Archivio Volley mercato

Radamès Lattari a Castellana Grotte22/11/2008

Radamès Lattari a Castellana Grotte

Si è concretizzato in mattinata il tesseramento di Radamés Lattari, il neo tecnico gialloblù che esordirà in panca domani sera contro Città di Castello. Il coach brasiliano esonerato da Martina Franca appena pochi giorni fa ha di fatto subito trovato l'accordo con il Presidente Michele Miccolis che però ha voluto ufficializzare l'ingaggio solo col perfezionamento del trasferimento che appunto è avvenuto nelle prime ore della mattinata. Già stamattina Lattari sta seguendo l'allenamento dei ragazzi affidati a Franco Castiglia per tutta la settimana. Domani nell'ultima rifinitura cercherà insieme al suo vice di preparare al meglio il posticipo serale. La scelta di Lattari fa indubbiamente felice tutto l'ambiente gialloblù riconoscendo al tecnico brasiliano grandi doti e umane e tecniche già fra l'altro messe in evidenza nelle sue esperienze passate. L'esordio in Italia del coach di Rio De janeiro avvenne nel 1992 con S.Antioco che in tre anni porto dall'A2 all'A1. Poi dopo il ritorno in patria, prima da supervisor della nazionale femminile, poi da responsabile tecnico di entrambe le nazionali, è tornato in Italia come head coach di Trento nel 2005 lanciando la squadra del presidente Mosna verso i vertici del volley italiano. L'anno scorso il passaggio a Taranto. L'arrivo di Lattari dovrebbe garantire quell'equilibrio tecnico e psicologico che sinora ai più è parso l'anello debole della Mater, una Mater che già stamattina ha disputato la seduta in palestra con rinnovato entusiasmo che certamente potrà essere utile contro gli avversari di domani. SMENTITA La Materdomini Volley intende smentire le voci circa eventuali movimenti di mercato, apparse su un periodico locale. Tali notizie sono assolutamente prive di fondamento e non sono frutto di fonti della società. Tali affermazioni, che arrivano peraltro in un momento delicato della stagione per la formazione castellanese, pare abbiano solo l'intendimento di fare notizia a qualunque costo se non, da parte di qualcuno, a minare equilibri che si ripete in questo momento della stagione tendono esclusivamente a voler deteriorare. Inoltre a nostro parere il suddetto periodico, nelle veci dell'articolista, non si è preso nessuna cura di verificare le fonti, qualunque esse siano state, non avendo contattato l'ufficio stampa di codesta società che da sempre ha collaborato onestamente con tutti gli organi di stampa.
Francesco Corsini non è più un giocatore della Pallavolo Catania17/11/2008

Francesco Corsini non è più un giocatore della Pallavolo Catania

Francesco Corsini non è più un giocatore della Pallavolo Catania. E’ stato infatti risolto consensualmente il contratto che legava, per questa stagione, il centrale umbro al club del presidente Gitto. La Pallavolo Catania ringrazia Francesco Corsini per la professionalità mostrata e formula al giocatore i migliori auguri per la prosecuzione della carriera. “Adesso, assieme ad Hugo Conte, studieremo la situazione – dice Daniele Caniglia, direttore tecnico della Pallavolo Catania – per vedere in che modo intervenire per rafforzare l’organico. Abbiamo già alcune idee, ma dobbiamo fare la scelta giusta, valutando ogni mossa. Di certo metteremo il gruppo nelle condizioni migliori possibili per centrare l’obiettivo salvezza. In tal senso, siamo assolutamente fiduciosi. Le ultime tre partite non hanno visto un epilogo felice, però la squadra ha dimostrato di potere tenere testa anche a squadre sulla carta superiori. Peccato, perché non avessimo subito le rimonte degli avversari, a questo punto avremmo una classifica più che lusinghiera. Ma adesso, guardiamo al futuro, siamo in piena corsa, i giocatori stanno dando il massimo e, ne sono certo, continueranno a farlo con l’obiettivo di restare in serie A”.
Antonio Giacobbe non è più l'allenatore di Isernia16/11/2008

Antonio Giacobbe non è più l'allenatore di Isernia

Si interrompe il rapporto di collaborazione tra La Fenice Volley Isernia e il tecnico Antonio Giacobbe. Il presidente Cicchetti e la società tutta ringraziano il tecnico per il suo contributo professionale e umano offerto in questi mesi a squadra e società e gli augurano le migliori fortune per il futuro. Per il momento la squadra è stata affidata al secondo allenatore, Vincenzo Porro.
Tomasello a Latina02/11/2008

Tomasello a Latina

E' stato perferzionato nella tarda serata di ieri l'ingaggio di Giacomo Tomasello da parte dell'Andreoli Top Volley Latina. Un'operazione alla quale la società di via Don Morosini e i suoi dirigenti, il presidente Falivene, il patron Goldner, il dg Rondoni e il ds Grande, stavano lavorando orami da quasi due settimane. Va dunque in porto l'ennesimo acquisto operato in questa stagione da parte dell'Andreoli Top Volley Latina, ossia quello di un quarto centrale, ora a disposizione di mister Ricci, proveniente da Corigliano, dove aveva iniziato la stagione. Soddisfatto e entusiasta della sua nuova avventura Giacomo Tomasello, classe 1976, alto 197, che già domani, contro Castellana Grotte potrebbe fare il suo esordio in campo con la maglia dell'Andreoli. «Inizia per me una nuova avventura - racconta l'ultimo arrivato in casa biancoblù - anche se erano già un paio di settimane che mi stavo allenando con la squadra. Spero di poter dare il mio contributo e di riuscire a raggiungere, insieme ai miei compagni, i traguardi ambiziosi propostici dalla società». Anche il presidente Gianrio Falivene, non nasconde la sua soddisfazione per l'ennesimo colpo messo a segno dalla sua società. «L'arrivo di un altro giocatore di grosso calibro come Tomasello - racconta il numero uno di via Don Morosini - è l'ennesima dimostrazione di come il nostro progetto di un immediato ritorno in serie A1 venga perseguito con il massimo sforzo. Ora spero che questo sforzo sia premiato dalla città e dai suoi tifosi». LA CARRIERA DI TOMASELLO 2008-2009 A2 ANDREOLI LATINA 13 ITA dal 31/10/2008 2008-2009 A2 Volley Corigliano 9 ITA fino al 15/10/2008 2007-2008 A2 Olio Pignatelli Isernia 18 ITA dal 16/10/2007 2007-2008 A1 Famigliulo Corigliano 9 ITA fino al 15/10/2007 2006-2007 A2 Famigliulo Corigliano 9 ITA 2005-2006 A2 Mail Service Corigliano 9 ITA 2004-2005 A2 Mail Service Corigliano 9 ITA 2003-2004 A2 Tonno Callipo Vibo Valentia 9 ITA 2002-2003 A2 Tonno Callipo Vibo Valentia 9 ITA 2001-2002 A2 Tonno Callipo Vibo Valentia 9 2000-2001 B1 Tonno Callipo Vibo Valentia 1998-2000 B1 Pall. Milani Rende (CS) 1997-1998 B1 Luck Dacca Reggio Calabria 1996-1997 B2 Stereomania Giarre (CT) 1995-1996 A1 Com Cavi Napoli 1 ITA 1994-1995 A2 Pallavolo Catania 10 ITA
Gigi Mastrangelo a Martina Franca30/10/2008

Gigi Mastrangelo a Martina Franca

La Stamplast Martina Franca nel pomeriggio odierno ha perfezionato l’ingaggio del centrale Luigi Mastrangelo, appena svincolatosi dalla sua ormai ex sociètà M.Roma Volley. Mastrangelo, soprannominato "Gigi" e "Mastro", è nato a Mottola in provincia di Taranto il 17 Agosto 1975. Per lui, quindi, un ritorno alle origini. Un regalo che il presidente della Prisma Volley, Antonio Bongiovanni, ha voluto farsi e fare all’intera Puglia pallavolistica: “Mastrangelo non ha bisogno di presentazioni. Da noi giunge motivato e con grande voglia di far bene. E’ un investimento importante per la mia società che ritengo darà i suoi frutti sia dal punto di vista tecnico ma anche da quello mediatico perchè Gigi è un giocatore conosciuto a tutte le latitudini, un testimonial d’eccezione non solo della nostra Provincia ma dell’intera Regione e non potrà che far crescere le attenzioni attorno alla Prisma Martina Franca” – ha dichiarato il massimo dirigente biancoazzurro. Mastrangelo è altro 202 cm e vanta oltre 200 presenza con la nazionale italiana. Ha iniziato la sua carriera nel 1991 con la squadra giovanile di Mottola per poi passare nelle giovanili del Gonzaga Milano e nella Beton Matera in B1. Nel 1994 esordisce nella massima seria con la Alpitour Traco Cuneo, che lo gira in prestito al VBC Mondovì e alla Formaggi Sardi S. Antioco per fargli fare esperienza. Dal 1997 al 2002 torna alla Alpitour Traco Cuneo, con la quale vince una Supercoppa Europea, una Coppa delle Coppe, una Coppa CEV, due Coppe Italia ed una Supercoppa Italiana. Nel 2002 si trasferisce alla Lube Banca Marche Macerata, dove rimane per tre stagioni, aggiudicandosi un'altra Coppa CEV, ed un'altra Coppe Italia, prima di trasferirsi alla Cimone Modena, dove milita per una sola stagione. Nella stagione 2006/07 si trasferisce nella capitale grazie ad un contratto quadriennale con la neonata M. Roma Volley. Il primo campionato disputato nella squadra capitolina gli vale il premio come miglior centrale della stagione. Nel 2008 si aggiudica la sua terza Coppe CEV, ricevendo anche i premi individuali per il "Miglior servizio" e per il "Miglior muro" delle Final Four disputatesi proprio a Roma. Con la maglia della Nazionale italiana , il cui esordio è datato 28 maggio 1999, vince subito una World League ed un Campionato Europeo. L’anno seguente bissa il successo in World League e ottiene la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Sydney 2000. Nel 2001 arriva l'argento alla World League e sopratutto il nuovo successo nel Campionato europeo.Nel 2004 arrivano due secondi posti, alla World League (nella quale Mastrangelo è eletto "Miglior Muro") e alle Olimpiadi di Atene 2004, mentre nel 2005 arrivano il bronzo alla Grand Champions Cup e un nuovo successo al Campionato europeo (nella quale Mastrangelo è eletto "Miglior Muro"). Ovviamente soddisfatto il coach della Stamplast, Radamès Lattari:” Un giocatore di ottimo livello che va ad aumentare le nostre potenzialità, dal grande carisma e dall’enorme esperienza nazionale ed internazionale oltre che tecnicamente valido. E poi è un uomo del Sud per cui non avrà difficoltà ad ambientarsi e a diventare un punto di riferimento per i suoi corregionali”. Mastrangelo vestirà la maglia numero 11 e già nel posticipo casalingo di lunedì con Montichiari dovrebbe essere a referto.
Burbello a Cagliari, Savi a Bassano30/10/2008

Burbello a Cagliari, Savi a Bassano

Ciao Francesco. Da stamattina Francesco Burbello non è più un atleta del Bassano Volley: il 22enne opposto padovano, ha consensualmente rescisso il contratto che lo legava alla società giallorossa ed è tornato a Cagliari in serie B1 dove aveva già militato nella stagione 2006-2007. Burbello ha effettuato ieri sera l’ultima seduta di allenamento con i suoi compagni, poi ha salutato tutti e ha preso il primo aereo per Cagliari. Quella di Francesco non è stata una decisione facile, perchè non è semplice per un giocatore lasciare il palcoscenico della serie A2, tanto più se si sta recitando in una squadra che sta facendo benissimo. Tuttavia il giovane martello di Camposampiero, cresciuto pallavolisticamente nelle giovanili della Sisley, ha guardato davanti a sè, ci ha pensato su un bel po’ e non se l’è sentita di fare un altro anno da riserva dopo i due anni da vice a Castellana e a Cagliari. E così, quando si è presentata l’occasione di scendere di categoria per giocare, Francesco ne ha parlato con i dirigenti giallorossi e, una volta avuto il via libera, ha accettato la proposta. “Ci tengo a precisare che la mia è una scelta legata solo alla voglia di giocare” dichiara nel suo commiato Francesco Burbello “perchè a Bassano mi sono trovato benissimo con la squadra, con gli allenatori e con la società. Purtroppo devo lasciare una bella squadra e una bella realtà perchè la voglia di giocare è superiore a ogni altra motivazione: scendo di categoria e in questo modo mi rimetto in discussione, me ne rendo conto, ma penso sia ciò di cui ho più bisogno, perchè questo mi consentirà di giocare e far vedere quando valgo sul campo. Vado a Cagliari, in un ambiente e in una società che conosco e in cui mi ero trovato molto bene, quindi per me non si tratta di un salto nel buio. Ringrazio e saluto l’ambiente di Bassano per questi due bellissimi mesi passati insieme; ringrazio la società per l’opportunità che mi ha dato e per aver poi accolto la mia richiesta. Infine saluto i miei compagni, cui faccio un grosso in bocca al lupo per il proseguo di un campionato che stanno giocando alla grande. Abito a 30 km da Bassano, quindi appena potrò non mancherò di venire a salutare tutti e a tifare Fiorese dagli spalti. Ciao a tutti!”. Benvenuto Valerio. La società del presidente Signor per rimpiazzare il partente Burbello ha ingaggiato Valerio Savio, opposto 30enne nativo di Belluno, che l’anno scorso ha giocato in B2 nel Paolo Poggi Bologna, e che nel recente passato ha militato anche in B1 a Trento e a Oderzo. Il nuovo acquisto giallorosso comincerà ad allenarsi domani con i suoi nuovi compagni e sarà regolarmente a disposizione domenica per la partita con l’SP Catania. Valerio Savio, opposto, 194 cm 15/08/1978, Belluno 07-08 Paolo Poggi Bologna (B2) 06-07 Blue City Trento (B1) 05-06 Lae Eletronic Oderzo (B1) 03-05 Valdobbiadene (B2) 02-03 Valdobbiadene (C) 01-02 Giorik Belluno (B2) 00-01 Giorik Sedico (B1) 99-00 Belluno Volley (C) 97-99 Ideal Santa Giustina (B2) 96-97 Sedico (B1)
Di Marco a Catania28/10/2008

Di Marco a Catania

La Sp Pallavolo Catania ha raggiunto l’accordo con il centrale Andrea Di Marco. Di Marco è nato a Foligno (Pg) nel 1982. E’ alto 203 cm e ha iniziato la stagione a Corigliano (la squadra calabrese si è ritirata dal campionato). Il centrale umbro ha già maturato notevole esperienza in A2 giocando in questa serie per tre stagioni (dal 2005 al 2008) con la maglia di Isernia. Nella sua carriera ha giocato anche con Pineto, Potenza Picena e Foligno. “Sono qui per fare bene – ha detto il giocatore appena arrivato a Catania -. Ho vissuto un periodo difficile, fra l’infortunio della scorsa stagione e l’avvio di questa a Corigliano, conto di rifarmi in maglia rossazzurra. Che squadra è Catania? Beh, l’ultimo successo ottenuto con Roma parla chiaro: il gruppo c’è e funziona, altrimenti non sarebbe riuscito a vincere in quel modo con i capitolini. E’ un segnale incoraggiante perché solo con un gruppo unito si può far bene”. “Di Marco rappresenta per noi un ottimo acquisto – spiega il direttore tecnico Daniele Caniglia – probabilmente ne arriverà un altro nei prossimi giorni. Andremo così a completare una squadra che ha già dimostrato domenica di essere valida ed in costante crescita. Lotteremo con giuste ambizioni per centrare la salvezza, che rappresenta il nostro scudetto”.
La presentazione di Colaci a Verona24/10/2008

La presentazione di Colaci a Verona

E’ stato presentato ufficialmente questa mattina Massimo Colaci, libero della Marmi Lanza Verona. Il giovane cresciuto a Falchi Ugento vestirà nel campionato la maglia numero 13, indossata dal suo compaesano e idolo sportivo Mirko Corsano. “Nessuno può rifiutare la chiamata di Verona, una Società seria che vanta tutti i presupposti per far crescere un giovane come me. Qui ritrovo inoltre con gran piacere coach Giualini, con il quale ho già lavorato molto bene la scorsa stagione a Corigliano”. Il tecnico della Marmi Lanza, Alberto Giuliani, ha sottolineato il progetto triennale che lega Colaci a Verona: “Credo che questo atleta possa diventare un libero per la massima serie, recitando nei prossimi anni un ruolo da protagonista. Colaci dovrà metterci concretezza e molto impegno, lavorando ogni giorno con molta intensità, sono convinto che questo gruppo di Verona possa molto aiutarlo in questo cammino. Colaci è un atleta con caratteristiche importanti sia dal punto di vista tecnico che mentale”. Stefano Filippi Condirettore Generale della BluVolley Verona ha dato il benvenuto al neo acquisto scaligero, ricordando che il libero indossa la maglia sponsorizzata da Datch e Sever. Ospite stamani anche Daniele Marin Responsabile Marketing e Comunicazione Rubra s.r.l che ha ribadito l’affinità con il valore del volley: “Stiamo valutando numerose attività da proporre ai sostenitori scaligeri, ci sono progetti ambiziosi su cui stiamo lavorando e che presto presenteremo. Siamo soddisfatti del lavoro fino ad oggi svolto in collaborazione con la Marmi Lanza”.
Marolda alla Pallavolo Avellino23/10/2008

Marolda alla Pallavolo Avellino

Mario Marolda lascia la Olio Pignatelli Isernia. La notizia era nell’aria già da qualche giorno, anche perché, dalla scorsa settimana, lo schiacciatore campano, con una laurea in legge, aveva chiesto alla società di poter rescindere il contratto per ragioni di carattere lavorativo, e pur allenandosi nel capoluogo irpino da martedì, il nulla osta della società pentra è stato firmato solo questa mattina. “Ho avuto una grossa opportunità di lavoro – spiega l’avvocato Marolda – e a trentadue anni devo cominciare a guardare oltre la pallavolo. Mi spiace moltissimo lasciare la squadra, soprattutto in questo momento, ma - almeno nelle partite casalinghe - sarò sugli spalti a tifare Isernia”. La Olio Pignatelli perde una giocatore di esperienza, ma anche e soprattutto un uomo spogliatoio e un atleta dal grande carisma, ma di fronte ad una tale opportunità lavorativa il sodalizio di Corso Risorgimento ha preferito non fare pressioni. Il presidente Cicchetti e i suoi più stretti collaboratori stanno sondando il mercato lavorando alacremente per trovare un sostituto.
Yoko non arriva a Crema23/10/2008

Yoko non arriva a Crema

Sfumato il ritorno a Crema di Jacques Yoko, con il quale la società si era accordata per una settimana di prova; la Reima continua a sondare il mercato alla ricerca di schiacciatori che possano sostituire Ricardo e Botto. "Abbiamo ricevuto da Yoko il giorno 18 ottobre la conferma che sarebbe partito con il volo prenotato. Le intese erano che avrebbe fatto una settimana di allenamento e nel frattempo discusso con la società circa un eventuale ingaggio. Prendiamo atto che il giocatore, oltre a non giungere a Crema con il viaggio organizzato, non ha nè avvisato la società della sua rinuncia a partire per l'Italia, nè tanto meno ha più risposto o riscontrato le nostre richieste di spiegazioni. Indubbiamente un atteggiamento censurabile e che non merita ulteriori approfondimenti. Argomento chiuso" queste le parole del ds Michele Rota in merito alla situazione Yoko.
Vigilante a Pineto23/10/2008

Vigilante a Pineto

Cristian Vigilante, classe 1983, da oggi è un giocatore della Framasil Pineto. Il venticinquenne marchigiano, ex di Ancona in A2 e Chieti in B1, ha militato nel campionato 2007/2008 a Spoleto in serie A2. Nella stagione 2001 ha conquistato il campionato di A2 con Falconara. Quest’anno ha iniziato l’attività sportiva a Corigliano, esperienza che si è esaurita in anticipo viste le vicende che hanno coinvolto la società calabrese. Vigilante entra a far parte del sodalizio abruzzese dopo essersi allenato per tutta la settimana con i ragazzi di Montagnani. L’innesto dell’opposto darà la possibilità a Matti Hietanen di poter giocare nel suo ruolo naturale, quello di schiacciatore, che ha rivestito nelle scorsa World League con la maglia della sua nazionale. Inoltre sarà una valida alternativa a Rivaldo, consentendoli di rifiatare in un campionato che richiede molte energie. L’accordo con Pineto è stato raggiunto immediatamente ed entrambe le parti si sono dimostrate entusiaste. “Sono molto felice. Non vedo l’ora di iniziare questa nuova esperienza, amo l’Abruzzo e giocare nella Framasil è per me un grande onore” – ha affermato il giocatore – “La scorsa settimana ho avuto la possibilità di allenarmi con i nuovi compagni e ho trovato un ottimo ambiente. I giocatori lavorano con grande umiltà, inoltre sono molto uniti anche al di fuori del campo. Questo è di certo un valore aggiunto per affrontare un campionato difficile come quello di A1”. Soddisfazione anche da parte del Presidente Benigno D’Orazio: “Un rinforzo importante. Andiamo a completare ulteriormente una squadra che già nelle prime fasi della stagione si sta esprimendo su buoni livelli. Sono sicuro che Cristian con noi farà bene”.
Stefano Moro a Castellana Grotte23/10/2008

Stefano Moro a Castellana Grotte

L’opposto Stefano Moro ha raggiunto l’accordo con la Materdomini Volley.it Castellana Grotte e dunque è stato tesserato dalla squadra pugliese allenata da Massimo Dagioni. Il giocatore piemontese ha disputato con la maglia catanese l’intera stagione scorsa, risultando il miglior marcatore della serie A2. Quest’anno è stato il capitano della squadra, prima di diventare una delle “dolorose cessioni” messe in atto dalla società per garantire un futuro economicamente stabile al club e proseguire nel progetto Catania Sportiva. La società rossazzurra vuole esprimere a Stefano Moro un ringraziamento per quanto ha fatto con la maglia di Catania e formula inoltre al giocatore i migliori auguri per la sua carriera.
Sigla.com - Internet Partner