Archivio Volley mercato

Margareta Kozuch a Novara13/06/2008

Margareta Kozuch a Novara

L’Asystel Volley prosegue nella sua linea e ingaggia la schiacciatrice Margareta Kozuch, lo scorso anno a Sassuolo. Nata ad Amburgo, in Germania, il 30 Ottobre 1986, per anni stella della squadra della sua città, è arrivata in Italia la scorsa stagione, dopo le brillanti performance con la nazionale tedesca, prima juniores poi seniores, con cui ha già collezionato circa 100 presenze. Atleta versatile, dotata di stacco (309 l’altezza dello spike, 297 quella del muro), potenza e di una buona dose di tecnica, sa adattarsi bene al ruolo di schiacciatrice come a quello di opposto. Viene considerata da molti come l’atleta più promettente del volley tedesco, e le recenti prestazioni sopra le righe hanno convinto allenatore e società a scommettere su di lei. Seconda miglior attaccante dei Volleymasters 2008, ieri ha abbattuto con 23 punti la Russia in occasione della prima giornata del Torneo Internazionale di Courmayeur, presentandosi nel migliore dei modi al suo nuovo pubblico. “Si tratta di un’atleta eccezionale, che ci ha colpito sia per le grandi qualità atletiche e tecniche, sia per l’entusiasmo con cui ha accettato di intraprendere questa nuova avventura sportiva. Per noi riveste un ruolo molto importante la convinzione di un’atleta, il suo entusiasmo e la sua voglia di mettersi in gioco, sposando il nostro progetto. Ovviamente anche con lei abbiamo conseguito un accordo pluriennale”.
Salomoni allenatore di Chieri13/06/2008

Salomoni allenatore di Chieri

Ieri pomeriggio è stato ufficializzato il suo passaggio sulla panchina del Chieri Volley. Abbiamo raggiunto telefonicamente Alberto Salomoni, attualmente in Germania, per raccogliere le sue prime impressioni e per conoscere meglio colui che avrà il compito di guidare la squadra verso la permanenza in A1. Innanzi tutto parliamo un po’ delle tue esperienza in panchina. “Diciamo che la maggior parte della mia esperienza – si presenta Salomoni – è maturata in Germania. In Italia ho allenato due anni in B2 a Porcia nel 96/97 e a Cordenons la stagione successiva. Per motivi familiari sono poi emigrato e ho avuto la fortuna di entrare nel giro delle Nazionali giovanili tedesche. Nel 2002 ho guidato la nazionale Juniores maschile e nel 2004 ho partecipato alle Olimpiadi di Atene come terzo allenatore della prima squadra. A partire dal 2005 ho allenato nella Bundesliga prima l’USC Brownschweig, poi il Bayer Leverkusen e lo scorso anno il KSC Berlino”. Chieri è una piazza calda, il pubblico è molto vicino alla squadra. Hai già conosciuto questa realtà in passato? “Lavorando per la Nazionale tedesca ho avuto la possibilità di conoscere Giovanni Guidetti e nella sua ultima stagione a Chieri mi ha dato la possibilità di frequentare l’ambiente. Il pubblico è molto vicino alla squadra, fa sentire il suo calore. Anche il presidente Vezzoso mi è parso molto disponibile, la prima impressione è stata ottima. Per me avere la possibilità di guidare una squadra blasonata come Chieri è un onore, non vedo l’ora di cominciare”.
Braia è l'allenatore della Tena Santeramo13/06/2008

Braia è l'allenatore della Tena Santeramo

Alla guida della Tena Volley Santeramo targata 2008-2009 ci sarà Rosario Braia, nato a Matera il 22/08/1975, per più anni ha calcato i parquet di A2 di tutta Italia, dapprima sulla panchina del Matera (2003-2004), per poi passare su quella del Riso Scotti Pavia (2005-2006/2006-2007), dove ha ottenuto ottimi risultati, per finire, la scorsa stagione, su quella dell'Edin Vigevano (B1), dove si era trasferito. Rosario Braia conosce molto bene l'aria e la passione pallavolistica che si respirano a Santeramo, visto che ci ha giocato contro, con il suo Matera, ai tempi in cui Santeramo militava in B1; così come, i dirigenti della Santeramo Sport, conoscono bene e nutrono grande stima ed ammirazione per un allenatore che ha saputo farsi apprezzare, sia sotto il profilo tecnico che umano, nelle città in cui ha allenato. La Tena Volley Santeramo, ancora una volta, punta su un giovane ed esperto allenatore. Dopo l'affermazione sulla panchina rossoblu di Micelli, Ferrari e Nesic, l'augurio è che anche Rosario Braia possa dire la sua e raggiungere traguardi importanti. Il neo tecnico della Tena Volley Santeramo sarà nella città murgiana la prossima settimana. A lui va un "grosso in bocca al lupo" dai dirigenti e i tifosi di tutta la città di Santeramo.
Havelkova altre 2 stagioni a Sassuolo12/06/2008

Havelkova altre 2 stagioni a Sassuolo

Helena Havelkova vestirà anche per le prossime due stagioni la maglia nero-oro della Unicom Starker Kerakoll. Giunta in Italia la scorsa stagione dallo Slavia Praga, questa giovane atleta ha conquistato partita dopo partita la fiducia dello staff, della società e l’affetto dei tifosi del PalaPaganelli di Sassuolo. La non ancora ventenne schiacciatrice di Lieberec (Repubblica Ceca), con i suoi 188 cm di altezza, ha infatti sempre dimostrato nei momenti in cui è stata chiamata in campo da coach Ferrari grinta ed entusiasmo, nonchè un notevole talento e grandi potenzialità. "Quella di Helena Havelkova è per noi un'altra scommessa vinta - ha dichiarato soddisfatto il Presidente Claudio Giovanardi - perchè è una giocatrice che abbiamo scoperto noi e che abbiamo fatto crescere molto nella scorsa stagione. Ora mi attendo da lei ulteriori progressi ma sono certo che questa ragazza farà vedere in futuro grandi cose."
Lorenzo Bonetti a Bassano12/06/2008

Lorenzo Bonetti a Bassano

Si abbassa ulteriormente l’età media del Fiorese Spa Bassano perchè stavolta il più piccolo dei giallorossi ha 20 anni appena compiuti ed è fresco vincitore dello scudetto under 20 con la Sisley Treviso: l’ultimo colpo del mercato giallorosso è una delle grandi promesse del volley italiano e risponde al nome di Lorenzo Bonetti, palleggiatore cresciuto pallavolisticamente nelle giovanili dell’Olimpia Pallavolo Bergamo ma di proprietà della Sisley Treviso, da cui è arrivato con la formula del prestito annuale. Piccolo solo all’anagrafe, Bonetti rappresenta il prototipo del palleggiatore moderno che sa unire una tecnica eccellente ad una statura degna di un centrale: infatti dall’alto dei suoi 197 cm il giovane bergamasco sa essere temibile anche sotto rete, soprattutto a muro, al punto che nella stagione che l’ha visto protagonista in serie A2 con la maglia dell’Agnelli Metalli Bergamo, ha messo a referto ben 34 punti pur giocando titolare solo nello scorcio finale del campionato. Nonostante la giovanissima età, Bonetti vanta dunque un’esperienza importante in serie A2, in una stagione, quella ’06-’07, che ha visto la sua Bergamo retrocedere in B1. I destini del Fiorese e di Lorenzo quell’anno s’incrociarono sul campo da gioco: se all’andata al PalaBassano giocò il regista titolare (Simo-Pekka), al ritorno un Bergamo già retrocesso schierò in cabina di regia il suo giovane più promettente, il quale, in una partita dall’esito scontato, ben figurò mettendo a segno 4 punti e una prestazione di grande spessore. Terminata la sua avventura nella società che l’ha cresciuto e lanciato, per Bonetti è arrivata la chiamata dalla Sisley Treviso, con la cui maglia nella passata stagione ha disputato il campionato di serie B1 e la Junior League, vinta una decina di giorni fa nelle finali di Sestola.
Ricciardello e Quartarone a Taranto11/06/2008

Ricciardello e Quartarone a Taranto

La campagna acquisti della Prisma Volley parte di slancio con due arrivi che miscelano talento e gioventù: un ritorno ed una novità assoluta. Nel primo caso si tratta di una graditissima “rentrèe”: dopo un solo anno di pausa torna tra le fila della compagine del presidente Bongiovanni Antonio Ricciardello, che indosserà nella prossima stagione la maglia del libero I tifosi di casa-Prisma conoscono bene l'atleta di Messina, 198 cm d'altezza, che compirà 22 anni il prossimo 27 luglio: Ricciardello, infatti, ha indossato la maglia del club per due stagioni consecutive, dal 2005 al 2007, totalizzando 62 presenze (30 in A1, 32 in A2) e conquistando una promozione nella massima serie e una qualificazione ai playoff (poi persi contro la M Roma). Il neo-acquisto ha già dimostrato carattere e versatilità: libero affidabile nonostante la giovane età, in passato ha giocato con profitto anche da schiacciatore. L'anno scorso è tornato per una stagione “a casa”, indossando la maglia del Brolo in B2. A lui giunge il bentornato di tutti i tifosi ionici. Ricciardello ha firmato un contratto biennale. La novità assoluta, invece, è rappresentata dalla firma di un altro giovane e promettente siciliano: ecco il palleggiatore Davide Quartarone, nato a Ragusa il 29/4/1986 (ha già compiuto 22 anni). Il giocatore arriva in prestito per un anno da Montichiari. Alto 198 cm, ha giocato dal 2004 in poi a due passi da casa con la maglia del Nicosia, disputando campionati di B1 e B2. A gennaio 2008 è stato prelevato da Montichiari, ed ha accumulato 15 presenze. Ricciardello ha firmato un contratto biennale.
Cadeddu sarà il vice di Daniele Ricci a Latina10/06/2008

Cadeddu sarà il vice di Daniele Ricci a Latina

Si completa la panchina dell'Andreoli Top Volley Latina. Infatti, al fianco di mister Daniele Ricci siederà anche il secondo, Francesco Cadeddu. Ecco dunque un altro volto nuovo dell'Andreoli Top Volley Latina stagione 2008-2009. Cadeddu sarà il vice di Ricci, succedendo a Paolo Montagnani e coadivando così il tecnico ravennate nella gestione del gruppo che prenderà parte al prossimo campionato. «Stiamo continuando a lavorare sodo per allestire il gruppo per la prossima stagione - spiega il direttore sportivo Candido Grande - e l'innesto di Francesco Cadeddu è funzionale a questo progetto». Entusiasta della nuova esperienza anche il diretto interessato. «Arrivo con la consapevolezza di trovare un società che negli ultimi anni è stata nel gotha della pallavolo nazionale e che ha la giusta fretta e l'ambizione di tornarci al più presto. Un obiettivo che coincide anche con i miei programmi visto quanto accaduto nell'ultima stagione».
Pagotto resta a Bassano10/06/2008

Pagotto resta a Bassano

Nella rivoluzione estiva che sta cambiando come non mai i connotati al Fiorese Spa Bassano, c’è spazio anche per qualche importante conferma: dopo quella scontata di Ronaldo, che l’anno scorso si era legato al sodalizio bassanese con un biennale, e dopo quella più “sofferta” di Gitto, arriva ora anche quella di Matteo Pagotto, il libero trevigiano che si è legato per un’altra stagione al Fiorese e che dunque per la terza volta in quattro anni vestirà la maglia giallorossa del Fiorese. La novità semmai è che il giovane “Pago”, che compirà 27 anni in novembre, si dovrà ritagliare suo malgrado un ruolo da veterano perchè nel nuovo Bassano Volley di mister Cretu l’età media si è abbassata moltissimo, mentre dello storico zoccolo duro, che ha fatto la storia della formazione giallorossa in questi primi cinque anni di A2, per il momento resta di sicuro il solo Eros Guarise. Pagotto avrà dunque un ruolo chiave non solo sotto il profilo tecnico in quanto leader della seconda linea, ma anche nello spogliatoio dove è chiamato a recitare nel ruolo di chioccia dei tanti giovani approdati alla corte del presidente Signor. La conferma di Matteo Pagotto arriva al termine di una trattativa in cui le due parti hanno sempre e comunque manifestato l’intenzione di non separarsi e di continuare insieme l’avventura intrapresa un anno fa: da un lato la società che ha sempre apprezzato moltissimo le doti tecniche ed umane del libero di Treviso, al punto da averlo inseguito sin dai tempi della B1, dall’altra il giocatore che dal canto suo qui a Bassano ha sempre dichiarato di sentirsi come a casa sua e non solo perchè casa sua, nel senso reale del termine, dista da qui appena una cinquantina di chilometri. Normale quindi che in questi casi l’accordo si trovi facilmente e con grande soddisfazione da entrambe le parti. Messo al sicuro il ruolo del libero, in casa Fiorese si attende ora l’arrivo del vice Ronaldo, si parla di un giovanissimo palleggiatore italiano, e di un laterale che si affianchi ai neoacquisti Hradzira e David. Per entrambi i ruoli dovrebbe essere questione di giorni, dopodichè la squadra, che si radunerà l’11 agosto agli ordini di mister Cretu, sarà praticamente al completo, fatta eccezione per il quarto laterale e il secondo libero, per i quali si stanno vagliando un paio di soluzioni interne.
Francesca Giogoli a Piacenza10/06/2008

Francesca Giogoli a Piacenza

E' Francesca Giogoli la nuova palleggiatrice della RebecchiLupa. Ecco le sue prime parole dopo la firma del contratto: "Ho scelto la RebecchiLupa per i due motivi che cerco sempre in ogni stagione: primo, un allenatore bravo; secondo, una società seria. Conosco bene Davide Baraldi, è una persona fantastica, e so che la RebecchiLupa è la società che cerco, perchè abbiamo tutti una grande voglia di far bene!". Bolognese, classe 1983, alta 175 cm, Francesca mette in mostra molto presto il suo grande talento quando a soli quattordici anni esordisce in B1 nelle file dell'Ozzano di Andrea Bollini. Dopo alcuni anni a Ozzano Francesca è chiamata a far parte del Club Italia, dove condivide il campo e la scuola con altre giocatrici oggi famose fra cui Chiara Dall'Ora. Nella stagione seguente arriva alla serie A1 a Reggio Emilia con Davide Baraldi come secondo allenatore. Nel 2002 inizia un quadriennio in A2: una prima stagione a Busto Arsizio, due a Corridonia, e infine una nella Siram Roma. Francesca Ritorna in A1 nel 2006 a Jesi: "E' stato per me un anno molto importante", ricorda, "ero entrata come seconda palleggiatrice ma ho avuto modo di giocare parecchi incontri interi da titolare, anche in Champions League: è stata per me la prima occasione per confrontarmi ai massimi livelli!". Nella stagione 2007-2008 Francesca Giogoli rimane in A1 ma stavolta a Altamura. Francesca è anche attivissima nel beach volley: ha vinto un campionato italiano di Sand Volley 4X4 con Corridonia, e ha intensamente giocato nel beach volley a coppie. In quest'ultima disciplina si è tolta la soddisfazione di ottimi piazzamenti nel difficile campionato italiano dei professionisti del beach, in particolare chiudendo quinta nel 2006 e 2007 nella classifica del campionato italiano dominato da coppie di livello internazioneale che più volte hanno partecipato nei tornei di massimo livello mondiale.
Alletti a Crema10/06/2008

Alletti a Crema

Un nuovo arrivo in casa Reima: Aimone Alletti, classe 1988, 208cm vestirà la maglia blues. Dopo Michele Baranowicz, dunque, approda in riva al Serio il compagno di squadra Alletti, che ha disputato la finale della Junior League Under 20 persa contro la Sisley di Maruotti per 3-1, risultando il best scorer della propria squadra con 13 punti. "Continua la politica intrapresa tendente a costruire una squadra giovane e che possa costituire l'ossatura per il nostro progetto spiega il VicePresidente Sante Barbati. Proseguono gli ottimi rapporti con Cuneo, che vede in Crema un ambiente sereno e rtecnicamente pronto a far crescere i suoi giovani talenti." Aimone è nato a Codogno ed abita poco distante da Crema, quasi un ritorno a casa, dunque, per il giovane centrale che cercherà di guadagnarsi posto in campo. Ora, dopo Finazzi e Alletti, manca ancora un centrale per chiudere la rosa del reparto: alcuni nomi sul taccuino di Rota, ma si conta di chiudere a breve.
Creus torna a Castellana Grotte10/06/2008

Creus torna a Castellana Grotte

Aveva lasciato più di un rimpianto la sua partenza nella scorsa stagione e forse anche lui ci ha pensato, tanto da voler ritornare con grande piacere nella sua prima formazione italiana. Sebastiàn Creus per tutti Larry, 27 anni, 201 cm di potenza, è stato l'anno scorso con la maglia del Forlì il miglior centrale della serie A2 chiudendo la stagione regolare con 316 punti, 10.5 a partita, 27 punti in più del secondo in classifica. Il suo ritorno in gialloblù mette a disposzione di Massimo Dagioni un altro tassello importante in un gruppo che si arricchisce di una pedina straordinaria:"Con il ritorno di Larry continua a prendere corpo la nuova Mater 2008/09 - conferma il neo-coach di Castellana Grotte - chiudiamo un accordo importante con centrale importantissimo ambito non solo da tutte le migliori squadre di A2 ma con richieste importanti anche da diverse squadre di A1. E' un giocatore su cui puntiamo tantissimo ed il fatto che lui sia voluto tornare qui in Puglia dopo un anno in cui comunque ha avuto grandi soddisfazioni, da la misura di quanto sia importante il progetto,di quanto le persone coinvolte in questo progetto siano motivate." Un ingaggio che come detto fa felici anche i tantissimi sostenitori della Mater che da qualche ora avevano subdorato la notizia del ritorno del giocatore e che comincia a definire il reparto centrale del sei+uno castellanese che insieme alla conferma di Giuseppe Barbone si connota in un mix di potenza ed esperienza. E non è finita qui perchè altre novità sono previste nelle prossime ore. Questa l'afffermazione fatta sottovoce dal Presidente Miccolis alla quale dunque, vista la campagna acquisti regalata sinora, è d'obbligo dare credito. LA SCHEDA DI CREUS Buenos Aires, 21.11.81 2001>2003 River Plate ARG A 2003>2006 Numancia ESP A 2006>2007 Materdomini Volley ITA A2 2007>2008 Forlì ITA A2 2008>2009 Materdomini Volley ITA A2
Alice Santini a Vicenza10/06/2008

Alice Santini a Vicenza

Si è aggiunta oggi l'undicesima pedina della Minetti Infoplus Vicenza 2008/2009. Nello scacchiere a disposizione di coach Mario Fangareggi entra la schiacciatrice-ricevitrice Alice Santini, proveniente dal Brunelli Nocera Umbra di A2. Fiorentina, 24 anni e 181 centimetri di altezza, giocherà con la squadra vicentina già da subito nel Sand Volley 4x4, il circuito estivo sulla sabbia, in preparazione all'esordio in serie A1. La giocatrice toscana arriva infatti da una lunga gavetta tra B1 e A2, anche per motivi di studio: è ormai prossima alla laurea in scienze motorie all'Università di Firenze. L'anno scorso nel campionato cadetto ha messo a segno 354 punti, piazzandosi al settimo posto come bottino tra le schiacciatrici italiane e raggiungendo quota 600 realizzazioni nell'ultimo biennio. Da junior vanta tre convocazioni in nazionale con i tecnici Delgado, Guidetti e Pieragnoli; con la società biancorossa ha firmato un contratto annuale e vestirà la maglia n.9. "Dopo tante conferme del nostro gruppo storico e l'arrivo di Devetag presentiamo oggi un altro innesto - ha esordito il presidente della Minetti Infoplus Giovanni Coviello - Per le nuove arrivate abbiamo guardato non soltanto le doti tecniche ma anche il carattere e siamo certi che entrambe sapranno integrarsi ottimamente nel gruppo. Con Santini, Ikic e Tirozzi con cui mi incontrerò a breve, avremo un trio di schiacciatrici all'altezza per il prossimo campionato; del resto anche squadre ambiziose come Busto pescano dalla serie A2 giocatrici che l'anno prossimo diventeranno… da A1, vista la fuga all'estero di molte campionesse. Sono convinto che in un campionato probabilmente più equilibrato e in cui il livello tecnico è destinato a scendere, il fatto di poter contare su un gruppo molto stabile possa darci un vantaggio. Puntiamo su una squadra aggressiva e un gruppo unito al 100% che dia il massimo in campo; Alice, con la quale avevo già parlato a Sciacca nella scorsa edizione del Sand Volley, è una giocatrice che ha entrambe queste caratteristiche". Continua in allegato.
Sigla.com - Internet Partner