Archivio Attività internazionale

World Grand Prix: ad Alassio la tappa italiana23/01/2008

World Grand Prix: ad Alassio la tappa italiana

Il Fivb World Grand Prix femminile si giocherà da 20 giugno al 13 agosto. La formula della manifestazione è la solta, nell’arco di tre week end le dodici partecipanti danno vita a nove quadrangolari, che serviranno per stilare la classifica e stabilire i nomi delle finaliste (le prime cinque della graduatoria più il Giappone che ospiterà la Final Six dal 9 al 13 luglio.) L’Italia anche quest’anno ospiterà una delle tappe della prima parte della manifestazione, ad Alassio dal 20 al 22 giugno. In campo oltre a Lo Bianco e compagne anche Cuba, Polonia e Dominicana. Queste le sedi e le partecipanti ai nove tornei preliminari. 1 week end 20-22 giugno 2008 A (Kobe Jpn) – Stati Uniti, Giappone, Turchia e Corea del Sud. B (Ningbo Chn) – Cina, Brasile, Germania e Thailandia. C (Alassio Ita) – Italia, Cuba, Polonia e Dominicana. 2 week end 27-29 giugno 2008 D (da stabilire) – Brasile, Turchia, Germania e Corea del Sud. E (Wroclaw Pol) – Stati Uniti, Polonia, Thailandia e Dominicana. F (Hong Kong Chn) – Cina, Italia, Giappone e Cuba. 3 week end 4-6 luglio 2008 G (Bangkok Tha) – Cuba, Corea del Sud, Germania e Thailandia H (Hsinchuang Tpe) – Italia, Stati Uniti, Polonia, Turchia. I (Macau Mcu) – Cina, Brasile, Giappone e Dominicana. TORNA IL GRANDE VOLLEY FEMMINILE A COURMAYEUR Roma. Torna il grande volley femminile a Courmayeur, dal 10 al 14 giugno si giocherà il Trofeo Val d’Aosta. Sicura la partecipazione di Italia, Brasile e Germania, la quarta squadra presente dovrebbe essere l’Olanda, che peró non ha ancora confermato la sua partecipazione.
La mentalità perduta14/01/2008

La mentalità perduta

Prof. Vincenzo Di PintoE’ terminato il torneo preolimpico in Turchia, vinto dalla Serbia. L’Italia, ridisegnata da Anastasi per problemi fisici nonostante uno spirito diverso, gioca e vince bene con l’Olanda, si smonta alle prime difficoltà con la Polonia; perde con la Spagna, complice un infortunio a Cernic e viene per fortuna rimandata a maggio. Premesso che è difficile la gestione di una squadra in difficoltà, con qualche automatismo ancora da perfezionare; l’Italia è sembrata una squadra senza cambi, ferma sulle gambe e senza iniziativa individuale. Dopo ogni disfatta azzurra, puntualmente da alcuni anni, si cerca di trovare una causa o un colpevole: mancanza di fenomeni, i tecnici lavorano male nei club, più tecnici stranieri, mancanza di giocatori italiani, non si lavora con i giovani, e non ci sono giocatori giovani italiani, troppi stranieri, troppi infortuni, ecc. E le altre nazionali hanno tutti questi requisiti? Hanno campionati con potenzialità inferiori al nostro, hanno pochi giocatori di qualità e spesso da noi non considerati perché inadeguati al nostro campionato e poi ci battono. Se consideriamo il numero e la qualità dei giocatori noi dovremmo essere terzi nel ranking mondiale dopo Russia e Brasile. Qualcosa di vero c’è, ma le analisi devono essere approfondite e non di comodo, e poi parlano tutti, meno che i tecnici, (rappresentano l’insegnamento, la mentalità e il progetto di gioco). Negli ultimi anni, si è parlato di tecnici, solo per la rivalità tra Montali e Velasco. Vi ricordate la nazionale di calcio eliminata dagli europei e dal mondiale con Trapattoni, stessi problemi: pochi giocatori di qualità, Totti e Vieri inamovibili, i Club non davano spazio alla nazionale ecc. Poi è arrivato Lippi ha detto: il movimento italiano è buono; i giocatori ci sono e devono essere umili; nessun giocatore è insostituibile, quelli con maggior qualità devono saper rispettare le regole e giocare per la squadra; il campionato italiano è importante perché prepara i giocatori, chi non gioca nel Club per motivi tecnici o di disciplina non sarà convocato; chi entra nel Club azzurro deve dimenticare i problemi della sua società ed ha formato un gruppo squadra molto ampio; ci organizzeremo con lo spazio che il campionato ci lascia, dando serenità al movimento e prendendosi le responsabilità del progetto avallato dalla federazione. In Italia dopo Anderlini, un tecnico, e dopo il progetto tecnico di Pittera con Skiba allenatore e avallato da Briani, è arrivato alla guida della nazionale Velasco, un tecnico che vinceva scudetti in Italia, grande lavoratore oltre che comunicatore che come Lippi disse: i giocatori in Italia hanno grandi potenzialità, ma devono aver fame di lavoro in palestra e di risultati, con il giusto atteggiamento e senza alibi. Ha creato un vero gruppo squadra, dicendo che la squadra migliore può non essere fatta dai giocatori migliori; che l ‘Italia aveva un campionato importante, fondamentale anche per la nazionale. Era il periodo in cui si diceva oltre a quelle già citate, che i Russi, ed i paesi dell’est vincono perché c’è la dittatura, Cuba perché hanno le fibre bianche e lui disse: noi lavoreremo di più in palestra e con i pesi, le sedute di ore 3 per due volte al giorno. Faceva continue riunioni tecniche a vari livelli per migliorare la tecnica di base e i tecnici. Una vera guida per tutto il movimento. Ha dato centralità alla figura dell’allenatore che doveva essere un esempio di professionalità. Il coach doveva coordinare tutta l’attività giovanile e lui stesso lo faceva con Polidori e Lorenzetti, introducendo il piano altezza e la junior league, importante per la crescita dei giovani (altro argomento) e i tecnici di alto livello. Continua in allegato.
Menghini e Cesare arbitri ai Giochi Olimpici di Pechino 200814/01/2008

Menghini e Cesare arbitri ai Giochi Olimpici di Pechino 2008

La FIVB ha proceduto alle designazioni per i Giochi Olimpici di Pechino 2008 e per la FIPAV sono stati convocati: - Massimo MENGHINI per la Pallavolo; - Stefano CESARE per il Beach Volley. Nel complimentarci con i due nostri fischietti per il grande onore a loro riservato dalla FIVB e di riflesso al ns. Settore Arbitrale ed alla FIPAV, auguriamo loro le migliori soddisfazioni sui campi di gioco di questa grande manifestazione sportiva.
La parte finale del torneo di Smirne11/01/2008

La parte finale del torneo di Smirne

Il tabellino della partita dell'Italia contro la Spagna: ITALIA-SPAGNA 2-3 (21-25 25-13 25-19 19-25 12-15) ITALIA: Bovolenta 6, Cisolla 18, Zlatanov 22, Mastrangelo 17, Coscione 1, Cernic 5. Libero: Manià. Martino 1, Savani 1. Non entrati: Simeonov, Travica, Sala. All. Anastasi. SPAGNA: Moltó 6, Falasca M. 6, Rodriguez I. 21, Garcia Torres 9, Falasca G. 15, Sevillano 11. Libero: Valido. Rodriguez F. 1, Suela 1, Flores, Perez 1, Subiela 1. All. Mendez ARBITRI: Nesher (Isr) e Melnyk (Ukr). Durata set: 26, 20, 24, 25, 16. Italia: bv 5, bs 12, m 12, e 13. Spagna: bv 6, bs 20, m 5, e 11. I RISULTATI E IL CALENDARIO Pool A 7 gennaio: Italia-Olanda 3-0 (29-27 25-18 25-10); Spagna-Polonia 3-2 (19-25 25-22 26-28 25-21 15-10). 8 gennaio: Italia-Polonia 0-3 (20-25 24-26 21-25). 9 gennaio: Italia-Spagna 2-3 (21-25 25-13 25-19 19-25 12-15); Olanda-Polonia. 10 gennaio: ore 17.00 Spagna-Olanda 1-3 (24-26, 25-22, 19-25, 17-25). Classifica: Spagna 4 quoziente punti 0.941), Olanda 4 (0.941), Polonia 2, Italia 2. Pool B 7 gennaio: Turchia-Finlandia 2-3 (34-32 18-25 25-22 22-25 12-15). 8 gennaio: Serbia-Finlandia 3-0 (26-24 25-23 25-18); Germania-Turchia. 9 gennaio: Serbia-Germania 10 gennaio: Finlandia-Germania 3-0 (25-23, 25-15, 25-16); Turchia-Serbia 1-3 (25-22, 21-25, 23-25, 15-25)Classifica: Serbia 4 (6-7), Finlandia 4 (6-5), Germania 4 (6-7), Turchia 0.Semifinali12 gennaio: ore 15.30 e ore 18. Finale 13 gennaio ore 15.00.
Qualificazione Olimpica maschile: azzurri eliminati10/01/2008

Qualificazione Olimpica maschile: azzurri eliminati

Smirne. Vincendo per 25-19 il primo set contro l’Olanda, la Polonia ha sancito l’aritmetica eliminazione degli azzurri. Nel proseguimento del match gli olandesi hanno conquistato la vittoria al tie-break e sono tornati in corsa per le semifinali già conquistate dalla Spagna. RISULTATI E CALENDARIO Pool A 7 gennaio: Italia-Olanda 3-0; Spagna-Polonia 3-2. 8 gennaio: Italia-Polonia 0-3. 9 gennaio: Italia-Spagna 2-3 (21-25 25-13 25-19 19-25 12-15); Olanda-Polonia 3-2 (19-25 25-23 25-19 16-25 15-13). Classifica: Spagna 4, Polonia 2, Italia 2, Olanda 2. 10 gennaio: ore 17.00 Spagna-Olanda. Pool B 7 gennaio: Turchia-Finlandia 2-3. 8 gennaio: Serbia-Finlandia 3-0; Germania-Turchia 3-2. 9 gennaio: Serbia-Germania 2-3 (22-25 26-24 25-22 19-25 11-15). Classifica: Germania 4, Serbia 2, Finlandia 2, Turchia 0. 10 gennaio: ore 14.30 Finlandia-Germania; ore 19.30 Turchia-Serbia Semifinali 12 gennaio: ore 15.30 e ore 18. Finale 13 gennaio ore 15.00. FORMULA – Le otto squadre partecipanti sono state suddivise in due pool. Le prime due di ogni raggruppamento si affronteranno in semifinale. Le vincenti di queste due gare si contenderanno nella finale la qualificazione per il torneo olimpico maschile di Pechino 2008.
Italia, sogno olimpico svanito?09/01/2008

Italia, sogno olimpico svanito?

Ad Izmir in Turchia gli azzurri di Andrea Anastasi sono stati sconfitti per 2-3 (21-25 25-13 25-19 19-25 12-15) dalla Spagna nella terza giornata del torneo di qualificazione olimpica. Svanisce dunque per il momento il sogno olimpico della nazionale maschile, che adesso deve sperare che a staccare il biglietto per Pechino deve sperare che in Turchia sia una tra Spagna, Polonia o Serbia, le tre nazionali che precedono l'Italia nel ranking Fivb.
Italia battuta dalla Polonia08/01/2008

Italia battuta dalla Polonia

Doccia fredda sull’entusiasmo degli azzurri. I ragazzi di Andrea Anastasi, dopo l’ottima prova con l’Olanda sono incappati in una sconfitta per 0-3 con la Polonia ed ora sono costretti a battere domani (ore 14.30) la Spagna, per 3-0 o 3-1 per guadagnare l’accesso alle semifinali e continuare ad inseguire la qualificazione per il torneo dei Giochi Olimpici di Pechino. Oggi all’Italia non è riuscito niente bene, con grande onestà lo hanno ammesso sia il ct Anastasi, sia i giocatori all’uscita dal campo, ma tutti sono stati concordi nel guardare unicamente avanti e concentrarsi sulla sfida con gli iberici campioni d’Europa. L’Italia ha ha giocato un primo set poco concreto, con troppi problemi in attacco e poca concretezza a muro ed in difesa. Perduto il parziale gli azzurri sono rientrati in campo ancora convinti di poter raddrizzare la gara e pur senza mostrare nulla di eccezionale si sono avvantaggiati sino al 17-13. Nel momento decisivo è mancato lo sprint vincente. Anastasi ha cercato di supportarli inserendo Simeonov al posto di un irregolare Cisolla (cambio che poi ha replicato nel terzo set). Non è bastato. Dopo la rimonta polacca si è arrivati ad un finale punto a punto. L’Italia ha sbagliato per due volte il servizio regalando i set-point ai ragazzi di Lozano, che poi si sono imposti 26-24. Nel terzo set l’equilibrio è durato sino al 7-7, poi la Polonia ha allungato inesorabilmente, il colpo di grazia è arrivato sul con il 18-13 ottenuto da Murek con una servizio vincente baciato dalla sorte e dal nastro. Anastasi scontento ha dato un calcio alla sua sedia e il punto di penalizzazione ha regalato un ulteriore vantaggio ai vice campioni del mondo. Domani c’è la sfida con la Spagna, che come l’Italia ha una vittoria all’attivo, ma è ancora imbattuta. Per essere certi di non subire negativamente la maligna ”legge” del quoziente set occorre vincere lasciando al massimo un parziale agli iberici. Impresa non facile, ma possibile. Il tabellino della partita:ITALIA-POLONIA 0-3 (20-25 24-26 21-25) ITALIA: Cisolla 6, Zlatanov 12, Mastrangelo 4, Coscione 2, Cernic 11, Bovolenta 8. Libero: Manià. Simeonov 3, Savani. Non entrati: Martino, Travica, Sala. All. Anastasi. POLONIA: Murek 8, Mozdzonek 7, Gruszka 14, Swiderski 8, Plinski 9, Zagumny. Libero: Ignaczak. Wika, Gierczynski 3, Kurek 1, Zygadlo. Non entrati: Grzyb. Allenatore: Lozano. ARBITRI: Cotoanta (Rom) e Nesher (Isr). Durata set: 25, 28, 25. Italia: bv 2, bs 11, m 7, e 14. Polonia: bv 1, bs 8, m 10, e 11. Note - Sul 18-13 del terzo set il ct azzurro Andrea Anastasi è statao punito con un cartellino giallo (e punto di penalizzazione) per comportamento antiregolamentare. I COMMENTI DEGLI AZZURRI Andrea Anastasi (ct Italia): “Oggi abbiamo giocato male tecnicamente. Ho capito quali sono stati i nostri difetti e spero di riuscire a correggerli. Inutile pensare troppo alla sconfitta, meglio concentrarsi sul match di domani con la Spagna che è diventato decisivo. Sulla mia strada c’è la squadra con cui ho vinto il Campionato Europeo a Mosca, ma il vero problema non sono le mie sensazioni, ma che loro sono una squadra forte che sta ancora giocando molto bene e qui ha vinto una gara molto difficile con la Polonia.” Loris Manià (libero Italia): “Abbiamo perso il primo set e poi buttato via il secondo in cui eravamo in vantaggio di quattro punti. A volte capitano queste partite in cui non ti riesce niente, meglio guardare avanti e concentrarsi sul match di domani.” Alberto Cisolla (martello Italia): “Purtroppo abbiamo giocato una brutta gara, non siamo stati capaci di reagire alle difficoltà che ci si sono preesentate davanti. C’è poco da ragionare, domani ci giochiamo tutto contro i Campioni d’Europa” I RISULTATI E IL CALENDARIO Pool A 7 gennaio: Italia-Olanda 3-0 (29-27 25-18 25-10); Spagna-Polonia 3-2 (19-25 25-22 26-28 25-21 15-10). 8 gennaio: Italia-Polonia 0-3 (20-25 24-26 21-25). Classifica: Polonia 2, Spagna 2, Italia 2, Olanda 0. 9 gennaio: ore 14.30 Italia-Spagna; ore 19.30 Olanda-Polonia. 10 gennaio: ore 17.00 Spagna-Olanda. Pool B 7 gennaio: Turchia-Finlandia 2-3 (34-32 18-25 25-22 22-25 12-15). 8 gennaio: Serbia-Finlandia 3-0 (26-24 25-23 25-18); Germania-Turchia. Classifica: Serbia 2, Finlandia 2, Germania e Turchia 0.. 9 gennaio: ore 17.00 Serbia-Germania 10 gennaio: ore 14.30 Finlandia-Germania; ore 19.30 Turchia-Serbia Semifinali 12 gennaio: ore 15.30 e ore 18. Finale 13 gennaio ore 15.00. FORMULA – Le otto squadre partecipanti sono state suddivise in due pool. Le prime due di ogni raggruppamento si affronteranno in semifinale. Le vincenti di queste due gare si contenderanno nella finale la qualificazione per il torneo olimpico maschile di Pechino 2008. DOMANI ITALIA-SPAGNA SU RAIDUE Il match di domani tra Italia e Spagna sarà trasmesso in diretta su Raidue con inizio alle ore 14.30. Tutte le gare della qualificazione olimpica di Smirne sono trasmesse in diretta sui canali satellitari Eurosport ed Eurosport 2.
Le azzurre per l'All Star Game di Torino08/01/2008

Le azzurre per l'All Star Game di Torino

Si raduna giovedì 10 gennaio a Torino presso l’Hotel Holiday inn, la nazionale azzurra femminile che venerdì 11 giocherà l’All Star Game 2008. Su indicazione del tecnico federale Massimo Barbolini sono state convocate 14 atlete: Fiorin, Barazza, Croce, Lo Bianco e Piccinini della Foppapedretti Bergamo; Aguero dell’Ankara (Tur); Ortolani della Yamamay Busto Arsizio; Ferretti e Guiggi della Scavolini Pesaro; Secolo della Big Mat Chieri; Del Core e Gioli della Despar Sirio Perugia; Cardullo ed Anzanello dell’Asystel Novara.La sfida sarà trasmessa in diretta alle 20.00 su Sky Sport 3.
Forza ragazzi!07/01/2008

Forza ragazzi!

di Vincenzo Di PintoOggi è iniziata l’avventura della nostra nazionale con il netto successo dell'Italia sull'Olanda. Sappiamo quanto sia importante per il nostro movimento questo appuntamento, sappiamo anche che non è un compito facile per il valore dei nostri avversari e che il presentarsi al torneo con delle variazioni importanti cambiando la diagonale palleggiatore-opposto comporta serie difficoltà. Nonostante tutto c’è fiducia, e non penso sia solamente dovuto all’importanza che ha per tutti noi Pechino, ma per due motivi tutti noi siamo tranquilli: il primo è tutto merito di Andrea Anastasi. In poco tempo ha dato speranza a tutti i giocatori, ha provato, ha scelto e formato con coraggio un nuovo gruppo, puntando sull'umiltà, sull’entusiasmo, sullo spirito di gruppo, ha tolto gli alibi ed ha affrontato le difficoltà con la forza del gruppo, ha sminuito le assenze pur importanti trasmettendo serenità a tutto l’ambiente, infine ha preso spunto dal campionato con intelligenza e logica. Il secondo motivo è dovuto alla forma dei giocatori: Manuel Coscione sta giocando molto bene nella M.Roma, oltre ad aver fatto bene a Catania contro l’Olanda. Hristo Zlatanov attraversa un momento di forma straordinaria. Alberto Cisolla ha giocato in passato da opposto e ora Treviso lo ripropone. Vigor Bovolenta è una sicurezza. I nostri ragazzi insomma ci trasmettono fiducia, e allora forza ragazzi...
Esordio vincente per l'Italia a Smirne07/01/2008

Esordio vincente per l'Italia a Smirne

L’Italia parte bene. All’esordio nel Torneo Continentale di Qualificazione Olimpica, supera nettamente la temuta Olanda con una prova in crescendo e con pochissime sbavature. Sul piano tecnico gli azzurri hanno costruito la vittoria su una eccellente prestazione a muro, sbagliando pochssimo in attacco, difendendo ad alto livello. Individualmente da sottolineare la prestazione magistrale in attacco di Hristo Zlatanov (16 su 24) a muro di Gigi Mastrangelo (8 quelli vincenti), in regia di Manuel Coscione che al debutto come titolare ha mostrato una buona sicurezza. Sempre più in evidenza il libero Loris Manià, che ancora una volta, con la sua prestazione ha dato ragione al ct che lo ha lanciato in azzurro a sorpresa. Il netto successo con l’Olanda, che soltanto un mese or sono a Catania aveva costretto Cisolla e compagni al quinto set, permette all’Italia di incamerare i primi due importanti e di rafforzare le sue convinzioni positive in vista dei prossimi impegni egualmente difficili: a partire da quello di domani alle 17 (ora di Roma) contro la Polonia vice-campione del Mondo nel 2006. CRONACA – L’Italia ha iniziato con qualche problema in attacco e si è trovata ad inseguire 6-11. Ma lo sprint iniziale della squadra di Peter Blangè è stato subito frenato dall’organizzazione tricolore. Un ottimo turno al servizio di Vigor Bovolenta accompagnato da un momento eccellente in attacco di Hristo Zlatanov ha riportato il match in equilibrio. Gli azzurri hanno riportato il match in equilibrio sull’11-11, ed hanno guadagnato il primo vantaggio sul 13-12. Poi il set si e mantenuto sul filo dell’alternanza sino al 29-27 siglato a muro da Simeonov, che ha dato ragione alla scelta tattica di Anastasi. Olanda competitiva per la prima metà del secondo set. Kooistra e compagni giocano alla pari con gli azzurri sino al 14-13 poi l’Italia piazza un secco 5-0 si porta 19-14 spinta da Cernic e Zlatanov. Il match passa definitivamente nella mani di Cisolla e dei suoi compagni. La squadra di Anastasi chiude con facilità il secondo parziale 25-18 e nel terzo approfitta dello sbandamento psicologico degli avversari. Il tabellino della partita:ITALIA-OLANDA 3-0 (29-27 25-18 25-10) ITALIA: Cernic 9, Bovolenta 7, Cisolla 13, Zlatanov 19, Mastrangelo 10, Coscione 2. Libero: Manià. Savani, Simeonov 1. Non entrati: Martino, Travica, Sala. All. Anastasi. OLANDA: Freriks, Trommel 8, Kooistra 6, Van Dijk 13, Horstink 6, Bontje 6. Libero: Klok. Van Harskamp, Gortzen 2, Van der Wel 1. Non entrati: Rawerdink, Lorshejd. All. Blangè ARBITRI: Rocha (Por) e Pobornikov (Fin). Durata set: 27, 23, 19. Italia: bv 2, bs 9, m 15, e 4. Olanda: bv 0, bs 13, m 4, e 4. I COMMENTI DELLA SQUADRA ITALIANA Andrea Anastasi (ct Italia): “Abbiamo salito soltanto il primo scalino. Questa sarà una settimana intensa e difficile. La squadra in campo ha avuto un atteggiamento “tosto” quello che serve per vincere le partite. Domani ci attende un’altra gara difficile.” Loris Manià (libero Italia): “Il torneo lo abbiamo iniziato bene. Il primo set è stato equilibrato, poi noi abbiamo preso il sopravvento e tutto è sembrato facile. Non dobbiamo montarci la testa e rimaniamo con i piedi per terra. La strada da percorrere è ancora molta.” Vigor Bovolenta (centrale Italia): “Un vittoria per 3-0 è davvero importante. Era un esordio delicato, ma lo abbiamo preparato benissimo a livello tattico per tutta la settimana. Domani ci aspetta la Polonia un’altra squadra molto temibile.” Hristo Zlatanov (martello Italia): “Abbiamo dovuto risolvere qualche piccolo problema in avvio, poi tutto si è risolto e la gara è filata via liscia. Siamo contenti per la vittoria, ma e soltanto la prima gara. Ho giocato secondo le mie caratteristiche con la grinta di sempre, dando il massimo dal primo all’ultimo pallone.” Luigi Mastrangelo (centrale Italia): “Inizio equilibrato, poi abbiamo imposto il nostro gioco e nel terzo set ci siamo anche divertiti. Ora è meglio pensare alla gara di domani. La Polonia è un avversario che non dobbiamo sottovalutare ed abbiamo poche ore per preparare la gara.” RISULTATI E CALENDARIO Pool A 7 gennaio: Italia-Olanda 3-0 (29-27 25-18 25-10); Spagna-Polonia 3-2 (19-25 25-22 26-28 25-21 15-10). Classifica: Italia 2, Spagna 2, Polonia 0. 8 gennaio: ore 17.00 Italia-Polonia. 9 gennaio: ore 14.30 Italia-Spagna; ore 19.30 Olanda-Polonia. 10 gennaio: ore 17.00 Spagna-Olanda. Pool B 7 gennaio: Turchia-Finlandia 2-3 (34-32 18-25 25-22 22-25 12-15). Classifica: Finlandia 2, Serbia, Germania e Turchia 0.. 8 gennaio: ore 14.30 Serbia-Finlandia; ore 19.30 Germania-Turchia. 9 gennaio: ore 17.00 Serbia-Germania 10 gennaio: ore 14.30 Finlandia-Germania; ore 19.30 Turchia-Serbia Semifinali 12 gennaio: ore 15.30 e ore 18. Finale 13 gennaio ore 15.00. FORMULA – Le otto squadre partecipanti sono state suddivise in due pool. Le prime due di ogni raggruppamento si affronteranno in semifinale. Le vincenti di queste due gare si contenderanno la qualificazione per il torneo olimpico maschile di Pechino 2008. TELEVISIONE – Il match di domani tra Italia e Polonia sarà trasmesso in diretta su Raidue con inizio alle ore 17.00. Tutte le gare della qualificazione olimpica di Smirne sono trasmesse in diretta sui canali satellitari Eurosport ed Eurosport 2.
Trofeo Mimmo Fusco: azzurre vincenti06/01/2008

Trofeo Mimmo Fusco: azzurre vincenti

ITALIA-ALGERIA 3-1 (25-16, 25-10, 24-26, 25-19) ITALIA: Rondon 6, Angeloni 6, Arrighetti 7, Centoni 5, Bosetti, 5, Crisanti 8; Carocci (lib.), Di Crescenzo 3, Decordi 7, Garzaro 5, Vitez 6, Cicolari 5, Stufi 6. All. Barbolini ALGERIA: Oulmou 9, Oukazi 6, Tsabet 14, Benhamouda 6, Abderrahim 12, R.Redouani 6; Mansouli (lib.), Hammouche, A.Redouani 1, Boukhima, Aissou. N.e.: Djouad, Azem, Madani. All.: Mouloud Durata set: 20, 18, 25, 22. Totale 85 Italia: battute sbagliate 5, vincenti 6, muri 9, errori 10. Algeria: b.s. 8, v. 4, m. 6, e. 16. ROMA - Le Azzurre di Massimo Barbolini chiudono con una vittoria il Trofeo "Mimmo Fusco" disputatosi nella capitale. Il tecnico azzurro ha schierato due formazioni diverse nel corso della gara. Ad iniziato con Rondon in regia e Centoni opposta, Arrighetti e Crisanti al centro, Bosetti e Angeloni di banda con il libero Carocci. Questo sestetto ha chiuso i primi due set in maniera netta con gli eloquenti parziali di 25-16 e 25-10. Nel terzo set in campo Di Crescenzo in regia con Vitez opposta, Garzaro e Stufi al centro, Cicolari e Decordi di banda con il libero Carocci. Perso il terzo set ai vantaggi (24-26), il nuovo schieramento ha reaggito bene e chiuso la gara con un 25-19.
Italvolley pronta per il Torneo di Izmir06/01/2008

Italvolley pronta per il Torneo di Izmir

Prende il via domani il Torneo Europeo Maschile di Qualificazione Olimpica. Gli azzurri debutteranno alle ore 14.30 (15.30 locali) contro l’Olanda. Il match sarà trasmesso in diretta su Raitre. L’Italia dopo l’Olanda affronterà martedì la Polonia e mercoledì la Spagna. Entrando nelle prime due del raggruppamento proseguirà il torneo giocando le semifinali. Dopo l’allenamento pomeridiano il tecnico tricolore ha rilasciato alcune dichiarazioni. Inizialemnte Andrea Anastasi ha ribadito le sue convinzioni sull’Olanda: “Lo avevo già detto alla vigilia del torneo di Catania ed il campo lo ha poi confermato: l’Olanda è una bella squadra, molto, molto competitiva, completa in tutti i reparti. Molti giocatori giocano all’estero e questo ha consentito di acquisire la giusta esperienza. Insomma è tornata ad essere una squadra di alto livello.” Entrando nell’aspetto tecnico dei primi avversari il ct azzurro ha specificato: L’Olanda è una squadra che batte molto bene ed ha un bel muro alto e difficile da attaccare. Sarà importante essere molto attenti nella gestione delle situazioni complicate che si potranno presentare soprattutto nei loro turni di servizio.” Anastasi, alla vigilia del debutto, ha confermato la formazione che partirà titolare: “In tornei di questa importanza l’esperienza ha un suo peso determinante, per questo ho deciso di puntare sulla diagonale Coscione-Cisolla, su Mastrangelo e Bovolenta come centrali, su Zlatanov e Cernic martelli, con Manià libero. Sono fiducioso, troveremo sulla nostra strada squadre forti, ma sono convinto che possiamo fare molto bene.” IL CALENDARIO DEL TORNEO DI IZMIR (SMIRNE) Pool A 7 gennaio: ore 14.30 Italia-Olanda; ore 19.30 Spagna-Polonia. 8 gennaio: ore 17.00 Italia-Polonia. 9 gennaio: ore 14.30 Italia-Spagna; ore 19.30 Olanda-Polonia. 10 gennaio: ore 17.00 Spagna-Olanda. Pool B 7 gennaio: ore 17.00 Turchia-Finlandia. 8 gennaio: ore 14.30 Serbia-Finlandia; ore 19.30 Germania-Turchia. 9 gennaio: ore 17.00 Serbia-Germania 10 gennaio: ore 14.30 Finlandia-Germania; ore 19.30 Turchia-Serbia Semifinali 12 gennaio: ore 15.30 e ore 18. Finale 13 gennaio ore 15.00. LA FORMULA – Le otto squadre partecipanti sono state suddivise in due pool. Le prime due di ogni raggruppamento si affronteranno in semifinale. Le vincenti di queste due gare si contenderanno la qualificazione per il torneo olimpico maschile di Pechino 2008. LA TELEVISIONE – Tutte le gare degli azzurri verranno tramesse in diretta sui canali terrestri della Rai. I canali satellitari Eurosport ed Eurosport 2 trasmetterrano in diretta tutte le gare del torneo di qualificazione (anche quelle dell’Italia). LA RADIO - Radioarai ha previsto una ampia copertura dell’avvenimento con interventi in diretta durante le gare e servizi in tutti i notiziari e i “contenitori” pomeridiani.
Sigla.com - Internet Partner