Archivio Coppe europee

Final Four della Top Teams Cup20/01/2006

Final Four della Top Teams Cup

Top Team Cup maschile La Final Four si giocherà l’11 e il 12 marzo 2006. Questi gli accoppiamenti delle semifinali: Panathinaikos ATHENS (GRE) - Copra PIACENZA (ITA) Vojvodina Novolin NOVI SAD (SCG) - Portol Son Amar PALMA (SPA). Top Team Cup femminile La Final Four si giocherà l’11 e il 12 marzo 2006. Questi gli accoppiamenti delle semifinali: Centrostal Palac BYDGOSZCZ (POL) - Sant’Orsola Asystel NOVARA (ITA)Dinamo MOSCA (RUS) - Longa’59 LICHTENVOORDE (NED)
A Roma la finale della Champions League maschile, a Cannes la femminile20/01/2006

A Roma la finale della Champions League maschile, a Cannes la femminile

Sei mesi dopo il grande trionfo azzurro nei Campionati Europei, la grande pallavolo continentale torna al PalaLottomatica di Roma. La Capitale ha ottenuto dalla Cev l’assegnazione della Final Four della Indesit Champions League maschile (25-26 marzo 2006). Un ennesimo riconoscimento del grande livello organizzativo raggiunto dalla nostra disciplina, un’ulteriore promozione per Roma, che dopo le finali di World League 2004 e gli Europei 2005, avrà l’onore di ospitare per la prima volta nella sua storia le finali della più importante manifestazione per club maschile. La Sisley Treviso, campione d’Italia, in virtù di questa decisione della Confederazione Europea è ammessa di diritto alla finale a quattro del torneo. In campo femminile la finale della Indesit Champions League si giocherà a Cannes il 18 e 19 marzo.
Sisley sconfitta a Düren al tie break19/01/2006

Sisley sconfitta a Düren al tie break

Nell'ultima gara del girone di Champions League la Sisley viene sconfitta in Germania dal Dueren con il minimo scarto al tie break nonostante i 21 punti di Fei, i 20 di Cisolla e i 16 di Kral, battuta d'arresto ininfluente per il team orogranata, già qualificato alla fase finale. EVIVO DÜREN - SISLEY TREVISO 3-2 (26-28, 23-25, 27-25, 29-27, 15-13)EVIVO DÜREN : Anton 18, Alber 1, Holschen 10, Lieber (L), Elsner 12, Quero 39, Blanca, Arrua, Roque Carvalho 10. Non entrati Dick. All. Werscheck B.. SISLEY TREVISO : Papi 5, Farina (L), Cisolla 20, Elia 1, Vermiglio, Bartoletti, Fei 21, Casoli 4, Kral 16, Carletti 1, Gustavo 8. Non entrati Capra. All. Bagnoli D.. ARBITRI: RODRIGUEZ JATIVA S. e BONTEKONING H.. NOTE - Spettatori 1800, durata set: 28', 25', 27', 30', 17'; tot: 127'. evivo DÜREN : Battute sbagliate 24, vincenti 11. Sisley TREVISO : Battute sbagliate 20, vincenti 15.
Grande Perugia, battuto 3 a 1 il Belgorod19/01/2006

Grande Perugia, battuto 3 a 1 il Belgorod

Non regala niente la “soddisfazione”, ma battere Belgorod (3-1) e conquistare il primo posto nel girone D di Champions League, non è impresa da poco, soprattutto se sei alla prima esperienza. Ma alla Emu Rpa Perugia riesce la magia e ora tutti ad aspettare il prossimo avversario. “Se giochi concentrato – commenta Paolo Tofoli - di intelligenza, alla Vujevic per intenderci e non la butti sulla potenza, allora escono fuori partite come questa e i russi riesci anche a batterli. La differenza con la partita d’andata? Io non mi sono fatto male al polpaccio…”. Primo set a Perugia che trascinata da un Hernandez stratosferico (10 punti) va a vincere 26-24 beffando i russi nel finale dopo un parziale combattutissimo. Ma nel secondo set la Emu Rpa fa anche meglio: lascia Belgorod (che perde Baranov) a 19 punti con Lebl che da solo ne mette insieme 7 (86% di attacchi positivi), aiutato dall’ottimo Vujevic e dal solito Hernandez. Nel terzo il Lokomotiv reagisce e Caponeri inserisce Novotny, Martin (per Lebl, Barbone è fuori uso) e Zaytsev, facendo riposare i titolari (domenica c’è S. Croce) e i russi chiudono 23-25. Stessa formazione anche nel quarto set, che Perugia però vince 25-22. Ed il PalaEvangelisti è tutto in piedi ad applaudire. EMU RPA PERUGIA - LOKOMOTIV BELGOROD 3-1 (26-24, 25-19, 23-25, 25-22)EMU RPA PERUGIA : Tofoli, Di Franco 7, Messana Sagone (L), Zaytsev, Lebl 10, Vujevic 14, Novotny 11, Hernandez 15, Swiderski 14, Martin 3, De La Fuente. Non entrati Barbone. All. Caponeri M.. LOKOMOTIV BELGOROD : Evdoshenko (L), Abrosimov 10, Tetyukhin 18, Danilov 9, Baranov 5, Kosarev 12, Khamutskikh 2, Spajic 8, Vdovin 1. Non entrati Garkushenko. All. Lazurkin S.. ARBITRI: LODERUS F. e MOKRY J.. NOTE - Spettatori 1550, durata set: 24', 20', 27', 23'; tot: 94'. EMU RPA PERUGIA : Battute sbagliate 16, vincenti 4. Lokomotiv BELGOROD : Battute sbagliate 14, vincenti 9
Novara vince a Charleroi e conquista la Final Four di Top Team Cup19/01/2006

Novara vince a Charleroi e conquista la Final Four di Top Team Cup

In Top Teams Cup Sant´Orsola Asystel bissa il successo dell'andata e conquista la vittoria con Charleroi anche in Belgio, qualificandosi per la Final Four. Il risultato finale di 3-1 per Pirv e compagne ha visto l´utilizzo da parte di mister Chiappini di tutte le atlete a sua disposizione. Ottimo il recupero di Sara Anzanello che sia in attacco che a muro ha dimostrato di essere "in palla" per il campionato. DAUPHINES CHARLEROI - SANT'ORSOLA ASYSTEL NOVARA 1-3 (20-25, 23-25, 25-23, 15-25)DAUPHINES CHARLEROI : Van Cauteren 4, Lenglet (L), Vieira Silva 9, Pereira 2, Bland 1, Fedotova 5, Piatkowska 9, Renneboogh 1, Borovinsek 5, Vahen 15. Non entrati Likhtenstein. All. Kouelberg Sasha.SANT'ORSOLA ASYSTEL NOVARA : Borgogno, Valeriano, Muri, Calloni 9, Anzanello 14, Baigueri (L), Angeloni 7, He 1, De Godoy Pirv 8, Aguero Leiva 8, Osmokrovich 7, Spasojevic 20, Muri. Non entrati Nucu. All. Chiappini Aklessandro. ARBITRI: VAN GOMPEL C. e NEDERHOED J.. NOTE - Spettatori 1350, durata set: 22', 22', 23', 21'; tot: 88'. Dauphines CHARLEROI : Battute sbagliate 11, vincenti 6. Sant'Orsola Asystel NOVARA : Battute sbagliate 14, vincenti 5.
Macerata supera 3 a 1 l'Eap Patrasso19/01/2006

Macerata supera 3 a 1 l'Eap Patrasso

Tutto come da pronostico per i biancorossi della Lube Banca Marche, che dopo la vittoria in Grecia per 3-0 battono l’EAP Patrasso anche nella gara di ritorno al Fontescodella, finisce 3-1 con i parziali di 25-20, 21-25, 25-23, 25-21. Macerata conquista per il secondo anno consecutivo la Final Four di Coppa Cev, che si disputerà all’inizio di marzo in sede ancora da stabilirsi. Lube Banca Marche in campo inizialmente con l’identico sestetto che domenica scorsa ha strappato un’importante vittoria a Trento. Nel corso della gara hanno poi trovato spazio in campo anche Paparoni e Monopoli. Top scorer della Lube Banca Marche capitan Miljkovic con 18 punti (54% di positività in attacco e 3 muri). Nella sezione AGONISMO – COPPA CEV è disponibile il tabellino della gara. LUBE BANCA MARCHE MACERATA - EAP PATRAS 3-1 (25-20, 21-25, 25-23, 25-21)LUBE BANCA MARCHE MACERATA: Paparoni 5, Dennis 12, Rodrigao 8, Sintini 4, Monopoli, Geric 9, Corsano (L), Miljkovic 18, Herpe 4. Non entrati Ravellino, Gemmi, Mistoco. All. De Giorgi F.. EAP PATRAS: Elgueta 19, Basoukas 7, Kitsantas, Prousalis 1, Roumeliotis 18, Kozis (L), Markovic 10, Roumeliotis 8, Shafranovich. Non entrati Spiros, Mantekas, Labropoulos. All. Rogdakis E.. ARBITRI: JUHASZ Z. e MOCSNIK L.. NOTE - durata set: 21', 26', 23', 22'; tot: 92'. Lube Banca Marche MACERATA: Battute sbagliate 13, vincenti 2. EAP PATRAS: Battute sbagliate 17, vincenti 4.
La Scavolini vola in Final Four di Coppa Cev19/01/2006

La Scavolini vola in Final Four di Coppa Cev

Undicesima vittoria consecutiva per la Scavolini, che spazza via anche a domicilio il Rapid Bucarest e guadagna una storica qualificazione alle Final Four di Coppa CEV. La squadra pesarese, all'esordio europeo, ha conquistato il suo obiettivo principale, eliminando prima le spagnole del Visual Home Benidorm e poi le romene del Rapid con quattro vittorie su quattro e lasciando per strada solo due set. Domani, dal derby russo tra Balakovskaia Balakovo e Zarechie Odintsovo, uscirà l'avversario delle pesaresi in semifinale. RAPID BUCAREST-SCAVOLINI 0-3 (12-25, 23-25, 18-25) RAPID BUCAREST: Cirstoiu 11, Abroskina (L), Martin 5, Sekulovic ne, Hincu, Minca 6, Bors, L. Stan ne, Stefanescu 3, Iosef ne, Drimboi, Bozhilova 14. All. C. Stan SCAVOLINI: Berg, Maculewicz 4, Dushkyevich 10, Rinieri 10, Rondon, Mengarda 3, Costagrande ne, Sheilla 10, Guiggi 12, Del Core 15, Puerari (L). All. Abbondanza. ARBITRI Peltakongas e Almkvist (Svezia).
Piacenza batte Ankara e va in Final Four di Top Teams Cup19/01/2006

Piacenza batte Ankara e va in Final Four di Top Teams Cup

Tutto facile per la Copra che a Piacenza batte Ankara con un perentorio 3 a 0 (concedendo solo 47 punti ai turchi nel corso della gara) e vola in Final Four di Top Teams Cup. COPRA PIACENZA - HALKBANK ANKARA 3-0 (25-11, 25-19, 25-17)COPRA PIACENZA : Cardona 9, Dutra Dos Santos (L), Rabezzana, Marshall 2, Bravo 9, Cavallini 5, Simeonov 12, Grbic 4, Dunnes 2. Non entrati Decio, Bovolenta, Zlatanov. All. Dall'olio F.. HALKBANK ANKARA : Tanik 5, Tocoglu 5, Zygadlo, ÜregÜl, Öner 4, Mihaylov (L), Yilmaz 5, Belos 9. Non entrati Kartaltepe, Kavaz, Palaz, Torun. All. Yargin S.. ARBITRI: CHALADAY Y. - MARENC P.. NOTE - durata set: 15', 15', 20'; tot: 50'. Copra PIACENZA : Battute sbagliate 12, vincenti 2. Halkbank ANKARA : Battute sbagliate 17, vincenti 0.
Giotto Padova alla Final Four di Coppa Cev18/01/2006

Giotto Padova alla Final Four di Coppa Cev

Con la netta vittoria di Soria sul Numancia nel ritorno dei quarti di Finale di Coppa Cev (3-0, con parziali di 25-21, 25-23, 25-19), il Giotto Padova ha conquistato anche quest’anno la Final Four della Coppa Europea bissando il raggiungimento della fase finale dell’anno scorso. Un risultato straordinario per la compagine allenata da Gigi Schiavon che dopo aver sconfitto la formazione greca del Paok Salonicco negli ottavi, ha eliminato nei quarti gli spagnoli del Numancia Soria. Nella Final Four, in semifinale, il primo scontro sarà con l'Iskra Odintsovo, che ha eliminato la'ltra squadra russa del Luch Mosca. Le dichiarazioni del presidente Maurizio Sartorati: “Vogliamo candidarci anche quest’anno ad organizzare le Finale a Padova. L’anno scorso la Federazione Europea ha preferito le Baleari, ad oggi possiamo dire che è Padova ad essere in pole position. Abbiamo chiesto già da qualche giorno supporto a Comune di Padova, Azienda Promozione Turismo, Provincia di Padova, Regione Veneto e Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Se arriverà entro domani l’aiuto anche da loro, presenteremo alla Federazione Europea la candidatura ufficiale della città di Padova ad organizzare la manifestazione continentale.” Giovedì è l’ultimo giorno per presentare le candidature in Cev e ad oggi è solo l’ipotesi Padova a restare in piedi, con un evento di volley che se organizzato al Pala Bernhardsson darebbe grande lustro allo sport cittadino. In caso di mancata candidatura le fasi finali si svolgeranno con normale formula di andata e ritorno. Il tabellino della partita:NUMANCIA CAJA DUERO SORIA - GIOTTO PADOVA 0-3 (21-25, 23-25, 19-25)NUMANCIA CAJA DUERO SORIA: Bendini 9, Cao Herrera 1, Creus 11, De Miguel Esteban (L), Nicola 4, Salas Del Amo 6, Sevillano Canals 4, Vogt 8. Non entrati Salvador Esteban, Segura Sanchez, De Amo. All. Maldonado. GIOTTO PADOVA: Andrae 16, Botti 6, Esko 3, Garghella (L), Hietanen 1, Olli, Pampel 16, Piscopo 9, Veres 8. Non entrati Cibin, Gil Rodrigues, Tovo. All. Schiavon. ARBITRI: MICEVSKI N. - MIHAJLOV D.. NOTE - Spettatori 900, durata set: 23', 26', 22'; tot: 71'. Numancia Caja Duero SORIA: Battute sbagliate 12, vincenti 3. Giotto PADOVA: Battute sbagliate 14, vincenti 2. Tutti i risultati della Coppa Cev nella sezione eventi.
Sigla.com - Internet Partner