Archivio Attività internazionale

Le semifinali della World League26/08/2006

Le semifinali della World League

SEMIFINALI, MOSCA (RUS) – 26/8/2006 Francia-Bulgaria 3-0 (25/21, 25/20, 25/20) Francia: Samica 12, Kieffer 5, Pujol 3, Antiga 10, Montmeat 2, Ruette 19, Exiga (L), Granvorka. N.e. Monneraye, Castard, Le Marrec, Bilama. All. Blain. Bulgaria: Kostantinov 6, Tsvetanov 5, Zhekov 2, Kaziyski 8, Ivanov 6, Nikolov 7, Salparov (L), Yordanov, Stoykov 1, Gaydarski. N.e. Naydenov, Aleksiev. All. Stoev. Arbitri: Hober (Ung) e Pereyra (Arg). Russia-Brasile 1-3 (19/25, 19/25, 29/27, 27/29) Russia: Grandine, Abramov 11, Kazakov 6, Poltavsky 28, Tetiukhin 8, Kuleshov 5, Verbov (L), Korneev, Kossarev, Ushakov 1, Baranov 1, Abrosimov. All. Gajic. Brasile: Giba 23, André Heller 7, André Nascimento 22, Dante 11, Rodrigao 7, Ricardo 3, Sergio (L), Marcelo, Murilo, Anderson. N.e. Gustavo, Samuel. All. Bernardinho. Arbitri: Wang Nin (Cin) e Sakaide (Gia).
Italia eliminata dalle semifinali della World League25/08/2006

Italia eliminata dalle semifinali della World League

L’Italia, sconfitta per 3-0 dalla Bulgaria, ha concluso la sua World League finendo in malo modo fuori dalle semifinali. Gli azzurri per tenere vive le piccole speranze rimaste dovevano vincere, in attesa del risultato di Russia-Brasile. Non ci sono riusciti e la loro fase finale si conclude senza vittorie. Montali ha riproposto la formazione guidata in regia da Vermiglio, con Fei opposto, Paparoni e Savani di banda, Tencati e Mastrangelo centrali. Già nel primo set con la Bulgaria ampiamente in vantaggio è stata cambiata la dagonale con Sintini e Lasko che hanno rilevato Vermiglio e Fei. L’inizio degli azzurri non è stato dei migliori: hanno subito una lunga serie di servizi del regista Zhekov, che ha lanciato la Bulgaria sull’8-2. Poi in qualche modo hanno fermato l’emorragia, dopo che Montali ha operato il doppio cambio hanno tentato la rimonta bloccata seul 20-18. Nel secondo set il ct ha lasciato in campo Sintini, ma a riproposto con pochi risultati Fei. L’Italia si è trovata ancora ad inseguire 9-6, e lo ha fatto con caparbietà. Il reingresso di Lasko, controllato strettamente dal muro avversario ha lasciato più spazio a Savani e Paparoni. Gli azzurri hanno rimontato, hanno avuto anche due lunghezze di margine (23-21): per tre volte hanno servito per il set, senza riuscire a trovare il punto dell’1-1, mentre la Bulgaria al secondo tentativo ha chiuso 29-27. Persa in questo modo l’ultima occasione di rientrare in corsa, la squadra italiana non è riuscita a trovare nuove energie per cercare una rimonta ancora più difficoltosa e la sconfitta è stato il risultato inevitabile. Il tabellino della partita:ITALIA-BULGARIA 0-3 (20-25 27-29 19-25) ITALIA: Vermiglio 1, Savani 9, Tencati 4, Fei, Paparoni 9, Mastrangelo 6. Libero: Papi. Lasko 13, Sintini 3, Semenzato, Cozzi. Allenatore: Montali. BULGARIA: Stoykov, Tsvetanov 7, Zhekov 6, Kaziyski 12, Gaydarski 7, Nikolov 11. Libero: Salparov. Ivanov, Yordanov 4, Aleksiev 5, Naydenov. Non entrati: Kostantinov. Allenatore: Stoev. ARBITRI: Sakeide (Gia) e Sakullu (Tur) .Durata set: 21, 28, 19 - Spettatori: 1000 - Italia: battute vincenti 3, sbagliate 13, muri 8, errori 14. Bulgaria: battute vincenti 4, sbagliate 14, muri 9, errori 6. Classifiche – Pool E : Russia 4 Francia 2, Serbia 0, Pool F: Bulgaria 4, Brasile 2, Italia 0. Programma (tutte le partite in diretta su Sky Sport 2) - Domani: Semifinali ore 14.00 e ore 17.00 Domenica Finali ore 14.00 1-2 posto; ore 17.00 3-4 posto. Tutti i risultati della Final Six nella sezione eventi.
Al via gli Europei Juniores femminili25/08/2006

Al via gli Europei Juniores femminili

Prendono il via oggi i Campionati Europei Juniores femminili, che si svolgeranno in Francia a Metz e St. Dié des Vosges. Le azzurrine detentrici del titolo affronteranno nell'ordine: Croazia, Belgio, Repubblica Ceca, Francia e Bielorussia. Nell'altro girone ci sono Ucraina, Olanda, Serbia, Polonia, Turchia e Russia. Il tecnico federale Marco Mencarelli (già vice di Bonitta in occasione del vittorioso Mondiale 2002) è abbastanza soddisfatto di quanto fatto dalla sua squadra in fase di preparazione: “Abbiamo giocato molto, acquisendo confidenza con il campo. In questa settimana abbiamo rifinito la preparazione qui in Francia, tre partite amichevoli, di cui due vinte, nelle quali non abbiamo giocato benissimo, ma le ragazze mi hanno dato la sensazione di saper controllare le avversarie. – poi ha proseguito Mencarelli – Sulla carta la favorita è l’Ucraina che ha vinto lo scorso anno l’Europeo cadette. Noi abbiamo un girone abbastanza delineato: a parte il Belgio, che dovrebbe essere la squadra meno forte, c’è la Francia che gioca una buona pallavolo, la Croazia che ci aspettavamo più forte, la Cechia con due ottimi attaccanti di banda e la Bielorussia, classica squadra ex sovietica con una schicciatrice molto potente e la squadra che le gira attorno. Lo scorso anno questo gruppo è arrivato terzo ai Mondiali cadette, con qualche rimpianto.” Calendario prima giornata: Pool 1 (St. Dié des Vosges): ore 15 Italia-Croazia; ore 17.30 Francia-Belgio; ore 20 Repubblica Ceca-Bielorussia; Pool 2 (Metz ): ore 15 Ucraina-Olanda; ore 17.30 Serbia-Polonia; ore 20,30 Russia-Turchia
Azzurre a punteggio pieno nel Grand Prix25/08/2006

Azzurre a punteggio pieno nel Grand Prix

Ancora una prova di carattere della nazionale di Marco Bonitta nella prima gara del secondo weekend a Taipei, dove ha colto la quarta vittoria consecutiva nel World Grand Prix. Le azzurre si sono imposte in cinque set all'Azerbaijan ribaltando, nel set conclusivo, un parziale che le vedeva sotto di cinque punti. Con questo risultato rimangono in testa alla classifica del Grand Prix, con quattro vittorie in altrettante gare. Domani alle 10.30 italiane affronteranno la Thailandia. Bonitta ha inserito nel sestetto Francesca Piccinini schierando le diagonali Lo Bianco-Togut, Anzanello-Guiggi, Rinieri-Piccinini con la De Gennaro libero. Garyev ha risposto con Guliyeva-Mammadyarova, Parkhomenko-Korkmaz, Shabovta-Mammadova e il libero Korotenko. L'Italia parte subito bene nel primo set e si porta sul 7-3. Controlla le avversarie con un ottimo muro-difesa ed incrementa il vantaggio fino a chiudere sul 25-18. Nel secondo set le azzurre sono subito sul 4-0. Le azere rimontano fino a portarsi in vantaggio sul secondo tempo tecnico per 14-16. Su battuta corta della Lo Bianco il doppio break del sorpasso azzurro: 21-19 e time-out azero. Si riprende il gioco, il tempo di inserire Fiorin in prima linea al posto della Piccinini e l'Italia chiude sul 25-20. Terzo set con sestetti iniziali e grande equilibrio in campo. Sul 22-23 Gasimova rileva al servizio Mammadova e mette a segno un ace e poi in difficoltà la ricezione italiana, l'Azerbaijan chiude sul 22-25. Quarto set con Bonitta inserisce la Del Core al posto della affatticata Piccinini. Le azere vanno in vantaggio e con il muro fermano ben quattro volte gli attacchi tricolori. Tre battute sbagliate, Lo Bianco, Kuvalenka e Rinieri chiudono il set 23-25. Quinto set con sestetti e rotazioni iniziali. È della Mammadova il primo break (0-2) che poi mette a segno l'ace del 3-6 e Bonitta ferma il gioco. Si cambia campo dopo altri due punti delle azere sul 3-8. Ma le azzurre non si demoralizzano, Guiggi a muro e Togut da seconda linea portano il 6-8 e Garyev chiama tempo. Ancora muro di Guiggi e contrattacco di Rinieri e Togut e l'Italia è in vantaggio 9-8. Entrano Centoni a muro e Dall'Igna in battuta e Mammadova manda fuori l'11-9. Rinieri e Togut firmano il 14-10. E' della Togut il punto finale della gara: finisce 15-10. Il tabellino della partita:ITALIA-AZERBAIJAN (25-18, 25-20, 22-25, 23-25, 15-10)ITALIA: Lo Bianco 2, Rinieri 16, Anzanello 12, Togut 26, Piccinini 14, Guiggi 17, De Gennaro (L); Centoni, Fiorin, Del Core, Dall'Igna. N.e. Crisanti. All. Bonitta. AZERBAIJAN: Guliyeva 3, Shabovta 12, Parkhomenko 12, Mammadyarova 4, Mammadova 25, Korkmaz 11, Korotenko (L); Kavalenka 3, Gasimova 1, Yarmammadova. N.e. Maksimova Siminyagina,. All. Faig Garyev ARBITRI: Zahorcova (CZE) e Ali (BRN).Spettatori: 1000. Durata set: 20', 22', 23', 25', 14'; totale 1h44'. Italia: battute sbagliate 16, vincenti 4, muri 12, seconda linea 11, errori 28. Azerbaijan: b.s. 9, v. 6, m. 9, s.l. 2, e. 20. In allegato i commenti e i risultati odierni del World Grand Prix.
Azzurre contro l'Azerbaijan a Taipei24/08/2006

Azzurre contro l'Azerbaijan a Taipei

Domani mattina alle 8.30 (italiane) le azzurre di Marco Bonitta affronteranno l'Azerbaijan nel primo match del secondo turno del World Grand Prix. Questo il calendario del week end: Gruppo D - Macau (Mco), 25 agosto: 12.00 Brasile-Rep.Dominicana, 14.30 Cina-Stati Uniti; 26 agosto; 8.30 Brasile-Stati Uniti, 11.00 Cina-Rep.Dominicana; 27 agosto: 7.00 Stati Uniti-Rep.Dominicana, 10.00 Cina-Brasile. Gruppo E - Seoul (Kor), 25 agosto: 9.00 Corea-Russia, 12.00 Polonia-Giappone; 26 agosto: 9.00 Russia-Polonia, 12.00 Corea-Giappone; 27 agosto: 7.00: Corea-Polonia, 12.00 Russia-Giappone. Gruppo F - Taipei (Tpe), 25 agosto: 8.30 Italia-Azerbaijan, 11.50 Tailandia-Cuba; 26 agosto: 8.30 Cuba-Azerbaijan, 10.30 Tailandia-Italia; 27 agosto: 8.30 Cuba-Italia, 10.30 Azerbaijan-Tailandia. CLASSIFICA GENERALE: Brasile, Italia e Cina 6; Giappone, Russia e Rep.Dominicana 4; Azerbaijan, Stati Uniti e Cuba 2; Polonia, Tailandia e Corea del Sud 0. FORMULA: le 12 squadre sono divise ogni settimana in tre gironi diversi, al termine delle tre settimane le prime cinque della classifica più l'Italia (paese organizzatore) disputeranno a Reggio Calabria dal 6 al 10 settembre la finale a sei.
Tutti i risultati di Mosca24/08/2006

Tutti i risultati di Mosca

Questi i risultati della fase finale della World League 2006, in fase di svolgimento a Mosca:Mercoledì 23 agosto: Russia-Serbia Montenegro 3-0 (25/20, 26/24, 25/,18)Brasile-Bulgaria 0-3 (17/25, 23/25, 20/25) Francia-Italia 3-2 (25/18, 23/25, 23/25, 25/20, 15/11)Giovedì 24 agosto:Italia-Brasile 1-3 (14-25, 25/17, 19/25, 21/25)Serbia Montenegro-Bulgaria 0-3 (24/26, 20/25, 24/26)Francia-Russia 2-3 (23/25, 25/21, 22/25, 25/21, 10/15)La classifica del girone E:1 Russia 4 2-0 183 167 2 Francia 3 1-1 216 206 3 Serbia & Montenegro 2 0-2 130 153La classifica del girone F:1 Bulgaria 4 2-0 152 128 2 Brasile 3 1-1 152 154 3 Italia 2 0-2 178 203 Tutti i risultati della World League nella sezione eventi.
Italia sconfitta dal Brasile a Mosca24/08/2006

Italia sconfitta dal Brasile a Mosca

L’Italia di Gian Paolo Montali è stata sconfitta per 3-1 dal Brasile nel secondo incontro della Final Six della World League. Una sconfitta che complica molto la corsa verso le semifinali della manifestazione, legata non solo ad una indispensabile vittoria azzurra contro la Bulgaria nel match di domani alle 14 (diretta Sky Sport 2), ma anche ai risultati altrui in questo momento difficilmente ipotizzabili. L’Italia ha perduto al termine di un match, non bellissimo, ma abbastanza combattuto. Il Brasile ha dominato il primo set, ma la risposta dei campioni d’Europa è stata immediata e positiva. Trovando continuità in battuta, una buona lettura a muro Fei e compagni hanno con personalità il secondo set. Nel terzo e nel quarto la differenza l’ha fatto il servizio verdeoro Montali ha mandato in campo la stessa squadra del giorno precedente: Vermiglio in regia, Fei (anche oggi il migliore degli italiani) opposto, Mastrangelo e Tencati centrali, Savani e Paparoni schiacciatori. Nel corso del primo set spazio per Papi, al posto di Savani. All’inizio del secondo set l’Italia ha perso Corsano, per il riacutizzarsi del problema al ginocchio sinistro e il capitano Papi lo ha sostituito nel ruolo di libero. Montali ha utilizzato anche Cozzi dall’inizio del secondo set ed ha fatto più volte ricorso anche al secondo regista Sintini. Il tabellino della partita: ITALIA-BRASILE 1-3 (14-25 25-17 19-25 21-25) ITALIA: Fei 19, Paparoni 9, Mastrangelo 9, Vermiglio, Savani 9. Tencati. Libero: Corsano (Papi 1). Lasko, Cozzi 3, Semenzato, Sintini 1. BRASILE: Andrè Heller 13, Andrè 15, Dante 14, Rodrigao 5, Ricardo 1, Giba 14. Libero: Sergio. Anderson 1. Non entrati:Marcelo, Murilo, Gustavo. Samuel. Allenatore: Bernardinho. ARBITRI: Brandbury (Can) e Wang (Chn) Durata set: 18, 24, 22, 23 - Spettatori: 1350 - Italia: battute sbagliate 17, aces 1, muri 10, errori 11. Brasile: bs 14, a 6, m 15, e 11. I COMMENTI AZZURRI Montali: “Il Brasile ha giocato meglio rispetto alla gara d’esordio, ma noi non ci siamo espressi al massimo. Si è sentita la mancanza di schiacciatori come Cisolla e Cernic. Corsano non stava benissimo, aveva saltato le ultime due gare con la Russia e con la Francia era al 40-50 per cento del suo potenziale. Dopo il primo set ha sentito nuovamente dolore ed è dovuto uscire. Contro la Bulgaria sicuramente non giocherà.” Papi: “Dopo una partenza negativa eravamo riusciti a rientrare in partita, andando sull’1-1, ma nel terzo e nel quarto set abbiamo subito il loro gioco veloce.” Mastrangelo: “ Forse se avessimo iniziato meglio, il risultato finale poteva essere diverso. Nel secondo battendo meglio abbiamo vinto. Nel quarto abbiamo cercato di rientrare, ma nel momento decisivo è emersa l’esperienza del Brasile, una squadra amalgamata da anni.”
All'Italia la wild card per le finali della World League22/08/2006

All'Italia la wild card per le finali della World League

Glu azzurri hanno ottenuto dalla Fivb la wild card per prender parte alla Final Six della World League a Mosca, in programma da mercoledì 23 a domenca 27 agosto. Tutti gli incontri verranno trasmessi in diretta su Sky Sport 2.Queste le altre squadre qualificate: SERBIA, BRASILE, FRANCIA E BULGARIA Classifica Pool A: Serbia Montenegro 18, Polonia 16, Stati Uniti 10, Giappone 2.Classifica Pool B: Brasile 22; Argentina 14, Finlandia 6, Portogallo 2. Classifica Pool C: Francia 18, Russia 16, Italia 14, Cina 0. Classifica Pool D: Bulgaria 20, Cuba 20, Corea del Sud 8, Egitto 0 (Bulgaria prima per quoziente punti 1,181 su Cuba 1,167).Questo il calendario della Final Six, cui prenderanno parte: Russia (paese organizzatore), Serbia (1. pool A), Brasile (1. pool B), Francia (1. pool C), Bulgaria (1. pool D) e la wild card. Secondo il regolamento della manifestazione verranno suddivise in due pool prestabilite che tengono presente il numero di punti raccolti nella fase preliminare: La pool E sarà formata da Russia, Serbia (3. della classifica generale), Francia (4.); la pool F da Brasile (1.), Bulgaria (2.) e da Italia, cui è stata assegnata la wild card. Ogni squadra giocherà contro le altre due del suo gruppo ed un terzo match con una squadra dell’altro, le prime due di ogni pool daranno vita alle semifinali con il classico incrocio. 23 agosto: Russia-Serbia; Brasile-Bulgaria; Francia-Italia. 24 agosto: Russia-Francia; Brasile-Italia; Serbia-Bulgaria. 25 agosto: Russia-Brasile; Serbia-Francia; Bulgaria-Italia.
Le parole di Acosta sulla Wild Card21/08/2006

Le parole di Acosta sulla Wild Card

Il presidente della Fivb, Ruben Acosta ha accompagnato l’annuncio della concessione della wild card all’Italia con una dichiarazione sulle motivazioni che lo hanno spinto a prendere questa difficile decisione:: «Io penso che molte squadre potevano, giustamente, pretendere questo invito. Purtroppo la Fivb aveva a disposizione soltanto una wild card. Dopo un esame attento di tutti gli aspetti siamo felici di attribuirla all’Italia. Uno degli argomenti che ci ha spinto a questa decisione è la partecipazione ininterrotta della squadra italiana alla World League, dalla prima edizione del 1990 ad oggi. Soltanto il Brasile puó vantarsi di aver fatto altrettanto. L’Italia detiene anche il record di medaglie d’oro, otto contro le cinque della squadra carioca. – secondo il presidente Acosta, queste credenziali alle quali va aggiunto il secondo posto attuale degli azzurri nel ranking mondiale - «regalerà ancora più qualità alle finali di Mosca, rendendo il torneo ancora più attraente per gli sportivi ed i media.».
Bis degli azzurri sulla Russia a Mosca21/08/2006

Bis degli azzurri sulla Russia a Mosca

L’Italia raddoppia vince ancora in casa della Russia e chiude la fase preliminare della World League con sette vittorie. Gli uomini di Montali hanno vinto in cinque set: il ct ha confermato il sestetto che si era imposta nella prima sfida con la formazione di Gaijc, e soltanto dal secondo set ha rilanciato Mastrangelo. Grandi protagonisti del successo Fei e Paparoni. Per il capitano di giornata (Papi è stato utilizzato come libero e non poteva portare la fascia per regolamento) l’ennesima grande prestazione di livello assoluto. Per il giovane martello marchigiano, una partita di grande spessore che puó dare la svolta definitiva ad una carriera già promettente. Il primo set è sembrato il proseguimento della gara di sabato. Russia in avanti inizialemente, Italia tranquilla e sicura di sè che dopo essersi trovata sotto ha preso a macinare gioco ed ha prima pareggiato per poi allungare. Italia diversa nel secondo parziale, incredibilmente fallosa in battuta (9 errori al servizio tra cui quello che ha chiuso il set di Semenzato), per lunghi tratti in soggezione dei russi, nelle cui file l’ingresso di Poltavsky ha regalato maggiore incisività. Nel terzo il ct azzurro ha confermato Mastrangelo al posto di Cozzi ed il centrale pugliese, al rientro dopo tre gare trascorse in panchina ha ripagato la fiducia entrando subito nel match come protagonista. L’Italia ha ripreso a leggere il giocho russo e ha chiuso tranquillamente 25-17. Nel quarto Fei e compagni hanno dato la sensazione di poter chiudere, ma nella parte centrale hanno sbagliato troppo e la Russia ha preso coraggio e imponendosi 25-22 ha guadagnato il tie-break. Quinto set in cui l’Italia ha dominato, trascinata da un incontenibile Paparoni, che ha siglato 6 punti tra cui quello finale della vittoria. Il tabellino della partita:RUSSIA-ITALIA 2-3 (18-25 25-22 17-25 25-22 6-15) ITALIA: Savani 11, Tencati 6, Fei 25, Paparoni 19, Cozzi 4, Vermiglio 2. libero: Papi. Mastrangelo 11, Semenzato. Non entrati: Sintini, Corsano, Lasko. All. Montali. RUSSIA: Kosarev 6, Kazakov 4, Baranov 4, Korneev 5, Abrosimov 6, Grankine 1. libero: Verbov. Tetyukhin 6, Poltavsky 18, Kuleshov 8, Abramov 1. Non entrati: Ushakov. All. Gaijc. Arbitri: Tufektchiev (Bul) e Sakaide (Jpn) Durata Set: 21, 21, 22, 19, 13 Spettatori: 4000 Italia: Battute vincenti 4, sbagliate 20, muri 17, errori 13. Russia: bv 3, s 20, m 7, e 10.
World League, a Mosca l'Italia batte la Russia 3 a 019/08/2006

World League, a Mosca l'Italia batte la Russia 3 a 0

RUSSIA-ITALIA 0-3 (22-25 27-29 24-26) ITALIA: Vermiglio 1, Paparoni 7, Tencati 6, Fei 17, Savani 18, Cozzi 7. libero: Papi. Semenzato. Non entrati: Sintini, Corsano, Mastrangelo, Lasko. All. Montali. RUSSIA: Baranov 14, Tetyukhin 8, Abrosimov 1, Grankine 1, Abramov 11, Kazakov 9. libero: Ermakov. Ushakov, Poltavsky 8, Kuleshov 8. Non entrati: Kosarev, Korneev. All. Gaijc. Arbitri: Sakaide (Jpn) e Tufektchiev (Bul) Note: Durata Set: 24, 29, 26. Spettatori: 3018. Italia: Battute vincenti 4, sbagliate 3, muri 8, errori 10. Russia: bv 3, s 14, m 6, e 9. Mosca. L’Italia si toglie la soddisfazione di vincere nettamente e con pieno merito in casa della Russia. Un successo ottenuto con una formazione rimaneggiata, ma più che meritato sul campo. Un successo che arriva nella giornata in cui diventa aritmetica l’esclusione dalla Final Six (che comincia mercoledì 23) per il successo casalingo della Francia sulla Cina per 3-1. Per la quinta volta nelle undici gare sino ad oggi disputate nell’ambito della World League 2006, la squadra azzurra è scesa in campo, di fatto, con soli undici uomini. Infatti ieri mattina, al risveglio, Montali aveva avuto la brutta notizia dell’indisponibilità di Mirko Corsano, il libero azzurro, già assente nelle due precedenti gare con la Russia ha accusato un risentimento al ginocchio sinistro ed è stato sostituito nel ruolo da Samuele Papi (non una novità era già accaduto nell’era Anastasi) e da Alessandro Paparoni (confermato martello) come era accaduto a Genova e Torino. Gli azzurri hanno giocato un ottimo primo set, molto incisivi in attacco, senza nessun fallo in battuta, bene organizzati nella fase difensiva. La Russia ha retto il loro ritmo sino al 16-16 pari, poi nel momento importante si è dimostrata fallosa. E’ stato Fei a siglare il 25-22. Al rientro in campo, dopo un attacco messo a segno dall’opposto azzurro, la Russia grazie anche ai potenti servizi di Baranov si è portata sul 6-1. Montali ha chiamato tempo ed al ritorno in campo si è rivista l’Italia d’inizio gara, che grazie alla buona regia di Vermiglio ed alla vena di Savani e soprattutto Fei è tornata sotto ha tenuto i russi a distanza ravvicinata, per agguantarli sul 18-18, superarli sul 20-19 e chiudere con un muro di Cozzi 29-27, dopo aver annullato con uno scatenato Savani la possibilità dell’1-1, avuta dagli uomini di Gaijc sul 25-24. Il terzo set è stato il più combattuto, pieno di capovolgimenti di punteggio. Tra i protagonisti decisivi Alessandro Paparoni, che dopo due terzi di gara giocata con grande disciplina in difesa e ricezione, si è reso utile in attacco nel momento decisivo. L’Italia ha rimontato prima tre lunghezze di ritardo da 13-16, poi ha annullato un set point alla Russia, prima di chiudere con un gran muro di Tencati. Domani si replica sempre alle 16 italiane (diretta su Sky Sport 3). I commenti in allegato.
Azzurre in viaggio per Taipei19/08/2006

Azzurre in viaggio per Taipei

La nazionale azzurra femminile è in viaggio per raggiungere Taipei, sede del secondo girone del suo World Grand Prix. Intanto oggi si sono giocate altre gare a Tokyo ed Hong Kong. Gruppo C – Bydgoszcz: Stati Uniti-Rep.Dominicana 2-3 (25-21, 23-25, 25-19, 25-27, 8-15), Polonia-Italia 0-3 (23-25, 18-25, 21-25); Italia-Rep.Dominicana 3-0 (25-17, 25-17, 25-18), Polonia-Stati Uniti 1-3 (24-26, 22-25, 25-18, 21-25); Italia-Stati Uniti 3-1, Polonia-Rep.Dominicana (Ore 20). Classifica: Italia 6, Rep.Dominicana 2, Stati Uniti 2, Polonia 0. Gruppo A - Tokyo (JPN), 19 agosto: Cuba-Brasile 1-3, Korea-Giappone 0-3; Classifica: Brasile e Giappone 4, Cuba e Korea del Sud 0. 20 agosto: ore 7.30 Cuba-Corea, ore 11.00 Brasile-Giappone. Gruppo B - Hong Kong (CHN), 19 agosto: Russia-Tailandia 3-1, Cina-Azerbaijan 3-1; Classifica: Russia e Cina 4, Azerbaijan e Tailandia 0. 20 agosto: 7.15 Azerbaijan-Tailandia, 9.45 Cina-Russia. Classifica generale fase eliminatoria: Italia 6, Brasile, Cina, Giappone, Russia, Dominicana 4, Stati Uniti 2, Cuba, Azerbaijan, Polonia, Corea del Sud, Tailandia 0.
Sigla.com - Internet Partner