Archivio Campionato maschile

Il Volley mercato apre i battenti17/07/2007

Il Volley mercato apre i battenti

Si è aperta questo pomeriggio presso l’Hotel Centergross di Bologna la settima edizione del “Volley Mercato”, annuale appuntamento di mezza estate organizzato dalla Lega Pallavolo Serie A. Tutte le società sono presenti presso la struttura alberghiera bolognese che fin dall’ora di pranzo ha raccolto dirigenti e addetti ai lavori, pronti ad iniziare le trattative per le ultime operazioni di mercato. L’Ufficio Tesseramento, per l’occasione a Bologna, chiuderà domani alle ore 13.00 per tutte le formazioni che disputeranno il campionato di Serie A1 TIM. Per le squadre di Serie A2 TIM, invece, il termine ultimo è posticipato alle ore 18.00. Domani si chiuderanno i trasferimenti per i giocatori che hanno disputato lo scorso campionato in Italia. Nel caso in cui vengano tesserati oltre questo termine, potranno giocare solamente a partire dalla quarta giornata di campionato. Rimarrà aperto il mercato per tutti gli atleti che nella passata stagione hanno giocato in un campionato estero e che potranno essere tesserati fino all’ultima giornata di andata. Già oggi cinque squadre di Serie A1 TIM hanno ufficializzato l’elenco dei giocatori per la prossima stagione sportiva: i Campioni d’Italia della Sisley Treviso hanno dato il via al nuovo corso con il francese Pierre Pujol in regia e Stefan Huebner al centro. Alla corte di Dal Zotto anche le due promesse Maruotti e Saitta. Cambio di regia anche per l’Itas Diatec Trentino che punta su Nikola Grbic e sull’opposto Vladimir Nikolov; tutta nuova la batteria dei centrali con gli arrivi del neo italiano Gregor Jeroncic, Piscopo e Birarelli. All’appello mancano ancora due schiacciatori. Per la Copra Volley Piacenza, oltre all’arrivo di Marco Meoni, da segnalare anche gli acquisti di Granvorka e Bjelica ed il ritorno del brasiliano Bravo, lo scorso anno alla Tonno Callipo. La BreBanca Lannutti Cuneo, punta sulla linea giovane con Parodi e Rosso. Nuova anche qui la coppia di centrali formata da Felizardo e Fortunato, mentre in regia spazio al cubano Gonzalez dopo la positiva esperienza di Bassano. A Taranto, invece, il sestetto guidato da Di Pinto risulta essere praticamente rinnovato. Saranno Nuti, Vulin e Patriarca a dare continuità alla squadra che nello scorso campionato ha raggiunto lo storico accesso alla Final Eight di Coppa Italia; Vissotto e Rak rappresentano i maggiori colpi di mercato. In Serie A2 tesseramenti già depositati per Avellino, Loreto e Pineto. Non solo trattative nel primo giorno di “Volley Mercato”. Tra le prime attività proposte dalla Lega Pallavolo, grande attenzione ancora una volta è stata rivolta ai settori giovanili. Con i responsabili delle formazioni di Serie A1, si sono affrontati temi organizzativi dell’attività agonistica della stagione 2007-2008. Anche domani saranno in programma appuntamenti di confronto tra le Associate e la Lega Pallavolo. Si inizierà con il Media Day alle ore 15.00 per proseguire con un incontro riservato ai responsabili marketing delle società. Nel tardo pomeriggio, invece, gli allenatori di Serie A incontreranno il Settore Arbitrale della Fipav. Consiglio di amministrazione e Assemblea Ordinaria completeranno il programma. In allegato il programma di domani.
20 anni con la Lega Pallavolo: stagione 06/0717/07/2007

20 anni con la Lega Pallavolo: stagione 06/07

Il boom della Serie A2 TIM ed i Global Match. Daniele Bagnoli eguaglia il record di Anderlini.E' la stagione appena conclusa, quella dei ricordi più vivi. Inizia a ridosso delle vacanze estive. E' il 9 di settembre quando le 14 formazioni della Serie A1 TIM (tra loro c'è la nuova Roma) sono già in campo per la prima giornata di andata. Per Lega Pallavolo è una scelta obbligata perché alla metà di ottobre, dopo sette partite, il campionato deve osservare una lunga pausa per permettere alla Nazionale di preparare il Mondiale giocato a novembre in Giappone. Nessuna interruzione, invece, per la Serie A2 TIM che parte regolarmente il 24 settembre. La continuità viene premiata dal pubblico del volley che segue il torneo cadetto come mai aveva fatto. I dati sono esaltanti: la stagione 2006/07 è la più seguita della storia, in regular season viene superata la media dei 1000 spettatori a partita con un incremento del 16,57% rispetto all'anno precedente. Altri traguardi importanti vengono raggiunti nella comunicazione. La Lega Pallavolo Serie A annuncia l'arrivo dei Global Match: le partite in programmazione televisiva saranno visibili all'estero anche via Internet sul sito di Bet&Win, www.bwin.com. L'espansione su internet è solo l'ultima schiacciata vincente messa a segno dagli uffici di Bologna in tema di trasmissioni TV. Nell'estate, infatti, viene annunciato il prolungamento contrattuale con SKY Sport per altre tre stagioni. A dicembre, inoltre, si aggiunge alla lista dei broadcaster stranieri, già composta da Al Jazeera Sport (Medioriente e Nord Africa), ESPN (Brasile) e Sport Klub (Serbia), anche Sport Klub Polonia. La Supercoppa Italiana, come da consuetudine, è l'evento d'apertura dell'annata. Il 14 settembre Macerata fa bella mostra del suo scudetto contro la Bre Banca Lannutti Cuneo. Torna a giocare nello stesso palasport che a maggio aveva fatto impazzire una regione intera. Il BPA Palas porta ancora bene ai ragazzi di De Giorgi che vincono in 4 set. Sarà l'unica soddisfazione in una stagione da dimenticare. Il campionato si gioca senza soste per altre sei giornate, arrivando così al 15 ottobre. Cuneo è in testa, seguita dalla sorpresa Perugia di Emanuele Zanini. La stelle della Serie A TIM si danno appuntamento al PalaGeorge di Montichiari per la nuova edizione dell'All Star Game alla quale non partecipa la Nazionale. Il successo nonostante tutto è incredibile. Come era accaduto nel 2004 il triangolare-show organizzato dalla Lega Pallavolo è un autentico bagno di folla con quasi 5.000 presenze. L'italia nel frattempo vola in Giappone per i Mondiali. Mentre il fantastico Brasile di Bernardinho fa il bis, l'Italia chiude con un quinto posto che non accontenta nessuno. Continua in allegato.
Jet Lag e viaggi aerei: ritmo circadiano e performance17/07/2007

Jet Lag e viaggi aerei: ritmo circadiano e performance

Dr Alessandro Cristani Azienda ospedaliero-universitaria di ModenaRITMO CIRCADIANO e PERFORMANCE (2) Come già visto per ritmo circadiano si intende la fluttuazione delle funzioni fisiologiche che avvengono durante una giornata, definibile anche come il ciclo notte\giorno; questo è influenzato non solo dall’orologio biologico che ognuno possiede (fattore endogeno) ma anche da fattori esogeni quali il tipo di lavoro, la dieta, l’esercizio fisico, il caldo, etc. I nuclei soprachiasmatici e l’ipotalamo regolano il sistema, mentre un ormone secreto dalla ghiandola pineale, la melatonina, fa arrivare i suoi messaggi alle cellule periferiche, che sono dotate di recettori specifici. Quando scende il buio viene secreta melatonina ed il suo effetto vasodilatatorio induce una riduzione della temperatura corporea ed anche altre funzioni fisiologiche si riducono, in preparazione al sonno. La luce, al contrario, inibisce il rilascio di quest’ormone, pertanto il naturale alternarsi di luce e buio è direttamente collegato a questo sistema cronobiologico dell’organismo. Molti elementi che caratterizzano la capacità di performance dimostrano una stretta sincronia con le variazioni della temperatura corporea interna: questi includono i picchi di forza dei muscoli delle gambe, delle braccia, della schiena e la misura nei salti in lungo ed in alto (3). Infatti il picco massimo delle performance si ottiene verso le ore 18, lo stesso orario in cui la curva termica raggiunge i valori di temperatura più alti e che risulta ottimale per esplicare la forza e la flessibilità muscolare. Diversi studi controllati hanno dimostrato che la componente endogena riveste un ruolo primario nel sostenere il ritmo circadiano delle performance, altrimenti non spiegabile se si considerano i soli fattori esogeni (4). Numerose sono le osservazioni fatte su atleti di elite che hanno sofferto il jet lag dopo voli verso Ovest (5) ed Est (6); mediamente, per ripristinare i ritmi, erano necessari 5 giorni, cifra esattamente uguale al numero di meridiani attraversati. Solo dopo che il ciclo notte\giorno e la curva termica corporea si erano ripristinati, la capacità prestazionale ritornava ai livelli esistenti prima del viaggio. Anche alcuni studi retrospettivi eseguiti su atleti della Lega di Football Americana, dimostrano l’esistenza di effetti negativi sui risultati quando le squadre compiono, per giocare in campionato, viaggi coast-to-coast. Il decremento prestazionale tende ad essere più evidente quando il volo avviene verso Est, perchè l’orologio biologico corregge meno facilmente l’accorciamento che l’allungamento del giorno. Tutti gli studi presi in considerazione mettono in evidenza l’importanza di attuare provvedimenti atti a ridurre o eliminare i disturbi da jet lag; questi assieme all’esperienza maturata dai team medici e dagli atleti, hanno permesso di redigere una serie di linee guida per cercare di minimizzare tali effetti. Ne risulta un decalogo che ho cercato di scrivere in modo chiaro e confidenziale, tale da essere riprodotto e consegnato agli atleti ed allo staff tecnico qualche giorno prima di un viaggio aereo con superamento di 4 o più meridiani.. Continua in allegato con LE LINEE GUIDA per ATLETI di ELITE su COME COMPORTARSI PRIMA, DURANTE e DOPO LUNGHI VIAGGI AEREI (7), CONSEGUENZE per la SALUTE e la BIBLIOGRAFIA.
Pujol arriva a Treviso16/07/2007

Pujol arriva a Treviso

Pierre Pujol sta per arrivare a Treviso: il nuovo regista della Sisley Volley sarà presentato domani, martedì 17 luglio alle ore 12.30 presso la Sala Convegni de La Ghirada – Città dello Sport. Durante la conferenza stampa verrà presentata la campagna abbonamenti per la stagione 2007-2008 della Sisley Volley.
Si apre il Volley mercato. Giovedì la festa dei 20 anni16/07/2007

Si apre il Volley mercato. Giovedì la festa dei 20 anni

E' ormai tutto pronto per la tre giorni di "Volley Mercato" organizzata dalla Lega Pallavolo Serie A. Da domani, martedì 17 luglio, fino a giovedì i dirigenti delle squadre di Serie A TIM si ritroveranno presso l'Hotel Centergross di Bologna per concludere le ultime trattative di mercato e formare così definitivamente i roster delle squadre. L'evento si aprirà domani alle ore 14.00 e si concluderà giovedì mattina con la "Festa dei 20 anni della Lega Pallavolo Serie A" al Teatro Arena del Sole di Bologna. Nei primi due giorni di lavoro, verrà dedicata particolare attenzione ai tesseramenti degli atleti. Le società della Serie A1 TIM avranno tempo fino a mercoledì alle ore 13.00 per perfezionare i tesseramenti mentre per le squadre della Serie A2 TIM il termine è prorogato fino alle ore 18.00 dello stesso giorno. L'obiettivo è quello di consentire ai giocatori che non si sono accasati nella massima serie di poter trovare una sistemazione in Serie A2. Oltre al mercato ci saranno anche importanti momenti di confronto tra la Lega Pallavolo Serie A e le Associate, come: il Media Day, l'incontro con i responsabili Marketing delle Società, l'approfondimento con in responsabili del settore giovanile delle formazioni di A1 TIM e un meeting tra il Settore Arbitrale e gli allenatori della Serie A. La tre giorni si chiuderà giovedì mattina con la "Festa dei 20 anni della Lega Pallavolo Serie A". Al Teatro Arena del Sole, tra musica e cabaret, si celebreranno i venti anni di vita della Lega Volley in un appuntamento esclusivo che riporterà alla mente i momenti più particolari ed emozionanti del volley italiano.
20 anni con la Lega Pallavolo: stagione 05/0615/07/2007

20 anni con la Lega Pallavolo: stagione 05/06

Record di pubblico, si gioca a Santo Stefano. La Lube corona il sogno. La Lega Pallavolo Serie A sotto la presidenza di Diego Mosna, affiancato dall’AD Righi, continua a lavorare per rendere sempre più appetibile e spettacolare il campionato italiano. È la stagione in cui viene presa la coraggiosa decisione di scendere in campo a Santo Stefano. Giocare il 26 dicembre? Perché no, dato che, secondo le statistiche, la maggior parte delle famiglie italiane passa il pomeriggio di Santo Stefano in casa o al cinema? La risposta sui sette campi dove si gioca è decisamente pronta; anzi, entusiasmante. È un grande pomeriggio di volley che verrà ricordato a lungo. I palasport di Padova, Modena, Santa Croce, Perugia, Trento, Vibo Valentia e Cuneo fanno registrare un’affluenza incredibile. Sold out ovunque. Il dato complessivo è clamoroso: 23.742 persone sui 7 campi, per una media di 3.391 spettatori a partita. E’ il dato di afflusso per singola giornata più alto nella storia della pallavolo italiana. Ma lo straordinario record è destinato ad essere eguagliato anche dall’intera stagione 2005/06, la più vista di tutti i tempi con ben 443.007 spettatori per la Serie A1 TIM per ben 2.434 spettatori di media/gara. Un momento d’oro confermato anche dall’attenzione dei network televisivi mondiali. La Lega Pallavolo, che da poco gestisce autonomamente i diritti esteri della Serie A, annuncia una serie di accordi prestigiosissimi tra cui quello con AL JAZEERA Sport. La Lega Pallavolo è la prima lega sportiva italiana ad essere ospitata dal canale tematico mediorientale che potenzialmente tocca 23 paesi e quasi 340 milioni di persone. Le immagini del Volley italiano viaggiano in tutto al mondo anche su ESPN Brasile, Sport Klub Serbia e gli highlights della Serie A sono trasmessi anche dal colosso giapponese TBS. La stagione sportiva è aperta dalla vittoria azzurra agli Europei organizzati a Roma. In finale l’Italia batte la Russia al termine di una gara che ad un certo punto non ci dava più speranze. Poi la bellissima rimonta e la vittoria al tie break, nell’entusiasmo incontenibile del pubblico del PalaLottomatica. Alberto Cisolla è eletto MVP. Il 18 settembre comincia l’annata dei club. A Mantova è ospitato il Trofeo TIM con Treviso, Piacenza e Perugia. Il nuovo PalaBAM fatica a contenere tutti gli appassionati che vengono ad applaudire la vittoria a sorpresa della RPA Perugia di Molducci. Mentre la nuova Serie A muove i primi passi, la Lega Pallavolo organizza per il 6 ottobre a Milano la Supercoppa Italiana. La Sisley Treviso si ritrova davanti la Tonno Callipo Vibo Valentia e come era successo pochi mesi prima nella finale di Coppa Italia, i veneti vincono. Nessuno riesce a fermare la “corazzata” della famiglia Benetton che solamente alla decima gara di andata conosce il sapore della sconfitta, subita al Palaverde contro Modena. Ma questa andatura strepitosa incontra qualche passo a vuoto nella seconda parte del campionato. I ragazzi di Bagnoli perdono qualche punto per strada tanto da subire il sorpasso della Lube Banca Marche Macerata che vince la Regular Season. Una sfida infinita, quella contro la Lube di Fefè Giorgi, che deciderà anche lo scudetto. La finale è un turbinio di colpi di scena. Treviso vince a Macerata la gara 1 ma perde la seconda al PalaVerde. Fattore campo ancora annullato in gara 3 quando la Sisley è corsara ad Osimo (il Fontescodella è troppo piccolo per una gara di Finale) conquistando così la possibilità di vincere l’ennesimo tricolore davanti al suo pubblico. In veneto si prepara la festa ma la Lube è brava a rovinarla. Si va alla bella, per l’occasione disputata al BPA Palas di Pesaro, uno degli impianti sportivi più belli e capienti della penisola. È il Super Bowl del volley italiano. il campionato italiano conosce un altro giorno indimenticabile. Sono quasi 11.000 gli spettatori che applaudono al primo storico scudetto della Lube. Nella città marchigiana è festa grande. Per Treviso la sconfitta in campionato è, però, addolcita dalla vittoria in Champions League nella Final Four organizzata a Roma a fine marzo. In finale i giocatori trevigiani alzano ancora la coppa battendo l’Iraklis Salonicco dell’azzurro Cernic. Vittorie arrivano anche nelle altre due competizioni europee. Nella Top Teams Cup è Piacenza a vincere mentre Macerata si aggiudica la Coppa Cev nella Final Four di Padova. Erano otto stagioni che le tre coppe non erano vinte tutte dalle formazioni italiane. Sorprese in Coppa Italia. La Final Eight dopo aver consumato i quarti di finale a Bassano del Grappa e Ferrara torna, come anche Volley Land, a Forlì. Macerata è fuori al primo turno. In semifinale Piacenza compie l’impresa di eliminare la Sisley, al termine di una gara praticamente perfetta. In finale incrocia Cuneo ma contro Giba e compagni la squadra di Dall’Olio non riesce a ripetersi. La coppa va in Piemonte. Inedita finale anche per la Coppa Italia A2 che nella finale di Casarano (LE) trionfare Taviano che batte la matricola Pineto al tie break. I Campioni d’Italia della LUBE BANCA MARCHE MACERATA: Corsano, Dennis, Gemmi, Geric, Herpe, Miljkovic, Mistoco, Monopoli, Paparoni, Ravellino, Rodrigao, Sintini. All. Ferdinando De Giorgi.
A Bologna il programma del Volley Mercato15/07/2007

A Bologna il programma del Volley Mercato

IL PROGRAMMA DEL VOLLEY MERCATO A Bologna per definire gli organici della Serie A Mancano ormai pochi giorni all'apertura del "Volley Mercato 2007", tradizionale appuntamento targato Lega Pallavolo che riunirà a Bologna gli addetti ai lavori e i dirigenti della Serie A TIM tra martedì 17 e giovedì 19 luglio. La macchina organizzativa ha definito il programma della tre giorni di lavoro che si svolgerà all'Hotel Centergross di Bologna. Da martedì alle ore 14.00 sarà attivo l'Ufficio Tesseramento. Alle ore 16.00 la Lega Pallavolo incontrerà i responsabili dei settori giovanili delle 14 squadre iscritte al campionato di A1 TIM. Mercoledì sarà la giornata più intensa. Le Società di Serie A1 avranno tempo fino alle ore 13.00 per perfezionare i tesseramenti. Le Società di Serie A2, invece, potranno proseguire nel lavoro fino alle ore 18.00, chiusura ufficiale del mercato 2007 per gli atleti che hanno disputato il campionato scorso in Italia. In calendario anche altri appuntamenti, tutti di confronto, tra la ! Lega Pallavolo Serie A e le associate. Si inizia alle ore 15.00 con il Media Day riservato agli addetti stampa delle società, per proseguire con un incontro con i responsabili marketing e commerciale. Alle 18.00 incontro tra il Settore Arbitrale e gli allenatori di Serie A TIM. La tre giorni si chiuderà giovedì mattina, con la "Festa dei 20 anni della Lega Pallavolo", alle ore 11.00 presso il Teatro "Arena del Sole". Un appuntamento prestigioso per festeggiare successi e personaggi che hanno caratterizzato il volley negli ultimi anni. Nella stessa occasione verranno presentati anche i calendari della stagione 2007-2008. IL PROGRAMMA DEL VOLLEY MERCATO MARTEDI' 17 luglio 2007 Ore 14.00 - 19.00 Apertura Ufficio Tesseramento Ore 16.00 Incontro con responsabile settori giovanili Serie A1 MERCOLEDI' 18 luglio 2007 Ore 09.00 Apertura Ufficio Tesseramento Ore 13.00 Chiusura Ufficio Tesseramento Chiusura Tesseramenti per Atleti Serie A1 Ore 15.00 Apertura Ufficio Tesseramento per Atleti Serie A2 Ore 15.00 - 18.00 M & M DAY - Incontro con i responsabili ufficio stampa (ore 15.00/ore 16.00) e i responsabili marketing/commerciale (ore 17.00) Ore 17.30 Consiglio di Amministrazione Lega Pallavolo Serie A Ore 18.00 - Incontro Settore Arbitrale/Allenatori Serie A1 e A2 - Chiusura Tesseramenti per Atleti Serie A2 Ore 19.00 Assemblea Ordinaria GIOVEDI' 19 luglio 2007 Ore 11.00 "Festa dei 20 anni della Lega Pallavolo" Presentazione Calendari 2007/2008 - 63° Campionato Italiano di Pallavolo Serie A
La Lega Pallavolo scommette sui giovani15/07/2007

La Lega Pallavolo scommette sui giovani

CAMBI ILLIMITATI PER DUE UNDER 23 ITALIANI La Lega Pallavolo continua a cercare nuove vie, anche regolamentari, per favorire la crescita e l'utilizzo dei giocatori Under 23 italiani. L'ultima novità a riguardo entrerà in vigore, in via sperimentale, con l'inizio della stagione 2007/08 ed è stata preceduta da un costruttivo confronto con la FiPAV. Le squadre partecipanti ai Campionati di Serie A TIM potranno iscrivere a referto due atleti Under 23 che possono essere cambiati tra loro un numero illimitato di volte. In nessun caso uno dei due potrà ricoprire il ruolo di 1° o 2° libero. I due Under 23 che godranno di tale sistema dovranno essere comunicati dalle Società, prima dell'inizio di ogni partita al Delegato tecnico che lo appunterà su un apposito referto. Le sostituzioni che coinvolgono questi due giocatori non verranno conteggiate, ma uno dei due dovrà obbligatoriamente partire titolare dall'inizio del set. Se così non fosse, i cambi in cui saranno e! ventualmente protagonisti verranno conteggiati normalmente. Nel caso in cui uno dei due Under 23 sia titolare nel set, le sostituzioni tra i due saranno illimitate, ma non potranno essere sostituiti da nessun altro giocatore. In caso di infortunio di uno dei due atleti Under 23, l'altro resterà in campo sino alla fine del set. In caso di infortunio anche del secondo atleta nel medesimo set è possibile la sostituzione eccezionale. L'introduzione di questo sistema rappresenta una duplice opportunità: per i giocatori italiani di acquisire esperienza e minuti di gioco in un campionato difficile come la Serie A TIM, per i Club sarà l'occasione per valorizzare alcuni dei talenti provenienti dai propri settori giovanili.
20 anni con la Lega Pallavolo: stagione 04/0514/07/2007

20 anni con la Lega Pallavolo: stagione 04/05

Volley 4 Asia”, il Progetto Giovani e l’esclusiva a SKY. Per la Sisley è ancora grande Slam. Ancora importanti cambiamenti nella struttura della Lega Pallavolo Serie A. Diego Mosna diventa Il nuovo presidente del Consorzio delle 30 associate. Con TIM ancora come Main Sponsor viene deciso di creare un evento monomarca come preambolo al campionato, il Trofeo TIM, ospitato nella città di Venezia. Un torneo dalla formula insolita ma avvincente: si gioca al meglio dei 3 set. Vengono invitate Sisley Treviso, Tonno Callipo Vibo Valentia e Itas Diatec Trentino che si aggiudica la prima edizione. Ma è anche l’anno in cui SKY acquisisce in esclusiva, per le successive due stagioni, i diritti televisivi del Campionato e di tutti gli eventi organizzati dalla Lega Pallavolo Serie A. E’ un’autentica rivoluzione nel consumo di volley per tutti gli appassionati, con l’emittente satellitare pronta a garantire dirette, rubriche e approfondimenti su tutto quello che è volley. La Lega Pallavolo Serie A, inoltre, forte dell’accordo con la FIPAV, accresce l’attività giovanile delle Associate. L’anno è di quelli da ricordare. Le trenta squadre di Serie A hanno l’obbligo di partecipare con le proprie formazioni giovanili a tutti i Campionati di Categoria, dall’Under 14 all’Under 20. In più è obbligatorio partecipare ad un campionato di categoria tra la serie D e la B con un organico composto da giocatori Under 20 e con la possibilità di utilizzare solamente due fuori quota under 23. L’annata viene ricordata anche per un’iniziativa unica nel suo genere: la Lega Pallavolo Serie A e il volley italiano si mobilitano in pochissimo tempo per aiutare le popolazioni del sud est asiatico, colpite il 26 dicembre da un maremoto nell’Oceano Indiano che causa circa 400 mila morti. In tutto il mondo partono le raccolte di fondi per aiutare queste popolazioni; lo fa anche la Lega Pallavolo ideando un evento chiamato “Volley4Asia” e giocato a Verona il 13 gennaio 2005 tra l’Italia e una selezione All Stars. I tanti appassionati si dimostrano sensibili alla causa: nonostante la fortissima nebbia sono 4000 le persone presenti e 97.800 euro raccolti tra incasso, offerte, aste on-line e sponsor. La stagione è aperta dalle Olimpiadi di Atene. Una nuova occasione per cercare di mettere nella bacheca azzurra il titolo che manca. Si inizia il 15 agosto. Nonostante un paio di sconfitte l’Italia accede ai quarti dove batte l’Argentina, in semifinale elimina la Russia con una vittoria schiacciante per 3-0. Il 29 settembre la finale Olimpica è Italia-Brasile. I ragazzi di Montali se la giocano alla pari ma alla fine sono costretti alla resa: 3 a 1 per i campioni del mondo di Bernardinho e il titolo olimpico, purtroppo, ancora una volta se ne va. È una medaglia d’argento da festeggiare e come sempre l’occasione migliore è l’All Star Game. La Lega Pallavolo decide di organizzarlo al PalaGeorge di Montichiari rinnovando anche la formula. Oltre all’Italia e ai migliori stranieri dell’A1 per la prima volta partecipa anche il campionato di A2 con una rappresentativa di giocatori italiani e stranieri. L’evento è un autentico bagno di folla. La Serie A comincia a fine settembre. A poco giorni dal fischio di inizio Sisley Treviso e Bre Banca Lannutti Cuneo si ritrovano a Roseto degli Abruzzi per giocare la Supercoppa Italiana. Vince ancora la squadra di Bagnoli per 3-0 con Fei votato MVP. In Campionato, invece, è Piacenza a fare la voce grossa. Si aggiudica la regular season con sei punti di vantaggio sulle inseguitrici. Zlatanov, Marshall e Anderson sono una potenza offensiva difficilmente contrastabile. Nei play off, però, arrivano le difficoltà. Nei quarti è costretta alla quinta da Trento, in semifinale, complice anche l’infortunio di Grbic, addirittura va fuori battuta da Perugia che conquista una storica finale. L’altra finalista è Treviso che nei quarti aveva tremato con la matricola Verona, eliminata solo in gara 5. La Finale Scudetto non riserva sorprese: la Sisley non fa sconti e festeggia il terzo titolo consecutivo, l’ottavo nelle ultime dodici edizioni. E’ l’ultimo scudetto conquistato dal centrale Pasquale Gravina, che al termine di questa stagione lascia il volley giocato. Anche la Coppa Italia prende la strada di Treviso. La Final Eight è ancora ospitata all’interno di Volley Land la grande festa per tutti gli appassionati organizzata dalla Lega Pallavolo quest’anno a Forlì. È l’edizione che vede protagoniste le cosidette “seconde linee”. Nei quarti di finale che si giocano a Sansepolcro (AR) vengono eliminate le big Macerata, Piacenza e Trento. Alle semifinali vanno, invece, Padova e le due neopromosse Vibo Valentia e Verona, oltre a Treviso. La finalissima del PalaFiera di Forlì è inedita: da una parte i campioni d’Italia della Sisley dall’altra la Tonno Callipo Vibo Valentia. Per i giallorossi di Ricci è un sogno che dura poco, il tempo di tre set, quelli che servono ai veneti per alzare ancora una volta la coppa. La Coppa Italia di A2 viene assegnata, invece, a Bassano del Grappa. Anche in questo caso è una matricola ad essere protagonista e curiosamente anch’essa calabrese: Corigliano. Dopo aver battuto in semifinale i padroni di casa non ce la fa, però, a battere i grandi favoriti la Codyeco S.Croce che presto festeggeranno anche la promozione in A1 insieme a Cagliari. In Europa una sola soddisfazione. A Palma di Maiorca la Coppa CEV finisce nella mani di Macerata. E’ l’ultimo trofeo vinto da Marco Bracci che decide di appendere le scarpette al chiodo. I Campioni d’Italia della SISLEY TREVISO: Barbaro, Casoli, Cisolla, Gustavo, Farina, Fei, Gaspar, Gravina, Kovacevic, Papi, Tencati, Vermiglio. All. Daniele Bagnoli.
20 anni con la Lega Pallavolo: stagione 03/0413/07/2007

20 anni con la Lega Pallavolo: stagione 03/04

La Sisley Treviso fa il Grande Slam. Arriva SKY. E’ una nuova stagione che si apre sotto il segno dell’azzurro. A Berlino la Nazionale italiana torna ad essere la regina d’Europa. Andrea Sartoretti viene premiato come “Miglior giocatore del torneo”, vinto in finale (3-2) contro la Francia. La Lega Pallavolo Serie A sigla un altro prestigioso contratto di sponsorizzazione. Dopo Lg Eletronics, abbina l’immagine del campionato più bello del mondo ad una delle aziende italiane di telefonia più famose: TIM. Prende anche una decisione importante in ambito eventi: per la prima volta Volley Land non sarà a Milano bensì a Firenze. Nel frattempo, si segnalano grandi manovre nel settore televisivo. Nasce la nuova piattaforma unica per la pay tv. La News Corporation di Rupert Murdoch fonde TELE+ con Stream dando vita a Sky Italia. E subito arriva l’accordo con la Lega, che conferma il suo legame anche con RAI, con la diretta di un match alla domenica alle ore 19.00. È una stagione spaccata in due perché a novembre l’Italia deve volare in Giappone a giocare la Coppa del mondo. Prima è ospite dell’All Star Game al PalaLido di Milano dove c’è anche il Brasile campione del mondo. Una partita-show che fa divertire i 4.000 appassionati venuti ad applaudirla. La Serie A parte il 21 settembre per interrompersi il 1° novembre, per poi ripartire senza più interruzioni fino a maggio. È l’anno del ritorno di Julio Velasco su una panchina italiana dopo le esperienze, non felicissime, come dirigente di Lazio e Inter seguite dalla decisione di tornare ad allenare la nazionale della Repubblica Ceca, ora è la volta della neonata Coprasystel Ventaglio Piacenza (fusione di Milano con Piacenza). La Supercoppa Italiana è spostata a metà ottobre. Si gioca a Ravenna, di fronte ci sono Sisley Treviso e Lube Banca Marche Macerata. I campioni d’Italia di Bagnoli posano il primo mattone di un’annata da ricordare, vincendo per la quarta volta in otto anni il trofeo. C’è un nome nuovo per la vincente della regular season di A1, l’Itas Diatec Trentino. Un traguardo storico che scatena l’entusiamo del pubblico gialloblu ma destinato a durare molto poco. La squadra del professor Prandi, letteralmente falcidiata dagli infortuni, esce dai Play Off nei quarti, battuta da Perugia che a sua volta si ferma alle semifinali con Piacenza. Il ritorno di Velasco non poteva essere dei migliori. In finale, però, i piacentini si devono accontentare del secondo posto perché l’avversario (Treviso) è obiettivamente più forte. La Sisley aggiunge così, al suo fantastico albo d’oro, il settimo scudetto. Ma i due volte campioni d’Italia non lasciano briciole per strada. Anche la Coppa Italia finisce in Ghirada. Tornata ad essere ospitata nella grande festa del “popolo degli zainetti” – Volley Land trasferita sulle rive dell’Arno, la Final Eight scatta da La Spezia l’11 febbraio. I quarti di finale mietono vittime come nelle migliori occasioni. Escono subito Trento e Piacenza, Macerata rischia con la sorpresa Padova di Pupo Dall’Olio ma vince al tie break. 5° set che in semifinale le sarà fatale contro una strepitosa Brebanca Cuneo trascinata dai punti dell’ex Wijsmans. I cinque set giocati sia con Trento sia con Macerata saranno nefasti alla formazione piemontese che arriva alla finalissima senza forze. Pensare di battere Treviso è un’illusione. Vermiglio e compagni vincono ancora nettamente e la coppa prende una strada che già ben conosce. La Sisley Treviso e Daniele Bagnoli conquistano il grande slam, vincono cioè tutto quello che c’è da vincere in Italia. Le uniche delusioni arrivano dall’Europa dove non riesce ad approdare alla Final Four. Era dalla stagione 1980/81 che una formazione italiana non saliva sul podio della coppa per club più prestigiosa. La Coppa Cev rimane, invece, per la quattordicesima volta consecutiva mette il fiocco tricolore. E’ Modena a conquistarla, davanti al proprio pubblico, in una finale tutta italiana contro la Coprasystel. Il campionato di Serie A2 2003/04 rimarrà agli annali come quello dell’incredibile stagione della Marmi Lanza Verona. Nelle trentatre partite ufficiali dell’anno tra campionato e Coppa Italia gli scaligeri, con Bruno Bagnoli in panchina, vincono tutti gli incontri: è un record assoluto nella pallavolo. Verona mette il sigillo a questa indimenticabile annata con la conquista della Coppa Italia a Modica (RG), in finale contro la Tonno Callipo Vibo Valentia. I giallorossi gioiranno di lì a pochi mesi per la storica promozione in A1 di un club calabrese. Chiudono la carriera agonistica altri due fantastici giocatori che hanno contribuito a scrivere la storia della pallavolo. Lasciano Fabio Vullo e Andrea Gardini. Un altro pezzo di storia se ne va in archivio. I Campioni d’Italia della SISLEY TREVISO: Barbaro, Casoli, Cisolla, Decio, Dineikin, Farina, Fei, Karipidis, Nemec, Papi, Tencati, Vermiglio. All. Daniele Bagnoli.
20 anni con la Lega Pallavolo: stagione 02/0312/07/2007

20 anni con la Lega Pallavolo: stagione 02/03

VolleyLand diventa europeo. Treviso inizia il nuovo ciclo. La Lega Pallavolo Serie A cambia il Presidente. E’ nuovamente Bruno Da Re a ricoprire l’incarico, succedendo a Giorgio Varacca. Particolare attenzione viene dedicata agli Eventi, in particolar modo a Volley Land, strategicamente diventato annuale. In questa stagione e più grande e prestigioso che mai perché ospita la Final Four della prestigiosa Indesit European Champions League. www.legavolley.it si propone agli utenti web con un nuova veste grafica ed un database sempre più aggiornato. È l’anno dei Mondiali. Dopo i festeggiamenti per i successi del decennio passato l’avventura in Argentina non è delle più fortunate. L’Italia di Anastasi conquista solamente il quinto posto finale battendo, con fatica, i padroni di casa. Mondiale che va al Brasile nella entusiasmante finale contro la Russia, al Luna Park di Buenos Aires, decisa al tie-break (15-13) da un ace di Giovane. Il campionato alza il sipario con la Supercoppa Italiana. Modena, fresca vincitrice dello scudetto, se la vede con Cuneo che in panchina ha un tecnico “quasi” nuovo: Fefè De Giorgi. L’ex-palleggiatore della nazionale, dopo l’esperienza come allenatore in campo, appende le scarpe al chiodo definitivamente. Il suo esordio è dei più fortunati perché alza la coppa insieme ai suoi ragazzi, vincendo al PalaPanini. Il Campionato inizia alla fine di ottobre ed ha come protagonista nuovamente la Sisley Treviso. Dopo aver vinto il girone di andata, chiude al primo posto la regular season. Durante l’annata scoppia, però, il caso Gato. Il cubano, fuggito nel dicembre del 2001 dal ritiro in Belgio della Nazionale cubana insieme a Romero, Marshall, Ihosvany Hernandez e Jorge Luis Hernandez, viene ospitato dalla squadra di Verona. Il 6 novembre è in campo nella gara contro la Sisley senza avere il visto per il tesseramento dalla federazione internazionale. La FIVB prende provvedimenti e squalifica per un anno la società di Verona e il giocatore; le disposizioni, però, saranno successivamente riviste e la formazione scaligera riprenderà il campionato senza il giocatore cubano. Il fatto non rovina lo spettacolo dei play off conquistati anche da Trento per la prima volta. Nonostante, però, giocatori di livello come Bernardi, Sartoretti e Choulepov la squadra di Bruno Bagnoli esce ai quarti dopo 5 partite tiratissime contro i campioni d’Italia di Modena; gli emiliani che saranno costretti alle cinque gare anche da Macerata per strappare il biglietto della seconda finale scudetto consecutiva. Così come Treviso costretta alla bella da Milano. Ecco che la finale scudetto 2003 è il remake di quanto accaduto l’anno precedente. Stavolta a trionfare sono i veneti in quattro partite, trascinati dalla potenza fisica del russo Stanislav Dineikin. E’ l’inizio di un ciclo per la Sisley targata Daniele Bagnoli che vola anche in Europa col successo in Coppa CEV. Per i canarini di Angelo Lorenzetti non è una stagione da ricordare. Modena è l’unica formazione a rappresentare il nostro paese nella Final Four di Champions League di Milano, organizzata dalla Lega Pallavolo, all’interno della festa della pallavolo, Volley Land. Gli emiliani vincono la semifinale contro i polacchi del Mostostal Azoty ma, nella sfida decisiva, Iakovlev e compagni non ce la fanno a battere la concorrenza della Lokomotiv Belgorod: 3-0 e il trofeo vola in Russia. La Final Eight di Coppa Italia viene disputata tra gennaio e febbraio nelle città di Trento e Bolzano. Tra le otto c’è anche la sorpresa Latina. Il gran finale è una partita da emozioni infinite tra Treviso e Macerata. La Lube vince il set d’inizio ma la Sisley rimonta e va in vantaggio dando l’impressione di aver la vittoria in tasca. La carta vincente dei marchigiani ha il nome e il volto di Marco Bracci: dentro dal quarto parziale rinsalda i suoi e li porta al successo al 5° set. Nessuno può togliergli la targa di MVP della Coppa. La Final Four della Coppa Italia A2, giocata a Gioia del Colle, regala una bellissima finale tra due squadre calabresi: Raffaele Lamezia e Tonno Callipo Vibo Valentia che dopo cinque ed interminabili set si aggiudica il trofeo. I Campioni d’Italia della SISLEY TREVISO: Cisolla, Decio, Desiderio, Dineikin, Farina, Fei, Kato, Nemec, Papi, Tencati, Vermiglio, Visentin. All. Daniele Bagnoli.
20 anni con la Lega Pallavolo: stagione 01/0211/07/2007

20 anni con la Lega Pallavolo: stagione 01/02

Ancora un restyling per la Coppa Italia. L’Italia e Bernardi più forti di tutti. E’ la prima stagione che nasce interamente nel nuovo millennio. Ci si lascia alle spalle un passato importante, fatto di tante soddisfazioni e molte vittorie, sia per i club sia per la Nazionale. L’azzurro del Volley ha la capacità di conquistare qualcosa di straordinario che mai nessuno era riuscito a fare prima. I tre titoli mondiali consecutivi e i quattro europei non possono passare inosservati, anche se dalla bacheca azzurra manca l’Olimpiade. E tutto questo non lascia indifferente la FIVB che decide di insignire la Nazionale Italiana del titolo di “Squadra del Secolo”, quella dell’indimenticabile “Generazione di Fenomeni”, e a Lorenzo Bernardi il titolo di “Miglior giocatore del XX Secolo”, da qui l’appellativo “Mister Secolo”. Bernardi è tra i giocatori che a settembre partecipano agli Europei disputati in Repubblica Ceca. L’Italia si mette al collo la medaglia d’argento perdendo in finale contro la Serbia. Sarà l’ultima uscita in una competizione ufficiale di Lollo che il 24 novembre, in occasione dell’All Star Game di Ferrara, darà l’addio alla maglia azzurra dopo 306 partite. Le emozioni del campionato più bello del mondo sono sempre proposte da Rai e TELE+ e in FM da LatteMiele. Il 26 settembre comincia la nuova stagione, aperta come da tradizione degli ultimi anni dalla Supercoppa Italiana. È un sfida inedita, tra la Sisley Treviso e il nuovo che avanza, la Lube Banca Marche Macerata. A Favara (AG), quando i motori sono ancora un po’ ingolfati, quelli di Treviso sono già pronti e il risultato non tarda ad arrivare: 3-0 sui biancorossi. Solo tre giorni dopo il via della Serie A. Giocare bene e ottenere subito risultati nel girone di andata assume una rilevanza significativa. La Lega Pallavolo decide, infatti, di apportare un’altra modifica sostanziale alla formula della Coppa Italia (A1 e A2) che, da quest’anno, viene giocata in Final Eight: in pratica, hanno diritto a parteciparvi solo le prime otto dell’andata. Tra queste c’è la Bossini Montichiari di Emanuele Zanini artefice di una prima parte di torneo eccezionale che la vede chiudere al secondo posto dietro a Macerata. La prima finale a otto della storia gioca i quarti di finale a Forlì e Biella. La formula non consente errori e cali di concetrazione, pena l’esclusione immediata. Pagano dazio subito due big: Modena e Treviso. La Lega Pallavolo dà poi l’appuntamento per le semifinali e la finalissima ancora una volta al Forum di Assago (MI), dove va in scena la terza festosa invasione del “popolo degli zainetti”, Volley Land. Tra centinaia di partite di minivolley, tornei, convegni e mostre, trova posto l’assegnazione della Coppa Italia, l’evento catalizzatore della due giorni. La superfavorita Lube va fuori in semifinale, battuta dalla Maxicono Parma, Cuneo si guadagna la finale battendo la sorpresa Trento. La finale si gioca il 3 febbraio e a vincere la coppa, davanti a più di 13.000 persone, è la Noicom Brebanca Cuneo guidata dall’allenatore-giocatore Ferdinando De Giorgi. Non mancano le emozioni nemmeno nella Final Four della Coppa Italia A2. La gara decisiva si gioca tra la Copra Piacenza di Berruto e Gavotto e la Conad Forlì. I padroni di casa vanno sul 2-0, sembra fatta ma non hanno fatto i conti con la grinta dei romagnoli che rimontano. Ne nasce un tie break vietato ai deboli di cuore vinto 15-11 dai biancorossi di Piacenza. Anche nei Play off Scudetto fioccano le sorprese. Nei quarti dice subito addio la Lube Macerata, eliminata dalla rivelazione Ferrara dell’ex Prandi e dei brasiliani Giba e Gustavo che si fermerà in semifinale. Un risultato storico. In finale ci arrivano ancora le squadre con più tradizione, Casa Modena e Sisley Treviso che parte con il fattore campo a proprio favore. Non le servirà a molto perché i gialloblu danno la zampata decisiva in gara 3, vincendo a Villorba e mandando a monte tutti i programmi dei campioni d’Italia. Lo scudetto 2002 si assegna al termine di un entusiasmante tie-break che Modena si aggiudica 20-18. Indimenticabile l’emozione scolpita sul volto dell’incredulo Angelo Lorenzetti “esordiente” sulla panchina di un grande club come Modena. Macerata, che in Italia non aveva raccolto ciò che la società si aspettava, trova il risultato appagante in Europa dove si aggiudica la Champions League battendo ad Opole (POL) l’Olympiakos Atene di Daniele Ricci. Cuneo dopo il sesto posto in campionato e l’uscita dal tabellone dei play off al primo turno, si consola con la Coppa CEV. I Campioni d’Italia della CASA MODENA SALUMI: Ball, Bovolenta, Cantagalli, Frosini, Gardini, Giani, Gortzen, Kazakov, Iakovlev, Lassepetteri, Pippi, Tagliatti. All. Angelo Lorenzetti.
Sigla.com - Internet Partner