Archivio Volley mercato

Bjelica a Piacenza02/07/2007

Bjelica a Piacenza

Il Copra Berni ha sottoscritto un contratto su base triennale con l’atleta Novica Bjelica centrale 24enne, l’anno scorso in forza alla Maggiora Latina. Bjelica è nato a Pula (CROAZIA) il 9 febbraio 1983, è alto 2.02 cm e seppur giovane conta una vasta esperienza internazionale con la maglia della Serbia. Ha vinto la medaglia di bronzo ai Campionati Europei 2005 di Roma e il bronzo alla Coppa del Mondo 2003. Centrale che fa dell'equilibrio dei fondamentali, a livello di assoluta eccellenza, il suo pezzo pregiato. Qualità fisiche e tecniche gli permettono di farsi notare tanto a muro quanto in attacco, con un particolare riguardo alla battuta in salto di grande qualità e continuità.
Bragaglia a Volta Mantovana02/07/2007

Bragaglia a Volta Mantovana

Antonella Bragaglia, ex azzurra, classe 1973, in passato in A1 a Modena, Bergamo, Napoli, Jesi e Palermo, è la nuova centrale dell’All Fin. La scorsa stagione era a Nocera Umbra in A2, nelle due precedenti a Civitanova e Lodi. Il primo colpo sul mercato del club collinare è di notevole spessore. “Per me non conta se una società è nuova o esperta della categoria – dichiara Antonella Bragaglia – a me interessa che gli obiettivi siano reali e interessanti e che si possa lavorare in tranquillità cercando di dare il massimo. Durante la trattativa mi sono trovata bene sotto tanti punti di vista. Per me l’importante è allenarmi al meglio e dare il massimo di quello che posso dare in un ambiente sereno. Mi ha convinto anche il fatto che tutte le confermate abbiano accettato di buon grado di rimanere”. Cosa ti aspetti dalla prossima stagione? “Adesso non saprei cosa dire, visto che il mercato dell’A2 è ancora in alto mare. Posso dire che noi del Volta ci aspettiamo di dare il massimo. Io ogni anno mi rimetto in gioco, altrimenti non mi diverto. Non dò mai per scontato che devo giocare o posso giocare. Mi piace quello che faccio e cerco di farlo sempre nella massima espressione, a partire dagli allenamenti. A volte – ride – ci metto anche troppa voglia di fare”. Che rapporto hai con il pubblico? “Molto positivo, basta che non mi insultino. Non mi sbilancio su tutte le tifoserie, però penso che sia sufficiente conoscermi un po’. Sono molto espansiva, estroversa, ci metto grinta e posso sembrare cattiva, ma non è così. Sono solare, disponibile a fermarmi a parlare. Chiaro che essere più o meno amata dipende dalla resa in campo, ma di solito mi hanno sempre trattata bene”. “Delle nuove compagne – prosegue la giocatrice – conosco Marinelli e Callegaro con cui ho giocato a Jesi prima di infortunarmi. Con Evelyn sono stata in Nazionale e mi sono trovata bene. Ma io in generale non ho grossi problemi a legare con le compagne: sono tutte persone che si impegnano e per me basta e avanza”. Tre anni e mezzo fa hai avuto un bimbo: cosa ti ha spinto a rientrare in serie A? “Ne avevo voglia, mi piace, c’era chi mi cercava e mi offriva buoni ingaggi e abbiamo fatto questa scelta familiare”.
Voronina a Piacenza02/07/2007

Voronina a Piacenza

Dopo una trattativa molto lunga, condotta con la massima riservatezza, la rinnovata società piacentina si è infatti assicurata un'altra giocatrice di spicco: si tratta di Tatiana Voronina, che ha appena concluso una stagione da protagonista nell’Altamura in serie A1. Tatiana Voronina, fortissima attaccante di 187 cm dotata anche di un'ottima battuta al salto, è nata il 20 ottobre del 1977 a Zaporozhye in Ucraina. In patria ha giocato nel Cherkassy dal 1994 al 2000, conquistando per tre volte il titolo di campionessa d'Ucraina e per altrettante la Coppa della sua nazione. E’ diventata ben presto una delle giocatrici di riferimento della rappresentativa nazionale ucraina, e con essa ha conquistato, ad esempio, la medaglia d’argento ai campionato mondiali juniores del 1993 e il quarto posto ai campionati europei del 2001. Nel 2000 si è trasferita in Polonia alla Skra Varsavia, dove è rimasta per tre stagioni. Tatiana ha esordito in Italia nel 2003 tra le file della Foppapedretti Bergamo, conquistando subito il titolo italiano e la coppa confederale. L’anno successivo è rimasta in serie A1 iniziando la stagione a Forlì, e nel gennaio del 2005 si è trasferita ad Ankara per giocare nel massimo campionato turco. Dopo quasi due anni in Turchia, Tatiana è rientrata in Italia nel 2006 e dopo aver egregiamente difeso i colori di Altamura arriva oggi nella REBECCHILUPA per ricoprire il ruolo di opposto. Queste le prime domande rivolte a Tatiana Voronina dopo l’ufficializzazione dell’accordo: “Avevi molte proposte: cosa ti ha convinto a scegliere la REBECCHILUPA?” “Mi piace la squadra. Ho parlato con amiche giocatrici e con tecnici di mia fiducia, e tutti mi hanno confermato che nella REBECCHILUPA c’è molta professionalità, che lo staff lavora molto bene. Questa è una squadra forte non solo perchè ha grandi sponsor, ma soprattutto perché sa gestire molto bene tutte le risorse che ha a disposizione” Dopo la firma di Tatiana Voronina rimangono ben pochi dubbi sulle intenzioni di questa nuova REBECCHILUPA che finora è riuscita ad assicurarsi giocatrici fra le più ambite del volley-mercato.
Chiara Dall'Ora a Piacenza01/07/2007

Chiara Dall'Ora a Piacenza

La RebecchiLupa procede a vele spiegate nella campagna acquisti e mette a segno il quarto colpo di mercato in sole due settimane, mostrandosi in questo momento come una delle società più attive della serie A2. E anche stavolta si tratta di una atleta di altissimo livello: Chiara Dall’Ora, centrale, proveniente da una supersquadra quale la Scavolini Pesaro. Nata a Verona nel 1983 e alta 1.87, nel 1999 Chiara esordisce in B2 nel Cerea e la stagione successiva entra a far parte del Club Italia. Dopo un campionato di B1 col Sommacampagna, nel 2002 inizia una pluriennale militanza nel Padova con il quale parte dalla serie B1 per conquistare due promozioni consecutive: nel 2004 dalla B1 alla A2, e nel 2005 dalla A2 alla A1. Nella massima serie Chiara Dall’Ora gioca un’altra stagione nelle file del Padova, prima di passare alla Scavolini Pesaro con cui ha chiuso al terzo posto il campionato italiano 2006/2007 e ha vinto la Supercoppa 2006. Chiara Dall’Ora può vantare molte presenze nelle rappresentative nazionali con le quali ha conquistato molti prestigiosi piazzamenti fra cui, ad esempio, un argento ai campionati europei juniores nel 2000, un quarto posto ai mondiali juniores, e il terzo posto ai Giochi del Mediterraneo del 2005. “Cosa ha spinto una atleta come te a lasciare una delle super-squadre europee per venire a giocare nella REBECCHILUPA in serie A2?” “In primo luogo le ambizioni pallavolistiche della REBECCHILUPA”, ha risposto senza esitazione Chiara, “Si tratta di una società molto seria, e con un bravo allenatore quale è Leonardo Barbieri; mi ha convinto il loro progetto per le prossime stagioni. Mi piace questa squadra perché ha una gran voglia di salire in alto!”
Edward Kamphuis a Pineto01/07/2007

Edward Kamphuis a Pineto

Sarà Edward Kamphuis l’altro schiacciatore – ricevitore della Framasil Cucine Pineto.Trentadue anni, olandese, alto 200 cm, ha alle sue spalle ben 13 campionati consecutivi nella massima serie Olandese. Nel suo Paese ha vinto praticamente tutto: Scudetto, Coppa e Supercoppa Olandese. Giocatore completo, metterà sicuramente la sua esperienza e le sue qualità tecniche a disposizione della squadra e del giovane “collega” Goran Bjelica. “Venire in Italia per me è un sogno – dice Edward – che non ho potuto realizzare da giovane (pur avendo molte richieste) a causa dei miei impegni di studio”. “Ringrazio - prosegue entusiasta l’asso olandese – la Pallavolo Pineto, nella persona del Presidente e lo Sponsor Framasil Cucine nella persona di Franco Balducci che mi hanno offerto questa grande possibilità”. Edward che si trova in Italia per motivi di lavoro ha potuto da subito rendersi conto della realtà di Pineto, con il Palavolley e il villaggio Green Bay dove alloggerà con la moglie e i suoi due figli. “Sono bastati pochi attimi per raggiungere l’accordo – dichiara soddisfatto il Presidente della Pallavolo Pineto Benigno D’Orazio – e al di là delle importanti valutazioni tecniche, siamo sicuri che Edward potrà darci un grande contributo in termini di personalità e di dedizione al lavoro. Senza enfasi, sono sicuro che sarà un atleta di straordinaria importanza per la Pallavolo Pineto”. A questo punto la squadra comincia ad essere delineata anche se la Società di Via Milano ha già posto nel mirino l’acquisto di un altro importante schiacciatore. Il futuro Palleggiatore sarà dunque italiano, mentre Ronaldo dovrebbe trovare sistemazione in un’altra squadra italiana. Ove ciò non avvenisse rimarrebbe a Pineto come secondo. Il curriculum di Edward Kamphuis 2006/2007 D.O.C. stap Orion (Al winner super cup) 2005/2006 D.O.C. stap Orion (al 4th position) 2004/2005 Landstede Zwolle ( Al 9 thposition) 2003/2004 Landstede Zwolle (Al 2th position) 2002/2003 Landstede Zwolle (Al 5th position) 2001/2002 Omniworld (Al champion of Holland) 2000/2001 Omniworld (Al 4th position) 1999/2000 Omniworld (Al 5th position) 1998/1999 Sudosa (Al 9th position) 1997/1998 Remote IT Zwolle (Al 4th winner cup Holland) 1996/1997 Sudosa (Al 10th position) 1995/1996 Sudosa (Al 9th position) 1994/1995 Kuipers Zolle (Al 3th position)
Daniela Nardini riconfermata a Cremona01/07/2007

Daniela Nardini riconfermata a Cremona

E' con grande piacere che l'Unione Sportiva Esperia Magic Pack ufficializza il raggiunto accordo che legherà Daniela Nardini alla società cremonese anche per la prossima stagione 2007/2008. Daniela, nata a Udine il 18/12/1982, ha vestito la maglia gialloblu anche nel campionato appena concluso dando un importante apporto ad un'annata straordinaria per la Magic Pack. Centrale di grande esperienza, nonostante la giovane età vanta già 5 stagioni in serie A2 ed un anno in serie A1. Accanto alla riconferma di Daniela Nardini, si delinea anche la struttura tecnica della prossima stagione: dopo la conferma di Stefano Micoli è la volta del vice Luca Milocco che siederà per un altro campionato al fianco di Micoli. Nardini e Milocco sono due pedine fondamentali che vanno ad aggiungersi a Micoli e capitan Bacchi che già hanno rinnovato l'accordo con l'Esperia.
Castiglia è il tecnico di Castellana Grotte01/07/2007

Castiglia è il tecnico di Castellana Grotte

Promosso sul campo si potrebbe dire di Franco Castiglia, classe ’61, una vita nella Materdomini dapprima come giocatore (da centrale insieme a suo fratello Enzo), poi come allenatore delle giovanili infine, dopo il ritorno da vice coach, prima di D’Onghia poi di Travica, come primo allenatore della squadra della sua città. Una proposta accettata con la tranquillità e l’umiltà caratteristiche del suo essere che portano a vivere la sua professione con la massima dedizione e l’innata passione sempre riversata in questo sport. Dopo aver lasciato l’incarico nel settore giovanile gialloblù nel 1998, Castiglia vive la sua prima stagione da secondo in A2 nella vicina Gioia del Colle con Agricola suo superiore. Vi rimane fino al 2002 punto fermo da assistente prima di Cardona e a seguire di Castellani. L’esordio da primo allenatore avviene l’anno successivo a Putignano in B2 prima del trasferimento a Fasano dove vince lo stesso campionato nel 2004/2005 guidando la squadra anche in B1. La decisione di affidare la squadra a Castiglia in realtà era già stata presa da alcuni giorni tant’è che il neo coach gialloblù ha partecipato attivamente all’allestimento del nuovo roster di concerto col Presidente Miccolis. In quest’ottica va intesa la decisione di aver atteso nell’annuncio ufficiale volendo lavorare in tranquillità proprio nella costruzione del nuovo gruppo. Una decisione presa in linea con la politica societaria di voler dare spazio e possibilità all’entusiasmo ed alla passione con il valore aggiunto, nel caso di Castiglia, di una persona di sicuro affidamento, indiscusso conoscitore dell’ambiente e grande professionista. Ecco le sue prime parole: “Sono naturalmente onorato che mi sia stata concessa questa possibilità con la squadra con cui sono cresciuto. Sarà un esperienza importante e sono cosciente che avrò gli occhi di tutta la Castellana Grotte pallavolistica puntati su di me. MA io credo nel lavoro che faccio e nella mia tranquillità di poter dare tutto me stesso alla causa. Inoltre credo stiamo formando un ottimo gruppo con il quale sarà un piacere lavorare.” LA SCHEDA DI Franco Castiglia Gioia del Colle, 06/02/1961, Allenatore 1997/1998 MATERDOMINI SETTORE GIOVANILE 1999/2002 GIOIA DEL COLLE A2 2° Allenatore 2002/2004 PUTIGNANO B2 Allenatore 2004/2005 FASANO B2 “ 2005/2006 FASANO B1 “ 2006/2007 MATERDOMINI A2 2° Allenatore 2007/2008 MATERDOMINI A2 Allenatore
Giulia Benini ad Urbino01/07/2007

Giulia Benini ad Urbino

Dopo che Andrea Pistola ha accettato di allenare la squadra , il volley mercato delle Urbinati ha subito un fortissimo impulso, grazie alla grande stima e considerazione tecnica che il giovane tecnico ha nell'ambiente della pallavolo femminile. Il DS Gianluca Merendoni ha chiamato il Presidente Sacchi per comunicargli di avere raggiunto l'accordo con Giulia Benini graditissimo ritorno ad Urbino dove due anni fa si pose all'attenzione generale quale miglior realizzatrice Italiana del campionato di A2 proprio con la Robur Tiboni, superando 500 punti. L'ultima stagione agonistica ha visto Giulia impegnata a Busto con una trionfale promozione in A1, dove l'opposto fanese ha contribuito in maniera consistente alla promozione delle lombarde, anche se vittima di un infortunio ad inizio stagione. Grande gioia nell'ambiente Urbinate per il ritorno di una grande giocatrice e splendida persona, così l'ha definita il Presidente Sacchi raggiunto telefonicamente per una prima impressione sul graditissimo ritorno. Anche Andrea Pistola si è lasciato andare a positive considerazioni :"Giulia è una giocatrice che conosco dai tempi di Civitanova, molto affidabile ed anche molto brava, prestante fisicamente, il suo acquisto ci permette di rispondere a quanti ci chiedono quale squadra faremo; la risposta è una sola : la migliore possibile e questa è una conferma! Ora lavoreremo con maggiore serenità per la copertura degli altri ruoli". Vi sono importanti trattative per acquisire due centrali di livello, mentre la prossima settimana dovrebbe anche essere risolutiva per la copertura del ruolo di palleggiatrice. La Società Urbinate ha importanti contatti nel mercato delle straniere e potrebbe realizzare con Senkova una coppia straordinaria di attaccanti ricevitori.
La Forgia torna a Taviano01/07/2007

La Forgia torna a Taviano

Il centrale Alessandro La Forgia torna a vestire la maglia giallo-rossa della Stilcasa Volley Taviano. L'accordo che di fatto ha riunito la strada della società tavianese del neo tecnico Massimo Dagioni e quella del ventiquattrenne atleta di Molfetta è stato perfezionato nella mattinata di oggi. L'arrivo, o meglio, il ritorno di La Forgia nel Salento, permette al sodalizio dei fratelli Bruno di "sistemare" nel puzzle del nuovo organico la seconda delle tre tessere riservate al ruolo di centro, dopo l'ingaggio del centrale di Spoleto Daniele Moretti, avvenuto nella scorsa settimana. Alessandro La Forgia, dopo aver militato nel Taviano della stagione dei record 2005/2006 (vittoria nella TIM Cup e semifinale play off) quest'anno ha giocato nella squadra della sua città, il Molfetta, formazione inserita nel girone D del torneo di B1. Nella sua carriera il nuovo centrale della Stilcasa Volley Taviano ha sempre giocato nella regione natìa, la Puglia, disputando due campionati di A2 (Indeco Molfetta, 2003/2004 e Salento d'amare Taviano, 2005-2006) e cinque di B1 (tutti col Molfetta, dal 2000 al 2003, 2004-2005, 2006-2007).
Pavan a Spoleto01/07/2007

Pavan a Spoleto

Nuovo arrivo in casa spoletina. Vestirà, infatti, la maglia giallo-blu il centrale brasiliano con passaporto italiano Marco Pavan. Nato a Bento Goncalves nel 1982 e di origini venete, è cresciuto come atleta nelle fila del Bento Union Pack dove ha militato fino al 2005, anno in cui è sbarcato in Italia per vestire la maglia della Esse-ti Carilo Loreto con la quale ha partecipato ai play-off promozione di A2. L'anno scorso invece è stato arruolato dalla Prisma Taranto con la quale ha disputato il campionato di serie A1. 202 cm di altezza e gran forza fisica, Marco ha scelto Spoleto per poter mettere in evidenza tutte le sue qualità, in un campionato di A2 che mai come quest'anno si rivelerà dificile ed agguerrito. Anche per questo la scelta di Pavan non è stata casuale: gli addetti ai lavori, infatti, parlano di Marco come di un giocatore che mai si tira indietro di fronte al duro lavoro. Quello che serve in una squadra come quella che la società spoletina ed il tecnico Polidori stanno cercando di plasmare.
Lattanzi torna a Spoleto30/06/2007

Lattanzi torna a Spoleto

Rientro a Spoleto di uno spoletino d.o.c.: Niccolò Lattanzi (classe 1983 per 196 cm di altezza) farà parte della batteria degli schiacciatori della Monini Marconi nella prossima stagione. Reduce dalla straordinaria vittoria del campionato di B1 con la maglia dell'Avellino, Niccolò, tornerà a Spoleto dopo la parentesi di B1 della stagione 2002/2003 e dopo una serie di campionati di B1 proprio con la maglia della società campana e con quella dell'Iride Volley Mantova. "Rientro a Spoleto consapevole di poter migliorare e crescere sotto la guida di Fausto Polidori che conosco dai tempi della nazionale". Niccolò, infatti, ha fatto parte del gruppo della nazionale italiana pre-juniores ed ha partecipato a diversi collegiali con quella juniores. "So che ritroverò in squadra, poi, un compagno di nazionale (Cristian Vigilante) ed anche per questo, sono convinto che si riuscirà a lavorare bene conoscendo anche altri elementi della rosa ed il progetto della società". Uno spoletino di ritorno, quindi, che farà il paio con un altro che, invece, è stato riconfermato: Marco Corsetti. Classe 1984 e terza stagione in serie A2, Corsetti, continuerà a dare (società e tecnici ne sono convinti) quel contributo importantissimo che mai è mancato nelle passate stagioni ogni qual volta è stato chiamato in causa. Graditissimo rientro, anche per Francesco Tardioli (spoletino anche lui), che farà parte dello staff tecnico come vice di Polidori.
Ad Jesi Marcelle Mendes Rodrigues e Caroline De Oliveira Saad Gattaz29/06/2007

Ad Jesi Marcelle Mendes Rodrigues e Caroline De Oliveira Saad Gattaz

Due novità di mercato in casa Monte Schiavo Banca Marche . La Giannino Pieralisi Volley è lieta di annunciare l’ingaggio delle giocatrici brasiliane MARCELLE MENDES RODRIGUES e CAROLINE DE OLIVEIRA SAAD GATTAZ per la prossima stagione 2007/2008. Marcelle, nata a Lavras MG il 17/10/1976, alta 1.75 m, sarà la nuova regista della Monte Schiavo. Proviene dal RC Cannes con il quale la passata stagione ha vinto la Coppa di Francia. “Sono molto contenta di venire in Italia e a Jesi. Non vedo l’ra di difendere i colori della vostra città – ci ha detto al telefono, da San Paolo – finalmente ho questa opportunità di giocare nel campionato italiano e la voglio sfruttare al meglio. Ce la metterò tutta per fare bene nella mia nuova squadra”. Grazie ai pareri delle sue compagne di Nazionale che si trovano nel nostro Paese, Marcelle si è fatta un’idea precisa dell’A1 che l’attende. “Molte ragazze che sono state in Italia, mi hanno parlato del vostro campionato, un campionato di grande valore, in cui giocano atlete di altissimo livello”. Il sorteggio di Vienna ha inserito la Monte Schiavo nello stesso girone di Champions della sua ex squadra. “Sono rimasta sorpresa. Può essere un vantaggio conoscere lo stile di gioco del Cannes e del suo tecnico”. Marcelle si dice molto felice di trovare nella Monte Schiavo la sua connazionale Caroline Gattaz, con la quale ha condiviso l’esperienza della Nazionale. Nata il 27/01/1981, Caroline è alta 1.92 m e ricopre il ruolo di centrale. Proviene dal club di San Paolo, il Finasa Osasco e fa parte della Nazionale, con la quale è attualmente in ritiro e fuori dalla copertura telefonica.
Sigla.com - Internet Partner