Archivio Attività internazionale

Gli orari delle gare dell'Italia alla World Cup femminile08/10/2007

Gli orari delle gare dell'Italia alla World Cup femminile

Sono stati resi noti gli orari degli incontri delle azzurre nella Coppa del Mondo femminile, che si svolgerà dal 2 al 16 novembre in Giappone. Le ragazze di Barbolini debutteranno a Tokyo il 2 novembre alle ore 16.05 locali contro la Thailandia, poi sempre nella capitale nipponica giocheranno il 3 novembre alle 15.05 contro la Dominicana ed il 4 novembre alle 15.05 contro la Corea del Sud. Il 5 novembre è previsto il trasferimento ad Osaka dove il 6 novembre alle 12.35 si confronteranno con la Serbia, nella rivincita della finale continentale, ed il 7 novembre alle 18 giocheranno con le padrone di casa del Giappone. Il giorno 8 novembre nuovo trasferimento a Sapporo, dove sono in calendario tre incontri: il 9 novembre alle 14.05 con la Polonia; il 10 novembre alle 14.05 con il Kenya e l’11 novembre alle 12.35 con il Perù. Ultimo trasferimento il 12 novembre a Nagoya, dove nei tre giorni finali Lo Bianco e C. giocheranno il 14 novembre alle 16.35 contro il Brasile, il 15 novembre alle 15.05 contro Cuba ed il 16 novembre alle 15.05 contro gli Stati Uniti.
Andrea Gardini entra nella Hall of fame08/10/2007

Andrea Gardini entra nella Hall of fame

Il nome di Andrea Gardini, ex capitano azzurro è stato inserito tra quelli che hanno fatto la storia del volley. Da Morgan, che inventò il gioco, a Velasco, da Kiraly a Matsudaira e Timmons, passando per Regla Torres e Jenny Lang Ping. Il “Gardo è il primo giocatore giocatore italiano che ha l’onore di entrare nella Hall of Fame. La cerimonia in cui verrà celebrato il suo ingresso nel gotha della pallavolo storica mondiale si terrà giovedì prossimo 11 settembre a Holyoke, in Massachusetts sede della Volleyball Hall of Fame. Partendo per gli States, Gardini ha rilasciato una breve dichiarazione: "E' un grande onore essere ricordato come uno dei migliori atleti di sempre del volley mondiale. Ad Holyoke c'è tutta la storia del nostro sport.” Andrea Gardini (nato a Bagnacavallo, l'1 ottobre 1965) è stato uno dei giocatori più vincenti della storia del volley italiano, con la maglia azzurra ha vinto tre titoli Mondiali, giocato quattro Olimpiadi conquistando due medaglie (argento Atlanta 1996 e bronzo Sydney 2000) e salito sui grandi del podio di tutte le più importanti manifestazioni internazionali .
Doppia vittoria delle squadre azzurre veterani ai Campionati Europei08/10/2007

Doppia vittoria delle squadre azzurre veterani ai Campionati Europei

Ha preso il via questa mattina a Loutraki in Grecia, la prima edizione dei Campionati Europei Veterani maschili e femminili, ai quali prendo parte due rappresentative italiane: in campo maschile nella “categoria 40-50” anni; in quello femminile nella “categoria 35-45” Gli azzurri guidati in panchina da Carmelo Pittera hanno superato 2-0 (25-21 25-19) la Lettonia e questa sera (ore 21 locali) tornano in campo per affrontare l’Ungheria. Le ragazze di Giorgio Barbieri, hanno dimostrato convinzione e carattere imponendosi 2-0 (27-25 25-23) all’Ucraina. Marasi e compagne torneranno in campo domani mattina contro la Romania che al debutto ha battuto 2-0 l’Estonia. Ecco la composizione delle due formazioni italiane. Italia Femminile: Bertini, Cataldo, Chiostrini, Cristofoletti, Gini, Gatti, Mangifesta, Marasi, Parenzan, Radogna, Turrini, Viapiano. Allenatore Barbieri, vice Valsesia, fisioterapista Gennari, team manager Visonà. Italia maschile: Babini, Badalato, Bracci, Cantagalli, Cuminetti, Errichiello, Galli, Lucchetta, Masciarelli, Venturi, Vullo, Zorzi. Allenatore Pittera, medico Cristani, fisioterapista Forlani, team manager Marsaglia.
Il 23° Sanremo International Cup parla polacco07/10/2007

Il 23° Sanremo International Cup parla polacco

Le polacche del Fakro Muszyna si sono aggiudicate la 23.a edizione del Sanremo International Cup . Nella finalissima del 15° Memorial Dado Tessitore, torneo internazionale di pallavolo femminile andato in scena nella nuova sede del Mercato dei Fiori di Valle Armea, la formazione del Fakro Muszyna (tra le favorite del prossimo campionato di A1 e iscritte alla Challenge Cup) ha sconfitto un po' a sorpresa le spagnole dell'Icaro Palma di Maiorca (neopromosse nella Superliga) con un secco 3-0 (25-18, 25-21, 25-19 i parziali dell'incontro). Tra le polacche in evidenza le tre nazionali che hanno disputato gli Europei (Zenikm, Belcik, Mirek) e le due neoconvocate da Bonitta per la Coppa del Mondo, Fratzak e Pycia. Le due precedenti vittorie polacche risalivano addirittura al 1988 (Asw Varsavia) e 1990 (Bielsko Biala). La finale per il terzo posto ha visto il successo per 3-0 delle svizzere del Volero Zurigo (trascinate dalla azera Mammadova), sulle croate del Zok Rijeka. Da novembre entrambe le squadre saranno impegnate in Champions League. Sabato sera il Cannes aveva avuto la meglio sul Prostejov (Repubblica Ceca) per la quinta posizione (3-0). Il Trofeo Donna Oro per la miglior giocatrice e' andato a Kamila Fratzak (Muszyna), il Trofeo Latte Alberti per la miglior palleggiatrice a Gisele Florentino (Palma); il Trofeo Assicurazioni Generali per il miglior servizio a Marin Del Moral (Palma); il Trofeo Arredamenti Fogliarini per la miglior difesa a Mariola Zenik (Muszyna); il Trofeo Riviera Recuperi come miglior schiacciatrice a Natalya Mamadova (Zurigo); il Trofeo Casino Sanremo per il miglior muro a Sladjana Eric (Zurigo); infine il Trofeo Leclerc per l'atleta piu' spettacolare ad Aurea Cruz (Palma). Nel Memorial Franca Mazzucchelli, torneo Under 14 femminile (una delle numerose iniziative collaterali della Sanremo Cup) affermazione della Nuova Lega Pallavolo Sanremo davanti ad Albenga, Campomorone e Golfo di Diana.
Il calendario delle prequalificazioni  olimpiche maschili07/10/2007

Il calendario delle prequalificazioni olimpiche maschili

Dal 28 Novembre al 2 Dicembre 2007 la nazionale maschile italiana sarà impegnata a Catania nel torneo europeo che pora alla qualificazione olimpica di gennaio 2008, in programma in Turchia. Nel girone dell'Italia ci sono Croazia, Estonia, Grecia, Olanda e Romania.
Velasco: 'Quando Barbolini era il mio secondo...'04/10/2007

Velasco: 'Quando Barbolini era il mio secondo...'

Julio Velasco, ex ct azzurro sia in campo femminile che maschile, Massimo Barbolini lo conosce bene. Quando aveva vent'anni, l'allenatore che recentemente ha portato le ragazze dell'Italvolley sul tetto d'Europa e' stato suo 'secondo' a Modena. A Datasport lo stesso Velasco ci spiega il perche' Barbolini e' riuscito a far vincere all'Italdonne un oro europeo mai conquistato finora.'L'elemento principale e' la sua capacita' tecnica, specifica della pallavolo. Ci sono elementi psicologici, di gestione molto importanti ma tutto questo a condizione di come si insegna, di come si allena e si affrontano le partite. Di Massimo, gia' quando aveva ventun anni ed era il mio secondo, mi stupiva la sua intelligenza. Conosce molto bene la pallavolo sotto tutti i punti di vista, nei dettagli. Non ha continuato a giocare per un problema alla spalla. Da tanti anni si e' specializzato nel femminile e lo conosce. A Verona, durante il Grand Prix, mi parlava di certe situazioni muro-difesa della pallavolo femminile che ho visto esattamente fare alla sua squadra in campo. Questa straordinaria difesa che l'Italia ha applicato sul campo non e' stato merito soltanto delle ragazze ma era il suo concetto portato alla pratica. Alla capacita' tecnica si aggiungono poi le capacita' gestionali: soprattutto nella pallavolo femminile dove spesso c'e' molto nervosismo intorno alle ragazze, e questo lo si vede soprattutto nei settori giovanili, e' molto importante mantenere la tranquillita' nei momenti decisivi'. Il capitano di questa Nazionale e' Eleonora Lo Bianco, un'altra sua 'creatura', che ha cominciato nel 'Club Italia' da lei fortemente voluto?'Mentre in campo maschile c'era la Junior League per cui i migliori giocatori di quell'eta' andavano nei grossi club a giocare e vivevano in tutto e per tutto anche nella qualita' degli allenamenti la vita della Serie A, in quello femminile questo era piu' difficile. Le ragazze brave erano distribuite su tutto il territorio, non in alcune squadre specifiche, era piu' difficile che andassero via di casa a una certa eta'. Era necessario un lavoro piu' profondo sulla parte tecnica individuale e fisica e allora ho insistito tantissimo per il 'Club Italia', che permettesse alle ragazze di fare il salto di qualita' e di giocare in Serie A. Prima che per il Club Italia ho convocato la Lo Bianco in Nazionale perche' cercavo giocatrici giovani per iniziare un ciclo nuovo. In un'intervista lei stessa ha raccontato che quando l'ho chiamata a casa sua non ci credeva, pensava fosse uno scherzo. Lei poi ha fatto un enorme lavoro tecnico con Frigoni quando io sono andato via che le ha permesso di fare un ulteriore passo avanti. Poi e' arrivato Bonitta, ha vinto il Mondiale e ha proseguito la sua carriera'.
Pallavolo Internazionale femminile: appuntamento a Sanremo04/10/2007

Pallavolo Internazionale femminile: appuntamento a Sanremo

A cinque giorni dalle finali dell’Europeo di pallavolo femminile disputato in Lussemburgo, sette delle protagoniste delle due sfide di domenica (Italia-Serbia per il titolo e Russia-Polonia per il 3° posto) tornano in campo, questa volta a Sanremo e con la maglia del proprio club. Scatta domani, nella Donna Oro Volley Arena del Mercato dei Fiori (Valle Armea), dove è stata montata un’apposita tribuna capace di 500 posti a sedere, la 23a edizione della Sanremo International Cup, 15° Memorial Dado Tessitore, cui partecipano sei tra i più titolati ed agguerriti team del Vecchio Continente. Il torneo entrerà subito nel vivo con la sfida tra il Volero Zurigo (con le serbe d’argento Spasojevic e Krsmanovic, terze un anno fa ai Mondiali in Giappone, allora davanti alle azzurre) e il Fabro Muszynianka Muszyna (Polonia), nelle cui fila giocano le nazionali Zenik, Blecik e Mirek, deluse per essere scese dal podio dopo due trionfi europei di fila. L’altra serba, Maja Simanic, tesserata per il Rijeka, sarà impegnata nel secondo match della giornata inaugurale, opposta alle ceche del Prostejov. Il debutto delle altre due formazioni (Palma di Maiorca e Cannes, capitanate dalle fortissime Swieniewicz e Ravva) avverrà nel pomeriggio. I confronti decisivi della fase eliminatoria sono in programma in serata, dalle 20, con Cannes-Zurigo (antipasto di Champions League) e Palma-Rijeka. In totale sono 18 le giocatrici reduci dall’Europeo in arrivo nella Città dei Fiori. Tra le stelle annunciate anche l’azera Mammadova e la statunitense Ah Mow (Zurigo), la bulgara Yaneva (Cannes), la russa Simic (Rijeka) e la brasiliana Fiorentino (Palma). Cinque formazioni raggiungono Sanremo già in giornata e prima di sera effettueranno l’allenamento di rifinitura per testare la nuova “sala”. Un notevole afflusso di pubblico è atteso per le semifinali di sabato (ore 15 e 17) e per domenica pomeriggio, in occasione delle finali (ore 15 e 17.30). Nel corso della premiazione saranno consegnati anche una serie di premi individuali: dal riconoscimento di mvp del torneo Trofeo Donna Oro a quello di miglior schiacciatrice, miglior libero, miglior palleggiatrice, miglior difesa, miglior muro e miglior servizio. Questi trofei sono offerti da E. Leclerc Conad, Assicurazioni Generali, Arredamenti Fogliarini, Casinò di Sanremo, Riviera Recuperi e Latte Alberti. Assistere al torneo praticamente non costa nulla. Il costo del biglietto varia tra i 5 ed i 10 euro, importo che sarà rimborsato con buoni spesa, di pari valore, utilizzabili presso l’ipermercato E. Leclerc Conad di Arma di Taggia. L’ingresso per gli Under 16 è libero. Continua la prevendita dei biglietti con la promozione di una t-shirt in regalo ogni due biglietti acquistati. Le attività commerciali interessate sono New Alika Diano Marina, Schenardi Sport Imperia, Enoteca Stella Arma di Taggia, Sporting Vip Arma di Taggia e Sanremo, ipermercato E. Leclerc Arma di Taggia, Hobbyfoto Sanremo. Un buon numero di appassionati giungerà a Sanremo anche dalla vicina Francia. Una nutrita partecipazione di tecnici è attesa per sabato mattina, presso la sala conferenze del Mercato dei Fiori, gentilmente concessa dall’Ucflor, per il corso di aggiornamento, che sarà tenuto da Ernesto Rodriguez Gomez (allenatore del Palma con eccellenti trascorsi da giocatore) e dal cinese Yan Fang, coach del Cannes (compagine che da 10 anni domina il campionato francese e che è stata campione d’Europa nel 2002 e nel 2003). Molto interessanti i temi trattati: la tattica delle difesa (e il relativo contrattacco) e quella della ricezione (e relativa costruzione della prima fase offensiva). Ad affiancare i due mister, con compiti anche di interpreti, saranno Maurizia Cacciatori (stasera impegnata come commentatrice di Sky per la Supercoppa femminile italiana), oltre 200 presenze in maglia azzurra, miglior giocatrice dei Mondiali nel 1998 ed ora diesse del Palma, e Karine Salinas, palleggiatrice della nazionale francese ed ex punto di forza del Cannes. Per quanto riguarda il Memorial Franca Mazzucchelli, torneo regionale Under 14 femminile, la cui prima giornata si è consumata il 30 settembre, per la final four di domenica 7 si sono qualificate Albenga, Sanremo, Campomorone e Golfo di Diana. La finalissima è fissata per le 11.15 alla Donna Oro Volley Arena del Mercato dei Fiori. Tra le altre iniziative che rientrano nel programma della manifestazione, anche la Scuola per Arbitri di sabato 6 e le visite guidate (ai giardini di Villa Ormond e al centro storico di Sanremo) previste per sabato e domenica mattina. L’organizzazione, curata dalla Nuova Lega Pallavolo Sanremo, si avvale anche della collaborazione degli allievi del Liceo dello Sport Istituto Colombo di Arma di Taggia. Il programma completo del torneo e i roster delle squadre sono disponibili sul sito www.pallavolosanremo.it In allegato le informazioni sull'organizzazione, la formula del Torneo e il programma.
Sudamericano femminile al Brasile01/10/2007

Sudamericano femminile al Brasile

Il Brasile ha vinto il suo 15mo Sudamericano femminile svoltosi a Santiago del Cile. Ha superato in finale per 3-0 (25-20 25-14 25-15) il Perù in poco più di un'ora di gioco. Terzo posto al Venezuela, 3-0 (25-9 25-19 25-15) all'Uruguay. Brasile e Perù si sono qualificati alla World Cup.
World Cup 2007:Wild cards a Polonia e Repubblica Dominicana01/10/2007

World Cup 2007:Wild cards a Polonia e Repubblica Dominicana

A Lausanna la Fivb ha reso noto il nome delle 12 formazioni che parteciperanno alla World Cup 2007, il primo dei tre tornei che mettono in palio le qualificazioni alle Olimpiadi di Pechino 2008. Le 2 wild cards sono state assegnate alla Polonia e alla Repubblica Dominicana. Queste le formazioni partecipanti:1. Giappone (paese ospitante) 2. Italiay (campione d'Europa)3. Cuba (campione Norceca)4. Brasile (campione Sud America)5. Thailandia (campionato d'Asia la migliore dopo Giappone e Cina)6. Kenya (campione d'Africa) 7. Serbia (vice campione d'Europe)8. Perù (vice campione Sud America)9. Korea (migliore nel campionato d'Asia dopo la Thailandia) 10. U.S.A. (vice campione Norceca) 11. Polonia (wild card) 12. Repubblica Dominicana (wild card)
L'ITALIA E' CAMPIONE D'EUROPA30/09/2007

L'ITALIA E' CAMPIONE D'EUROPA

Le Azzurre di Massimo Barbolini sono le nuove campionesse d'Europa. Hanno battuto in Lussemburgo la Serbia per 3-0 (26-24, 25-18, 25-21). Sul terzo gradino del podio salgono le campionesse del mondo russe, che nella finalina hanno battuto per 3-1 (21-25, 25-22, 25-14, 25-14) la Polonia, che dopo aver vinto due titoli consecutivi si deve accontentare del quarto posto. Il tabellino della partita di finale dell'Europeo vinto dall'Italia senza conoscere sconfitte:ITALIA-SERBIA 3-0 (26-24 25-18 25-21) ITALIA: Lo Bianco 4, Ortolani, Barazza 13, Aguero 19, Del Core 13, Gioli 4, Cardullo (L), Secolo 12, Guiggi. N.e. Fiorin, Croce. Ferretti. All. Barbolini. SERBIA: Nikolic 13, Krsmanovic 3, Brakocevic 11, Spasojevic 13, Citakovic 9, Ognjenovic 2, Cebic (L), Isailovic 5, Majstorovic. N.e. Vesovic, Simanic, Molnar. All. Terzic.ARBITRI: Hobor (Hun) e Gerothodoros (Gre). Spettatori: 4500 Durata set: 24, 23, 23. Totale 1h06 Italia: aces 6, battute sbagliate 2, muri 8, errori 5. Serbia: aces 5, battute sbagliate 8, muri 7, errori 6.I commenti delle azzurre:ELEONORA LO BIANCO: “Grande cuore, grande lavoro, grande squadra. Durante l’estate abbiamo lavorato, tanto per arrivare a questo traguardo e ci siamo riuscite. Una vittoria strameritata.” SIMONA GIOLI: “Non ho più l’età per certe emozioni... Questo 2007 per me è un anno fantatstico, stupendo. Ho vinto qualunque manifestazione ho giocato sia con il club che con la nazionale. Sono felice.” PAOLA CROCE: “E’ una gioia fantastica, non ci capisco più nulla. Non ho giocato nemmeno un pallone in finale, ma sono stanca come se avessi affrontato tre partite. E’ un sogno.” TAI AGUERO: “Dalla gioia e dall’emozione mentgre salivo sul podio mi faceva male il petto e non riuscivo a respirare. Sono felice per una vittoria che ci siamo davvero meritata.” SIMONA ORTOLANI: “In certi momenti non si riesce a ragionare. Sono felice e basta. Siamo noi le campionesse d’Europa.” MANUELA SECOLO: “Una vittoria splendida, due partite indimenticabili. Abbiamo fatto una cosa grande, ma che dico grandissima.” PAOLA CARDULLO: “Sono davvero troppo contenta. Un successo che ci ripaga di tanti mesi di lavoro e di sacrifici. Ringrazio tutti, perchè per arrivare a questi traguardi tutti devono dare il massimo. MASSIMO BARBOLINI (CT): “Questa squadra voleva vincere e c’è riuscita. Sono molto felice e soddisfatto. La Serbia è una grande squadra, nel terzo set ci ha messo alla frusta e se il match si fosse riaperto poi si poteva complicare. Credo che sia una medaglia d’oro che abbiamo conquistato e meritato lavorando tutti insieme.” Le migliori dell'Europeo 2007:MVP: Taismary Aguero (ITA) Best Scorer: Ekaterina Gamova (RUS) Best Spiker: Malgorzata Glinka (POL) Best Blocker: Jenny Barazza (ITA) Best Server: Jovana Brakocevic (SRB) Best Setter: Maja Ognjenovic (SRB) Best Receiver: Liubov Shashkova (RUS) Best Libero: Paola Cardullo (ITA).
Europei femminili: l'Italia batte la Russia 3 a 0 e vola in finale contro la Serbia29/09/2007

Europei femminili: l'Italia batte la Russia 3 a 0 e vola in finale contro la Serbia

ITALIA-RUSSIA 3-0 (25-21, 25-22, 25-13)ITALIA: Barazza 7, Aguero 17, Del Core 15, Gioli 11, Lo Bianco 2, Ortolani 9, Cardullo (L), Guiggi, Secolo 2. N.e. Fiorin, Croce. Ferretti. All. Barbolini. RUSSIA: Sokolova 7, Gamova 10, Merkulova 10, Akulova M. 2, Godina 10, Alimova 6, Kabeshova (L), Fateeva, Kosheleva 2, Safronova. N.e. Akulova S., Sedova. All. Caprara.ARBITRI: Hobor (Hun) e Labasta (Cze).Durata set: 23, 27, 23. Totale. Italia: aces 4, battute sbagliate 5, muri 7, errori 5. Russia: aces 3, battute sbagliate 5, muri 6, errori 7. L'Italia compie l'ennesima grande impresa, disputa una gara straordinaria e dopo 48 ore si impone nuovamente sulla Russia, questa volta con un netto 3 a 0, e stacca il biglietto per la finale, dove domani giocherà per la medaglia d'ora contro la Serbia che nell'altra semifinale ha battuto 3 a 0 la Polonia. Aguero e Del Core sono state straordinarie e inarrestabili in attacco, l'Italia prosegue imbattuta la sua corsa in questo Europeo disputato su livelli eccelsi dalle azzurre guidate da Massimo Barbolini. Le azzurre del volley per la terza volta nella loro storia sono in finale, la prima dell’era Barbolini. In semifinale, magnificamente orchestrate da Eleonora Lo Bianco, hanno letteralmente travolto sotto un pesante 3-0 la Russia campione del mondo appena dieci mesi or sono in Giappone. Una grande vittoria, figlia di una eccezionale prestazione collettiva, ma soprattutto di tanti mesi di lavoro. Piccolo, grande traguardo raggiunto, perchè al di là di come finirà la gara per la medaglia d’oro domani, con l’accesso in finale c’è anche la qualificazione per la World Cup, che assegna tre posti per i Giochi di Pechino ed un bel gruzzolo di punti che assicurano alle azzurre anche l’eventuale possibilità (se in Giappone non si concretizzerà nulla) di giocare le altre due qualificazioni olimpiche: quella contienentale in gennaio e quella intercontinentale a maggio. L’Italia ha giocato quella che molti definirebbero la partita perfetta. Le azzurre sono entrate in campo molto concentrate, convinte delle loro possibilità e guardando le espressioni delle russe hanno capito che lo stato d’animo dall’altra parte della rete era diverso. L’inizio del match ha confermato le loro sensazioni. L’Italia è scattata 6-2 e poi non è arretrata di un metro a continuato a far vedere il suo gioco fatto di difese impossibili, di muri ordinati, di attacchi veloci con le centrali Barazza e Gioli e potenti con le bande. Bravissima la Cardullo, libero eccezionale, che ha rivaleggiato con la Aguero in difesa, ma l’opposto è stata implacabile in fase offensiva così come Antonella Del Core, sempre precisa nei momenti importanti. Una vittoria costruita dal gruppo, ma concretizzata dalle singole, che hanno recitato alla perfezione il ruolo che gli aveva ritagliato il ct tricolore. La Russia ha cercato di reagire nel secondo set, si e portata avanti di due lunghezze, ma non è mai riuscita a piazzare un vero break. L’Italia nella fase centrale è stata bravissima a rispondere palla su palla, poi come le russe hanno ripreso fiato è volata via chiudendo 25-22. Il set finale non ha regalato più emozioni, le ragazze di Barbolini hanno progressivamente guadagnato un largo vantaggio su una squadra che non credeva più ai suoi mezzi. BARBOLINI: “ABBIAMO DOVUTO CONQUISTARE PUNTO SU PUNTO” Pur dando tutto il grande valore all’accesso in finale, il ct azzurro Barbolini nel post gara, fedele al suo personaggio, ha analizzato con grande serenità il match: “Sono felice per l’intensità con cui abbiamo giocato, per come ci siamo comportati a muro ed in difesa. E’ stata una gara in cui abbiamo dovuto conquistare punto su punto. Il secondo set è stato il più difficile, nel terzo siamo stati bravi a non calare d’intensità. Per me la condizioni fisica è molto importante e la nostra è buona.” La finale per la medaglia d'oro tra Italia e Serbia si giocherà domenica alle 18.30 e verrà trasmessa su Raidue. Risultati semifinali: Italia-Russia 3-0 (25-21 25-22 25-13), Serbia-Polonia 3-0 (27-25 25-21 25-21). Programma finali: ore 15.30 3-4 posto Polonia-Russia; ore 18.30 1-2 posto Italia-Serbia.
Sigla.com - Internet Partner