Archivio Volley mercato

Simona Ghisellini a Conegliano04/06/2008

Simona Ghisellini a Conegliano

La Spes Volley Zoppas Conegliano ufficializza l’acquisto della palleggiatrice Simona Ghisellini. L’atleta nata ad Occhiobello il 20 gennaio 1974 alta 170 cm farà da seconda alla già confermata Valentina Serena. Simona Ghisellini si aggiunge quindi alla rosa della neopromossa Zoppas Conegliano dopo un ottima stagione in B1 nelle fila della Maeg Codognè. “Si sta coronando un sogno – afferma Simona – dopo vent’anni di pallavolo riuscire a giocare nella massima serie è fantastico. So che l’impegno di fare l’A1 non è cosa da poco ma non mi spaventa”. Lo staff tecnico della Spes si arricchisce in oltre dell’aiuto di Andrea Sacchetta, giovane scoutman coneglianese che oltre al lavoro sul rilevamento statistico collaborerà come allenatore del settore giovanile.
Arrighetti rimane a Bergamo04/06/2008

Arrighetti rimane a Bergamo

Un’altra certezza per la Foppapedretti Bergamo che affronterà la stagione 2008/2009. Al centro resta Valentina Arrighetti, che ha rinnovato il proprio accordo con il Volley Bergamo e anche nella prossima stagione si cucirà addosso la maglia rossoblù. Inizia con una dichiarazione d’amore l’impegno preso da Valentina firmando il rinnovo del contratto: “Non mi sono nemmeno posta il problema di valutare altre offerte a fine stagione; nel senso che non mi è mai passato per la testa di andare via da Bergamo. Quando indossi la maglia della Foppapedretti pensi soli a lavorare per diventare titolare a Bergamo. Altre mete non contano”. La stagione passata l’ha buttata improvvisamente nella mischia e lei si è fatta trovare pronta, conquistando tutti con la sua grinta e la sua tenacia. “E’ stato un anno pieno di sorprese. Purtroppo per Jenny, ho avuto la possibilità di giocare e ho avuto molto più spazio di quello che avrei potuto pensare al mio arrivo a Bergamo un anno fa”. Il nuovo campionato porterà qualche volto nuovo e il dispiacere di qualche addio: “Sostituire le persone che se ne sono andate sarà più difficile che sostituirle come giocatrici. A livello umano ci mancheranno molto. Ma non è una coincidenza se alla Foppapedretti si trovano spesso persone di questo genere: significa che in questa Società ce ne saranno sempre dello stesso spessore. Per quanto riguarda invece gli obiettivi da centrare, ricordiamo che la Foppapedretti non lascia mai andare nulla... Qui si lotta sempre per vincere. A livello personale l’obiettivo che mi pongo è scontato: quello di ritagliarmi sempre più spazio, di crescere di giorno in giorno. So che devo imparare ancora e lavorerò costantemente per questo”.
A Cuneo arrivano Nikolov, Jeroncic, Platenik, Nuti e Pieri04/06/2008

A Cuneo arrivano Nikolov, Jeroncic, Platenik, Nuti e Pieri

E' appena trascorso un mese dalla conclusione del Campionato di Serie A1 2007/08 e oggi Piemonte Volley ha presentato presso la sede della Banca Regionale Europea importanti novità riguardanti l'organico della Bre Banca Lannutti, il prossimo anno impegnata anche in Europa con la Coppa Cev. Dopo una stagione ricca di soddisfazioni che ha registrato un crescente seguito da parte del pubblico, il Presidente Valter Lannutti e il suo staff dirigenziale si sono messi subito al lavoro scendendo sul campo del volley mercato determinati per aggiudicarsi l'ingaggio di atleti capaci di aumentare il valore tecnico della squadra. Battendo sul tempo molti altri "pretendenti", il primo colpo di mercato si è concretizzato con l'arrivo a Cuneo dell'opposto bulgaro Vladimir Nikolov, neo Campione d'Italia protagonista di una stagione superlativa a Trento, rappresenterà la nuova diagonale con il regista cubano Gonzalez. L'acquisto perfezionato proprio questa mattina è altrettanto importante e arriva sempre dall'Itas: il centrale Gregor Jeroncic, che nel corso della scorsa stagione ha ottenuto la nazionalità italiana. Piemonte Volley ha scelto questo atleta per potenziare il gioco nei fondamentali di attacco e muro in cui Jeroncic si è dimostrato tra i più completi. Per rinforzare il reparto schiacciatori fa ritorno in Piemonte lo slovacco Peter Platenik, che dopo due anni in forza prima a Milano e poi a Padova, garantisce un mix di maturità-potenza che lo rendono molto apprezzato. Altri due atleti italiani si aggiungono alla formazione del Professor Prandi, per dare fiato in regia a Gonzalez ci sarà il palleggiatore Marco Nuti, l'atleta toscano porterà a Cuneo la sua esperienza maturata anche con la Nazionale Azzurra, con cui lo scorso anno disputò la World League 2007. Altra novità è rappresentata dal raddoppio del libero: la Bre Banca Lannutti si aggiorna seguendo i nuovi regolamenti che permettono l'inserimento nella rosa del secondo libero (quest'anno senza limiti di età), Francesco Pieri, giocatore cresciuto tecnicamente tra le fila dei Lupi toscani di Santa Croce. La prossima stagione si preannuncia interessante, Piemonte Volley vuole viverla da protagonista continuando a regalare divertimento e grandi emozioni ai propri tifosi, riuscire nell'impresa è possibile anche grazie alla partnership con il gruppo Banca Regionale Europea.
Giulia Rondon a Sassuolo04/06/2008

Giulia Rondon a Sassuolo

Importante colpo di mercato per la società del Presidente Claudio Giovanardi, che ha appena ingaggiato la giovane e ricercatissima palleggiatrice Giulia Rondon. La cabina di regia della Unicom Starker Kerakoll per la prossima stagione 2008/2009 sarà quindi affidata alle abili mani di questa talentuosa atleta. Classe 1987, 190 cm di altezza, Giulia Rondon approda infatti alla massima serie dopo aver giocato le due ultime stagioni come titolare alla Magic Pack Cremona, dove ha mostrato le sue doti tecniche e atletiche, conquistando i play-off il primo anno (scontrandosi proprio contro Sassuolo in semifinale) e arrivando lo scorso aprile ad un soffio dalla promozione sfumata in gara 4 contro Pavia. Giulia Rondon aveva messo in luce le sue grandi potenzialità alla Scavolini Pesaro, che l'aveva voluta come seconda di Lindsey Berg nella stagione 2005/06, nella quale le marchigiane avevano peraltro vinto la Coppa Cev. Nell'ottobre 2007 giunge anche la prima chiamata del ct della nazionale Barbolini, che da allora l'ha sempre voluta nella rosa delle Seniores. "Ho molta fiducia nel progetto della società - ha dichiarato Giulia da Courmayeur dove è in ritiro con le azzurre - e mi fa molto piacere sentire la fiducia della società nei miei confronti. Sarà la mia prima esperienza da titolare in A1 e sono molto motivata. Le ultime due stagioni sono state molto valide per me e mi hanno consentito di crescere molto. Affrontare questa stagione sapendo che giocherò al fianco di atlete come Turlea, Leggeri e Nucu è per me un grande stimolo."
Dagioni tecnico di Castellana Grotte04/06/2008

Dagioni tecnico di Castellana Grotte

Ufficializzata la guida tecnica della Materdomini per la stagione 2008/2009. Si tratta di Massimo Dagioni, 42 anni, romano che continua a prediligere la Puglia come sua sede operativa. Con la prossima infatti, in sei stagioni avrà allenato ben quattro squadre della regione. Ultima in ordine di tempo la Salento d'Amare che ha condotto brillantemente alle semifinali playoff. La sua esperienza di allenatore comincia subito ad alti livelli come vice di Montali nella sua Roma dove vince nel 2000 scudetto e Coppa CEV. Sempre come secondo si trasferisce a Milano per tre anni ricoprendo inoltre il ruolo di vice, di nuovo con Montali, anche in Nazionale con la quale è campione d'Europa e terzo alla World League nel 2003. Ancora soddfisfazioni azzurre nel 2004 con il secondo posto in Coppa del Mondo, la medaglia di argento alla World League e la medaglia di argento alle Olimpiadi di Atene. Nel suo curriculum anche due presenze da primo allenatore conquistando altrettante vittorie (18/06/04 e 19/06/04 a Shanghai contro la Cina, 3-1 e 3-0). Nel 2004/2005 la sua prima esperienza da head coach comincia proprio da Taviano che lo richiamerà nella stagione scorsa dopo le panchine di Cagliari, Verona e Modugno. Subito al lavoro di concerto col Presidente Miccolis per attrezzare la Mater che verrà, il nuovo coach gialloblù esprime la sua soddisfazione per il nuovo incarico: "Sono molto contento di iniziare questa nuova avventura in una società importante, in una piazza importante qual'è Castellana Grotte che soprattutto negli ultimi anni ha visto personaggi di grande livello tecnico. Questo naturalmente per me rappresenta un ulteriore stimolo. Spero inoltre di divertirmi finalmente da protagonista col tifo particolarmente caloroso che ho sempre ammirato da avversario negli anni addietro e che ora invece sarà parte integrante della prossima stagione." Dagioni sembra avere le idee ben chiare anche sugli obiettivi da raggiungere. "Senza fare proclami, non sono qui per un campionato di basso profilo ne tantomeno è nelle intenzioni della società. Lavoreremo sodo per ottenere il massimo profitto possibile."
Caprotti altri 2 anni a Crema03/06/2008

Caprotti altri 2 anni a Crema

In attesa dei nuovi nomi, la Reima mette a segno un importantissimo colpo di mercato: Alberto Caprotti, dal 2000 libero blues, rinnova per due stagioni. "Tenevamo molto a che Alberto rimanesse ancora con noi" dichiara il diesse Michele Rota, "anche perchè abbiamo l'intenzione di inserire diversi giovani in squadra quest'anno, e quindi uomini di esperienza come lui e Finazzi sono un importante punto di riferimento all'interno della squadra. Abbiamo proposto a Caprotti un accordo biennale, perchè crediamo che sia l'uomo giusto nel ruolo giusto, ed anche perchè, oltre a questo, i numeri parlano chiaro: nelle ultime stagioni Alberto ha fatto sempre meglio..." Infine, Rota riflette su un aspetto particolare: "Caprotti ha ricevuto un paio di proposte" (di cui una molto allettante da una Serie B1), "ma ha preferito rimanere a Crema rinunciando ad offerte economicamente più vantaggiose: questo non può che riempirci di orgoglio, perchè la scelta è caduta sulla società e sull'ambiente, sul progetto e sul legame che da anni esiste tra giocatore e società. E' un onore proseguire il rapporto con Alberto, con il quale dobbiamo solo formalizzare a brevissimo l'accordo". Dunque, tra i "senatori" della squadre cremasca rimangono Finazzi e Caprotti: due punti di riferimento per i giovani che l'anno prossimo vestiranno la maglia blues. "Altre novità di mercato dovrebbero giungere nei prossimi giorni. Nel frattempo con piacere comunichiamo che Aaron Bonizzoni, giovanissimo atleta cresciuto nel nostro vivaio (l'anno scorso in prestito a Montichiari) è stato chiamato da Gigi Schiavon nel progetto federale Club Italia e rimarrà nella sede sul Lago di Bracciano per tre anni, per poi rientrare a Crema. Un segnale importante: finalmente il lavoro sui giovani inizia a dare risultati concreti. Anche Giulio Marazzi, giovane viurgulto blues, è richiesto da diverse società di Serie B1.
Spampinato rimane ad Isernia03/06/2008

Spampinato rimane ad Isernia

In casa Olio Pignatelli Isernia arriva un’altra riconferma, anzi, al pari di quanto avvenuto per Lorenzo Gemmi, arriva un’altra promozione: il libero titolare per la prossima stagione sarà Emanuele Spampinato. Il ventenne atleta catanese, nella passata stagione oltre a mettere in mostra eccellenti doti in seconda linea, sia quando è partito nello starting six a sostituire Kangasniemi impegnato in nazionale sia quando - grazie alla regola degli Under 23 - è entrato in seconda linea a rilevare Gemmi, si è fatto apprezzare anche per la grande umiltà. Dote che gli fa dire: “Fino a quando non vedo la rosa dei dodici non ci credo che giocherò titolare, ma ho comunque una grande voglia di far bene perché questa rappresenta per me una grossa occasione!” L’entusiasmo del libero scuola Latina è palese: “Sono davvero felice, in questa riconferma ci ho creduto tanto e dentro di me lo speravo di più e la dirigenza era consapevole di questa mia volontà e, quindi, anche quando sono arrivate altre offerte, Isernia ha avuto la priorità”. L’ennesima scelta coraggiosa per la società di Mimmo Cicchetti, ma d’altronde in Corso Risorgimento la politica della linea verde è un must già da qualche anno perché parte dalla convinzione che se ai giovani atleti non si dà la possibilità di giocare, mai avranno l’opportunità di crescere. In merito e riferendosi anche al prolungamento del contratto di Gemmi, Spampinato è chiaro: “Io e Lorenzo abbiamo avuto una grossa responsabilità anche nella passata stagione; la regola dell’Under 23 che mi permetteva di entrare al suo posto nel giro dietro metteva ad entrambi una pressione non indifferente: io non potevo sbagliare in ricezione e lui non poteva sbagliare in attacco nonostante rientrava a freddo dopo mezzo giro in panchina. Sono convinto che da ciò abbiamo imparato molto e adesso dovremo essere altrettanto bravi a ricambiare la fiducia e l’opportunità che Isernia ci ha offerto”.
Giusy Astarita a Volta Mantovana02/06/2008

Giusy Astarita a Volta Mantovana

Un’altra giovane alla corte dell’All Fin: è Giusy Astarita, schiacciatrice, ex centrale, nata a Sorrento il 18 aprile 1988. La giocatrice proviene dal Vicenza di B1 e la stagione precedente era in prestito all’Urbino in A2. Dopo aver mosso i primi passi nel volley a Sorrento, si è trasferita nell’illustre vivaio della Minetti Vicenza. Vanta numerose convocazioni in pre-juniores e juniores. Coach Rampazzo è molto soddisfatto dell’esito positivo della trattativa: “Giusy Astarita è una delle prime giovani che avevamo richiesto. La conosco bene avendola selezionata nella rappresentativa veneta. Ha fatto tutto il percorso a Vicenza giocando, io dico purtroppo, da centrale. Se è vero che si è guadagnata la Nazionale pre e juniores in quel ruolo, è altrettanto vero che avevo ragione in passato nel vedere per lei un futuro da martello. Quest’anno per fattori contingenti ha giocato in B1 finalmente da posto 4 e adesso verrà da noi per imparare a giocare da posto 4 in A2”. Quindi si prosegue sulla strada delle scommesse: “Ha 20 anni – osserva l’allenatore – non è giovanissima, ma abbastanza giovane. Vediamo se riesce a far suo il cambio di ruolo in un contesto di serie A2. In questo momento non può essere titolare in A2, però è un’atleta su cui investire e sicuramente motivata. Se è andata via di casa a 14 anni è perché vuole arrivare ed ha sempre lavorato per emergere nella pallavolo. Ora – conclude Rampazzo - è chiamata a dare qualcosa in più e di diverso”. In tema di giovani, l’All Fin ne aveva due, ma non le ha confermate. Con la 17enne Ambra Cavalletti il contratto biennale è stato rescisso consensualmente. La società, dopo un anno concordato di panchina, ha suggerito alla famiglia di trovare una squadra di B1 dove la baby possa giocare da libero titolare. Le parti si sono lasciate senza vincoli né promesse. Simile il discorso per Deborah Costanzi. Spiega il ds Bertellini: “Purtroppo noi non abbiamo una seconda squadra di livello per far giocare e maturare le giovani. Tenerle qui per non impiegarle sarebbe uno spreco”. Il sodalizio voltese non si è avvalso del diritto di riscatto sul prestito della veronese, che è dunque tornata all’Antares di B2.
Dolezalova in prova a Vicenza02/06/2008

Dolezalova in prova a Vicenza

Mentre il neo coach della Minetti Infoplus Vicenza, Mario Fangareggi, è ad Istanbul ed Ankara per fare da vice all’allenatore della nazionale maschile turca, il presidente Coviello, su segnalazione del presidente del Fiorese Bassano, Fiorenzo Signor, ha organizzato un provino per la schiacciatrice ricevitrice ceca Michaela Dolezalova, che lo scorso anno ha giocato in Francia col Tfoc e che da martedì sarà a Bassano con suo boy friend che il prossimo anno dovrebbe giocare col locale forte team maschile: "Mercoledì alle 20 Maurizio Baraldo, il vice di Fangareggi, la proverà con l'aiuto delle pallegiatrici delle Novello Fidas, Giada Gorini e Sisi Rroco, la prima destinata a fare un'esperienza in A2, la seconda a proporsi come vice Dall'Igna per la prossima stagione. Il test sarà utile anche in quest'ottica anche se non ci illudiamo sul valore dell'atleta ceca, che pure osserveremo con attenzione. E' nata il 22 giugno del 1984 ed è alta 184cm, questo è quello che sappiamo, oltre a fatto che ha messo a terra 245 palloni e che in ricezione aveva un buon 52% di perfezione. Ma questo poco o nulla conta visto che era in una squadra di seconda fascia. La guarderemo come cambio di banda, anche se in questo ruolo ma come schiacciatrice di peso stiamo ancora lavorando per regalare a Vicenza qualche sopresa". Continua anche il mercato per le 'seconde linee' e oggi il patron biancorosso ha definito la cessione in prestito con diritto di riscatto al Montecchio del presidente Elino Ziggiotto, fortemente intenzionato a giocare in B2 la prossima stagione, della centrale trissinese, Vanessa Bortoli, altro prodotto del vivaio vicentino, dove è arrivata oltre 5 anni fa, classe 1989 per 188 cm e col al suo attivo varie convocazioni anche nelle nazionali giovanili: "Vanessa poteva tranquillamente aspirare a una B1 o un'esperienza in A2 ma siamo venuti incontro alle sue esigenze personali, visto che accanto alla pallavolo vuole cominciare a lavorare in alberghi della zona, e a quelle del presidente di un club della zona, che da tempo lavora con serietà e passione". Martedì Coviello incontrerà Maurizio Baraldo per programmare la stagione di beach e anche Giada Gorini per valutarne le aspettative per il prossimo anno e supportarla per la scelta migliore in prospettiva futura.
Giuliani allenatore di Verona nelle prossime 3 stagioni02/06/2008

Giuliani allenatore di Verona nelle prossime 3 stagioni

Il Presidente della BluVolley Verona, Nereo Destri, ha questa sera reso noto che il tecnico Alberto Giuliani guiderà la formazione scaligera per le prossime tre stagioni, la dichiarazione è giunta nel corso della trasmissione televisiva “Lunedì nel pallone” di TeleArena in onda dalle ore 20.30. Destri ha inoltre commentato la sconfitta di ieri sera della Marmi Lanza che è valsa la promozione nella massima serie della Mare&Volley Forlì: “Forse era una sconfitta non prevista ma nello sport vero questo può succedere. Desidero ringraziare tutto il pubblico per l’affetto costante che ha dimostrato durante tutta la stagione e ieri sera riempiendo il PalaOlimpia in ogni posto, desidero ringraziare gli amici sportivi e gli sponsor che ci sono sempre stati accanto. Voglio inoltre confermare che la BluVolley Verona ribadisce la sua piena fiducia nel direttore generale Gabriele Cottarelli e in Alberto Giuliani. In questi due anni la fortuna non è stata dalla nostra parte anche se prima a lungo ci aveva accompagnato, non voglio dare la colpa a questo ma gli infortuni ci hanno penalizzati”. Sul futuro il Presidente Destri non ha dubbi: “Bisogna ripartire rimboccandosi le maniche e con molta fiducia, sapendo che c’è una grande tifoseria e sponsor che ci sono vicini”.
Il brasiliano Ricardo De Paula a S.Croce02/06/2008

Il brasiliano Ricardo De Paula a S.Croce

Brasiliano, alto 195 cm, mancino: sono queste le caratteristiche principali di Ricardo De Paula nuovo opposto della Codyeco Lupi, strappato ad una numerosa concorrenza dopo una difficile trattativa sul mercato condotta sapientemente dal direttore sportivo Alessandro Pagliai. Nato il 19/5/1979, De Paula arriva dalla squadra belga dell´Asse-Lennik, dove ha conquistato i play-off giocandoli poi da protagonista. I numeri infatti parlano chiaro collocando De Paula nelle vette della classifica di rendimento per punti realizzati in Belgio, ma anche in ottima posizione in quanto a muri ed aces. Su di lui si erano catapultate molte squadre, soprattutto turche, ma alla fine la Codyeco l´ha spuntata, come ci conferma Alessandro Pagliai: "De Paula era il nostro obiettivo principale e dopo una trattativa difficile l´abbiamo portato a Santa Croce nonostante una concorrenza che economicamente ci è sempre stata superiore. In Belgio De Paula si è sempre fatto preferire ad atleti del calibro di Contreras e Van Dijk, quindi sono molto fiducioso che possa divenire una pedina importante per la Codyeco Lupi del futuro, garantendo a Marco Falaschi un´alternativa sempre efficace in posto 2. Adesso - conclude Pagliai - ci concentreremo sugli altri nodi da sciogliere, a partire dall´allenatore e dalle varie riconferme". De Paula si unirà alla Codyeco Lupi già al via della preparazione ad Agosto e, dopo aver parlato al telefono con il biancorosso Lukianetz, si è detto entusiasta di questa nuova avventura in Italia. La Lupi Pallavolo ci tiene altresì a ringraziare Sandro Fabbiani per quanto di buono fatto in questi ultimi due anni a Santa Croce. Giunto in Toscana con la pesante eredità di Guillermo Falasca sulle spalle, Sandro Fabbiani si è sempre distinto per professionalità, dedizione, grinta in campo ed attaccamento ai colori biancorossi, risultando uno degli atleti più amati dal pubblico e ottenendo risultati decisamente importanti. A Sandro Fabbiani vanno gli auguri per una carriera sempre più brillante e tante felicitazioni per l´imminente matrimonio in programma a metà Giugno.
Sigla.com - Internet Partner