Archivio Campionato maschile

Klapwijk a Ravenna, Savani interessa a Cuneo13/05/2013

Klapwijk a Ravenna, Savani interessa a Cuneo

di Adelio PistelliIl mancino olandese Klapwijk è il nuovo opposto di Ravenna del neo direttore generale Beppe Cormio. A proposito: grande (e bella quanto significativa) accoglienza ieri dei tifosi trentini per quello che, da un anno, è un grande ex, protagonista di molti successi dei neo campioni d’Italia. A Ravenna, giocherà anche il libero Andrea Bari ormai in uscita da Trento. Da dove se ne va, adesso è ufficiale, l’opposto ceco Jan Stokr: schiaccera in Russia, con il Krasnodar. A proposito di schiacciatori: un a voce importante attorno a Cristian Savani, che sta lasciando la Lube: oltre a concrete possibilità polacche come accennavamo recentemente, adesso si apre una parentesi piemontese: possibilità Cuneo per il capitano della nazionale.
L'Itas Diatec Trentino ha vinto lo scudetto12/05/2013

L'Itas Diatec Trentino ha vinto lo scudetto

Gara 5 di Finale ScudettoITAS DIATEC TRENTINO - COPRA ELIOR PIACENZA 3-2 (25-23, 21-25, 25-22, 19-25, 15-12) ITAS DIATEC TRENTINO: Kaziyski 17, Sintini 2, Birarelli 14, Juantorena 11, Uchikov, Lanza 1, Djuric 8, Colaci (L), Stokr 17, Chrtiansky Jr, Bari (L), Burgsthaler 4. N.e. Giannelli. All. Radostin Stoytchev. COPRA ELIOR PIACENZA: Marra (L), Papi 10, Fei 20, Simon 20, Zlatanov 17, Holt 12, Tencati 1, Maruotti, Vettori, De Cecco 5. N.e. Latelli, Corvetta, Ogurcak. All. Luca Monti. ARBITRI: Nico Castagna e Stefano Cesare. NOTE - Spettatori 4360, incasso 61247, durata set: 29', 28', 33', 29', 20'; tot: 139'. Tie break fase finale, 11-10, attacca Juantorena murato da Holt, 11 pari, chiama time out Stoytchev. PalaTrento infuocato, perfetta parità, 4 punti dividono le 2 squadre dal tricolore. Murato nella pipe Kaziyski da Fox Fei, 11-12, primo vantaggio di Piacenza, che era stata in svantaggio 6 a 1 nel quinto parziale. Jantorena riaggancia la parità a quota 12, e proprio l'iatlo-cubano Osmany va in battuta, Papi non mette palla a terra, Stokr sì, al suo secondo attacco, 13-12. Malinteso in attacco di Piacenza, chiude Stokr, c’è il tocco del muro piacentino, 14-12, scambio lungo, chiuso dall’attacco out di Papi, 15-12, l’Itas Diatec Trentino è campione d’Italia, per la terza volta nella storia Trento conquista il tricolore. Matej Kaziyski: “Abbiamo sofferto tanto, ce lo siamo meritati”. Giacomo Sintini: “Sono sotto shock, non so cosa dire, non avrei mai potuto immaginare una cosa del genere, non posso crederci. Dopo l’infortunio di Raphael i ragazzi mi sono stati vicini come se avessimo sempre giocato insieme tutto l'anno. Sapete com’ero messo un anno fa, non perdete mai la speranza, perché il sole può tornare a risplendere, io ce l’ho fatta. Questa vittora la dedico alla mia famiglia, ai medici che mi hanno curato e tenuto la mano durante la notte quando ero in difficoltà e a tutte le persone ammalate di cancro!”.
Sigla.com - Internet Partner