Archivio Volley mercato

Melissa Donà a Santa Croce15/06/2008

Melissa Donà a Santa Croce

Primo colpo della Biancoforno nel volleymercato: arriva Melissa Donà, ruolo schiacciatrice-ricettore, 26 anni, trevigiana, proveniente dalla squadra romana della Prima Classe. Donà ha giocato tra l'altro anche a Firenze e Lodi. Il giudizio del neoallenatore Guglielmo Pucci è positivo: "Ottimo ricettore, buona battuta, molti colpi vincenti sottorete e lo dimostrano gli score conseguiti. Melissa Donà e un ottimo acquisto". Anche il giudizio del d. s. Luca Berti è sulla stessa linea: "Debbo dire che Melissa era una delle nostre prime scelte, felice davvero che arrivi a S.Croce. E' il nostro primo tassello, altre novità nei prossimi giorni". L'annuncio dell'ingaggio di Melissa Donà è stato dato nella sede della Biancoforno Volley alla presenza del presidente Giuseppe Calò che ha manifestato la sua soddisfazione con poche ma significative parole:" Parte il nuovo volto della Biancoforno".
Vercesi resta a Pesaro15/06/2008

Vercesi resta a Pesaro

Angelo Vercesi farà parte dello staff tecnico della Scavolini 2008/2009. L’allenatore brasiliano affiancherà Zé Roberto assieme a Riccardo Marchesi e Matteo Solforati nella prossima stagione, che vedrà la squadra biancorossa misurarsi su tre fronti particolarmente impegnativi: campionato, Coppa Italia e European Champions League. "Subito dopo la conquista dello scudetto" ricorda il presidente Sandro Sardella "avevamo ben chiaro che ci sarebbe stato indispensabile uno staff di altissimo livello per proseguire il nostro percorso di crescita. Il ritorno di Angelo chiude il cerchio e ricompone il gruppo che ha cominciato a lavorare assieme sin da due anni fa". "Torno a Pesaro con grande gioia" dice Vercesi "e sono sincero quando dico che la città e la gente mi mancavano già dopo la prima settimana in Brasile. Quando sono partito dall’Italia ero sicuro che sarei tornato a Pesaro, ma poi, in Brasile, ho avuto la lieta sorpresa di un’offerta dalla mia ex-squadra, il Clube Pinheiros, per cui ho lavorato per diciotto anni. Ci ho pensato su, poi ben presto mi sono reso conto che la voglia di tornare a Pesaro e di continuare a far parte della Scavolini e del progetto guidato da Zé Roberto era più forte di ogni altra cosa". I tuoi prossimi impegni? "Da domani sono a Trento, dove frequenterò assieme all’altro allenatore neocampione d’Italia, il bulgaro Stoytchev, il corso per prendere il patentino di allenatore di terzo grado. Poi sarò a Pesaro sino a fine luglio per allenare la nostra squadra di beach volley". Bentornato, Angelo!
La Prado rimane a San Vito14/06/2008

La Prado rimane a San Vito

E’ ufficiale: la “carioca” Jaline Prado de Oliveira, una delle beniamine del pubblico sanvitese della passata stagione, giocherà anche il prossimo campionato con la maglia biancazzurra della Volley San Vito. La notizia, che era nell’aria già da qualche giorno, ha trovato definitiva conferma nella serata di ieri. La ventinovenne ”opposta” di colore, nazionalità brasiliana, 190 cm di altezza, lo scorso anno ha fatto registrare una media di 15 punti a partita, e si è detta “ben lieta di restare a San Vito, un ambiente così caldo e stimolante”. “Inutile dire - commenta il vice presidente del sodalizio sanvitese, Enzo Francavilla - che contavamo molto sulla disponibilità di Jaline ad affrontare un’altra stagione con noi. Quella dello scorso campionato è stata un’esperienza positiva e siamo certi che nel prossimo torneo di A2 la brava atleta farà ancora meglio. Sarà uno dei nostri punti di forza”. Sul prosieguo della campagna acquisti, il vice presidente annuncia ulteriori, imminenti novità: “Stiamo per formalizzare l’ingaggio di un’altra forte straniera. E’ solo questione di ore”.
Erardo Meggiolaro a Padova14/06/2008

Erardo Meggiolaro a Padova

Continua senza sosta la campagna acquisti dell’Antonveneta Padova 2008/09. La Società bianconera ha raggiunto un accordo biennale con il palleggiatore padovano Erardo Meggiolaro. Il giocatore - originario di Camposampiero - è una vecchia conoscenza della pallavolo patavina, perché ha già vestito la maglia della sua città dal 1994 al 1998 e dal 2002 al 2004. Dopo aver militato a Bassano, a Montichiari e a Bastia Umbra, nella scorsa stagione Meggiolaro ha giocato ad Innsbruck, nella serie A1 austriaca. Ateleta di grandissima esperienza e di indiscussa affidabilità, in Italia “il Meggio” ha disputato sei stagioni tra serie A1 e A2, collezionando complessivamente 127 presenze. Con l’arrivo di Meggiolaro si riempie la prima delle due caselle lasciate vuote dopo le partenze di Mikko Esko (a Montichiari) e di Simo-Pekka Olli (tornato in Finlandia per svolgere il servizio di leva). «Per Padova si tratta di un piacevole rientro – dice il DS Stefano Santuz – perché Meggiolaro è cresciuto nel nostro settore giovanile e col tempo è diventato uno degli emblemi della pallavolo padovana in Italia e all’estero. Siamo felici di riaverlo con noi, perché tutti conoscono le sue qualità sportive e umane». «Ho scelto Padova – dice Meggiolaro – perché in tutti questi anni ha dimostrato di essere una Società solida, seria e fatta di professionisti. Certo, in questo modo mi avvicino a casa, ma la prima motivazione di questa decisione è di natura squisitamente tecnica: per me si tratta di una nuova sfida molto stimolante. Arrivo da un’esperienza in Austria che mi ha dato molta umiltà e che mi ha permesso di conoscere molte altre realtà della pallavolo europea. A Padova avrò inoltre la possibilità di giocare con degli amici, come Garghella, con cui faccio spesso coppia nei tornei di beach volley». LA CARRIERA DI ERARDO MEGGIOLARO 2007/08 (A1): Hypo Tirol Innsbruck (AUT) 2006/07 (B1): Sir Safety Bastia PG 2005/06 (A1): Acqua Paradiso Gabeca Montichiari 2004/05 (A2): Bassano Volley 2003/04 (A1): Edilbasso & Partners Padova 2002/03 (A1): Edilbasso & Partner Padova 2001/02 (B1): Olympia Padova 2000/01 (B2): La Scala San Donà 1999/00 (C): Volley Team San Donà 1998/99 (B1): Adria Volley Monfalcone 1997/98 (A1): Jucker Padova 1996/97 (A1): MTA Padova 1995/96 (C): Padova 1994/95 (D): Padova
Moltò e Rodriguez a Taranto14/06/2008

Moltò e Rodriguez a Taranto

Doppio colpo a sensazione della Prisma Volley Martina che porta a giocare in Valle d’Itria due campioni d’Europa 2007. Il club del presidente Antonio Bongiovanni ha, infatti, concluso le trattative per l’acquisto del centrale Jose Luis Moltò (prelevato dal Drac Palma) e del martello Israel Rodriguez (dalla Copra Piacenza) che saranno, così, elementi di spicco della rosa che sarà guidata nel prossimo torneo di A1 da Radames Lattari. Maggiori particolari sui due eccezionali acquisti e sulle strategie di mercato della Prisma Volley Martina saranno illustrate domani mattina, sabato 14 giugno, alle ore 11.00, nel corso di una conferenza stampa che si svolgerà presso la saletta del “Caffè Barocco”, in piazza XX Settembre a Martina Franca. Presenzieranno il presidente Tonio Bongiovanni, il direttore generale Elisabetta Zelatore e il direttore sportivo Vito Primavera. Dopo gli arrivi di Ricciardello e Quartarone, la compagine biancazzurra dimostra una volta di più, con Moltò e Rodriguez, la volontà di costruire una squadra giovane e competitiva per far esaltare tutti i tifosi della Prisma. LE SCHEDE JOSE’ LUIS MOLTO’ José Luis Moltó Carbonell, nato a Cocentaina, Alicante, il 29 giugno 1975, alto 2.06, ha vinto in carriera sette campionati e tre coppe nazionali. Il suo maggior successo sportivo coincide con la vittoria più bella della storia della pallavolo spagnola: il settembre 2007 ha conquistato la medaglia d’oro nel Campionato Europeo battendo in finale a Mosca la Russia e conquistato la palma di miglior centrale del torneo (riconoscimento avuto anche nella Coppa del Mondo 2007). E’ il secondo giocatore per numero di presenze in nazionale dopo Rafael Pascual. Nel 2007 ha conquistato la medaglia d’oro al merito sportivo della Generalità Valenciana. ISRAEL RODRIGUEZ Israel Calderon Rodriguez, nato a Siviglia, il 27 agosto 1981, alto 1.94, è uno schiacciatore ricevitore: ha giocato tre stagioni all’Almeria prima di approdare in Italia, nella scorsa stagione, a Piacenza. Titolare della nazionale iberica, ha vinto sotto la guida di coach Anastasi il titolo europeo 2oo7 giocando in diagonale con Kike De La Fuente. Ai Campionati Europei 2005 è stato premiato come miglior attaccante, ha vinto una edizione della European League battendo in finale il Portogallo di Flavio Cruz. Nell’ultima stagione a Piacenza (vice-campione d’Italia) ha disputato 36 incontri ottenendo 190 punti tra campionato e Coppa.
Alice Martini a Piacenza14/06/2008

Alice Martini a Piacenza

Arriva una nuova attaccante nella RebecchiLupa Piacenza: è Alice Martini, lo scorso anno a Cadelbosco con Baraldi. Nata a Genova nel 1987 e alta 1.81, Alice Martini inizia a giocare a otto anni e entra giovanissima nelle formazioni di serie D e serie C a Ovada. Nel 2003 esordisce in serie B1 a Casale Monferrato, dove gioca per quattro anni. Nell'estate 2005 è con Valentina Borrelli e Chiara Dall'Ora nella nazionale sperimentale di Mencarelli: la squadra prepara i Giochi del Mediterraneo, ma Alice deve abbandonare anzitempo il ritiro collegiale a causa di un banale contrattempo. Si rifarà l'estate successiva giocando nella nazionale under 21 di Giancarlo Mazzola. Nel 2007-2008 arriva nel Crovegli Cadelbosco di Baraldi, gioca un campionato brillantissimo e giunge a sfiorare i play off. Alice privilegia il ruolo di opposto come Elena Koleva: *"Ho un profondo rispetto per Elena Koleva, per me questa sarà una grandissima occasione per osservarla e imparare," spiega Alice, "Elena Koleva è una grandissima giocatrice, io sono molto contenta di giocare nella RebecchiLupa con gente così in gamba e di continuare con Davide Baraldi. Con Davide sono migliorata moltissimo, è molto bravo sia come allenatore che come persona, l'anno scorso con lui abbiamo giocato un campionato super malgrado la squadra fosse molto giovane e inesperta, 22 anni di età media..." Conoscevi la RebecchiLupa? "Della RebecchiLupa mi hanno sempre parlato tutti bene, conosco giocatrici che hanno difeso i colori piacentini e mi hanno descritto una società ottima, dove si sono trovate molto bene sotto ogni aspetto". Precedenti squadre 2007-2008 B1 Crovegli Cadelbosco 2006-2007 B1 Casale Monferrato 2005-2006 B1 Casale Monferrato 2004-2005 B1 Casale Monferrato 2003-2004 B1 Casale Monferrato prima del 2003, serie C e D a Ovada
Bovolenta, martedì a Perugia la firma14/06/2008

Bovolenta, martedì a Perugia la firma

E’ ancora un centrale il secondo acquisto della RPA-LuigiBacchi.it targata 2008/2009. Dopo il brasiliano Felizardo arriva a Perugia l’azzurro Vigor Bovolenta. Classe 1974, 202 centimetri, il “Bovo” è quello che si dice un giocatore di carattere. Rinvigorito dalla chiamata in Nazionale (con cui ha appena conquistato un posto per le Olimpiadi di Pechino), forte dell’esperienza che lo vuole da quindici anni in serie A1, Vigor è anche il giusto trascinatore sottorete. E dopo cinque stagioni a Piacenza, martedì sarà a Perugia (e verrà presentato ai tifosi ed alla stampa) per firmare un contratto biennale. "Non è stato facile lasciare Piacenza ma avevo voglia di una nuova avventura - commenta Bovolenta - ed il presidente Sciurpa ed i suoi soci hanno il desiderio di creare qualcosa di importante con me all'interno di questa squadra. Ed a 34 anni mi ha inorgoglito questa proposta e ho accettato con grande entusiasmo. L'obiettivo è entrare nei play off e dare del filo da torcere alle grandi. Sono sicuro che ci divertiremo, la squadra è buona manca solo uno schiacciatore. I nuovi compagni? Ho giocato con Vujevic a Ferrara, con Pippi a Modena e giovanissimi, con Sintini a Ravenna". L'intesa non sarà un problema...
Tomas Kmet a Castellana Grotte13/06/2008

Tomas Kmet a Castellana Grotte

Materdomini Volley.It Castellana Grotte: Con la sua ex squadra ha vinto gli ultimi due scudetti austriaci, miglior giocatore slovacco del 2006, migliore nel fondamentale del muro nell'Euro League 2005, oltre alle ultime due edizioni disputate di Champions League è uno dei centrali della sua nazionale ora allenata da Emanuele Zanini il quale parla molto bene del neo acquisto gialloblù. Con queste credenziali farà il suo esordio in Italia Tomas Kmet, 202 cm di altezza, che prende il posto del suo connazionale Sabo al centro dell'attacco della Mater, andando a formare con Creus e Barbone un reparto di strordinario livello, fisico e tecnico. Un altro grandissimo acquisto dunque da parte del Presidente Miccolis che vuole bissare con Kmet il risultato ottenuto con il primo ingaggio di Creus arrivato in Italia proprio grazie al fiuto della dirigenza castellanese. Nato a Poprad, cittadina di 55.000 abitanti, capoluogo dell'omonimo distretto nel nord della Slovacchia, Kmet aveva già fatto una fugace apparizione in Italia nel 2004 quando Pupo Dall'Olio lo aveva provinato per Padova ritenedolo forse, ad appena 23 anni, troppo acerbo per il campionato maggiore italiano. I vari filmati visionati insieme alle ottime referenze ricevute da tecnici ed addetti ai lavori hanno indotto il numero uno gialloblù di concerto con coach Dagioni a forzare i tempi ed ingaggiare il forte giocatore slovacco che rappresenta un altro tassello più che importante nella costituzione del nuovo organico che si profila sempre più di grande livello ed all'indomani della semirivoluzione a livello di iscrizioni (mancate) in serie A, non è affatto poco. LA SCHEDA DI TOMAS KMET Poprad, 01.12.1981 Centrale 2008>2009 Materdomini Volley,it 2006>2008 Hot Volleys Vienna (AUT) 2005>2006 Mostotal (POL) 2004>2005 Dubova (SVK) 2003>2004 Gwardia Wroclaw (POL)
Peralta ad Isernia13/06/2008

Peralta ad Isernia

Pablo Javier Peralta è questo il nome di un altro tassello del puzzle Olio Pignatelli Isernia 2008/09 che di giorno in giorno prende forma. Argentino, con passaporto italiano, classe ’79, centrale di 205 cm che fa della fisicità uno dei suoi punti di forza tanto nel fondamentale di attacco quanto in quello di muro, caratteristiche che lo hanno reso uno dei pilastri della nazionale biancoazzurra. Un colpo importante per la Olio Pignatelli, ma non l’unico, diverse, infatti, le trattative per portare a Isernia altri giocatori noti sulla scena internazionale. Mimmo Cicchetti e Gianni Cimorelli, in questi giorni stanno lavorando a braccetto non solo per allestire una formazione che possa fare bene nella prossima stagione (la serie A2 comincia a stare stretta alla società isernina), ma anche dal punto di vista organizzativo ed operativo. Un grande progetto, come quello che è stato sognato appena un anno fa, può realizzarsi solo se la crescita sportiva viaggia di pari passo con quella societaria e organizzativa. Grande, dunque, il fermento in Corso Risorgimento per rinnovare – e incrementare, se possibile – il pacchetto sponsor della passata stagione (con l’Azienda Principe Pignatelli e la Regione Molise in testa) e per buttare giù qualche idea in merito al palazzetto. Gianni Cimorelli è fortemente convinto che Isernia ha bisogno di un nuovo impianto da poter utilizzare a 360° e da realizzare con investimenti privati. E’ lui motore e spinta propulsiva del nuovo corso della società pallavolistica isernina che dal punto di vista tecnico oggi si è arricchita di un valido elemento e che conta di sciogliere il nodo palleggiatore entro la prossima settimana.
Sorokaite e Gujska restano a Bergamo, Pieragnoli saluta13/06/2008

Sorokaite e Gujska restano a Bergamo, Pieragnoli saluta

Indre Sorokaite e Kasia Gujska restano rossoblù. E’ questa la notizia delle ultime ore in casa Foppapedretti, che conferma due importanti pedine in vista dell’avvio della prossima stagione. La schiacciatrice lituana, rivelazione del finale di stagione e chiave decisiva nel corso della finalissima che ha portato alla conquista della Coppa Italia, si è legata al Volley Bergamo per le prossime tre stagioni. Un legame forte, che garantisce continuità per la società rossoblù, che si è tenuta stretto il giovane talento di nazionalità sportiva italiana. “Il contratto triennale è stata una proposta della società e io ho detto subito sì. Rimanere a Bergamo per me è importante, perché mi dà la possibilità di giocare in questa grande squadra”. Una città e una Società che l’hanno accolta nel 2006. “Bergamo adesso è un po’ casa mia, qui sto bene, non potevo non scegliere ancora questa maglia. Le ragazze, l’ambiente, insieme creeremo un bel gruppo anche nella prossima stagione”. Gli obiettivi, gli stessi di sempre: “L’obiettivo è cercare di entrare in campo il più possibile. Ma prima di tutto devo migliorare tanto in allenamento. Spero che con la Champions’ League aumentino le possibilità di giocare... E poi con l’arrivo di tante ragazze nuove e giovani ci sarà ancora più voglia di provare a conquistarsi un posto. Insomma, sarà un anno tutto da lottare”. E confermatissima anche Katarzyna Gujska, l’alzatrice polacca che arriva così al suo settimo anno in maglia Foppapedretti. A Bergamo, Kasia ha vinto due scudetti, due Coppa Italia, una Champions’ League e una Coppa CEV. Un elemento esperto, un valore aggiunto al gruppo del tecnico Micelli che potrà contare ancora sulla regista polacca. “Sono felice di rinnovare, perché qui ho trovato da sempre una squadra e una società fortissime. Qui sto bene, ma soprattutto si vince sempre e questo è stato fondamentale nella decisione di restare per così tanti anni. La squadra è ancora vincente e questa è la cosa più importante”. Kasia è ormai una veterana in maglia rossoblù: “Sto bene con la Società e con la squadra, con i dirigenti, le compagne e gli allenatori. Il mio cuore ormai è a Bergamo e vorrei finire la mia carriera qui”. PIERAGNOLI SALUTA. Il tecnico Luca Pieragnoli, la scorsa stagione alla guida della formazione della Foppapedretti Bergamo che ha preso parte al campionato di Serie B1, ha rassegnato le dimissioni per motivi personali, rinunciando alla guida della formazione rossoblù che il prossimo anno sportivo parteciperà al campionato di serie B2. All’allenatore toscano va il ringraziamento del Volley Bergamo per il prezioso lavoro svolto e l’importante contributo dato alla crescita del Settore Giovanile orobico di cui era il Responsabile Tecnico. A Luca va l’augurio di raggiungere presto nuovi e prestigiosi successi sportivi.
Pietro Scarduzio è l'allenatore del Top Team Mantova13/06/2008

Pietro Scarduzio è l'allenatore del Top Team Mantova

Il Top Team riparte da Pietro Scarduzio. Dopo lo sfortunato debutto in A2 e l’acquisizione del diritto sportivo di Oderzo dopo la retrocessione il primo tassello del nuovo mosaico doveva essere il tecnico. Non più Giana Guaresi, a cui vanno i ringraziamenti di società e tifosi, e ieri pomeriggio c’è stata la conferenza stampa di presentazione di Scarduzio dopo che sul nome del nuovo tecnico era calato il massimo riserbo. Il nuovo mister arriva da Parma che per tanti anni è stata una delle città cardini del volley. 41 anni , sposato con tre figli, Scarduzio ha un’esperienza di 15 anni in serie A2, con un anno in A1 a Verona nel 2002-03 e due stagioni anche all’estero, in Austria a Innsbruck.
Robert Kromm triennale a Padova13/06/2008

Robert Kromm triennale a Padova

Primo grande colpo di mercato per l’Antonveneta Padova. Dopo un anno trascorso a Perugia, lo schiacciatore tedesco Robert Kromm torna a Padova. Nato a Schwerin il 9 marzo 1984, Kromm è giunto in Italia nella stagione 2005-06 vestendo la maglia del Cimone Modena. Con l’Antonveneta Padova nel 2006-07, nella passata stagione Kromm ha militato nella Rpa-LuigiBacchi.it Perugia, dimostrandosi uno degli elementi più validi della squadra umbra. Su 90 set disputati nella scorsa stagione (è sceso in campo tutte le giornate di campionato), il tedesco ha messo a segno 327 punti. Complessivamente, nei tre anni trascorsi in Italia, Kromm ha realizzato 764 punti, di cui 11 in Coppa Italia. Robert Kromm ha risolto il contratto che lo legava a Modena firmandone uno triennale con Padova. «Siamo contenti di questo acquisto – dice il DS Stefano Santuz – perché si trattava del primo obiettivo della nostra campagna di rafforzamento della squadra. Robert era arrivato giovanissimo in Italia, ma fin da subito eravamo rimasti colpiti dalle sue ottime qualità. Lo scorso anno ha dimostrato di essere uno dei migliori schiacciatori della serie A1 e penso che a Padova potrà crescere ulteriormente». Anche il coach Bruno Bagnoli esprime la sua soddisfazione per l’approdo di Kromm nella Città del Santo. «Sono felice che Robert sia dei nostri – dice l’allenatore mantovano – perché era un elemento che già volevamo confermare nella passata stagione. Nel campionato 2007/08 ha confermato le sue qualità in attacco e battuta. Ha fatto notevoli progressi a muro, mentre bisogna ancora lavorare sulla ricezione. Credo che la sua maturità caratteriale sarà molto importante per dare un importante contributo alla causa della squadra».
Sigla.com - Internet Partner