Archivio Campionato maschile

Cosa succede a Modena?30/06/2012

Cosa succede a Modena?

di Adelio PistelliBruno Da Re è sempre più l’incontrastato e imprevedibile uomo-mercato. Da anni e tanti, da quando lavorava a Treviso, è sempre stato capace di regalare emozioni. Continua a farlo e, adesso, vista anche la delicata situazione economica che si è creata a Modena, ogni sua operazione ha doppio significato, a prescindere. E così, fatta la scelta più costosa con l’opposto lettone Celitans (che sarà in diagonale con Baranowicz), il general manager alla fine regala alla ‘piazza’ modenese (competente e paziente) un team che, alla fine, farà divertire. Ultimo arrivo, lo schiacciatore parigino Guillame Quesque, un ventitreenne che ha perso solo momentaneamente il giro della nazionale per un infortunio nello scorso inverno. Farà coppia con il belga Deroo ed il confermato olandese Kooy.
Angelo Lorenzetti è l'allenatore di Modena28/06/2012

Angelo Lorenzetti è l'allenatore di Modena

Pallavolo Modena ha raggiunto un accordo di collaborazione con Angelo Lorenzetti che nella prossima stagione sarà l’allenatore di Casa Modena. Domani, venerdì 29 giugno, alle ore 11.30 presso la Sala Stampa del PalaCasaModena ci sarà la presentazione ufficiale dello stesso Lorenzetti.Nell’occasione Pallavolo Modena saluta Daniele Bagnoli e gli formula un sincero “in bocca al lupo” per l’attività nel suo prossimo club.
Carpi rinuncia alla serie A226/06/2012

Carpi rinuncia alla serie A2

Universal Pallavolo Carpi comunica di dover a malincuore rinunciare alla partecipazione al prossimo campionato di serie A2. La Società si è prodigata in ogni modo, pur nella difficile situazione post-terremoto, per coronare quanto conquistato sul campo ma l'impossibilità di disputare la serie A nella città di Carpi o nelle immediate vicinanze rappresenta uno scoglio insormontabile. "Come sempre dichiarato era per noi una condizione necessaria il poter mantenere il legame con Carpi e il nostro territorio così come avviene da 40 anni - spiega il presidente Stefano Allorini - Constatata l'impossibilità di trovare una struttura idonea nelle immediate vicinanze della città, abbiamo deciso di evitare un salto nel buio quale quello di spostare la squadra lontano da Carpi. Ringraziamo l'Amministrazione Comunale per l'appoggio costante che ci ha fornito in questo periodo: in questo contesto, il nostro impegno di società sportiva è fin da ora quello di convogliare risorse e energie a supporto degli enti pubblici locali al fine di dotare finalmente Carpi di un impianto in grado di ospitare la serie A. Profonderemo insieme a Comune e Provincia ogni sforzo per far sì che il sogno serie A a Carpi sia procrastinato solo di un anno".
Cus Venezia contro Nazionale Over 5015/06/2012

Cus Venezia contro Nazionale Over 50

Si svolgerà il giorno 16 giugno presso gli Impianti Sportivi Universitari con inizio alle ore 17.30 la festa di chiusura della stagione del CUS Venezia pallavolo. Nell’occasione è previsto un momento di assoluto livello con una partita tra la Nazionale Over 50 con grandi campioni quali Franco Bertoli, Giancarlo Dametto, Paolo Vecchi, Stefano Recinee il CUS Venezia Casinò, che ha appena concluso al sesto posto il campionato di serie C. Nel corso della manifestazione sarà consegnato al CUS il marchio di qualità per l'attività giovanile, assegnato dalla FIPAV Nazionale alle società che rispettano i parametri previsti. Altro momento importante sarà la consegna della borsa di studio in ricordo di Filippo Baracchi, giovane atleta del CUS prematuramente scomparso e che si distingue a per le sue doti umane. Nell'occasione saranno inoltre raccolti fondi per le popolazioni colpite dal terremoto che saranno consegnati direttamente a Franco Bertoli, Presidente del CONI Modena.
Isernia saluta la serie A213/06/2012

Isernia saluta la serie A2

Le difficoltà legate alla crisi economica, la drastica riduzione di sponsor e la completa assenza di alternative, aiuti e proposte concrete riscontrata sul territorio ha portato il presidente della Fenice Isernia Mimmo Cicchetti a riconoscere, seppur a malincuore e dopo lunghe ed attente riflessioni, che non sussistono le condizioni necessarie per proseguire quello che è stato un percorso durato ben otto stagioni nel campionato pallavolistico nazionale di A2. Un lungo periodo fatto di passione e vittorie, ma anche di sconfitte. Uno staff di persone che ha portato avanti un progetto importante grazie all’amore per questo sport e per Isernia, la propria città. Che, negli anni, ha visto nel suo impianto atleti di spessore, ma ha anche lanciato tante giovani promesse, tanto da fare del club una ‘fucina di giovani talenti’. Dettagli destinati ora ad essere unicamente dei ricordi per quanti, domenica dopo domenica nel corso degli anni, si recavano al PalaFraraccio (‘fortino’ di tanti incontri avvincenti) per far sentire il proprio calore e la vicinanza alla squadra e alla società.
Sigla.com - Internet Partner