Azzurri sconfitto per 3-1 dagli Stati Uniti

12/08/2008

Vermiglio e Birarelli a muroVermiglio e Birarelli a muro
Vermiglio e Birarelli a muro
ITALIA-STATI UNITI 1-3 (26-24, 22-25, 15-25, 21-25)
ITALIA: Vermiglio 2, Paparoni 2, Birarelli 7, Fei 11, Cisolla 6, Mastrangelo 6, Corsano (L), Zlatanov 19, Martino 2, Gavotto 4, Meoni, Bovolenta 3. All. Anastasi.
STATI UNITI: Lee 10, Stanley 23, Salmon 11, Millar 12, Ball 1, Priddy 20, Labourne (L), Touzinsky, Hoff, Hansen. N.e. Rooney, Gardner. All. Larsen.
ARBITRI: Al Naama (Qat) e Kim (Kor).
Spettatori: 12500 Durata set: 31, 30 24, 28. Italia: bs 13, a 3, m 9, e 9. Stati Uniti: bs 11, a 4, m 15, e 11.

Pechino. Prima sconfitta per gli azzurri del volley superati 3-1 dagli Stati Uniti, al termine di un match sicuramente condizionato dal dolore al ginocchio sinistro che ha bloccato il libero azzurro Mirko Corsano al termine del primo set.
L’Italia era partita molto bene giocando un volley abbastanza concreto che trovava in Fei e Zlatanov (subentrato a Cisolla) due buoni terminali offensivi. Gli azzurri allungavano piú volte nel punteggio, ma chiudevano soltanto 26-24 grazie ad un ace di Fei.
Nell’intervallo la decisione di sostituire il dolorante Corsano con Paparoni. Molti degli equilibri italiani in ricezione e difesa saltavano e di fatto iniziava una nuova gara in cui l’Italia si e trovata spesso in difficoltá davanti alla migliore organizzazione di gioco nordamericana.
Gli Stati Uniti hanno vinto il secondo set, nel quale sono stati sempre in vantaggio, hanno dominato il terzo e controllato le ultime vampate azzurre nel quarto.
La sconfitta non pregiudica il cammino dell’Italia verso i quarti di finale, anche se suona come un primo campanello d’allarme. Gli Stati Uniti, recenti vincitori della World League hanno dimostrato di essere una delle formazioni piú in forma del momento, gioca una ottima pallavolo ed hanno in Lloy Ball un regista di alto valore.
L’Italia di Andrea Anastasi tornerá in campo giovedí 14 agosto alle ore 4 italiane per affrontare il Venezuela.

I COMMENTI: Andrea Anastasi: “In generale abbiamo giocato male, eccezion fatto per il primo set, che abbiamo vinto con merito. L’uscita di Corsano ha fatto saltare tutta la nostra organizzazione. Paparoni in ricezione è andato bene, meno in difesa. Adesso la nostra vita si complica, la qualificazione ai quarti resta il nostro obiettivo e giá il prossimo match con il Venezuela diventa importante in questa ottica.”
Mirko Corsano è uscito al termine del primo set: “Ho sentito un dolore al ginocchio sinistro e sono dovuto uscire. Per capire quale è l’entitá dell’infortunio occorrerá attendere le prossime ore. Non credo peró che la sconfitta sia maturata per questo, non è mai un solo giocatore che decide le sorti della gara. Loro sono stati molto determinati, mentre noi nelle difficoltá non sempre siamo riusciti a reagire.”
“ Con l’uscita di Corsano abbiamo perso un po’ della nostra serenitá mentale – ha detto a caldo Valerio Vermiglio – uesta sconfitta puó anche essere salutare, perchè dobbiamo capire che se vogliamo andare a vanti dobbiamo saper soffrire.”

MCCUTCHEON – Il ct americano McCutcheon anche contro gli azzurri non era in panchina, ancora sotto choc per l’uccisione del suocero.
Risultati - 1a giornata: Pool A Italia – Giappone 3-1; Usa – Venezuela 3-1; Bulgaria – Cina 3-1. 2a giornata Usa – Italia 3-1; Venezuela – Cina; Giappone – Bulgaria. Pool B Serbia – Russia 1-3; Brasile – Egitto 3-0; Polonia – Germania 3-0. 2a giornata Russia – Germania 3-2; Egitto – Polonia 0-3; Serbia – Brasile.
Classifiche - Pool A Usa 4, Italia e Bulgaria 2, Giappone, Venezuela e Cina 0. Pool B Polonia e Russia 4, Brasile 2, Serbia, Germania, Egitto 0.
Programma - Giovedì 14 agosto
Beijing Institute of Technology Gymnasium: Pool A ore 4 Italia – Venezuela; Pool B ore 6 Germania – Egitto.
Capital Indoor Stadium: Pool A ore 14 Cina – Giappone; ore 16 Bulgaria – Usa; Pool B ore 6.30 Brasile – Russia; ore 8.30 Polonia – Serbia.

Sigla.com - Internet Partner