Archivio Volley mercato

Moro a Bassano07/07/2006

Moro a Bassano

Colpo grosso del Fiorese Spa Bassano che per la stagione '06-'07 si assicura anche il braccio pesante di Stefano Moro, opposto di 2 metri cresciuto ed esploso a Cuneo dove è diventato uno dei giovani più interessanti del panorama pallavolistico nazionale. La passata stagione Moro ha vestito la maglia della Marmi Lanza Verona giocando 38 set nell'arco dell'intero campionato e mettendo a segno 98 punti. Al pari del suo quasi coetaneo Eros Guarise, Moro ha fatto parte della Nazionale Italiana Juniores con la cui maglia ha vinto la medaglia d'argento agli Europei siciliani del 2002 e la medaglia di bronzo alle Universiadi di Istanbul dell'anno scorso. Per mister Simoni si tratta della pedina che mancava nello scacchiere visto che quello dell'opposto era l'unico ruolo rimasto scoperto nel sestetto titolare dopo la partenza di William Kirchhein (accasatosi col Cavriago). Ancora una volta dunque il Bassano sceglie la linea verde e si porta a casa l'entusiasmo e la voglia di emergere di un giocatore giovane, seppur con una notevole esperienza in serie A1, capace di fare la differenza nella serie cadetta e di riproporsi nell'ottica di un eventuale futuro salto di categoria. Il ds Dennis Zangaro non ha dubbi e vede per Moro un grande futuro a Bassano: "Stefano Moro l'abbiamo cercato e atteso a lungo, ma d'altra parte ne valeva la pena perchè il giocatore vale molto. E' una forza della natura, si tratta solo di metterlo nelle condizioni giuste per esprimersi al meglio: credo che in questo senso Bassano sia la piazza giusta e del resto lui stesso ha fortemente voluto venire qui, nonostante altre offerte, sia perchè conosce bene alcuni nostri giocatori, sia perchè ha visto in noi una società giovane ed ambiziosa in cui crescere e puntare in alto". Il Fiorese Spa Bassano della prossima stagione si sta delineando come una squadra giovanissima, l'età media è di 25 anni, e con una statura media notevolissima visto che con l'arrivo dei giganteschi Moro e Carletti, l'altezza media dei dieci atleti a disposizione di Simoni è arrivata a quota 198 cm. Dieci atleti appunto perchè mancano ancora due giocatori, ovvero il secondo palleggiatore e la quarta banda. Pare che la società del presidente Signor sia decisamente intenzionata a proseguire con la politica della linea verde, rivolgendosi, in particolar modo per il ruolo del martello ricevitore mancante, al proprio settore giovanile maschile. Nulla è ancora definito riguardo ai nomi che completeranno la squadra di mister Simoni, anche se la cosa certa è che la rosa del Fiorese Spa Bassano dall'anno prossimo sarà allargata a ben 15-16 giocatori: infatti nel corso della stagione gli elementi più promettenti e meritevoli delle giovanili avranno modo di allenarsi con la prima squadra. E' il primo forte segnale di un'interazione, che nel corso del tempo diverrà sempre più forte, tra la serie A e i giovani cresciuti all'interno del Progetto Volley Bassanese.
Mia Jerkov a Vicenza07/07/2006

Mia Jerkov a Vicenza

“Una squadra da 10”. Con l’ingaggio della schiacciatrice ricevitrice Mia Jerkov, nazionale croata nata a Cattolica il 5 dicembre 1982, 193 cm e rotti, presentata oggi in conferenza stampa, la Minetti Infollus Vicenza ha messo a segno un vero colpo di mercato. E adesso, per dirla con il presidente Giovanni Coviello, “la rosa è davvero da 10”. Per la qualità dell’ultima arrivata in maglia biancorossa, e per il numero delle giocatrici ufficialmente sotto contratto: le 2 alzatrici Dall’Igna e Chiaro, i 2 liberi De Gennaro e Bedin, le 3 centrali Paccagnella, Arrighetti e Vanni, l’opposta Conti e l’altra schiacciatrice di banda Petrauskaite. Mia Jerlov è figlia d’arte. Suo padre è infatti Zeljko Jerkov, croato, super campione di basket con la vecchia Yugoslavia medaglia d’oro ai mondiali del 1978 e alle Olimpiadi del 1980, argento ai mondiali del 1974 e alle Olimpiadi del 1976, campionati e Coppe vinti dovunque in quantità “industriale”, in Italia bandiera della Scavolini Pesaro. Questo ricco signore, ora “soltanto” sindaco di Spalato e con l’azienda della sua famiglia (la moglie Dragica e i figli Marko, Ante e Mia) esclusivista per tutta le ex Yugoslavia dell’azienda Scavolini e leader negli arredamenti alberghieri, da oggi sarà, se possibile, ancora più conosciuto a Vicenza per la figlia, Mia Jerkov, che dal padre ha ereditato l’altezza e il talento sportivo, ma in un altro sport, decisamente femminile, la pallavolo. Mia Jerkov, nata a Cattolica, quando il padre giocava a Pesaro con un grande del basket azzurro, quel Walter Magnifico, che ha appena affidato la figlia Gaia, giovanissima del 1991, alle cure del vivaio pallavolistico biancorosso, fa parte della nazionale croata, con la quale ha disputato i campionati europei del 2005 e con la quale si è appena qualificata a quelli del 2007. L’atleta, ovviamente vissuta prevalentemente a Spalato, ha alle spalle una lunga esperienza negli Usa all’Università californiana di Berkeley, dove con la classica borsa di studio riservata ai campioni dello sport ha studiato economia e con la cui squadra ha militato dal 2001 al 2003 guadagnandosi anche la menzione nell’All American Team (la squadra ideale secondo i tecnici di volley statunitensi), e in Russia nelle fila dell’Uralochka, la squadra dello “zar del volley” Karpol pluri campione di quel paese, dove ha giocato nella stagione 2004-2005, prima di approdare nel campionato più difficile e più bello del mondo, quello italiano, nelle fila della Tecnomec Europa Systems Forlì, a cui ora l’ha strappata, dopo un lunghissimo e riservato corteggiamento, il patron vicentino: “Era dal 2000 che inseguivo questa campionessa, quando riuscii a portare a Vicenza la sua compatriota Maja Poljak, di un anno più giovane di lei e anche lei figlia di un nazionale di basket, guarda caso con lo stesso nome di battesimo di Jerkov padre. Ma non convinsi a quel passo Mia, che decise all’ultimo momento di andare oltre Oceano a Berkeley. Sono orgoglioso che ora Mia abbia scelto Vicenza per spiccare, come lei stessa mi ha detto, il salto di qualità definitivo. Per dare un’idea del suo valore basta leggere i suoi dati statistici nello scorso campionato, il suo primo in Italia, con tutti i problemi di adattamento ben noti. Sono migliori in attacco, ricezione, muro e battuta di quelli della nostra ex Ivana Djerisilo, al suo secondo anno in Italia. Mia, poi, e questo non guasta, ha un’intelligenza e una cultura, sportiva e extra sportiva, di livello superiore alla media (non a caso è stata a Berkeley) e che fa di lei una persona completa. Questo si sentirà anche in campo, perché per essere campioni non bastano il braccio e il salto, serve anche la testa”. “È un ingaggio a cui tenevo molto – ha aggiunto ancora Coviello -, e che adesso ci permette di muoverci più tranquillamente sul mercato per completare la rosa con i due tasselli ancora mancanti, un opposto e un martello ricevitore”.
Lucio Antonio Oro a Cuneo07/07/2006

Lucio Antonio Oro a Cuneo

Lucio Antonio Oro, opposto - classe 1977 per 200 cm. di altezza, sarà la riserva dell’azzurro Lasko; l’atleta brasiliano, ora italiano, ha sottoscritto un contratto di un anno con la Bre Banca Lannutti. Oro ha esordito in Italia a Cagliari nel 2002 e arriva da Corigliano, pallavolisticamente è cresciuto in Sud America tra Brasile e Argentina, con la nazionale giovanile brasiliana Lucio Oro ha raccolto risultati importanti vincendo il campionato sudamericano (1996) e conquistando il titolo di vice campione nel mondiale juniores (1997). Silvano Prandi – tecnico Bre Banca Lannutti – ha espresso parere positivo sul giocatore: “Lucio Oro è un giocatore che ci interessa perché dotato di buona tecnica e di notevoli capacità. E’ un atleta idoneo per arricchire la nostra stagione per le sue notevoli qualità fisiche”. Con l’arrivo di Lucio Oro a Cuneo, la Bre Banca Lannutti è sempre più vicina alla definizione dell’organico completo che sarà ufficializzato in occasione del Volley Mercato, a Padova dall’11 al 13 luglio.
Janic a Santa Croce07/07/2006

Janic a Santa Croce

Gran colpo sul mercato della Codyeco Lupi che, con una decisa trattativa, si è assicurata le prestazioni sportive di Bojan Janic, 23enne schiacciatore di 198 cm proveniente dal club spagnolo dell´Almeria dove è arrivato terzo in campionato ed ha partecipato alla Coppa Campioni. Janic conosce molto bene il nostro campionato, avendo militato a Ferrara e a Vibo Valentia in A1. L´atleta serbo, da anni nel giro della nazionale con cui parteciperà alla prossima World League, viene da un´ottima stagione dove i numeri e le statistiche parlano per lui. Ottimo ricettore, è dotato di buona manualità e tecnica anche in attacco. La Codyeco si assicura quindi un eccellente giocatore che darà un deciso contributo alla prossima stagione di A2. A breve sarà completata la batteria degli schiacciatori con altre due bande di sicuro affidamento.
Michele Baggio a Padova07/07/2006

Michele Baggio a Padova

Anche se di anni ne sono passati molti, si tratta di un ritorno. Michele Baggio, palleggiatore 30enne di 194 cm cresciuto fino all’under16 nel vivaio del Petrarca Padova, torna a vestire i colori della massima squadra del volley padovano. Con un contratto di un anno ed un’opzione sul secondo, nella prossima stagione Michele Baggio indosserà i panni del vice Esko: “E’ arrivata finalmente la possibilità di misurarmi nel massimo campionato ma soprattutto di mettermi alla prova con ritmi di allenamento e livello tecnico altissimi – dice Baggio -. Non ho avuto la minima esitazione nel decidere: dopo molto tempo torno nella società dove ho imparato a giocare a pallavolo.” Il cognome Baggio non è nuovo negli annali del volley padovano: “E’ vero – continua il regista di Dolo -. E’ stato mio fratello Walter a trasmettermi la passione per questo sport che ho iniziato a praticare con continuità dall’età di quattordici anni. Lui era uno schiacciatore e nel 1994 vinse la Coppa Cev con la maglia del Petrarca.” Con l’arrivo di Baggio il finlandese Simo-Pekka Olli, secondo palleggiatore nella scorsa stagione, verrà girato in prestito in A-2 a maturare esperienza da titolare. Michele Baggio, dopo gli anni trascorsi nel vivaio del Petrarca, ha militato sempre in formazioni del padovano fra la serie C e la serie B-1 con una sola parentesi a Bolzano. Nel campionato appena concluso ha giocato nel Venpa Cib Unigas in B-1.
Tobaldi a Loreto07/07/2006

Tobaldi a Loreto

E' arrivato anche il terzo centrale nella Esse-ti Carilo. Giocherà nella Pallavolo Loreto infatti Riccardo Tobaldi, atleta di proprietà della scudettata Lube Macerata, ma reduce dalle ultime due stagioni giocate con il Volley Potenza Picena in B1. Tobaldi, 22 anni e 204 cm di altezza, nativo di San Severino, ma residente ad Appignano, è un giovane di belle speranze e i dirigenti loretani sono convinti che possa far bene con la maglia biancoblù. Un bel banco di prova quindi per il promettente centrale maceratese la serie cadetta (nelle stagioni passate aveva militato dal 1999 al 2001 con la Lube in D, dal 2001 al 2003 con la Lube in C, mentre nell'annata 2003/2004 ha giocato in B2 con la Paoloni Appignano), una scommessa per la società loretana che nei giorni scorsi aveva ufficializzato gli acquisti, sempre nel reparto dei centrali, di Massimo Tomalino (proveniente dalla masima serie avendo vestito la maglia dei Lupi di Santa Croce) e di Matteo Mosterts (ex-Iride Volley Villa d'Oro Modena, serie B1).
Huebner torna a Trento07/07/2006

Huebner torna a Trento

Stefan Hübner la prossima stagione vestirà nuovamente la maglia dell’Itas Diatec Trentino. Dopo il sofferto addio alla pallavolo indoor il centrale tedesco, beniamino del pubblico gialloblù, ha trascorso la passata stagione sui campi da beach. Nelle settimane scorse con una telefonata al Presidente ha annunciato di voler tornare alla pallavolo indoor, a Trento, nonostante l’accanita concorrenza di tutte le più importanti società di A1. Ecco le prime parole del fuoriclasse tedesco: ”Ho recuperato bene, e fisicamente sono pronto per affrontare nuovamente la pallavolo indoor. Ho scelto di tornare a Trento per l’affetto che mi lega a tutta la società e ai tifosi trentini, e per un debito di coscienza verso chi ha sempre creduto in me, mi ha sostenuto anche nei momenti più difficili del mio infortunio. Torno a Trento anche perché trovo una squadra più competitiva di quella che ho lasciato, e spero di dare il mio contributo per il raggiungimento degli obiettivi che la società vuole raggiungere.” Il tanto desiderato arrivo di Hübner ha portato la società a liberare l’olandese Wytze Kooistra che a partire dalla prossima stagione vestirà la maglia della neo nata società M.Roma Volley.
Stokr a Perugia, Hernandez e Zaytzev a Roma07/07/2006

Stokr a Perugia, Hernandez e Zaytzev a Roma

La notizia era nell'aria, oggi arriva l'ufficialità. Jan Stokr, classe 1983, 205 cm, opposto della Nazionale Ceca, è il nome nuovo della Rpa Perugia. La Società biancorossa ha concluso con Roma una trattativa che porta nella Capitale Osvaldo Hernandez e Ivan Zaytsev e fa arrivare a Pian di Massiano a titolo definitivo il giovane talento ceco, lo scorso anno a Cagliari. "Con questa operazione - commenta il presidente Claudio Sciurpa - continuiamo l'opera di ringiovanimento. Stokr ha ventitré anni e grandi prospettive. Ma ci tengo a ringraziare Osvaldo perché con lui in questi due anni abbiamo raggiunto risultati importanti e auguro a Ivan grandi successi perché sono convinto che saprà farsi valere".
Roganti a Modugno06/07/2006

Roganti a Modugno

E’ Riccardo Roganti, 24 anni, il nuovo “regista” difensivo del Modugno, società neopromossa nel campionato di serie A2 maschile. L’atleta, “scuola” Macerata, l’anno scorso ha vestito la maglia del Corigliano. Alle sue spalle ci sono anche tre stagioni disputate ad ottimi livelli con il Grottazzolina, sempre in A2. A lui, quindi, il compito di guidare ricezione e difesa del sestetto modugnese. Roganti a Modugno ritroverà anche Olteanu, suo compagno di squadra la passata stagione. La formazione modugnese, guidata dal nuovo tecnico Vincenzo Mastrangelo, ha anche scelto il secondo palleggiatore: si tratta di Fabio Mirizzi, 28 anni, 185 cm, l’anno scorso a Turi, in serie B2. Per l’atleta pugliese si tratta di un ritorno in quanto fu lui il regista del Modugno nell’anno della promozione della B2 alla B1. A queste due novità si aggiunge anche la riconferma di Ivano Santià, laterale-opposto 29enne, 194 cm, uno dei punti di forza della formazione dello scorso anno. Per l’atleta piemontese, quindi, il ritorno in serie A2 dopo una pausa di un anno
Bartoletti a Macerata, Novotny a Treviso. Tovo resta a Padova06/07/2006

Bartoletti a Macerata, Novotny a Treviso. Tovo resta a Padova

In attesa della chiusura del volley mercato prevista per giovedi' prossimo all'Holiday Inn di Padova, anche oggi sono state definite alcune operazioni importanti che riguardano le squadre piu' importanti: Andrea Bartoletti e' andato da Treviso a Macerata, sostituito a Treviso dal ceco Novotny, proveniente da Cannes. Intanto Davide Tovo, richiesto da diverse squadre, ha firmato il contratto che lo lega per il tredicesimo anno a Padova.
Capra e Grassini a Bari06/07/2006

Capra e Grassini a Bari

Volti nuovi e gradite conferme per una rosa che va sempre più delineandosi: il mercato dell’Abasan Bari è entrato nelle sue fasi più calde. La neopromossa società pugliese si è assicurata per il prossimo campionato le prestazioni dello schiacciatore Michele Capra, giovane promessa della pallavolo italiana, e del centrale Riccardo Grassini. Capra, ventunenne di Borgo Valsugana in provincia di Trento, giunge alla corte di Mister Spinelli in prestito dalla Sisley Treviso, dove il martello di centonovantotto centimetri ha svolto tutta la trafila delle giovanili, vincendo anche 2 scudetti under 20 e uno scudetto under 17. Nella scorsa stagione ha debuttato in A1 nelle fila della compagine trevigiana vice-campione d’Italia. “Siamo particolarmente orgogliosi del fatto che una società tanto blasonata abbia scelto Bari per consentire ad un proprio giovane talento di farsi le ossa” – il commento di Raffaele Vastano, presidente del club gialloblù – “è una ulteriore conferma della bontà del nostro operato”. Ma tra i nuovi arrivi non ci sono solo giovani speranze. Proveniente dal Volley Arezzo, in cui ha militato nelle ultime due stagioni, Riccardo Grassini, classe 1974, viene a formare con il confermatissimo Lapo Saccardi una coppia centrale tutta toscana di grandissima classe. Pisano di duecentouno centimetri, Grassini vanta nel proprio curriculum ben dodici campionati di A2, sette dei quali vissuti a Livorno. Nella sua carriera anche Latina, Cagliari, Spezia e Ancona. “E’ un acquisto di notevole levatura per la categoria” – l’opinione di Manio Marrone, direttore sportivo della società barese – “la sua esperienza ci farà molto comodo”. Due nuovi tasselli che vanno ad innestarsi su una base solida. Lo schiacciatore Pino Minafra, capitano e intramontabile bandiera della squadra barese e l’opposto Raffaele Ferri, uno degli uomini decisivi nella promozione in A/2, hanno prolungato di un anno il loro rapporto con la società del Presidente Vastano. Vengono confermati così altri due elementi chiave dell’eccellente gruppo che tante soddisfazioni ha regalato nella scorsa trionfale annata.
Kromm a Padova05/07/2006

Kromm a Padova

In due giorni il nuovo sestetto del Sempre Volley è bello che finito. Via Botti dentro De Togni ed al posto di Veres è di oggi l’ufficializzazione del tedesco Robert Kromm, schiacciatore di 211 cm nativo di Schwerin ma cresciuto pallavolisticamente a Berlino. Kromm, classe 1984, arriva a Padova con la formula del prestito per un anno da Modena, dopo aver vestito nella scorsa stagione la maglia dei canarini: “In questo momento ho un solo obiettivo: giocare – dice Kromm dalla sua casa in Germania -. L’anno scorso non ho avuto molto spazio ed appena ho sentito che Padova mi stava cercando ho accettato la proposta. Ho saputo anche che Padova, dopo Modena, è la seconda società in Italia per numero di campionati nella massima serie: sono orgoglioso di questo, un giorno potrò dire di aver vestito entrambe le maglie storiche dell’A-1.” Della nuova squadra Kromm conosce bene i compagni di nazionale Pampel ed Andrae: “Saremo tre tedeschi a giocare per Padova e l’affiatamento fra di noi è già grande. Ho parlato di recente con Andrae e mi ha assicurato che mi troverò molto bene con coach Schiavon del quale, Bjorn, ha grande stima.” Con l’ingaggio di Kromm, a meno di sorprese dell’ultimo minuto, il Sempre Volley è pronto per la nuova A-1. Per averne però la certezza bisognerà attendere la chiusura del mercato fissata per mercoledì 12 luglio. La preparazione inizierà a fine mese.
Sigla.com - Internet Partner