Archivio Campionato maschile

Mastrangelo testimonial di Signorini Farmaceutici29/01/2006

Mastrangelo testimonial di Signorini Farmaceutici

Non si fermano mai le attività a Volley Land TIM 2006. Tra stand, partite e momenti di incontro per gli addetti ai lavori, oggi è stato presentato un importante accordo di collaborazione tra il Gruppo Nuova Signorini e Luigi Mastrangelo, campione azzurro della Cimone Modena: l’atleta sarà testimonial ufficiale dell’azienda farmaceutica fino al 2008. La partnership, presentata presso la Sala Stampa di Volley Land TIM 2006, ha visto la partecipazione, oltre che del campione della Cimone Modena, anche di Andrea Signorini, responsabile commerciale e marketing dell’azienda, e di Giuseppe Signorini, fondatore nel 1970 della Signorini Farmaceutici. “La nostra azienda – ha esordito Andrea Signorini – ha deciso di puntare sullo sport perché, rispetto ad altri mezzi di comunicazione come la stampa, la televisione o le singole pubblicità, lo sport trasmette emozioni. In questo modo abbiamo deciso di crescere dal punto di vista aziendale e di farlo, appunto, attraverso lo sport. Due anni fa abbiamo deciso di puntare sul volley perché prima avevamo investito nel calcio che si è dimostrato, però, uno sport freddo anche se è vero che piace a tutti. Il volley, invece, è tutt’altra cosa”. “In breve tempo – ha sottolineato Signorini – siamo diventati fornitori ufficiali delle Nazionali di pallavolo e di molte squadre del campionato di Serie A, diventando anche fornitore ufficiale della Lega Pallavolo Serie A”. “Abbiamo scelto Mastrangelo – ha concluso Signorini - perché fin da subito è nato un certo feeling e poi, dopo gli Europei, grazie alla sua personalità e alle sue prestazioni è diventato uno dei personaggi sportivi più ammirati”.Soddisfatto di rappresentare il Gruppo Signorini, Mastrangelo ha dichiarato: “Ringrazio vivamente la famiglia Signorini della loro scelta. E’ la prima volta che faccio da testimonial per un marchio e cercherò di ricambiarli nel miglior modo possibile”. Con questa partnership, Luigi Mastrangelo diventerà un volto noto in tutte le farmacie d’Italia. L’azienda, titolare dei marchi Integra Sport, Silver Cross e Vita Viva, ha deciso di portare il volto del “Gigi nazionale” che accoglierà, seppur in foto, tutti i clienti con un sorriso da medaglia d’oro
Cuneo vince la Coppa Italia29/01/2006

Cuneo vince la Coppa Italia

Bre Banca Lannutti Cuneo-Copra Berni Piacenza 3-1 (25-23, 19-25, 25-18, 25-19). Un Palafiera gremito saluta con calore la vittoria di Cuneo, che in finale batte la Copra Berni Piacenza e si aggiudica la TIM CUP A1 2006. Una vittoria che arriva dopo quattro set in cui i ragazzi di Prandi non hanno quasi mai abbassato la guardia, se non nel secondo parziale. Giba miglior giocatore della TIM CUP A1. Piacenza invece getta via un’occasione, non sfrutta i momenti favorevoli che gli capitano. A fine gara, causa un nervosismo palpabile, sbaglia molto e a fine gara è festa grande per Cuneo. Facile intuire, fin dal primo set, che le due formazioni in campo non sono intenzionate a mollare nella finalissima della TIM CUP A1 2006, lottando su tutti i palloni. E così sia la Bre Banca Lannutti Cuneo che la Copra Berni Piacenza si affidano ai loro giocatori di punta: la prima con Wijsmans e Giba la seconda con Marshall e Simeonov. Le due formazioni vanno avanti punto a punto, fino ad arrivare nella fase finale estremamente concitata. La prima palla set guadagnata da Cuneo arriva su una ricezione sbagliata di Zlatanov che rimanda la palla nella metà campo della Bre Banca Lannutti. Wijsmans attacca da posto sei e porta i piemontesi sul 24 a 22 ma Simeonov annulla la prima palla set. Poi la battuta mandata a rete da Cardona consegna nelle mani della formazione di Prandi il primo parziale sul 25-23. Piacenza riporta subito tutto in parità, andando a vincere il secondo set con il punteggio piuttosto schiacciante di 19-25. È Marshall a metà parziale a premere il piede sull’acceleratore, portando Piacenza dal 12-13 al 12-15 con uno splendido lungolinea e due muri punto. Nell’azione immediatamente successiva è Simeonov a respingere nella metà campo di Cuneo la pipe di Wijsmans. La prima palla set arriva sul 19-24 ed è Marshall a sfruttarla prendendo la palla nel punto più alto possibile e tirando un diagonale che cade nella metà campo di Cuneo e riporta l’incontro in parità. In allegato la cronaca del match e il tabellino della gara. In settimana metteremo on line tutte le FOTO di VOLLEYLAND.
Gli Oscar del Volley29/01/2006

Gli Oscar del Volley

Da Giani a Gravina, da Cisolla a Sintini, i nomi dei grandi campioni non mancano neanche a questa edizione degli Oscar del Volley, presentati da Powerade. Inserita nel contesto del meraviglioso Volley Land TIM 2006, con i bambini in prima fila.Lorenzo Dallari di SKY, davanti alle telecamere della tv del grande volley, ha condotto alle 12.00 gli Oscar del Volley, presentati da Powerade. La premiazione, su nomination dei giornalisti, riguardava la stagione 2004/2005. Oscar come miglior giocatore per Alberto Cisolla (premio Powerade, consegnato da Silvia Maria Cavaleri per Coca Cola, e Andrea Zorzi), eliminato con la sua Sisley Treviso dalla TIM CUP A1 nella semifinale di ieri contro la Copra Berni Piacenza. Della Cimone Modena gli altri due atleti premiati, Luigi Mastrangelo (premio Totosì, consegnato dal direttore marketing Alessandro Allara) e Andrea Giani (premiato dal Presidente Fipav Carlo Magri e Roberto Beltrami, l’ideatore degli Oscar insieme a Claudio Palmigiano) rispettivamente come miglior centrale e per un riconoscimento alla lunga e straordinaria carriera nel mondo del volley. Stessa assegnazione fatta anche a Pasquale Gravina (premio alla carriera, consegnato dal Presidente della Lega Pallavolo Serie A, Diego Mosna, e dall’Amministratore Delegato, Massimo Righi). Doppio riconoscimento anche per la Lube Banca Marche Macerata: Giacomo Sintini (premio Five, consegnato da Massimo Canova) è premiato come miglior palleggiatore e Mirko Corsano (assente per influenza) come miglior libero (premio Gamma Due, consegnato da Fabio Mucci al suo allenatore, Fefè De Giorgi). Sebastian Swiderski, in A1 con la Rpa Caffè Maxim Perugia, ha ricevuto il premio come miglior attaccante, che gli sarà consegnato in campo al prossimo incontro. A Ferdinando De Giorgi è andato il riconoscimento come miglior tecnico (premio Totosì, consegnato da Fabrizio Gerolla) e all’allenatore della Nazionale femminile, Marco Bonitta, un premio speciale (consegnato da Andrea Anastasi e Giovanni Coviello). Il Miglior Under 21 è Dragan Travica (premio SKY, consegnato da Fabio Vullo). Il titolo di miglior arbitro è andato a Paolo Porcari (premio consegnato da Franco Bertoli).
Cuneo supera Trento e conquista la finale28/01/2006

Cuneo supera Trento e conquista la finale

Bre Banca Lannutti Cuneo - Itas Diatec Trentino 3-0 (25-21, 25-17, 25-22) .In 76 minuti di gioco la Bre Banca Lannutti Cuneo mantiene fede alla storia: per la terza volta in tre incontri batte l'Itas Diatec in Coppa Italia e conquista l'accesso alla finalissima. La formazione guidata dal tecnico Radames Lattari è condannata da una cattiva ricezione che non gli consente mai di entrare veramente in partita. Nel primo set la Bre Banca Lannutti Cuneo interpreta il match con la giusta convinzione e scende in campo da subito per mettere in difficoltà Trento. Coscione può sfruttare al meglio la linea d'attacco: da Giba a Wijsmans, da Anderson a Omrcen ogni azione si trasforma in un punto quasi certo per la Bre Banca Lannutti. Però l'Itas Diatec Trentino non cede il passo facilmente e trova in Morsut il suo miglior realizzatore, con l'83% di positività in attacco a fine parziale. Cuneo tuttavia è più incisiva e con un primo tempo chiuso nei tre metri da Omrcen si avvia alla vittoria del primo set per 25-21. Il servizio di Cuneo si fa pungente nel secondo parziale: un ace di Cozzi (sul 3-1) e due di Anderson (sul 5-2 e 7-2) influiscono negativamente sulla ricezione di Trento. Meoni si ritrova così a poter giocare poco con i suoi centrali e a restringere la scelta tra i due attaccanti e l'opposto, nella maggior parte dei casi ben marcati dal muro di Cuneo. Sono quattro alla fine i punti che la formazione di Prandi conquista in questo fondamentale. Sul 24-17 ci pensa poi Giba da posto quattro a portare la Bre Banca Lannutti sul 2-0. I problemi in ricezione per Trento proseguono anche nell'ultimo parziale di gioco. I due ace totali (Wijsmans ed Anderson) vanno a sommarsi alla poca precisione con cui l'Itas Diatec interpreta questo fondamentale. Il set appare comunque il più equilibrato dell'intero incontro: Andrè migliora il suo rendimento ma non convince rispetto ad una Bre Banca Lannutti in serata positiva. Giba conquista da zona quattro la palla match, ci pensa poi il capitano Wijsmans a chiudere l'incontro con una pipe che consegna il terzo parziale ai piemontesi sul 25-23. Cuneo si aggiudica così un posto nella finale di domani (ore 18.15), dove incontrerà la Copra Berni Piacenza che in semifinale ha battuto Treviso. In allegato il tabellino della gara
Piacenza batte Treviso e vola in finale28/01/2006

Piacenza batte Treviso e vola in finale

La prima semifinale del pomeriggio regala subito una clamorosa sorpresa: la Sisley Treviso, detentrice della TIM CUP 2005 è battuta per 1-3 (21-25, 26-24, 17-25, 18-25) dalla Copra Berni Piacenza di Pupo Dall'Olio. Simeonov e Marshall gli uomini partita per Piacenza. Imprendibili per Treviso e cercati costantemente da Grbic. La Sisley non entra mai veramente in partita, se non nel secondo set. Paga i molti errori in fase di attacco. Piacenza trascinata alla vittoria del primo set da un Simeonov in splendida forma. Chiamato in causa da Grbic nei momenti più difficili dell'incontro l'opposto risponde sempre in maniera positiva, picchiando a tutto braccio e infilando un ace decisivo (16-21) nel momento in cui Treviso tentava il recupero. La Sisley ribatte con il suo opposto, Alessandro Fei, uno dei pochi che con due servizi vincenti (sul 17-21 e 18-21) tenta di riportare il proprio sestetto in gara. Obiettivo svanito quando Gustavo manda in rete la battuta del 21-25. Treviso non ingrana la marcia giusta nemmeno nel secondo parziale ma riesce comunque a riportarsi in parità, causa soprattutto la poca determinazione di Piacenza nei momenti cruciali del set. Le due formazioni vanno avanti punto a punto ma è la Copra che convince di più, con un Simeonov che, affiancato in attacco da Marshall e Zlatanov, non sbaglia nulla. La scarsa incisività nel momento decisivo del parziale (palla set per Treviso sul 25-24) riporta sotto la Sisley e riapre il match (26-24). In allegato la cronaca della gara e il tabellino
I numeri della prima giornata di Volleyland28/01/2006

I numeri della prima giornata di Volleyland

6600 presenze per la prima giornata, 4750 in arena centrale per il 1° match, 1.300 ragazzi delle scuole di Forlì all'inaugurazione, 191 accrediti media Un grande abbraccio di gente per la prima giornata di Volley Land TIM 2006, nonostante il maltempo abbia frenato molti tifosi da tutta Italia. 4.750 gli spettatori per la prima partita tra Sisley Treviso e Copra Berni Piacenza. Ma il dato complessivo della giornata conta circa 6.600 partecipanti. Presa d'assalto la FUN Area fin dai primi minuti dell'apertura del mattino. 1300 ragazzi delle scuole di Forlì hanno inaugurato l'area commerciale e i campi, mentre i gruppi arrivati da varie regioni iniziavano la ridda di tornei. 25 squadre Under 14 maschile, 34 squadre Under 14 femminile, 31 squadre per l'Open 6x6, 1 squadra U 16 maschile, 7 Under 16 femminile si sono sfidate sui campi di Volley Land TIM: 470 ragazzi in tutto. 300 ragazzi hanno poi affollato l'Integra Sport School, l'area del Gioca e Impara coi Campioni della Serie A TIM, sfidando persino Mister Secolo Lorenzo Bernardi (che nonostante il livello profondamente amatoriale ha dato il massimo dell'agonismo, ignorando ogni forma di sconfitta). Successo anche per l'area beach volley Silver Cross. Sul campo principale, un torneo internazionale giovanile Under 21 e altre 12 partite giocate. Sabbia rovente anche nell'area mini beach volley, con oltre 30 match disputati. Oltre ai 1300 ragazzi delle scuole di Forlì, tanti gruppi da tutta Italia (un pullman giunto persino da Napoli) hanno giocato nei campi del Minivolley TIM. 64 squadre di prima e seconda media, 25 di terza media, 150 squadre di ragazzi delle elementari: in tutto, ben 2.390 partecipanti. 167 i giornalisti accreditati (di cui diversi internazionali, come il folto gruppo provenienti dal Giappone), oltre a 24 fotografi.
Piacenza supera Modena al tie break, in semifinale incontra Treviso27/01/2006

Piacenza supera Modena al tie break, in semifinale incontra Treviso

Nella sfida tutta emiliana la Copra Berni Piacenza supera il Cimone Modena al tie break e conquista la semifinale di Coppa Italia, affronterà sabato alle ore 16.15 la Sisley di Treviso, squadra campione in carica, nella prima delle due semifinali in programma al Palafiera di Forlì. COPRA BERNI PIACENZA - CIMONE MODENA 3-2 (25-19, 28-26, 22-25, 23-25, 15-8) COPRA BERNI PIACENZA: Cavallini 1, Cardona 5, Marshall 25, Grbic Nikola 3, Santos Dutra (L), Zlatanov 8, Simeonov 18, Bravo, Rabezzana 1, Bovolenta 12. Non entrati Dunnes, Decio. All. Dall'olio Francesco. CIMONE MODENA: Mastrangelo 17, Rak 10, Marques Fontales 1, Murek 2, Sartoretti 18, Pippi (L), Giani Andrea 16, Bellini, Garcia 2, Kromm 11. Non entrati Forni, Pignatti. All. Velasco Julio. ARBITRI: Vittorio Sampaolo e Fabrizio Pasquali. NOTE - Spettatori 3000, durata set: 22', 29', 26', 29', 14'; tot: 120'.
Trento piega Macerata e conquista la semifinale, affronterà Cuneo27/01/2006

Trento piega Macerata e conquista la semifinale, affronterà Cuneo

L'Itas Diatec Trentino batte la Lube Banca Marche Macerata per 3-1 (25-21, 25-20, 23-25, 25-18) e si qualifica per la TIM CUP A1 Final Four a Forlì, dove sabato incontrerà la Bre Banca Lannutti Cuneo alle 18.30. La formazione di De Giorgi soffre molto in ricezione e difesa, avendo dovuto scegliere a sorpresa di mandare in campo come libero Renaud Herpe, una delle possibilità meno valutate fino a poco prima. In più paga per un Miljkovic troppo altalenante, che quando gioca bene fa vincere un set alla propria formazione ma quando non ci riesce tutto il sestetto inevitabilmente ne risente. L'Itas Diatec da parte sua punta molto su un Savani sempre efficace che procura la palla match per Trento e che la sfrutta al meglio subito dopo con un attacco da posto due. L' Itas Diatec Trentino accumula punti importanti nella fase iniziale del primo set, quando la Lube fatica un po' a trovare il ritmo di gioco causa anche di un Miljkovic che non sempre fa punto. Meoni trova la strada giusta con il centrale brasiliano Andrè Heller e il connazionale da posto due, Andrè Nascimento. Sintini invece continua ad insistere sul suo opposto e, anche se Paparoni da posto quattro mette giù palloni importanti, è solo nell'epilogo di set che Miljkovic comincia a giocare veramente. La rincorsa della Lube però non serve, l'Itas sfrutta i punti accumulati in avvio di gioco e chiude sul 25-21. I due palleggiatori cambiano attaccanti di riferimento nel secondo set. Meoni sfrutta molto di più un Savani che sia da seconda linea che da posto quattro diventa imprendibile. Sul 20-18 mette anche a segno un ace fondamentale nel momento in cui la Lube tenta il recupero. Sintini serve molto di meno Miljkovic e apre il gioco in posto quattro con Paparoni ma soprattutto con Dennis che trova il ritmo di gioco che gli era mancato in avvio di gara. Poco serviti i centrali in entrambi i campi ma Kooistra ed Heller trovano comunque il modo per dare il proprio contributo alla corsa dell'Itas verso la vittoria di questo set. Il primo con un ace messo a segno sul 22-19 e il secondo con un muro che regala a Trento la palla set, poi messa a terra da Morsut in attacco da zona quattro. In allegato la cronaca del match e il tabellino della gara
300 milioni di persone vedranno la Coppa Italia maschile25/01/2006

300 milioni di persone vedranno la Coppa Italia maschile

Clamorosa copertura televisiva per la TIM CUP A1 Final Eight: le partite saranno trasmesse live da SKY Sport (SKY Sport Extra per i Quarti, SKY Sport 2 la Final Four). Ma la copertura estera garantirà anche un immenso bacino di telespettatori all'estero. Dubai TV trasmetterà live tutto il programma della Final Eight. Il canale satellitare mediorientale copre i seguenti paesi: Bahrain, Iran, Iraq, Giordania, Kuwait, Libano, Oman, Palestina, Qatar, Arabia Saudita, Siria, Emirati Arabi Uniti, Yemen, Algeria, Ciad, Egitto, Libia, Gibuti, Mauritania, Marocco, Somalia, Sudan e Tunisia. Illumina un bacino di popolazione che supera i 300 milioni di persone. Anche il Brasile vedrà le schiacciate dei nostri campioni impegnati nella TIM CUP, come avviene ogni settimana per la Serie A1 TIM: ESPN Brasil trasmetterà i match in differita. Una troupe di TBS, potente network giapponese, sarà presente a Volley Land TIM e sul campo di Forlì per documentare il grande evento di volley.
Sigla.com - Internet Partner