio è grande e che ogni gara va affrontata con la massima concentrazione. Infatti le prime quattro gare del girone hanno visto uscire dal campo vincitori sempre diversi, in classifica guida l’Olanda avversaria degli azzurri la settimana prossima, perché dopo il successo all’esordio con gli Usa, è riuscita a costringerli al quinto set in gara2. Come è noto da quest’anno vengono il sistema di assegnazione dei punti in classifica è come quello dei nostri campionati: tre punti per la vittoria 3-0 o 3-1, due punti per il successo 3-2, un punto per la sconfitta 2-3. Come in casa Italia, anche tra i campioni di Pechino le novità sono tante: “Si tratta di un gruppo giovane, ma non giovanissimo. – ci ha spiegato Anastasi – è la classica squadra statunitense, che sa giocare a pallavolo, ben impostata tecnicamente e tatticamente.” Tra gli Usa spiccano i nomi del centrale Lee, protagonista del campionato italiano, dell’esperto regista Suxho (il titolare è però Hansen) ed il libero Lambourne. Nuovo anche il ct, Alan Knipe, che dopo le Olimpiadi ha preso il posto di McCutcheon, passato a guidare il team femminile. Dopo il chiaro-scuro del primo week end, ci si aspetta di vedere un’Italia agguerrita. Gli allenamenti di inizio settimana hanno fatto vedere che il gruppo sta crescendo sotto tutti i punti di vista anche da quello fisico. Ci FORMAZIONI - ITALIA – 2 Parodi, 3 Gavotto, 4 Manià (L), 7 Lasko, 9 Martino, 10 Sintini, 11 Savani, 12 Bari (L), 13 Fortunato, 15 Birarelli, 16 Piscopo, 17 Sala, 18 Cernic, 19 Travica. All. Andrea Anastasi. STATI UNITI - 1 Anderson, 2 Rooney, 3 Patak, 4 Lee, 5 Lambourne (L), 7 Suxho, 8 Hein, 10 Smith, 11 Billings, 14 Hansen, 15 Holmes, 16 Jablonsky, 18 Touzinsky, 19 Reft (L). All. Alan Knipe. CALENDARIO - Pool A: Italia-Usa 19/6 (19.30 diretta su RaiSportPiù), 21/6 (18.00 diretta su RaiSportPiù); Olanda-Cina 20/6, 21/6. Classifica: Olanda 4, Italia e Cina 3, Usa 2. Pool B: Francia-Argentina 19/6, 21/6; Korea-Serbia 20/6, 21/6. Classifica: Francia, Serbia, Korea e Argentina 3. Pool C: Cuba-Russia 19/6, 20/6; Bulgaria-Giappone 20/6, 21/6. Classifica: Cuba e Russia 6, Bulgaria e Giappone 0. Pool D: Brasile-Finlandia 19/6, 20/6; Venezuela-Polonia 19/6, 21/6. Classifica: Brasile 6, Finlandia e Venezuela 3, Polonia 0.
Piemonte Woman Cup: secondo successo delle azzurre che battono 3 a 1 il Giappone17/06/2009

Piemonte Woman Cup: secondo successo delle azzurre che battono 3 a 1 il Giappone

ITALIA – GIAPPONE 3-1 (25-21, 20-25, 25-20, 25-21) ITALIA: Lo Bianco 1, Rinieri 14, Stufi 10, Ravetta 13, Marcon 13, Guiggi 16. Libero: Croce 1; Piccinini, Di Crescenzo Secolo,. N.e.: Barazza, Aguero. All. Barbolini Giappone: Kano 8, Ishikawa 7, Oyama11, Ishida 14, Inoue 9, Kawai 2, Libero: Sano; Kimura 3, Araki 1, Mori 3, Takheshita. N.e. Kurihara, All. Manabe. Arbitri: Venturi e Balboni. Note: Durata set 23, 23, 24, 26. Italia: Muri 14, ace 3, battute sbagliate 4, errori 20. Polonia: Muri 8, ace 6, battute sbagliate 11, errori 29. Torino. Con lo stesso punteggio con cui aveva regolato la Polonia, l’Italia supera anche il Giappone per 3-1 e guida imbattuta la classifica della Piemonte Woman Cup. Domani alle 20, le ragazze di Barbolini affrontano la Cina, che dopo lo scivolone della giornata inaugurale si è riscattata battendo il sestetto polacco. Il ct azzurro ha cambiato e parecchio la squadra, confermate le sole Lo Bianco in regia, Stufi al centro, Croce come libero. La mancina Ravetta è stata utilizzata come opposto, mentre al centro è rientrata in pianta stabile Guiggi, con Rinieri martello. Proprio il rientro della schiacciatrice ravennate è la notizia del giorno. Il martello è tornata a giocare in azzurro dopo tre anni. La sua è stata una prestazione in chiaroscuro con picchi positivi nel primo e nel quarto set. L’Italia ha trovato qualche difficoltà in ricezione, ma grazie ad un buon muro ed ad una discreta prestazione in attacco ha portato a casa il risultato. Bene Guiggi e Marcon, benino Ravetta e Rinieri. Sempre brava Lo Bianco. Una nota di merito per la giovane Stufi alle prime uscite come titolare. Risultati: Polonia-Cina 1-3 (25-21 22-25 23-25 18-25), Giappone-Italia 1-3. Classifica: Italia 4, Cina e Giappone 2, Polonia 0. Domani: ore 18 Giappone-Polonia, ore 20 Italia-Cina.
Sigla.com - Internet Partner