Azzurri a caccia di una medaglia europea

09/09/2021

Alzi il dito che avrebbe pensato a un cammino così esaltante della rinnovatissima nazionale maschile agli Europei: e soprattutto sia sincero… Diciamoci la verità: dopo il flop olimpico e il rinnovamento attuato dal nuovo ct Fefè De Giorgi, che ha puntato su un gruppo ringiovanito assai e ha dovuto giocoforza rinunciare all’infortunato Zaytsev, la speranza era che l’Italia potesse fare una buona figura e poco più. Invece gli azzurri hanno sorpreso tutti facendo un bellissimo percorso netto nella rassegna continentale e si sono aggiudicati tutti e cinque gli incontri finora disputati nel girone di qualificazione. Chiaramente il bello viene adesso, però al di là di quello che potrà accadere questi ragazzi si meritano applausi a scena a aperta.

EN PLEIN. Cinque partite e altrettante vittorie per questa giovin e bella Italia, e primo posto meritatissimo nel Girone B: dopo l’esordio vincente per 3-0 contro la Bielorussia è arrivato il bis con il Montenegro, cui hanno seguito il successo per 3-1 con la Bulgaria di Silvano Prandi, quello per 3-0 con la Slovenia di Alberto Giuliani e infine il 3-1 con il quale è stata regolata giovedì la Repubblica Ceca: ottima ancora una volta la prestazione di Alessandro Michieletto con 22 punti e bene anche Giulio Pinali con 20 nonchè Simone Anzani con 14. Un eccellente cammino frutto di una pallavolo essenziale e redditizia, come spesso accade del resto alle squadre di Fefè. Per l’Italia primo posto con 15 punti davanti a Slovenia, Bulgaria e Repubblica Ceca, tutte appaiate a quota 10. Il bello arriva adesso…

GLI ALTRI GIRONI. Nel Girone A primo posto per la Polonia con 14 punti davanti a Serbia (12), Ucraina (7) e Portogallo (6). Nel Girone C davanti a tutti Olanda con 13 punti, poi Russia (11), Turchia (10) e Finlandia (8). Nel Girone D ha chiuso invece prima la Francia olimpionica con 15 punti davanti alla Germania (13), alla Croazia (9) e alla Lettonia (8), avversaria proprio dell’Italia negli ottavi di finale. Più o meno tutto nella norma, con qualche inevitabile eccezione (leggasi ad esempio l’Olanda trascinata da uno straordinario Abdel Aziz davanti alla Russia).

OTTAVI DI FINALE. Questi gli accoppiamenti delle prossime partite: sabato 11 alla Ergo Arena di Danzica giocheranno Russia-Ucraina (ore 17.30) e Polonia-Finlandia (20.30), mentre domenica 12 sempre alla Ergo Arena di Danzica andranno in scena Olanda-Portogallo (17.30) e Serbia-Turchia (20.30). Sempre domenica 12 ma alla Ostrava Arena andranno invece in scena Italia-Lettonia (16.00) e Germania-Bulgaria (19.00), e nello stesso impianto si disputeranno lunedì 13 Slovenia-Croazia (16.00) e Francia-Repubblica Ceca (19.00). I quarti di finale sono in programma martedì 14 e mercoledì 15, mentre le semifinali si disputeranno sabato 18 alla Spodek Arena di Katowice, stesso teatro delle finali di domenica 19.

WORK SHOP AL PAVESI. Dopo un anno di assenza torna finalmente in presenza l’attesissimo corso per allenatori organizzato al Centro Pavesi di Milano. Nelle vesti di docenti domenica 19 settembre ci saranno due straordinari tecnici, ovvero i due campioni d’Europa: Nikola Grbic, nuovo allenatore di Perugia, e Daniele Santarelli, confermatissimo a Conegliano dopo un poker straordinario di successi. Per tutte le informazioni bisogna rivolgersi al Comitato Regionale Lombardo. Affrettatevi, perché la capienza sarà limitata a 250 persone e i posti disponibili sono ancora pochi.

Buona pallavolo e buona vita a tutti!

Sigla.com - Internet Partner