Archivio Volley mercato

Digao a Loreto14/07/2009

Digao a Loreto

La Pallavolo Loreto targata 2009/2010 avrà un tocco ‘brasileiro’. La società del presidente Serenelli ha infatti ufficializzato l’ingaggio del martello ricettore Rodrigo De Angelo Freitas “Digao”, settimo atleta verde-oro della storia del sodalizio mariano (dopo Alez Damiao, Marco Pavan, Dante Elias Trevisan, Leo Rodrigues, ‘Rapha’ Thiago de Oliveira e Alexandre Bergamo). Nato il 20 Gennaio del 1975, 194 centimetri di altezza, ‘Digao’ ha disputato lo scorso campionato con la maglia – ed i ‘gradi’ di capitano - del Tigre Unisul Joinville, formazione allenata da Giovane Ferinazzo Gàvio che annoverava tra le sue file vecchie conoscenze del torneo italiano, come l’opposto ex Cuneo e Piacenza Anderson Rodrigues, il martello cubano Alain Roca ed il regista Marcelinho. Atleta dalle spiccate doti offensive (nel torneo 2007/2008 è stato inserito nel sestetto ideale del campionato brasiliano, al termine del quale si è piazzato quarto nella classifica dei migliori realizzatori), ma al contempo solido nei fondamentali di seconda linea, lo schiacciatore di Ituverava ha avuto una felice parentesi nel vecchio continente, disputando due stagioni con la maglia del Son Amar Palma de Mallorca (2005/2007), vincendo la Liga Spagnola e sfiorando il successo nella Top Team Cup, persa in finale al tie-break contro la Copra Berni Piacenza (nella quale mise a segno 13 punti). Figlio di José Carlos De Freitas “Cuié”, giocatore professionista di calcio, Rodrigo si è avvicinato al volley per hobby ma uno spiccato talento gli ha consentito di bruciare le tappe finendo col vestire le casacche di alcune tra le più importanti squadre brasiliane come Banespa, Bento Gonçalves e Minas. Sposato con Denise Viana Volpato e padre di tre figli (Maria Julia, Anna Luisa e Gabriel), Digao sembra avere tutte le carte in regola per garantire alla Pallavolo Loreto quel tocco di esperienza necessario per disciplinare nel miglior modo possibile le situazioni più delicate. LA SCHEDA RODRIGO DE ANGELO FREITAS “DIGAO” Nato a ITUVERAVA il 20/01/1975 ALTEZZA: 194cm NAZIONALITA’: BRASILIANA RUOLO: SCHIACCIATORE LA CARRIERA 1990-1997 Banespa – Superliga Bra 1997-1998 Fulminense – Superliga Bra 1998-2001 Barao do Rio Branco – Superliga Bra 2001-2002 Lupo Nautico Araraquara – Superliga Bra 2002-2003 Bento Goncalves – Superliga Bra 2003-2004 Telemig Celular Minas – Superliga Bra 2004-2005 Online Volei De Novo Hamburgo – Superliga 2005-2007 Son Amar Palma de Mallorca – Liga Spagnola 2007-2009 Tigre/Unisul/Joinville – Superliga Bra 2009-2010 PALLAVOLO LORETO A1
Valentina Sghedoni a Carpi14/07/2009

Valentina Sghedoni a Carpi

La Liu-Jo Volley Carpi, dopo la prima palleggiatrice, Francesca Giogoli (protagonista della promozione in A1 della Rebecchi Lupa Piacenza), ufficializza oggi l’ingaggio della sua seconda Valentina Sghedoni, 173 cm, modenese, nata il 14 febbraio 1989, e proveniente dal Crovegli Cà del Bosco B1. Soddisfatto dell’operazione il direttore sportivo della Liu-Jo Volley Carpi Davide Astarita: “Conosco Valentina da tempo e ci siamo incrociati diverse volte nei palazzetti negli ultimi anni. A pelle abbiamo sempre avuto un buon rapporto e già al nostro primo anno di B1 avevamo provato a portarla a Carpi quando cercavamo una seconda per Anna Rossetto. Dopo un anno di crescita per entrambi, il club e l’atleta, credo che Valentina Sghedoni possa dare il suo contributo in una stagione che ci auguriamo esaltante come quella che sta per cominciare. Non capita tutti i giorni ad atlete di avere occasione di confrontarsi con un livello così alto sia di campionato che di compagne di squadra giocando in una squadra del proprio territorio e, quindi, potendo mettere in campo con naturalezza un po’ di … cuore in più. Questo dimostra anche l'interesse crescente che la nostra società ha per il territorio modenese. La ragazza ha effettuato e superato a pieni voti le visite mediche, quindi fin dai primi passi tutto lascia intendere che sarà un "matrimonio" felice”. Sicuramente la modenese doc Valentina Sghedoni, vista la giovane età e le buone esperienze già maturate (nasce anche sportivamente a Modena dove gioca nel Volley Modena prima in C nel 2005-2006, poi in B2 la stagione successiva, prima di disputare 2 campionati col Crovegli), potrà solo migliorare accanto alla più esperta Giogoli e sotto la guida di coach Sazzi e dei dirigenti del club carpigiano e fin dall’inizio si presenta come un rincalzo di qualità, che dà spessore ad una rosa di livello. Ecco le impressioni di Valentina, direttamente da una giostra di Mirabilandia (perfettamente in tono con la sua giovane età): “Giocare in una squadra di A2 è per me un’esperienza nuova ed eccitante e poi sono contenta dopo 2 anni a Reggio Emila col Crovegli di tornare a casa, perché giocare a Carpi è come giocare a casa. Sfrutterò al massimo il livello con cui mi dovrò confrontare e cercherò di imparare il più possibile da Giogoli e dall’allenatore, oltre che, a livello professionale, dalle altre compagne, molte delle quali già con una grande esperienza al loro attivo. Penso e spero che per me e per la Liu-Jo Carpi quest’anno sia un’annata positiva. Io per natura sono ottimista, ma anche i nomi e la qualità delle atlete con cui condividerò la stagione mi incoraggiano a esserlo. Giocare? Quest’anno mi basta lavorare e imnparare. Ne ho bisogno. In futuro si vedrà”. Valentina Sghedoni porta a 10 le componenti della rosa, dopo Giogoli, le schiacciatrici Saara Esko, Lucia Bacchi e Monica Davolio, le centrali Maria Pia Romanò e Daria Parenti, gli opposti Giada Marchioron e Alessandra Guatelli (Confermata) e il libero Sara Paris. “A breve – dichiara sornione il presidente Rino Astarita – ci saranno altre novità. Oggi godiamoci questa modenese di casa nostra.”
Saitta e Fabroni a Latina13/07/2009

Saitta e Fabroni a Latina

La settimana si apre con altre due mosse di mercato per l’Andreoli Latina. Sono i palleggiatori Davide Saitta e Marco Fabroni. Per Saitta è un ritorno a Latina dopo aver fatto le giovani e vinto la Junior League nel 2003-04. Il giovane alzatore di Catania è già nel giro della nazionale, Andrea Anastasi lo ha inserito tra i 19 della World League ed ha vinto l’oro ai Giochi del Mediterraneo che si sono appena conclusi a Pescara con la nazionale B di Lorenzo Bernardi. Con i coetani Gitto e Cortina (già ufficializzati dalla Top Volley) è stato artefice dei tre bronzi con le giovanili all’Europeo e al Mondiale Cadetti e all’Europeo Juniores. Dopo le giovanili a Latina, Saitta è stato preso da Treviso dove ha rivinto la Junior League 2005-06. L’anno successivo è stato il titolare nel Crema di A2 guidato da Luca Monti, per poi tornare a Treviso dove ha avuto come maestri il francese Pujol e il brasiliano Ricardinho. Daniele Ricci tecnico dell’Andreoli – “Saitta non è una scommessa, nella Sisley ha avuto qualche occasione di dimostrare il suo valore. Ha fatto esperienza con Ricardo e Pujol e quando chiamato in causa ha sempre fatto bene. Da noi però deve dimostrare ogni domenica la propria bravura. A Crema in A2 ha disputato un ottimo campionato, ma l’A1 è un’altra cosa.” Marco Fabroni è nato a Castellanza ma cresciuto pallavolisticamente a Macerata con Medei, poi trasferito a Perugia, Cagliari, Gioia del Colle, Castellana Grotte per arrivare a Pineto dove ha disputato l’A2 e lo scorso anno l’A1 secondo al brasiliano Rodrigo. Daniele Ricci tecnico dell’Andreoli – “Fabroni ha lavorato con Medei nel settore giovanile di Macerata. In dieci anni è maturato molto e credo che possa essere utile sia alla squadra che a Saitta”.
Barcala a Padova13/07/2009

Barcala a Padova

Dopo Manuele Cricca e Yu Koshikawa, un altro importante tassello si aggiunge al mosaico della nuova Pallavolo Padova. Sarà infatti Juan Carlos Barcala il nuovo opposto della società bianconera per la stagione 2009/10. Nato il 25 gennaio 1984 a Cadiz, Barcala è uno degli elementi che fanno attualmente parte della selezione della Nazionale spagnola, nella quale ha già collezionato 28 presenze. «Siamo molto felici di aver raggiunto un accordo con questo giocatore – dice il DS Stefano Santuz – E’ un atleta giovane e dalle grandi potenzialità sul quale puntiamo molto. Anche il coach della Nazionale spagnola, Julio Velasco, ci ha parlato molto bene di lui». Barcala ha firmato un contratto annuale con opzione per il secondo. Proveniente dal CV Almeria, club spagnolo di serie A1, Barcala può contare già un palmares personale di tutto rispetto. Alto 202 centimetri, il suo stacco in attacco arriva a 353 centimetri. Nella passata stagione ha inoltre disputato la Final Four di Coppa CEV. «Sono molto contento di poter giocare in Italia – dice Barcala – anche perché si tratta della mia prima esperienza all’estero. Poter giocare nel campionato italiano per me è motivo d’orgoglio». L’opposto ha avuto modo di parlare di Padova anche con l’allenatore della sua Nazionale, Julio Velasco. «Il coach mi ha detto che quello italiano è un campionato molto difficile – continua Barcala – ma che ho tutte le caratteristiche per fare bene. So che il campionato di A2 è molto equilibrato, ma Padova è una squadra forte e competitiva, per cui penso che questa squadra vorrà dimostrare fin da subito il suo valore». Juan Carlos Barcala arriverà a Padova non appena saranno terminati gli impegni con la sua Nazionale. LA CARRIERA 2008/09: CV Almeria 2007/08: Drac Palma CV Portol 2004/07: UD Vecindario 2002/04: CV Almeria 2000/02: Concentracion Permanente IL PALMARES Campione della Superlega di Spagna nel 2002/03 e 2003/04 con l’Unicaja Almeria Campione della Supercoppa di Spagna nel 2002 e 2003 con l’Unicaja Almeria Campione della Superlega di Spagna nel 2007/08 con il Drac Palma Campione della Supercoppa di Spagna nel 2007/08 con il Drac Palma
Antonio Corvetta a Vibo Valentia13/07/2009

Antonio Corvetta a Vibo Valentia

Il vice di Gonzalez per la stagione agonistica 2009/2010 sarà Antonio Corvetta. Originario di Ancona, classe 77, proviene dal Castellana Grotte, ma conosce bene la nostra Calabria avendo militato per quattro stagioni consecutive a Corigliano. Corvetta ha iniziato la sua carriera pallavolistica nel settore giovanile della squadra del Macerata, con cui ha poi esordito nel massimo campionato. Vanta una grande esperienza anche nel campionato di A2 con le formazioni del Gioia Del Colle, Napoli, Cagliari, Forlì. Il DS Chico Prestinenzi: “Sono molto contento di essere riuscito a portare Corvetta alla Tonno Callipo in quanto è un giocatore che stimo e che seguo da tanti anni. Mi dispiace soltanto per il piccolo ritardo nella conclusione della trattativa, per un’incomprensione che comunque si è risolta nel migliore dei modi. Antonio ha accettato con grande felicità di venire a Vibo Valentia ed ha firmato con la nostra società subito. Ritengo che un palleggiatore come Corvetta nella nostra rosa abbia un’importanza incalcolabile e possa dare un valore aggiunto a tutta la squadra innalzando il livello della stessa. Non potevamo avere, in quel ruolo, un giocatore migliore”. Antonio Corvetta: “Ho scelto Vibo perché ritengo la Tonno Callipo una delle società più serie ed organizzate. Dopo l’esperienza dello scorso anno a Castellana Grotte, volevo fortemente tornare a giocare nel campionato di A1 e penso che con la Tonno Callipo, che sta costruendo una squadra di ottimo livello, potrò esprimere tutte le mie potenzialità. Anche se ero abituato a partire da titolare, ho accettato ugualmente il ruolo di secondo palleggiatore in quanto avrò la possibilità di lavorare a fianco di atleti dal livello tecnico molto alto. Inoltre, sarò a fianco di Gonzalez, un giovane che stimo molto e con il quale sono contento di potermi misurare. Mi fa piacere tornare a giocare in Calabria, una terra che considero ormai la mia seconda casa e che mi ha dato tante soddisfazioni, sportive e non”.
Subiela a Roma11/07/2009

Subiela a Roma

José Javier Subiela giocherà per la M. Roma. E lui il primo dei due “centrali” titolari con i quali il club intende completare la formazione da affidare ad Andrea Giani per la prossima stagione. E’ stato scelto in una “rosa” di cinque atleti e, crediamo, che si sia cercato il meglio, essendo Subiela reduce da un campionato di alta classifica con i Lupi di Santa Croce, ed essendo stato protagonista agli Europei del 2007 vinti dalla Spagna con Andrea Anastasi in panchina. Subiela ha 25 anni appena compiuti, è nato a Quart de Poblet (Valencia) , è alto 1.98 e da un paio di anni gioca in Italia, dove è approdato nella stagione 2007-2008, prelevato a Numancia dalla Codyeco Santa Croce. Con la maglia dei toscani il “centrale” ha disputato due campionati, collezionando complessivamente 62 presenze e distinguendosi per temperamento e per il grande tempismo nelle concitate fasi di difesa a muro e in attacco. L’atleta spagnolo non ha nascosto il suo entusiasmo per essere stato richiesto e tesserato da Roma. “Arrivo _ ha detto _ in una grande città, che segue attentamente il volley. In una squadra che reputo ben costruita, sicuramente meglio assortita dell’anno scorso, quando ci ha fatto soffrire in campionato e quando ci ha eliminato dai play-off promozione”. Con l’arrivo di Subiela, Giani sta completando il mosaico della squadra che, a parte Zaytsev, Poey, Portuondo, Segnalini, Morelli e Lorenzo Rossi, già in organico nel campionato passato, vedrà ai nastri di partenza sicuramente un altro “centrale”, il palleggiatore Adriano Paolucci, prelevato da Mantova, il libero Andrea Cesarini proveniente da Loreto ed alcuni giovani dell’under 18 campione d’Italia.
Veronica Angeloni a Piacenza11/07/2009

Veronica Angeloni a Piacenza

Veronica Angeloni ha firmato per la RebecchiLupa Piacenza. Originaria di Massa, dove è nata nel luglio del 1986, Veronica inizia a giocare a pallavolo all'età di otto anni. e esordisce appena dodicenne in serie C con la Pallavolo Carrarese. Dopo tre stagioni è chiamata nel Club Italia nel quale gioca dal 2001 al 2004, anno in cui vince la medaglia d'oro ai campionati europei con la nazionale juniores. Esordisce in A1 nella stagione 2004/2005 nelle file del Chieri, arrivando alle semifinali dei play off e vincendo la Top Teams Cup. In quell'anno a Veronica è assegnato il Premio della Lega Pallavolo come miglior giovane della stagione di A1. Nel 2005 Veronica è nel Novara, vince la Supercoppa Italiana e nuovamente raggiunge le semifinali dei play off e la vittoria nella Top Teams Cup. Nella medesima stagione arrivano anche le prime convocazioni nella nazionale azzurra, allora allenata da Marco Bonitta. Torna a Chieri nel 2006/2007, e resta fino a marzo prima di concludere la stagione a Vicenza. L'anno successivo è a Forlì, e nella stagione appena conclusa difende i colori del Perugia, conquistando i play off e arrivando terza nella Champions League. In queste settimane è impegnata in maglia azzurra con altre nuove giocatrici del Piacenza, e dopo il bel secondo posto a Montreux, conquistato con Giulia Rondon, oggi è appena rientrata in Italia da Belgrado dove, unitamente a Federica Stufi, ha appena vinto l'oro ai campionati mondiali universitari con la nazionale guidata da Lorenzo Micelli. Così Veronica Angeloni ha commentato l'ingresso nella sua nuova squadra: "Son contentissima: Piacenza è una società fantastica e seria, di cui si dice un gran bene, e ritroverò parecchie compagne con cui ho trascorso molto tempo, in particolare Croce e Rondon. Gianni Caprara per me è una garanzia, è un allenatore che mi ha insegnato moltissimo e che fa lavorare molto nella preparazione sia fisica che tecnica. Questo per me è fondamentale, perchè ho sempre avuto bisogno di allenarmi molto per raggiungere i migliori risultati."
Alessandra Petrucci a Piacenza11/07/2009

Alessandra Petrucci a Piacenza

La RebecchiLupa Piacenza annuncia l'arrivo della palleggiatrice Alessandra Petrucci. Toscana di Viareggio, alta 184 cm, Alessandra Petrucci nasce nel febbraio del 1983 e inizia a giocare a nelle giovanili dello Jenco Versilia Volley a Viareggio. Nel 2000 è a Pisa, dove gioca un anno in B2 e poi tre stagioni consecutive in B1. Nel 2005 esordisce in serie A1 nella Tecnomec Forlì, e l'anno successivo si prende una pausa ritornando nella squadra della sua città e giocando in serie C in un ruolo diverso. Nel 2007 è in serie A2 come regista titolare del Biancoforno Santa Croce, squadra che inizia il campionato incontrando proprio l'allora neonata RebecchiLupa Piacenza. Il 2008/2009 vede Alessandra Petrucci protagonista di una grandissima stagione in A2 nella Brunelli Volley Nocera Umbra, una delle più difficili avversarie del Piacenza nel trionfale campionato appena concluso. Dopo una indimenticabile e avvincente finale di Coppa Italia, giocata proprio nel palasport piacentino e persa per un soffio, Alessandra ha guidato Nocera fino alle finali dei play off sfiorando di pochissimo la promozione. Ecco i primi commenti di Alessandra Petrucci dopo la firma del contratto: "Sono molto contenta di venire a Piacenza, è una società molto seria che conosco da molto tempo, e con cui ho avuto contatti in varie occasioni." "Siamo molto contenti," ha aggiunto il direttore sportivo Stefano Mazzari, "per noi questa è una scelta molto importante, il campionato di A1 è molto difficile e riteniamo giusto affrontarlo con una forte coppia di palleggiatrici."
Matuzskova a Pavia11/07/2009

Matuzskova a Pavia

Tereza Matuzskova, classe 1982, 190 cm di altezza, è la nuova opposta della Riso Scotti Pavia. Autentica forza della natura, in attacco la ceca di Ostrava ha pochissime rivali in questo ruolo, in cui si è distinta prima nella 1^ Classe Roma in A2 e poi in A1 lo scorso anno con la maglia della Yamamay Busto Arsizio spingendola sia alle semifinali di Coppa Italia, e sia al raggiungimento della semifinale play-off Scudetto che è valsa alle bustocche la qualificazione storica alla CEV CUP. Matuzskova, è la classica giocatrice completa, in grado di fare la differenza, grazie anche alla sua esperienza maturata nel corso della sua carriera che l'ha portata a giocare anche in campionati non facili come quelli di Polonia e di Francia. Il blitz del GM Poma, permette ora alla Riso Scotti Pavia di completare il "6+1" di partenza che ora vede Spinato in diagonale con Matuzskova, Fernandez e Caroli al centro, Pachale e Hovath le bande ricettrici con Carocci libero. "Una squadra che sulla carta puo' fare sognare i tifosi - tuona sibillino il GM Poma - E' un mix di giocatrici esperte e di gioventu' e sono certo che queste ragazze, sapranno regalare grandi soddisfazioni ai nostri tifosi". Dopo il botto con l'ingaggio della spagnola Fernandez, ecco 'bazooka' Matuzskova pronta ad infiammare il PalaRavizza. "Con l'arrivo di Tereza - conclude Poma - credo che questa squadra abbia una batteria di attaccanti di prima fascia: Pachale, Horvath e ora Matuzskova. E' stata una trattativa difficile, perchè sulla giocatrice c'era da battere la concorrenza di altri club europei, ma alla fine è prevalsa la volontà' dell'atleta che ha scelto Pavia come piazza ideale per dimostrare le sue potenzialita". Intanto la società ufficializza l'acquisto della seconda alzatrice De Lelleis, proveniente dal San Donà di B1.
Cozzi a Taranto11/07/2009

Cozzi a Taranto

Il mercato della Prisma Volley non finisce di sorprendere. Idee chiare, obiettivi certi, giocatori in grado di offrire garanzie di rendimento. L’ultimo ingaggio alla corte di Montagnani è Paolo Cozzi, 29 anni (200 cm di altezza), milanese di nascita cresciuto nelle file del Vittorio Veneto Milano in C e B2, esordisce in serie A/2 con il Gonzaga Milano successivamente chiamatosi Asystel. Proprio con questi ottiene la promozione in A/1 nella stagione 1999-2000 arrivando secondo dopo la Magna Grecia Taranto. L’anno successivo con Milano disputa la finale scudetto, poi persa con Treviso. Nel capoluogo lombardo vi rimane sino al 2003 anno in cui l’Asystel si fonde con la Copra Piacenza. In quella stagione Paolino passa a Modena, club con il quale vince una Coppa Cev nel 2004. Successivamente viene ingaggiato da Cuneo dove vi rimane una stagione vincendo tra l’altro una Coppa Italia. La carriera di Cozzi prosegue a Piacenza club nel quale per due stagioni consecutive disputa le finali scudetto. La passata stagione per la prima volta decide di vestire la maglia di un club del Sud, il Vibo Valentia dove offre un rendimento molto positivo classificandosi al quarto posto per quanto riguarda il ruolo di centrale (media ponderata del rendimento statistico nei vari fondamentali). In totale Cozzi ha disputato 10 stagioni in serie A/1 collezionando 290 presenze e totalizzando 2010 punti di cui 590 a muro uno dei suoi fondamentali migliori. Premiato per tre stagioni consecutive (dal 1998 al 2001 come migliore under 23 della serie A/2 nei primi due anni e della serie A/1 il terzo). Con la maglia azzurra vanta 105 presenze (esordio 11 maggio 2001, a Palermo Italia-Argentina 3-0). Ha vinto due Europei (2003 e 2005)e l'argento ai Giochi olimpici di Atene, nel 2004. Da ragazzo con la nazionale cadetti ha vinto un mondiale, un europeo ed una edizione dei giochi del mediterraneo.
Sigla.com - Internet Partner