Archivio Volley mercato

Maria Del Rosario Romanò riconfermata ad Altamura03/07/2007

Maria Del Rosario Romanò riconfermata ad Altamura

“Ormai è giunta l’ora di cominciare a pensare ad allestire la squadra che prenderà parte al prossimo campionato femminile di serie A1…”. Francesco Laterza, direttore generale della Lines Ecocapitanata Altamura, ritorna più che volentieri ad occuparsi anche tecnicamente della squadra che per il secondo anno consecutivo giocherà nel campionato più bello del mondo. Non che fino ad oggi non lo avesse fatto ma di certo le sue attenzioni erano state del tutto rivolte alle note vicende legate ad un probabile trasferimento in un altra città della Jogging Volley Altamura. “Abbiamo iscritto la squadra come avevamo garantito ad appassionati e tifosi ma questo non vuol dire che sia scongiurato il pericolo di un trasferimento in altra sede… Ora la Jogging Volley Altamura continuerà per la sua strada, aspettiamo ancora risposte ma nel frattempo non rimarremo passivi di fronte al perdurare del silenzio che ci ha accompagnato in questa prima parte di estate… Vogliamo disputare un campionato dignitoso a dimostrazione dell’attaccamento e dell’affetto che nutriamo nei confronti della società, di questa terra e di questo sport… Con vera gioia annunciamo la riconferma del nostro capitano, Maria Del Rosario Romanò. Maria ha sposato questa maglia e continua a credere con fermezza nel nostro progetto. Abbiamo anche perfezionato l’acquisto di Viktoria Orsi Toth, una giovane nata in Ungheria nel 1990 ma già nei ranghi nella Nazionale Juniore Italiana con la quale disputerà i prossimi mondiali di categoria…”
Licchelli, quinto anno sulla panchina di Taviano03/07/2007

Licchelli, quinto anno sulla panchina di Taviano

Fabrizio Licchelli sarà per il quinto anno consecutivo il vice-allenatore della Stilcasa Volley Taviano. Le sue decisioni il tecnico di Presicce le ha comunicate direttamente in società nel primo pomeriggio di oggi, sciogliendo la riserva che si era presa per decidere del suo futuro professionale. "E' una scelta di cuore, quella che ti spinge a restare ancorato a ciò che hai amato per tanti anni ed a ciò che credi per il futuro". Sono queste le prime parole di Fabrizio Licchelli, nel commentare la scelta di restare sulla panchina tavianese. Negli ultimi tempi Licchelli aveva avuto allettanti proposte per assumere la guida tecnica di importanti panchine, ma quella di oggi è una decisione dettata da motivazioni che vanno anche oltre l'impegno professionale. "Qui a Taviano è come se ci fosse un'altra mia famiglia. - incalza Licchelli - Ho grande stima nella società, in tutte le sue componenti, nei presidenti Donato e Walter Bruno, nel direttore sportivo Mattei, nello staff medico e nei dirigenti. Non potevo immaginare di vivere lontano da tutto questo, dopo aver trascorso quì quattro anni stupendi sia sotto il profilo professionale che sotto quello umano". Si ricompone dunque ufficialmente per la prossima stagione il tandem Dagioni-Licchelli, rispettivamente primo e secondo allenatore di Taviano, alla stregua dell'annata 2004-2005 quando con l'arrivo del tecnico romano i due guidarono la formazione giallorossa dagli ultimi scampoli del girone di andata e per tutto quello di ritorno. Dagioni, tra l'altro, prende in carica il nuovo organico proprio da Licchelli che, come si ricorderà, nelle ultime giornate del trascorso torneo guidò la panchina tavianese da unico responsabile tecnico. "Tra le altre motivazioni che mi hanno spinto a continuare la mia esperienza con Taviano - dice ancora Licchelli - c'è anche l'opportunità di poter lavorare da quest'anno ancora con Massimo Dagioni, persona squisita con la quale ho legato moltissimo durante quella esperienza del 2005". Il primo a congratularsi con Licchelli per la scelta di restare a Taviano è proprio il patron della Stilcasa Volley Donato Bruno. "Siamo molto contenti che Fabrizio abbia accettato la nostra proposta. Questo significa molto per noi. Significa aver creato in tutti questi quattro anni di presenza in A2 (con Licchelli sempre nello staff tecnico, ndr) una bella realtà della quale è facile innamorarsi. Licchelli è un grande, sotto ogni punto di vista, e restando con noi ha anche lui l'opportunità di riscattare un'annata in chiaro-scuro, l'ultima disputata, che va subito cancellata. Si stanno determinando le prerogative giuste per creare un gran bel gruppo quest'anno. E dalla panchina Dagioni e Licchelli saranno la garanzie con le quali riusciremo nel nostro intento".
Michele Nonne a Crema03/07/2007

Michele Nonne a Crema

Sarà Michele Nonne, classe 1988, 194cm di altezza, il palleggiatore che con Claudio Carletti formerà la coppia dei registi blues per la prossima stagione. La Reima sta definendo in queste ore l'accordo per il prestito dell'atleta con la Pallavolo Olbia, dove il regista ha giocato nelle ultime stagioni in serie B1. Michele Nonne, seppur ancora molto giovane, ha già una discreta esperienza in serie B1, ed è reduce da una buona stagione giocata a Olbia, insieme ad un altro ex della Reima, Gregorio Guzzago. Per qualche tempo è stato anche nell'orbita della Nazionale Italiana pre-juniores. Si va dunque intensificando il lavoro della società per completare l'organico, in vista del rush finale del volley mercato. Fa il punto della situazione il vice presidente Sante Barbati: "Attualmente stiamo stringendo i tempi per completare la rosa, anche se quest'anno c'è molta penuria di atleti validi, molti dei quali hanno preferito accasarsi in campionati esteri come quello polacco, russo, greco, turco, giapponese, invertendo quella che fino a un paio di anni fa era invece la tendenza, con numerosi atleti stranieri di livello pronti a giocare in Italia. L'idea è quella di tesserare un paio di atleti stranieri che non siano impegnati con la propria squadra Nazionale, ma eventualmente consideriamo anche di tornare sul mercato a Campionato iniziato, purtroppo che fare delle scelte illogiche". Dunque, a breve dovrebbe conoscersi il nome del primo e del secondo schiacciatore che vestiranno la casacca blues per la prossima stagione, che inizierà ufficialmente il 30 settembre.
Birarelli quadriennale a Trento03/07/2007

Birarelli quadriennale a Trento

La Trentino Volley comunica di aver raggiunto un accordo su base quadriennale con il centrale Emanuele Birarelli. L’atleta marchigiano, nell’ultima stagione alla Marmi Lanza Verona, è stato presentato questa mattina all’interno di una conferenza stampa tenutasi al Trentino Volley Point di via Zambra, in cui la Società gialloblu ha fatto anche il punto della situazione sulla campagna acquisti in vista della stagione 2007/08. Dopo un ottimo campionato con la maglia della società scaligera, Birarelli continuerà quindi a calcare i mondoflex della serie A1 TIM, difendendo i colori dell’Itas Diatec Trentino. Proprio nell’ultima annata a Verona Birarelli, partito come terzo centro dietro i più esperti Howard e Bontje, si è rivelato una delle principali sorprese della categoria nel ruolo, dimostrando ottime qualità nei fondamentali di muro e attacco. Le statistiche della scorsa regular season dicono che il centrale di Senigallia ha chiuso fra i primi venti muratori del campionato, totalizzando 40 muri in 21 partite giocate e viaggiando costantemente sopra il 55% in attacco. Cresciuto nella qualificatissima scuola di pallavolo di Falconara, Emanuele vanta anche numerosi trascorsi in nazionale giovanile (dove ha ottenuto un secondo posto agli Europei Juniores e un quarto ai Mondiali della stessa categoria) e nella propria bacheca ha già messo anche una promozione in serie A1 proprio con la maglia di Falconara nella stagione 2000-2001. Al termine di due anni di inattività fra il 2003 e il 2005, a causa di problemi di circolazione alla mano destra che avevano messo a repentaglio il proseguimento della sua carriera agonistica, Birarelli ha ripreso fortunatamente a giocare e in due stagioni è passato dalla serie A2 di Pineto alla massima serie, prima con Verona e ora, da settembre, con Trento. “Quello siglato con Trentino Volley – dichiara Birarelli – per me è un contratto decisamente importante, perché molto lungo e stimolante per l’avventura sportiva che mi aspetta qui a Trento. L’Itas Diatec Trentino è riconosciuta da tutti come una delle società più ambiziose e serie della pallavolo italiana ed è un onore poter far parte della nuova rosa. Gli obiettivi nel breve-medio periodo sono molto grandi e la squadra che sta prendendo forma è sicuramente ben attrezzata per raggiungerli. Partirò come terzo centrale dietro Piscopo e Jeroncic, ma la cosa non mi spaventa perché volevo rimanere in serie A1 a tutti i costi e sono abituato a lavorare duramente in palestra per migliorare ogni giorno”. La scheda di Birarelli in allegato.
Ricardo Serafim a Spoleto03/07/2007

Ricardo Serafim a Spoleto

Si chiama Ricardo Serafim il nuovo arrivo in casa Monini Marconi. Strappato alla concorrenza di diverse altre squadre, il giocatore brasiliano, alla fine, ha deciso di cedere alle lusinghe della società spoletina che, nelle persone di Corsetti e del direttore sportivo Montanari, è stata la prima e la più interessata a farlo venire nella città del Festival. Classe 1980 e 193 cm di altezza ha, alle sue spalle, un curriculum di tutto rispetto: 3° classificato ai campionati del mondo con la nazionale brasiliana juniores, ha militato poi in Brasile nella formazione del Palmeiras, anche se ha avuto la sua consacrazione nel 2004-2005 quando si è laureato campione della superliga brasiliana con il Banespa in diagonale con Nalbert e poi, la scorsa stagione, quando ha vinto il campionato d'Austria con la formazione dell'aon hotVolleys di Vienna. Specialista della seconda linea, Ricardo Serafim, ha nei fondamentali della ricezione e difesa i suoi punti di forza. La sua volontà era quella di giocare nel campionato italiano per mettere in mostra tutto il suo valore. Ha scelto Spoleto perchè è stato voluto fortemente dalla dirigenza giallo-blu che non ha mai allentato la trattativa, avendo visto in lui l'elemento chiave nel mercato 2007-2008 per il suo carattere "brasiliano": grintoso e grande lavoratore, potrà essere un grande trascinatore per la squadra.
Ekaterina Karalyus a San Vito dei Normanni03/07/2007

Ekaterina Karalyus a San Vito dei Normanni

Comincia a muoversi il mercato della neopromossa Stamplast San Vito dei Normanni. Gli uomini mercato del sodalizio pugliese si sono assicurati la laterale russa con passaporto italiano Ekaterina Karalyus. La ventiquattrenne schiacciatrice è alta 180 cm e nella passata stagione era accasata in A2, nelle fila della Florens Castellana. Giocatrice molto grintosa e tecnica sarà un tassello importante nel gruppo che affronterà, per il primo anno nella storia della Società di via Annibale de Leo, la serie A2. “Sono molto entusiasta della scelta fatta – afferma la neo-biancazzurra – seguo le vicende del San Vito da anni e mi sono sempre piaciute l’organizzazione e la serietà che contraddistinguono la Società. Appena mi hanno contattata non ci ho pensato su due volte ad accettare la loro proposta. Hanno ambizioni importanti e darò il 100% per contribuire al raggiungimento degli obiettivi prefissati.”
Andrea Signorini a S.Croce03/07/2007

Andrea Signorini a S.Croce

La Lupi Pallavolo srl comunica l´ingaggio del palleggiatore Andrea Signorini, 22 anni per 192 cm, che arriva a Santa Croce per completare il duo di regia con Paolo Torre. Signorini, atleta di Castelfranco di sotto, arriva dal Massa, società allenata in B1 lo scorso anno dal nuovo direttore sportivo dei Lupi Alessandro Pagliai. Signorini va a sostituire Marco Falaschi passato allo Spoleto. 2000/04 New Stamp Castelfranco B2 2005/06 Migliarino Volley 2006/07 Quasar Massa B1 2007/08 Codyeco Lupi A2
Puerari e Bedin liberi di Jesi02/07/2007

Puerari e Bedin liberi di Jesi

Due novità di mercato per l’importante ruolo di “libero” in casa Monte Schiavo Banca Marche. Vestiranno per la prima volta la maglia rossoblu Ramona Puerari, libero titolare, e Valentina Bedin, sua vice. Nata a Lecco, il 7 aprile 1983, alta 1.70 m, Puerari ha militano nelle ultime tre stagioni alla Scavolini di Pesaro, due delle quali sotto la direzione tecnica di Marcello Abbondanza, attuale tecnico della Monte Schiavo. “Si impara molto da lui – sottolinea Ramona – è un allenatore giovane ma già con molta esperienza, fa giocare un’ottima pallavolo alle sue squadre. Sono cresciuta molta sotto la sua giuda”. “Sono felicissima di vestire la maglia della Monte Schiavo – continua parlando del suo passaggio a Jesi – una società che punta in alto e che ho scelto per cercare anche la mia affermazione personale. Lavorerò sodo per portare a casa risultati importanti”. A Pesaro ha vinto una Coppa CEV ed una Supercoppa, mentre con la maglia della Nazionale Ramona ha conquistato un bronzo ai Giochi del Mediterraneo nel 2005. Con la selezione azzurra della Juniores si è piazzata quarta ai Mondiali di categoria. “Che tipo di giocatrice sono? Sono una che non molla mai e che cerca di dare sempre il 100% in campo. Mi piace ridere e scherzare con le mie compagne di squadra, sono una che fa gruppo”. Così Ramona Puerari da noi contattata, chiamata a descriversi per i tifosi rossoblu che fra poco conoscerà da vicino. Lo stesso entusiasmo ha dimostrato Valentina Bedin, che in questo periodo di gode un po’ di vacanze con la famiglia, proprio come la sua nuova compagna di squadra. Nata a Pordenone il 4 agosto 1985, alta 1.65 m, Valentina ha fatto il suo esordio in A1 quest’anno, come secondo libero a Vicenza. In Veneto ha fatto tutta la sua trafila pallavolistica, conquistando una promozione dalla B2 con il Volley Albignasego. “Non me lo sarei mai aspettato – dice la giovane libero a proposito del suo trasferimento alla Monte Schiavo – solo quest’anno ho fatto la mia prima esperienza in A1, giocando poco e subito ho ricevuto una proposta dalla finalista scudetto: sono contentissima”. “Cosa mi aspetto dalla nuova stagione? Tanto lavoro, impegno, per me non sono un problema. Tanta voglia di crescere, di migliorarsi e rendersi utile”. Poche parole per presentarsi ai nuovi tifosi jesini… “Sono una ragazza semplice e solare con gli altri. In campo sono grintosa, mi piace la competizione, mi piace vincere”.
Valeriano confermata a Busto Arsizio02/07/2007

Valeriano confermata a Busto Arsizio

La Yamamay Busto Arsizio conferma anche la schiacciatrice Federica Valeriano per il prossimo campionato di serie A1: la giocatrice, originaria di Vercelli, ha accettato di buon grado la proposta della società biancorossa, che ne ha apprezzato nella scorsa stagione la grinta e la voglia di emergere, caratteristiche che si sposano alla perfezione con lo spirito Yamamay. Federica Valeriano ha sempre risposto presente alle chiamate in campo del tecnico Parisi, realizzando, tra l'altro, il punto della promozione in serie A1, contro l'Original Marines Arzano. Con l'odierna ufficializzazione la squadra bustocca presenta già 8 elementi, le centrali Buckova, Luciani e Parenti, le schiacciatrici Valeriano, Viganò e Loikkanen, il libero Molinengo, l'opposto Ortolani. Considerando che l'organico sarà composto da 12 giocatrici, all'appello mancano ancora 4 atlete: le due palleggiatrici (una delle quali potrebbe essere Fokkens) e altre due schiacciatrici, un posto 4 probabilmente straniero e un posto 2-4. Nelle prossime settimane si conosceranno i nomi.
Costantini ed Armeti a Cagliari02/07/2007

Costantini ed Armeti a Cagliari

Altro colpo della Tiscali Cagliari: arrivano Il centrale Antonio Costantini e il libero Angelo Armeti. Costantini nasce a Lanciano in provincia di Chieti il 13 aprile 1972. Alto 194 centimetri, ha un ottimo curriculum pallavolistico frutto di vent’anni di esperienza passati nei vari campi di volley italiani. Conosce la Serie A1 nel ‘91 con l’allora Sidis Tombolini Falconara, società dove vi rimane per cinque anni. Nel ’96-‘97 è a Forlì, squadra che, anche grazie a lui, salirà in A1. Nel ’98-‘99 è nuovamente in A1 con la Sira Cucine Falconara. Gli ultimi tre anni li ha passati tra le fila dell’Isernia in A2. Ora per la prima volta sbarca in Sardegna. “Sono contento -rivela Costantini- finalmente vengo a Cagliari. Ho tanti amici che hanno giocato lì e tutti rimangono entusiasti e piacevolmente colpiti”. Il libero Angelo Armeti classe ’78 proviene dalla Serie B1, l’anno scorso militava nel Chieti. Nasce a Bergamo, ma si trasferisce da bambino a Roma. Cinque anni fa si trovava a Latina A1 e anche per lui è la prima esperienza in Sardegna. “Mi fa davvero piacere venire a Cagliari -dichiara il libero Armeti- arriverò il 20 luglio per il torneo di beach volley (disciplina nella quale eccelle) e ne approfitterò per conoscere il posto e l’ambiente, ma so già che mi troverò benissimo”. Così la Tiscali Cagliari innalza il muro con Costantini e rafforza la difesa con il nuovo libero Armeti.
Carocci e Rondon riconfermate a Cremona02/07/2007

Carocci e Rondon riconfermate a Cremona

Dopo le conferme di Bacchi e Nardini sul campo e della coppia Micoli - Milocco in panchina, l'Unione Sportiva Esperia Magic Pack è felice nell'annunciare il raggiunto accordo che legherà la formazione cremonese a Luna Carocci e Giulia Rondon anche per il prossimo anno. Le due atlete sono state le grandi protagoniste della cavalcata gialloblu che ha portato la formazione del presidente Sassano all'obiettivo play off. Luna, nata a Lucca nel 1988, è stata una delle grandi rivelazioni del campionato appena conclusosi. Arrivata all'ombra del Torrazzo dalla B1 ha dimostrato tutto il suo valore nel corso della stagione dimostrandosi all'altezza della serie A e riscuotendo interesse anche a molte fomazioni di A1. La Magic ha portato fortuna al libero toscano che, grazie alle sue ottime prestazioni, si è conquistata la chiamata in nazionale maggiore in cui ha esordito nell'all star game femminile di volley land. La Carocci vanta anche numerose presenze nelle nazionali giovanili con le quali ha conquistato il bronzo all'Europeo di Tallin nel 2004 con la pre-juniores, sempre con la pre-juniores ha chiuso al terzo posto il mondiale di Macao nel 2005 e, per finire, ha conquistato il titolo europeo lo scorso anno in Francia. Di altrettante belle speranze l'altro gioiellino dell'Esperia: Giulia Rondon è considerata da molti una delle grandi promesse della pallavolo azzurra. Arrivata a Cremona dal Club Italia nella stagione 2004/2005 in serie B1, ha subito destato l'attenzione per le sue qualità in cabina di regina. Dopo l'importante esperienza in A1 a Pesaro, è tornata in gialloblu nello scorso campionato trascinando la squadra ai play off. Anche lei può già vantare, nonostante la giovane età (nata a Pisa nel 1987), una buona esperienza in campo internazione; con Pesaro ha vinto la Coppa Cev mentre in casacca azzurra ha conquistato i Giochi del Mediterraneo nel 2005 e gli Europei nel 2004 con la formazione juniores. E' ormai stabilmente nel giro della nazionale maggiore con cui ha già fatto diversi collegiali. Grazie a queste due importanti riconferme, la Magic Pack Esperia prende sempre più forma confermando il gruppo che così bene ha fatto nell'ultimo campionato.
Nuzzo fa dietro front da Isernia02/07/2007

Nuzzo fa dietro front da Isernia

Nel comunicato stampa di presentazione di acquisto di Gian Luca Nuzzo erano stati messi in risalto i numeri da grande campione qual è, peccato che le statistiche non mettano in luce le qualità umane dei giocatori; così il comportamento dell’opposto salentino rappresenta una vera e propria caduta di stile non preventivabile. A tre giorni dalla notizia del suo ingaggio – notizia concordata con lo stesso giocatore – Gian Luca Nuzzo, infatti, ci ripensa e firma per la Volley Gioia del Colle. Inutile nascondere la delusione e l’amarezza da parte della società pentra per un simile e non giustificabile comportamento da parte del giocatore, non certo un novellino, che era in trattativa con i vertici di Corso Risorgimento da oltre un mese. La diffusione ai media dell’ingaggio non è stata frutto di un’azione sprovveduta, bensì, azione concordata e voluta dallo stesso Gian Luca Nuzzo, tanto che era stata fissata addirittura una conferenza stampa di presentazione, inizialmente prevista per sabato 30 giugno e poi spostata al sabato successivo per venire incontro alle esigenze familiari dell’opposto. Inoltre, in un’intervista rilasciata mercoledì al quotidiano “Primo Piano Molise”, Gian Luca Nuzzo dichiarava: “Vengo in Molise con un ottimo spirito e non vedo l’ora di cominciare questa nuova avventura e di cercare di ottenere soddisfazioni per me, per la società che tanto ha creduto e investito in me, e per il pubblico di Isernia, che so essere, per essere venuto a giocare in città da avversario, estremamente caloroso”. Una dichiarazione che rende ancora più difficile concepire le motivazione che sono dietro questo ripensamento. “Sono costernato per l’accaduto – afferma il direttore generale Nico Fraraccio che insieme al ds Vitullo ha seguito la trattativa – un fulmine a ciel sereno anche perché non più di una settimana fa ho incontrato personalmente il ragazzo e tutto era stato definito nei minimi particolari. Quello che mi fa più rabbia – continua Fraraccio – al di là degli altri danni, è che potevamo quanto meno evitare l’annuncio in pompa magna se ci fosse stato da parte dell’atleta un po’ più di coraggio, o forse correttezza, nel dirci come stavano le cose. Voglio comunque tranquillizzare i tifosi: stiamo lavorando per rimediare a questa spiacevole faccenda; il mercato della Fenice Volley continua, anzi, adesso siamo più motivati di prima!” Oltre che sul fronte mercato, la società sta valutando la possibilità di adire le vie legali qualora dovessero ricorrere gli estremi per richiedere un eventuale risarcimento dei danni non solo in termini di immagine, ma anche per le variazioni da fare nella costruzione della squadra a seguito del mancato accordo.
Sigla.com - Internet Partner