Archivio Volley mercato

Federico Moretti a Castelfidardo27/09/2008

Federico Moretti a Castelfidardo

La Nef Castelfidardo: La vigilia dello storico esordio in serie A2 è caratterizzata dalla notizia che si aspettava da tempo. La società ha completato le procedure legate al tesseramento di Federico Moretti: l’attaccante classe ‘83 originario di Fermo, in maglia fidardense nel 2003, reduce da una stagione nella massima divisione a Latina, può essere utilizzato già contro la M.Roma. «E’ un atleta importante per la categoria, per il valore in sé, l’esperienza che porta e le possibilità di gioco che ci apre - commenta il direttore tecnico Marco Paolini -. In un momento in cui la squadra non è ancora al completo, disporre di un uomo in più di questo livello può essere fondamentale». Il clima – già intenso e carico – del “giorno prima” si arricchisce dunque di nuove positive sensazioni. «L’atmosfera è sempre stata serena – aggiunge il d.t. – abbiamo svolto una settimana di lavoro molto buona, in cui c’è stato il classico cambio di ritmo. L’ emozione del debutto? E’ un fattore insondabile, che verificheremo solo sul rettangolo di gioco, ma i ragazzi hanno dimostrato già nei play-off di saper gestire l’impatto con i grandi appuntamenti». Una La Nef, dunque, che si annuncia pronta a gettarsi nella mischia. «Andiamo ad affrontare una squadra di spessore contro cui è naturale che debbano funzionare determinati fondamentali per arginarne la forza – aggiunge Paolini – ma senza essere presuntuosi, credo che l’aspetto più importante sia come riusciremo a proporre il nostro gioco: vogliamo lottare la partita in tutto e per tutto, fino in fondo». Dieci, dunque, gli atleti su cui Gianluca Graziosi e Marco Paolini possono fare affidamento, con possibilità di scelta in attacco, dato che è tornato disponibile dopo l’infortunio anche Pippo Belcecchi. In regia scontato l’impiego di capitan Pirri, diagonale con D’Angelo o Moretti, Belcecchi e Biagiola in lizza per l’asse con Komel; Pavan, Chiarini e Formentini al centro, Romiti libero.
La regista cinese Kun Feng a Novara25/09/2008

La regista cinese Kun Feng a Novara

Il sogno è adesso realtà: dopo una trattativa fiume, dopo un inseguimento durato mesi, il triumvirato Caserta – De Stefano – Pedullà ha finalmente ufficializzato l’arrivo in biancorosso della "divina" Kun Feng, considerata da esperti quale la miglior regista in attività. Nata il 28 Dicembre 1978 a Pechino, capitana della nazionale cinese oro olimpico ad Atene 2004 e bronzo alle recenti olimpiadi di Pechino, nella sua carriera ha vinto anche una Grand Champions Cup, una World Cup e un World Grand Prix. Ad Atene è stata premiata come miglior palleggiatrice e miglior giocatrice in assoluto della manifestazione. Il presidente Caserta ha speso parole importanti per il nuovo acquisto, parlando di "una giocatrice unica e senza eguali nel suo ruolo. Un’atleta fortemente voluta e che avrà tanto da insegnare a Marta (Bechis ndr), giocatrice su cui puntiamo molto in ottica futura, e alle spalle di Feng potrà maturare esperienza e apprendere qualcosa di importante. Per quanto riguarda il contratto, per ora c’è un accordo per questa stagione, ma che abbiamo intenzione di discutere con l’atleta appena arriverà qui in Italia: puntiamo a un accordo pluriennale, perché solo programmando in anticipo il futuro si può guardare davvero lontano". Tornando sulla trattativa lunga e complicata, che ha regalato oggi ai tifosi di Novara un atteso lieto fine, il GM De Stefano non ha nascosto la propria gioia, spiegando anche come sia stato fondamentale "l’apporto di Jenny Lang Ping alla trattativa. Jenny è un punto di riferimento importante per Kun, e senza il suo intervento non avrebbe mai rifiutato le offerte da Spagna e Russia con le quali non avremmo mai potuto competere. Fino a lunedi non c’era certezza dell’accordo, e per questo è arrivato così tardi l’annuncio. L’unico inconveniente, ma si tratta di un sacrificio che pensiamo di poter ampiamente sostenere visto il valore dell’atleta, riguarda il suo arrivo in Italia, previsto attorno al 20 Ottobre, a causa di molteplici fattori burocratici". Durante la conferenza stampa è stato proiettato un video di presentazione dell’atleta che sarà visualizzabile nella videogallery del sito del club.
Andrija Geric al Panathinaikos Atene13/09/2008

Andrija Geric al Panathinaikos Atene

La Lubevolley saluta Andrija Geric. Il centrale serbo, che ha vestito la casacca biancorossa per sei stagioni costellate di successi (2001-2002 e 2003-2008, vincendo 1 Scudetto, 1 Champions League, 1 Coppa Italia, 2 coppe Cev e 1 Supercoppa Italiana), da oggi è ufficialmente un giocatore del Panathinaikos Atene. La società, e si intende la proprietà, i dirigenti, lo staff ed i collaboratori tutti, ringrazia Andrija per il grande contributo sportivo ed umano che ha saputo regalarci in questi anni stupendi vissuti insieme, porgendogli allo stesso tempo un sincero in bocca al lupo per il suo futuro.
Sarah Ann Kirkwood a Forlì13/09/2008

Sarah Ann Kirkwood a Forlì

Sarah Ann Kirkwood, nata in Florida (U.S.A.) il 18/12/1985, alta 185 cm è ufficialmente della Infotel Forlì. La giocatrice che indosserà la maglia numero 8, si è aggregata al resto della squadra e dopo le visite di rito inizierà subito gli allenamenti. Col suo arrivo, il team di Di Toma, completa il settore delle schiacciatrici. In attesa dell’inizio del Campionato la Infotel Forlì sabato 13 Settembre parteciperà al Trofeo Città San Bonifacio – Verona. Le squadre con cui si scontrerà sono Punto 4 Reggio Emilia e Vitalnature Verona.
Rescisso il contratto tra Cavriago e Jordan Galabinov02/09/2008

Rescisso il contratto tra Cavriago e Jordan Galabinov

L’Edilesse Cavriago comunica di aver rescisso in modo consensuale il contratto con il giovanissimo atleta bulgaro Jordan Galabinov (classe 1990), tesserato dal club giallonero lo scorso mese di luglio. Lo schiacciatore proveniente dalle giovanili del Cimone Modena, dopo un primo periodo di apprendistato con la casacca, dell’Edilesse, ha valutato insieme alla società di sciogliere il legame concordato per cercare maggiore spazio in una squadra di serie B1, la Mail Express Ancona. La società del presidente Giulio Bertaccini ringrazia Jordan per l’apporto dato alla squadra e gli augura ogni fortuna per la sua futura carriera, lasciando aperta la porta per un eventuale ritorno in giallonero, magari già il prossimo anno.
Paola Croce a Piacenza02/09/2008

Paola Croce a Piacenza

Con un vero e proprio colpo a sorpresa la dirigenza della RebecchiLupa ha oggi annunciato l'accordo con Paola Croce, uno dei migliori liberi della scena pallavolistica internazionale nonchè campionessa europea in carica. Paola Croce sarà di passaggio a Piacenza giovedì sera alle 17.30 per una conferenza stampa presso il Palasport di Largo Anguissola, e poi raggiungerà il ritiro della Nazionale di Barbolini per prepararsi alle qualificazioni del Grand Prix 2009 nelle quali incontrerà da avversaria l'altro neo acquisto piacentino Heike Beier. Queste le prime dichiarazioni dell'atleta: "E' stata una decisione un po' improvvisa... avevo sempre sentito parlare bene della RebecchiLupa, e quando il procuratore mi ha messo in contatto con i dirigenti piacentini ho avuto un quadro della situazione molto positivo: ho constatato che hanno allestito una buona squadra, che può puntare in alto, e che potevamo lavorare bene insieme. In tanti mi chiedono 'come mai in A2'... ma in realtà questo non è affatto un problema: potevo tranquillamente aspettare che maturasse una occasione in A1, ma mi ha veramente interessato il progetto della RebecchiLupa e mi sono sentita molto stimolata a farne parte. Io gioco a pallavolo con moltissima passione, e per questo sono sempre in cerca di stimoli che mi interessino. E poi anche Del Piero e Buffon hanno seguito una strada simile..." Nata a Roma nel 1978, alta 167 cm, Paola Croce inizia a giocare a volley a nove anni nella Mancini 34 che è la società del suo quartiere (Cinecittà), e vi resta fino al 1994 quando disputa i tornei di prima divisione come Ascor Roma.
Petya Lyubomirova Tsekova a Santeramo29/08/2008

Petya Lyubomirova Tsekova a Santeramo

A sorpresa il DS della Tena Volley Santeramo Francesco Ciccarone ha annunciato ieri sera il nuovo acquisto del team rosso-blu. Si tratta di Petya Lyubomirova Tsekova, nata a Vratsa, in Bulgaria, il 13/10/1986, schiacciatrice di 190 cm, tra i migliori talenti del volley bulgaro e punto di riferimento in nazionale. Petya ha giocato nella stagione 2007/08 in Polonia con il Club Sportowy Palace di Bydgoszcz (A1); nella stagione 2006-2007 si è laureata Campione di Bulgaria con il VC CSKA di Sofia(A1); mentre tra il 2004/06 ha vestito la casacca del VC Akademik di Sofia(A1). Con la nazionale bulgara ha partecipato all’EURO Championship 2007 giocato in Belgio. La società Santeramo Sport è arrivata all’acquisto del martello bulgaro dopo un’attenta analisi e dopo aver sondato le effettive potenzialità di un’atleta che seppur giovane presenta grandi capacità tecniche e potenzialità offensive davvero notevoli. Petya Lyubomirova Tsekova raggiungerà Santeramo la prossima settimana per unirsi alle sue nuove compagne ed iniziare il cammino di avvicinamento al suo primo campionato in Italia.
Nadia Shopova a Cremona28/08/2008

Nadia Shopova a Cremona

Nata in Russia l’8 gennaio 1984 ma cittadina bulgara, Nadia Shopova, dopo alcuni di esperienze nei campionati russi, bulgari e turchi è alla sua seconda stagione in Italia,. Lo scorso anno vestiva la maglia del Cariparma con la quale ha disputato 30 incontri e realizzato 406 punti, piazzandosi ventesima nella speciale classifica delle top scorer, determinanti per la salvezza della formazione ducale. Martello ricettore di 187 cm, Nadia Shopova completa questo reparto del quale fanno parte anche Cornelia Dumler e la giovane connazionale Elitsa Vasileva. “Ho scelto Cremona” afferma Shopova “perché è buona squadra e una società molto seria che vuole fare bene”.
Riikka Lehtonen a Pavia27/08/2008

Riikka Lehtonen a Pavia

Come anticipato sia dalla nostra società che dalle testate giornalistiche locali, “La Provincia Pavese” e il “Lunedì” Riikka Lehtonen sarà il nuovo opposto titolare della Riso Scotti Pavia per la prossima stagione sportiva 2008/2009. Unitamente a Pachale, Horvath e Terranova viene completato il reparto di posto 2 e 4. Il GM Gigi Poma e la dirigenza tutta a riguardo esprimono alcune considerazioni: “L’ingaggio di Lethonen è sicuramente significativo perché dimostra come la nostra società, pur facendo un grosso sacrificio, voglia disputare un campionato nella massima serie facendo bene, ricambiando la fiducia di quei fantastici 3500 spettatori che erano presenti l’11 Maggio e che hanno trascinato con il loro incitamento la squadra verso la magica promozione in serie A1. Voglio anche chiarire alcuni passaggi relativi all’ingaggio di Lethonen: l’accordo verbale con la giocatrice è stato raggiunto nella serata di giovedì e dovevano solo essere definiti alcuni particolari (disposizione logistica atleta e modalità di arrivo in Italia). Cose queste che non avrebbero mai inficiato l’accordo verbale con la giocatrice. Inoltre la stessa, quando è stata contattata, non era al suo abituale domicilio ma in ferie e quindi impossibilitata a rimandarci immediatamente il contratto controfirmato. Ha chiesto alcuni giorni per ritornare a casa e inviarci il contratto firmato. Ieri dopo 4 giorni è arrivato. Ci corre d'obbligo una riflessione: abbiamo letto critiche nei nostri confronti, per carità, ognuno è libero di dire e scrivere ciò che pensa ma forse, prima di esprimere valutazioni e giudizi farebbe meglio a verificare, e verificare significa documentarsi, chiamare noi, come hanno fatto altre testate giornalistiche, cui abbiamo spiegato quanto detto sopra. Ma crediamo che il non domandare e “sparare” contro la nostra società e il nostro operato, oltre che essere cosa veramente triste, sia caratteristica peculiare di chi vive di profonda invidia per tutto quello che di bello gli altri hanno saputo costruire negli anni. Il problema medico cui è affetta Cole esiste e, anche nei suoi confronti, è stato dimostrato ben poco rispetto: l’atleta che lo scorso anno giocava in Spagna quest’anno, fino a Dicembre, rimarrà negli USA e verrà sottoposta ad accertamenti Clinici per valutare una patologia neurologica emersa negli ultimi mesi. Non abbiamo avuto problemi a rescindere il precontratto con Shonda (Cole) proprio per rispetto all’atleta stessa.
Carolina Costagrande ancora 3 anni a Pesaro26/08/2008

Carolina Costagrande ancora 3 anni a Pesaro

Carolina Costagrande prolunga il suo rapporto con la Scavolini: la giocatrice italoargentina, reduce da una stagione straordinaria nella quale è risultata una delle migliori giocatrici del campionato, giocherà con la maglia delle campionesse d’Italia nelle prossime tre stagioni. "Pesaro è ormai la mia città," ha detto Carolina "qui sto molto bene, è il posto che cercavo da sempre. Prima di arrivare qui ho cambiato molte squadre in Italia, sperando sempre di trovare prima o poi una città e una società nelle quali fermarmi. Ora che le ho trovate me le tengo strette. Sono qui per vincere: lo abbiamo già fatto l’anno scorso, non sarà facile ripetersi ma ci vogliamo provare. La società ed io ci crediamo e quindi entrambi abbiamo voluto prolungare il nostro rapporto. Anche la trattativa è stata un momento molto bello, ci siamo seduti al tavolo già sapendo che sia io che loro volevamo chiudere l’accordo. Ho avuto molte altre offerte, ma non le ho nemmeno prese in considerazione: volevo restare a Pesaro prima di ogni altra cosa, qui mi sento considerata come atleta e come persona, e questo per me vale più di tutto".
Costagrande resta a Pesaro per tre anni26/08/2008

Costagrande resta a Pesaro per tre anni

Carolina Costagrande prolunga il suo rapporto con la Scavolini: la giocatrice italoargentina, reduce da una stagione straordinaria nella quale è risultata una delle migliori giocatrici del campionato, giocherà con la maglia delle campionesse d'Italia nelle prossime tre stagioni. "Pesaro è ormai la mia città," ha detto Carolina "qui sto molto bene, è il posto che cercavo da sempre. Prima di arrivare qui ho cambiato molte squadre in Italia, sperando sempre di trovare prima o poi una città e una società nelle quali fermarmi. Ora che le ho trovate me le tengo strette. Sono qui per vincere: lo abbiamo già fatto l'anno scorso, non sarà facile ripetersi ma ci vogliamo provare. La società ed io ci crediamo e quindi entrambi abbiamo voluto prolungare il nostro rapporto. Anche la trattativa è stata un momento molto bello, ci siamo seduti al tavolo già sapendo che sia io che loro volevamo chiudere l'accordo. Ho avuto molte altre offerte, ma non le ho nemmeno prese in considerazione: volevo restare a Pesaro prima di ogni altra cosa, qui mi sento considerata come atleta e come persona, e questo per me vale più di tutto".
Sigla.com - Internet Partner