Archivio Volley mercato

La Bacchi a Carpi30/05/2009

La Bacchi a Carpi

Lucia Bacchi, schiacciatrice della Foppapedretti Bergamo campione d'Europa, ha firmato un contratto triennale con la Liu-Jo Carpi, squadra neo-promossa in A2 ma molto ambiziosa.
Christiane Fürst a Bergamo30/05/2009

Christiane Fürst a Bergamo

Dopo il rinnovo del contratto di Valentina Arrighetti, il reparto centrale della Foppapedretti continua a prendere forma. E lo fa con un acquisto di lusso. Da Pesaro arriva infatti la due volte campionessa d’Italia Christiane Fürst. Nata a Dresda, in Germania, il 29 marzo 1985, alta 192 centimetri, la centrale tedesca affiancherà quella genovese nella stagione 2009/2010. Campione di Germania nel 1999 e nel 2007 con il Dresdner Sport Club, società in cui è cresciuta e in cui ha militato dal 1999 al 2007, facendo il suo esordio in prima squadra giovanissima e vincendo anche due Coppa di Germania, nel 1999 e nel 2002; è approdata in Italia nella stagione 2007/2008 per vestire la maglia della Scavolini. Nel suo primo anno italiano ha conquistato una Coppa CEV e uno Scudetto, mentre la stagione scorsa ha messo in bacheca tre trofei: la Supercoppa Italiana, vinta a spese della Foppapedretti nell’ottobre 2008, la Coppa Italia conquistata a Eboli e il suo secondo Scudetto, entrambi battendo in finale l’Asystel Novara. Fa parte della nazionale tedesca dal 2003, anno in cui la squadra tedesca ha ottenuto il terzo posto agli Europei in Turchia. Ha partecipato alle Olimpiadi di Atene nel 2004 e nel 2006 è stata eletta Miglior Muro del Campionato Mondiale disputato in Giappone. “Credo che Bergamo sia una squadra tradizionale” e così dicendo Christiane dà la sua prima motivazione per aver scelto la Foppapedretti. “A Pesaro c’erano molte giocatrici sudamericane e c’era un’altro modo di vivere, anche in palestra. A Bergamo invece credo ci sia un gruppo tradizionale. Conosco l’allenatore, i dirigenti e alcune giocatrici e mi piacciono”.
Blengini è l'allenatore di S.Croce30/05/2009

Blengini è l'allenatore di S.Croce

E´ il torinese Gianlorenzo Blengini il nuovo allenatore della Codyeco Lupi. Il direttore sportivo biancorosso Alessandro Pagliai ha ufficializzato proprio nella mattinata di sabato 30 maggio il passaggio del tecnico piemontese, proveniente dal Montichiari (dove Blengini ha operato da vice di Berruto) al club conciario. Blengini, che compirà 38 anni a fine dicembre, ha alle sue spalle una cospicua carriera, quale vice di allenatori importanti (Velasco su tutti) maturata nel corso del primo decennio degli anni 2000. In questo periodo di tempo Gianlorenzo Blengini ha affrontato la Codyeco più volte da avversario, come in A2 nelle stagioni 2000-01 e 2001-02, prima a Torino e poi a Piacenza sempre quale vice di Berruto. Nel campionato di A1 2005-06 Blengini era invece a Modena quale secondo di Velasco. Il coach torinese conosce quindi bene i “Lupi” avendoli già affrontati quando questi erano ancora ospitati al palazzetto dello sport di Fucecchio, nei campionati all’inizio del terzo millennio. Negli ultimi tre anni Blengini ha lavorato a Montichiari e, proprio nella cittadina bresciana, questi avrà avuto ragguagli certi, sul conto della Codyeco Lupi, parlando con giocatori come Tiberti e Forni, ex indimenticati biancorossi. Ma Blengini, prima di compiere la sua scelta avrà sicuramente scoperto il “mondo dei Lupi” anche attraverso altre fonti. Un tecnico giovane ed emergente, passa quindi alla guida della compagine conciaria in vista della stagione agonistica 2009-10. Questo si preannuncia, al momento, estremamente impegnativa, per il sodalizio di piazza Matteotti. La dirigenza sta tuttavia operando con la determinazione e la passione e la serietà di sempre, per stanziare un budget all’altezza della situazione, per affrontare con una squadra competitiva il prossimo campionato di A2. Gianlorenzo Blengini si trova al momento impegnato in ritiro con la Nazionale B azzurra e, di questa, fa parte anche il regista biancorossa Marco Falaschi. Un “lupo” è quindi, già sotto la guida, del nuovo coach della Codyeco.
La Petrauskaite a Castellana Grotte30/05/2009

La Petrauskaite a Castellana Grotte

Arriva da lontano la voce di Valdone Petrauskaite, nuova schiacciatrice della Florens Castellana Grotte, formazione pugliese che si prepara a giocare anche nella stagione 2009/2010 la Findomestic Volley Cup di serie A1 di pallavolo femminile. Ma le parole e i concetti sono chiari: “La Florens si è dimostrata una società molto seria e questo naturalmente mi piace tantissimo - ha esordito il martello lituano, 25 anni a fine agosto - Ho tanta fiducia e sono tranquilla. Non so perché, ma sono sicura di stare molto bene nella Florens. Sicuramente ho tante motivazioni e non vedo l'ora di cominciare la prossima stagione. Dopo le meritate vacanze, naturalmente”. La firma del contratto a fine maggio è sintomo di grande fiducia e convinzione sia da una parte che dall'altra. Il Castellana è una società “giovane” nonostante i 45 anni di storia pallavolistica alle spalle e punta ad affermarsi con stabilità nel panorama nazionale del volley in rosa. Petrauskaite è stata la seconda “mossa” di mercato. Quali le aspettative, su queste basi, per un'atleta. “La speranza di fare un bel campionato - ha premesso la schiacciatrice ex Chieri - Già nella passata stagione ho potuto notare come questa sia una società seria. Io cercherò di dare il mio contributo per quanto possibile. Sono una persona che non molla mai, non incrocia mai le braccia e non regala niente fino all'ultimo. Così come il pubblico di Castellana forse ha già notato nell'ultima partita di campionato, Florens contro Chieri”. Petrauskaite è alla terza esperienza in Italia, la prima al Sud: “Mi piace tanto questo Paese, la sua gente. E' vero che non ho esperienza al Sud, ma questo non mi preoccupa - ha precisato la lituana - Starà bene e incontrerò gente molto simpatica, come in tutto il resto d'Italia. Eppoi in Lituania diciamo sempre che la 'vera Italia' la puoi conoscere solo al Sud”. Prima di Castellana, come detto, le meritate vacanze: “Per un mese sarò a casa mia, con i miei e il mio fratellino. In estate cerco di approfittare al massimo della mia famiglia. Poi torno a Torino dal mio fidanzato e ancora in vacanza in Sardegna da amici. Dopo tutto questo, potrò iniziare tranquillamente la stagione con la Florens”.
Evandro Batista ad Isernia29/05/2009

Evandro Batista ad Isernia

Inizia a ritmo di samba e con i colori cangianti verdeoro della bandiera brasiliana la campagna acquisti per La Fenice Volley Isernia, che - dopo la conferma del tecnico Marco Fenoglio - pesca nel campionato brasiliano, e precisamente nella fila dell’USC Caxia, l’alzatore Evandro Batista. Sarà affidata a lui la direzione d’orchestra della sesta stagione in Serie A2 della società biancoazzurra. Classe ’81, 198 cm, un fisico possente, ottime doti dalla linea dei nove metri, una buona visuale a muro, ma soprattutto tanto estro e un gioco veloce, tipico della scuola sudamericana: questo il biglietto da visita con il quale Evandro Batista si presenta alla tifoseria pentra e queste le caratteristiche espressamente richieste dal tecnico piemontese per ricoprire il delicato ruolo in regia. Evandro, da buon brasiliano, fa bene anche sui campi di beach volley, e nelle ultime stagioni nell’indoor, ha vestito le maglie del Benefica (stagione 2007/08), dell’ULBRA e del Banespa San Bernardo. Intanto, la società è pronta a dare il via alla campagna abbonamenti. Nei prossimi giorni tutte le indicazioni in merito ai prezzi e ai punti vendita delle tessere.
Rivaldo a Taranto28/05/2009

Rivaldo a Taranto

Primo colpo di mercato e che colpo per la Prisma Taranto. Nel tardo pomeriggio di oggi ha formalizzato l’ingaggio biennale con il miglior realizzatore della serie A/1 – edizione 2008-09 – Rodrigo Pinto detto Rivaldo, schiacciatore opposto in forza sino allo scorso marzo al Pineto. Il forte e potente “fuori mano” brasiliano che tanto somiglia all’ex campione di calcio di Barcellona e Milan è nato il 20 febbraio del 1980 a Vitoria. Alto 202 cm nella sua carriera ha vestito le casacche dei club carioca più in vista dal Wizard Sudano al Banespa sino al Telemig Minas con una parentesi in Giappone nella stagione 2005/06 con i Blazers. Rivaldo ha rappresentato la rivelazione della scorsa stagione regolare vincendo la classifica dei marcatori (495 punti di cui 434 in attacco, 23 in battuta e 38 a muro). Nel Pineto la stagione appena trascorsa è stato di gran lunga il finalizzatore principale, l’uomo sul quale poggiava quasi tutto il peso del reparto schiacciate con 925 palle servitegli in attacco sulle 2665 di squadra (35% circa). La Prisma del presidente Bongiovanni ha battuto la concorrenza di almeno altri tre club della serie A/1 italiana e sicuramente sulla scelta del giocatore ha influito anche la presenza a Taranto del duo Montagnani-De Patto con il quale Rivaldo ha lavorato a Pineto. Un retroscena del passato che riguarda la Prisma e Rivaldo lo svela proprio il massimo dirigente jonico: “Tre stagioni fa ci fu offerto dal suo procuratore ma poi non se ne fece più nulla perché puntammo su giocatori più conosciuti. Peccato perché a quest’ora sarebbe uno dei giocatori più prolifici del campionato italiano”. Rivaldo prosegue la grande tradizione di opposti brasiliani in riva allo jonio cominciata con Anderson e proseguita con Vissotto, i quali entrambi con la maglia della Prisma hanno vinto la classifica dei migliori realizzatori della serie A/1. “E non finisce qui” – tuona soddisfatto il presidente Bongiovanni preannunciando entro le prossime 48 ore altri due colpi di mercato.
Vercesi torna ad allenare Pesaro28/05/2009

Vercesi torna ad allenare Pesaro

Angelo Vercesi, l'allenatore che ha vinto il primo, storico scudetto con la Scavolini nel 2007/08, torna sulla panchina delle colibrì. "Prosegue il progetto avviato nel 2006 con l'arrivo a Pesaro di Zé Roberto ed Angelo" spiega il presidente Sandro Sardella. "Lui è con noi da tre stagioni ed ha svolto un ruolo importantissimo come preparatore atletico, consentendo alla squadra di acquisire una condizione fisica formidabile, il che è stato unanimemente riconosciuto come uno dei nostri punti di forza. Nel 2007/08, inoltre, ha assunto la guida della squadra per l'improvvisa indisponibilità di Zé Roberto, portandola alla vittoria del titolo tricolore. Nella scorsa stagione, infine, ha avuto l'umiltà e l'intelligenza di fare un passo indietro, tornando a fare il preparatore atletico e contribuendo nuovamente al successo della squadra. Era naturale proporgli di tornare ad essere il nostro allenatore, ora che Zé Roberto è tornato in Brasile a guidare la nazionale campione olimpica. Siamo molto felici che abbia accettato di restare a Pesaro, una città che lo adora e che lo ha visto crescere professionalmente sino a diventare uno degli allenatori di spicco a livello internazionale". Queste le prime parole di Vercesi: "Ringrazio di cuore la Scavolini per avermi rivoluto qui. Mi sono preso un po' di giorni per decidere perchè era giusto che la mia scelta fosse meditata, e la società mi è stata vicina dandomi tutto il tempo di cui avevo bisogno. Ho voluto pensarci su con calma, tornando in Brasile e parlando anche con la mia famiglia. Loro mi hanno appoggiato nella mia decisione di tornare a Pesaro, e intanto mi sono arrivati messaggi dalle giocatrici e dai tifosi che mi rivolevano alla Scavolini. Ho sentito molto affetto nei miei confronti, e questo è stato importante. L'obiettivo di quest'anno? Il solito: se possibile, vincere tutto. Avremo una squadra forte, con una ossatura collaudata e qualche nuovo innesto giovane da far crescere. Non vedo l'ora di arrivare". Vercesi sarà a Pesaro alla fine di giugno, giusto in tempo per la prima tappa del circuito di Sand volley.
Guarise riconfermato a Bassano27/05/2009

Guarise riconfermato a Bassano

La prima conferma in casa Bassano Volley porta la firma di Eros Guarise, che da buon capitano è il primo del gruppo a togliere ogni dubbio legandosi per altre due stagioni alla società del presidente Signor. E’ il primo tassello quindi, dopo quello in panchina di mister Cretu, del Bassano Volley che verrà ovvero del Bassano Volley versione 2009-2010 che in settembre inizierà il suo 7° anno consecutivo in serie A2. Sono invece già dieci le stagioni di Eros Guarise in giallorosso, un’autentica bandiera visto che praticamente il centralone di San Pietro di Rosà non ha mai cambiato casacca facendo tutta la trafila sin dalle giovanili, disputate con la maglia dell’allora Volley Mussolente, società da cui poi sarebbe nato il Bassano Volley. Una bandiera che quest’anno ha difeso i colori giallorossi dopo un’estate, quella scorsa, in cui invece tanti altri compagni di mille battaglie, come i vari Dal Molin, Guidolin e Dalla Libera, hanno preso altre strade separando il loro destino da quello della squadra che per molte stagioni li aveva visti tutti insieme grandi protagonisti della scalata alla serie A2 nel giugno 2003 e poi delle prime cinque stagioni nella serie cadetta. Ed è stata proprio la partenza di Mirko Dalla Libera, indimenticato capitano per ben sette anni, ad aver lasciato al giovane Eros Guarise l’onore di raccoglierne l’eredità proprio nell’indimenticabile stagione dei record appena conclusa. Una stagione, la prima dunque da capitano, che però ha lasciato al centrale bassanese parecchi rimpianti: “E’ chiaro che a inizio stagione tutti ci avremmo messo la firma per disputare un’annata del genere. Resta il fatto che però i rimpianti sono tanti, davvero tanti, perché di occasioni per centrare la promozione sia in regular season che ai play off ne abbiamo avute parecchie ma per un motivo o l’altro non le abbiamo sfruttate. Purtroppo è andata così ed è un peccato perché abbiamo disputato una stagione strepitosa e meritavamo sicuramente qualcosina in più: detto questo adesso voltiamo pagina e cominciamo a pensare alla prossima avventura. L’ho sempre detto, il mio sogno è quello di salire in serie A1 con questa maglia: quest’anno ci siamo andati vicinissimi e se l’anno prossimo per vari motivi non sarà possibile lottare per la promozione, sono certo che ci riproveremo tra due stagioni. Staremo a vedere, la cosa certa è che io ci sarò perché mi sono legato al Bassano per altri due anni al termine di una trattativa in cui entrambe le parti hanno manifestato sin da subito l’intenzione di proseguire insieme. La prossima stagione credo che sarà un’annata particolare anche perché ci sarà una sola promozione, peraltro da ottenere via play off. Per quanto ci riguarda so che si ripartirà da una squadra giovane, per cui ci sono tutti i presupposti per rivivere una stagione simile a quella appena chiusa, se non come risultati, sicuramente come spirito di squadra. Lavoreremo tanto in palestra, ci saranno tredici giocatori motivati e desiderosi di emergere, il che consente di innalzare moltissimo il livello dell’allenamento e più in generale la competizione tra i giocatori per prendersi il posto, il tutto a beneficio della squadra. Saremo un’incognita e sono sicuro che faremo bene, ancora una volta”.
Napolitano nuovo allenatore di Chieri, Molinengo libero e Luraschi team manager26/05/2009

Napolitano nuovo allenatore di Chieri, Molinengo libero e Luraschi team manager

Il Chieri Volley Club comunica di aver raggiunto un accordo per la stagione 2009/2010 con il tecnico Bruno Napolitano e con il suo vice Paolo Amendola, la scorsa stagione entrambi all'Europea 92 Original Marines Milano. Definito anche l'ingaggio della prima giocatrice, il libero Michela Molinengo mentre il ruolo di team manager sarà ricoperto da Katja Luraschi, già giocatrice della Foppapedretti Bergamo e della Tena Santeramo. Bruno Napolitano può contare su una grande esperienza in A2 dove in passato ha già guidato il Terra Sarda Tortolì e la Sea Grossi Lam Urbino prima delle ultime due promozioni sfiorate a Milano: il progetto di rilancio del Chieri Volley Club partirà proprio da lui. Acquisto importante anche quello di Michela Molinengo, cuneese classe 1978, che dopo tre stagioni di A2 con la Rebecchi Rivergaro ha ottenuto la promozione in A1 con la Yamamay Busto Arsizio nel 2007 giocandovi anche la stagione successiva prima di passare all'Europea 92 Milano nello scorso campionato.
Valdone Petrauskaite a Castellana Grotte26/05/2009

Valdone Petrauskaite a Castellana Grotte

E' ufficiale: Valdone Petrauskaite è una giocatrice della Florens Castellana Grotte. Dopo le conferme del tecnico Donato Radogna e del libero Stefania Sansonna e dopo il recente ingaggio della centrale Manuela Leggeri, confermato anche il secondo nuovo acquisto per la stagione 2009/2010. Pino Dalena, direttore sportivo della società pugliese, infatti, ha ufficializzato nella mattinata di oggi, martedì 26, la firma di Petrauskaite con il club di viale Aldo Moro. Schiacciatrice classe 1984 di Kaunas, 181 centimetri di altezza e doti fisiche straordinarie, Petrauskaite è la prima straniera in organico per la prossima stagione e anche la prima lituana in 45 anni di storia pallavolistica della Florens Castellana. Le altre tre ex sovietiche finora schierate dalla società biancorossa, infatti, erano tutte di origini russe: Natalia Kozlova (1992/1993), Larissa Kitipova (1993/1994) e Ekaterina Karalyus (2006/2007 e 2008/2009). Ha iniziato la carriera militando in patria nell'Heska, club della prima divisione lituana. Due le esperienze italiane già vissute da Petrauskaite: la prima nella passata stagione a Chieri e la seconda nel 2006/2007 a Vicenza. Due anche le esperienze estere: la prima in Francia, Paese che l'ha formata sportivamente (dal 2001 al 2004 all'Istres e dal 2004 al 2006 al Riom), la seconda in Turchia (nel 2007/2008 al Turk Telecom Ankara). L'anno scorso Petrauskaite ha chiuso al 12esimo posto nella classifica delle migliori realizzatrici del campionato di serie A1 con 402 punti fatti in 26 partite (103 set disputati) a una media di 15,4 punti a gara e al sesto posto la speciale classifica delle ricezioni perfette (330). In totale Petrauskaite può vantare 44 presenze nel massimo campionato italiano con 575 punti realizzati (media di 13,06 punti a partita).
Henno a Cuneo25/05/2009

Henno a Cuneo

A pochi giorni dalla notizia dell’arrivo a Cuneo del palleggiatore Nikola Grbic, Piemonte Volley ufficializza un secondo tassello: l’ingaggio del libero Hubert Henno, entrato a far parte della rosa della Bre Banca Lannutti siglando un contratto biennale. La dirigenza di Piemonte Volley ha portato in Piemonte un giocatore che nella stagione appena conclusa ha disputato la Serie A1 con Forlì, successivamente si è aggregato al gruppo del Paris Volley che si è aggiudicato il titolo francese, arricchendo ulteriormente il suo albo d’oro già nutrito di successi. Dopo aver conquistato i più importanti trofei in Francia e in Russia, Henno è approdato in Italia nel 2006 come giocatore della M. Roma Volley, con cui l’anno successivo ha vinto la Cev Cup (2008). Oltre ai successi con i club, Henno vanta una Medaglia d'argento agli Europei del 2003 ed un bronzo ai Campionati del Mondo del 2002. Raggiunto telefonicamente il libero francese ha rilasciato la sua prima dichiarazione da libero della Bre Banca Lannutti esprimendo grande soddisfazione ed entusiasmo: “Per un giocatore straniero entrare in una squadra di alto livello come Cuneo dove militano grandi atleti è un’esperienza importante e molto stimolante. La società è molto seria e ha obiettivi ambiziosi, sarà bello lottare per lo scudetto.” ALBO D’ORO 2009 Campionato Francese 2008 CEV Cup 2006 Campionato Russo 2005 Champions League 2005 Coppa di Francia 2004 Campionato Francese 2003 Coppa di Francia 2002 Campionato Francese 2001 Campionato Francese 2001 Coppa dei Campioni 2001 Coppa di Francia 2000 Campionato Francese 2000 Coppa delle Coppe 2000 Supercoppa Europea 2000 Coppa di Francia LA CARRIERA 2008-2009 Yoga Forlì - A1 2006-2008 M. Roma Volley – A1 2005-2006 Dinamo Mosca - A 2002-2005 Tours VB - A 2000-2002 Paris Volley - A 1996-2000 Asnierses Volleyball (Fra) – A
Carlo Parisi nello staff tecnico della nazionale24/05/2009

Carlo Parisi nello staff tecnico della nazionale

Carlo Parisi farà parte dello staff tecnico della nazionale femminile: a partire dal 31 maggio, data in cui il gruppo delle atlete si radunerà al completo, il tecnico della Yamamay sarà, insieme a Mazzanti e Micelli, assistente dell'head coach Massimo Barbolini e del secondo allenatore Marco Bracci, per preparare i numerosi impegni che le azzurre affonteranno durante l'estate. La convocazione in azzurro giunge a suggello dell'ennesima stagione da incorniciare per Parisi, capace, negli ultimi anni a Busto Arsizio, di portare la squadra dalla serie A2 ai vertici del movimento di A1. La società biancorossa non solo apprende con estrema soddisfazione la notizia della convocazione in nazionale di Carlo Parisi, giusto premio per il lavoro svolto nelle ultime stagioni, ma esprime anche tutto il suo orgoglio, in quanto con il tecnico condivide, ormai da 5 stagioni, un significativo ed edificante percorso di crescita, sia sportivo che umano. Soddisfatto il coach calabrese: "Sono estremamente felice di questa convocazione, giunta un pò a sorpresa per me. Sarà molto stimolante lavorare con il team azzurro e insieme a Massimo Barbolini, un tecnico che ho sempre stimato molto".
Sigla.com - Internet Partner