Archivio Volley mercato

Valentina Serena e Conegliano si dividono23/05/2009

Valentina Serena e Conegliano si dividono

La Spes e Valentina Serena, palleggiatrice e capitano della Zoppas Industries Conegliano fino alla stagione appena conclusa, hanno scelto di comune accordo di interrompere il contratto. La scelta è maturata in questi giorni. Lunedì Giovanni Lucchetta e Valentina Serena si sono incontrati per analizzare insieme la situazione e hanno concordato alcuni giorni per riflettere. Questa mattina si sono nuovamente parlati e sono giunti alla conclusione di interrompere l'accordo. La decisione è scaturita da un esame della situazione e verificando che, pur non essendoci difficoltà particolarmente gravi nel gruppo e nei confronti dello staff, mancava quel clima di entusiamo necessario per raggiungere grandi risultati. Per questo consensualmente società e atleta hanno deciso di interrompere il rapporto. Non è stato un fattore decisivo, ma nella valutazione ha avuto un ruolo anche l'opportunità per l'alzatrice veneta di scegliere il proprio futuro sportivo in relazione a quello del marito, il pallavolista Franz Granvorka che attualmente gioca in Turchia. "Desidero che le nostre atlete siano sempre nel migliore stato d'animo -, commenta Lucchetta, - per questo, nonostante il contratto, con Valentina siamo giunti a questa decisione, sofferta perché il nostro rapporto è sempre stato molto solido. Ci siamo salutati da buoni amici, convinti che la soluzione sia la migliore per entambi". Ora la società veneta di A1 cercherà un'altra palleggiatrice per la Zoppas Industries Conegliano. Valentina Serena, ventisettenne nata a Venezia, è partita dal San Donà e ha collezionato esperienze a Spezzano, Imola e Cuneo prima di approdare a Conegliano nel 2003, quando la squadra sfiorò la promozione in A2. Serena passò proprio in A2 con Sassuolo prima e Altamura poi, e nel 2006 ritornò a Conegliano con i gradi di capitano per percorrere con le compagne il percorso verso la promozione nella massima serie, concretizzata il 13 aprile 2008. La stagione di A1 l'ha vista protagonista anche per le modifiche tecniche e tattiche richiestele dal modulo inconsueto impostato da Martinez: Serena è riuscita nell'impresa di conciliare al lavoro di regista anche i movimenti di centrale (39 i muri vincenti della stagione).
Bassano riparte da Cretu22/05/2009

Bassano riparte da Cretu

Si riparte ancora una volta da Gheorge Cretu, per tutti “Gianni”, ormai qui a Bassano un nome, una garanzia. La prima e più importante conferma del Bassano Volley per la stagione che verrà è quindi quella del tecnico rumeno che nella giornata di ieri ha messo nero su bianco il prolungamento del suo rapporto con la società del presidente Signor. Mister “Gianni” Cretu sarà dunque l’allenatore del Bassano Volley anche nella stagione 2009-2010: la firma è arrivata dopo che già da più parti si dava per certa la permanenza del tecnico di Costanza sulla panchina giallorossa e soprattutto dopo che entrambe le parti avevano manifestato a più riprese l’intenzione di proseguire un rapporto che qui a Bassano ha sin qui portato soprattutto grandi successi e tante soddisfazioni. Per Cretu parlano infatti i numeri, visto che da quando è arrivato a Bassano, il 16 gennaio del 2008, il tecnico rumeno ha ottenuto ben 32 vittorie in 47 incontri, salvando la squadra e portandola ad un passo dai play off nella stagione 07-08 e arrivando ad un soffio dalla finale nella straordinaria stagione dei record appena conclusa. “Sono contento di restare anzitutto per due punti motivi” esordisce Cretu “il primo perché mi fa enorme piacere e di dà grandissima soddisfazione dal punto di vista professionale il fatto di essere stato apprezzato per il mio lavoro, per il mio impegno, per la mia dedizione e per quello che sono riuscito a fare in questo anno e mezzo qui a Bassano: per un allenatore questo è il miglior riconoscimento possibile. Il secondo motivo riguarda la mia felicità personale di restare in un ambiente in cui mi sento come a casa mia: sono contento per l’atmosfera che c’è in questa società e, intorno ad essa, tra i tifosi e gli appassionati.
Bergamo acquista Bosetti e saluta Bacchi22/05/2009

Bergamo acquista Bosetti e saluta Bacchi

E’ il giorno dei saluti in via Albricci. A una Lucia che lascia e a una Lucia che arriva. La prima è Lucia Bacchi, che dopo una stagione in rossoblù va a caccia di nuove avventure. Al suo primo anno in A1 e in maglia Foppapedretti, ha conquistato i tifosi rossoblù per la sua grinta e la sua capacità di non mollare mai. Protagonista in molte gare decisive, è stata una delle piacevoli sorprese della stagione 2008/2009: la schiacciatrice cremonese è stata infatti una pedina importante nell’annata che ha portato alla conquista della sesta Champions League in casa Volley Bergamo, che ringrazia Lucia per il prezioso contributo e le augura di imboccare una strada che le porti nuove soddisfazioni, certo che il suo grande carattere le permetterà di trovare nuove e importanti soddisfazioni. Ma per una Lucia che se ne va, eccone subito una che arriva. Si tratta di Lucia Bosetti, schiacciatrice, nata a Tradate (Va) il 9 luglio 1989, alta 175 centimetri. Arriva da Sassuolo, dove è stata protagonista delle ultime due stagioni in A1. Prima, per lei, il cammino nelle fila dell’Orago (arrivata dall’Olympia Padova nel 2002), dal settore giovanile alla serie C nel 2003, dalla B2 nel 2005 alla B1 nel 2006 per poi salpare verso la A1 di Sassuolo. “Continua il nostro processo di ringiovanimento - sottolinea Giovanni Panzetti, Direttore Generale del Volley Bergamo - Ci prendiamo tutti i nostri rischi, ma la politica delle giovani ci ha già dato i suoi frutti e continuiamo a credere in que sto progetto. Così come crediamo in Lucia Bosetti, che diventerà certamente una pedina importante della Foppapedretti”. “Bergamo è uno dei club migliori d’Italia e d’Europa - dice Lucia Bosetti spiegando il motivo per cui ha scelto la Foppapedretti - Sono onorata di essere stata chiamata da una società così importante, con una storia piena di trionfi. Un gruppo serissimo. So che da sempre vestono questa maglia giocatrici molto forti e so che anche per questo qui potrò sfruttare allenamenti di altissimo livello per crescere. Il mio proposito è infatti proprio questo: crescere. Per questo ho acc ettato la proposta della Foppapedretti, per crescere nel gioco e nella tecnica. Cercherò di adattarmi subito al meglio a questo gruppo di campionesse che conosco da avversarie, ma anche da compagne. Sono al mio secondo anno nel giro della Nazionale e con molte ragazze della Foppapedretti passerò i prossimi mesi estivi. Ho già legato molto con Serena Ortolani ed Enrica Merlo, conosco l’allenatore Micelli e spero di riuscire a integrarmi in fretta al mio arrivo a Bergamo”. Il suo curriculum parla di importanti risultati con le giovanili della Nazionale italiana: una medaglia d’oro agli Europei juniores del 2006 e due bronzi, agli Europei e ai Mondiali Cadette del 2005. In ritiro ad Alassio da ieri, nel gruppo azzurro seniores in cui ha ritrovato Arrighetti, Merlo e Ortolani e a cui si aggiungeranno, nei prossimi giorni, Lo Bianco, Del Core, Barazza e Piccinini, Lucia avrà una lunga estate di lavoro prima di ve stire la maglia rossoblù.
Nikola Grbic a Cuneo22/05/2009

Nikola Grbic a Cuneo

Primo colpo sul mercato finalizzato alla costruzione della squadra per la stagione 2009/2010 in casa Bre Banca Lannutti con l’ingaggio del palleggiatore serbo Nikola Grbic, Campione d’Europa con l'Itas Diatec Trentino. La società cuneese ha condotto una serrata trattativa per convincere il forte atleta serbo a tornare a vestire, per il prossimo anno, i colori della nostra squadra, vincendo la resistenza sia di Trento che di altre società italiane. La ferma volontà della società cuneese di allestire una formazione sempre più competitiva ed in grado di poter competere ad armi pari per le prime posizioni è stato sicuramente l’elemento principale che ha indotto l’atleta a condividere il progetto cuneese.
Volta Mantovana: confermate Bragaglia, Marinelli, Crepaldi, Zanin, Malvestito22/05/2009

Volta Mantovana: confermate Bragaglia, Marinelli, Crepaldi, Zanin, Malvestito

L’All Fin Cfl comincia a togliere i veli alla squadra della prossima stagione con la lista delle partenti e delle confermate. Queste ultime rappresentano la base su cui costruire il resto dell’organico. Resteranno a Volta la centrale Antonella Bragaglia, che sta recuperando bene dall’operazione al tendine d’Achille, il libero Evelyn Marinelli (sarà il suo quinto anno in collina), l’alzatrice Valeria Zanin, la schiacciatrice Laura Crepaldi e la centrale Serena Malvestito. Tutte queste cinque giocatrici sono in fase di rinnovo contrattuale, ma la società esclude problemi dell’ultimo minuto. Se ne andranno invece Alessandra Fratoni, Martha Zamora Gil, Sindi Visentin, Sofia Favari, Giusy Astarita e, molto probabilmente, Svetlana Dukule. La posizione della lettone è però ancora incerta. Il presidente Sergio Longhi non nasconde il dispiacere per gli addii: “Noi siamo stati umanamente contenti del comportamento di queste ragazze, ma ogni anno bisogna fare delle scelte e il momento, sempre doloroso, è arrivato. I motivi sono in parte tecnici, di ruolo, e in parte di budget, relativi a spese che non ci possiamo più permettere”.
Trento libera Nikola Grbic21/05/2009

Trento libera Nikola Grbic

Trentino Volley comunica che non è stato possibile chiudere positivamente la trattativa per il rinnovo del contratto con il capitano Nikola Grbic. Al giocatore serbo va il ringraziamento della Società per l’impegno profuso nelle due stagioni di permanenza a Trento, durante le quali anche grazie alle sue prestazioni sono stati conquistati uno scudetto ed una Champions League.
Vicenza ingaggia Yumi Diago Silva20/05/2009

Vicenza ingaggia Yumi Diago Silva

La Minetti Vicenza ha esercitato l'opzione d'ingaggio su Yumiseybis Diago Silva mettendo sotto contratto l'opposta cubana per la stagione 2009/2010, con un'ulteriore opzione per il 2010/2011. La giocatrice caraibica, chiamata più comunemente Yumi, è nata a Colon il 21 settembre 1986. Misura 189 centimetri di altezza. Dal 2000 al 2006 ha militato nelle nazionali giovanili cubane, disputando alcuni campionati panamericani e NORCECA e partecipando ai Mondiali Under 20 in Thailandia nel 2003. Da luglio 2008 Diago Silva risiede in Italia e nell'ultima stagione si è allenata con il Volta Mantovana di A2 in attesa del transfer dalla federazione cubana.
Guazzaloca preparatore atletico di Modena20/05/2009

Guazzaloca preparatore atletico di Modena

Presentazione ufficiale questa mattina per il nuovo Preparatore Atletico della Trenkwalder Volley. Nella sala stampa del PalaPanini di Modena il Professor Alessandro Guazzaloca ha vestito nuovamente la maglia gialloblù. Guazzaloca ha sottoscritto un contratto annuale. Presenti anche il Vice Presidente di Pallavolo Modena Pietro Peia ed il Direttore Generale Bruno Da Re. "Sono molto felice di essere tornato a casa - ha detto Alessandro Guazzaloca - Sono modenese e qui ho iniziato un percorso molto bello umano e professionale nella pallavolo. Ora torno in gialloblù portandomi le esperienze con la Nazionale Italiana, a Treviso, alla Dinamo Mosca e con la Russia. Non lo considero un sogno essere di nuovo a Modena, ma una sfida molto affascinante e stimolante nella mia città. Ci sarà tanto da lavorare e la presenza di Prandi e Da Re è una garanzia assoluta di solidità. Ho grande entusiasmo e grandi motivazioni". NOTE. Alessandro Guazzaloca è nato a Modena il 7 settembre 1966 Diplomato all’Isef di Bologna nel 1990 con 110/110 e lode ha iniziato con l’atletica come saltatore in lungo di buon livello (record personale di 7,25 metri). Un infortunio muscolare lo ha spinto alla carriera di allenatore. In qualità di allenatore di atletica ha lavorato con alcuni dei migliori saltatori in lungo italiani, mentre come preparatore atletico ha avuto esperienze in varie discipline sportive (nel ‘99/00 nel basket con la Joint Modena in Serie B1). Nella pallavolo Guazzaloca ha iniziato proprio a Modena (4 stagioni e la vittoria dello Scudetto nel 2002), quindi la Nazionale Italiana, poi Treviso e la Russia. Da ricordare anche una consulenza biennale a distanza con il Son Amar di Palma de Mallorca, con vittoria di Scudetto e Coppa di Spagna nel 2004/2005. Attualmente è anche il preparatore atletico della Nazionale Russa di coach Daniele Bagnoli. Sportivo a “tutto tondo” Guazzaloca ha collaborato come giornalista in diversi quotidiani e tv locali, gioca a calcio in una squadra amatoriale modenese e da sempre è appassionato di musica (è cantante di gruppi rock e blues della zona).
Fabio Pagliara è il nuovo Presidente di Catania19/05/2009

Fabio Pagliara è il nuovo Presidente di Catania

Nel corso dell’assemblea dei soci, che si è tenuta ieri sera all’hotel Sheraton, Fabio Pagliara è stato eletto nuovo presidente della Catania Sportiva. Il nuovo progetto triennale parte dalla volontà di far diventare la Catania Sportiva una “fondazione per lo sport cittadino”, a supporto di tutti gli sport catanesi (anche dell’attività di base). Questo non significa ovviamente un abbandono della pallavolo, che resterebbe parte integrante del progetto aprendo sempre di più ai giovani e costruendo così la base per tornare ai vertici. LE PAROLE DEL NUOVO PRESIDENTE. Fabio Pagliara, che nel precedente triennio, ha occupato la carica di amministratore delegato, ha subito esposto le linee guida del progetto Catania Sportiva. “Credo che dobbiamo avere un approccio strategico e non tattico della società. Per continuare e rilanciare il progetto dobbiamo avere una visione chiara non solo del volley, ma di quello che sta accadendo nello sport nazionale e nell’economia, a Catania e in Italia. Per questo ci sforziamo di parlare prima ancora che di pallavolo, di sport. Per questo ci siamo proposti degli obiettivi, prima ancora che agonistici, di sistema”. Un sistema-sport che a Catania vive in costante difficoltà. “Catania ha bisogno che si riprenda a parlare di sport in modo alto e programmatico, non politico. Ma bisogna farlo sulla base della realtà. E la realtà, purtroppo, e va detto con chiarezza, è che, calcio a parte, la crisi c'è e credo sia un errore nasconderla”. Nasce così la base del nuovo progetto targato Catania Sportiva. “Diventeremo, spero in tempi brevi, una Fondazione per lo sport, attraverso un’attività di politica sportiva che sia di supporto allo sport cittadino, sia di vertice che di base con grande attenzione agli aspetti di innovazione e di ricerca. Tutto ciò però non deve essere visto come un modo per abbandonare il volley, anzi è il contrario. Ma senza una logica di sistema non si va da nessuna parte. Per quanto riguarda la pallavolo, il primo passo sarà il risanamento. Non sarà un processo breve, ma manterremo fede agli impegni presi. In questo ultimo anno ci sono successe cose che avrebbe ammazzato qualsiasi società. Noi invece siamo ancora qui, con dignità e lealtà”. Il progetto tecnico invece sarà sempre più orientato ai giovani. “Io credo che nei prossimi anni la A2 diventerà sempre più un campionato a prevalente composizione locale. Quindi percorreremo questa strada per formare il maggior numero di atleti del posto. Grazie ad una base catanese e siciliana, contiamo in 3 o 4 anni di poter ambire al ritorno in A. Ma, lo ripeto, ci torneremo con atleti e tecnici in grandissima parte catanesi. Intanto subito chiederò alle altre società catanesi di incontrarci per mettere su un progetto che , insieme, ci porti già l’anno prossimo a centrare la finale nazionale in tutte le categorie. Poco importa con quale società. Molto importa, invece, che i ragazzi catanesi possano vivere queste esperienze di alto livello tecnico e umano”.
Furst e Bosetti a Bergamo19/05/2009

Furst e Bosetti a Bergamo

La Foppapedretti Bergamo, molto attiva sul volley mercato, ha definito gli arrivi della tedesca Christiane Furst da Pesaro e dell'azzurra Lucia Bosetti da Sassuolo: per entrambe contratto biennale.
Lo Bianco resta a Bergamo19/05/2009

Lo Bianco resta a Bergamo

Eleonora Lo Bianco ha resistito alle sirene turche e ha prolungato la permanenza alla Foppapedretti Bergamo per le prossime due stagioni.
Breviglieri e De Gennaro a Sassuolo19/05/2009

Breviglieri e De Gennaro a Sassuolo

Ufficiali i primi due colpi di mercato per Sassuolo Volley in vista della stagione 2009/2010. Al tecnico valdostano Tommy Ferrari, che ha guidato il team in queste ultime due stagioni succede il ferrarese Marco Breviglieri, classe 1969. La società del Presidente Giovanardi ringrazia Tommy Ferrari per l'ottimo lavoro svolto in questi anni che hanno segnato l'ingresso definitivo del club nella massima serie e ufficializza l'accordo con il nuovo tecnico Breviglieri, il cui curriculum vanta diverse esperienze in campo maschile a Ferrara al fianco di Dall'Olio e Prandi, approdando poi nel femminile nel 2003, dove è stato Vice allenatore per due anni alla Foppapedretti Bergamo. Nel 2004 conquista Coppa Cev, Supercoppa Italiana e si aggiudica il titolo di Campione d'Italia, nel 2005 vince invece la European Champions League. Dal 2005 al 2008 Breviglieri è stato vice allenatore della Nazionale Femminile Russa al fianco del tecnico Caprara, guidando inoltre la squadra sperimentale russa al 1° Torneo Internazionale di Abu Dhabi e al Torneo di Courmayeur nel 2008. "Sono molto soddisfatto dell'accordo con la società, - ha dichiarato Coach Breviglieri raggiunto telefonicamente - è stato più facile del previsto perchè c'erano gli stessi presupposti da entrambe le parti. E' difficile parlare del futuro in questo momento perchè la squadra dovrà essere ridimensionata, ma sicuramente mi pongo come obiettivo minimo la salvezza, mentre solo dopo aver completato l'organico si potrà puntare a qualcosa di più, come possono essere i play-off." Assieme alla firma ufficiale dell'allenatore, si è conclusa oggi anche la trattativa con Monica, per gli amici "Moky", De Gennaro (nella foto), classe 1987 per 173 cm di altezza, nata a Piano di Sorrento, in provincia di Napoli, che da oggi è il nuovo libero della squadra sassolese. La De Gennaro ha iniziato nel 2001/02 nelle giovanili della Libertas Sorrento, per poi approdare in A1 a Vicenza nel novembre 2002, disputando nei due anni successivi i campionati di B2 e B1 con la Novello Vicenza. Nel 2006 ottiene anche la sua prima convocazione nella nazionale maggiore giocando e vincendo la medaglia di bronzo al World Grand Prix e partecipando come libero di riserva al campionato mondiale 2006. Dal 2004/05 è stato il libero per cinque stagioni consecutive della Minetti Vicenza. Sassuolo Volley si aggiudica quindi uno dei liberi più ricercati del momento e comincia a costruire il team 2009/2010 dalle fondamenta, garantendosi innanzitutto una solida seconda linea.
Sigla.com - Internet Partner