Archivio Campionato maschile

Il presidente Magri soddisfatto: “Che spettacolo il nostro movimento”08/05/2014

Il presidente Magri soddisfatto: “Che spettacolo il nostro movimento”

Dopo il fine settimana che ha assegnato i titoli nazionali e ha regalato all’Italia la seconda vittoria nel circuito mondiale di beach volley, il presidente federale Carlo Magri ci ha tenuto ad esprimere tutta la sua soddisfazione: “Quello passato è stato un grande week end di pallavolo e beach volley. I nostri Daniele Lupo e Paolo Nicolai, infatti, hanno conquistato un risultato straordinario, mai ottenuto prima in Italia. I loro successi rappresentano il coronamento di un percorso che parte da lontano e che è stato reso possibile dai sacrifici delle molte persone che quotidianamente lavorano con passione e caparbietà”. “Nel fine settimana – ha continuato il presidente - però ho avuto il piacere di assistere anche alle finali scudetto; una delle quali, la maschile, in compagnia del Presidente della FIVB Ary Graça F°, venuto da Losanna su mio invito. Si è trattato di due grandi partite nelle quali si sono sfidate squadre di altissimo livello che si sono date battaglia in una cornice di pubblico straordinaria. Il popolo del volley ancora una volta si è distinto per educazione e senso di civiltà; gli impianti di Busto Arsizio e Perugia erano pieni, ma l’unica cronaca che è stata registrata è stata quella sportiva”. Il presidente Magri ha poi concluso: “Sono state due sfide avvincenti che ha visto scendere in campo tanti atleti che saranno sicuri protagonisti della stagione azzurra; partite vissute tutte d’un fiato in cui il vero vincitore è stato lo sport”.
Atanasijevic rimane a Perugia. Arriva De Cecco?07/05/2014

Atanasijevic rimane a Perugia. Arriva De Cecco?

L'ufficio stampa di Perugia rilega la notizia solo sul finire del suo comunicato perché i festeggiamenti per il grande campionato portato avanti dagli umbri sono ancora protagonisti. Ma dietro premi, riconoscimenti, applausi della 'piazza' e intervista ai pezzi pregiati della Sir, c'è nascosto il colpo di coda più atteso e desiderato dai tifosi: l'opposto serbo Atanasijevic giocherà ancora a Perugia. Per lui, contratto per i prossimi tre anni a cifre decisamente... impreviste. Poi, sarà fatta davvero per il regista argentino De Cecco? E le voci dell'ultima ora di una scelta tecnica su Vujevic come nuovo coach? E l'arrivo del martello tedesco Fromm dai cugini di Città di Castello? I prossimi giorni saranno decisivi per le risposte a tante domande ma una cosa è certa: Perugia non avrà vinto il campionato ma è stata capace di catalizzare ancora su di se ancora grande interesse. Domani attorno a mezzogiorno Ravenna potrebbe ufficializzare Silvano Prandi come nuovo allenatore.
Lube: trionfo contro avversari straordinari05/05/2014

Lube: trionfo contro avversari straordinari

di Adelio PistelliHa vinto chi, per una stagione ha avuto addosso pressione e curiosità perché doveva vincere. Ha vinto Macerata ma prima di entrare nei dettagli di un’altra bella serata di volley, onore al merito di chi ha perso. Perugia ha confermato sino all’ultimo pallone di aver smesso definitivamente i panni della provinciale, senza più il marchio di semplice sorpresa. Buti (eccellente) e compagni sanno di aver fatto tutto ciò che era nelle loro possibilità; Vujevic e soci sanno di aver compiuto un miracolo, a prescindere. Lo hanno confezionato per un campionato intero. A proposito del montenegrino di Perugia: non finiremo mai di stupirci, perché questo quarantunenne non finisce mai di stupire. Ha giocato gara-quattro regalando colpi di autentica classe e per lui parlano anche i numeri: 75% in ricezione e 52 in attacco. "Mi spiace per come sia finita, forse meritavamo almeno di arrivare al quinto set. Però, pazienza anche se un rammarico sugli arbitri: ci hanno penalizzato e non è successo solo stasera. Mi spiace, Macerata avrebbe vinto forse lo stesso, vista la sua forza e la sua qualità tecnica". Passa il francese Henno, grande abbraccio tra i due mentre la gente di fede perugiana applaude giocatori e Kovac, al passo d’addio (allenerà l’Iran). C’è festa globale con i tifosi Lube danno sfogo alle proprie gioie per uno scudetto tanto desiderato e ancor più bello perché vinto contro un signor avversario. Tricolore numero tre per la Lube, terzo per il suo tecnico Giuliani, forse il vero grande artefice di questo trionfo.
La Lube Banca Marche Macerata è Campione d'Italia05/05/2014

La Lube Banca Marche Macerata è Campione d'Italia

Play Off A1 UnipolSai, Gara 4 Finale scudetto maschileSIR SAFETY PERUGIA - CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA 1-3 (25-22, 22-25, 21-25, 33-35) SIR SAFETY PERUGIA: Buti 10, Paolucci, Petric 18, Giovi (L), Cupkovic, Barone 3, Della Lunga, Mitic 1, Vujevic 12, Atanasijevic 24, Semenzato 2. N.e. Della Corte, Fanuli. All. Slobodan Kovac. CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA: Henno (L), Parodi 4, Zaytsev 18, Stankovic 7, Kovar 15, Monopoli, Giombini, Kurek 14, Baranowicz 3, Podrascanin 10. N.e. Patriarca, Provvisiero. All. Alberto Giuliani. ARBITRI: Matteo Cipolla e Fabrizio Pasquali. NOTE - Spettatori 4600, incasso 75000, durata set: 28', 28', 28', 45'; tot: 129'.È la Lube Macerata a conquistare il titolo di Campione d’Italia 2013-2014. Al termine di una gara 4 per certi versi epica, con una cornice di pubblico da fare invidia al mondo dello sport per la correttezza, la sportività ed il calore dimostrato, i marchigiani violano il PalaEvangelisti al cospetto di una Sir Safety Perugia comunque fantastica per la stagione disputata e per come ha giocato i Play Off Scudetto UnipolSai. Dopo un primo set vinto dai padroni di casa guidati dalla classe infinita di capitan Vujevic, gli ospiti hanno sistemato la ricezione, complici anche i troppi errori in battuta dei ragazzi di Kovar e si sono portati a condurre due set ad uno. Da registrare e conservare nella bacheca dei ricordi migliori il quarto parziale. Grande spettacolo, in campo e sugli spalti, due grandi squadre a darsi battaglia a suon di colpi vincenti.
Sigla.com - Internet Partner