Archivio Volley mercato

Jaqueline a Pesaro01/06/2008

Jaqueline a Pesaro

Si è perfezionato la scorsa notte l'accordo tra la Scavolini e Jaqueline Maria Pereira de Carvalho: la schiacciatrice brasiliana giocherà la prossima stagione in maglia biancorossa. Nata a Recife l'ultimo giorno dell'anno del 1983, 1.86, Jaqueline ha esordito nello Sport Club della sua città, per poi giocare cinque stagioni nel Finasa Osasco e due nel Rexona Ades, nel corso delle quali ha vinto tre volte la Superliga. Nel 2006 si è trasferita in Italia, alla Monteschiavo Jesi. L'anno scorso l'atleta ha giocato in Spagna, al Murcia, con il quale ha vinto scudetto, Supercoppa e Copa de la Reina, oltre ad aver giocato le Final Four di Champions League. Jaqueline è uno dei punti fermi della nazionale verdeoro guidata da Zé Roberto, che la allenerà anche nel suo nuovo club. Con il Brasile ha vinto il mondiale juniores 2001 (nonché il premio di MVP) e i World Grand Prix del 2005 e del 2006. Nel 2006 ha ottenuto la medaglia d'argento ai mondiali, persi al tie-break contro la Russia: nlla competizione iridata ha vinto il premio per miglior ricevitrice. "Jaqueline è una giocatrice completa, forte sia in attacco che in ricezione e difesa" spiega il direttore sportivo Piergiuseppe Babbi. "Zé Roberto ce l'ha fortemente raccomandata, le sue caratteristiche ci aiuteranno a sollevare Costagrande da un superlavoro in ricezione e a garantire a Ferretti palloni più comodi da alzare. In attacco, poi, sa il fatto suo. Prima di ogni altra cosa, arriva a Pesaro con forti motivazioni: sono queste le atlete che cerchiamo".
Anzanello confermata a Novara01/06/2008

Anzanello confermata a Novara

L´Asystel Novara erge al vento le sue bandiere, e dopo Cardullo e Osmokrovic ecco che diventa ufficiale anche la permanenza in biancorosso del centralone azzurro Sara Anzanello. Arrivata in quel di Trecate nel lontano 1999, Sara ha vissuto da protagonista tutte le tappe della storia Asystel, partendo dalla promozione in A1 per scalare poi vorticosamente tutti quei gradini che hanno portato il sodalizio del presidente Caserta ad affermarsi ai vertici nazionali e internazionali. Con la maglia di Novara ha conquistato trofei nazionali ed europei, con quella della nazionale si è aggiudicata lo storico titolo mondiale del 2002 e poi la World Cup disputatasi nel 2007, oltre a vari piazzamenti fra Europei e World Grand Prix. Un nuovo tassello si aggiunge al roster della squadra che mister Pedullà guiderà nella prossima stagione, un nuovo tassello rimane ben saldo legato alla storia di questa società. Sono passati gli anni, fra alterne vicende e fortune. Una cosa è certa, che fossero lacrime o sorrisi, Sara c´era... e ci sarà anche il prossimo anno!
Cristina Vinciarelli a San Vito31/05/2008

Cristina Vinciarelli a San Vito

Altro colpo del Volley San Vito: a distanza di ventiquattro ore dalla formalizzazione del passaggio in maglia biancazzurra di Alessandra Labate, ecco la notizia di un altro eccezionale e gradito ritorno. E’ quello di Cristina Vinciarelli. La centrale umbra, ma brindisina di adozione, ha già vestito, al pari della Labate, la maglia sanvitese e, dopo due stagioni (l’ultima delle quali disputata a Castellana con cui ha conquistato la promozione in A1), torna alla corte di coach Lo Re che ricostituisce così una coppia di centrali che conosce molto bene e che, in passato, gli ha regalato non poche soddisfazioni. “Sì, stavolta è fatta - conferma, visibilmente soddisfatta, Cristina Vinciarelli - stavolta c’erano tutti i presupposti per tornare a vestire la maglia del San Vito e ho preso questa decisione con estrema convinzione. Quella di San Vito dei Normanni è una piazza ambita e, dopo aver chiarito l’equivoco dello scorso anno, non ho esitato un istante ad accettare la proposta dei dirigenti con i quali ho sempre mantenuto degli ottimi rapporti”. Cristina Vinciarelli, 28 anni, 180 cm di altezza, è, dunque, il secondo acquisto della Volley San Vito che, in questi giorni, è particolarmente attiva sul mercato. “L’obiettivo - afferma il vice presidente del sodalizio sanvitese, Enzo Francavilla - è di confezionare una squadra che abbia alla base la voglia di sudare e di fare gruppo. Con la Labate e la Vinciarelli direi che siamo partiti con il piede giusto”.
Isabella Zilio libero di Jesi30/05/2008

Isabella Zilio libero di Jesi

“Come mi sento in questo momento? Sono contentissima, tornare in una città dove mi sono trovata bene sia per la società che per l’ambiente esterno è il massimo”. Queste le parole di Isabella Zilio una volta siglato l’accordo con la Giannino Pieralisi Volley per il suo ritorno alla Monte Schiavo Banca Marche Jesi. Sarà di nuovo sua la maglia del libero della formazione rossoblu, di cui Isabella è una tesserata. “Sono andata via per un anno ma il rapporto si è mantenuto ottimo con la società, i tifosi e le ragazze che sono restate a Jesi. Tornare è una soddisfazione anche a livello personale perché significa che hai fatto bene in passato e che si è apprezzati”. Zilio rientra alla Monte Schiavo Banca Marche dopo il prestito al Murcia della scorsa stagione. “L’esperienza spagnola non è stata semplice, ero sola e non conoscevo la lingua. Non potevo esprimermi completamente, farmi conoscere e trasmettere agli altri quello che volevo. In più c’era un altro libero in squadra, molto forte, con il quale dovevo giocarmi il posto. Poi da gennaio le cose sono cambiate e ho conquistato il posto da titolare e ho giocato fino alla fine della stagione. Un altro passo avanti importante per me”. In Spagna, Isabella ha vinto lo scudetto, la supercoppa e la Copa del la Reina. Con il Murcia ha disputato pure la Final Four di Champions League, giocando la finale per il terzo e quarto posto contro Novara. “A Jesi – conclude il nuovo libero della Monte Schiavo – ritrovo alcune ragazze che conosco bene e questo significa iniziare nel modo migliore un nuovo campionato”.
Silvia Renzi a Nocera Umbra30/05/2008

Silvia Renzi a Nocera Umbra

Prosegue a ritmo serrato la campagna acquisti di Brunelli Volley. Il Club rossoblu, dopo la conferma della centrale Milena Stacchiotti e l’annuncio dell’arrivo del libero Beatrice Sacco dalla Despar Perugia e della palleggiatrice Alessandra Petrucci, ha concluso oggi la trattativa con la giovane centrale Silvia Renzi proveniente dal Biancoforno Santa Croce sull’Arno (PI), come la collega Petrucci acquistata nei giorni scorsi dalla società nocerina. Prosegue quindi, anche alla luce degli ultimi arrivi, la strategia del presidente Orfeo Brunelli di puntare con forza su giovani talenti del volley nazionale, con significative e brillanti esperienze nella massima serie. Silvia Renzi, centrale, è nata ad Ancona il 3/3/1985 ed è alta 185 centimetri. L’atleta marchigiana ha iniziato la sua carriera nel 1998 nelle giovanili del Falconara (An), società nella quale è rimasta fino al campionato di serie D. Nel 2001 partecipa alla serie C con il Seristar Castelferretti. Poi nel 2002 al Volley Ancona in serie B1 e l’anno successivo sempre in B1 con il S. Orsola Alba. Nel 2005 viene chiamata dalla società Vigolzone Volley (B1). Il grande salto in serie A2 arriva l’anno successivo, quando viene acquistata dalla società pugliese Florens Castellana Grotte. L’anno scorso ha giocato in toscana con la pallavolo Santa croce sull’Arno in provincia di Pisa.
Francesco Corsini a Catania29/05/2008

Francesco Corsini a Catania

Subito attiva sul mercato la Pallavolo Catania. In un momento in cui, a livello generale, sono soprattutto i rumors e le trattative a tenere banco, la società del presidente Gitto, attraverso il neo direttore tecnico Daniele Caniglia, chiude il primo colpo per la stagione che verrà. Si tratta del centrale Francesco Corsini. Classe 1979 (è nato a Città di Castello, in provincia di Perugia, il primo gennaio), 202 cm di altezza, Corsini ha militato nell’ultima stagione a Spoleto, risultando uno dei migliori centrali della A2. Nella stagione 2007/8, ha realizzato 289 punti in 30 partite, chiudendo 36° nella classifica relativa ai punti realizzati. Fra i centrali, solo Creus Larry (Forlì) ha fatto meglio (316 punti, 32° in classifica). Alle pendici dell’Etna, si è formato dunque un trio di protagonisti dell’ultimo campionato di A2. Moro (opposto), Desiderio (schiacciatore) e, appunto, Corsini. CARRIERA. Francesco Corsini ha esordito giovanissimo in A2 nel 1996/97 con Forlì. In serie B1 ha vestito le maglie di Civitavecchia, Castiglione e Oderzo. Nel 2003/4 il ritorno definitivo in A2 dove ha giocato nelle fila di Ancona (2 stagioni), S. Croce (2 stagioni) e, nell’ultimo anno, Spoleto. Ha vinto il campionato di A2, con Forlì, nel 1997 e nel 1999. In quest’ultima stagione ha conquistato anche la coppa Italia di A2. “Siamo ancora nelle fasi embrionali del mercato – ha dichiarato il direttore tecnico Daniele Caniglia – ma la Pallavolo Catania si è assicurata già uno dei protagonisti della stagione 2007/8. Corsini è un ottimo centrale, il secondo nel suo ruolo per punti realizzati, nell’ultima stagione. Abbiamo raggiunto dunque un obiettivo importante, adesso concentreremo il nostro sguardo sui palleggiatori per dotare la nostra squadra di un giocatore di livello anche in questo delicatissimo ruolo”. Nuove cariche in società. Alcune novità nel settore dirigenziale della Pallavolo Catania: Daniele Caniglia, come detto, assume il ruolo di direttore tecnico, con particolare riferimento al mercato. Il nuovo direttore sportivo è invece Ernesto D’Agata, che avrà importanti funzioni organizzative. Rimarrà ovviamente fortissimo il coinvolgimento nel settore tecnico di Tony Alessandro, Massimo Castagna e Nello Greco, colonne del volley catanese e della Pallavolo Catania.
Lorenzo Gelli riconfermato ad Isernia29/05/2008

Lorenzo Gelli riconfermato ad Isernia

Il primo tassello del puzzle Fenice Volley 2008/09 risponde al nome di Lorenzo Gemmi. La riconferma del ventiduenne schiacciatore di San Severino Marche era nell’aria, lo aveva detto il direttore generale Fraraccio al momento del pagellone di fine stagione: “Il ragazzo ha potenzialità infinite che, per vari motivi, ci ha fatto solo intravedere, ma lo aspettiamo per una stagione migliore”. E il d.g. Fraraccio, in questa occasione, consolida quanto detto qualche settimana fa: “La riconferma di Gemmi è dettata dal fatto che siamo andati oltre quello che lui ha avuto modo di farci vedere nella scorsa stagione, insieme al nuovo allenatore abbiamo considerato le enormi potenzialità di questo atleta e siamo convinti che farà un campionato strepitoso”. Un campionato che il posto 4 scuola Lube avrà modo di giocarsi da titolare, la prima scommessa di questa campagna acquisti, una delle tante puntate sui giovani a cui il sodalizio pentro ci ha abituato in questi anni e risultate poi sempre vincenti. Il diretto interessato, raggiunto telefonicamente, è raggiante: “Sono molto contento, è la dimostrazione che Isernia è una società seria, che quando dice di puntare sui giovani ci crede. Dalla dirigenza, e in particolare dal d.s. Vitullo, il primo con cui ho parlato immediatamente dopo la partita di Verona, ho avuto una grande iniezione di fiducia, adesso tocca a me ripagarla”. Oltre alla fiducia nelle sue capacità, però, sono altri i motivi che hanno inciso sulla scelta di Lollo Gemmi: “Sulla decisione ha influito molto la sincerità dei dirigenti e il rapporto che ho con loro e con tutte le persone che lavorano intorno a questa realtà. E’ una scelta dettata più dal cuore che da interessi personali!”. Parole da leader, anche se lui tende a sminuire con un “non mi caricate di troppe responsabilità”, ma La Fenice Volley crede fortemente che lui possa prendersele tutte queste responsabilità.
Minetti Infoplus Vicenza: al posto della Benelli arriva Fangareggi29/05/2008

Minetti Infoplus Vicenza: al posto della Benelli arriva Fangareggi

Grandi novità nello staff tecnico della Minetti Infoplus Vicenza: la società biancorossa ha risolto consensualmente il contratto con Manù Benelli e affidato la panchina a Mario Fangareggi, ex giocatore della nazionale azzurra, già assistente e vice allenatore di Jenny Lang Ping e Beppe Cuccarini a Jesi e a Sassuolo, dal 2003 al 2006. Nelle ultime due stagioni il tecnico nato a Padova ma cresciuto a Ravenna ha già lavorato con il club berico nel settore maschile come primo allenatore della Palladiogroup.it Vicenza in B1 maschile. L’annuncio è stato dato oggi in conferenza stampa dal presidente Coviello, che al contempo ha annunciato la composizione dell’intero staff per la prossima stagione: Fangareggi sarà affiancato per quanto riguarda la parte tecnica da Maurizio Baraldo e Dino Guadalupi, entrambi già interni alla società vicentina. Il preparatore atletico sarà come annunciato poche settimane fa Terry Rosini, mentre il responsabile del settore fisioterapico è Roberto Rizzetto. Completano lo staff il medico sociale dott. Luca Tremul e l’ortopedico dott. Francesco Barcaro. All’inizio della conferenza stampa il Presidente Giovanni Coviello ha ringraziato Manù per i suoi tre anni di collaborazione con la Minetti Infoplus, spiegando i motivi della separazione: “Negli ultimi mesi sono cambiate alcune cose all’interno della società e non eravamo più concordi con alcuni aspetti della sua gestione. La nuova filosofia ci ha portato a un rinnovo dello staff, iniziato già nei mesi scorsi, cambiamenti che abbiamo operato nell’ottica di fare il bene della squadra e del club. Non volendo affidarci a tecnici che non conosciamo bene abbiamo optato per la scelta interna, e con Mario da un anno e mezzo c’è fiducia e stima reciproca. Continua in allegato.
Alessandra Labate a San Vito29/05/2008

Alessandra Labate a San Vito

Dopo la conferma dell’allenatore, ecco - come annunciato dai dirigenti l’altro giorno - le prime novità che riguardano il roster che la Volley San Vito sta allestendo in vista del campionato di serie A2 femminile di pallavolo edizione 2008/09: si tratta di un gradito ritorno, quello della centrale brindisina Alessandra Labate, classe 1981, 187 cm di altezza, vecchia conoscenza del pubblico di fede biancazzurra. Alessandra Labate, infatti, ha già vestito la casacca sanvitese sfiorando con essa, nella stagione 2005-2006, la promozione in A2. L’anno successivo andò a Nocera, la quadra che proprio ai danni del San Vito aveva ottenuto la promozione in A2; è rimasta nella seconda serie nazionale anche nella passata stagione, giocando ad Urbino. Ed ora, come si diceva, il ritorno in terra di Brindisi: “Un felice ritorno - conferma la forte e simpatica atleta brindisina - perché credo che non ci sia niente di più bello che giocare a questi livelli nella propria terra, praticamente a casa, e difendere i colori della propria provincia in un campionato così importante. San Vito, peraltro, è una piazza che, pallavolisticamente parlando, è il top di questa parte di Puglia ed è, quindi, un piacere ed un onore per me tornare ad essere nel novero delle beniamine dei tifosi del PalaMacchitella. Questa è una squadra che può ben vantarsi di avere uno straordinario gruppo dirigente e dei tifosi davvero unici. Un ambiente veramente eccezionale”. Entusiastico anche il commento del presidente del sodalizio sanvitese: “Dopo aver formalizzato la conferma di Cosimo Lo Re alla guida della nostra formazione anche per il prossimo anno - afferma Luigi Sabatelli - siamo tutti particolarmente soddisfatti di annunciare il primo acquisto ufficiale. Chi meglio di Alessandra Labate per aprire la serie di movimenti della campagna acquisti? E’ un’atleta di spessore, una vera professionista che tutti abbiamo avuto modo di apprezzare nella sua precedente esperienza sanvitese. Contiamo molto sul suo apporto e sulla sua esperienza per affrontare al meglio questa nuova avventura in serie A2”. Il presidente, poi, con un sorriso lascia intendere che altre novità sono dietro l’angolo.
Katarina Kovacova a Busto Arsizio29/05/2008

Katarina Kovacova a Busto Arsizio

La Yamamay Busto Arsizio piazza un altro importante colpo di mercato: si tratta della forte ed esperta centrale Katarina Kovacova, 187 cm, nata il 21/10/1981 a Ruzomberok (Slovacchia), ma italiana di passaporto. L'atleta, caratterizzata da doti atletiche eccelse e da una grande flessibilità di gioco, ha ricoperto con successo in carriera non solo il ruolo del centrale, ma anche quello di opposto; da tempo seguita dalla società bustocca e dunque fortemente voluta, Katarina Kovacova ha giocato l'ultima stagione nella Simet Volley Rossano in B1, e vanta un curriculum di tutto rispetto, anche con la nazionale slovacca, prima del cambiamento di passaporto. Dal 1998 al 2001 ha giocato a Bratislava, poi il trasferimento in Italia: nel 2001/02 ha schiacciato a Marsala in A2, nel 2002/03 parentesi a Pila nella massima serie polacca, nel 2005/06 il ritorno in Italia ad Aragona in A2, nel 2006/07 ad Altamura in A1. Nell'ultima stagione, come detto si è accasata a Rossano ed è ora pronta per tornare a giocare ai massimi livelli. La Yamamay completa così il reparto delle centrali: il trio a disposizione di Carlo Parisi sarà dunque composto da Barbara Campanari, Katarina Kovacova e Katerina Buckova. Ecco le prime parole di Katarina Kovacova: "Mi sento pronta per il ritorno nella massima serie. Dopo l'esperienza in B1 non vedo l'ora di giocare di nuovo ai massimi livelli, in una squadra che ho sempre apprezzato e che ho avuto modo di affrontare più volte in passato. Poi nelle ultime stagioni la società ha fatto passi da gigante e dunque non potevo farmi scappare questa opportunità; verrò presto a conoscere il nuovo ambiente di lavoro, anche se ho già avuto modo di apprezzare la bontà e la correttezza della dirigenza, di cui tutti mi hanno sempre parlato bene. Nel mio passato ho giocato indifferentemente da centrale ed opposto, mi trovo bene in entrambi i ruoli: a Busto Arsizio verrò a giocare da centrale e dunque va benissimo! Ho ammirato la squadra nella scorsa stagione e davvero ho voglia di iniziare a conoscere anche le giocatrici dal vivo: conosco solo Natalia Viganò con cui ho disputato l'anno scorso un torneo di beach volley a Benevento. Questa estate non giocherò, mi dedicherò alla mia famiglia con un viaggio in Argentina. Intanto continuerò ad allenarmi da sola e ad Agosto sarò a Busto Arsizio".
Sigla.com - Internet Partner