Archivio Volley mercato

Moira Cerioni ad Jesi10/06/2008

Moira Cerioni ad Jesi

Moira Cerioni torna a vestire la maglia della Monte Schiavo Banca Marche Jesi. La palleggiatrice di Castelbellino sarà la vice di Maja Ognjenovic nella prossima stagione di A1, l’ottava per il club rossoblu. Cresciuta pallavolisticamente al Gruppo sportivo Pieralisi, Moira è rimasta a Jesi fino alla stagione 99’/2000, partendo dalle giovanile per arrivare fino alla prima squadra, allora in A2. “Sono contenta di ritornare, quando ho lasciato la Monte Schiavo l’ho fatto per crescere e maturare, per fare esperienze da prima palleggiatrice. Non vedo l’ora di iniziare e di dare il mio contributo alla squadra sia nel campionato italiano che nella coppa europea. Certo, sarebbe ancora più bello se questo ritorno a Jesi coincidesse anche con una bella sorpresa…”. Nata a Jesi il 27 settembre 1977, alta 1.70 m., dopo la lunga permanenza alla Monte Schiavo Moira Cerioni ha giocato in B1 a Lanciano (2000/01), in A1 a Reggio Calabria (2001/02), in B1 al Galassia Volley (2002/05) e in B1 e, dopo la promozione, in A2 a Nocera Umbra (2005/07). Lo scorso anno Moira è rientrata nelle Marche, approdando in A2 al Castelfidardo. “Che cosa mi aspetto la prossima stagione? Un campionato ed un livello molto diversi dall’A2. L’A1, per quanto allargata a 14 squadre e per quanto privata di alcune campionesse straniere che hanno lasciato l’Italia, resta un torneo di altissimo valore”. La prima volta nella massima serie è stata qualche anno fa con Reggio Calabria, proprio nell’anno in cui la Monte Schiavo disputà la prima stagione in A1… “Sì, allora davanti a me avevo la Zhukova che mi ha insegnato tanto sul piano tecnico e su quello professionale. Adesso avrò una giovane che ha talento e già esperienze importanti sulle spalle, mi fa davvero piacere”. “Il fatto di essere cresciuta a Jesi – conclude Moira, giocatrice sempre combattiva e regista dal gioco veloce – mi dà ancora più forza per questa stagione, dove spero di dare il massimo delle mie possibilità”.
Alice Santini a Vicenza10/06/2008

Alice Santini a Vicenza

André Nascimento torna in Brasile10/06/2008

André Nascimento torna in Brasile

Pallavolo Modena comunica di aver ceduto a titolo definitivo al Minas Tenis Clube l'atleta Andrè Nascimento. Questo il saluto del giocatore brasiliano: "Mi dispiace non vestire anche nella prossima stagione la maglia di Pallavolo Modena. Ringrazio società e tifosi per quanto mi sono stati vicini in questo periodo di permanenza in gialloblù. Non escludo un giorno di poter tornare".L'opposto nella prossima stagione giocherà, quindi, nella Superliga brasiliana. Pallavolo Modena coglie l'occasione per ringraziare Nascimento per l'impegno e la professionalità mostrati nel corso dell'ultima stagione sportiva e per formulargli il più sentito “in bocca al lupo” per i prossimi impegni professionali.
Furst rimane a Pesaro09/06/2008

Furst rimane a Pesaro

Va a posto un altro tassello nel mosaico della Scavolini 2008/09: ha firmato il contratto per la prossima stagione la centrale Christiane Fürst. La tedesca riformerà con la collega di reparto Martina Guiggi e con Carolina Costagrande il terzetto che, a muro, ha letteralmente devastato gli attacchi avversari nella scorsa stagione, risultando uno dei fattori decisivi per la conquista del primo storico scudetto della società pesarese. In particolare, Christiane ha chiuso il campionato con ben 82 muri punto, sesto dato assoluto dell’intero torneo. "La firma di Fürst chiude il cerchio" spiega il direttore sportivo Piergiuseppe Babbi "e ci consente di riconfermare l’ossatura della squadra dell’anno scorso: l’aver trattenuto cinque delle sette titolari è per noi molto importante e permetterà allo staff tecnico di ripartire da un gruppo già molto affiatato, potendo così lavorare con tranquillità all’inserimento delle poche novità. Christiane è una delle centrali più forti del mondo: l’anno scorso ha già fatto vedere di che pasta è fatta, ma siamo convinti che nella prossima stagione, concluso il periodo di ambientamento in Italia, farà ancora meglio. L’hanno cercata in molti, in Italia e in Europa, ma lei crede nel nostro progetto ed ha accettato di restare con noi nonostante avesse ricevuto offerte infinitamente più vantaggiose dal punto di vista economico". Queste le parole di Christiane da Montreux, dove la sua nazionale ha chiuso al quinto posto il prestigioso torneo internazionale: "Sono molto contenta di giocare un altro anno alla Scavolini. Lavorare con Zé Roberto è come coronare un sogno per me, e questo sogno me lo sono voluto regalare anche rinunciando a contratti molto più ricchi. E poi di Pesaro mi piace tutto: la squadra, la gente, la città. Quest’anno, infine, giocheremo la Champions League, un torneo al quale non ho mai partecipato e che mi dà grandissime motivazioni".
Dalu' nuovo allenatore dei Lupi Santa Croce08/06/2008

Dalu' nuovo allenatore dei Lupi Santa Croce

La Codyeco Lupi ha il suo nuovo allenatore: si tratta di Gian Domenico Dalù, tecnico giovane ma dalle notevoli capacità che i "Lupi" stavano già da tempo seguendo. Dalù arriva dall´Olbia, campionato di B1, dove ha allenato con profitto nelle ultime due stagioni. "E´ per noi una bella scommessa - ci confida il ds Pagliai - ma la facciamo con decisione e convinzione, perchè Dalù si è sempre dimostrato un tecnico preparato e dalle notevoli potenzialità. Sia lo staff tecnico che i dirigenti hanno tutti sposato decisamente questa scelta". Il neo tecnico biancorosso, raggiunto telefonicamente nella sua Sardegna si è così espresso: "Sono entusiasta, orgoglioso e onorato di poter sedermi sulla panchina dei "Lupi", mitica squadra che, ai tempi in cui giocavo a Sabaudia, ho perfino affrontato. Solo pensare a quanto tempo è passato mi fa capire quanto sia importante la storia e la tradizione del club conciario. Confesso che ad Olbia stavo bene, sia con la società che dal punto di vista familiare, ma ad una proposta del genere non potevo dire di no. Arrivo a Santa Croce con tantissima voglia di fare bene e molta determinazione: sto seguendo un po´ il mercato e sono contento del ritorno di Falaschi e dell´ingaggio dell´opposto brasiliano. Insomma - conclude Dalù - fra qualche giorno sarò a Santa Croce per predere definitivo contatto con staff e cittadina e poi mi metterò a lavoro: non vedo davvero l´ora!". Oltre all´arrivo di Dalù altre due tessere del mosaico "Lupi" 08-09 sono state definite: la società biancorossa ha infatti ufficializzato la conferma del brasiliano Lukianetz e del centrale Baldaccini, entrambi alla seconda stagione consecutiva in maglia biancorossa.
La Matuskova a Busto Arsizio08/06/2008

La Matuskova a Busto Arsizio

La Yamamay Busto Arsizio ha scelto il proprio opposto per la stagione 2008/2009: sarà Tereza Matuszkova, 25enne ceka, 192cm di altezza, il terminale offensivo di posto 2 della team di Carlo Parisi. Opposto titolare della nazionale ceka, squadra con cui è attualmente impegnata nelle qualificazione agli europei a Maribor (ottima prova per Lei nella vincente gara di esordio contro la Slovenia), ha debuttato in Italia nella scorsa stagione, in A2, nelle fila della Prima Classe Roma. Nella capitale Matuszkova ha mostrato il meglio di sé nella seconda parte dell’impegnativo campionato, in cui è stata schierata nel suo naturale ruolo di opposto. Prima del suo arrivo in Italia, ha militato in Francia e nella squadra polacca del Kalitz con la quale è stata buona protagonista anche nella Champions League. E' una giocatrice giovane, ma che già vanta numerose esperienze internazionali sia con i club che con la sua nazionale, ed per questo ben conosciuta e referenziata; ha doti fisiche rilevanti, è potente in attacco ed anche dalla linea dei 9 metri è incisiva. Con l'arrivo di Matuszkova sono attualmente dieci le atlete della rosa: le confermate Viganò, Esko, Buckova, Valeriano, Fokkens e le nuove Fernandinha, Campanari, Borri, Kovacova e Matuszkova.
Vissotto e Rak restano a Taranto08/06/2008

Vissotto e Rak restano a Taranto

La Prisma Volley continua a lavorare alacremente sul mercato per rafforzare la compagine da mettere a disposizione del tecnico Radames Lattari in vista del prossimo torneo di serie A1. Il general manager Elisabetta Zelatore, d'intesa con il direttore sportivo Vito Primavera, sta sviluppando in queste ore due importanti trattative per l'acquisto di un centrale d'attacco e di un martello ricettore di livello internazionale, che contribuiranno ad elevare la competitività della compagine ionica. La trattativa resta top secret per l'esigenza di non comprometterne l'esito finale. La società guidata dal presidente Tonio Bongiovanni, inoltre, precisa e ribadisce l'assoluta incedibilità dell'opposto Leandro Vissotto e del centrale Michal Rak. I due giocatori, richiesti da numerosi club esteri ed italiani, sono ritenuti “intoccabili” e fondamentali per affrontare al meglio la prossima stagione sportiva in cui la Prisma sarà protagonista, per la terza volta consecutiva (la quarta in cinque anni), del campionato più bello del mondo.
Ricci a Latina08/06/2008

Ricci a Latina

Arriva il primo colpo di mercato dell'Andreoli Top Volley Latina. E' infatti ufficiale l'ingaggio del nuovo tecnico della formazione pontina: Daniele Ricci. Sulla panchina del PalaBianchini arriva, dunque, un allenatore di enorme spessore internazionale che ha scelto Latina per un progetto biennale di grande valenza. Un vero e proprio lusso per la categoria, dal momento che il palmarès di mister Ricci parla da solo, senza voler contare le ultime due promozioni ottenute prima con Vibo e poi con Milano. La sua bacheca di trofei personali vanta, infatti, ben tre Coppe dei Campioni nel '92-'93-'94, all'epoca del grande Messaggero Ravenna, un Mondiale per club nel '92, due Supercoppe Europee nel 92 e nel '93, una Coppa Cev nel '97, prima di andare a mietere successi nel campionato ellenico con l'accoppiata Scudetto - Coppa di Grecia nel 2001. A livello nazionale invece risplendono lo Scudetto tricolore del 1991, il campionato di A2 del 2007 e la Coppa Italia di categoria conquistata nello stesso anno. Un curriculum che rende il nuovo allenatore dell'Andreoli Latina uno dei fiori all'occhiello della società pontina per le prossime stagioni. «Ho scelto Latina - spiega Ricci - perché, dopo aver avuto diversi contatti con sodalizi della massima serie e proposte dall'estero, è poi arrivata la chiamata di una società ambiziosa che vuole fare le cose per bene e che ho giudicato davvero interessante. Ho conosciuto la dirigenza e ho visto subito che c'è il clima giusto per fare bene». Sarà dunque un progetto ampio, che va oltre il prossimo campionato, quello che unirà Daniele Ricci e l'Andreoli Top Volley Latina. «Un progetto - spiega ancora il nuovo allenatore pontino - di cui stiamo gettando le basi in questi giorni. Sono fasi cruciali per la nascita della nuova squadra e noi vogliamo fare tutte le mosse giuste. Dobbiamo individuare tre stranieri di qualità e prendere uno o due italiani di caratura superiore. Non sarà facile convincere atleti importanti a scendere di categoria ma penso che abbiamo la possibilità di riuscirci. Il resto ce lo metterà l'ambiente e il pubblico, che ho sempre visto molto caldo qui a Latina e che credo possa darci un'ulteriore spinta a far bene».
Rauwerdink a Montichiari06/06/2008

Rauwerdink a Montichiari

Jeroen Rauwerdink è nato il 13 settembre del 1985 a Zeist (Olanda) ed è alto 199 cm. Lo schiacciatore olandese a 10 anni ha mosso i primi passi nel volley nella sua città natale, Zeist, con il Volley Club Cito per poi trasferirsi all'età di 16 anni al Piet Zoomers/Dinamo ad Apeldoorn dove ha giocato fino alla scorsa stagione. Con il Piet Zoomers / Dinamo ha vinto la Top Team Cup nel 2003, il Campionato Olandese nel 2003,2006 e 2007, la Coppa di Olanda e la Supercoppa nel 2007. Da tre anni fa parte stabilmente del sestetto della Nazionale Olandese con la quale nel 2006 ha vinto la European League. Curiosità? Jeroen è uno studente universitario di Economia e Commercio ed è fidanzato da cinque anni. Ecco le sue prime dichiarazioni in arancioblu': "E' sempre stato il mio sogno giocare a pallavolo ai massimi livelli. Ed ora ho la possibilità di realizzarlo giocando con Montichiari nel campionato italiano. Ho scelto l'Acqua Paradiso perché so che è un ottima società e l'organico è di buon livello. Con l'aiuto della squadra spero di migliorare così da essere utile e prezioso per Montichiari. Poi voglio crescere anche nella vita di tutti i giorni e sono sicuro che la società mi aiuterà a farlo."
Enrico Libraro ad Isernia06/06/2008

Enrico Libraro ad Isernia

Dopo le riconferme, in casa Olio Pignatelli Isernia è tempo di presentare la prima new entry della stagione 2008/09. A far coppia in posto quattro con Lorenzo Gemmi, per una diagonale giovane, grintosa e votata all’attacco, arriva da Castellana Grotte Enrico Libraro, schiacciatore, classe ’83. Con la casacca della società barese Enrico Libraro ha disputato ben cinque stagioni, le ultime tre in serie A2, ma il suo debutto in cadetteria risale alla stagione sportiva 2000/01 con la Com Cavi Napoli, società nella quale il partenopeo ha fatto tutta la trafila delle giovanili. “Dopo cinque anni considero Castellana una seconda casa e prima di fare questa scelta ci ho pensato molto” esordisce così il neo acquisto biancoazzurro che aggiunge subito “ma a Isernia cerco nuovi stimoli, anche perché considero le due piazze molto simili: obiettivi importanti, voglia di far bene, buona organizzazione e un pubblico caloroso che ho avuto modo di apprezzare sia da avversario che nei racconti di mio fratello (Antonio, palleggiatore della prima avventura in A2 del sodalizio pentro, ndr) e che non vedo l’ora di conoscere!” La dirigenza biancoazzurra con questo ingaggio ha confermato la volontà di allestire un sestetto giovane “ma non inesperto - sottolinea Libraro – ho imparato che l’età conta poco sia in campo che nella vita. La società sta allestendo una squadra di livello, dai nomi che mi sono stati fatti, puntando non solo alla bravura tecnica, ma anche al lato caratteriale e questo è importantissimo per creare un gruppo solido che vuole divertirsi e vuole far divertire il pubblico e questo conta molto; dalla mia esperienza so che non basta mettere insieme nomi importanti, serve un ottimo gruppo, è sufficiente pensare a ciò che ha fatto Forlì in questa stagione o Corigliano nella scorsa, sulla carta erano inferiori, ma poi la forza del gruppo in campo è stata determinante”. Grinta, determinazione ed entusiasmo le caratteristiche lampanti dello schiacciatore campano, da sempre “pallino” del ds Vitullo. Determinazione ed entusiasmo che gli fanno subito affermare: “Ho un buon rapporto con Isernia, in particolare con Alberico Vitullo, e credo che questa sia stata una scelta giustissima e, soprattutto, sono convinto che faremo bene anche perché a dirigerci avremo un allenatore esperto e che sa il fatto suo”. Più chiaro di così…allora benvenuto Enrico!
Roani resta a Castellana Grotte05/06/2008

Roani resta a Castellana Grotte

Manuela Roani ha firmato il contratto che la lega alla Florens Castellana Grotte per la prossima stagione agonistica. Anche la schiacciatrice marchigiana, quindi, rinnova con la formazione pugliese neopromossa nel massimo campionato di pallavolo femminile. L’annuncio è del direttore sportivo Pino Dalena che raggiunge, così, la quarta conferma tra le giocatrici che nella scorsa stagione hanno conquistato la serie A1 per la prima volta nella storia dello sport castellanese. Roani, martello classe 1983 di Fabriano in provincia di Ancona, ottime potenzialità fisiche a disposizione (è alta 186 centimetri), ha vissuto le prime esperienze nel mondo del volley proprio nella squadra della sua città: dal 2000 al 2002 ha giocato in A2, infatti, nella Carifac Fabriano (in totale 169 punti fatti). Nel 2002-2003 l’unica esperienza in B1 con il Gubbio. Nel 2003-2004 il ritorno in A2 con il passaggio alla Siram Roma (242 punti in 30 partite e 123 set giocati, media di 8 punti a gara) e nel 2004-2005 il debutto in A1 con la Grissin Bon Reggio Emilia (134 punti in 22 partite e 72 set giocati, media di 6,1 punti a gara). Nella stagione successiva, Roani torna in A2 con la Rebecchi Rivergaro per vivere una grande annata, conclusasi trionfalmente con la doppietta promozione-Coppa Italia A2. Ha disputato il quinto anno in A2 con la maglia dell’Original Marines Arzano (201 punti in 30 partite e 107 set giocati, media di 6,7 punti a gara) nel 2006/2007. Nella scorsa stagione, con la maglia della Florens Castellana, è stata una delle grandi sorprese del torneo di A2 (30 presenze, 30 da titolare, 101 set giocati, 234 punti, 26 muri, 11 ace, 7,80 punti a partita). Nel 2008/2009 giocherà la sua seconda stagione nella massima serie a quattro anni di distanza dalla prima. Roani è, come detto, la quarta conferma dopo la palleggiatrice Ludovica Dalia, il libero Stefania Sansonna e l’opposta Annamaria Quaranta, oltre all’acquisto finora concretizzato dal diesse Dalena, ovvero quello della brasiliana Soninha.
Maja Ognjenovic a Jesi04/06/2008

Maja Ognjenovic a Jesi

Maja Ognjenovic è la nuova regista della Monte Schiavo Banca Marche Jesi. La Giannino Pieralisi Volley ha ingaggiato il giovane talento serbo per la prossima stagione agonistica, la sua prima in Italia. Nata a Zrenjanin (Serbia), il 6 agosto 1984, alta 1.83 m., Ognjenovic ha giocato lo scorso anno in Romania, al Metal Galati. Palleggiatrice della Serbia, Maja ha vinto l'argento agli Europei del 2007 nei quali ha ricevuto anche il premio come migliore regista del torneo. Pochi giorni fa ha conquistato, in Giappone, la qualificazione alle Olimpiadi di Pechino.
Sigla.com - Internet Partner