Archivio Volley mercato

Sborgia e Russo confermati a Pineto13/06/2007

Sborgia e Russo confermati a Pineto

La Pallavolo Pineto comunica di aver confermato per la prossima stagione i due centrali Emanuele Sborgia e Massimiliano Russo , già portacolori dei gialloblu nella scorsa annata. I due riformeranno una coppia che nelle statistiche è sempre stata ai primi posti. Con questa mossa la società del presidente Benigno D'Orazio conferma l'intenzione di mantenere il telaio del torneo appena conclusosi, irrobustendolo con acquisti mirati per ben figurare anche nel prossimo, difficilissimo campionato. Sborgia , che si appresta a cominciare la sua terza annata a Pineto, si è dichiarato molto soddisfatto dell'ulteriore allungamento del suo rapporto con il sodalizio gialloblu: "Per un abruzzese come me, giocare con la maglia del Pineto è uno stimolo in più a far bene". Sul suo compagno di reparto Sborgia spende parole di elogio: "Max (Russo, ndr) è un punto di riferimento per me, un atleta in grado di fungere da esempio per qualsiasi giocatore ed al tempo stesso di aiutare i suoi compagni a crescere partita dopo partita con i suoi suggerimenti dettati da una grande esperienza e da un eccellente bagaglio tecnico". Max Russo sorride a sentire le parole di Sborgia ed aggiunge: "Sono felice di poter rimanere a Pineto. Credo molto nel progetto messo in campo dalla società e sono ancor più contento di poter avere in diagonale con me un ragazzo come Emanuele Sborgia. La continuità in serie A2 è un valore in più che dovremo esser bravi a sfruttare". Soddisfatto ovviamente l'allenatore Lele Fracascia : "Russo e Sborgia hanno rappresentato un punto fermo della passata stagione e lo saranno anche nel campionato 2007/08. Questi due tasselli vanno ad impreziosire il mosaico che stiamo cercando di comporre in perfetto accordo con la società". Dal punto di vista tecnico Fracascia commenta il rinnovo dei due centrali con una battuta: "Il fatto di averli voluti nuovamente in gialloblu penso valga come pubblico attestato di stima nei confronti di due giocatori che hanno dato tanto alla Pallavolo Pineto ed hanno gli stimoli giusti per render ancor di più".
Il mercato di Isernia12/06/2007

Il mercato di Isernia

Con l’annuncio ufficiale dato ieri dalla Bre Banca Lanutti Cuneo del ritorno “a casa” di Mattia Rosso si infrangono le speranze della società e del popolo biancoazzurro di poter applaudire al PalaFraraccio per un’altra stagione il giovane schiacciatore piemontese. La società della Fenice interpretando il pensiero di un’intera città coglie l’occasione per ringraziare Mattia Rosso per quanto ha dato alla pallavolo isernina, per tutte le emozioni e le trepidazioni vissute insieme in due stagioni da incorniciare e augura al beniamino del pubblico pentro le più grandi soddisfazioni in campo e fuori dal rettangolo di gioco. Tuttavia, la notizia dell’interesse verso l’opposto pentro della Bre Banca - società di appartenenza di Mattia Rosso - era nell’aria già da qualche tempo e, pertanto, la dirigenza di Corso Risorgimento non si è fatta trovare impreparata, anzi, sull’agenda del ds Vitullo sono appuntati diversi nomi: l’intento è quello di sostituire Rosso con un opposto italiano (si punta a Gianluca Nuzzo o Sandro Fabbiani, legato, tuttavia, da un altro anno di contratto alla Codyeco S. Croce), ma se l’operazione “made in Italy” non dovesse andare in porto, con molta probabilità, si convergerà su uno schiacciatore di posto due straniero, ma d’esperienza, con almeno un campionato italiano alle spalle. Chocholak è in testa alla lista delle preferenze seguito dall’ex Cagliari Hector Soto e dal brasiliano Leo Rodrigues, anche se la piazza chiede Stephen Shittu! Sul fronte riconferme, invece, quattro gli atleti ritenuti da bloccare: lo schiacciatore Argilagos, il regista Scappaticcio e i centrali Shumov (anche quest’ultimo inseguito da Cuneo) e Di Marco. La Fenice Volley Isernia spera in un sì di tutti e quattro gli atleti per poter scegliere quanto prima gli altri tasselli mancanti per la prossima stagione.
Francesca Ferretti a Pesaro12/06/2007

Francesca Ferretti a Pesaro

La Scavolini ha scelto la sua nuova palleggiatrice: è l’azzurra Francesca Ferretti, classe 1984, 1.80, cresciuta nel Giovolley Reggio Emilia e nel Club Italia, per poi affermarsi, dopo una stagione da seconda alla Despar Perugia, a Chieri (vinto il campionato di A2 del 2003 proprio davanti alla Robursport), Modena (semifinali play-off l’anno successivo) e di nuovo Chieri. Con la nazionale ha disputato il Torneo di Montreux 2003 e giocato l’intera stagione 2004, quando le azzurre hanno vinto per la prima volta il Torneo di Montreux e si sono piazzate al quinto posto alle Olimpiadi. Un infortunio al ginocchio le ha fatto saltare il campionato 2005/2006. E’ tornata alla guida della Big Mat Chieri nella scorsa stagione, contribuendo alla rimonta che ha portato la squadra piemontese a piazzarsi sesta al termine della regular season e a dare filo da torcere alla Scavolini nel primo turno dei play-off. E’ stata appena convocata per il primo collegiale della nazionale in vista degli impegni estivi. "Inseguivamo Francesca sin da tre anni fa" racconta il presidente Sandro Sardella, "evidentemente è arrivato il momento giusto per incontrarci. Si tratta di un’atleta giovane, con molta voglia di crescere e di affermarsi ad alto livello. Lo staff tecnico ci crede fortemente. La scelta di una palleggiatrice italiana poi ci consente di prepararci alla stagione prossima, quando il numero di straniere in campo dimininuirà". "Sono molto contenta di venire a Pesaro" spiega Francesca "perchè conosco la società, so come si sta bene alla Scavolini. Mi ha conquistato l’entusiasmo con cui i dirigenti mi hanno presentato il loro progetto e sono orgogliosa di poter farne parte". Francesca sarà presentata alla stampa domani, mercoledì 13 giugno, alle 11.30 nella sede della Scavolini (via Icaro 11, di fronte all’Adriatic Arena).
Moretti anche il prossimo anno sulla panchina di Castelfidardo12/06/2007

Moretti anche il prossimo anno sulla panchina di Castelfidardo

La strada resta quella della continuità. La Marche Metalli HiK va avanti con Maurizio Moretti, 42 anni, anconetano, che il prossimo anno sulla panchina di Castelfidardo festeggerà i 25 anni di carriera da allenatore (iniziata nel 1983 ad Ancona), sebbene ancora giovanissimo. Una decisione quasi naturale, dopo un’annata positiva, come quella appena andata in archivio, in cui la Marche Metalli HiK è giunta sesta al traguardo finale (secondo miglior risultato di sempre), sfiorando l’accesso ai play off promozione. Il presidente Massimo Pandolfi sottolinea il buon lavoro di Maurizio Moretti “in una stagione non facile, in considerazione del valore tecnico della squadra inferiore a quello della precedente annata, degli infortuni e, non ultimo, del fatto di doversi ripetere ad alti livelli. Una serie di circostanze che avrebbero messo i bastoni tra le ruote a tanti ed invece fino alla fine siamo stati in lotta per un posto nei play out, collezionando risultati importanti, tra tutti le vittorie contro due autentiche corazzate come Sassuolo e la Virtus Roma. Abbiamo deciso di continuare a percorrere insieme la strada intrapresa per consolidare ciò che di buono è stato fatto e per provare a fare qualcosa in più. Metteremo a disposizione di coach Moretti una squadra competitiva, ma senza fare pazzie come è nel nostro background”. Soddisfatto della rinnovata stretta di mano, Maurizio Moretti, che ha chiuso il suo primo anno sulla panchina della Marche Metalli HiK con quasi il 60% di vittorie (23 in 40 partite). “Sono molto contento e sicuro che anche quest’anno riusciremo a fare un buon lavoro. Ripartiamo dall’entusiasmo della società e dei tifosi, non è poco. Obiettivi? Non è mai giusto porsi dei limiti, ma prima vediamo quale sarà la squadra che verrà fuori da un mercato sempre più difficile, poi potremo capire quale sarà il ruolo di Castelfidardo nel prossimo campionato di A2”.
Heller a Modena12/06/2007

Heller a Modena

Pallavolo Modena comunica di aver firmato un contratto annuale con il centrale Andrè Heller. L’atleta della nazionale brasiliana nella prossima stagione vestirà la maglia gialloblù. L'arrivo di Andrè Heller si aggiunge a quelli dei giorni scorsi di Andrè Nascimento, Pietro Rinaldi e Luca Tencati. NOME: Andrè Heller nato a Novo Hamburgo (Brasile) il 17/12/1975 RUOLO: centrale ALTEZZA: 200 cm CARRIERA: Periodo Serie Squadra 2006-2007 A1 Itas Diatec Trentino 2005-2006 A1 Itas Diatec Trentino 2004-2005 A1 Itas Diatec Trentino 2003-2004 A Unisul (BRA) 1999-2000 A Minas (BRA) 1996-1999 A Ulbra (BRA) 1994-1995 A Frangosul (BRA) PALMARES: Anno Manifestazione 2006 Campionato del Mondo, World League 2005 Grand Champions Cup 2005 Campionati Sud Americani, World League 2004 Olimpiadi, World League, Campionato Brasiliano - "Superliga" 2003 World League 2001 World League 2000 Campionato Brasiliano - "Superliga" 1999 Campionati Sud Americani, Campionato Brasiliano - "Superliga" 1998 Campionato Brasiliano - "Superliga" 1997 Campionato Brasiliano - "Superliga" 1995 Campionato Brasiliano - "Superliga"
Subiela a S.Croce12/06/2007

Subiela a S.Croce

La Lupi Pallavolo srl comunica di aver ingaggiato il centrale Josè Javier Subiela, proveniente dalla formazione spagnola del Numancia, con cui ha disputato l´ultimo campionato spagnolo, dimostrandosi uno dei migliori interpreti nel suo ruolo di posto 3. Subiela, classe 1984, a dispetto della giovane età vanta già 54 convocazioni nella nazionale spagnola e si è spesso messo in mostra, fin dai tornei giovanili, come un giocatore dall´ottimo potenziale. Subiela è stato anche titolare nell´ultima partita persa 3-2 dalla Spagna di Anastasi contro la Germania valida per la European League. Ottimo in attacco e molto forte anche a muro, Subiela cercherà di dar seguito all´ottima tradizione spagnola della Codyeco Lupi negli ultimi anni, visto che arriva a Santa Croce sulla scia di Guillermo Falasca e Pedro Suela, campioni che hanno fatto la fortuna dei biancorossi. Josè Javier Subiela altezza: 198 cm, nato a Quart de Poblet (Valencia) il 22/03/1984. 2005-06 Compaktuna Gran Canaria 2006-07 Numancia Soria 2007-08 Codyeco Lupi Santa Croce
Ravellino a Corigliano11/06/2007

Ravellino a Corigliano

E’ Manuele Ravellino il primo rinforzo della Volley Corigliano in vista del prossimo campionato di Serie A1. Centrale napoletano alto 201 cm, classe ’74, proviene dalle fila della Tonno Callipo Vibo Valentia, dove lo scorso anno ha disputato la massima serie. In precedenza Ravellino ha militato dal 2000-01 al 2005-06 (sempre in A1) nella fila della Lube Banca Marche Macerata, vincendo tre volte la Coppa Cev, la Coppa Italia nel 2001 e nel 2003, la Champions League nel 2002 e laureandosi Campione d’Italia nel 2006. Prima di arrivare a Macerata, Ravellino cresce atleticamente e tecnicamente a Falconara, dove dal 1992 inizia con le giovanili fino a disputare, poi, sette campionati tra A1 e A2. Per lui anche 4 presenze in Nazionale, con esordio avvenuto in Ucraina nel 1999. «Sono una persona cui piace esprimersi con i fatti e non con le parole. Bisogna dimostrare in campo il proprio valore, affrontando gare e allenamenti con passione e impegno». Sono queste le prime dichiarazioni in rossonero di Manuele Ravellino, che all’indomani del suo ingaggio da parte del Corigliano si è detto soddisfatto della scelta di rimanere in Calabria dopo l’esperienza vibonese. «Sono contento di aver firmato con il Corigliano e sono convinto al cento per cento della scelta fatta, anche perché io non faccio mai una cosa in cui non credo. Già conoscevo la Società e il tecnico Giuliani, so che sono ambiziosi e lavorano con dedizione. Giuliani, poi, è un allenatore che punta molto sul gruppo, sa plasmare una squadra e sa dare ai suoi atleti le motivazioni giuste. Secondo me, anche se è alla sua prima esperienza in A2, ha le carte in regola per allenare nella massima serie, come testimonia anche il fatto che sia tra i coach più apprezzati in circolazione. Insomma, considerato anche che la Società ha in mente altri importanti movimenti di mercato, credo che a Corigliano ci siano i presupposti per far bene. Nei giorni scorsi, tra l’altro, ho anche avuto modo di colloquiare con Corvetta, che mi ha parlato molto bene dell’ambiente, della società, dei tifosi, ecc. Tutto ciò ha confermato quanto di buono già sapevo, facendomi propendere ancor più per il “sì” definitivo. Obiettivo minimo? Ovviamente la salvezza, ma sono fiducioso che lavorando bene riusciremo a toglierci anche qualche piccola soddisfazione in più. Si sa, la Serie A1 è diversa dalla A2: tuttavia se Società e sponsor riusciranno a lavorare proficuamente credo si possano ottenere buoni risultati. Per intenderci –ha spiegato il neo acquisto coriglianese- l’anno scorso a Vibo è stata fatta una squadra con alcuni “punti interrogativi”. Qualcuno poi ha fatto bene, altri meno. A Corigliano, invece, mi risulta si stia puntando su uomini importanti per creare un roster affidabile». Ravellino, visto che proviene dal Vibo, ha già avuto modo di conoscere il calore del pubblico meridionale. «Io sono napoletano, so cosa vuol dire avere un pubblico che ti sostiene con calore. A Vibo era così. E le formazioni del Nord sanno quanto è delicato andare a giocare nei campi del Sud Italia, dove l’ambiente è sempre caldo e il tifo alle stelle. Soprattutto per noi –ha poi concluso il centrale, lanciando una sorta di incipit ai tifosi coriglianesi- il fattore campo dovrà essere determinante: dato che tecnicamente non possiamo paragonarci a formazioni del calibro di Treviso o Piacenza, dovremo puntare molto sulle gare interne e sul sostegno dei nostri supporters».
Molinengo anche il prossimo anno a Busto Arsizio11/06/2007

Molinengo anche il prossimo anno a Busto Arsizio

Michela Molinengo sarà il libero della Yamamay 2007/2008 per il campionato di serie A1; la giocatrice, protagonista dell'ultima stagione a Busto Arsizio, dove ha entusiasmato il pubblico per le proprie capacità, è alla prima esperienza nella massima serie, ma giunge nella categoria più ambita dopo campionati di assoluto livello. Basti pensare che Michela Molinengo nelle ultime due stagioni ha conquistato due promozioni in A1, prima a Rivergaro e poi naturalmente con la Yamamay, per capire quanto l'atleta sia pronta per il salto di categoria. Con Molinengo la Futura Volley - Yamamay Busto Arsizio ha raggiunto nelle ultime ore un accordo che prevede un contratto annuale, con opzione di rinnovo per il secondo anno.
Vito Insalata a Vibo Valentia11/06/2007

Vito Insalata a Vibo Valentia

Continua la campagna di potenziamento della Volley Tonno Callipo 2007/2008. Il nuovo centrale, il cui ingaggio è stato concluso in poche ore dallo staff del Presidente Callipo, è il pugliese VITO INSALATA, classe 77, 194 cm di altezza. Insalata vanta significative esperienze sia in A1 che in A2: ha militato a Montichiari (A1, dal 2003 al 2006), a Lamezia (B1 e A2 dal 1997 al 2003) e a Castellana Grotte (A2 dal 1992 al 1997). Nella stagione 2006/2007 è stato uno dei protagonisti della conquista della Coppa Italia A2 e della promozione in A1 dello Sparkling Milano, dove ha ricoperto anche il ruolo di capitano. Giocatore grintoso, molto forte nell'attacco di primo tempo, ha saputo conquistare subito l’affetto del pubblico milanese. Pericoloso ed efficace nella battuta in salto, si distingue anche nei fondamentali di seconda linea. Insalata ha condiviso con molto entusiasmo il progetto del Presidente Callipo, accettando di mettere al servizio della squadra la sua esperienza maturata in tanti anni di pallavolo ad alti livelli.
Gitto a Bassano che conferma Dal Molin e Guarise11/06/2007

Gitto a Bassano che conferma Dal Molin e Guarise

Sarà Carmelo Gitto il nuovo centrale del Fiorese Spa Bassano per la stagione ’07-’08: 20 anni, 200 cm di altezza e davanti a sè un futuro nella pallavolo che conta. Il passato invece ha le tinte biancorosse dell’under 20 della Volley Lube, squadra con cui Gitto ha appena vinto il titolo tricolore di categoria battendo in finale i campioni in carica della Sisley. Il primo acquisto di questo mercato è dunque un ventenne di belle speranze che andrà a prendere il posto di Julius Sabo, il gigante slovacco che per due anni ha vestito la maglia giallorossa n. 9 e che a fine stagione aveva chiesto di essere ceduto. Carmelo Gitto, siciliano di Barcellona Pozzo di Gotto, viene da quattro anni nelle giovanili della Lube Banca Marche Macerata e nella stagione appena conclusa ha disputato oltre alla Junior League anche il campionato nazionale di serie B1. Piccola curiosità: il suo ormai ex allenatore risponde al nome di Gianni Rosichini, il coach dell’Armet nella stagione ‘03-’04, la prima in serie A2 del Bassano. Titolare della nazionale juniores, con cui disputerà a breve i mondiali in Marocco (dal 7 al 16 luglio), Gitto arriva a Bassano per affrontare la sua prima esperienza da professionista in serie A2: una scommessa stimolante sia per l’atleta che per la società bassanese, decisa ancora una volta a puntare sui giovani: “Prendiamo un centro italiano molto giovane che ha tutte le credenziali per avere davanti a sè un grande futuro” dichiara il presidente Signor. “Lo dimostrano la recente vittoria dello scudetto under 20 che lo ha visto grande protagonista in campo e il fatto che sia un punto fermo della nazionale italiana Under 20. Puntare sui giovani è sempre una scommessa che comporta qualche rischio, ma per noi questo significa soprattutto avere tutto l’entusiasmo e la voglia di fare di un giovane che vuole emergere e che farà di tutto per mettersi in mostra. Siamo certi che con l’arrivo di Gitto, accanto ai confermati Guarise e Dal Molin, al centro siamo più che coperti. Adesso ci muoveremo per sistemare gli altri ruoli”. L’altra notizia del giorno infatti è la conferma, peraltro prevista da tempo, di Eros Guarise e Davide Dal Molin, i due prodotti del vivaio giallorosso che ancora una volta hanno giurato fedeltà al progetto del Bassano Volley e che per anche il prossimo anno vestiranno la maglia giallorossa del Fiorese. A Julius Sabo, invece, va il nostro ringraziamento per queste due fantastiche stagioni in cui è stato grande protagonista del volley targato Fiorese, oltre ovviamente al nostro in bocca al lupo per il proseguo della sua carriera.
Meoni triennale a Piacenza11/06/2007

Meoni triennale a Piacenza

Grande colpo di mercato per Guido Molinaroli ed il suo Copra volley: un contratto triennale con l’alzatore italiano Marco Meoni, l’accordo è stato siglato tra il suo procuratore Pasquale Gravina ed il presidente biancorosso. Con l’arrivo del palleggiatore di Padova, il Copra Berni si è assicurato uno dei registi più talentuosi ed esperti dell’intero panorama pallavolistico mondiale. Nel ricchissimo albo d’oro del neo giocatore biancorosso spiccano le vittorie con la nazionale italiana (Mondiale, Europei, World League ecc.) e la Champions League con Macerata.
Jeroncic a Trento11/06/2007

Jeroncic a Trento

Gregor Jeroncic è il nuovo centrale dell’Itas Diatec Trentino. La Trentino Volley e l’atleta originario di San Pietro di Gorizia (Slovenia) hanno raggiunto nelle ultime ore l’accordo per la firma sul contratto che avrà base biennale. Centrale esperto e particolarmente dotato nei fondamentali di prima linea (attacco e muro), Jeroncic approda a Trento dopo aver difeso nelle ultime tre stagioni i colori dell’Acqua Paradiso Gabeca Montichiari, maturando una lunga esperienza nel massimo campionato italiano anche con le maglie di Verona e Padova. Gregor conta più di 150 presenze con la nazionale slovena e in carriera ha vinto due campionati tedeschi e due Coppe di Germania, successi ottenuti con la maglia del Friedrischafen con cui è diventato anche vice campione d’Europa, dopo aver perso la finale di Champions League contro Treviso (3-1, nella Final Four giocata al PalaVerde il 19 marzo 2000). Nell’ultima partita della scorsa stagione giocata da Montichiari proprio al PalaTrento contro l’Itas Diatec Trentino, il centrale sloveno disputò una grandissima partita (15 punti di cui cinque a muro e uno in battuta), presentando così il miglior biglietto da visita possibile al proprio nuovo pubblico. Nella prossima stagione potrà godere dello status di giocatore italiano; Jeroncic è infatti prossimo alla naturalizzazione per essere nato in un paese confinante con il nostro e avendo una nonna di origini italiane. In allegato il commento di Jeroncic e la sua scheda.
Sigla.com - Internet Partner