Archivio Attività internazionale

Il Brasile supera 3 a 1 la Serbia Montenegro ed è la prima finalista15/11/2006

Il Brasile supera 3 a 1 la Serbia Montenegro ed è la prima finalista

Il Brasile rispetta le attese e conquista la finale per la medaglia d'oro superando col punteggio di 3 a 1 la Serbia Montenegro. Ben 4 i terminali offensivi in doppia cifra nel team verdeoro di Zè Roberto, capace di disputare una prova di alto livello in tutti i fondamentali. Brasile - Serbia Montenegro 3-1 (25/17, 25/14, 21/25, 25/20) Brasile: Fabiana 15, Fofao 2, Sassa 11, Jaqueline 15, Sheilla 16, Walewska 7, Fabi (L), Caroline 3, Carolina, Renata, Mari 1, N.e. Pequeno. All. Zé Roberto. Serbia Montenegro: Spasojevic 14, Nikolic 18, Citakovic 5, Djerisilo 13, Ognjenovic 5, Krsmanovic 6, Cebic (L), Brakocevic. N.e. Molnar, Rankovic, Simanic, Vesovic. All. Terzic. Arbitri: Sakaide (Giappone) e Medina (Cuba). Note: Spettatori 1850. Durata set: 21', 21', 26', 24'. Tot. 1h 32'.
Le quote Totosì per le semifinali mondiali14/11/2006

Le quote Totosì per le semifinali mondiali

Queste le quote di Totosì per le semifinali del Mondiale femminile: BRASILE-SERBIA MONTENEGRO : vittoria Brasile 1.15 - Vittoria Serbia Montenegro 4.35 ITALIA-RUSSIA : vittoria Italia 1.70 - Vittoria Russia 1.95
Venerdì debutto mondiale per gli azzurri14/11/2006

Venerdì debutto mondiale per gli azzurri

Mentre le azzurre si apprestano a vivere il momento agonistico più importante, mercoledì nella semifinale con la Russia, gli azzurri stanno completando la loro preparazione in vista del debutto nel Mondiale di venerdì 17 novembre alle 10 italiane contro la Bulgaria. Gli azzurri sono inseriti nella pool C, che si giocherà a Nagano, nell’impianto in cui si sono esibiti anche lo scorso novembre in occasione della Grand champions Cup. Sulla strada di papi e compagni squadre di buon livello, ostacoli da non sottovalutare, che possono riservare sorprese. A partire proprio dal sestetto bulgaro, una delle rivelazioni della recente World League, dove nelle finali di Mosca superarono proprio la squadra di Montali, anche se nell’occasione gli azzurri scesero in campo con un organico incompleto, a causa di svariati infortuni. Dopo la Bulgaria l’Italia affronterà il 18 novembre alle 8 italiane la Repubblica Ceca, domenica 19 alle 10 l’Iran, poi martedì 21 allo stesso orario gli Stati Uniti, sulla carta tra le formazioni più ostiche, per chiudere mercoledì 22 novembre sempre alle 10 con il Venezuela. La formula del Campionato del Mondo maschile è idsentica a quella del femminile. Da ognuna delle quattro pool di sei squadre, vengono promosse alla seconda fase quattro, che insieme ad altrettante formazioni di un altro gruppo (in questo caso il C) formeranno un girone ad otto in cui ognuno partirà con le vittorie conquistate contro le altre squadre del suo girone nella prima. Sulla strada degli azzurri verosimilmente si troveranno provenienti da Fukuoka: Brasile, Cuba, Francia (le più accreditate) ed una tra Grecia, Germania e Australia.
Domani Italia-Russia semifinale mondiale14/11/2006

Domani Italia-Russia semifinale mondiale

Alle ore 8 di domani Italia e Russia scenderanno in campo per giocarsi un posto in finale. Momento importante per il volley femminile azzurro, importante almeno quanto quello vissuto quattro anni fa a Berlino, perchè una conferma forse regala meno emozioni, ma ha maggior valore. Sia le azzurre che le russe sono arrivate a questo appuntamento con un ruolino identico: otto vittorie ed una sola sconfitta, con l’unica differenza che l’Italia ha perso la prima gara (quella ormai famosa con la Serbia), mentre la Russia l’ultima quella di domenica contro il Brasile. Sulla carta un incontro equilibrato, anche se quest’anno su sei gare in cui si sono confrontate le due squadre (cinque finite al tie-break) le azzurre hanno vinto una sola volta 3-2 ad Alassio, circa un mese fa. Sfida particolare, perchè sulla panchina della Russia siede l’italiano Gianni Caprara, che in due anni di lavoro è riuscito a portare di nuovo, Gamova e comapgne ai vertici mondiali. Entrambe le formazioni sono alle prese con dei problemi fisici di giocatrici importanti: nella Russia è in dubbio Ljuba Sokolova, nell’Italia Paola Paggi. In campo inizialmente dovremmo vedersi confrontare queste due formazioni: la Russia con Akoulova in regia, Gamova opposto, Sokolova (o Safronova) e Godina di banda, Merkulova e Barodakova centrali, Kryuchkova libero; l’Italia con Lo Bianco in palleggio, Togut sulla diagonale, Rinieri e Piccinini martelli, Cardullo libero.
I numeri di Italia-Russia14/11/2006

I numeri di Italia-Russia

Tra le azzurre e la finale del Mondiale 2006, c’è un grosso ostacolo di nome Russia, sulla cui panchina siede un tecnico italiano Gianni Caprara. Un avversaria blasonata ed ostica, da sempre nell’elite del volley mondiale, che sino ad oggi (come l’Italia) ha vinto otto delle nove gare disputate qui in Giappone. Passata dalla guida del “santone” Karpol a Caprara 18 mesi or sono, la formazione russa in questa stagione ha ritrovato molte delle sue campionesse e colto risultati importanti. E’ stata finalista nel World Grand Prix a Reggio Calabria (superando in semifinale Rinieri e compagne), ha vinto cinque dei sei incontri stagionali disputati con l’Italia, l’ultima sfida quella nel torneo di Alassio, ha comunque premiato le azzurre. La squadra russa è piena di schiacciatrici importanti: Sokolova, Godina, Gamova, ha due giovani centrali alte e di grande rendimento come Borodakova e Merkulova, tutte orchestrate dalla regista Akoulova. Ljuba Sokolova, che ha giocato anche nel nostro campionato, ha saltato la gara con il Brasile per un infortunio muscolare ed è ancora in dubbio per la semifinale. I PRECEDENTI TRA ITALIA E RUSSIA Precedenti con la Russia: 39 gare giocate di cui 7 vinte.La prima gara risale al 27 dicembre 1991 nel torneo di Apeldoorn (NED) vinto dalle russe per 0-3 La prima vittoria azzurra il 25 giugno 1999 a Montreux per 3-1. L’ultima gara giocata il 15 ottobre 2006 ad Alassio vinta dall’Italia per 3-2. ITALIA-RUSSIA MERCOLEDI’ 15 ALLE 8 DI MATTINA ITALIANE Ecco il calendario delle semifinali dei Mondiali, in programma il 15 novembre ad Osaka (si gioca in due impianti). 1°-4° posto: ore 6 (Osaka 1) Brasile-Serbia; ore 8 (Osaka 1) Italia-Russia; 5°-8° posto: ore 11 (Osaka 1) Giappone-Olanda; ore 8 (Osaka 2) Cuba-Cina; 9°-12° posto: ore 10 (Osaka 1) Turchia-Germania; ore 6 (Osaka 2) Taipei-Stati Uniti Le finali si giocheranno giovedì 16 secondo questo calendario:Ore 4 finale per il terzo posto Ore 6,30 finale per il primo posto. La curiosità è che il Mondiale si concluderà con la partita del Giappone (per il quinto o per il settimo posto) in programma alle ore 11.
La Melandri tifa per le azzurre14/11/2006

La Melandri tifa per le azzurre

Il ministro dello sport, on. Giovanna Melandri, dopo la qualificazione delle azzurre per le semifinali ha rilasciato a Roma, all’Agr questa dichiarazione: ''Un grande applauso alle nostre ragazze della pallavolo che, battendo il Giappone a colpi di schiacciate, raggiungono la semifinale dei mondiali. Nonostante il tifo caloroso degli 8.000 della Rainbow Hall che sostenevano la squadra di casa - ha aggiunto la Melandri - le ragazze di Barbolini hanno dimostrato anche questa volta la loro grinta e le loro straordinarie qualita. La soddisfazione e' doppia perche' per la prima volta un gruppo di pallavoliste consegue il record assoluto di vittorie consecutive a un mondiale, eguagliando il primato della nostra nazionale maschile del 1998. Non ci resta che continuare a sostenere con tutto il nostro tifo la squadra azzurra, in vista della semifinale con la Russia di mercoledi''.
Semifinali Mondiali femminili: Italia-Russia e Brasile-Serbia13/11/2006

Semifinali Mondiali femminili: Italia-Russia e Brasile-Serbia

Ecco il calendario delle semifinali dei Mondiali, in programma mercoledì 15 novembre ad Osaka (si gioca in due impianti). 1°-4° posto: ore 6 (Osaka 1) Brasile-Serbia; ore 8 (Osaka 1) Italia-Russia; 5°-8° posto: ore 11 (Osaka 1) Giappone-Olanda; ore 8 (Osaka 2) Cuba-Cina; 9°-12° posto: ore 10 (Osaka 1) Turchia-Germania; ore 8 (Osaka 2) Taipei-Stati Uniti.Gli ultimi risultati della seconda fase Si conclusa la seconda fase del Mondiale femminile che ha qualificato Italia, Serbia, Brasile e Russia per le semifinali dal primo al quarto posto. Questi i risultati dell'ultima giornata.Pool E - Nagoya: Risultati: Polonia-Cuba 0-3; Taipei-Serbia 2-3; Corea del Sud-Turchia 3-0; Giappone-Italia 0-3. Classifica: Italia 12 (q.p. 1,267), Serbia 12 (q.p. 1,115), Cuba 10 (q.p. 1,086), Giappone 10 (q.p. 1,012), Taipei 6, Turchia 4, Polonia 2, Corea del Sud 2. Pool F - Osaka: Risultati: Russia-Brasile 1-3; Germania-Stati Uniti 2-3; Cina-Olanda 2-3; Azerbaijan-Portorico. Classifica: Brasile 14, Russia 12, Olanda 8, Cina 6 (q.p. 1,009), Germania 6 (q.p. 1,005), Stati Uniti 6 (q.p. 0,995), Azerbaijan 2, Portorico 0.Tutti i risultati del Mondiale femminile nella sezione eventi.
Mondiali femminili: l'Italia supera il Giappone e vola in semifinale12/11/2006

Mondiali femminili: l'Italia supera il Giappone e vola in semifinale

ITALIA – GIAPPONE 3-0 (25-17; 28-26; 25-23) ITALIA: Rinieri 20, Anzanello 6, Togut 18, Piccinini 14, Paggi 9, Lo Bianco 1, Cardullo (L). Guiggi 5, Fiorin 0, Centoni 0, n.e. Dall’Igna e Ortolani. All. Barbolini. GIAPPONE: Takeshita 1, Takahashi 9, Sugiyama 11, Araki 7, Kimura 11, Oyama 9, Sugayama (L). Horai 0, Takahashi M. 1, n.e Ochiai, Ino, Ishikawa. All. Yanagimoto.CLASSIFICA POOL E : Italia 13, Serbia Montenegro 13, Cuba 12, Giappone 11, Cina Taipei 10, Turchia 9, Corea 8, Polonia 8. CLASSIFICA POOL F: Brasile 14, Russia 13, Germania 10, U.S.A 10, Cina 9, Olanda 9, Azerbaijan 9, Porto Rico 7. L’Italia è scesa in campo in una Nagoya Rainbow Hall stracolmo e caldo, teso ad incitare le padrone di casa. Massimo Barbolini conferma il solito sestetto ed entra in campo senza fare calcoli e senza risparmiarsi. Contro la nazionale asiatica più forte del secondo girone, le azzurre giocano con grandissima attenzione a muro ed in difesa per arginare le combinazioni in velocità delle avversarie. Lo Bianco sfrutta da subito le sue attaccanti più potenti: buon inizio di Simona Rinieri (8 punti) ed Elisa Togut (5 punti). Sul 22-17 l’Italia ferma la corsa del Giappone grazie a due muri punto di Sara Anzanello. Stesso copione nell’avvio del secondo parziale, con le attaccanti in grande spolvero e Sara Anzanello ancora grande protagonista a muro. Il ritmo della partita continua ad essere dettato dalle azzurre anche se il Giappone con l’ “italiana” Takahashi continua ad essere in contatto (13-10). Brividi per l’Italia e Paola Paggi che scendendo da una sua fast si infortuna ad una caviglia destra. Le azzurre non perdono concentrazione e continuano la loro percussione che la portano in vantaggio per 21-16. Poi il break più negativo della seconda fase per le azzurre, le giapponesi crescono in difesa e sfruttano gli errori delle italiane fino al 22-22. Kimura trova il mani out del sorpasso, ma al secondo tentativo trova il muro punto di Lo Bianco. La prima palla set per il Giappone arriva da un attacco di Takahashi ed è proprio lei che sbaglia la possibilità per impattare il conto set. Dopo averne avuta a disposizione una, il Giappone annulla ed inverte in trend. E’ ancora Capitan Rinieri che conquista l’opportunità di andare in vantaggio per due set a zero, ma è il muro di Togut e Anzanello a mettere fine alla contesa. Continua in allegato.
Facile 3 a 0 dell'Italia su Taipei11/11/2006

Facile 3 a 0 dell'Italia su Taipei

ITALIA-CINA TAIPEI 3-0 (25-15 25-13 25-14) ITALIA: Rinieri 12, Anzanello 14, Togut 12, Piccinini 12, Paggi 6, Lo Bianco 1. Libero: Cardullo. Non entrate: Dall’Igna, Guiggi, Centoni , Ortolani, Fiorin . All. Barbolini. CINA TAIPEI: Wu Hsiao Li 1, Lin Ching I 11, Tseng Hua Yu 3, Kou Nai Han 7, Chen Shu Li 4, Chen Mei Ching 6. Libero: Szu Hui Fang. Chen Hui Chen, Yeh Hui Hsuan 3, Lin Chun Yi, Juan Pei Chi. Non entrata: Chiu Wen Ying. All. Lin Kuang Hung. Arbitri: Salvatore (Usa) e Li (Chn) Spettatori: 1500 Durata set: 21, 18, 19. Totale:. Italia: battute sbagliate 5, vincenti 0, muri 4, errori 6. Cina Taipei: bs 6, v 1, m 4, e 15. Nagoya. La marcia di avvicinamento delle azzurre alle semifinali continua. Le ragazze di Barbolini hanno colto a spese della Cina Taipei la settima vittoria consecutiva con un netto ed eloquente 3-0 (25-15 25-13 25-14). Partita davvero a senso unico, che ha riservato pochissime emozioni per quel che riguarda il suo andamento, ma che ha dato ulteriori sensazioni positive sulla condizione della nazionale italiana. Cina Taipei non è una squadra di alto livello, tra lo stupero generale aveva vinto la sua pool a Tokyo, ma con una squadra poco dotata fisicamente e con limitati ricambi in panchina, non è riuscita a ripetersi qui a Nogoya e il suo rendimento è andato calando. Nel primo set le ragazze di Taipei hanno iniziato difendendo molto bene, ma poi è salita in cattedra la batteria delle attaccanti italiane, con una Anzanello perentoria dal centro, Togut (recuperata), Piccinini e Rinieri implacabili dalle bande. Il match si puó dire che si sia concluso lì. L’Italia ha continuato a macinare gioco ed ad realizzare punti, le ragazze di Formosa si sono trovate sempre più in difficoltà. Domani si conclude la seconda fase, con l’Italia impegnata con il Giappone: un nuovo successo chiuderebbe ogni discorso e qualificherebbe il team azzurro per le semifinali. Una sconfitta rinvierebbe, con ogni probabilità perchè sono ancora molte le gare da disputare, qualsiasi decisione al computo del quoziente punti, in cui il sestetto tricolore, grazie alle larghe vittorie degli ultimi giorni è messo davvero bene. I commenti dei protagonisti in allegato.
Russia e Brasile già qualificate alle semifinali11/11/2006

Russia e Brasile già qualificate alle semifinali

Imponendosi per 3-0 (25-20 25-21 25-17) sugli Stati Uniti, la Russia ha la certezza aritmetica della qualificazione alle semifinali dal 1 al 4 posto. Battendo per 3-0 (25-16 25-22 25-15) la Germania, il Brasile e' la seconda squadra che si qualifica per le semifinali in programma ad Osaka il 15 novembre.La Cina, campione olimpico ad Atene, una delle favorite della vigilia e' fuori dalla corsa alle medaglie. Ha gettato le sue ultime possibilita' cedendo 3-2 (24-26 20-25 25-21 25-16 19-17) contro il Brasile.
Domani Italia-Taipei10/11/2006

Domani Italia-Taipei

Nel corso della prossima notte (tra venerdì e sabato) l’Italia di Massimo Barbolini affronterà la Cina Taipei, poi concluderà domenica nella sfida con le padrone di casa del Giappone i suoi impegni nella seconda fase. Sino ad oggi il Mondiale dell'Italia è andato in crescendo. Al cattivo esordio con la Serbia sono seguite ben sei vittorie consecutive, con i picchi del successo fondamentale contro Cuba nella quarta giornata della prima fase e l’affermazione ottenuta a spese della Corea del Sud ieri, che unita alla contemporanea sconfitta proprio delle cinesine di Formosa, ha lanciato le azzurre al secondo posto della classifica della loro pool e quindi in ottima posizione per entrare nelle semifinali che contano, le gare che indicheranno le pretendenti alle medaglie. Insomma italiane padrone del loro destino, certe di entrare tra le prime quattro in caso di doppia vittoria con le due formazioni asiatiche. La squadra appare serena e convinta delle proprie possibilità, pronta impegni più importanti e qualificanti. In mattinata Elisa Togut si è incontrata con i media, rassicurandoli sulle sue condizioni fisiche, anche se la “durezza” del terreno della Nagoya Reinbow Hall le ha provocato qualche problemino alla schiena, quello che ha consigliato di sostituirla con Nadia Centoni nel finale del primo parziale con la Korea. Non è da escludere che la “MVP” del Mondiale 2002 venga risparmiata nel prossimo impegno, perchè tra l’altro la sua sostituta ha mostrato di essere in ottime condizioni di forma, come del resto tutto il gruppo. I pareri delle azzurreElisa Togut (opposto Italia): “ Non dobbiamo fare l’errore di abbassare la guardia, dobbiamo rimanere concentrate sulle prossime due partite che dobbiamo giocare.” Francesca Piccinini (martello Italia): “Dobbiamo essere brave a cogliere l’attimo a non lasciarci sfuggire via l’occasione di entrare in semifinale. In questo momento non ci interessa cosa fanno gli altri, dobbiamo concetrarci sulle prossime due partite.” Nadia Centoni (opposto Italia): “Questo è un Mondiale molto lungo, in cui si giocano tantissime partite, noi dobbiamo pensare a giocare gara dopo gara. La sosta non guasta, viene bene per recuperare le energi nervose che abbiamo speso e recuperare da qualche acciacco.”
L'Australia per i Mondiali maschili10/11/2006

L'Australia per i Mondiali maschili

C’è anche il capitano della Marmi Lanza Verona Daniel Howard nella lista dei dodici giocatori convocati con la rappresentativa australiana che dal giorno 17 novembre sarà impegnata in Giappone al Mondiale 2006. Ecco la l’elenco completo dei convocati: Brett Alderman, Luke Campbell, Paul Carroll, Phil DeSalvo, Andrew Earl, David Ferguson, Andrew Grant, Ben Hardy, Dan Howard, Nathan Roberts, Matthew Young, Igor Yudin. Howard sarà l’unico giocatore che milita nel campionato italiano a vestire la maglia dell’Australia al Mondiale.
Sigla.com - Internet Partner