Archivio Attività internazionale

Campionati Europei maschili: Italia sconfitta 3 a 0 dalla Bulgaria09/09/2007

Campionati Europei maschili: Italia sconfitta 3 a 0 dalla Bulgaria

AZZURRI SCONFITTI DALLA BULGARIA. NELLA SECONDA FASE AFFRONTERANNO RUSSIA, BELGIO E POLONIA ITALIA-BULGARIA 0-3 (20-25 18-25 21-25) ITALIA: Mastrangelo 4, Vermiglio 2, Paparoni 4, Tencati 2, Fei 13, Cisolla 12, Farina (L), Cernic 2, Sala. N.e. Savani, Mattera, Perazzolo. All. Montali. BULGARIA: Zhekov 5, Kaziynski 20, Ivanov 3, Milushev 16, Kostantinov 7, Gaydarski 7, Salparov (L), Stoykov, Stanev, Nikolov, Ananiev. N.e. Yordanov. All. Stoev. ARBITRI: Cuk (Srb) e Bakunovich (Blr). Durata set: 23, 22, 26. Totale 1h11. Italia: bv 1, bs 9, m 13, e 8. Bulgaria: bv 5, bs 14, m 8, e 6. Mosca. L’Italia cede alla Bulgaria in soli tre set. Partita in cui paradossalmente gli azzurri hanno mostrato dei progressi sul piano del gioco e del lavoro di squadra, ma che ha preso subito una certa piega, perchè i battitori bulgari in giornata di grande vena sono stati impietosi. Per gli azzurri c’era l’occasione di distanziare una pericolosa avversaria, che ora li ha appaiati in classifica. Per raggiungere l’obiettivo della semifinale, nella seconda fase ci sarà da lottare e parecchio con Russia, Polonia e Belgio, che si uniranno ad Italia, Bulgaria e Finlandia per formare la pool F. Montali ha schierato il solito sestetto, poi ha inserito Cernic per Paparoni e nel terzo set ha fatto il cambio inverso. Spazio anche per Andrea Sala, entrato al centro al posto di Luca Tencati. E’ la Bulgaria ad aggiudicarsi il primo set, un parziale dall’andamento alterno in cui ha avuto un grande peso la potenza del servizio di Kostantinov e compagni. Proprio il capitano bulgaro è stato il principale propiziatore del 25-20. L’Italia si era ritrovata in vantaggio 9-6 prima di subire un break di 5 punti. La Bulgaria ha cercato l’allungo e sembrava esserci riuscita sul 17-13, ma il muro azzurro di Fei e Cisolla aveva propiziato il 19-19, prima che ancora il servizio di Kostantinov facesse la differenza per il 25-20 finale. I potenti servizi della Bulgaria sono protagonisti anche nel secondo set, in cui l’Italia guidata da un ispirato Cisolla ha più volte cercato di allungare, ma sul 12-12 i servizi di Kaziynski (due ace consecutivi più un “mezzopunto”) hanno spianato la strada verso il 2-0. Nel terzo l’Italia sembra alzare bandiera bianca, sul 5-10 il risveglio. Con orgoglio, ma anche con il gioco Cisolla e compagni rialzano la testa lottando rimontano punto su punto ed arrivano al sorpasso, poi non sfruttano l’occasione di un contrattacco e nel servizio successivo Kostantinov, ancora lui sigla un ace, o meglio l’arbitro assegna il punto, ma le immagini tv dimostrano che il pallone era caduto oltre la linea di fondo. La Bulgaria continua ad allungare e conquista l’importante successo. La pool degli azzurri si è conclusa con tre squadre a pari vittorie (due) il quoziente set assegna il primo posto alla Finlandia, il secondo alla Bulgaria e soltanto il terzo all’Italia. Tutte e tre entrano nella pool della seconda fase con una vittoria ed una sconfitta, il calendario si conoscerà soltanto in serata.
I commenti degli azzurri sulla sconfitta con la Bulgaria09/09/2007

I commenti degli azzurri sulla sconfitta con la Bulgaria

Mosca. Ecco i commenti della squadra italiana al termine della gara perduta con la Bulgaria Gian Paolo Montali: “Avevamo iniziato benino, ma poi la Bulgaria ha iniziato ha battere molto forte e questo ci ha impedito di fare il nostro gioco. Il bilancio della prima fase: con due vittorie ed una sconfitta ci dobbiamo ritenere soddisfatti, anche se questo stop, per come è venuto pesa. Questo risultato ci mette in difficoltà per las econda fase, ma il girone che dovremo affrontare è ancora molto aperto.” Luca Tencati: “Sapevamo che loro avrebbero giocato così, forzando molto la battuta, ma non pensavamo che sarebbero riusciti a metterne dentro così tante. Loro hanno fatto un’ottima partita, noi non siamo riusciti a farlo. Questo è il livello delle squadre più forti, se vogliamo andare avanti dobbiamo raggiungerlo anche noi.” Andrea Sala: “Perdere in questa maniera ti lascia una sensazione brutta. La chiave della gara è stato il servizio, loro hanno martellato dall’inizio alla fine, noi non ci siamo riusciti.” Alberto Cisolla: “Non ci sono da dire tante cose, è stata una partita a senso unico, la Bulgaria ha meritato dall’inizio alla fine. Abbiamo cercato di reagire, ma non ci siamo riusciti che in pochi frangenti.
Le azzurre battono la Russia e si qualificano al World Grand Prix 200809/09/2007

Le azzurre battono la Russia e si qualificano al World Grand Prix 2008

ITALIA-RUSSIA 3-1 (25-22, 23-25, 25-18, 25-19) ITALIA: Anzanello 13, Ortolani 16, Del Core 17, Guiggi 18, Ferretti, Fiorin 13; Cardullo (L), Arrighetti, Croce, Cicolari 1. N.e. Secolo, Dall’Igna. All. Bracci. RUSSIA: Sazhina, Fateeva 12, Gamova 22, Merkulova 2, Akulova 2, Kosheleva 6; Shashkova-Sokolova (L), Godina 2, Alimova 15, Safronova, Startseva. All. Caprara. ARBITRI: Hank (SVK), Lekkas (GRE). NOTE - Spettatori: 250. Durata set: 24', 25', 22', 23'; totale 94'. Italia: battute sbagliate 7, vincenti 2, muri 9, errori 18. Russia: b.s. 7, v. 2, m. 13, e. 18. Ankara (Turchia) – Le azzurre battono la Russia e si qualificano al prossimo World Grand Prix. Missione compiuta per la formazione di Marco Bracci che si è imposta per 3-1 (25-22, 23-25, 25-18, 25-19) sulla formazione di Giovanni Caprara. Una partita sempre in mano delle azzurre ad eccezione della seconda metà del secondo set. Ottima la prova corale della squadra con gli acuti di Guiggi, 18 punti con 4 muri) e della Del Core (53% in attacco). La Russia le ha provate tutte per strappare la vittoria e conquistare la qualificazione utilizzando tutto l'organico. Si qualificano quindi la Germania di Giovanni Guidetti, l'Italia e la Turchia di Alessandro Chiappini. CRONACA - Marco Bracci schiera Ferretti in regia e Ortolani opposta, Anzanello e Guiggi al centro, Fiorin e Del Core di banda, Cardullo libero. Russia con Sokolova libero per l'indisposizione della Kabeshova. Due break di Fiorin e Guiggi (muro) portano le azzurre avanti 5-2, 8-5 al primo tempo tecnico. Del Core in contrattacco e muro (11-6), due errori in attacco e Gamova portano il risultato sul 10-11 e Bracci chiama tempo. Doppio muro della Alimova entrata al posto della Gamova portano avanti la Russia 11-12. Guiggi per il muro del 13-12, poi doppio contrattacco Fiorin per il 16-13 ed ancora muro della Fiorin, 18-14 e tempo Caprara, entra Godina. Doppio muro russo 18-17, entra Cicolari nel giro dietro per Fiorin, Gamova sbaglia l'attacco 22-19 e tempo. Alimova mette a terra la fast del 23-22 e Bracci chiama tempo e l'Italia chiude 25-22. Stesso sestetto per l'Italia, Caprara lascia in campo Godina ed Alimova. Guiggi a muro e Del core 3-0 e tempo Russia, 8-5 al tempo trecnico. Del Core e Guiggi (muro) portano il 12-7, e sul fallo in palleggio il 13-7 per il tempo di Caprara. Guiggi in attacco e a muro per il 16-8. Dentro Croce per Ortolani, doppio muro Alimova 19-15 e tempo Italia. Si riprende con due contrattacchi della Gamova 19-17 e tempo azzurre. Serie positiva russa trascinata dalla Gamova che si porta sul 19-20, entra Cicolari per Fiorin, Fateeva fa il 22-24 e la Russia chiude 23-25. Terzo set con equilibrio, 8-7 al time-out. Del Core e Anzanello (muro) portano l'Italia a 10-7 e Caprara ferma il gioco. Ancora Anzanelo (muro) e Del Core 12-7, palla out, 14-8 e nuovo tempo Russia. Doppio muro della Alimova 17-13 e tempo Italia. Sul 21-15 entra Cicolari che fa l'ace del 22-15 e le azzurre chiudono 25-19. Quarto set con le azurre che approfittano degli errori russi e si portano 8-4. Ace Anzanello 10-5, brek Alimova 11-8 e Bracci chiama tempo. Ancora Russia 11-10 entra Croce per Ortolani, ace di Godina 12-12, muro Alimova 12-13. Fiorin riporta avanti l'Italia 14-13, poi Anzanello e ancora Fiorin 16-13. Sul 17-14 tempo Russia. Sul 19-15 dentro Cicolari per il giro dietro su Fiorin, Del Core mette a terra il 21-16 e Caprara chiama tempo. Fateeva mette fuori il 23-17 e Fiorin mette a terra il 25-19 che vale la qualificazione. COMMENTI Marco Bracci: "Siamo venuti qui con atelte che avevano bisogno di giocare. Il compito primario era quello di farle fare esperienza. Alla fine abbiamo chiuso al secondo posto il torneo. Sono felice". Valentina Fiorin: "A volte ci complichiamo la vita come nel secondo set, siamo state brave a reaggire con la giusta cattiveria." In allegato calendari e risultati.
L'Italia supera la Croazia e si qualifica alla sceonda fase dei Campionati Europei maschili08/09/2007

L'Italia supera la Croazia e si qualifica alla sceonda fase dei Campionati Europei maschili

ITALIA-CROAZIA 3-1 (26-24 23-25 25-23 25-18) ITALIA: Cisolla 15, Mastrangelo 13, Vermiglio 2, Paparoni 6, Tencati 12, Fei 24, Farina (L), Perazzolo, Cernic 3. N.e. Savani, Mattera, Sala. All. Montali. CROAZIA: Coskovic 16, Zelic 10, Omrcen 19, Kovacevic 16, Pulijc 8, Krnic, Nojic Z. (L). N.e. Zhukouski, Noijc D., Raic, Cosic, Sikiric. All. Malevic. ARBITRI: Loderus (Ned) e Brostl (Ger). Durata set: 28, 27, 24, 23. Totale 1h42. Italia: bv 2, bs 16, m 14, e 5. Croazia: bv 8, bs 14, m 10, e 10. L’Italia ha già guadagnato il passaggio del turno. Cisolla e compagni dopo aver battuto la Finlandia hanno superato per 3-1 la Croazia al termine di una gara combattutissima per tre set. Alla distanza è emersa la maggiore forza del collettivo tricolore in cui si sono esaltati Alessandro Fei, autore di 24 punti, Luca tencati e Gigi Mastrangelo, che hanno siglato rispettivamente 6 e 5 muri vincenti. Domani alle 15.30 la sfida con la Bulgaria, più che mai importante sulla strada delle semifinali. La sconfitta subita da Kazinskiy e c. contro la sorprendente Finlandia di Mauro Berruto, pone i balcanici in una scomada situazione, contro gli azzurri il loro Europeo prenderà una nuova piega, speriamo negativa. Se l’Italia conquista la terza vittoria si presenterà nella prossima fase con due successi di vantaggio sulle medaglie di bronzo mondiali. Sarebbe molto importante. L’Italia ha portato a casa il primo set faticando parecchio. I ragazzi di Montali si erano complicati la vita in avvio del parziale, quando complice qualche imprecisione si sono trovati in svantaggio 9-4. Poi Cisolla e compagni sono stati bravi a non perdere la calma ed a cercare la rimonta, che si è concretizzata con il primo pareggio sul 20-20, poi nuovo break dei croati, fermati da un time out del tecnico tricolore. Omrcem e compagni sono arrivati al set-point sul 24-23, annullato da una veloce di Mastrangelo, che subito dopo ha messo a segno un muro fondamentale. Il 26-24 è stato siglato da Fei in contrattacco. La situazione si capovolge nel secondo Italia subito avanti sino al 9-5, poi c’è stata la reazione della Croazia che ha segnato un break importante passando a condurre 12-11. Gli azzurri non sono riusciti a reagire subito e si è arrivati sul 24-21 per i croati, due punti di Mastrangelo hanno rilanciato la squadra di Montali, con Perazzolo al servizio l’Italia ha avuto il contrattacco del 24-24, ma un’indecisione fatale ha permesso alla Croazia di agguantare il parziale per 25-23. L’Italia sembra aver preso gusto a soffrire, anche nel terzo si è trovata a dover rimontare da 10-13 (sul 5-7 era entrato Cernic per risolvere qualche problema della ricezione), una volta ritornato in parità il match ha avuto lunghi momenti di equilibrio, sino al 22-22, poi Fei è divenuto protagonista e gli azzurri si sono imposti 25-23 proprio con un suo diagonale. Nel quarto set la maggiore caratura ed esperienza dei ragazzi di Montali ha preso il sopravvento e la Croazia lentamente è scivolata indietro nel punteggio sino al 25-18 finale. COMMENTI AZZURRI Gian Paolo Montali: “Abbiamo giocato una bella partita sia tecnicamente, sia a livello caratteriale. La Croazia ha confermato di essere una buonissima squadra, che non scordiamoci si era trovata in vantaggio 2-0 sulla Bulgaria, per tre set ha battuto benissimo e ci ha messo in difficoltà. Abbiamo bisogno di giocare per far crescere il nostro target.” Alessandro Fei: “Abbiamo iniziato male, forse eravamo troppo tesi, poi per fortuna siamo venuti fuori alla svelta e vincere il primo set è stato importante. La Croazia è una buon squadra.” Matej Cernic: “Abbiamo fatto il nostro dovere e portato a casa una vittoria importante. Siamo entrati in campo per imporci e ci siamo riusciti. Sono contento di essere tornato in campo dopo diverso tempo, anche se non sono ancora al cento per cento della forma.”
L'Italia batte la Bulgaria alle qualificazioni del Grand Prix 200808/09/2007

L'Italia batte la Bulgaria alle qualificazioni del Grand Prix 2008

ITALIA-BULGARIA 3-1 (25-21, 25-16, 14-25, 25-22) ITALIA: Ferretti 2, Secolo 14, Anzanello 14, Ortolani 12, Fiorin 11, Guiggi 12; Cardullo (L), Arrighetti, Dall’Igna, Croce. N.e. Cicolari, Del Core. All. Bracci. BULGARIA: Milichevich 20, Zarkova, Koleva 17, Yaneva 16, S.Filipova 8, Debarlieva 1; M.Filipova (L), Nenova, Vasileva. N.e. Karaulanova, Georgieva, Tsekova. All. Nesic ARBITRI: Van Gompel (NED), Adler (HUN) NOTE - Spettatori: 250. Durata set: 25', 21', 20', 24'; totale 90'. Italia: battute sbagliate 6, vincenti 2, muri 8, errori 15. Bulgaria: b.s. 6, v. 4, m. 10, e. 22. Ankara (Turchia) – Le azzurre guidate da Marco Bracci superano la Bulgaria nellla sesta giornata del torneo di qualificazione al World Grand Prix 2008. L'Italia dopo aver dominato i primi due set regala un parziale alle avversarie chiudendo al quarto set con i parziali di 25-21, 25-16, 14-25 e 25-22. Bene il fondamenteale della difesa e l'efficienza in attacco specialmente dei due centrali Guiggi e Anzanello. Un risultato molto importante per le azzurre per continuare a ricorrere uno dei tre posti disponibili per la qualificazione. Nel pomeriggio la Germania di Giovanni Guidetti ha guadagnato la qualificazione. Domani alle 19.30 italiane, diretta su Eurosport, l'incontro con la Russia (pari punti dell'Italia) che potrebbe valere il pass per il prossimo World Grand Prix. CRONACA - Marco Bracci schiera Ferretti in regia e Ortolani opposta, Anzanello e Guiggi al centro, Fiorin e Secolo di banda, Cardullo libero. Bulgaria avanti 1-4, due muri di Guiggi 4-4, 8-7 al tempo tecnico. Su servizio della Milichevich le azzurre fanno difficolta con il cambiopalla e sull'8-11 Bracci chiama tempo. Secolo mura (10-11), Ortolani contrattacca la parità: 12-12 e Fiorin contrattacca il 16-15. Attacco fuori bulgaro e Nesic chiama tempo sul 17-15. Entra Croce per Ortolani, fallo a muro e contrattacco Secolo per il 20-16 (tempo) e l'Italia chiude sul 25-21. Stessi sestetti ne secondo set, Fiorin e Ferretti portano il 6-4, 8-6 al tempo tecnico. Muro e poi ace di Anzanello 13-10, errore in attacco 14-10 e tempo. Si riprende con Fiorin 15-10, 16-11 al tempo. Muro di Fiorin fallo di seconda linea, 18-11 e tempo Nesic. Palla out Bulgaria 19-11, sul 19-12 Croce nel giro dietro per Ortolani, il set si chiude sul 25-16. Stessi sestetti con Nesic che gira nuovamente la formazione come già aveva fatto nel secondo set (P6 al primo, P5 al secondo e P3 al terzo). La Bulgaria si porta avanti al primo tempo tecnico 4-8. Si riprende con due break bulgari e sul 4-10 Bracci chiama tempo. Ancora Bulgaria 4-11, controttacco Italia 7-12 e tempo Nesic. Sul 7-14 entra Dall'Igna in regia al posto di Ferretti, ma la Bulgaria mette a segno due muri per il 7-16. Ace Milichevic per il 9-19 e Bracci chiama tempo. Sul 10-20 Croce per Ortolani e il set si chiude sul 14-25. Quarto set con serie di contro break fino all'8-7 del primo tempo tecnico. Muro della Secolo sul 10-8 e palla out 13-11 per il tempo Bulgaria. Ace Anzanello 14-11, ace S.Filippova e muro Milichevic parità (14-14), contrattacco Fiorin 16-14. Si riprende con una difesa vincente di Fiorin, 17-14 e nuovo time-out. sul 17-15 Croce per Ortolani, Yaneva mura il 18-17, Secolo mette a terra il 20-17, Ortolani mura il 23-18, muro di Filippova 24-22 e Bracci chiama tempo, si riprende con Ortolani che mette a terra il 25-22 finale. COMMENTI Marco Bracci: "Volevamo questa vittoria per giocarci il tutto per tuto contro la Russia. Siamo dispuaciuti per non esserci saputo esprimere. Abbiamo lasciato il terzo set alla Bulgaria. Domani contro la Russia sarà una partita molto difficile ma dobbiamo dare il tutto. CALENDARIO E RISULTATI Italia-Serbia 3-2 (13-25, 18-25, 25-13, 25-17, 19-17), Turchia-Azerbaijan 3-1 (25-23, 25-20, 21-25, 25-16), Russia-Bulgaria 3-0 (25-21, 25-18, 25-19). Azerbaijan-Italia 3-0 (25-19, 25-23, 25-21), Germania-Russia 1-3 (22-25, 21-25, 25-22, 21-25), Serbia-Turchia 2-3 (25-15, 21-25, 20-25, 27-25, 14-16). Bulgaria-Germania 0-3 (20-25, 20-25, 19-25), Turchia-Russia 3-1 (25-23, 25-23, 17-25, 25-21), Azerbaijan-Serbia 0-3 (23-25, 20-25, 14-25). Germania-Italia 3-0 (25-19, 25-17, 25-19), Bulgaria-Azerbaijan 3-2 (23-25, 23-25, 25-22, 25-21, 15-9), Russia-Serbia 2-3 (20-25, 25-19, 23-25, 25-19, 13-15). Germania-Azerbaijan 3-0 (25-22, 25-8, 25-20), Serbia-Bulgaria 3-0 (25-21, 25-19, 25-16), Italia-Turchia 0-3 (23-25, 23-25, 17-25). Azerbaijan-Russia 2-3 (13-25, 16-25, 25-16, 25-23, 13-15), Turchia-Germania 0-3 (14-25, 19-25, 18-25), Italia-Bulgaria 3-1 (25-21, 25-16, 14-25, 25-22). Classifica: Germania e Turchia 8; Serbia, Russia ed Italia 6; Bulgaria 2; Azerbagian (una partita in più) 0. Domani: 15.30 (14.30) Serbia-Germania, 18.00 (17.00) Bulgaria-Turchia, 20.30 (19.30) Russia-Italia. In allegato i dati della formazione russa, prossima avversaria delle azzurre.
Qualificazione al Grand Prix 2008: Italia sconfitta 3 a 0 dalla Turchia07/09/2007

Qualificazione al Grand Prix 2008: Italia sconfitta 3 a 0 dalla Turchia

ITALIA-TURCHIA 0-3 (23-25, 23-25, 17-25) ITALIA: Ferretti, Fiorin 11, Anzanello 6, Ortolani 7, Del Core 10, Guiggi 9; Cardullo (L), Arrighetti, Cicolari, Secolo. N.e. Dall’Igna, Croce. All. Bracci. TURCHIA: Gumus 12, Neriman 10, Neslihan 10, Gozde 9, Aysun 6, Behar 6; Gulden (L), Pelin, Neriman 1, Cigdem 1. N.e. Gorcen, Deniz. All. Chiappini ARBITRI: Adler (HUN), Hank (SVK) NOTE - Spettatori: 5000. Durata set: 23', 23', 20'; totale 63'. Italia: battute sbagliate 14, vincenti 1, muri 7, errori 25. Turchia: b.s. 8, v. 1, m. 14, e. 20. Ankara (Turchia) – La Turchia può festeggiare con due giorni di anticipo la qualificazione al World GRand Prix 2008. L'ha fatto battendo l'Italia in tre set molto tirati e spettacolari davanti ad un numero e caloroso pubblico presente. I parziali di 25-23, 25-23, 25-17 chiariscono l'equilibrio espresso in campo fino alla metà del terzo set dove Bahar e compagne si sono esaltate nel fondamentale del muro (alla fine 14 per la Turchia e 7 per l'Italia). Per le azzurre guidate da Marco Bracci nulla di compromesso per agguantare uno dei tre posti disponibili, però non si può più sbagliare iniziando domani alle 19.30 (diretta su Eurosport2) contro la Bulgaria. Tra le note positive il rientro di Paola Cardullo CRONACA - Marco Bracci schiera Ferretti in regia e Ortolani opposta, Anzanello e Guiggi al centro, Fiorin e Del Core di banda, Cardullo libero. Inizio infuocato davanti ad un palazzetto stracolmo di gente. L'Italia avanti 12-8 subisce due break e sul 12-11 Bracci chiama tempo. Si riprende con il pareggio turco 12 pari, sono le azzurre ad essere avanti sul primo tempo tecnico 16-13 (muro di Anzanello e palla out). Naslihan e Aysun riportano la parità sul 17 e Bracci chiama tempo. Ancora un break turco (18-19) e la risposta azzurra (20-19) e Chiappini ferma il gioco. Si riprende con una pala out turca 21-19 e il pareggio (21-21) , sul 23 pari entra Cicolari per Fiorin ma le turche mettono a terra la palla del 23-25. Stessi sestetti nel secondo set, subito Turchia 0-3 e Bracci chiede time-out, 4-8 al primo time-out tecnico. Muro di Ortolani e palla fuori 8-9 e Chiappini chiama tempo. Del Core sigla l'11 pari, 15-16 al tempo. Fiorin mette a terra la palla del sorpasso (17-16) e Ortolani quella del 20-18, tempo Turchia. Del Core ed Ortolani mettono fuori, 20-21 e Bracci chiama tempo. Doppio cambio Turchia, Guiggi mura il 23-22, dentro Cicolari per Ortolani, ma la Turchia chiude con un muro di Cigdem 23-25. Terzo set con muro di Anzanello e contrattacco Fiorin 6-3 e Chiappini chiama tempo. Ancora muro di Anzanello 8-4. Si riprende con muro di Fiorin 9-4, La Turchia recupera 13-12 e Bracci chiama tempo. E' la Turchia a portarsi in vantaggio con due muri consecutivi al secondo tempo tecnico (14-16). Si riprende con due punti di Neslihan e compagne 14-18 e le azzurre chiedono tempo. Tre muri consecutivi di Eda portano la Turchia sul 15-22, CALENDARIO E RISULTATI Italia-Serbia 3-2 (13-25, 18-25, 25-13, 25-17, 19-17), Turchia-Azerbaijan 3-1 (25-23, 25-20, 21-25, 25-16), Russia-Bulgaria 3-0 (25-21, 25-18, 25-19). Azerbaijan-Italia 3-0 (25-19, 25-23, 25-21), Germania-Russia 1-3 (22-25, 21-25, 25-22, 21-25), Serbia-Turchia 2-3 (25-15, 21-25, 20-25, 27-25, 14-16). Bulgaria-Germania 0-3 (20-25, 20-25, 19-25), Turchia-Russia 3-1 (25-23, 25-23, 17-25, 25-21), Azerbaijan-Serbia 0-3 (23-25, 20-25, 14-25). Germania-Italia 3-0 (25-19, 25-17, 25-19), Bulgaria-Azerbaijan 3-2 (23-25, 23-25, 25-22, 25-21, 15-9), Russia-Serbia 2-3 (20-25, 25-19, 23-25, 25-19, 13-15). Germania-Azerbaijan 3-0 (25-22, 25-8, 25-20), Serbia-Bulgaria 3-0 (25-21, 25-19, 25-16), Italia-Turchia 0-3 (23-25, 23-25, 17-25). Classifica: Turchia 8; Germania e Serbia 6, Italia e Russia 4; Bulgaria 2; Azerbagian 0. Serbia ed Azerbagian una partita in più. 8 settembre: 15.30 (14.30) Azerbaijan-Russia, 18.00 (17.00) Turchia-Germania, 20.30 (19.30) Italia-Bulgaria. 9 settembre: 15.30 (14.30) Serbia-Germania, 18.00 (17.00) Bulgaria-Turchia, 20.30 (19.30) Russia-Italia. In allegato i dati della formazione bulgara.
Qualificazioni Grand Prix 2008: Italia superata 3 a 0 dalla Germania06/09/2007

Qualificazioni Grand Prix 2008: Italia superata 3 a 0 dalla Germania

ITALIA-GERMANIA 0-3 (19-25, 17-25, 19-25) ITALIA: Del Core 3, Guiggi 9, Ferretti 1, Ortolani 8, Anzanello 9, Cicolari 2, Croce (L), Arrighetti, Fiorin 1, Secolo 2. N.e. Dall’Igna. All. Bracci. GERMANIA: Ssuschke 10, Weiss 1, Dumler 3, Fürst 9, Grün 13, Brinker 15, Tzscherlich (L), Beier, Bouagaa 1, Radzuweit. N.e. Apitz, Kozuch. All. Guidetti. ARBITRI: Lekkas (GRE), Adler (HUN) NOTE - Spettatori: 300. Durata set: 25', 24', 24'; totale 73'. Italia: battute sbagliate 5, vincenti 1, muri 7, errori 17. Germania: b.s. 7, v. 3, m. 5, e. 18. Ankara (Turchia) – La Germania interrompe l’imbattibilità dell’Italia alle qualificazioni del World Grand Prix che si stanno svolgendo ad Ankara (TUR). Con un 3-0 (25-19, 25-17, 25-19) le tedesche di Giovanni Guidetti si sono imposte alle azzurre guidate da Marco Bracci. Una gara contrassegnata dal diverso atteggiamento in campo: la Germania vogliosa di riscattarsi per rimanere in corsa per i tre posti disponibili, l’Italia scarica in attesa degli errori degli avversari. Indisponibili ancora Cardullo per uno strappo addominale e Dall'Igna per qualche linea di febbre. Nelle file della Germania cinque atlete che militano nel nostro campionato: la centrale di Pesaro Furst, la schiacciatrice di Ostiano Dumler e l’opposta di Bergamo Grun e in panchina Kozuch (Sassuolo) e Radzuweit (Imola). Domani alle 19.30 italiane l’Italia affronta le padroni di casa della Turchia in una gara molto importante per la classifica finale. CRONACA - Marco Bracci schiera in avvio il sestetto che aveva chiuso le gare vittoriose con Ferretti in regia e Cicolari opposta, Anzanello e Guiggi al centro, Ortolani e Del Core di banda, Croce libero. Subito avanti le tedesche 2-8 al time-out grazie a cinque errori delle azzurre. Ancora Germania e sul 4-12 dentro Secolo per Cicolari, sul 5-14 il secondo tempo per l’Italia. Le azzurre recuperano due break e Guidetti chiede tempo sul 12-17. Sul 14-18 dentro Bouagaa e sul 15-20 Fiorin per Del Core, triplo break azzurro e Guidetti chiama tempo sul 18-20. Ssuschke mette in difficoltà la ricezione azzurra 18-24 e il set si chiude 19-25. Sestetti iniziali al secondo set con le azzurre subito avanti 3-0, recuperate si riportano sul 5-3 e poi 8-4. Le tedesche punto a punto sorpassano e sull’11-12 Bracci chiama tempo. Sull’11-13 dentro Secolo per Ortolani, 13-16 al tempo tecnico. Ancora Germania 13-18 e tempo richiesto da Bracci. Sul 15-22 dentro Fiorin per Cicolari e la Germania chiude sul 17-25. Terzo set con dentro Fiorin per Cicolari e Ortolani spostata opposta. Sul 3-6 Bracci ferma il gioco, ristabilito l’equilibrio al tempo tecnico 7-8. Germania avanti anche sul secondo tempo tecnico 13-16. Sul 14-17 entra Secolo nel giro dietro per Ortolani, sul 15-19 Cicolari per Fiorin e sul 15-20 Bracci chiama tempo. Break azzurro sul 18-23 e Guidetti chiama tempo e il set si chiude sul 19-25. COMMENTO Marco Bracci: “Oggi il nostro primo avversario è stato l’atteggiamento mentale al di là degli aspetti tecnici. Dobbiamo analizzare questa partita in fretta e pensare alla gara di domani contro la Turchia. Per noi diventa una molto importante vincere, contro le padroni di casa, seguite sempre da un numeroso e caloroso pubblico”. Sara Anzanello: “Abbiamo disputato una brutta partita specialmente in attacco, ma anche gli altri fondamentali non sono andati bene. Domani dobbiamo riscattarci contro la Turchia”. Giovanni Guidetti tecnico della Germania: “Siamo stati molto attenti in ricezione e difesa contro un’Italia che non si è espressa ai suoi livelli”. In allegato calendari e risultati e i dati sulla Turchia, prossima avversaria delle azzurre.
Europei maschili: l'Italia batte la Finlandia al tie break06/09/2007

Europei maschili: l'Italia batte la Finlandia al tie break

ITALIA-FINLANDIA 3-2 (25-21, 25-18, 21-25, 22-25, 15-13) ITALIA: Tencati 3, Fei 18, Cisolla 17, Mastrangelo 10, Vermiglio 4, Paparoni 19, Farina (L), Sala. N.e. Cernic, Savani, Perazzolo, Mattera. All. Montali. FINLANDIA: Shumov 8, Esko 3, Kunnari 16, Heikkinen 12, Oivanen Mi. 30, Sammelvuo 11, Kangasniemi (L), Siltala, Hietanen. N.e. Olli, Oivanen Ma., Sivula. All. Berruto. ARBITRI: Brosti (Ger) e Nesher (Isr). Durata set: 23, 26, 25, 29, 17. Totale 2h00 Italia: bv 2, bs 14, m 13, e 9. Finlandia: bv 6, bs 20, m 14, e 15. Note: Cartellino giallo a Berruto proteste sul 19-15 del secondo set. Mosca. Sono occorsi cinque set agli azzurri per avere ragione della Finlandia e portare a casa il primo successo nei campionati Europei. Una gara combattuta e sofferta in cui gli uomini di Montali hanno prima dominato, poi si sono smarriti, ritrovandosi fortunatamente in un palpitante finale in cui classe ed esperienza hanno avuto un peso decisivo, nei confronti della forza e dell’entusiasmo dei nordici. Primo set tutto colorato di azzurro, a parte un paio di piccole sbavature. I ragazzi di Montali sono scesi in campo concentrati e ben presto hanno preso in mano il gioco. Da un parziale di 5-6 sono passati nel giro di sei scambi sull’11-6, che ha indirizzato il parziale verso il finale 25-21. In avvio del secondo set la situazione sembra che il match debba cambiare inerzia, gli azzurri in vantaggio 6-4, subiscono uno 0-4 che li costringe ad inseguire. Il time-out tecnico permette a Montali di dare i giusti consigli alla squadra che rimonta e allunga sino al 12-9, ma il break decisivo è quello che lancia gli azzurri sino al 20-15 (assegnato dagli arbitri per un cartellino giallo sbandierato a Mauro Berruto per reiterate ed ingiustificate proteste). Il parziale si chiude 25-18 con gli ultimi tre punti siglati da Alessandro Paparoni. Nel terzo l’Italia ha qualche passaggio negativo e la Finlandia, prima con Kunnari, poi con Oivanen ne approfitta, gli azzurri in svantaggio di tre lunghezze (3-6) inseguono a lungo poi raggiungono il pari. Sul 16-16 Fei non sfrutta il contrattacco che avrebbe regalato il sorpasso e la Finlandia, anche aiutata dalla buona sorte sotto forma del nastro che trasforma una semplice battuta in punto prende nuovo slancio e strappa il parziale 25-21. La squadra di Montali al rientro campo non ha saputo subito reagire, si è ritrovata in svantaggio 3-6, poi ha ripreso a giocare e si è portata avanti sino al 14-11, ma con tre muri consecutivi la Finlandia ha subito impattato e poi ha allungato. Sul 23-20 la squadra di Berruto ha avuto un passaggio a vuoto, l’Italia ha rimontato sino al 23-22, ma Fei ha tirato fuori la palla del pari e i finnici hanno concluso 25-22. Quinto set vietato per i deboli di cuore, con la Finlandia che allunga ed arriva sul 9-6. L’Italia sembra incapace di reagire, ma poi trova la forza di farlo Cisolla e Fei la spingono sino al pareggio 11-11, ma la squadra di Berruto non molla, sembra che la sconfitta sia inevitabile, quando un eccezionale difesa di Farina di fatto regala il punto del sorpasso, per una invasione dell’attaccante finnico. Nell’azione seguente Kunnari sparacchia fuori. I primi due punti arrivano, anche se con maggiore fatica del previsto. Domani riposo, sabato la sfida con la Croazia. SITUAZIONE - Pool A San Pietroburgo 6 settembre: Olanda-Serbia 0-3 (23-25 21-25 18-25); Classifica: Serbia 2, Olanda, Grecia e Germania 0. 7 settembre: ore 13 Grecia-Olanda, ore 18 Serbia-Germania; 8 settembre: ore 15.30 Germania-Grecia; 9 settembre: ore 13 Germania-Grecia; ore 18 Serbia-Grecia Pool B Mosca 6 settembre: Belgio-Russia 0-3 (17-25 20-25 22-25); Classifica: Russia, Belgio, Polonia e Turchia. 7 settembre: ore 13 Polonia-Belgio, ore 18 Russia-Turchia; 8 settembre: ore 15.30 Turchia-Polonia; 9 settembre: ore 13 Turchia-Belgio; ore 18 Russia-Polonia Pool C San Pietroburgo 6 settembre: Slovenia-Spagna 1-3 (25-16 20-25 21-25 18-25); Slovacchia-Francia 1-3 (23-25 23-25 26-24 15-25); Classifica: Spagna e Francia 2, Slovenia e Slovacchia 0. 7 settembre: ore 15.30 Slovacchia-Slovenia; 8 settembre: ore 13 Spagna-Slovacchia; ore 18 Francia-Slovenia; 9 settembre: ore 15.30 Spagna-Francia Pool D Mosca 6 settembre: Bulgaria-Croazia 3-2 (24-26 23-25 25-12 25-20 15-10); Finlandia-Italia 2-3 (21-25 18-25 25-21 25-22 13-15); Classifica: Italia e Bulgaria 2, Croazia e Finlandia 0. 7 settembre: ore 15.30 Croazia-Finlandia; 8 settembre: ore 13 Bulgaria-Finlandia; ore 18 Italia-Croazia; 9 settembre: ore 15.30 Italia-Bulgaria In allegato la formula dei Campionati Europei e i commenti degli azzurri sulla vittoria contro la Finlandia.
Le parole di Montali sull'esordio dell'Italia05/09/2007

Le parole di Montali sull'esordio dell'Italia

Alla vigilia dell’esordio nei Campionati Europei, in programma domani alle 18.30 contro la Finlandia di Mauro Berruto, il ct azzurro Gian Paolo Montali si è incontrato con i media italiani presenti nella capitale russa presentando la partecipazione azzurra alla rassegna continentale: “La squadra ha lavorato con grande disponibilità. In queso ultimo mese mi sono chiesto cosa potevo chierderle di più, ma non lo ho trovato. Ora peró è finito il tempo delle chiacchiere: è il momento di andare in campo e giocare bene.” Ha sottolineato il tecnico emiliano che nelle ultime due edizioni ha guidato il sestetto tricolore in entrambe le occasioni sul grandino più alto del podio. Poi parlando della sua squadra: “Noi ci presentiamo all’europeo con un sestetto che in questa stagione non ha mai giocato insieme, soprattutto nel reparto della ricezione ci vorrà un po’ per trovare i meccanismi necessari, ma io ho molta fiducia nella squadra che è formata da un gruppo solido ed unito. “La novità si chiama Paparoni, dopo l’infortunio di Cernic ho puntato su di lui. Sono certo che farà bene, anche in attacco: nell’amichevole con la Serbia è stato il migliore proprio in fase offensiva. Ho deciso di portare Matej anche se non puó essere al massimo della condizione perchè contro certe squadre lui puó essere prezioso.” Due parole anche sul ritorno di Valerio Vermiglio: “Si è reinserito benissimo, è uno di quei giocatori che ci puó far fare un bel salto di qualità.” Infine Montali ha dato il suo pronostico: “La Russia è forte e gioca in casa, parte con i favori del pronostico, alle sue spalle vedo cinque squadre: noi la Bulgaria, la Polonia, la Francia e la Serbia.”
Europei maschili: l'Italia debutta contro la Finlandia05/09/2007

Europei maschili: l'Italia debutta contro la Finlandia

Mosca. S’iniziano domani i Campionati Europei maschili di pallavolo. Gli azzurri debuttano alle ore 18.30 italiane contro la Finlandia allenata da Mauro Berruto, in un recente passato componente dello staff della nostra nazionale, poi affronteranno sabato 8 la Croazia e domenica 9 la Bulgaria. Si tratta dei match della prima fase di una manifestazione che si annuncia combattuta e spettacolare. ITALIA – Con il recupero in extremis di Matej cernic l’Italia si presenta agli Europei con sei dei sette titolari dell’ultima edizione vinta a Roma: il regista Vermiglio, l’opposto Fei, i centrali Mastrangelo e Tencati, i martelli Cisolla e cernic. Unica novità il libero: Farina ha rilevato Corsano. In organico altri due campioni uscenti: Savani e Paparoni (che con ogni probabilità sarà titolare al posto del convalescente friulano e tre debuttanti: il palleggiatore Mattera, l’opposto Perazzolo ed il centrale Sala, emersi nell’ultima World League. AZZURRI – L’Italia si presenta al via della rassegna continentale come campione uscente. Con Gian paolo Montali in panchina Cisolla e compagni hanno vinto le ultime due edizioni dell’Europeo e dal 1989 ad oggi (nove edizioni) non sono mai scesi dal podio. Un palmares di grande valore che si spera possa essere ulteriormente allungato. Quel che è certo è che qui a Mosca il torneo si presenta molto equilibrato e per alcuni versi indecifrabile. Il sestetto tricolore punta ad una medaglia, con la speranza di arrivare in finale, che vorrebbe dire non solo giocarsi il titolo, ma guadagnare direttamente il passaporto per la Coppa del Mondo, il primo dei tornei che assegnano le “carte olimpiche” per Pechino. AVVERSARI – Gli azzurri non sono stati fortunati nel sorteggio, perchè dalla loro parte ci sono sicuramente almeno tre squadre di altolignaggio e di valore: la Bulgaria che verrà affrontata nell’ultima giornata della prima fase, la Polonia vice campione del mondo e la Russia paese organizzatore con cui si scontreranno nella seconda parte del torneo. Di queste big soltanto due entreranno in semifinale, che paradossalmente per una delle novità della formula potrebbe vederle ancora avversarie. Più agevole appare la strada per Serbia e Francia, che sulla carta sono le migliori dell’altra metà del seeding. In allegato formula, calendario, tv e radio.
I 12 azzurri per gli Europei04/09/2007

I 12 azzurri per gli Europei

Il c.t. Montali ha sciolto gli ultimi dubbi e comunicato i nomi dei 12 atleti che vestiranno la maglia azzurra agli Europei in Russia: Cernic, Cisolla, Farina, Fei, Mastrangelo, Mattera, Paparoni, Perazzolo, Sala, Savani, Tencati, Vermiglio. Escluso dalla lista dei 12 è stato il giovane schiacciatore della Sparkling Milano Matteo Martino. GLI AZZURRI Matej Cernic (n.18) - Nato a Gorizia il 13 settembre 1978. Schiacciatore-ricevitore. Gioca nella Dinamo Mosca. Vanta 156 presenze in nazionale. Con la maglia azzurra ha vinto la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Atene 2004 e gli Europei nel 2003 e 2005. Alberto Cisolla (n.8) - Nato a Treviso il 10 ottobre 1977. Martello. Gioca nella Sisley Treviso. Vanta 139 presenze in nazionale. Con la maglia azzurra ha vinto la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Atene 2004, gli Europei 2005 (nei quali è stato premiato come mvp). Alessandro Farina (n.6) - Nato a Parma il 16/5/1976. Vanta 21 presenze in nazionale. Gioca nella Sisley Treviso Alessandro Fei (n.14) - Nato a Saronno (No) il 29 novembre 1978. Opposto. Gioca nella Sisley Treviso. Vanta 239 presenze in nazionale.Con la maglia azzurra ha vinto i Mondiali 1998, la World League 1999 e 2000, gli Europei 2003 e 2005. Medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici di Sydney 2000; medaglia d’argento a quelli di Atene 2004. Luigi Mastrangelo (n.1) - Nato a Mottola (Ta) il 17 agosto 1975. Centrale. Gioca nella M.Roma Volley. Vanta 251 presenze in nazionale. Con la maglia azzurra ha vinto gli Europei 1999, 2003 e 2005, la World League 1999 e 2000, la medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici di Sydney 2000 e quella d’argento ad Atene 2004. Giordano Mattera (n.3) - Nato a Civitavecchia (Roma) il 29/8/1983. Vanta 15 presenze in nazionale. Gioca nella Sparkling Milano. Alessandro Paparoni (n.7) - Nato a S.Severino il 17 agosto 1981. Schiacciatore. Gioca nella Lube Banca Marche Macerata. Vanta 45 presenze in nazionale. Con la maglia azzurra ha vinto gli Europei 2005. Lorenzo Perazzolo (n.13) E’nato a Mantova il 30/10/1984. Vanta 16 presenze in nazionale. Gioca nella Antonveneta Padova Andrea Sala (n.17) - Nato a Gallarate (VA) il 27/12/1978. Vanta 15 presenze in nazionale. Gioca nella Gabeca Montichiari Cristian Savani (n.9) - Nato a Castiglione delle Stiviere (Mn) il 22 febbraio 1982. Schiacciatore-ricevitore. Gioca nella M.Roma Volley. Vanta 88 presenze in nazionale. Con la nazionale azzurra ha vinto gli Europei 2003 e 2005. Luca Tencati (n.10) - Nato a Cremona il 16 marzo 1979. Centrale. Gioca nella Cimone Modena. Vanta 159 presenze in nazionale. Con la maglia azzurra ha vinto gli Europei 2005. Valerio Vermiglio (n.5) - Nato a Messina il 1 marzo 1976. Alzatore. Gioca nella Lube Banca Marche Macerata. Vanta 225 presenze in nazionale. Con la maglia azzurra ha vinto la medaglia d’argento ai Giochi Olimpici di Atene 2004, la World League 1999 e gli Europei 2003 e 2005.
Il Calendario dei campionati Europei maschili 2007.04/09/2007

Il Calendario dei campionati Europei maschili 2007.

LA FORMULA Le sedici squadre ammesse alla fase finale sono state suddivise in quattro pool da quattro Dopo la prima fase le prime tre di ogni raggruppamento si qualificano per la seconda e vengono inserite in pool da sei E (1A 2A 3A 1C 2C 3C) ed F (1B 2B 3B 1D 2D 3D), portandosi dietro i risultati degli scontri diretti. Dopo altre tre giornate di gioco si stilerà una classifica della pool in base alla quale le prime due accedono alle semifinali per i posti dal 1 al 4. Gli accoppiamenti di semifinale verranno stabiliti da un sorteggio, ossia la prima di una pool potrebbe incontrare nuovamente la seconda del suo girone in semifinale. Domenica 16 settembre si giocheranno le finali per il 1-2 posto e per il 3-4 posto. IL CALENDARIO Prima fase: 6-7-8-9 settembre 2007 10 settembre 2007 riposo Seconda fase: 11-12-13 settembre 2007 14 settembre 2007 riposo 15 settembre 2007: semifinali 16 settembre 2007: finali IL PROGRAMMA PRIMA FASE Pool A San Pietroburgo 6 settembre: ore 15.30 Olanda-Serbia 7 settembre: ore 13 Grecia-Olanda, ore 18 Serbia-Germania 8 settembre: ore 15.30 Germania-Grecia 9 settembre: ore 13 Germania-Grecia; ore 18 Serbia-Grecia Pool B Mosca 6 settembre: ore 15.30 Belgio-Russia 7 settembre: ore 13 Polonia-Belgio, ore 18 Russia-Turchia 8 settembre: ore 15.30 Turchia-Polonia 9 settembre: ore 13 Turchia-Belgio; ore 18 Russia-Polonia Pool C San Pietroburgo 6 settembre: ore 13 Slovenia-Spagna; ore 18 Slovacchia-Francia 7 settembre: ore 15.30 Slovacchia-Slovenia 8 settembre: ore 13 Spagna-Slovacchia; ore 18 Francia-Slovenia 9 settembre: ore 15.30 Spagna-Francia Pool D Mosca 6 settembre: ore 13 Croazia-Bulgaria; ore 18.30 Finlandia-Italia 7 settembre: ore 15.30 Croazia-Finlandia 8 settembre: ore 13 Bulgaria-Finlandia; ore 18 Italia-Croazia 9 settembre: ore 15.30 Italia-Bulgaria In allegato la televisione, l'elenco dei 12 azzurri convocati, lo staff dell'Italia, i precedenti con le varie formazioni, l'albo d'oro.
Sigla.com - Internet Partner