Archivio Volley mercato

Gallotta in prestito da Roma a Corigliano23/06/2007

Gallotta in prestito da Roma a Corigliano

Cosimo Gallotta, lo schiacciatore di proprietà della M. Roma Volley e lo scorso anno impegnato con l’Itas Diatec Trentino, nella prossima stagione vestirà la maglia della neo promossa Famigliulo Corigliano. L’accordo tra le due società prevede il prestito di un anno ed è stato formalizzato nella mattinata di oggi. Cosimo Gallotta è nato il 25 maggio 1977 a Oliveto Citra (Sa). È cresciuto nelle giovanili del Battipaglia e, dal 1991, in quelle della Sisley. Nella stagione 1994/95 ha fatto il suo esordio in A1 con Treviso. Il suo primo match in Nazionale è datato 28 luglio 1999, in Ucraina – Italia 3-0. In carriera vanta: uno scudetto, una Coppa Campioni, una Supercoppa Europea, due Supercoppe Italiane, un Campionato di A2 e una Coppa Italia di A2.
Laura Nicolini resta a Piacenza23/06/2007

Laura Nicolini resta a Piacenza

Laura Nicolini è la prima giocatrice della Rebecchi Cariparma Piacenza ad aver firmato il contratto per la nuova RebecchiLupa, la squadra nata dalla unione delle due formazioni di punta del volley femminile piacentino. Centrale, nata a Soresina nel 1979 e alta 187 cm, Laura esordito in serie A2 nel 2000. Nel 2004/2005 è stata nella massima serie col Novara, e l’anno successivo è arrivata alla Rebecchi diventando una delle protagoniste della stagione di A2 culminata con la doppia vittoria in Coppa Italia e in Campionato. Per Laura questa sarà la terza stagione consecutiva nella River Volley. “Siamo molto contenti che Laura Nicolini giochi ancora per noi”, ha dichiarato il direttore sportivo Stefano Mazzari subito dopo la firma del contratto, “Laura ha ricevuto interessanti proposte da altre squadre, anche di serie A1, ma alla fine ha creduto nel nostro progetto”.
Novara: arrivano Paggi, Berg e Valeskinha. Rimangono Anzanello e Osmokrovic23/06/2007

Novara: arrivano Paggi, Berg e Valeskinha. Rimangono Anzanello e Osmokrovic

Conferenza stampa con sorpresa, arriva Paola Paggi. Il GM Massimo De Stefano presenta i nuovi acquisti della S'Orsola Asystel Novara: la palleggiatrice Lindsey Berg (ex Pesaro), la posto 4 Valeskinha (brasiliana, capitana della nazionale verdeoro) e la centrale Paola Paggi. Resteranno a Novara la capitana Nati Osmokrovic e Sara Anzanello. In forse la Spasojevic che preferirebbe giocare all'estero in un campionato più tranquillo. "Tutte le ragazze che hanno deciso di restare e quelle che sono arrivate o arriveranno a Novara hanno fatto delle rinunce ", esordisce così il GM Massimo De Stefano parlando della campagna acquisti. "Vogliamo giocatrici disposte a sostenere e a credere nel nostro progetto. Nati (la Osmokrovic ndr) e Sara (l'Anzanello ndr) ci credono e con loro la Berg, la Waleskinha e la Paggi ". Citata, l'ormai ex giocatrice di Bergamo fa il suo ingresso in sala stampa: "Dopo 5 anni a Bergamo era giusto cambiare – spiega la Paggi – Sono felice di essere qui a Novara". La Osmokrovic conferma: " Se ho scelto di rimanere a Novara il merito è soprattutto di Massimo De Stefano che ancora una volta sta allestendo una squadra molto competitiva e che punterà come sempre in alto". Conferma lo stesso De Stefano: " La grande maggioranza degli sponsor rimarrà perché vogliamo puntare ancora ad un campionato di vertice. Con S'Orsola, come ogni anno, ci parlerò a luglio e solo allora sapremo se resterà con noi. Io comunque sono fiducioso. Con Openjob dobbiamo ancora incontrarci, inoltre ci saranno probabilmente dei nuovi nomi che vi farò più avanti ". Capitolo allenatore, chi sostituirà Chiappini? "Per ora non posso farvi il nome – risponde De Stefano ai giornalisti -. Comunque è giusto precisare che Pedullà non è mai stato contattato da Novara. Pedullà ha un contratto con Sassuolo ". Partenze? "Per ora solo la Spasojevic ha chiesto di andare a giocare all'estero in un campionato meno stressante per prepararsi al meglio alle prossime olimpiadi di Pechino. Vedremo se la potremo accontentare ". Conferme? "Tutte le ragazze che hanno un contratto pluriennale con noi, la Barcellini, la Corbellini, la Ballarini, la Skowronska che probabilmente cambierà ruolo e la Popovic che ci ha promesso di tornare più forte di prima". Tai Aguero e Paola Cardullo che faranno? " Per ora stiamo ancora parlando con loro. Ma come per tutte il discorso rimane sempre lo stesso, chi vuole rimanere a Novara quest'anno deve fare delle rinunce". Lindsay Berg, la nuova palleggiatrice, ha voluto mandare un messaggio ai giornalisti, pur non essendo presente: " Ho atteso a lungo prima di firmare il contratto per l'anno prossimo sperando che Novara fosse interessata a me e sono felice di averlo fatto. Sono onorata di poter giocare per una squadra con la reputazione, la storia e il rispetto dell'Asystel. Ho avuto molte offerte, anche fuori dall'Italia, in cui l'ingaggio era maggiore, ma volevo prendermi la possibilità di giocare per un team come il vostro ". Appuntamento alla prossima conferenza stampa quando verranno annunciati i nomi del prossimo allenatore e di ulteriori nuovi acquisti.
Shumov a Taranto23/06/2007

Shumov a Taranto

E’ una Prisma davvero scatenata: dopo l’arrivo di Latelli, Rak e Idi la società di via Minniti impreziosisce la sua campagna acquisti con un altro grande colpo. Nel pomeriggio di oggi il D.S. Vito Primavera ha infatti definito l’acquisto del centrale Constantin Shumov. Il nazionale finlandese, che nell’ultima stagione ha militato nelle fila della Petrecca Isernia, ha firmato un contratto annuale ed assieme a Sime Vulin e Michal Rak va a completare il reparto dei centrali a disposizione di coach Di Pinto per il prossimo campionato. Constantin Shumov è alto 204 cm ed è nato a Mosca, in Russia, il 15/02/1985. Trasferito a Rovaniemi da bambino, Constantin ha preso anche cittadinanza finlandese e proprio con la casacca della Finlandia sta disputando la World League. Pur avendo soltanto 22 anni Shumov è considerato molto più di una promessa: dopo gli esordi con il Perungan Pojat Rovaniemi nel campionato finlandese, nella passata stagione il centrale è stato portato in Italia dalla Petrecca Isernia. Ottima la sua prima stagione nel campionato di A-2: 30 partite giocate (115 set) e 246 punti totali (una media di 8.2 ad incontro) che hanno contribuito alla tranquilla salvezza dei molisani (che hanno chiuso la regular season noni con 46 punti). Ritenuto dagli addetti ai lavori la grande sorpresa dell’ultima A-2, Shumov si sta confermando anche in World League, dove la Finlandia è impegnata nel Girone A con Canada Corea e Brasile. La nazionale scandinava, allenata da un italiano, Mauro Berruto, ha ormai ipotecato il secondo posto e Constantin Shumov si sta confermando uno dei migliori centrali della World League con 18 muri messi a segno e 0.6 punti a set, nono nella classifica individuale. Dopo l’ottima esperienza in A-2 e nella World League, per Shumov quella con la maglia della Prisma Taranto Volley si presenta come l’opportunità di imporsi nel campionato più difficile del mondo. Il Direttore Sportivo Vito Primavera mostra grande fiducia nei mezzi del finlandese: “E’ senz’altro un buon giocatore, forte in attacco e a muro e con grande fisicità. L’anno scorso ha saputo mettersi in evidenza con Isernia ma il campionato di A-1 è molto diverso da quello di A-2 e dovrà essere bravo ad ambientarsi subito. Di certo però con la Prisma Constantin Shumov avrà l’occasione di dimostrare tutto il suo valore”.
Viganò biennale a Busto23/06/2007

Viganò biennale a Busto

Nell'attesa dei primi nuovi acquisti (una straniera e un'italiana), per i quali le trattative procedono bene e potrebbero concludersi in tempi brevi, arriva oggi la conferma della capitana Natalia Viganò. La giocatrice di Borgomanero (NO) ha firmato un contratto biennale con la Yamamay Busto Arsizio, a seguito del rinnovo del prestito da parte della Sant'Orsola Asystel Novara. Viganò ha scelto di continuare la propria esperienza nella Futura Volley, società con la quale ha vissuto due stagioni esaltanti e che le ha manifestato sempre la massima fiducia (ripagata), investendola soprattutto del ruolo di capitano nel campionato appena concluso. Per la numero 2 biancorossa le stagioni disputate nella massima serie sono già tre, tutte con la maglia di Novara.
Ludovica Dalia confermata a Castellana Grotte23/06/2007

Ludovica Dalia confermata a Castellana Grotte

Altro tassello nella costruzione della Florens Castellana Grotte che parteciperà per il secondo anno di fila alla Findomestic Volley Cup serie A2 di pallavolo femminile. Dopo le conferme naturali del tecnico Donato Radogna e del capitano, la centrale Beatrice Zanotti, conferma anche per la palleggiatrice Ludovica Dalia. Classe 1984, la regista romana resta in casa Florens dopo la straordinaria stagione appena trascorsa che la ha consacrata “sorpresa” della pallavolo nazionale. “Ho voluto così ripagare la fiducia che una società seria come la Florens ha avuto in me l’anno scorso ‑ ha commentato Dalia - L’obiettivo per la prossima stagione, invece, è quello di riconfermare quanto di buono fatto e, se possibile, crescere insieme alla Florens. Magari giocando 35 partite su 30...” ha ironizzato la palleggiatrice laziale. La conferma di Dalia ha destato grande soddisfazione all’interno dell’ambiente Florens, considerando le numerose richieste ricevute dalla giocatrice in questa prima parte di mercato estivo. Dalia: “Le offerte ricevute mi hanno fatto un enorme piacere, ma ho scelto questa squadra proprio in virtù della fiducia ricevuta nella passata stagione. E anche perchè ho avvertito l’ambizione dei massimi dirigenti Florens di costruire qualcosa di importante in questa stagione che, per certi versi, è molto particolare considerando la riforma dei campionati”. Il patron della Florens Castellana, Paolo Minoia: “Siamo felicissimi di avere ancora con noi una giocatrice come Dalia, che nel corso della passata stagione ha dimostrato straordinario impegno e ottime qualità tecniche e caratteriali. Non era facile sopportare la tensione di dover disputare da titolare tutte le partite proprio nel campionato di esordio. Dalia lo ha fatto senza tremare e con una media di rendimento che ci ha davvero convinto”. Il direttore sportivo della Florens Castellana, Pino Dalena: “Salutiamo il rinnovo contrattuale con Ludovica Dalia, attendendo presto altre novità in sede di mercato, sia dal punto di vista delle conferme che da quello dei nuovi acquisti. Siamo in contatto con i maggiori procuratori: abbiamo intenzione di consegnare al tecnico Radogna una formazione che possa migliorare il risultato della passata stagione con tranquillità”.
Gatto e Campagnaro per Spoleto22/06/2007

Gatto e Campagnaro per Spoleto

"New entry" nel ruolo di libero. Michele Gatto vestirà la maglia giallo-blu di Spoleto. Classe 1976, Michele è un giocatore dalle grandi doti tecniche ed atletiche ben supportate da una notevole esperienza di gioco. Dopo sei anni di permanenza ad Isernia (3 stagioni di B1 ed altrettante in A2), dopo innumerevoli "scontri" da avversario, è ora arrivato il momento per lui di mettere a disposizione di Spoleto tutto il suo valore, felicissimo di approdare in quella città che da sempre lo ha attirato per la storia pallavolistica che rappresenta e per il calorosissimo pubblico al seguito. Classe 1983 e 202cm di altezza, Nicola Campagnaro, farà, invece, parte della batteria dei centrali spoletini. Scuola Sisley Treviso il giovane centrale ha disputato le ultime 4 stagioni in B1 tra Oderzo (3 campionati) e Trento con ottimi risultati. Nel suo curriculum anche presenze nelle nazionali italiane pre-juniores e juniores nonchè nella nazionale militare con la quale ha partecipato ai mondiali militari. Ritroverà, con suo grande piacere, il tecnico Polidori che lo aveva seguito in nazionale e che, sicuramente, lo farà crescere ulteriormente.
Mancini confermato a Pineto22/06/2007

Mancini confermato a Pineto

La Pallavolo Pineto comunica di aver confermato, con un contratto biennale, lo schiacciatore Marco Mancini, classe 1975, che si appresta ad iniziare con la preparazione ad agosto la sua quinta stagione consecutiva in maglia gialloblu. Per ufficializzare il suo primo lustro a Pineto al capitano di mille battaglie è bastata una trattativa di pochissimi minuti, terminata con una stretta di mano con il presidente Benigno D'Orazio, che è valsa più di tante parole. Mancini, con l'accordo fresco di firma, ha dichiarato: "Sono pronto per questa nuova avventura. Per assurdo sono molto più emozionato adesso, per questa conferma, rispetto al mio primo anno in gialloblu. Vedere tanta fiducia riposta su di me mi carica di responsabilità che sono ben lieto di assumermi". Sugli obiettivi della squadra, il capitano, contrariamente alla sua proverbiale scaramanzia, si è sbilanciato: "Vorrei ripetere i risultati della passata stagione, ovviamente scrivendo dei finali diversi, e per come si sta muovendo la società in questa fase del volley mercato", ha aggiunto Mancini, "penso che questa previsione potrà avverarsi in primavera". Dal canto suo il presidente Benigno D'Orazio si è dimostrato molto soddisfatto per il prolungamento del matrimonio con uno dei giocatori simbolo della sua gestione: "E' difficile trovare atleti così legati ad una bandiera in questo periodo, senza dubbio Marco (Mancini, ndr) lo è stato. So che ha ricevuto parecchie richieste da altre società molto ambiziose in categorie inferiori, ed il fatto che abbia scelto Pineto - sua città d'adozione - ci riempie d'orgoglio". Il presidente D'Orazio ha dedicato un pensiero particolare a Mancini: "E' un uomo prezioso in campo e fuori, impegnato in un lavoro oscuro di straordinaria utilità per la società e per la squadra che forse non traspare all'esterno. In una parola è il nostro capitano e continuerà ad esserlo".
Trimarchi a Catania22/06/2007

Trimarchi a Catania

Ancora un Catanese alla corte di Hugo Conte. La matricola etnea ha messo le mani sul forte “libero” Alessandro Trimarchi, dal 1999 ininterrottamente protagonista nella massima serie. Trimarchi e` nato a Catania il 24 agosto del 1972. In carriera ha disputato due finali scudetto nel ruolo di libero: nel 2000 con la maglia di Modena e nel 2005 con quella della Rpa Perugia guidata da Fefe` De Giorgi e Massimo Caponeri. Ha vestito le maglie di Trentino, Perugia, Latina, Roma, Modena, Trebaseleghe, Noventa, Verona, Montecchio Maggiore, Vicenza e Catania. A Trimarchi è bastato leggere il prefisso sul telefono per capire che la sua lunga carriera avrebbe fatto nuovamente tappa a Catania. Sono bastati un sms all’Amministratore Delegato Pagliara, la firma sul contratto e un appello che suona come una dichiarazione d’intenti: “Fammi venire a Catania, voglio giocare per la mia città”. Per lui è già pronta la maglia numero 7. Con il tassello del Libero prende corpo il sestetto che l’Argentino Conte avrà il compito di guidare in questo ritorno ai vertici del volley. La campagna acquisti, ovviamente, non è ancora finita e si cerca un palleggiatore sia sul mercato nazionale che su quello internazionale: “L’esperienza di Alessandro Trimarchi e la sua voglia di giocare a Catania” – ha commentato l’A.D. Pagliara – “ ci danno la certezza che il suo contributo sarà determinante nel corso della stagione, come lo è stato in tutti i sestetti di A1 nei quali Ale ha giocato gli ultimi otto anni. E’ un atleta serio, determinato e continuo, sempre fra i migliori nelle classifiche di rendimento e viene a Catania per giocare ancora molto e bene. Adesso dobbiamo trovare un palleggiatore all’altezza del compito. Che sia Italiano o straniero, poco importa: abbiamo bisogno di ragazzi motivati e decisi a far bene, quindi non ci intestardiremo in nessuna trattativa estenuante. Vogliamo dare a Conte quello che chiede, il resto verrà con il lavoro quotidiano e lo spirito di sacrificio”. Nei prossimi giorni la società indirà una conferenza stampa per presentare il main sponsor della stagione 2007/2008.
Canella a Bassano22/06/2007

Canella a Bassano

In casa Fiorese Spa Bassano continua la politica della linea verde con l’arrivo in giallorosso di un altro giovane decisamente interessante: si chiama Fabio Canella, laterale, classe ’85, 190 cm di altezza e un bel po’ di esperienza tra serie B2 e serie C, dopo essere cresciuto nelle giovanili del Fano, del Falconara e del Petrarca Padova, società in cui ha iniziato a muovere i primi passi di pallavolista. Reduce da due stagioni nel Vergati Sarmeola Padova, l’ultima in B2 e la precedente in serie C condita da una bella promozione, Fabio Canella approda così all’età di 21 anni alla sua prima esperienza nel mondo del professionismo tra le fila di un Fiorese che sino a qualche mese fa seguiva solo da lontano nella sua avventura play off. “Ho seguito soprattutto i play off dei giallorossi, di cui ho visto anche le partite trasmesse in Tv” dichiara entusiasta il giovane martello padovano “e adesso mi sembra incredibile far parte di questo gruppo. Ho visto delle partite bellissime e mi piaceva molto il gioco espresso dalla squadra, mentre nelle partite in casa ho visto che avete davvero un pubblico straordinario, sarà emozionante scendere in campo al PalaBassano. Per me questa chiamata rappresenta l’opportunità unica in cui ho sempre sperato: voglio dimostrare di poter giocare a questi livelli e cercherò di raccogliere il massimo da questa esperienza per il mio futuro. Ho già avuto contatti col gruppo perchè mi sono allenato coi ragazzi e così ho conosciuto anche Valdo e Dalla Fina: il primo impatto è stato molto positivo, ho trovato una società professionale e ben organizzata, mentre il clima in campo in questi primi allenamenti mi è sembrato davvero ottimo, sembrano tutti ragazzi eccezionali. Insomma, ci sono tutti i presupposti per fare bene, adesso tocca a me dimostrare di valere questa chiamata: darò il massimo perchè è un’opportunità unica”. Nei primi allenamenti con la squadra Canella ha colpito mister Valdo, oltre che per le doti tecniche, anche per l’incredibile voglia di far parte del gruppo e per l’impegno dimostrato in queste prime sedute: giocatore molto tecnico e forte fisicamente, Canella compensa una statura non eccelsa con un’elevazione notevole. Una pedina importante nello scacchiere di mister Valdo che ora attende gli annunciati colpi di mercato nei ruoli più delicati: per il ruolo di prima banda è ormai questione di giorni se non di ore e la tifoseria potrà finalmente conoscere il nome del martello che prenderà il posto di Desiderio. FABIO CANELLA, 20/12/1985, PADOVA, Laterale, 190 cm Carriera: 06-07 Vergati Sarmeola Padova (B2) 05-06 Vergati Sarmeola Padova (C) 04-05 Virtus Fano 03-04 Giovanili Fano 02-03 Giovanili Falconara 98-02 Giovanili Petrarca Padova
Paolucci a Castellana Grotte21/06/2007

Paolucci a Castellana Grotte

La soddisfazione del Presidente Miccolis e del vice presidente Giannuzzi si apre un sorriso, anzi due: "Paolucci è il giocatore con le caratteristiche che cercavamo. Il giocatore possiede grande pulizia e precisione nel tocco oltre ad una grande disponibilità e dedizione al lavoro unite a grande esperienza. La società è davvero lieta che abbia accettato la nostra proposta di collaborazione." Adriano Paolucci è nato a Roma l'11 febbraio1979 ed è cresciuto pallavolisticamente nella capitale. Proprio nella Piaggio Roma come secondo di Tofoli ha vinto il campionato e la Coppa Cev nel 2000. Nel 2002 il trasferimento prima a Verona e poi a Crema. L'anno successivo scende in Puglia con Taviano dove resta per tre anni vincendo da grande protagonista la Coppa Italia di A2 nel 2006. Nell'ultima stagione ha giocato a Spoleto Si apre dunque con un grande colpo il mercato della Mater che continua a lavorare nell'ombra per allestire il nuovo organico per la prossima stagione. Nei prossimi giorni si attendono nuove ed interessanti notizie che riguarderanno in primis la guida tecnica. LA SCHEDA DI PAOLUCCI Roma, 11.02.1979, palleggiatore 1997/2001 PIAGGIO ROMA 2002/2003 CANADIENS VERONA (passato alla SAMGAS CREMA a dicembre) 2003/2006 SALENTO D'AMARE TAVIANO 2006/2007 MONINI SPOLETO 2007/2008 MATERDOMINI VOLLEY.IT
Falaschi a Spoleto21/06/2007

Falaschi a Spoleto

Sarà Marco Falaschi il nuovo alzatore della Monini Marconi M.M. Spoleto per la stagione agonistica 2007/2008. Nato a Pisa, classe 1987 per 186 cm di altezza, il giovane palleggiatore è reduce da una stagione nella formazione della Codyeco Lupi Santa Croce (alle spalle di Torre), nella quale, ogni volta che è stato chiamato in causa, ha dimostrato tutte le sue doti tecniche e di personalità. A dispetto della sua la giovane età (20 anni), comunque, quella dello scorso campionato non è stata la prima apparizione nella pallavolo di livello: già sono due, infatti, le stagioni nella rosa di serie A2 di Santa Croce ed altrettanti, i campionati disputati da titolare in B2 a Pescia nella stagione 2004/2005 e a Massa (B1) in quella 2005/2006 e senza dimenticare la costante presenza nel giro della nazionale italiana juniores. Giovane, serio, grintoso e motivato, Marco ha tutte le carte in regola per ben figurare in A2 sotto la guida del tecnico Polidori (una garanzia per la sua crescita). Ed è stata proprio la presenza del "professore" a far prendere la decisione finale al ragazzo che ha visto in Spoleto il giusto trampolino di lancio per una carriera da professionista. Contattato telefonicamente, Marco, si è detto fortemente motivato a sfruttare la possibilità che la Monini Marconi gli sta dando per mostrare il proprio valore e nello stesso tempo ha espresso la propria contentezza nel poter giocare in una piazza come Spoleto e di fronte ad un pubblico e ad un gruppo di tifosi che nelle due partite contro Santa Croce della scorsa stagione ha già lasciato il segno, impressionandolo molto favorevolmente.
Sigla.com - Internet Partner