Archivio Volley mercato

Chocholak a Taviano20/06/2007

Chocholak a Taviano

Prende forma la nuova Salento d'amare Taviano di coach Massimo Dagioni. Dalla Monini Spoleto arriva il gigante slovacco Gabriel Chocholak, schiacciatore di 203 centimetri. E' nato a Snina il 22 aprile 1978 e si presenta nel Salento con le credenziali giuste per fare bene. Supportato da un curriculum che oltre ad evidenziarne le innate doti di ottimo schiacciatore, Chocholak figura ai primissimi posti tra i bomber della cadetteria nelle classifiche cumulative degli ultimi anni, con una media punto per partita praticamente da podio. Sempre con il numero 10 sulle spalle, negli ultimi otto anni (da quando cioè è sbarcato in Italia a partire dalla stagione 1999/2000 dopo aver vinto gli ultimi due scudetti nel massimo torneo del suo paese) ha vestito le maglie di Cagliari (in A2 fino al 2001), poi quella di Forlì (sempre nella cadetteria per tre tornei, dal 2001/2002 al 2003/2004), quella dell'Itas Trentino, approdando alla prima serie nazionale (2004-2005) per poi accasarsi di nuovo in A2, prima a Loreto (2005/2006) e quindi a Spoleto (lo scorso anno).
Kovacevik e Serafini a Perugia20/06/2007

Kovacevik e Serafini a Perugia

Va avanti di due in due la campagna acquisti della RPA-LuigiBacchi.it e dopo la conferma di Vujevic e Di Franco arrivano due new entry: lo schiacciatore-ricevitore Nikola Kovacevic ed il palleggiatore Simone Serafini. Kovacevic, promessa del volley serbo, sta attualmente disputando la World League. Nato il 14 febbraio del 1983 a Sarajevo, Perugia sarà la prima squadra italiana (lo scorso anno era in Grecia) della sua carriera. E come sottolinea il presidente Claudio Sciurpa: "E' un grande campione, lo tenevano d'occhio diverse squadre, in Italia come in Europa ma l'abbiamo blindato con un contratto triennale. Farà parte degli schiacciatori che Dall'Olio avrà a disposizione, ma il lavoro mio e della Società continua incessantemente". E con Goran Vujevic come guida non farà di certo fatica ad ambientarsi nel capoluogo umbro. Il secondo nome è invece quello di Simone Serafini, palleggiatore d'esperienza (romano, classe '75) che andrà a sostituire Luca Bucaioni, mandato a farsi le ossa in A2. Serafini, lo scorso anno a Genova (B1), nella sua carriera ha giocato anche a Latina e Vibo Valentia, quest'ultima insieme a Sottile, che ritroverà a Perugia.
Borgogno e Agostinetto a Pavia20/06/2007

Borgogno e Agostinetto a Pavia

Sono stati definiti ieri i primi due acquisti per la prossima stagione sportiva. Si tratta di Marta Agostinetto, proveniente da S.Donà di Piave e Chiara Borgogno forte centrale nell'ultima stagione in quel di Reggio Emilia. " Marta Agostinetto era seguita dalla nostra società già da un paio di anni -dichiara il GM Poma- e sono convinto dellà bontà dell'atleta, esordiente in serie A ma con tanta voglia di mettersi in discussione in un campionato tutto nuovo per lei" Continua la vostra politica rivolta ai giovani talenti quindi? " Si certamente, Dora Horvath ne è l'esempio migliore! Nessuno la conosceva all'inzio dell'anno, alla fine la conoscono tutti.Voglio ricordare che Dora è risultata in assoluto la miglior realizzatrice negli incontri di play off disputati quest'anno (31 punti gara 2 contro Roma) e questo, se mi consentite, per una ragazza di appena 18 anni, al primo anno in Italia, non è poco. Per quel che riguarda Marta non voglio assolutamente sbilanciarmi ma credo che dimostrerà a tutti che in Italia ci sono giovani che meritano fiducia e che bisogna aver il coraggio di far giocare!" E di Borgogno cosa ci dice? " Chiara è una ragazza splendida e solare. Ha vissuto un anno travagliato con la retrocessione in quel di Reggio ma, grazie anche a Brancato che l'ha sempre seguita al meglio, non ha perso le sue capacità tecniche. Dovrà sostituire la neo sposa Pellecchia e il suo non sarà un compito facile ma sono convinto che presto entrarà nel cuore dei nostri tifosi. E' caratterialmente un'entusiasta e quindi sicuramente vorrà dimostrare a tutti le sue potenzialità Voglio inoltre sottolineare che questi due acquisti sono stati voluti fortemente anche dal nuovo coach Milano, che ha sposato la filosofia della nostra società". Avete in essere nuove trattative? " Assolutamente si ma bisogna anche chiarire che la nostra società non è disponibile a fare corse al rialzo con nessuno e che sicuramente verranno privilegiate nelle scelte quelle giocatrici che per caratteristiche sia tecniche che umane sappiano sposare la filosofia della società". Un'ultima domanda: ma non vi hanno chiesto la possibilità di cessione dei diritti sportivi quest'anno? "Purtoppo la richiesta ci è arrivata ma ovviamente, come mai abbiamo acquisito diritti sportivi mai li cederemo. Uno dei problemi di questo sport è forse l'acquisto e la cessione dei diritti sportivi perchè, a mio parere, fa si che non esista sul territorio una continuità e quindi una vera radice sportiva con il conseguente disinteresse da parte dei tifosi che, alla lunga, non hanno certezze sull'anno che verrà. Noi quest'anno, in occasione di gara 2 con Roma , abbiamo avuto più di 2000 tifosi presenti e durante l'anno sportivo una media di circa 1000 spettatori a partita. Non sono grandi numeri ma neppure piccoli e questo è dovuto al fatto che da 12 anni siamo qui, prima a Villanterio e poi a Pavia. I tifosi sono un'arma importante per poter fare emergere definitivamente il nostro sport che più di una volta ha dimostarto, dal proprio interno, poca serietà e lungimiranza".
A Vibo riconfermati Ferraro e Polidori20/06/2007

A Vibo riconfermati Ferraro e Polidori

Dopo la conferma del palleggiatore Raphael, la società del Presidente Callipo ufficializza anche quella del libero Totò Ferraro e del centrale Giovanni Polidori. Totò Ferraro, bandiera storica della Volley Tonno Callipo, per la undicesima stagione consecutiva legherà il suo nome a quello della società giallo-rossa, indossando la maglia del libero anche per il campionato di A2 2007/2008. Totò, raggiunto telefonicamente, ha dichiarato: “Sono felice di poter ancora far parte del team del Presidente Callipo. Continuerò a dimostrare il mio grande attaccamento alla maglia giallo-rossa, maturato in tanti anni di collaborazione con questa società, con la quale ho avuto l’onore di condividere importanti traguardi. Sono molto motivato e, confidando nel sostegno e nel calore degli splendidi tifosi calabresi, sono certo che disputeremo un campionato esaltante”. Anche il centrale Giovanni Polidori si è dichiarato molto entusiasta di poter giocare ancora per la Volley Tonno Callipo, affermando di voler ripagare, con il massimo impegno e serietà, la fiducia che la società e l’allenatore stanno riponendo in lui. “Non mancherò”, dichiara, “di dare il mio contributo per il raggiungimento di nuovi e prestigiosi obiettivi”. Al momento dunque la rosa della Tonno Callipo risulta così composta: Totò Ferraro - libero, Raphael Oliveira - palleggiatore, Giovanni Polidori e Vito Insalata – Centrali, Lucio Antonio Oro - opposto.
Scarduzio è l'allenatore della Tiscali Cagliari19/06/2007

Scarduzio è l'allenatore della Tiscali Cagliari

Sarà Pietro Scarduzio il nuovo allenatore della Tiscali Cagliari. Questa la prima certezza del futuro della società, tutto il resto rimane avvolto ancora nel mistero. Così la squadra cagliaritana inizia ad acquistare una forma e lo fa a cominciare dal nome più importante: quello del coach. Il parmigiano Scarduzio classe 1967, torna in Italia dopo due anni passati alla guida della Hypo Tirol Innsbruck in Austria, serie A e vanta un curriculum di tutto rispetto. Due promozioni nella massima serie con il Parma e con il Verona. Nel mondo dalla serie A2 dal 1996 con l’allora Cariparma, squadra che l’anno seguente, grazie a lui, salirà in A1. In seguito si trasferisce a Grottazzolina fino al 2001. Sfiora anche stavolta la promozione e diventa l’idolo di un piccolo paese. Quindi è a Verona e ancora una volta Scarduzio conquista l’ A1. Dal 2003 al 2004 è a Forlì. Nel 2004-2005 di nuovo a Grottazzolina e poi l’avventura austriaca. Ora ha deciso di ritornare in Italia e sceglie proprio la Sardegna. “Vengo volentieri in Sardegna –dichiara il tecnico parmigiano- tutti mi parlano molto bene della città e dell’ambiente. C’è la volontà di fare una squadra competitiva. La formazione è tutta da rifare –continua il coach- bisogna trovare un degno sostituto di Barbareschi, la sua assenza peserà dal punto di vista tecnico e morale. Conto di arrivare a Cagliari la prima settimana di luglio –conclude Scarduzio- per conoscere i dirigenti e il secondo allenatore Cabras. Gli allenamenti cominceranno tra il 10 e il 16 agosto”. Il campionato di quest’anno si differenzierà per due motivi: rientreranno nei play off le prime nove squadre, la prima classificata sale direttamente, mentre retrocederanno le ultime cinque. La Tiscali Cagliari è tutta da ricostruire, nei prossimi giorni si saprà qualcosa di più, ma l’importante è essere iscritti al campionato di A2.
Gianluca Durante a Loreto19/06/2007

Gianluca Durante a Loreto

La Esse-ti Carilo Loreto ufficializza l’acquisto dello schiacciatore-ricevitore Gianluca Durante. Dopo una stagione trascorsa a Modugno-Noicattaro, il giocatore classe 1976 ritorna a vestire la maglia bianco-blù di Loreto con la quale è stato protagonista per tre stagioni dal 2003 al 2006. Per lo schiacciatore nato a Nardò (LE) la firma di un contratto biennale lo legherà per due stagioni alla Esse-ti Carilo Loreto. La carriera in A2 di Gianluca Durante inizia nel 1996 con la Via Montenapoleone Cutrofiano per poi cominciare a girare per l’Italia giocando in squadre come la Copra di Piacenza (2000), Santa Croce (2001) e Vibo Valentia (con la quale ha vinto la Coppa Italia di A2 nel 2003).Nella 2003 l’arrivo per tre stagioni a Loreto per poi giocare nel campionato appena concluso nelle file della Modugno-Noicattaro. “Sono molto contento di ritornare a giocare nella Esse-ti Carilo Loreto – dichiara Gianluca Durante – conosco molto bene questo ambiente e questa società e sono sicuro che potrò contribuire positivamente al raggiungimento degli obbiettivi che la dirigenza si è preposta di ottenere nei prossimi anni. Quando mi è stato chiesto di tornare qui a Loreto non ho avuto dubbi a farlo e il contratto di due anni che ho firmato è una dimostrazione che condivido pienamente il progetto e le ambizioni di questa società”. La scheda: Gianluca Durante Nato a Nardò (LE) il 28/08/1976 1996-1998 Via Montenap. Cutrofiano A2 1998-1999 Caffè Ninfole Taranto A2 1999-2000 Pallavolo Cutrofiano A2 2000-2001 Copra Piacenza A2 2001-2002 Codyeco Lupi Santa Croce A2 2002-2003 Callipo Vibo Valentia A2 2003-2006 Esse-ti Carilo Loreto A2 2006-2007 Pallavolo Modugno-Noicattaro A2 2007-2008 Esse-ti Carilo Loreto
Martina Boscoscuro alla Rebecchi Piacenza19/06/2007

Martina Boscoscuro alla Rebecchi Piacenza

E’ il libero Martina Boscoscuro il primo acquisto della nuova Rebecchi-Lupa. Nata a San Donà di Piave nel 1988 e alta 165 cm, Martina inizia l’attività agonistica nelle squadre di San Donà, partendo dai tornei giovanili e arrivando al campionato di B1 nel 2004. Nel 2005 passa al Magic Pack Cremona, in serie A2, e a fine stagione viene convocata nella Nazionale Juniores con la quale vince il Campionato Europeo giocando da titolare tutte le partite. L’anno successivo è in A1 con il Megius Volley Padova, con il quale ha appena concluso la presente stagione. Raggiungerà la Rebecchi-Lupa nei prossimi giorni, non appena terminati gli importanti impegni scolastici: Martina sta infatti sostenendo ora gli Esami di Maturità.
Cosimo Gallotta a Corigliano19/06/2007

Cosimo Gallotta a Corigliano

E’ lo schiacciatore Cosimo Gallotta il secondo colpo di mercato della Volley Corigliano in vista del prossimo campionato di Serie A1. Dopo aver ingaggiato nei giorni scorsi il centrale Manuele Ravellino, la Società calabrese è riuscita nelle ultime ore ad assicurarsi anche le prestazioni del forte schiacciatore classe 1977 (alto 195 cm) originario di Oliveto Citra (Sa). Gallotta nella scorsa stagione ha militato tra le fila della Itas Diatec Trentino, disputando un buon campionato da protagonista (chiuso poi a centro classifica) visto che coach Lattari l'ha sempre schierato nel “sette” iniziale. Pallavolisticamente Gallotta cresce nelle giovanili del Battipaglia ma poi, nel 1991, si trasferisce a Treviso con la Sisley. Qui si può dire avvenga la sua definitiva maturazione come atleta. Nel 1994-95, per due stagioni, Treviso lo porta in prima squadra a fare esperienza. Dalla stagione 1996-97 per Gallotta inizia un vero valzer di maglie: ne indossa dieci in 12 stagioni, con l’unica eccezione per Cuneo, dove milita dal 1998 al 2000 e nella stagione 2002-03. Dopo Treviso va alla Com Cavi Napoli e poi al Bologna. Nel periodo citato gioca dieci campionati su dodici in A1: fa eccezione il biennio 2000-02, che lo vede in scena rispettivamente a Loreto a Piacenza in Serie A2. Prima dell’ultima esperienza a Trento, gioca a Cagliari, Gioia del Colle, Parma e Padova. Nel 1999 in Ucraina esordisce in Nazionale e nello stesso anno con il Cuneo vince la Supercoppa Italiana. In precedenza per lui erano già arrivati una Coppa Campioni, una Supercoppa europea e uno Scudetto con Treviso. Vero e proprio “en plein” di successi per lui nel 2002 a Piacenza, dove vince il Campionato di A2, la Coppa Italia di A2 e la Supercoppa Italiana.
Catania: resta Martinengo, arriva Desiderio19/06/2007

Catania: resta Martinengo, arriva Desiderio

Dopo la quasi ufficializzazione dell’arrivo di Stefano Moro da Bassano del Grappa, per la Pallavolo Catania è l’ora della conferma di un altro opposto: Claudio Martinengo, classe 1979, catanese già in forza alla squadra del Presidente Gitto, è stata la bocca di fuoco del sodalizio etneo e uno degli artefici della cavalcata verso i play off nello scorso campionato di serie B con una stratosferica media punti. L’atleta di casa ha rinnovato il contratto, firmando un biennale. La seconda ufficializzazione della giornata ha sempre sangue catanese nelle vene: si tratta di Daniele Desiderio, schiacciatore, anche lui classe 1979, che torna a casa dopo 15 anni di “esilio” fra l’Italia e la Spagna: Parma, Ferrara, Treviso, Almeria, Padova, Verona, Bassano. Il “martello” etneo ha fatto una scelta di vita, come testimoniato dalla firma di un contratto per due stagioni, convinto dalla bontà del progetto e dalla voglia di difendere i colori della propria città, nonostante fosse richiesto da altre prestigiose società. Daniele ha esordito in serie A1 a soli 16 anni e ha vinto la Coppa Campioni a 21. Nel suo palmares figurano poi anche due scudetti, due coppe Cev, un Europeo e un Mondiale con la nazionale pre-juniores. “Tornare a Catania è un sogno, ma non è solo la mozione degli affetti che mi ha convinto. C’è un progetto serio, una squadra competitiva che prende corpo e potrà farsi valere in seconda serie. A questo punto fare la valigia e tornare a casa è più semplice, con l’orgoglio e l’auspicio di poter contribuire al rilancio definitivo del volley etneo”. Il Presidente Gitto, ancora immerso nelle trattative per completare l’organico, non nasconde la propria soddisfazione: “La conferma di Martinengo è il segnale di continuità con la stagione appena conclusa e la volontà della nostra società di continuare a valorizzare i giovani leoni della pallavolo etnea, costretti per troppo tempo, a causa dell’assenza di squadre di vertice, a emigrare altrove. Moro e Martinengo coprono egregiamente il ruolo di opposto, Desiderio non ha bisogno di presentazioni e ci fa fare quel salto di qualità di cui abbiamo bisogno, senza dimenticare che ha ancora 25 anni, pur avendo vinto già moltissimo. Adesso bisogna lavorare sodo per puntellare ulteriormente la Rosa anche negli altri ruoli e, chissà, magari riuscendo a mettere la ciliegina sulla torta del “progetto catanesità” della Pallavolo Catania…”. L’obiettivo numero uno diventa, dunque, il talentuoso palleggiatore del Treviso Davide Saitta, nazionale juniores: il catanesissimo “Saio” come è stato soprannominato dai competenti supporters trevigiani, ha soltanto vent’anni, ma viene considerata la grande promessa della pallavolo tricolore. E Catania continua a puntare forte sui Catanesi…
Pujol contratto quadriennale con Treviso19/06/2007

Pujol contratto quadriennale con Treviso

Sarà il francese Pierre Pujol il nuovo palleggiatore della Sisley Volley, con cui ha sottoscritto un contratto su base quadriennale. Attualmente, Pujol è impegnato con la Francia nella World League, in cui affronta l’Italia nel girone eliminatorio: si aggregherà alla Sisley Volley al termine dei Campionati Europei. Pujol, palleggiatore di 1.90 per 84 kg, titolare della nazionale transalpina, a nemmeno 23 anni è uno dei giovani più talentuosi al mondo nel suo ruolo, affermatosi negli ultimi anni anche sulla scena internazionale per la grande visione di gioco e l’estro che si combinano con spiccate doti atletiche ed un servizio spesso pungente. Nato il 13 luglio del 1984 a Bordeaux, si avvicina al volley da giovanissimo, facendosi le ossa nel settore giovanile della squadra della città natale. Dal 2003 è al Poitiers, una delle squadre più presitgiose del panorama francese, con cui compie la “scalata” alle prime posizioni di classifica: dal 5° posto della stagione 2003-04, in cui viene eletto miglior giovane del campionato, alla finalissima per il titolo dell’ultima annata, nella serie persa 0-2 contro il Paris. Parallelamente, sempre con la maglia bianconera del Poitiers, Pujol intraprende il cammino nelle competizioni europee: lo scorso anno in Coppa Cev arriva fino alle Final Four a Novj Urengoji, dove il Poitiers viene eliminato in semifinale dalla Copra Piacenza. Negli ultimi anni, Pierre Pujol ha bruciato le tappe anche con la maglia della nazionale transalpina: eletto miglior giovane nel 2002 ai Campionati Europei Juniores, attualmente vanta 80 presenze con la Nazionale maggiore di cui è stato titolare ai recenti Mondiali nipponici. Con la sua regia, la Francia ha dapprima passato il girone eliminatorio alle spalle del Brasile, chiudendo la rassegna al 6° posto. Single, Pierre Pujol nella vita di tutti i giorni non si stacca mai dal suo Ipod, gli piace praticare il surf nel tempo libero e, tra gli altri sport, lo affascina il badminton.
La serba Jovana Brakocevic a Conegliano19/06/2007

La serba Jovana Brakocevic a Conegliano

Dopo lunghi colloqui con l’atleta e la famiglia la Spes Volley Zoppas Industries Conegliano ha raggiunto l’accordo per Jovana Brakocevic atleta di origine Serba nella rosa della Nazionale della Serbia-Montenegro ai Mondiali 2006 in Giappone. Le difficoltà erano legate solamente alla società di provenienza – afferma il Presidente Giovanni Lucchetta - che dovendo disputare la Champions League l’anno prossimo ha cercato di trattenere l’atleta ancora per una stagione. La Spes seguiva Jovana da tre anni - continua il Presidente - ritenendola una delle atlete che tra qualche anno potranno essere tra le più forti al mondo. La concorrenza di molte società italiane, soprattutto di serie A1, è stata vinta soprattutto grazie agli ottimi rapporti che l’allenatore della prima squadra del Conegliano Mario Martinez e i dirigenti hanno saputo instaurare con la ragazza e la famiglia in questi tre anni. L’accordo economico è stato raggiunto molto facilmente ed è stato sottoscritto per una durata di 2+2 anni. L’unica richiesta specifica di Jovana è stata quella di avere una squadra competitiva per vincere. Brakocevic sarà in visita a Conegliano nel mese di luglio e dopo aver partecipato ai Campionati Europei con la sua Nazionale si unirà alla Zoppas Conegliano prima dell’inizio del Campionato previsto per il 7 ottobre. Jovana Brakocevic Data di nascita: 05.03.1988 Luogo di nascita: Zrenjanin (Serbia) Altezza: 196 cm Ruolo: Opposto Numero maglia: 2 Club precedente: Poštar - Belgrado Partecipazioni: Mondiali Giappone 2006 (III° posto)
Dario Simoni è il 2° allenatore di Roma18/06/2007

Dario Simoni è il 2° allenatore di Roma

Dario Simoni, bresciano di trentasette anni, sarà il secondo allenatore della M. Roma Volley. Prende il posto di Roberto Fant che, dalla prossima stagione, allenerà la Reima Crema, nel campionato di A2, società dalla quale, come è noto, l’anno scorso Massimo Mezzaroma ha rilevato il titolo sportivo per poter riportare il volley nella Capitale. Simoni, che ha allenato tra l’altro l’Acqua Paradiso Montichiari, oltre che l’Ospitaletto e l’anno scorso il Bassano del Grappa, ha incontrato questa mattina il presidente della M. Roma Volley e ha raggiunto l’accordo economico con la società, per cui dalle prossime settimane si metterà a disposizione di Serniotti. «Mi affascinava l’idea di conoscere Roma. Qui - ha detto – non sono mai venuto, mi è bastato poco per capire che la grandezza della città, i risultati conquistai l’anno scorso dalla pallavolo, la possibilità di poter lavorare con atleti di primissimo livello, saranno lo stimolo giusto per il massimo impegno. Non potevo dire di no a questa, che considero, una grandissima occasione e cono confortato dal fatto che nella M. Roma Volley ritroverò due bresciani doc: Savani e Molteni».
Sigla.com - Internet Partner