Archivio Volley mercato

Lugli ancora a Sassuolo21/06/2006

Lugli ancora a Sassuolo

Lara Lugli, in forza alla Unicom Starker Kerakoll 2005/06 vestirà la casacca nera del Sassuolo Volley anche la prossima stagione. Carpigiana, classe ’80 per un metro e settantotto, Lara Lugli è una giocatrice eclettica, dotata di eccellente tecnica in tutti i reparti. “Sono molto contenta della riconferma e della fiducia accordatami dallo staff tecnico. – ha dichiarato Lara - Sono al momento in fase di riabilitazione e di recupero per un piccolo intervento alla spalla, ma sono certa che riuscirò ad essere presto al meglio e dimostrare che la fiducia che mi è stata data è ben riposta!”
Canzanella ancora a Crema21/06/2006

Canzanella ancora a Crema

Mario Canzanella, schiacciatore napoletano, anche la prossima stagione vestirà la maglia della Premier Hotels Reima Crema. L’accordo per il rinnovo è stato raggiunto in mattinata e c’è grande soddisfazione da entrambe le parti. Canzanella è reduce, infatti, da una stagione in cui ha potuto dare nel migliore dei modi il proprio contributo alla squadra nel momento in cui è stato chiamato in causa da coach Luca Monti. Sono stati 123 i set giocati da Canzanella nella stagione 2005/2006 e 185 i punti messi a segno, ma sono stati soprattutto il sorriso e la battuta sempre pronta a far innamorare sin dal primo giorno i tifosi cremaschi. “Sono contentissimo, speravo di restare a Crema” sono state le prime parole di Canzanella dopo il rinnovo “Quest’anno mi sono trovato molto bene con l’allenatore e con tutta la dirigenza. Ripetere i risultati della stagione appena finita sarà dura ma noi ci proveremo grazie anche ai nuovi arrivi ed ai giovani come Martino che giocheranno con me. La mia prima opzione era quella di rimanere a Crema e così è stato, sono davvero felice”. Per la società il Presidente Percivaldi: "siamo contenti di poter contare ancora su Mario, un ragazzo che ha dimostrato un grande attaccamento alla maglia e che saprà dare ancora molto alla causa".
Biennale per Biribanti a Verona21/06/2006

Biennale per Biribanti a Verona

La Società BluVolley Verona comunica di essersi assicurata le prestazioni sportive di Francesco Biribanti per le prossime due stagioni sportive. Biribanti, opposto di 198 centimetri, è nato a Terni (Tr) il 17 gennaio 1976 e arriva alla Marmi Lanza dopo sei campionati consecutivi disputati con la formazione di Latina. Prodotto delle giovanili della Sisley Treviso, con la società oro-granata ha conquistato i primi trofei in carriera: nel 1995 una Supercoppa Europea e nel 1996 uno Scudetto. Trasferitosi a Loreto nel campionato 1997-98, qui ha giocato il suo unico campionato in Serie A2 prima di trasferirsi a Fano (98-99), Ravenna (99-00) e Palermo (00-01) sempre in A1. Nella massima serie ha poi vestito la maglia di Latina dalla stagione 01-02 fino al campionato 2005-2006. Proprio con il team laziale Biribanti ha conquistato il titolo di miglior marcatore del campionato nella stagione 2002-2003. Ha vestito per 49 volte la maglia della Nazionale maggiore conquistando nel 2003 la medaglia d'oro al Campionato Europeo. "Sono molto contento di arrivare a Verona - ha dichiarato Francesco Biribanti - e di ritrovare Lorenzo Bernardi. Ritrovo anche Massimo Dagioni che ho conosciuto in Nazionale ma sono altrettanto contento di poter contare su una buona squadra". Biribanti poi non nasconde un particolare: "Mi sarebbe piaciuta un'esperienza all'estero, ma per quello ci sarà tempo".
Durante e Meriggioli a Modugno21/06/2006

Durante e Meriggioli a Modugno

Altri due colpi di mercato per il Modugno, squadra neo promossa in Serie A2. Dopo la firma dei contratti con Olteanu e Nuzzo, ecco arrivare in “casa” biancoazzurra altri due pezzi pregiati. A far coppia con il martello rumeno è arrivato Gianluca Durante, 29 anni, 195 cm, negli anni scorsi colonna del Loreto. L’atleta salentino, quindi, si avvicina a casa dopo tre anni giocati ad alto livello con la casacca marchigiana. Oltre ad essere un grande ricettore (tra i migliori del campionato di A2), Durante anche lo scorso anno si è dimostrato un attaccante efficace e temibile. Una pedina importante nello “scacchiere” del nuovo sestetto che sta nascendo e che sicuramente farà valere il suo enorme peso. Gli attacchi modugnesi, invece, partiranno dalle sapienti mani di Roberto Meriggioli, 31 anni, 193 cm, lo scorso anno protagonista di una esaltante stagione col Castellana. Il nuovo palleggiatore modugnese ha ottime doti di muratore ed è temibile anche in battuta. Con questi due nuovi arrivi, quindi, prende sempre più forma il sestetto del Modugno. Nelle prossime ore, comunque, si attendono novità interessanti per quanto riguarda il ruolo del centrale e del libero.
Tomasetti a Taviano21/06/2006

Tomasetti a Taviano

La scoppiettante campagna acquisti della Salento d'amare Taviano prosegue senza soluzione di continuità. Questo pomeriggio è stato infatti perfezionato il contratto in forza del quale la società dei patron Bruno ha acquisito il diritto alle prestazioni sportive di Daniele Tomassetti, centrale, di 203 centimetri di altezza, romano, classe 1981. Tomassetti quest'anno ha militato nella Carige Copra Genova, ma ha trascorsi nella massima serie per aver vestito la maglia di Piacenza, nelle stagioni 2003/2004 e 2004/2005. Prima dell'esperienza piacentina il centrale romano ha messo in mostra le sue grandi doti nella Zinella Bologna (in B1, 2002/2003), e precedentemente nella Carisa Esi Albisola (B1, per due campionati dal 2000 al 2002) e Piaggio Roma (B1, 1998/1999), formazione quest'ultima che ha bagnato l'esordio di Tomassetti nel giro del volley d'elite.
Cortellazzi ad Isernia21/06/2006

Cortellazzi ad Isernia

Tassello dopo tassello si inizia ad intravedere il nuovo puzzle della formazione biancoazzurra che per il terzo anno consecutivo sarà ai nastri di partenza del campionato nazionale di pallavolo di serie A2. A 24 ore di distanza dall’annuncio della firma di Mario Scappaticcio, la SEC Isernia Volley scioglie anche il nodo sul “secondo palleggiatore”. Approda al team di Pino Lorizio un giovane promettente: Emiliano Cortellazzi. Ventunenne di Cuneo, 189 cm, ottimo battitore al salto e buon difensore, Cortellazzi è cresciuto nelle giovanile del team piemontese, nella passata stagione ha vestito la maglia dell’Iride Volley Modena, maturando un’esperienza importante da titolare in un campionato insidioso come quello della Serie B1. Un piacevole amarcord per i tifosi biancoazzurri: la coppia Cortellazzi-Rosso costituiva la diagonale palleggiatore-opposto della Bre Banca Cuneo nella TIM Junior League dello scorso anno.La speranza e l’augurio della società di Via Lombardia è che Cortellazzi a Isernia possa ripetere lo stesso straordinario percorso dell’ex compagno Mattia Rosso e magari possa ricostituirsi proprio quella fortunata accoppiata. In proposito, abbiamo chiesto al neo biancoazzurro cosa direbbe a Rosso per convincerlo a restare. “Lo sto chiamando tutti i giorni – ha esordito Cortellazzi - noi abbiamo giocato insieme per 10 anni e sarebbe bello vivere insieme anche questa esperienza lontano da casa; d’altronde, ho scelto Isernia – continua il piemontese - proprio perché Mattia mi ha parlato molto bene della società, descritta come seria e ambiziosa, che punta sui giovani, e dell’ambiente, che ti permette di lavorare bene. Personalmente da questa stagione mi aspetto di giocare per quello che si può, ma soprattutto mi aspetto di continuare a crescere tecnicamente, grazie all’aiuto e ai consigli dell’allenatore”.
Mario Scappaticcio alla Seac Isernia20/06/2006

Mario Scappaticcio alla Seac Isernia

Mario Scappaticcio torna ad essere il regista della SEC Isernia Volley. Dopo due stagioni di travagliata vicenda sportiva e personale il palleggiatore campano si riprende quel posto da titolare in Serie A2 che si era conquistato proprio con la maglia dell’Isernia e dopo tanti anni trascorsi con formazioni che, grazie alle sue performance, sono sempre state al vertice della serie B1. “Felice di questa riconferma” – sono queste le prime parole di SuperMario. “Da parte mia non c’è stata alcuna titubanza – continua il palleggiatore alla sua quinta stagione in biancoazzurro – era normale restare per la fiducia che la società ha riposto in me dopo il periodo di malattia. Sono legato in maniera particolare alla città di Isernia, che mi ha consacrato! Farò il possibile per esprimere ciò che in questi due anni non ho potuto dare. La malattia mi ha insegnato tante cose e servirà da spunto per affrontare con serenità e forza la prossima stagione. Questo terzo anno di serie A2 deve essere per tutti un momento di ulteriore crescita e quanto fatto in precedenza sarà lo strumento di analisi per valutare il futuro”. A Scappaticcio, che in queste due stagioni si era vestito un po’ da direttore sportivo, chiediamo lumi sulla nuova SEC Isernia. “La squadra è stata costruita all’insegna dell’equilibrio, mancano ancora alcune pedine fondamentali, ma è l’equilibrio il liet motiv del nostro mercato. Saremo in grado di affrontare diverse tipologie di gioco a seconda degli avversari”. Una parola in più l’alzatore campano la spende per lo schiacciatore di mano: “Antequera è un opposto giovane, ma il ct della Spagna, Andrea Anastasi, ne dice un gran bene. Bravo sia con palla tesa che con palla alta; per quanto mi riguarda sarò a sua completa disposizione per consentirgli di raggiungere un ottimo rendimento”. Intanto, la SEC Isernia è di nuovo sul mercato alla ricerca del vice Scappaticcio, dopo la rinuncia di Simone Perfetto, che - vista la giovane età – ha espresso il desiderio di continuare a giocare titolare in Serie B, anziché fare la panchina in A2. Tra i papabili, tre sono i nomi più gettonati: l’esperto Roberto Meriggioli, il giovane Emiliano Cortellazzi e Mauro Longobardi. Per quest’ultimo, buona parte dei dirigenti chiede una riconferma per le doti tecniche e, soprattutto, umane messe in luce nella precedente stagione.
Olteanu e Nuzzo a Modugno20/06/2006

Olteanu e Nuzzo a Modugno

Comincia ad entrare nel vivo la campagna acquisti del Modugno volley, formazione neopromossa nella serie A2 maschile. Nelle prime ore della mattinata, infatti, c’è stata la firma del contratto da parte del martello rumeno Bogdan Olteanu e dell’opposto Gianluca Nuzzo. Il nuovo “posto 4” biancoazzurro (25 anni, 197 cm) l’anno scorso ha disputato una ottima stagione con il Corigliano risultando il martello più efficace del campionato con 507 punti in 30 incontri e piazzandosi al settimo posto nella classifica dei top scorer (prima di lui in graduatoria ci sono soltanto opposti). Olteanu ha “sposato” il progetto modugnese accettando di ritornare in Puglia (due anni fa aveva vestito la maglia del Gioia del Colle in serie A1) nonostante i pressanti “corteggiamenti” di altre società.. Resta in Puglia il salentino Gianluca Nuzzo (31 anni, 193 cm) che dopo una grande stagione col Castellana vestirà la prossima stagione la maglia del Modugno. Il nuovo opposto modugnese lo scorso anno è stato il secondo miglior opposto italiano della serie A2 confermando le sue formidabili doti di attaccante. Anche per lui la dirigenza biancoazzurra è riuscita a “battere” una concorrenza davvero agguerrita. Un’apertura di campagna acquisti col botto, quindi, che potrebbe nelle prossime ore regalare novità: sono in dirittura di arrivo, infatti, altre importanti trattative.
Giombini torna a Modena20/06/2006

Giombini torna a Modena

Leondino Giombini, reduce dalla sfortunata stagione di Genova, è tornato a Modena, fortemente voluto dal nuovo tecnico Bruno Bagnoli che lo aveva già allenato a Trento.
Maria del Rosario Romanò rimane ad Altamura19/06/2006

Maria del Rosario Romanò rimane ad Altamura

La prima conferma della vecchia squadra della Lines Tradeco Altamura per il campionato prossimo è il capitano Maria del Rosario Romanò. E' stato firmato a Roma dopo la SuperCoppa di beach, infatti, l'accordo con la società. La centrale argentina classe1976, indosserà per la quarta stagione la maglia della squadra pugliese. "Ormai ce l'ha cucita addosso -commenta ironicamente il diesse Pippo Laterza- Ha sofferto con noi ed ha creduto nei nostri programmi. E' giusto che viva questa nuova avventura nella squadra della città che l'ha adottata". Alta 1,82 e già capitano della squadra, ha già giocato in A1 con la Romanelli Firenze dal '96 al '99 e, dal 2000 al 2003 con Reggio Calabria, Modena e Perugia. Queste le sue prime dichiarazioni: "Sono contenta di continuare questo percorso iniziato con l'Altamura, interruzioni a parte, nel 1999. La città, la società e i tifosi mi fanno sentire a casa da tanti anni e sono loro affezionata come ad una famiglia. Quest'anno sarà dura e, per questo, ancora più entusiasmante".
Sigla.com - Internet Partner